giovedì 25 settembre 2008

Il “metodo scientifico” come paravento dei vigliacchi


Un'altra estate è trascorsa sotto un cielo solcato da profonde ferite: le ormai famigerate chemtrails.

Di fronte ad una sempre più invasiva campagna di disinformazione volta a "normalizzare" l’orrore e nella quale sono coinvolti a vario livello media, pubblicitari, produttori cinematografici e televisivi, "scienziati", militari, “meteorologi”, piloti, etc., la questione scie chimiche sta rischiando di scivolare sempre più nella "leggenda", grazie anche alle nuove tecniche di dissimulazione adottate dagli avvelenatori in questi mesi con sempre maggiore frequenza al fine di nascondere agli occhi non attenti le attività di irrorazione clandestina.

Si è affermato più volte che le operazioni di aerosol si sono ultimamente concentrate nelle ore notturne e, durante il giorno, si è privilegiato un intenso uso di scie di tipo non persistente, con elementi dispersi a quote superiori. Gli aerei, nascosti dalle nebbie chimiche o dai fronti nuvolosi creati ad hoc durante la notte, hanno così potuto agire indisturbati.

Nel frattempo anche il C.I.C.A.P., attraverso i suoi coordinatori, si è schierato ufficialmente con i negazionisti per tentare in tutti i modi di rendere inoffensivi coloro che, come noi, lavorano per la diffusione di informazioni vitali. Non è comunque di codeste nullità che vogliamo occuparci, in quanto a noi preme riportare dati obiettivi e, al contrario dei disinformatori, non ci perdiamo in inutili arrampicate sugli specchi senza ventose. Noi portiamo una mole enorme di dati, documenti e studi, mentre i cicappini possono solo impelagarsi in sofismi e paralogismi.

Ci siamo più volte soffermati sulla correlazione tra le scie chimiche e la presenza di polimeri di origine nanotecnologica, usati con lo scopo di trasportare su ampie aree gli elementi dispersi, tra i quali, come sappiamo, si annoverano alluminio, bario, titanio, rame, quarzo, carbonato di calcio, litio, silice, cesio, stronzio, torio, smartdust (polvere “intelligente”), oltre che agenti biologici modificati.

I riscontri, oltre all'aspetto ormai irriconoscibile dei nostri cieli, esistono. Basta osservare ed indagare seriamente.

I polimeri di ricaduta possono essere reperiti sulle piante, appesi ai cornicioni degli edifici, sui cavi della luce, sugli stenditoi della biancheria etc. La struttura di questi filamenti di polimeri e la loro natura estremamente appiccicosa li rende un veicolo perfetto per gli elementi dispersi in atmosfera da velivoli non identificati che, per ovvie ragioni (durante alcune "missioni" i prodotti rilasciati devono depositarsi al suolo sulle aree designate, in genere zone densamente popolate o campi coltivati), sorvolano i centri abitati a bassa quota.

La smartdust, causa del morbo di Morgellons, insieme con le fibre di polimeri, si può osservare in certe condizioni di luce radente. Anche i filamenti di polimeri possono venire scorti, mentre fluttuano in aria, prima di cadere al suolo in condizioni di luce simili (al tramonto o all'alba, contro sole).

Una volta sottoposti ad un esame microscopico, i filamenti di polimeri mostrano una struttura che non ha alcuna attinenza con le tele di ragno e se analizzati, mostrano una composizione non organica (proteine), ma di origine artificiale. In molti continuano, non si capisce se in buona fede o meno, ad affermare che il Morbo di Morgellons non esiste e che questa grave patologia è frutto di fantasie "cospirazioniste". In altri casi si asserisce, erroneamente, che il Morgellons è in realtà una sindrome parassitaria che ha addirittura origine nel XVII secolo. Eppure la classe medica italiana è al corrente della reale situazione epidemiologica anche nel nostro paese e si interroga sulle possibili cure per questo male. Infatti, sul sito Web edott.it è stato inserito un articolo con visione riservata ai soli medici (http://www.edott.it/SanitaQuotidiana/12-12-2007/Fili-colorati-sulla-pelle--il-mistero-di-Morgellons.aspx ). Non si era dichiarato che il Morgellons non esiste? Non si era affermato con sicumera che non esistono casi di Morgellons in Italia? Allora per quale motivo talune informazioni non sono leggibili da tutti? Che cosa si intende occultare?

Intanto, senza andare troppo lontano, basta constatare come i prodotti della terra (in aree interessate dalle irrorazioni) abbiano subìto tutti, in un modo o nell'altro danni considerevoli. Guardate, ad esempio, questi limoni.

La presenza di bario, stronzio ed alluminio, oltre che di litio ed di altri elementi dannosi per la salute è stata evidenziata da diverse analisi eseguite su campioni di acqua piovana, terreno, piante, etc. è confermata anche dalla lettura delle etichette di acqua minerale. Questi elementi non erano assolutamente presenti tra i residui in tracce delle acque minerali di 5-10 anni fa. Sul tema delle analisi al suolo o delle acque si leggono sempre le stesse balzane attestazioni di "scienziati" che adottano il comodo sistema dei due pesi e due misure: infatti essi descrivono e denunciano la situazione di reale inquinamento ambientale dovuta a polveri di nanoparticelle metalliche, rilevate in atmosfera ed al suolo nelle aree circostanti basi militari o inceneritori. Nel caso delle chemtrails, invece, più volte costoro hanno sostenuto che i dati che evidenziano metalli pesanti in acqua, suolo e piante delle aree sottoposte ad irrorazione, non sono attendibili, in quanto non direttamente collegabili agli aerosol indotti. Essi, in quel caso e solo in quello, sono intransigenti e proclamano la necessità di prelievo direttamente nelle scie chimiche, in quota. Due pesi e due misure, appunto, per tirarsi fuori (anche loro come altri "scienziati") dalla ingombrante questione chemtrails, per non vedere la loro reputazione di ambientalisti della domenica contaminata dall’accostamento con i ricercatori indipendenti che osano studiare le scie chimiche.

E' quindi chiaro che certe giustificazioni sono solo un ben poco originale mezzo utile a dissociarsi da ricercatori liberi o da argomenti scomodi, fornendo così, però, vitale ossigeno ai disinformatori (pagati da noi contribuenti) che non lesinano insulti diffamanti con un solo scopo, ovvero fare terra bruciata intorno a chi ha a cuore una sola cosa: la verità.

Se è questo il metodo scientifico tanto sbandierato dai soliti noti, allora ne facciamo davvero a meno.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

72 commenti:

  1. Non solo privilegiano attualmente le scie non persistenti ma, addirittura, gli aerei chimici passano ultimamente senza lasciare alcuna scia.

    Non ci vuole molto per capire che vanno seminando sostanze non sotto forma di aerosol visibili.
    Ulteriore ed assai più pericolosa tappa del progetto 'cloverleaf'?

    RispondiElimina
  2. ragazzi devo fare un annuncio:
    sono di Roma e ho assolutamente bisogno di un analizzatore di spettro in prestito.
    deve avere un range di frequenza
    di almeno 1mhz-500mhz se poi arriva fino a 3ghz meglio ancora.

    mi servirebbe anche un serio rilevatore di campo elettromagnetico nello stesso range di frequenza ma l'analizzatore è la cosa più urgente.

    posso dirvi che riguarda la nostra causa e quindi è davvero molto importante

    RispondiElimina
  3. Daniel, non è una cosa semplice. Io sono mesi che cerco di averne uno, ma le università ed i laboratori che ne sono in possesso, si guardano bene dal farcelo avere. Non sia mai che spuntassero fuori delle verità tenacemente obliterate dagli enti preposti alla "tutela" della salute.

    RispondiElimina
  4. Confermo, Paolo. Ne riprendo in continuazione.

    RispondiElimina
  5. anche qui a Cagliari come da Paolo e Straker, aerei (i soliti tipo airliners, bianchi) passano fuori dalle rotte convenzionali emettendo scie poco persistenti creando effetti di sfibramento e sfilacciamento alle nuvole presenti.
    Tecniche di aerosol multiobiettivo.

    RispondiElimina
  6. quella dell'etichetta dell'acqua è incredibile. tra un po' ci diranno che ci son sempre state qelle sostanze ! è sempre peggio...

    RispondiElimina
  7. Incredibile quanto sia capillare il coinvolgimento nella questione scie chimiche. Anche le analisi dell' acqua. Non ho parole. Ma quanti fantastilioni costa tutto questo ingranaggio, farlo funzionare e soprattutto "oliarlo" bene, facendo in modo che nessuno...ehm...niente cigoli.
    Ormai e´ chiaro che solo la base della piramide, gli inermi cittadini, non sono coinvolti. Tutto il resto e´ marciume puro.

    Dicevo inermi...inermi per il fatto che in nome della sicurezza, occorre il porto d'armi anche per un temperamatite. Niente possibili sommosse o rivolte, quindi.

    Poi dicono che non ci sono soldi e bisogna andare in pensione ad 80 anni! DELINQUENTI!!!

    ****

    Qui dalle parti di Bz e´ tutto coperto; verso le 12 sembrava che uscisse il sole e proprio sopra le nostre teste le nubi fini avevano una curiosa disposizione ad irraggiamento di forma conica, quindi haarp a tutto gas. Ora la nuvolisita´ sta aumentando; le nubi all´orrizzonte hanno forma regolare e ripetitiva, un po´ come quei motivi ripetuti che si usano per sfondo desktop. (molto utile l'articolo di Corrado)

    RispondiElimina
  8. per adesso a Roma non sembrano esserci...ma è giunta notizia che è arrivato l'accordo alitalia........

    RispondiElimina
  9. lo so che è difficile da trovare
    comunque mi serve solo per un giorno

    RispondiElimina
  10. Attivissimo sta mobilitando tutta la sua cricca per mandare delle mail di protesta alla redazione di Voyager. Noi facciamo di meglio inviando mail di apprezzamento e di stima. Io ho già provveduto:
    ================
    voyager@rai.it

    OGGETTO:
    Bravi: tra i pochi coraggiosi che parlano di scie-chimiche. Continuate così

    TESTO:
    Gentile redazione,
    so che state ricevendo molte mails di protesta da parte dei "negazionisti" del fenomeno in oggetto. La presente mail per testimoniare invece, che c'è molta altra gente che è seriamente preoccupata della questione. Per questo motivo rivolgo un enorme e sincero apprezzamento a tutta la redazione.
    ================
    Un saluto e incoraggiamento.
    VibraVito.

    RispondiElimina
  11. email alla redazione di Voyager

    Gentilissimi, è stata una piacevole sorpresa sentire come il dott. Giacobbo ha introdotto la replica del servizio, soprattutto dopo l'interessantissimo e ben fatto servizio sull'area 51.

    Roberto Giacobbo:

    "Perché questo fenomeno [delle scie bianche lasciate dagli aerei] avvenga in modo naturale si devono rispettare contemporaneamente tre condizioni: la temperatura deve essere tra i 40 e i 45 gradi sotto zero, l'altitudine dell'aereo deve essere almeno di 8000 metri, e l'umidità deve essere superiore al 70%. Se solo una di queste condizioni non si verifica, la scia bianca dell'aereo non avviene in modo naturale. Ma molte volte abbiamo visto degli aerei che lasciavano delle scie ad altitudini inferiori, a temperature diverse. E allora? Cosa stavano lasciando nell'atmosfera? C'è chi sostiene che qualcuno stia mischiando i gas della nostra atmosfera con qualcosa di particolare, forse per modificare il clima. A che fine? Scopriamolo insieme."

    BRAVO!


    Intanto volevo segnalarvi che il solito debunker supera il limite. Vedete voi.

    Voyager, ai confini dell'incoscienza
    http://attivissimo.blogspot.com/2008/09/voyager-e-larea-51.html

    Un cordiale saluto

    Rosario Marcianò

    RispondiElimina
  12. è vero, quando non ci sono irrorazione scompaiano anche quei tanti aerei che volano a bassa quota; bisognerebbe osservarli bene col binocolo

    Segnalo questa esercitazione dell'esercito USA per l'applicazione della legge marziale prevista per il girono 1 ottobre

    e ancora sull'uso dei militari USA come forze repressive

    RispondiElimina
  13. Alla Redazione di Voyager e al gentile Giacobbo:

    Un GRAZIE per aver dedicato parte della puntata di ieri alla gravissima questione delle scie chimiche, già affrontata nella precedente edizione andata in onda nel mese di marzo e, in questa occasione, con un tocco di chiarezza in più.
    La questione chemtrails, che riguarda tutti, preoccupa sempre di più i cittadini di questo paese, allarmati dalle conseguenze che questa operazione porterà inevitabilmente.
    ConfermandoVi che in molti hanno apprezzato questo Vostro impegno, consideratelo senz'altro un punto a Vostro favore nei confronti di altre trasmissioni che invece disinformano, tenendo presente anche l'impressione che la gente come me ha della televisione in generale, vista negli ultimi tempi sempre meno degna di essere oggetto di attenzione.
    Non è mai troppo tardi per ricredersi.

    Grazie e buon lavoro.

    ...firma...

    RispondiElimina
  14. FATTO!!!

    OGGETTO: Continuate così!

    Gentile Redazione di Voyager,



    ho seguito con particolare interesse la puntata in cui avete affrontato l'argomento tabú delle scie chimiche. Finora tale argomento, l'ho solamente visto prendere brevemente in considerazione dall'emittente Tv tedesca RTL (http://www.rtl.de/).



    Mi auguro di cuore di poter seguire almeno ancora un'altra puntata su tale argomento.



    Tenete in considerazione che certi personaggi su internet, in malafede, tentano in ogni modo di screditare il lavoro paziente e sfibrante, di persone che cercano di far luce su questi eventi. Molta gente e´ preoccupata per la propria salute e dei propri familiari.



    La gente deve sapere!



    Con i piu´ cordiali saluti,


    Alessandro Rosselli

    RispondiElimina
  15. Attivissimo e soci possono essere accusati di favoreggiamento ai sensi degli artt. 378 e 379 C.P. punibile con l'arresto [Articolo 378 C.P.: Favoreggiamento personale - Articolo 379 C.P.: Favoreggiamento reale].

    RispondiElimina
  16. ...non e´ladro solo chi ruba, ma anche chi tiene il sacco...

    RispondiElimina
  17. anche io ho scritto a voyager per ringraziare

    cmq devo dire che non me l'aspettavo che la RAI si facesse sfuggire qualcosa di buono

    ciò dovrebbe significare che un qualche dissenso all'interno delle istituzioni sta montando

    speriamo bene, anche se siamo quasi alla frutta

    RispondiElimina
  18. A proposito della puntata di Voyager di iera sera: premesso che non l'ho vista (evito la tv, ormai) mi hanno riferito che il segnale digitale-terrestre RAI (1, 2 e 3) sarebbe "saltato" proprio mentre iniziava l'intervento di Straker e sarebbe "tornato" subito dopo il termine dello stesso. Preciso che il digitale-terrestre (bidonata imposta in maniera totalmente antidemocratica) è prerogativa della mia Regione, la Sardegna, e che non vediamo sul segnale analogico RAI 2 (e anche Rete 4)...in soldoni, se fosse come m'hanno riferito nessun telespettatore sardo ieri sera avrebbe visto l'intervento di Straker...probabilmente è una coincidenza...una strana coincidenza...qualcuno può confermare/smentire questa segnalazione? Grazie.

    RispondiElimina
  19. Agli attivissimi ho mandato un msg nel quale, fra le altre cose chiedo se la crisi economica del loro paese di riferimento e l'infezione dei mutui subprime sia il solito complotto...;))
    Scommetto che quei babbei sarebbero capaci di smentire perfino il discorso di stanotte del loro Presidente.

    RispondiElimina
  20. grande straker, non bisogna avere pietà con certa gente.
    attivissimo e la sua cricca di scenziati sono palesemente di parte.
    non so perchè, ma mentono sapendo di mentire.come mentiva su voyager il direttore dell'enav.....nervosetto eh? gli dava noia la telecamera?
    oltretutto non ha mai negato l'esistenza delle chem, ha detto solo che loro tengono d'occhio tutto il traffico aereo.

    purtroppo a voyager sarà già arrivato l'ordine dall'alto di troncare la teoria scie chimiche.

    che dire poi del cicap.... andassero tutti a lavorare sarebbe meglio.

    dico a tutti i signori disinformatori: volete disinformare? bene,affari vostri.

    poi però quando la m...a verrà a galla non lamentatevi se tutti vorrano le vostre teste.


    ogni giorno, un passo verso la verità.la svolta forse è vicina.

    straker un sincero grazie per quello che fai

    RispondiElimina
  21. Ciao, a tutti. E' da quasi un'oretta che ho acceso il computer ed ho letto che Vojager, ieri sera, ha mandato in onda un'altro servizio sulle scie chimiche dopo quello dell'anno scorso.
    Da quello che ho letto dai vostri commenti, la puntata la si può definire positive. Bene, sono contento di tutto ciò. Sperando, naturalmente, che possa incuriosire più gente possibile. Vojager ( ma questa è una mia considerazione ) a volte può non essere credibile, quindi ecco spiegata la mia ( piccola ) "preoccupazione".

    Altro bell'articolo, questo, Straker. Hai fatto bene a scriverlo, perchè riassume certe osservazioni sulle chemtrails ( scie chimiche ) soprattutto alla luce della puntata di ieri che potrebbe aver portato nuovi utenti in questo sito.

    Ho visto la reazione scomposta di Attivissimo e zimbelli. Addirittura - come scritto da Vibravito nel suo commento delle 15,34 - ha inviato una e-mail di protesta a Vojager. E invita i suoi seguaci...a seguirlo. Ma guarda che tipo!
    Infatti, cari mie, qui non c'è di mezzo la sola questione scie chimiche e altri "complotti". Qui c'è di mezzo la libertà di espressione, non so se avete pensato anche a questa.
    Io sì, e da molto tempo.
    Insomma, non si può pensare diversamente dal sistema, che subito, secondo alcuni, deve scattare la gogna e l'isolamento.
    Non ho parole.

    Noi andiamo avanti così.
    Luka78

    RispondiElimina
  22. @alessandro
    tu stupiresti se avessero troncato la trasmissione?

    io no.

    se potessero ci sterminerebbero tutti senza pensarci due volte.
    se fossimo in cina saremmo gia tutti in carcere.

    questa gente è completamente "partita".

    RispondiElimina
  23. Scusate, ma non ho resistito nel non postare un commento sul blog di Attivissimo.
    Naturalmente, appena messo piede, subito "divorato" da Hanmar e Vale56.
    A proposito di Vale56; devi sapre, Straker, che questo, ogni volta mi dice che io, prima di scrivere, devo aspettare una tua dritta. Ma perchè, secondo lui, io non sarei in grado di elaborare un pur semplice pensiero?
    Dimostrazione, anche se non se ne sentiva il bisogno, che questi sono proprio tonti.

    RispondiElimina
  24. Luka78 scrive:

    Ho visto la reazione scomposta di Attivissimo e zimbelli. Addirittura - come scritto da Vibravito nel suo commento delle 15,34 - ha inviato una e-mail di protesta a Vojager. E invita i suoi seguaci...a seguirlo. Ma guarda che tipo!

    In effetti Attivissimo sarebbe da segnalare all'ordine dei giornalisti, visto che infrange continuamente il regolamento.

    RispondiElimina
  25. Luka78, quella è una tecnica assodata ed usata con frequenza pedissequa dai cani di Attivix.

    RispondiElimina
  26. Gli Attivissimi sono isterici. La trasmissione di Giacobbo li ha mandati letteralmente in bestia...
    :)))))

    RispondiElimina
  27. eh già ... gli rode ... come gli rode !!!!

    Buone vibrazioni a tutti.
    VibraVito.

    RispondiElimina
  28. Fanno davvero pena. heidi con i suoi leccabuchi, che shifo di esseri,per apoggiare un sistema del genere. certa spazzatura non capirebbe neanche se gli venisse confarmato tutto dai loro idoli di merda.

    RispondiElimina
  29. ciao a tutti ho letto solo adesso il post di vibravito e la discussione alla conferenza del cicap volevo fare chiarezza UNA VOLTA PER TUTTE sul tema finale della conferenza cioè le basi per la formazione di una qualunque scia di condensa, essi affermano che sulle basi di presunte ricerche e "enciclopedie" dei fenomeni atmosferici e delle contrails, esse si possono formare a qualunque altitudine e percentuale di umidità e temperatura,(con tono di voce assolutamente fermo e sicuro)e che i presunti dati (8km,70%umidita,-40gradi)della nasa non esistevano neppure che ce li eravamo inventai noi ,io non per mancanza di fiducia verso nessuno,ma per spirito indagativo,ho cercato direttamente sul sito nasa e ho trovato questo http://asd-www.larc.nasa.gov/GLOBE/science.html
    questohttp://asd-www.larc.nasa.gov/SCOOL/contrails.html e addirittura questo niente po po di meno che l'enciclopedia dell atmosfera della NASA http://www-pm.larc.nasa.gov/sass/pub/journals/contrails.pdf dove in tutti viene esplicitamente chiarito la situazione spero di non aver sbagliato coi link ma basta andare sul sito della nasa o del globe(un programma di ricerca direttamente sponsorizzato dalla nasa e national science foundation)
    ......a che cosa si attaccheranno questa volta i dbk???? ciao a tutti

    RispondiElimina
  30. Rosario toglimi una curiosita', a questo che segue(che mi sembra il piu' paranoico del branco), che gli hai fatto che ha perso un sacco di notti insonni in realizzazione di siti dedicati a te e al tuo diploma ???

    Francesco Sblendorio ha detto

    ...Marcianò ci guadagna è uno sporco approfittatore della credulità della gente...Daltronde, sebbene siamo da un po nel terzo millennio, ancora chi spende migliaia e migliaia di euro persino in maghi e ciarlatani simili.; stupefacente vedere come qui in italia una cosa nata da una idea (probabilmente neppure sua) di un singolo, sia diventata una notizia praticamente nazionale da arrivare in prima serata e da essere citata pre da qualche parlamentare.Siamo un paese pieno di pecoroni.

    ---------------------------------

    Occhio che il tuo amico Sblendorio a 3-4 anni di eta' non solo passava il tempo a guardare le scie lunghe e persistenti ma se lo ricorda pure.. (faccina che si rotola dal ridere)

    http://scie-chimiche.blogspot.com/2008/09/scie-chimiche-italia-aggiornamento.html?showComment=1221849300000#c1021907292831974116

    CCT

    RispondiElimina
  31. Scie di condensazione: definizione

    In inglese, il termine "contrails" indica l'abbreviazione di "condensation trail" ovvero "scia di condensazione".

    Le scie di condensazione sono le scie rilasciate dagli aerei, formate dal vapore acqueo e gas di scarico immessi nell’atmosfera fredda dai motori caldi degli aerei. La loro formazione è legata a specifiche condizioni atmosferiche:

    - Temperatura inferiore a -40 °C
    - Umidità relativa non inferiore al 70%
    - Quota di almeno 8000 metri.

    Questi dati sono stati prelevati da alcune pubblicazioni di enti ufficiali quali: NASA (National Aeronautic and Space Administration), EPA (Environmental Protection Agency) e FAA (Federal Aviation Administration):

    "Una scia di condensazione consiste fondamentalmente di vapore acqueo (immesso nell’atmosfera dagli scarichi caldi di un motore) in quantità sufficiente a saturare, una volta a contatto con l’aria fredda d’alta quota, e condensarsi momentaneamente in cristalli di ghiaccio o goccioline d’acqua. Di norma le scie di condensazione si formano soltanto dagli 8.000 metri in su, con temperature inferiori ai -40 °C ed umidità relative non inferiori al 70%. Le scie di condensazione si dissipano mediamente in una cinquantina di secondi, o al massimo qualche minuto."

    "Le scie di condensazione sono composte da particelle di ghiaccio, visibili sotto i motori degli aerei, tipicamente alle quote di crociera nell’alta atmosfera."
    (EPA)

    "La stratosfera è caratterizzata dalla mancanza di umidità e da una temperatura costante di -55 °C, mentre la temperatura nella troposfera decresce di circa 2 °C ogni 1000 feet. Le scie di condensazione sono comuni nei più alti livelli della stratosfera. Queste strisce simili a nuvole, generate dal passaggio degli aerei che volano nell’aria fredda e umida, sono formate da vapore acqueo dei gas combusti immesso nell’atmosfera."
    (FAA)

    "Le scie di condensazione sono nuvole a forma di linee che sono prodotte dalle emissioni dei motori a reazione degli aerei. Questo processo di condensazione avviene tipicamente a quote di 8-12 Km al di sopra della superficie della Terra."
    (NASA GLOBE)

    "Le scie di condensazione sono delle nuvole di forma lineare prodotte a volte dagli scarichi dei motori degli aerei. La combinazione dell'alta umidità con le basse temperature, che esistono alle altitudini di crociera degli aerei, favoriscono la formazione delle scie di condensa. Le scie di condensa sono composte primariamente da acqua sotto forma di cristalli di ghiaccio e non sono pericolose per la salute umana."
    (US Air Force)

    "Secondo la NASA «le scie di condensazione si formano solo ad alta quota (generalmente al di sopra degli 8000 m), dove l'aria è estremamente fredda (meno di -40 °C)."
    (Wikipedia)


    - Definizioni NASA in lingua originale:

    "Contrails are always made of ice particles, due to the very cold temperatures at high altitude."

    "Contrails are man-made clouds that only form at very high altitudes (usually above 8 km) where the air is extremely cold (less than –40°C)."

    "Contrails only form at very high altitudes (usually above 8 km) where the air is extremely cold (less than -40 degrees C) "

    "Contrails are human-induced clouds that only form at very high altitudes (usually above 8 km - about 26,000 ft) where the air is extremely cold (less than -40 ºC). Because of this, contrails form not when an airplane is taking off or landing, but while it is at cruise altitude."

    "Contrails form in the upper portion of the troposphere and in the lower stratosphere where jet aircraft normally fly, generally between about 8 and 12 km altitude (~26,000 to 39,000 feet)."




    - Definizioni da fonti cartacee:

    "L’immissione in atmosfera dei gas di scarico degli aerei, ricchi di nuclei di condensazione e di vapore acqueo, determina la sovrassaturazione del vapore acqueo e, quindi, la formazione di scie. Le scie di condensazione di formano ad altezze in cui la temperatura dell’aria è molto bassa (inferiore a -40 °C), con umidità relativa almeno del 60%. Le scie possono essere più o meno durare nel tempo, a seconda della stabilità dell’aria e della quantità di vapore presente."
    [Girolamo Sansosti & Alfio Giuffrida - Manuale di meteorologia, Una guida alla comprensione dei fenomeni atmosferici e climatici in collaborazione con l'UAI (Unione Astrofili Italiani) - Gremese Editore – 2006 – pag 86]

    "La lunghezza e l'intensità di una scia di condensazione dipendono dalle condizioni atmosferiche, dal tipo e dalla velocità dell’aereo. Le tipiche scie di condensazione variano dai 9 ai 28 Km. (da 5 a 15 miglia marine) di lunghezza, e una trentina di metri di diametro. Le scie di condensa si formano generalmente tra 7500 e 18000 metri di altitudine, a temperature molto basse (-40 °C)."
    [The Camouflage Handbook, AAFWAL-TR-86-1028 (Wright-Patterson AFB, Ohio: Air Force Wright Aeronautical Laboratories, 1986), cap. 1–12]


    "L'immissione in atmosfera dei gas di scarico degli aerei, ricchi di nuclei di condensazione e di vapore acqueo, determina la sovrassaturazione del vapore acqueo e, quindi, la formazione di scie. Le scie di condensazione si formano ad altezze in cui la temperatura dell'aria è molto bassa (inferiore a -40 °C), con umidità relativa almeno del 60%".
    [Girolamo Sansosti & Alfio Giuffrida - Manuale di meteorologia, Una guida alla comprensione dei fenomeni atmosferici e climatici in collaborazione con l'UAI (Unione Astrofili Italiani) - Gremese Editore "2006" pag 86]

    RispondiElimina
  32. In ogni caso, una qualsiasi simulazione in ambiente riscostruito chiuderebbe definitivamente la questione, rendendo ridicole le affermazioni oltremodo mendaci dei disinformatori, cicap compreso.

    RispondiElimina
  33. Marzio, quell'imbecille si fa di coca tutti i giorni. Che controllino pure il mio conto corrente. Per inciso, non ho mai preso denaro per nessun intervento in TV o radio e come tutte le altre questioni le loro sono solo diffamazioni passibili di denuncia.

    Chiunque può scrivere alla redazione di Voyager e verificare di persona se ho percepito compenso. Piuttosto, io chiarii a suo tempo che, prevedendo queste speculazioni, sarebbe stato opportuno che Voyager, nei titoli di coda (o in qualsiasi altro modo opportuno), mettesse ben in evidenza questo specifico aspetto della questione.

    Ricordo comunque che, giunto a questo punto, mi riservo di denunciare coloro che proseguiranno con queste azioni di gratuito discredito, Francesco Splendorio compreso.

    RispondiElimina
  34. Splendorio, vuoi scommettere che sarai uno dei primi a prenderti qualche bella patologia collegata alle chemtrails? Sai, la giustizia non è solo quella dei tribunali.

    RispondiElimina
  35. ciao, che quel che dicessi rosario corrispondesse alla verità ne ero certissimo non mi e mai passato per la testa l'incontrario pero propio per contraddire in maniera assoluta i dbk o voluto verificare direttamente da fonti assolute e superpartes .... bhe se l'enciclopedia della atmosfera della nasa conferma allora devo dedurre che il cicap end company siano non sbadati o grossolani ma propio in mala fede vengono pagati per mentire e ingannare spudoratamente poveri ignari,per fortuna c'e gente come straker e zret aprono gli occhi alla gente, ciao a tutti

    RispondiElimina
  36. Evviva la visibilità e quindi evviva Voyager per il piccolo spazio dedicato alle chemtrails.Ma vi prego di non esagerare con gli entusiasmi.
    Che se ne parli è indispensabile ma lo è anche il modo con cui si affronta l'argomento.
    Io,grazie a Straker,Zret e pochi altri che si fanno il culo per produrre e rendere disponibile le informazioni, sono ora a conoscenza di dettagli che prima neanche immaginavo. Ma l'informazione giusta l'ho trovata perchè me la sono cercata e credo sia stato lo stesso per molti di voi.
    Il punto è che solo chi cerca trova e tutti noi abbiamo bisogno che i cacciatori di verità aumentino in modo esponenziale. Chi non si poneva domande prima di guardare Voyager ieri sera, con tutta probabilità continuerà a non porsele.
    Sul lavoro ho scambiato qualche impressione in merito alla serata di Voyager. L'avevano seguito in tre; uno non si ricordava di aver sentito parlare di scie chimiche gli altri due erano convinti di aver seguito uno speciale sull'inquinamento provocato dagli scarichi degli aerei.?????.
    La mia impressione è che un programma montato in maniera un pò "psichedelica"di breve durata dove non si approfondisce neanche uno dei temi essenziali esaurisca le potenzialità stesse dell'informazione nel momento in cui finisce, giustificando l'ottusità di molti che potrebbero archiviare l'esperienza come "già visto" e chiudere definitivamente la porta convinti di sapere quanto basta.

    RispondiElimina
  37. Non riesco piu' a trovare l'indirizzo del sito ufficiale, ma mi ricordo bene che quelli dell'aida sono riusciti(con tanto di documenti ufficiali) a creare cirri in cloud chamber con speciali micro supporti esagoni fatti condensare sotto i -40, scongelati e rifatti condensare hanno scoperto che condensavano in cirri a soli -20, devo avere lasciato i link su luogocomune un po di anni fa...

    http://www.google.it/search?hl=it&q=AIDA+CLOUD+CHAMBER&btnG=Cerca&meta=

    RispondiElimina
  38. Ciao Dolcifabbro, in ogni caso in quei documenti ci sono anche grandi fette disinformative.

    RispondiElimina
  39. Mandato mail di apprezzamento a Voyager e al dott.Giacobbo.
    Un caro saluto agli stronzi che scrivono in quel cesso di blog gestito da attivissimo.Complici della piu' grande infamia che mente umana (malata)abbia mai concepito.

    RispondiElimina
  40. Ciao tzunami, sono convinto che quel che dici è corretto. Purtroppo sappiamo in quali mani sono media. Sappiamo che è pieno di "scienziati" che hanno i mezzi, ma non le palle. Sappiamo che coloro che mirano ad occultare la verità hanno invece mezzi enormi. Noi siamo nel mezzo. Cos'altro fare?

    Intanto ti ringrazio per gli attestati di stima.

    RispondiElimina
  41. il mio inglese e scarsissimo ho letto solo la parte che mi e ci interessava sul resto non saprei non l'ho letto ma se lo dici tu mi fido! :)

    RispondiElimina
  42. Ho mandato anche io una mail alla redazione di voyager.Uno speciale ringraziamento a Rosario per l'impegno e per aver fatto aprire gli occhi a molti di noi.

    RispondiElimina
  43. Stavo leggendo il disclaimer a fondo pagina, e gli articoli della costituzione che riporti:
    "La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana. (Artt. 21 e 32 della Costituzione italiana)"
    Io stavo pensando di fare causa tutti assieme allo stato italiano davanti alla corte europea.
    Cosa ne pensate?

    RispondiElimina
  44. Bozza di legge che a gennaio diventa "class action"

    * Vengono favorite alcune corporazioni che avranno il monopolio dell'azione giudiziaria a dispregio dell'uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge. L'accesso e' previsto, infatti, solo per le associazioni di consumatori finanziate e scelte dal Governo, e non per tutti i soggetti danneggiati, anche non-consumatori. Questo in dispregio all'art. 24 della Costituzione, che protegge il diritto di TUTTI ad agire in giudizio per la tutela dei propri diritti ed interessi.

    * In questa "class action", a sentenza positiva, per avere il rimborso ogni singolo deve intentare a sua volta, tramite un proprio legale, un'azione di risarcimento. In altre parole ci potrebbero volere anche venti anni per avere un rimborso tra "class action" e causa individuale successiva. Nella nostra proposta, invece, l'esito positivo di una Class Action determina automaticamente un risarcimento a tutti i soggetti danneggiati, anche coloro che non hanno promosso la causa.

    In pratica è una presa per il...

    RispondiElimina
  45. Ragioniamo un attimo: il fatto, in sè, di discutere di una o più definizioni riguardanti le quote e le condizioni affinchè le scie possano esserci fa capire quanto questi soggetti siano in malafede in quanto consapevoli del fatto che i voli avvengono sempre a quote inferiori agli 8000 metri e che è praticamente impossibile che ci siano le condizioni necessarie alla formazione di scie ogni santo giorno. Qualcuno, da ragazzino, ricorda di aver visto aerei volare così in basso ogni giorno? La risposta è no! E lo sanno! E' per questo che ci vogliono far credere che le condizioni sono variabili e chi più ne ha più ne metta. Da quando in qua gli aerei hanno deciso di volare bassi? Non dovrebbero volare ad alte quote risparmiando, così, anche carburante? Per non parlare delle scie...

    Mando anche io una mail alla redazione di Voyager. E' stata un'ottima scelta aver riproposto il servizio. Sono contento del fatto che ci sia ancora qualcuno che non sia parte della squadraccia e pensi con la propria testa.

    E intanto qualcuno si incazza in maniera spropositata...molto spropositata, tanto da utilizzare qualche parola di troppo. Non si doveva ridere, qualche giorno fa, e rallegrarsi del fatto che Angioni aveva tenuto quel convegno in cui screditava le ipotesi? Forse sono stati davvero in pochi a ridere...? Rallegrati con le focacce ed evita ancora una volta di scrivere articoli contortanti di scientificità e rabbia malcelata, tu, che vuoi far credere alla gente che gli ovni vicino agli aerei sono pianeti o riflessi della luce. Che pena...

    Chiudo facendo tanti complimenti al conterraneo Vibravito! Spero, presto, si organizzi un convegno in cui molti di noi potranno essere presenti e partecipare attivamente.

    Ciao Straker! Continua così!!!

    RispondiElimina
  46. Ciao BACAB, Condivido pienamente.

    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  47. Purtroppo Voyager non gode di molta credibilità, quindi il fatto che tratti di scie chimiche non credo sia di grande utilità, se non addirittura controproducente.
    Leggete in merito cosa ne pensa questo blog e il tenore dei commenti dei lettori.

    Voyager: Giacobbo e il documentarismo ad effetto.

    RispondiElimina
  48. Cosmino, mi cadi in certe trappole? Quello è un altro articolo a comando e la mano è sempre la medesima. E' il giudizio dei soliti noti.

    RispondiElimina
  49. Sì, lo sapevo. Quello che mi preoccupa sono i commenti dei lettori, alcuni dei quali rimandano alla solita Heidi. Beh, in effetti potrebbe essere un botta e risposta della stessa mano dbk, anche se l'ignoranza di tutti gli altri regna sovrana.

    RispondiElimina
  50. tvblog.it è intestato a Marco Magnocavallo. Lui e Paolo Attivissimo si sono già incrontrati diverse volte.

    RispondiElimina
  51. ehm straker ma non siamo arrivati alla cifra per comprare il telemetro?

    sono 2905 delle offerte + i 1000 tuoi siamo a 3905

    RispondiElimina
  52. Grazie Bacab,
    il mio obiettivo di rompere le scatole a Novi Ligure era proprio quello di mettere in condizione di filmare e pubblicare in rete tutte le loro dichiarazioni pseudo-scientifiche che avevo già sentito al precedente convegno di Milano. Tieni presente che quando pubblicheranno i filmati su you-tube si noteranno altre inesattezze.

    Inoltre è con grande piacere che noto l'impennata del fondo per l'acquisto del telemetro: fino a qualche giorno fa si era fermi a 2400 euri. Evidentemente un po di polemiche sono servite a far risvegliare le persone. Sono sicuro che a questa impennata di 500 euro abbiano contribuito anche diversi cicappiani in buona fede. Il mio attacco non è contro di loro, ma contro i loro indottrinatori.

    RispondiElimina
  53. http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3596

    RispondiElimina
  54. mentre sui tg dolce e gabbana presentavano la loro nuova collezione di pigiami questa cazzatina passata inosservata.

    http://www.ansa.it/ambiente/notizie/fdg/200809231714325671/200809231714325671.html

    RispondiElimina
  55. Pubblicità

    Il governo mette a disposizione di due ragazzine tetraplegiche per un vigaggio della speranza un aereo militare

    Servizio su tutti i TG intervista ai piloti dell'esercito tanto buoni e cari che lavorano per il nostro bene

    Ma dico io, non potevano semplicemente pagare i biglietti dell'aereo?

    Eh non, qui bisogna fare pubblicità a certa gente che sotto sotto collabora alle irrorazioni

    RispondiElimina
  56. Ragazzi scusate se vado un attimo OT, vi ricordate che qualche giorno fa parlavamo di aerei che infrangono il muro del suono?

    Sembra sia diventata una moda...

    http://it.notizie.yahoo.com/asca/20080926/twl-spagna-due-esplosioni-fanno-tremare-b689c2c.html

    RispondiElimina
  57. http://www.diariosur.es/multimedia/videos/436713.html

    Al link in alto un video a riguardo del boato spagnolo. (abbassate il volume del pc)

    qui invece la notizia in spagnolo ... sembra che abbiano oltrepassato i 200 Decibel.

    RispondiElimina
  58. Riporto qui il pienamente condiviso intervento del nostro amico Roberto, sul suo sito Web.

    In relazione all'articolo di Tanker Enemy risulta ormai evidente a tutti a che punto si può arrivare per rimbecillire l'uomo; in pratica sulla etichetta degli elementi contenuti nell'acqua minerale hanno inserito quelli che guarda caso sono individuati come composti delle scie chimiche. Elementi che a seguito di specifiche analisi chimiche sono stati ritrovati su: terreno, verdura, ortaggi, piante, colture alimentari in genere. Non esiste alcun limite per queste persone ed è una vergogna che aziende, per denaro, si abbassino subdolamente a prendere per i fondelli la popolazione, certa gente si dovrebbe mettere sotto terra per un comportamento del genere, e pensare che si proclamano paladini della Costituzione Italiana e protettori degli indigenti, indifesi, si professano ambientalisti, mentre intascano denaro dai cittadini e nello stesso tempo lo mettono nel di dietro (scusate i termini un pò troppo accesi, ma loro son fatti così, io no). Vorrebbero far passare elementi chimici dannosissimi per la salute umana come normali componenti presenti abitualmente nell'acqua stessa al fine di convincere la popolazione che quello che i ricercatori dicono sono balle.

    E' assai strano che ancora nessuna Procura della Repubblica sia intervenuta per porre rimedio, anche perchè per l'applicazioni delle etichette con su indicate le caratteristiche delle acque minerali, l'acqua stessa deve essere analizzata ed avere un nulla osta da parte di un centro ricerche autorizzato, di solito Università, con tanto di firma del Responsabile che ha effettuato o autorizzato tali analisi e le ha ritenute consone alla potabilità !

    Cosa fanno le A.R.P.A. locali? Semplice, danno lavoro ad elementi come Michele galloni, alias hanmar.

    RispondiElimina
  59. Come tendono a stravolgere le leggi della fisica per giustificare la loro teoria delle contrails, così tenderanno gradatamente a introdurre i nuovi elementi inquinanti negli elenchi delle sostanze ammesse nell'aria, negli alimenti -come nell'acqua- o ad aumentarne i limiti di accettazione.
    Falsificare e mentire è tutto quello che sanno fare, con la collaborazione di tutti gli enti messi insieme.
    Naturalmente finchè le persone leggono sull'etichetta che tutto rientra nei limiti di legge...è tutto ok.

    RispondiElimina
  60. Esatto Ginger.

    Episodio interessante è la visita, questa mattina, al sito e la lettura dell'articolo da parte del distributore di quella particolare etichetta di acqua... naturale.

    Come dire... "Bad news travel fast".

    RispondiElimina
  61. E' vero. Quando vogliono, hanno dei tempi di reazione che tendono allo zero.
    Quando vogliono.

    RispondiElimina
  62. Non quando vogliono ma quando sentono minacciati i loro luridi interessi.Si sentono coperti da quelle che una volta si chiamavano istituzioni,adesso non saprei come definirle.Chi si arricchisce sulla pelle della gente è un'infame che merita solo di morire.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis