mercoledì 29 luglio 2009

Wires in the brain

Pubblichiamo la traduzione del parlato tratto da un documentario sulle nanotecnologie applicate all'encefalo. Gli “scienziati pazzi” che magnificano le nuove frontiere delle nanotecnologie atte a condizionare la percezione degli esseri umani, a controllarne il comportamento sì da renderli altrettante sinapsi di un unico cervello, appendici bioniche, stanno conducendo studi in campi che la sagace giornalista indipendente Carolyn Williams Palit ha già esplorato. La Palit ha intuito gli sviluppi di programmi militari volti alla "gestione" della popolazione, intesa come un insieme di terminali dipendenti da un computer centrale. Possiamo ritenere che non siamo solo di fronte a folli progetti transumanisti, ma anche ad operazioni di mind control attuate da tempo per mezzo delle dispersione nella biosfera di nano-strutture, le stesse nano-strutture che sono la principale causa del Morgellons e forse pure della cecità imperante.

Ringraziamo la gentilissima Sabrina G. per l’accurata traduzione.




Legenda:

U = uomo nel programma
D1 = prima donna a parlare nel programma
D2 = seconda donna ad intervenire nel programma

R.L., P.A., B.R. etc. sono le iniziali dei nomi dei vari ricercatori che intervengono nel video-documento, ossia Rodolfo Llinas, Bryan P. Ruddy, Ramez Naam.


U: Potreste mai inserire abbastanza elettrodi nel cervello per comprendere questi segnali in modo significativo?
D1: Ai suoi tempi no, ma ai miei sì!
D2: Quindi quanti elettrodi bisognerebbe infilare nel cervello?
D1: Nessuno
U: Nessuno? Ma scherzi?!??!
D1: Si accede dall’interno...

R.L.: Così si è presentata l’occasione… è un modo interessante per sfruttare le cavità naturalmente presenti nel cervello, entrandovi senza dover penetrare il cranio.

P.A.: Rodolfo Llinas è veramente uno dei giganti delle neuroscienze. Ho amici neuro-scienziati che, quando hanno saputo che lavoravo con lui, stentavano a crederci: non lo ritenevano possibile...

R.L.: Le cavità di cui parlo sono quelle dovute alla presenza dei vasi che portano ossigeno al cervello; presumibilmente i “percorsi” che conducono all’interno del cervello.

B.R.: In sostanza produciamo fili elettrici di diametro inferiore alle cellule sanguigne, li facciamo passare attraverso il sistema vascolare, grazie ad un catetere inserito nella gamba; da qui giungiamo fino al cervello, attraverso i capillari più piccoli, i vasi più minuscoli che vi si trovano. Qui gli elettrodi sono vicinissimi alle cellule nervose del cervello; e ciò senza la necessità di intervenire chirurgicamente, perforando il cranio per inserire gli elettrodi.

R.N.: Se ci riuscirà (Rodolfo Llimas n.d.t.), ciò aprirà le porte ad un’enorme massa di conoscenza sul cervello, nonché alla possibilità di modificazioni sul cervello nei più disparati modi. È molto entusiasmante.

P.A.: Rodolfo ha contattato il nostro gruppo per aiutarlo a creare una tecnologia che gli permettesse di far viaggiare i conduttori fin dentro al cervello. I requisiti tecnici in realtà sono piuttosto complessi.

B.R.: Nel giro di una settimana avevamo già prodotto i primi nano-conduttori per gli esperimenti neuronali. La cosa è andata avanti molto rapidamente dal suo avvio.

SOVRIMPRESSIONE: Il Dr. Llinas ha pubblicato il primo documento su questa tecnologia nel 2005.

P.A.: E’ stato molto entusiasmante, perché, per la prima volta, è stato possibile accedere al cervello senza doverlo toccare. L’encefalo è un organo molto vitale: è comprensibile che non lo si voglia toccare.

R.L.: C’è la tecnologia… ora la questione è la seguente: si possono collocare i nano-conduttori esattamente laddove si vuole? La risposta è no, ma i nano-conduttori sono molto piccoli...

P.A: Il diametro di questi nano-conduttori è circa 100 volte inferiore a quello di un capello. Come si fa a spingere gli elettrodi nel cervello?

R.L.: Ciò che facciamo è inserirne un certo numero, un fascio, così questi nano-fili elettrici si diffondono, galleggiando, trasportati dalla corrente sanguigna, muovendosi grazie ad essa. Attualmente possiamo “connettere” un topo in questo modo. Gli si lasciano gli elettrodi nel midollo spinale. Ora ci chiediamo per quanto tempo i conduttori continueranno a funzionare. Si parla di cinque anni di tempo minimo necessario per condurre una ricerca di base…

SOVRIMPRESSIONE: interfaccia uomo-macchina

R.L.: E’ molto interessante, poiché diventeremmo quasi perfetti, attraverso l’implementazione di qualcosa che si chiama “interfaccia uomo-macchina”. Se si stimola il cervello, si possono stimolare la visione, il movimento, le passioni, il desiderio, praticamente puoi indirizzare il cervello direttamente.

P.A.: Penso che l’idea, nel suo insieme, sia fantascientifica e che, nella sua semplicità, catturi l’immaginazione della gente. Questa tecnologia ti permette di realizzare qualunque immagine tu desideri vedere.

R.L.: Se volessimo “riprogrammarci”, attraverso la stimolazione del cervello per provare, ad esempio, la sensazione ed anche il piacere di trovarsi su una spiaggia, ciò si potrebbe fare. Che altro si può fare? Be’, in linea di principio si potrebbe comunicare con un'altra persona direttamente… non solo i pensieri, ma anche i sentimenti, diventando così molto intimi. Si può entrare nella mente di qualcuno e viceversa. Le implicazioni di una cosa del genere sono abbastanza ovvie: può essere una situazione di mutuo scambio oppure monodirezionale, vale a dire qualcuno che accede al TUO cervello, alla TUA mente.

B.R.: La N.A.S.A. è venuta a trovarci: tra questi tizi ci sono delle persone dall’aria “mistica”. Questi individui sono molto intelligenti, indossano vestiti che costano più di quello che io guadagno in un anno e credo che alcuni dei loro interessi siano potenzialmente “sinistri”.

SOVRIMPRESSIONE: in evoluzione verso il “Gruppo d’attacco”

RL: Pura fantasia, dunque? Si può immaginare un gruppo di persone che svolgono un lavoro, ad esempio un lavoro militare, che sono continuamente consapevoli della loro esistenza in ciò che stanno facendo. Così, all’improvviso, non si ha più un essere umano, ma un gruppo di persone che agisce come entità che possiamo chiamare “gruppo d’attacco”. Vi è una coscienza collettiva, una comprensione collettiva. Sembra uno strano e nuovo meccanismo, ma è ciò che è accaduto prima dell’evoluzione umana. All’inizio vi erano organismi unicellulari, che sono divenuti gruppi di organismi, fino ad arrivare agli animali...



B.R.: Potremo fare cose che ancora non riusciamo nemmeno ad immaginare e, in tempi ridotti, un uomo potrà fare il lavoro di venti. Tuttavia vi sono altri aspetti… se possiamo interfacciare direttamente il cervello, che cosa succede se il dispositivo che usiamo legge la mente o la controlla? Penso che si debba trovare un delicato equilibrio tra quanto il dispositivo possa esserci d’aiuto e quanto invece questo possa essere usato per controllarci. Noi dovremmo controllare le cose, non dovrebbero essere le cose a controllare noi.

SOVRIMPRESSIONE: dovrebbe essere realizzato?

R.L.: Questa cosa sarà fatta? Dovrebbe essere fatta? Può essere fatta? Probabilmente potrebbe essere realizzata, l’aspetto positivo è che si può capire, sentire e provare ciò che un’altra persona prova, in questo modo la si comprende meglio. Ciò ci potrebbe rendere esseri umani migliori, poiché la nostra maggiore lacuna è quella di non riuscire a metterci nei panni altrui. L’aspetto negativo è ovviamente molto evidente: la perdita dell’individualità, l’evoluzione verso differenti entità sociali. Al momento noi negoziamo, le nostre relazioni sono basate su ciò che pensiamo dell’altra persona e ovviamente nascondiamo molto di ciò che pensiamo. Ciò è alla base della politica e delle negoziazioni di ogni tipo ed è importante per molte persone non essere totalmente trasparenti.

B.R.: Penso che questo rappresenti un grosso cambiamento nel nostro modo di interagire con la realtà…

R.N.: L’idea di collegare i cervelli della gente, mettendoli in grado di comunicare tra loro in questo modo sembra davvero fantascienza, ma di base abbiamo un concetto più approfondito di queste cose…

R.L.: L’interfaccia uomo-macchina è ovviamente una cosa che accadrà, senza dubbio.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Attacco all'informazione CLICCA QUI

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

56 commenti:

  1. Lydia Mancini ha indagato alcuni degli aspetti delle scie chimiche in relazione al controllo mentale, ma penso di aver trovato una delle tessere finali del mosaico: l’aeronautica militare statunitense ha studiato come diffondere sensori nanometrici tra la popolazione per mezzo del cibo, dell’acqua e dell’aria, di modo che questi sensori penetrino nell’organismo.

    Assistiamo ad un’invasione dei tessuti umani nella forma di nanotubi, nanofili, nonostrumenti, in grado di autoassemblarsi, autoreplicarsi insieme con sensori o antenne e capaci di trasportare frammenti di D.N.A. ed R.N.A. geneticamente modificati. Queste nanomacchine proliferano in un ambiente alcalino ed usano l’energia dell’organismo, i suoi minerali ed altri elementi non identificati come alimentazione.

    E’ possibile che le fibre delle scie chimiche diventino nanoparticelle? La dottoressa Staninger pensa di sì. Le nanoarticelle possono passare attraverso le barriere del sangue nei polmoni, entrare in circolo e raggiungere il cervello o altri organi del corpo. Jim Giles afferma: “Le nanoparticelle, piccoli grumi che potrebbero essere usati per rendere i circuiti dei computers più veloci e per migliorare l’assorbimento dei farmaci, possono raggiungere il cervello dopo essere state inalate".

    La Staninger ritiene che queste nanoparticelle siano in grado di assemblarsi dopo che hanno raggiunto il cervello o altri organi. Ella afferma che noi mangiamo questa nanotecnologia. È nel cibo, nelle piante e negli animali. Ricorda anche che le nanoparticelle replicano il D.N.A. dei germi con cui vengono in contatto. Ciò determina un aumento delle malattie. Un tipo di nanofilo è implicato nella creazione di pseudo-capelli e di pseudo-pelle. Queste proteine, in grado di replicarsi, creano anche forme chimeriche, simili ad insetti o a parassiti. Nascono pure dei bambini con queste nanomacchine nel loro organismo e ciò è la prova che questa tecnologia può oltrepassare le barriere protettive.

    Ciò ci porta ad un altro documento dell’Aeronautica denominato: “Hit ‘Em Where It Hurts: Strategic Attack in 2025”. Questo testo merita un’indagine accurata, poiché descrive come impiantare nella popolazione “invisibili sensori biologici che sono più sottili di un capello umano”, diffondendo queste macchine nel cibo, nell’acqua e nell’aria ed usando agenti umani all’uopo.

    RispondiElimina
  2. Questi "scienziati" sono l'avanguardia delle tenebre.

    RispondiElimina
  3. Scenario più inquietante ogni giorno che passa. E poi con questo caldo assurdo, insopportabile...

    'C'est l'enfer déchainé', direbbero i francesi...

    RispondiElimina
  4. le facce di questi illustri "scienziati" sono da brivido lungo la schiena.

    ancora più impressione fanno le loro bocche. fateci caso. guardata le labbra . guardate i denti...questi non si fermeranno fino a che sul pianeta ci sarà un ultima goccia di linfa vitale da succhiare.

    VAMPIRES

    RispondiElimina
  5. Ciao Tommaso, hai visto che facce? Psicopatici pericolosi.

    RispondiElimina
  6. Tommaso hai visto che lo "scienziato" in erba ha i denti di Dracula? Sarà la reincarnazione del conte figlio del diavolo. Questi sono mentecatti.

    RispondiElimina
  7. E' la dichiarazione che ci voglio tutti "connessi". Ma non nel senso buono per un'azione di naturale sintonia tra anime, bensì come esseri in carne, ossa ed nanotubi collegati elettronicamente.

    "si possono stimolare la visione, il movimento, le passioni, il desiderio...si potrebbe comunicare con un'altra persona direttamente, non solo i pensieri, ma anche i sentimenti, diventando così molto intimi...non si ha più un essere umano, ma un gruppo di persone che agisce come entità che possiamo chiamare “gruppo d’attacco”"

    e questa la definiscono coscienza collettiva

    Rimane sempre meno spazio ai dubbi.
    Qui non è solo questione di pazzia.

    RispondiElimina
  8. I grandi esperti fanno le pulci alle vitamine e ai minerali avanzando motivazioni fasulle di sicurezza o di prove scientifiche mai sufficientemente esaurienti e parallelamente si stabilisce di iniettare in massa vaccini senza fare le relative prove.

    RispondiElimina
  9. Tutte le informazioni raccolte in questi anni indirizzano alle conclusioni della giornalista scientifica Carolin Williams Palit, dell'ingegnere Clifford Carnicom o del Dottor Michael Castle, tanto per citare solo alcuni nomi.

    RispondiElimina
  10. La vitamina B12 è essenziale. Cominciano con quella e poi ci segano legambe con le altre. Un po' alla volta, con la tecnica della rana bollita.

    RispondiElimina
  11. Ho aggiunto questo filmato al post. Penso sia drammaticamente attinente.

    RispondiElimina
  12. Credo che la questione della vaccinazione (obbligatoria?) per l'influenza suina possa essere al momento persino piu' importante di quella delle scie chimiche (con le quali ovviamente lavora in un certo qual modo in sinergia); ho scritto anche io un articolo su alcuni degli ultimi sviluppi della questione
    dalla bufala della pandemia alla vaccinazione di massa

    Consiglio anche la lettura di questo articolo da cui traggo i seguenti consigli:



    Come proteggerti più efficacemente, senza usare vaccini o medicine pericolose

    • Ottimizza i tuoi livelli di vitamina D.
    E’ in assoluto la migliore strategia per evitare qualsiasi tipo d’infezioni dovute alle influenze stagionali. Per mantenere i fatti nella loro giusta prospettiva, dallo scorso gennaio, negli Stati Uniti l’influenza stagionale (non l’influenza suina) ha ucciso oltre 13.000 persone.
    Ti sei mai preoccupato di queste morti prima che i media iniziassero il can-can?

    • Evita lo zucchero raffinato e i cibi troppo processati.
    • Riposa a sufficienza il corpo.
    • Mantieni il tuo stress sotto controllo.
    • Esercitati regolarmente.
    • Prendi regolarmente dell’olio contenente omega-3.
    • Lavati le mani regolarmente.
    • Usa dell’aglio regolarmente.
    • Evita gli ospedali e i vaccini.
    A meno che non sia un emergenza, evita gli ospedali perché questi sono gli ambienti ideali per infezioni di tutti i tipi.

    RispondiElimina
  13. dimenticavo di citare questo articolo sulla vitamina D e la prevenzione dell'infuenza

    e ovviamente anche la vitamina C è utile nella prevenzione dell'influenza come mostrano i risultati di questo studio medico:


    Nel loro lavoro “The effectiveness of vitamin C in preventing and relieving the symptoms of virus-induced respiratory infections” (Manipolative Physiol Ther, ottobre 1999 vol 22 (8), pag 530-533) i dottori Gorton e Jarvis hanno infatti dimostrato che la vitamina C è molto più efficace dei vaccini nel prevenire l’influenza e nel mitigarne i sintomi. Chi ha preso la vitamina C ha l’85% di sintomi in meno rispetto a chi non l’assume, chi si è fatto vaccinare ha il 25% in meno di sintomi di chi non è vaccinato. Ciò significa contemporaneamente due cose: primo che le persone vaccinate, nonostante il vaccino, non sono immuni dall’influenza (altrimenti non avrebbero nessun sintomo, e non “il 25% dei sintomi in meno”), e secondo che la vitamina C è molto più efficace del vaccino.

    RispondiElimina
  14. Questi qui non hanno capito niente, prima o poi gli esperimenti andranno così bene che la milizia si impossesserà senza chiedere dei brevetti e gli scienziati verranno messi a tacere con le buone o con le cattive.. ma questi scienziati qui non hanno mai visto questo tipo di B-Movies ?

    In genere lo scienziato è il primo che fanno fuori.. mah sono proprio degli ingenui..

    Articolo eccelso, ora mi metto a vedere come si Cracckano questi giocattoli.. se sono elttrici sono anche magnetici quindi forse si possono destabilizzare con pochi microAmpere .. e altro.. nel caso farò sapere.

    Ciao.
    Ubi.

    RispondiElimina
  15. Domani scie chimiche (velature). Le ha previste il maggiore Guido Guidi.

    RispondiElimina
  16. Si presume che si appoggiano sullo stesso protocollo di Rete Wireless 811g. Non si comprenderebbe infatti come mai gli hot spots sono tanto diffusi e spesso gratis (per il nostro bene...). Considera anche questo elemento. Gli hot spots, realizzati ufficialmente per poter navigare in Internet ovunque, sono impiegati per far inviare e ricevere dati dalle smart dust. Questo dettaglio era già descritto da Runsfeld in un documento di molti anni fa.

    RispondiElimina
  17. In genere lo scienziato è il primo che fanno fuori.. mah sono proprio degli ingenui...

    Vero... in questi anni ne hanno "sucidati" ed "incidentati" a decine.

    RispondiElimina
  18. Vero... in questi anni ne hanno "sucidati" ed "incidentati" a decine.

    Qualche nome?


    p.s. Non scherzo :)
    p.p.s C'è una parola tra virgolette, nel tuo ultimo post, scritta con una "i" di meno.
    p.p.p.s 'Notte.

    RispondiElimina
  19. Errore di battitura. Li commetto spesso.

    Se fai una ricerca, troverai la documentazione. Al momento non ricordo il sito Web ove è presente l'infinito elenco di servi che non sono più serviti e che quindi sono stati... terminati.

    RispondiElimina
  20. OT
    dato che a quanto dicono all'arpa, sull'alluminio presente ovunque, è tutto nella norma, copio ed incollo questo simpatico commento del dottor stefano montanari. quello che ha "scelto" la crociata contro gli inceneritiori, per capirsi.

    il montanari, sull'arpa, scrive:

    ""In un paese civile ARPA sarebbe già stata chiusa da anni e certi personaggi sarebbero stati confinati chi in galera e chi all'osteria. La RAI? Disinformazione a pagamento. Non che i media maggiori siano in qualche modo diversi. Purtroppo, mai come ora l'informazione è facilmente monipolabile, e proprio, paradossalmente, in un mondo in cui l'informazione sembra circolare più liberamente che in ogni altro periodo della storia. Spetta ad ognuno di noi, se vogliamo evitare uno sterminio di massa, e in questo comprendo anche quello perpetrato sulle coscienze, riportare a galla la verità.""

    questo commento, nonostante il montanari non si faccia avanti con gli aerosol, descrive, forse, come stanno andando le cose sulle analisi chimiche del terreno. dico questo perchè c'è alluminio in eccesso un pò ovunque...


    ps. la dottoressa gatti, moglie del montanari e vera esperta di inquinamento ambientale, ha avuto frequenti contatti con l'esercito italiano e la NATO. per la storia dell'uranio impoverito. forse capisco perchè il montanari non dice quasi niente, pubblicamente, sulle scie.


    l'articolo intero, che non tratta assolutamente di scie chimiche (ci mancherebbe), è questo:

    http://www.stefanomontanari.net/index.php?option=com_content&task=view&id=1679&Itemid=1

    a proposito dell'articolo del cervello: io vedo che le antenne sono ovunque, e sono tante. oltre tutto stanno continuando a metterle, e francamente non credo che sia per far andare i ragazzini con l'iphon su facebook.
    magari l'inquinamento elettromagnetico è accidentale(...), ma in tutti i casi è presente ovunque. e a me il cellulare, per esempio, fa venire l'emicrania. e non solo a me.

    quindi mi chiedo: tutto questo inquinamento elettromagnetico, è solo un caso dovuto all'incoscienza e alla fame dei soldi delle multinazionali della telefonia, o c'è dell'altro? da come sta girando il mondo la secondo opzione non si può escludere.

    certo, sarebbe bello se le radiazioni elettromagnetiche di cui siamo bombardati fossero davvero "innocue, perchè ti passano attraverso e non creano danni di nessun tipo agli esseri viventi"

    però gli studi dicono altro, eppur non si dice niente. come per le scie, gli studi e le analisi ci sono e nessuno dice niente.

    due link a caso

    http://www.repubblica.it/2009/05/sezioni/scienze/elettromagnetismo/elettromagnetismo/elettromagnetismo.html

    http://benessere.guidaconsumatore.com/news-benessere/allergia-alle-onde-elettromagnetiche-ne-soffre-il-3-delle-persone/

    ""Cellulari, televisioni, computer: tutto ciò che emana onde elettromagnetiche potrebbe diventare un problema per le persone “elettrosensibili”, soggetti ad una particolare forma di allergia che può raggiungere vari livelli di intensità.""


    il problema è che siamo tutti "elettrosensibili", chi più e chi meno. chi se ne accorge e chi meno. chi ci fa caso e chi non ce lo fa.

    moltissimi conoscenti parlano col cell attaccato all'orecchio per decine di minuti, e poi, finita la chiamata, magari esclamano "accidenti! ho un mal di testa, sono sfinito...."
    però che è il cell non lo sanno mica, non ci pensano nemmeno. consiglio vivamente a tutti di usare, col cellulare, degli auricolari.

    e magari non mettete l'antenna del wi-fi in camera......o potreste svegliarvi con un fastidioso mal di testa. provare per credere!

    RispondiElimina
  21. ahah...elle, domani le velature ci sono anche per te. qui ci rimettiamo tutti, il bello è questo

    RispondiElimina
  22. ""Johansson ha raccolto una serie di studi e casistiche che dimostrano come il sistema immunitario dell’uomo possa essere alterato dalle onde elettromagnetiche che provengono dagli apparecchi che usiamo (spesso senza moderazione) ogni giorno. Tutti corriamo dei rischi. Johansson spera che i suoi studi vengano esaminati dai politici, affinchè si prevedano fin da subito seri provvedimenti per il futuro, introducendo, per esempio, limiti più rigorosi allo sviluppo delle tecnologie, oppure intervenendo sugli standard di sicurezza.

    Il monito arriva dallo stesso Parlamento europeo, se si legge la risoluzione UE del 4 Settembre 2008. Gli studi di Johansson sono corredati da una serie di esperimenti su alcuni soggetti, che hanno manifestato varie tipologie di allergia, sotto forma di manifestazioni cutanee oppure disturbi fisici di un certo rilievo.

    LE CONCLUSIONI SONO COMUNQUE ALLARMANTI: le reazioni del nostro corpo alle onde elettromagnetiche possono avere CONSEGUENZE DISASTROSE sull’intero equilibrio psico-fisico. Ma ovviamente c’è uno scontro in atto tra le istituzioni internazionali e le compagnie che gestiscono la telefonia mobile o i computer, affinchè questi studi vengano sottovalutati, o peggio, OCCULTATI(ma va?). I conflitti di interesse renderanno più irta di ostacoli la strada che porta al riconoscimento di tale patologia, e all’individuazione di eventuali rimedi.""

    RispondiElimina
  23. Una conoscente che lavora in una clinica per tumori all'orecchio interno ed alla mandibola, mi riferisce che le patologie di questo tipo sono in drammatico aumento e colpiscono i fruitori assidui del cellulare. Anche occhi e testicoli sono il bersaglio ideale delle onde elettromagnetiche, in quanto organi che non sono in grado di dissipare il calore accumulato. In aumento anche le lesioni a globi oculari e didimi, ovviamente, per la gioia di farmaceutiche e chirurghi.

    Come tutti sanno le onde elettromagnetiche scaldano e poi danneggiano irreparabilmente le cellule (ma anche i neuroni) e questo incide sul progressivo rincretinimento della popolazione (in specialmodo i bambini che usano il cellulare sin dalla prima infanzia) e sull'aumento dei tumori.

    Consiglio vivamente il vivavoce e, in ogni caso, di limitare la conversazione a pochi minuti. Meglio se si evita l'uso del "telefonino".

    RispondiElimina
  24. In genere lo scienziato è il primo che fanno fuori..
    Qualche nome?
    -
    beh, leggete "La Strage Dei Genetisti" di M. Blondet, per esempio.

    RispondiElimina
  25. ecco che le velature, oggi giovedì 30 luglio, sono arrivate, puntuali come un orologio svizzero.

    la meteorologia ormai è una buffonata totale.

    velature create dagli aerei militari.....proprio come diceva il colonnello guido guidi.

    oggi usano le persistenti, si vede che senza aprire la valvola non coprono abbastanza.

    bravi militari, l'effetto serra, grazie alla copertura artificile di sostanze inquinanti, è un lontano ricordo.

    complimenti anche a guido guidi. a lui consiglio il mestiere dell'attore, dato che recita molto bene la parte del meteorologo.

    eh ma tanto non dura, qualcuno paga prima o poi........

    intanto, sempre sull'effetto serra, segnalo questo:

    http://www.vancouversun.com/news/Global+warming+religion+First+World+urban+elites/1835847/story.html


    ""Global warming is the new religion of First World urban elites

    Geologist Ian Plimer takes a contrary view, arguing that man-made climate change is a con trick perpetuated by environmentalists""


    quando la popolazione chiederà il conto su queste operazioni di copertura artificiale, i nomi saranno sempre i soliti.

    e il colonnello guidi dovrà darci delle spiegazioni convincenti su questi aerosol...

    RispondiElimina
  26. Il maggiore Guido Guidi ed il Colonnello Costante De Simone non solo sanno tutto, ma sono in piena cooperazione con coloro che irrorano. Voglio far presente che, un paio di anni fa, alla osservazione del giornalista gonzo di RAI 2 sulla giornata di sole (era pieno di velature chimiche, ma quello non le vedeva) adatta alla manifestazione aerea dell'aviazione militare, il colonnello De Simone disse testualmente: "Ci siamo adoperati affinché oggi fosse una giornata di sole".

    Un'ora fa ho girato alcune sequenze ed ho ripreso anche il termometro. Mi piacerebbe che i due meteorologi militari mi spiegassero l'esistenza di scie di tipo persistente con le condizioni meteo di queste ore, con temperature da forno e valori di umidità ai minimi storici.

    RispondiElimina
  27. ""Mi piacerebbe che i due meteorologi militari mi spiegassero l'esistenza di scie di tipo persistente con le condizioni meteo di queste ore, con temperature da forno e valori di umidità ai minimi storici.""

    infatti. e poi lo dicevano ieri, alla tv: "domani pomeriggo, velature sparse in transito".
    oppure: "domani sono in arrivo nubi TRANSLUCIDE"
    e ancora, ai vari meteo: "nubi a carattere stratiforme in transito sul centro italia".

    a me dispiace dirlo, ma il maggiore guido guidi e il colonnello costante de simone hanno veramente la faccia come il c**o. scusate l'espressione, ma questi ci hanno preso per dei deficenti.

    forse in america non se ne sono accorti, ma qui in italia lo sanno tutti che l'aeronautica crea le nuvole artificiali.

    RispondiElimina
  28. confermo velature a Pistoia come non ne facevano da almeno una decina di giorni. E' stato un crescendo da stamattina, fino ad adesso che siamo quasi alla cappa chimica, con 40 gradi alle sei di sera e l'umidità...quale umidità ?

    guidoguidi e baffone de simone ...bravi, avete venduto la vostra dignità per un piattone di lenticchie. non vale la pena neanche arrabbiarsi o esprimere biasimo.
    voi siete la vostra condanna.
    niente di peggio che vivere una vita mentendo e sapendo di mentire.
    molto meglio lavorare in una fonderia cinese, 12 ore al giorno ,senza ferie pagate.

    RispondiElimina
  29. Oggi purtroppo anche qui dalle mie parti scie persistenti fin dalla mattina, sfruttando il cielo già biancastro che impedisce di notare la maggior parte dei tanker se proprio non ci si mette a scrutare il cielo alla loro ricerca...

    In merito al post: veramente agghiacciante!
    Però questa non è che l'ennesima conferma di ciò che, grazie al lavoro di Straker, Zret e gli altri irriducibili del Comitato, sapevamo già.
    Mi fa molto più paura l'idea che, di fronte all'inequivocabile fatto che questi terribili scenari siano possibili, la maggior parte della gente continui ad ignorare la possibilità che questi nano sensori e nano strumenti vengano effettivamente sparsi nell'atmosfera allo scopo di controllarci "dall'interno del nostro stesso corpo"!

    Ho scaricato il doc. che segnalava Straker, sto provando a tradurlo.

    Leggendo questo articolo ed andando a spulciare il documento “Hit ‘Em Where It Hurts: Strategic Attack in 2025”, ho anche partorito l'idea che, in merito ad alcune tra le rivelazioni di TimeTraveler0 (John Titor), la futura necessità di possedere Know How allo scopo di de-contaminare la terra, l'acqua e gli esseri umani,andando avanti di questo passo si concretizzerà non a causa di una ipotetica quanto poco probabile guerra nucleare, ma come conseguenza dello scempio fatto in questi anni e che probabilmente continuerà (anche se non me lo auguro di certo) anche nei prossimi.
    Vedo sempre più alberi morti intorno a me. Ci sono condomini nuovi di zecca con alberi giovani, appena piantati, che già appaiono in grande difficoltà e sono destinati a morire.
    Basta guardarsi intorno per capire che i nostri ecosistemi (come sostiene giustamente Straker) sono letteralmente in ginocchio.
    Forse questo potrà essere un deterrente migliore per sensibilizzare anche i più scettici/indifferenti al problema Chemtrails.

    RispondiElimina
  30. System failure, gli ecosistemi sono ormai prossimi al collasso. Considera che gli avvelenatori affinano sempre più le tecniche sicché presto riusciranno ad impedire quasi il cento per cento delle precipitazioni.

    Sarà, ma io la vedo molto grama. La Grande tribolazione, per riprendere un'espressione spesso usata da Bojs, è vicina e non solo a causa delle scie, soprattutto per via dell'abrutimento di gran parte dell'umanità, il cui elettroencefalogramma è piatto.

    Ciao

    RispondiElimina
  31. mi sta a cuore una riflessione sul NWO ( nuovo ordine mondiale ) di cui si parla spesso anche su questo blog.

    la mia impressione : è come se fossimo qui a discutere di una piramide, e parlassimo della punta che sta in alto ...come se fosse staccata dal resto delle stessa.

    il nuovo ordine mondiale e la coscienza delle persone che abitano questo pianeta non sono due cose separate. se ci sono quattro gatti che fanno il brutto ed il cattivo tempo , è perché sono sostenuti energeticamente da milioni di persone che scalpitano per arrivare a sedere sulle stesse poltrone.
    ci sono poche multinazionali avide perché ci sono molte persone avide.
    ci sono militari che eseguono ordini senza farsi domande perché ci sono milioni di persone che venderebbero l'anima per un posto fisso.

    anche noi , qui, che lottiamo e ci sforziamo di servire la verità, in una piccola o grande parte , anche noi sicuramente partecipiamo con i nostri pensieri e le nostre azioni egoistiche ad alimentare una riserva di energia a cui poi viene attinto per dare impulso al male. si chiami esso scie chimiche, privatizzazione dell'acqua, inquinamento dei mari etc...

    insomma, se parliamo di multinazionali, massoneria, bildeberg e quant'altro...e non ci rendiamo conto che la storia dell'umanità è il frutto delle azioni e dei pensieri di TUTTA l'umanità, secondo me c'è il rischio che andiamo fuori strada e ci facciamo il fegato marcio arrabbiandoci contro un potere che sembra calato dall'alto, astratto.
    questo potere che ci domina, lo abbiamo creato assieme, ed è tutta l'umanità che lo sta sostenendo. chi più , chi meno. siamo tutti coinvolti.

    RispondiElimina
  32. Tommaso, in parte concordo, ma io ricorderei il potere dei funesti Arconti.

    Ciao

    RispondiElimina
  33. Scrive Fairendelli circa gli Arconti in Theon.

    Una visione straordinaria, ben più complessa di quella in Genesi 3 – che tuttavia dice, a ben guardare, tutto l’essenziale - della colpa originaria, sorgente di ogni altra colpa, è fornita in alcuni testi di Max Théon, in particolare in The sixth cosmic epoch (La sesta epoca cosmica).

    Per Théon la Manifestazione non origina direttamente dal Supremo (che resta, ebraicamente, impensabile per la coscienza dell’uomo nel suo stato attuale) ma attraverso l’azione di entità chiamate Formatori.

    Sono gli attori della rottura dell’unità originaria.

    Ne La sesta epoca cosmica, testo di una forza visonaria quasi insostenibile, l’azione dei Formatori è descritta a partire dall’embrione cosmico, ancora uno e passivo – nel senso di perfetto, ricettivo nei confronti del Divino supremo di cui è figlio – prima che al suo interno si formi la concezione di ciò che è esterno e che l’embrione acquisti una concezione attiva, lasciando che la sua Luce e la sua Intelligenza si lancino all’esterno toccando ciò che Théon chiama la sostanza cosmica infinita ed eterna, attivando così la Manifestazione e determinando le prime formazioni individuali di Luce e Intelligenza, che si moltiplicano, e la cui immagine sono per noi le ali radianti dei Serafini.

    Il ritorno verso l’embrione cosmico è, per queste formazioni di Luce, impossibile – per quanto desiderato – per precisa legge spirituale, essi non possono che procedere per esteriorizzazioni progressive, sempre di più scendendo nel grossolano della sostanza, sempre più lontano dalla loro origine, sempre più velandosi Luce ed Intelligenza.

    Allo stesso modo nei processi biologici le cellule si dividono, e dividono, verso la pluralità, verso la vita e verso la morte – solo la singola cellula è teoricamente immortale – senza che sia possibile alcun ritorno, ritorno che la natura della Manifestazione non prevede.

    I Formatori comprendono l’irreparabilità della loro perdita, e ne soffrono: il grido di dolore per l’impossibilità del ritorno di uno dei primi esseri individuali di Luce, all’inizio del testo, è commovente.

    La concezione di Théon è molto simile alla concezione cabbalistica di Isacco Luria: si parla di una condizione cosmica che non era inevitabile, dovuta ad un qualcosa che non è andato come doveva, ad un errore, se così possiamo dire, tecnico: in Luria l’emanazione della Luce voluta da una Unità originaria collassa per ragioni insondabili e la rottura dei vasi lascia a terra le scintille del Divino, che l’uomo è chiamato a ricomporre.

    E’ importante ripetere che tutto questo non è un’ azione diretta del Supremo, il Divino.

    Il suo volto non è per noi nemmeno pensabile: intuiamo solo la Sua presenza, la Sua imminenza, il Suo Essere.

    Egli, che tutto include e sostiene, ha il Suo Trono nel cielo dei cieli e i Suoi piani ci sono preclusi; si tratta qui solo della narrazione dell’origine del nostro tempo, della Manifestazione in cui siamo immersi.

    La caduta dei Formatori, sempre più lontani dalla Luce e dall’Origine, dapprima Angeli, poi Entità, poi materia involuta costretta allo yoga del mondo nella sostanza universale, determina i pesi che l’uomo è chiamato a vivere e redimere.

    La colpa che l’uomo commette, qualunque tipologia di colpa, discende dai Formatori e dalle modalità della loro caduta nella materia, dalle loro individuazioni.

    Ci pare forse oggi impossibile giungere ad una Verità su un argomento come questo ma presto non sarà così: tempi straordinari si avvicinano.

    E’ la ragione per cui questo mondo è stato creato.

    RispondiElimina
  34. zret , ammiro la complessità e profondità di quanto riporti.
    contesto però questo passaggio :
    " E’ importante ripetere che tutto questo non è un’ azione diretta del Supremo, il Divino".

    Questa frase propone un dualismo, tra il divino e la sua creatura.
    Creazione e separazione sono sinonimi. Non può essere creato un qualcosa dal quale poi non ci si debba separare.
    Questa è la contraddizione per eccellenza .
    La manifestazione, la posa in essere, implica il dualismo tra il demiurgo ed il figliol prodigo, ma questa distanza è un'illusione.
    Il figliolo va in giro per la creazione a fare casino e sperperare i talenti, ma poi immancabilmente torna dal Padre. troppo grande e irresistibile è il magnetismo esercitato dall'amore del Padre.

    io non contesto l'esistenza degli arconti, ma li vedo come espressione di un limite dell'umanità.

    tu e straker siete soggetti alle solite scie che passano sopra la testa di 6 miliardi di persone.
    voi ne siete consapevoli. molti altri no. ci sono dei condizionamenti mentali per tutti, ma su altri funzionano, su di voi no.
    alla fine è sempre un problema di coscienza individuale e non è possibile piegare la coscienza di chi non si fa piegare . non è possibile limitare una coscienza che non è limitata.

    okkey, adesso io mi freno , ogni tanto è bello farsi un pò di pippe mentali a fare i teologi !
    ciao !!!

    RispondiElimina
  35. Gaglioffi !!!!
    dopo giorni di calma apparente, oggi, cielo da incubo !!! irrorazioni massicce e a bassa quota ininterrotte da oggi alle 12,30. Temperature, chelodicoaffare, da microonde, niente che possa giustificare le 'contrails'.

    Ciliegina sulla torta: ora, intorno alle 18,30 un oggetto ovoidale, nero, al di sotto della 'cappa', piuttosto piccolo, sorvolava in tutta tranquillità l'abitato.

    RispondiElimina
  36. Straker, in ferie in Cadore. Oggi hanno sciato tantissimo, come hai previsto tu ieri ( o meglio, come hai sentito alle previsioni meteo), come non facevano da tempo. Cielo copertissimo, verso sera, alcune scie appena fatte dagli aerei ancora si notavano, tutto attorno una patina lattea e gelatinosa, che se non avessi fatto attenzione alle scie che pian piano si espandevano, avrei interpretato come un cielo velato, senza arte nè parte, cappa afosa tutta la giornata. In lontananza, oltre i monti, qualche candido cumulo naturale, comunque a debita distanza dalla patina, che aveva un colore artificiale, latteo tendente al grigio. Ora so con certezza che quando il cielo è così, non è nè nebbia nè nuvole senza arte nè parte, sono proprio scie che si espandono! Ah, dalle analisi del sangue, come sospettavo, dal rapporto zinco rame invertito si denota un'intossicazione, o meglio, una scarsa detossificazione naturale dell'organismo che ormai non ce la fa più e risulta intossicato. Quali saranno mai le sostanze tossiche che stanno minacciando la mia salute?!? Le risposte le sappiamo tutti! Altra cosa degna di evidenza e che gli interventi di Corrado mi hanno fatto venire in mente: vitamina D quasi assente. Strano, perchè quotidianamente assumo cibi che la contengono...e la vitamina D è correlata alla buona salute, ma se l'assumo regolarmente, come si spiega questa carenza?!

    RispondiElimina
  37. Straker, riguardo ai molti scienziati morti in incidenti che definire strani è poco, avevo letto anche io quell'articolo, dove c'erano tutti i nomi. Si tratta, se ricordo bene, di biologi, immunologi ecc ecc scienziati molto famosi e conosciuti a livello internazionale che dicono probabilmente è stato un bene eliminare in vista di una pandemia, perchè forse sarebbero gli unici, anzi, sarebbero stati, gli unici capaci di trovare un vaccino realmente utile per combatterla o perchè sapevano troppo. Ti segnalo comunque che Elle fa parte della cerchia dei disinformatori( magari è finalmente riuscita a trovarsi il fidanzatino, è da un mese che bazzica sui loro blog loool), come vedi i suoi interventi qui sono sul sarcastico andante, non vale la pena risponderle seriamente, ma solo con lo stesso suo tono

    RispondiElimina
  38. Ciao Anonimo. Oggi si sono scatenati ed è incredibile come queste operazioni siano state così mellifluamente annunciate nei servizi meteo. E' la dimostrazione che essi sanno.

    Questo è il testo inserito nel video che sarà pronto nelle prossime ore:

    "Il maggiore Guido Guidi ed il colonnello Costante De Simone prevedono spesso, nell'ambito delle previsioni meteo, "innocue velature" e "nubi di passaggio": in realtà essi preannunciano le operazioni chimiche attuate per mezzo di aerei che, il 30 luglio 2009, nell'arco di una mezz'ora, hanno oscurato il cielo. Nonostante le alte temperature ed i bassi valori di umidità relativa, i velivoli hanno rilasciato spesse e persistenti scie tossiche che si sono poi espanse nel cielo sopra Sanremo, creando uno strato che filtra la luce solare. Come spiegano i due meteorologi con le stellette queste scie, in concomitanza con valori inidonei alla loro formazione e per di più persistenza? E' evidente che essi mentono in modo spudorato: con le loro menzognere previsioni meteorologiche, cooperano con gli avvelenatori di cui coprono le criminali attività di avvelenamento della biosfera".

    Riguardo ad Elle... sono al corrente che è una smorfiosa che bazzica tra i disinformatori. Si sente molto a suo agio, come una donna di bassa moralità in mezzo ai ceffi di quartiere. Buon per lei.

    RispondiElimina
  39. System Failure, concordo con te. In ogni caso l'umanità ha davvero poco tempo per affrancarsi dagli oscurati.

    RispondiElimina
  40. Anonimo, dimenticavo...

    La mancanza di vitamina D è dovuta alla scarsità di giornate di sole non filtrato dalle nebbie chimiche o dalle coltri artificiali. La vitamina D viene prodotta dall'organismo solo con la luce solare.

    RispondiElimina
  41. Si sente molto a suo agio, come una donna di bassa moralità in mezzo ai ceffi di quartiere. Buon per lei.

    Non "molto" bensì "estremamente" :)

    RispondiElimina
  42. Per disintossicare l'organismo io ho provato Hidrosana pediluvio per la depurazione delle scorie, sfrutta i principi dell'elettrolisi e dell'osmosi favorendo l'eliminazione delle tossine e dei metalli pesanti dal corpo. Secondo il mio avviso é molto valido, lo si trova su ebay e costa intorno ai 100 euro. Per vedere le caratteristiche del prodotto potete andare su giordanoshop.com.

    RispondiElimina
  43. Adesso avvisano prima di spruzzare,che GENTILI :

    "non preoccupatevi se vedete del gas uscire dai motori..."...credo di aver capito.

    Ma questa AOPA che ruolo ha ?

    http://www.youtube.com/watch?v=UP76oGoxkLo

    RispondiElimina
  44. Mr. Jones, al secondo 35 vorrebbero intendere che l'aereo ha problemi di carburante? In quel caso come ci spiegherebbero le scie on-off? problemi di alimentazione? LOL!

    RispondiElimina
  45. sembra che questi imbecilli siano tutti d'accordo: oggi 30 hanno irrorato pesantemente un pò in tutti i territori NATO ed USA. perchè si sa, washington comanda,l'italia esegue

    http://www.youtube.com/watch?v=b3sWZRBW2Ow

    per esempio questo è in giappone. ma c'è molti altri video di oggi 30 luglio video provenienti da tutta europa, usa, e anche sud america.

    coprono simultaneamente, i militari. proprio bravi

    e poi un altro video MOLTO INTERESSANTE:

    http://www.youtube.com/watch?v=APi4lr1522s

    NO COMMENT

    RispondiElimina
  46. Questa strana sincronia me l'avevano fatta notare. E' probabile che eseguano sperimentazioni a livello globale in date predeterminate. H.A.A.R.P.?

    RispondiElimina
  47. Se le scie fossero normali e innocue scie di condensa, mi spiegate perchè i meteo dovrebbero predirle con estrema precisione, come per prepararci, abituarci a vederle? Se le scie fossero innocue scie di condensa, perchè i meteorologi si prendono la briga di venirne a conoscenza e segnalarcele con estrema precisione, soffermandosi fino alla nausea sulla parola "innocue"? Se il traffico aereo fosse in gran parte civile, perchè i meteorologi, militari, ne sono così informati e devonoo sentirsi in dovere di avvertirci delle innocue velature prodotte dal traffico aereo civile, cosa che non compete loro? Non è che sotto sotto c'è della malizia, leggermente, sottolineo leggermente, percepibile? Ma ci prendono forse per scemi? La verità è molto più semplice e tangibile di quel che crediamo! Straker, da profano, ti consiglierei di mettere nell'homepage, come hai fatto con la descrizione delle condizioni per la formazione di contrails, da cui ne deriva la loro alta improbabilità, di riassumere in poche righe l'impossibilità pratica di prendere dei campioni in aria. Questo perchè leggendo tempo fa qualche blog disinformatore, notai che puntano molto su questo aspetto, cioè per gettare fango sul tuo operato, si chiedono come mai non ti decida a prendere un campione in aria, prova che sarebbe inconfutabile e unica dell'esistenza delle scie chimiche, secondo loro. Ecco, un profano, leggendoli, finisce per chiedersi la stessa cosa e solo qualche giorno fa, quando avevi spiegato l'impossibilità di farlo, ho capito il motivo per cui nessuno finora l'ha fatto. Te lo dico perchè solitamente puntano molto su questo aspetto per gettare fango sul tuo operato, sapendo benissimo che prendere un campione è un'operazione difficile, se non impossibile, da attuare

    RispondiElimina
  48. Seguirò il Tuo consiglio, hai ragione.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis