lunedì 8 settembre 2008

Il trimetilalluminio nelle scie chimiche? Secondo un esperto è possibile

Pubblichiamo un commento tratto da un sito che aveva pubblicato un articolo sulle chemtrails. L’ampia, documentata e scientifica glossa si deve a persona competente che opera, a livello dirigenziale, all’interno di un’importante struttura di ricerca nazionale.


Leggendo i commenti all’articolo di ***, mi ha colpito il fatto che
Straker abbia messo al primo posto del lungo elenco di eterogenee schifezze che ci pioverebbero sulla testa il trimetilalluminio.

Mi ha colpito ed interessato perché io, per ragioni professionali, ho usato molte volte il trimetilalluminio, di formula Al(CH3)3, ed ho anche eseguito la sua sintesi, in piccole quantità, per specifici scopi di ricerca scientifica.

Il trimetilalluminio è un reagente chimico LIQUIDO ed INCOLORO, primo termine di una importantissima classe di composti, gli alluminio-alchili, il cui studio, insieme con l’invenzione dei catalizzatori che hanno permesso di ottenere, ad esempio, il politene lineare cristallino, ha portato al Nobel lo scienziato tedesco Karl Ziegler, che lo vinse assieme all’imperiese Giulio Natta, il quale aprì la grandissima e gloriosa stagione dei polimeri stereoregolari, di cui il polipropilene isotattico è forse il più noto.

Una caratteristica comune agli alluminio-alchili è di essere estremamente reattivi, in particolare con l’acqua (anche semplicemente come umidità) e con l’ossigeno.

Il trimetilalluminio è il più “cattivo” della serie, tanto da essere AUTOINFIAMMABILE ed eventualmente ESPLOSIVO, se viene in contatto con l’umidità e l’ossigeno. Bisogna conservarlo sempre in atmosfera di gas ANIDRO e INERTE, ad esempio sotto Azoto (o Argon) e maneggiarlo con apparecchiature particolari.

Far cadere una goccia di trimetilalluminio (che si incendia immediatamente e forma un fumo bianco) sul pavimento del laboratorio sarebbe un modo efficace perché un laureando o un laureato senza precedente esperienza, ne abbia subito un timoroso rispetto e sia indotto a lavorare con grande cautela, senza mai distrarsi (magari la “dimostrazione” si fa con il trietilalluminio, suo fratello maggiore, molto meno costoso, ma anch’esso capace di dare belle fiammelle!)

Al contatto con l’umidità dell’aria e con l’ossigeno, il trimetilalluminio si decompone immediatamente con formazione, tra l’altro, di metano che si può incendiare. La reazione di decomposizione è, infatti, molto esotermica

Mi sono quindi chiesto (scusate questa lunga premessa) se il Trimetilalluminio sia tecnicamente adatto (anche se molto costoso) a costruire una scia chimica. In che modo?

In laboratorio, basta fare fluire Azoto sulla superficie del Trimetilalluminio affinché questo venga in piccola parte trascinato dal gas e si decomponga immediatamente a contatto con l’aria umida, con formazione di un fumo bianco di composti di alluminio (idrato di alluminio anzitutto, Al(OH)3, ma non solo) derivanti dalla decomposizione.

Si può quindi immaginare di montare su un aereo un marchingegno per generare la scia chimica, che potrebbe assomigliare, grosso modo, ad una bomboletta spray, che come sappiamo, contiene un liquido (ad esempio, un deodorante) ed un gas “propellente”. Quando si preme il tasto, il gas spinge il liquido nell’ugello da cui esce lo spray, cioè si forma un aerosol, fatto di piccolissime goccioline (di deodorante).

Allora, ritornando al trimetilalluminio, possiamo immaginare il marchingegno per creare la scia chimica in questo modo. Sul velivolo, un contenitore di trimetilalluminio (per ragioni di sicurezza il trimetilalluminio è SEMPRE confezionato e trasportato in bombole di acciaio) è opportunamente collegato a bombole ad alta pressione o ad un contenitore di Azoto liquido (196 gradi sotto zero), tenuto in pressione controllata, in modo che il tutto possa funzionare come una bomboletta spray.

Quando si vuole produrre la scia, si attiva il marchingegno, l’azoto trascina il trimetilalluminio nell’ugello e si formerà un aerosol che, APPENA entra in contatto con l’aria e l’umidità che l’accompagna (quindi FUORI dal marchingegno e FUORI dall’aereo!!), SI DECOMPONE, formando un fumo bianco principalmente di idrato di alluminio che costituisce in definitiva la scia chimica (che viene spacciata come scia di condensa - n.d.r.).

In questa ipotesi, l’operazione può essere compiuta a qualunque altitudine. La scia composta di idrato di alluminio (solido) estremamente suddiviso sarà più o meno persistente in funzione del vento e di altri parametri atmosferici locali.

Si possono pensare varianti (trimetilalluminio in soluzione o “complessato” invece che puro) per ragioni di sicurezza o di efficienza o efficacia.

La produzione industriale di trimetilalluminio è aumentata notevolmente negli ultimi 20 anni, poiché il trimetilalluminio (o meglio un suo derivato, il metilalluminossano, chiamato MAO), è diventato un componente essenziale delle ultime generazioni di catalizzatori di polimerizzazione delle olefine (etilene, propilene, butene eccetera). Quindi il prezzo potrebbe essere considerato “accettabile”.

Ho formulato una pura ipotesi che, almeno concettualmente, mi sembra possa stare in piedi.





Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale


FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE IL CANONE RAI

60 commenti:

  1. Veramente un'ottima ipotesi, a mio avviso molto verosimile. Non ho trovato sul post il sito di riferimento (fonte). Credo che sia un'ottimo spunto di riflessione . Ho appena ribattuto la notizia e trasformato il post in audiolibro (come faccio sempre). Per chi ha parenti o amici non vedenti, ecco il link
    http://chemtrail.dyndns.org:4445/%23Raccolta-Audio-Post%23www.tankerenemy.com/

    un abbraccio a tutto il blog

    oseido
    p.s
    Se ne vogliamo discutere, accedete alla sezione audio conferenza con teamspeak

    http://chemtrail.dyndns.org

    RispondiElimina
  2. Che fra i loro intenti c'è anche quello di annullare le pioggie lo si deduce dal fatto che nei giorni senza perturbazioni in arrivo (ad esempio oggi) non c'è attività di spray. Nei giorni scorsi invece, in cui c'era una perturbazione in arrivo, i passaggi erano continui. Risultato: 2 "pioggie" ieri durate 30 secondi.

    RispondiElimina
  3. Salve, ieri infatti durante una giornata molto nuvolosa...(Ero sui castelli romani, Prov di Roma ovvio :-))))...sembrava che da un momento all'altro sarebbe piovuto, invece...niente! caldo asfissiante e qualche goccia...per 1/2 minuti circa! pioggia biancastra...!!!
    Verso le 15 il sole iniziava ad uscire tra le nuvole, ed alzando lo sguardo ho visto qualche scia che passava tra gli spazi aperti!!!
    Morale della favola? Tempo 1 ora e mezza circa e le nuvole au revoir!!!!!
    Che schifo!

    RispondiElimina
  4. http://www.repubblica.it/2008/09/sezioni/scienza_e_tecnologia/satellite-goce/satellite-goce/satellite-goce.html

    toh adesso prevedono anche i terremoti???
    Mamma mia che MAGHI!!!

    RispondiElimina
  5. Stamani presto, cielo limpido e vento. Non appena si sono accorti che era troppo bello, hanno iniziato a "sciare". In poche ore, c'era un bel cielo chimico velato.

    RispondiElimina
  6. Sono costretto a rettificare. In questo momento è in corso uno scatenamento di tankers, e il cielo da azzurro intenso è ora di nuovo completamente insozzato.

    RispondiElimina
  7. jaw ha detto...

    Che fra i loro intenti c'è anche quello di annullare le pioggie lo si deduce dal fatto che nei giorni senza perturbazioni in arrivo (ad esempio oggi) non c'è attività di spray. Nei giorni scorsi invece, in cui c'era una perturbazione in arrivo, i passaggi erano continui. Risultato: 2 "pioggie" ieri durate 30 secondi.



    Non solo. Anzi, il controllo del clima è una necessità e non un obiettivo primario. Affinché, infatti, il medium atmosferico sia utile alla trasmissione di segnali emf, elf, ulf, deve essere privato dell'umidità residua. Ecco perché distruggono o deviano con particolare perizia tutte le grosse perturbazioni ed anche i cumuli che una volta erano tipici delle giornate di bel tempo.

    RispondiElimina
  8. in primavera ci sono state piogge abbondanti sulle marche nonostante le scie http://meteo.regione.marche.it/news/primavera2008/primavera2008.aspx
    poi le piogge sono diminuite quello che ho notato è che c'è meno umidità rispetto agli anni passati

    RispondiElimina
  9. Scusatemi ma non è semplicemente la coda dell'aereo quella che si vede nel filmato ?

    RispondiElimina
  10. Sì, Charlie.
    Anch'io ieri mattina stavo sui Castelli Romani, per la precisione alle "falde" di questi, ovvero nella località di Pavona di Albano Laziale dove c'è la fabbrica in cui lavoro.
    Tra le 9.30-10.30 è pioviggicato, ma niente di che. La classica - ma breve - "gnagnarella". Ha solo sporcato di terra le auto.

    L'articolo sul trimetilalluminio è molto interessante. Spiega le caratteristiche di questo elemento chimico e quindi un suo probabile - se non certo - utilizzo una volta sparso in cielo.

    Un saluto a tutti.
    Luka78

    RispondiElimina
  11. Cuorenero (Giorgio)... torna a scodinzolare dal tuo Attivissimo.

    RispondiElimina
  12. Mah, straker, non c'è bisogno di essere così scontrosi ... :D (eghm evidentemente le vendite di orgone non stanno andando così bene di recente ?). Avevo semplicemente posto una domanda ... evidentemente non è questa la sede per un dialogo costruttivo ... vabbè.

    RispondiElimina
  13. Cuorenero, noi non vendiamo accumulatori orgonici (non orgone), tu, se l'avessi, avresti già venduto l'anima a qualche prosseneta.

    "Qua non son femmine da conio".

    Torna da Heidi, tra le caprette ed impara a scrivere decentemente, visto che altre acquisizioni culturali ti sono irrimediabilmente e per sempre precluse.

    Non commentare più. Non abbiamo tempo da perdere in quisquilie.

    RispondiElimina
  14. Senti, razza di mentecatto, ingegnere del menga, conosco il tuo operato. Entri qui con il vostro solito metodo mellifluo, quando altrove spandi merda insieme ai tuoi compari. Chi credi di prendere per il culo? Ma tagliati quella barbetta incolta, piuttosto e torna al ciucciotto, che più ti si addice al latte sulle labbra.

    Ieri, 13.16.16 #473
    cuorenero Senior

    La strampalata teoria delle scie chimiche che è piena di buchi da tutte le parti ... grossolani errori in alcuni filmati ove si presentano analisi al suolo, ove chi commenta non sà convertire microgrammi/litro in ppm ... pietoso.


    Cosa sono, le analisi che ti ha mostrato riosebo? Quell'altro che si crede furbo? E come mai non mostrate quelle del CNR, pirla che non siete altro? E le altre analisi? E chi mai ci ha fatto un filmato con quelle analisi che mostrate voi? Se dici che non hai mai tempo, come mai perdi tempo qui ed altrove? Quante e quali promesse ti hanno fatto, sbarbino?

    E guarda che la storia dell'orgone non attacca. Non lo vendo e nemmeno mi interessa parlarne, perché, allo stato delle conoscenze disponibili, non funziona.

    Analisi chimiche nel mondo

    Ah, salutami angioso. Ti è piaciuta la parodia? Vabbè che basta sentirlo parlare anche nell'intervista originale su Radio Base, regolarmente segnalata nel post e nella pagina di You-Tube, per capire che è meglio che cambi mestiere, che tanto non ci piglia a fare il disinformatore. Come te e gli altri, d'altro canto.

    Il fatto è che reclutano voi sbarbini nullafacenti nei centri universitari, in cambio di qualche lecca lecca, pensando di fare un gran bell'affare, ma non si rendono conto che con noi NON ATTACCA! CAMBIATE MESTIERE! Andate a zappare la terra, che magari vi suda un po' il sederino e quando tornate a casa non avete più la forza di rompere gli zebedei a Gesù Cristo.

    Il pane si guadagna e non si ruba ai contribuenti così come fate voi, sporchi venduti da quattro soldi.

    Ora smamma. prendi i tuoi stracci e cambia aria. Qui non siete graditi.

    RispondiElimina
  15. Oh ... suvvia, non sparare a zero al primo che ti fa delle domande ... sono certo o quasi che potreste avere molte più persone che vi danno retta, se ingaggiate un dialogo costruttivo.
    Mah, guarda, parlavo di quello che era riportato su contrailscience. In effetti lì o c'è stato un grossolano errore di aritmetica da parte di chi ha commentato, o il commento è stato fatto in malafede. Circa i buchi nella teoria delle scie, scusami ma evidentemente non ho parlato con persone che abbiano saputo convincermi del contrario ...
    Pasienza ... vediamo un po' di cercare altrove.

    RispondiElimina
  16. Le risposte ci sono. Basta volerle cercare. Occupati meno del discredito a cottimo e poni domande intelligenti. Vedrai che qualcuno saprà darti le risposte.

    Per fortuna non ritengo di impiegare il mio tempo e la mia vita per persone che non meritano. Grazie a Dio ci sono tanti che non hanno la mente offuscata ed hanno ancora un'anima. Ecco, il mio tempo è per loro.

    RispondiElimina
  17. la malafede di certi bravacci si vede lontana un miglio, e quindi consiglio di tenere quelle 4 righe in cui per insultare scrivono che facciamo tutto questo lavoro "per vendere orgone"

    è facilmente verificabile infatti che non esistono in tutto il sito tankerenemy articoli che invitano a comprare orgonite

    Mentono spudoratamente e questa è l'ennesima prova

    PS: dovevo aspettare l'intervento di un cane per scoprire quell'interessantissimo file? perchè non dai più pubblicità tramite il sito a questi dati?

    RispondiElimina
  18. Ciao Corrado. Il link è tra "Le prove" e nel post a commento della disgustosa risposta all'interrogazione Brandolini. Ad ogni modo devo ancora organizzare una pagina apposita.

    Senti cosa scrive "cuorenero" sul suo blog. Ti riporto una minima parte. Il ragazzo si perde in settemila formulette per far vedere quanto è bravo, quando gli bastava leggere sulle etichette delle acque minerali per accorgersi che ORA il BARIO E' PRESENTE, mentre pochi anni fa non ve n'era traccia. Idem se guarda TUTTE le analisi disponibili nel mondo e non quelle che gli ha presentato riosebo.

    E dire che LUI vuole conoscere se ci sono elementi di prova. Povero stolto.

    lunedì 8 settembre 2008
    Sono una particella di Bario ... (parte I)



    "Iuuuu ?!? C'è Nessuno ?!?!"
    [Particella di Bario in una scia chimica.]


    Sono sicuro che molti di voi ricorderanno la famosa pubblicità di dell'acqua oligominerale a basso contenuto di sodio, dove una simpatica particella si aggirava per la bottiglia, cercando in vano suoi simili.
    Cosa centra tutto questo con le scie chimiche ?
    Partiamo dall'inizio del problema. Più volte è stato affermato che le scie chimiche contengano di tutto e di più (carciofini e tonno, criptonite verde, capperi, peli di castoro, nanomunghi™ etc ... ). Insomma sono piene di schifezze e questo più o meno lo avevamo capito tutti. Ebbene, tra le sostanze più gettonate ci sono alcuni metalli, Bario, Alluminio, Silicio etc.
    Supponiamo per una volta che l'ipotesi sciachimista (termine derivato da quel menga di attivix)sia vera, ossia che le particelle in questione effettivamente siano presenti all'interno della scia e che la scia effettivamente contenga del Bario.
    Iniziamo a creare un semplicissimo modellino LTI (lineare, tempo invariante) del comportamento si una particella nell'aria, ed in particolare l'evoluzione della sua velocità lungo l'asse z.
    Innanzitutto, prendiamo l'asse z positivo verso il basso, ed iniziamo a scrivere l'equazione del comportamento della particella lungo l'asse z, avvalendoci dell'equilibrio delle forze:

    BLA BLA BLA...

    RispondiElimina
  19. chiedo scusa ai cani, avevo letto canenero invece che cuorenero (e già proprio nero il cuore di chi si allontana dall'amore)

    cmq adesso credo sia ora di fermare qeusti commenti fuori luogo

    loro sono pagati per scrivere commenti insulsi fino a mezzanotte, noi ci ritagliamo a fatica il tempo per lottare.

    Un abbraccio a cuorenero ed una preghiera per lui, nella speranza che scopra le vie dell'amore e torni ad abbracciare la causa dei suoi consimili.

    Come dico sempre, se sapessero davvero cos'è la dimensione dell'amore e della fratellanza (alla quale hanno rinunciato vendendo l'anima per 30 denari) passarebbero istantaneamente dalla nostra parte ... lo so che la speranza è a dir poco fievole ...

    RispondiElimina
  20. Mi pare che c***onero abbia esagerato con il... bariolo.

    RispondiElimina
  21. E' giusto Corrado, ma a volte è bene mettere i puntini sulle "i".

    RispondiElimina
  22. OGGI

    Le uniche nubi presenti (cumuli) sono state fagocitate del giro di poco tempo, quello di cui sopra è il risultato: solo scie.
    L'aumento spropositato della massa implica in modo incontrovertibile l'utilizzo di sostanze quali il trimetialluminio.

    RispondiElimina
  23. Ciao Niko. Non a caso, visto che il nord ovest è stato massacrato, le mappe aeronet sono rattopate. A metà giornata, la parte sinistra delle mappe era cancellata. Ora è presente la scansione che si riferisce ad altra data. Forse volevano nascondere semplici scie di condensa?

    RispondiElimina
  24. Pazzesco...ci sono tutti dentro, fino al collo.

    Oggi ci hanno massacrato !
    E' stato talmente plateale che ho notato parecchia gente col naso all'insù.
    Sembrava di vedere uno di quei filmati che fanno gli attivisti americani: copertura chimica totale a base di scie persistenti.

    RispondiElimina
  25. Mah, io credo che questi debunker alla C***nero, siano fuori di testa.
    Come possano negare l'evidenza è un mistero. Secondo me hanno un microchip nel cervello (si fa per dire cervello)o meglio sarebbe un microchip nella zucca vuota.
    A parte gli scherzi, credo che la questione sia ideologica: questi signori sono solo, diciamolo senza reticenze, dei filo-amerikani che non si vergognano delle porcate che i loro padroni fanno svolazzando nei cieli italiani e non solo nei cieli. Se fossero dei patrioti, dovrebbero vergognarsi di come la loro terra venga trattata dagli occupanti; ma non sono dei patrioti, sono solo dei miserabili traditori del loro popolo al soldo di una potenza straniera.

    RispondiElimina
  26. Con lo scempio quotidiano che ci propinano ogni santo giorno (e notte), non vi sono motivi validi per negare tale drammatica evidenza. Non è solo questione di cervello, ma anche di coscienza. Questi individui sono senz'anima.

    RispondiElimina
  27. Niko: Oggi ci hanno massacrato !
    ..copertura chimica totale a base di scie persistenti.
    Sì, alla grande.
    E anche: passaggi aerei serali tra le 21 e le 22 a bassa quota, sopra i tetti delle case, fuori città e su zone dalla parte completamente opposta a Caselle.

    RispondiElimina
  28. Dice la Bibbia che Dio fa piovere sui giusti e sugli ingiusti; oggi piovono veleni su tutti.

    RispondiElimina
  29. Se vi interessa qui ci sono un po' di "suggestivi tramonti" dalle mie parti... guardate anche che simpatica la "A"

    http://picasaweb.google.it/psycatproject/ScieChimiche#

    RispondiElimina
  30. http://rapidfire.sci.gsfc.nasa.gov/subsets/?project=aeronet&subset=Rome_Tor_Vergata.2008252.terra.1km

    ...anche se rattoppate qui si vede chiaramente quello che è successo ieri tra roma e napoli...che schifo!!!
    Dobbiamo proprio scoppiare eh???
    Mah!

    RispondiElimina
  31. http://rapidfire.sci.gsfc.nasa.gov/subsets/?project=aeronet&subset=Carpentras.2008252.terra.1km

    tutto questo invece prima della sardegna...guradate quanto hanno spruzzato quegli str...!!!

    RispondiElimina
  32. Charlie, per quanto in quella mappa si vedano intense operazioni chimiche, ci tengo a precisare che si tratta di una toppa riferentesi ad altra data. Infatti non si vede lo scempio in Liguria, Piemonte, Lombardia.

    RispondiElimina
  33. Ripeto ... dal momento che a quanto pare i miei ultimi due interventi sono stati censurati ... contenevano domande scomode percaso ? ;)
    Visto che qui sicuramente c'è chi ha fatto delle analisi, mi sapreste dire la granulometria dei presunti particolati ? Qualcuno ha un'idea quantitativa sulle concentrazioni delle sostanze in questione all'interno delle scie ?

    RispondiElimina
  34. certo Straker...mi stavo solo riferendo a quello che avevo visto ieri a roma...ed infatti ho anticipato che erano rattoppate...!! Ti credo... non ti preoccupare!
    Ho inviato infatti anche altra foto tra la spagna e la sardegna (via mare)...! ero curioso fin dove avessero spruzzato...quei balordi!!!
    Sto spargendo voce intanto...sempre più gente ci sta facendo caso...anche amici ingengeri un pò scettici si stanno ricredendo!!! :-)))
    Ciao!!!

    RispondiElimina
  35. Bravo, Charlie. Molto bene. Qui a Sanremo, invece, tutti dormono. Passeranno dal sonno all'oblio eterno senza nemmeno accrgersene.

    Cuorenero, se non guardi nemmeno le analisi che ti ho linkato, cosa pretendi? Ad ogni modo si tratta di nanoparticelle. Senti, se hai davvero intenzione di capirci qualcosa, studiati la questione dall'inizio e documentati all'estero, se quello che trovi qui non ti basta. Se non ti ritieni soddisfatto, abbi pazienza, ma visto che materiale da studiare (nel mondo) se ne trova a iosa, non tediarmi ancora con domande banali.

    RispondiElimina
  36. le ho guardate le analisi che mi hai linkato ... non si fa cenno alla granulometria, e le rilevazioni sono rilevazioni al suolo.
    particelle nanometriche ... ok quindi facciamo in un range di 0.1-10 nm ???
    Ok e delle concentrazioni presunte nelle scie qualcuno ha un'idea ??

    RispondiElimina
  37. Dimenticavo...

    A qualcuno pare convenga abbinare il sito e relativo forum di sciechimiche.org a noi di Tanker Enemy. Ebbene, noi non vi abbiamo nulla a che vedere.

    Sciechimiche.org è gestito da due persone che, ovviamente, vista l'aria che tira, preferiscono mantenere l'anonimato (che forza!), per cui mi hanno or ora poco gentilmente richiesto di rimuovere le loro generalità dal commento precedente. E' una dimostrazione in più che sciechimiche.org non è sito a noi riferentesi.

    RispondiElimina
  38. Poi un'altra domanda ... nanoparticelle (1-100 nm) sono state rinvenute al suolo particelle di questa dimensione ? E'una ipotesi ?

    RispondiElimina
  39. Hai guardato male. Le analisi del CNR (ma non solo quelle) sono di acqua piovana e neve). Le altre info, ripeto, le trovi sparse sul blog (documenti tradotti) e sulla Rete (siti stranieri).

    Visto che ti vanti di essere un genio, armati di santa pazienza e fatti uno studio per conto tuo. Non perdo tempo nel fornirti dati che poi, puntualmente, distorci (vedi analisi dell'acqua piovana - non delle pozzanghere, ma per caduta diretta - che diventano analisi al suolo).

    Poi tu ci vedi solo il bario, ma NON E' COSI'! Fai un'analisi delle fibre di ricaduta (come abbiamo fatto noi) e poi ne riparliamo.

    RispondiElimina
  40. Intanto iniziamo con il bario, sviluppiamo un modello, e poi lo perfezioniamo e lo adattiamo a descrivere bene anche tutto il resto ... è difficile montare tutto subito ed in un giorno ...
    Le concentrazioni nell'acqua piovana raccolta al di sotto di un certo livello ahimè non sono indicative delle concentrazioni effettive nelle scie. Nelle analisi del CNR non si fa cenno all'altezza a cui sono stati raccolti i campioni. Qualcuno ha mai campionato direttamente una scia ?
    O almeno ha avanzato delle ipotesi sulle concentrazioni (facciamo per ora di bario) all'interno di queste ? Insomma quante particelle pensate possano essere per unità di volume ?

    RispondiElimina
  41. visto che postate foto lo faccio pure io
    http://img352.imageshack.us/my.php?image=img0573lc9.jpg
    circa 80NM a nord dell Elba Fl270
    ciao

    RispondiElimina
  42. Ripeto: studiati i polimeri di ricaduta. Il resto, al confronto, è una barzelletta. E di polimeri di ricaduta ne trovi quanti ne vuoi.

    RispondiElimina
  43. No straker, aspetta, mi sa che non ci stiamo capendo.
    Vediamo se ho capito bene:
    Sono state rinvenute al suolo delle particelle nanometriche, le stesse particelle nanometriche che poi in altra sede sono state rinvenute nell'acqua piovana giusto ? Non c'è traccia nelle analisi delle stime delle concentrazioni iniziali all'interno delle scie ... ahimè.
    Insomma mi puoi confermare che le particelle nanometriche sono state trovate a terra e nell'acqua piovana o comunque a bassissima quota ??

    Poi scusami, perdona la mia ignoranza, ma cosa sono i polimeri di ricaduta ?

    RispondiElimina
  44. Perfetto, grazie per i link. Ora che ho un po' di tempo ci dò un'occhiata.

    RispondiElimina
  45. intanto Vi segnalo scie in vista...provenienti da Roma Sud...!! Si iniziano a visualizzare anche qui:

    http://www.ilmeteo.it/portale/situazione-immagini-satellite

    RispondiElimina
  46. Ordunque, ho dato un'occhiata ai link ... 20 micrometri non sono certo le dimensioni di una nanofibra ... inoltre la staninger o chi nel video su youtube afferma che siano di dimensioni inferiori al millimetro ... e poi dice che si tratta di nanoparticelle, insomma è sempre vero che una nanoparticella ha diamentro inferiore al millimetro, ma un mm è un'upper bound troppo elevato ... se avesse detto polveri di dimensioni inferiori al decimo micrometro ... allora ok. Vediamo un po'... di dati mi pare che qualcosina ci sia. Però ripeto, le considerazioni sono sempre fatte su quello che è arrivato al suolo, non quello che c'era in atmosfera ...

    RispondiElimina
  47. guarda cuore nero, ne saprò sicuramente meno di te, ma da quando leggo i tuoi commenti mi sto sbellicando dalle risate.... sembri alberto sordi in "un americano a roma"! ahahah!!!! siccome sai due parole di inglese sputi sentenze a tutto spiano!!! ahahah!!!

    RispondiElimina
  48. Cuorenero, riposta, per favore. Non ci sono solo io a moderare e, al contrario di quanto si possa pensare, ci sono altri qui che sono ancora meno pazienti di me.

    RispondiElimina
  49. Ciao maradona. :D !
    Sono contento che abbia trovato divertenti i miei commenti, vuol dire che non sono così pallose le cose che scrivo in fondo. Quanto all'inglese, non si vede certo dalle due righe e tre pubblicazioni che ho proposto la conoscenza della lingua ...
    Su cosa avrei sparato sentenze a tutto spiano ? Ho fatto dei ragionamenti che almeno a me sembrano essere piuttosto logici e pertinenti ... vuoi evidenziare qualche errore in quello che ho detto ? Se così dovesse essere, sarò lieto.
    Ripeto, sono veramente contento che abbia trovato divertente il mio blog :D !

    RispondiElimina
  50. Io non lo trovo affatto divertente. Lo ritengo un insulto all'intelligenza umana.

    RispondiElimina
  51. Ad ogni buon conto. Ti ho lasciato un po' di spazio, ma mi pare chiaro che questo blog non è un bar. Conosco il tuo sottile modus operandi nel contraddittorio con altri e visto che non ho tempo a disposizione per permetterti di stare a fare sterile conversazione da bar, ti invito a ritornare sugli altri lidi che frequenti. vedo che tempo ne hai. Io NO!

    Ad altiora.

    RispondiElimina
  52. cuorenero,
    non mi addentro in considerazioni tecniche sulle tue osservazioni, anche perchè si andrebbe a creare il solito muro contro muro.
    Il fatto che mi preme sottolineare è che, almeno a me, sembra evidente che tu sia entrato qui non semplicemente x scoprire la verità sulle ormai innegabili operazioni di aerosol, bensì per destabilizzare. Ora, come da copione, tu negherai tutto con frasi tipo :"io non sono pagato da nessuno" ecc.ecc.... Ma spero che in cuor tuo (che spero non sia poi così nero) tu sappia che stai contribuendo alla fine della vita sulla terra così come noi la conosciamo. Non far sì che si superi il punto di non ritorno...almeno tu collabora....

    RispondiElimina
  53. bella ipotesi assolutamente confacente con tutti i tratti relativi al progetto che stanno portando avanti con grande passione e forza!! E ADESSO INQUINATECI TUTTI!!

    RispondiElimina
  54. Su sciechimiche.org non si possono piu' commentare le notizie sul chemblog,ma che cavolo di blog è se non si possono inserire commenti?
    Straker ha ragione come sempre!
    Vogliono che rimuovi i loro nomi dal tuo blog e sul loro sito bloccano i commenti(confesso che anch'io mi sono sfogato un po' finchè si poteva)
    Paura di "problemi" giudiziari?.

    RispondiElimina
  55. Certo che qui si faceva riferimento a dati una volta pubblici. Se ora sul WHOIS del sito sciechimiche.org, al posto dell'owner di una volta, trovi solo delle xxxxx, non è certo mia responsabilità.

    Vogliono nascondersi dietro ad un dito? Di cosa hanno paura? Di essere scoperti? E per quale delitto? Non lo sanno che anche i loro numeri telefonici sono sotto controllo da almeno un anno? SVEGLIA!!!

    RispondiElimina
  56. Premetto che sono uno di quelli che quotidianamente vede passaggi di aerei e si incazza per le scie che lasciano, ma ho una domanda che mi sorge da una affermazione letta su questo blog.
    Ho letto che hanno bisogno di togliere l'umidità dall'aria per migliorare le trasmissioni radio, giusto? Ma cosa devono trasmettere che con l'umidità non potrebbero fare? In questo senso, è plausibile il mio sospetto che la divulgazione della TV Digitale Terrestre sia servita solo a spostare le trasmissioni televisive su una banda di frequenza piu alta per ottenere così di aver liberato la banda di frequenza piu bassa per i loro scopi? grazie

    RispondiElimina
  57. E' proprio così: le frequenze analogiche sono state liberate per usi militari. Inoltre... Un libro sulle strategie militari spiega perché i velivoli chimici distruggono le nuvole

    Non dimentichiamo l'uso dei droni, senza trascurare il fatto che gran parte dei velivoli chimici che volano a quota cumulo, sono senza piloti a bordo. Aumentare la portata del segnale è fondamentale.

    L'Italia è inoltre il fulcro delle future ed attuali attività belliche, essendo le nostre basi N.A.T.O. storiche basi di appoggio per attacchi su territori stranieri. Con il futuro conflitto con l'Iran le motivazioni sono ancora più forti.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis