giovedì 23 luglio 2009

Scie chimiche: i rischi per la nostra salute (articolo di Brooke Bulatek)

Se osserviamo il cielo, possiamo vedere un intrico di scie. Un occhio inesperto può scambiarle per scie di condensazione o con cirri naturali. Ciò che si vede. invece, è il risultato di aerei non identificati che rilasciano elementi tossici come il bario, l'alluminio, il titanio, altri metalli, patogeni vari e muffe. Non bisogna confondere queste scie con il vapore acqueo, poiché contengono prodotti chimici che creano una biancastra e tetra foschia che resta nell'aria per ore.

Ci si potrebbe chiedere: come può accadere ciò? Tra il 1940 ed il 1979, un'arma biologica, già usata dagli Alleati durante la Seconda guerra mondiale, fu diffusa da appositi aerei nel Regno Unito, per sperimentarne gli effetti sulla popolazione. La miscela comprendeva vari patogeni, come l'Escherichia coli, il bacillo globigii (bacillo che imita l'antrace), solfuro di zinco e cadmio, elementi e composti direttamente collegati al tumore polmonare.

Anche negli Stati Uniti sono stati compiuti esperimenti simili, nella forma di test chimici, biologici e con la diffusione di elementi radioattivi. In seguito alla perpetrazione di questi crimini attraverso gli aerosol, si sono manifestate patologie come il Morgellons, nuove forme influenzali, asma, linfomi, patologie neodegenerative... Il bario causa problemi intestinali e dolori al petto, squilibri nella pressione arteriosa, disfunzioni del sistema immunitario.

Siamo cavie da laboratorio di un'operazione sottaciuta dalle istituzioni? Ciò accade poiché abbiamo permesso che accada nella nazione (gli Stati Uniti d'America, n.d.t.) che è ritenuta essere la patria della libertà: alla fine è completamente cancellata l'idea che il nostro governo ci protegga. Secondo alcune ipotesi, le chemtrails servirebbero ad attenuare il riscaldamento globale, creando una coltre contro i raggi solari. (E' una congettura del tutto errata e fuorviante, n.d.t.) Secondo altri studiosi, invece, le scie chimiche costituiscono esperimenti segreti collegati alla preparazione del Nuovo ordine mondiale. Comunque sia, avremo mai una spiegazione esaustiva di quello che sta avvenendo? Non bisogna aver timore di porre domande e di cercare risposte. Da ciascuno di noi dipende il futuro delle nuove generazioni.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Attacco all'informazione CLICCA QUI

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

64 commenti:

  1. ennesima puttanata, ma a 50 anni suonati non hai altro da fare che sparare cazzate per gonzi dalla mattina alla sera?

    L'unica cosa positiva in tutto questo è che,per fortuna di tutti, non ti riprodurrai mai :)

    P.S. PUPPA, te il clown da circo [ovvero zret], il sardegnolo [mi riferisco a mike] e a quell'altro genio di artuo :D

    RispondiElimina
  2. G.E.O., grande emerito orinale, laureato alla Sorbona.

    RispondiElimina
  3. Sei troppo prevedibile. Perché non ti inventi qualcosa di più divertente? Ah... salutami tuo figlio, che se è cretino come il padre, è proprio uno sfigato.

    RispondiElimina
  4. @Zret:
    Alla Sorbona forse, certo non a Oxford o Cambridge: è "organization" ed evidentemente si scrive con una zeta.

    Però possiamo aspettarci opportuno debunking con diagramma o foto (modificate) di turno, così cercheranno di convincerci che fin dai tempi di Shakespeare in inglese raddoppiavan la zeta...

    ...O forse dev'essere la troppa abitudine a sentirsi dire una parola di cinque lettere con doppia zeta preceduta dalla locuzione "testa di"

    RispondiElimina
  5. Un po' più seriamente: come definireste un lettore di blog che posta un commento offensivo senza nemmeno capire che l'articolo è stato scritto da altra persona ?

    Probabile che Mr. Bulatek sia anglofono (ammesso che non sia una lei) ...Ma con la conoscenza dell'inglese a livello di "organizzation" dubito si riesca a tradurre passabilmente "ennesima puttanata" ;)

    RispondiElimina
  6. Needless to say, if I allow myself to criticize someone else's knowledge of English is because I can boast a knowledge better than his or hers, however at a level higher than the "organizzation" one.

    RispondiElimina
  7. Dottor Dott. Pier Luigi Torreggiani, Le piacerebbe se informassimo del suo secondo lavoro i Dottori che l'hanno premiata a pari merito (secondo posto) con la dottoressa Martina Chiara Morandi?

    Qui, qui e qui.

    Premio di Laurea "Gianfranco Bruzzi" edizione 2009

    La Commissione Esaminatrice del Premio di Laurea Gianfranco Bruzzi - Edizione 2009, costituita dai seguenti componenti: Presidente dott. geol. Maurizio Zaghini, Segretario dott. geol. Fabrizio Vannelli e membri Prof. Carlo Elmi, Prof. Claudio Tellini, dott.ssa geol. Maria Teresa De Nardo, dott. geol. Aldo Ambrogio, si è riunita in data 30 giugno 2009 e dopo aver valutato le tesi pervenute e la relativa documentazione, alla fine della seduta, ha dichiarato vincitore il Dott. Lorenzo Masini, autore della Tesi dal titolo: "Analisi sperimentale del comportamento idrologico di un versante argilloso instabile: interpretazione con flusso non parallelo al versante".

    La Commissione altresì, ha dichiarato meritevoli di elogio le restanti Tesi presentate, che vengono classificate seconde a pari merito; in particolare giudica degni di menzione i lavori presentati dalla Dott.ssa Martina Chiara Morandi, dal Dott. Pier Luigi Torreggiani e dal Dott. Giuseppe Esposito, per l'approfondimento di tematiche di natura multidisciplinare, e per le quali La Commissione propone la pubblicazione di un estratto sintetico sulla rivista dell'Ordine "Il Geologo dell'Emilia-Romagna".

    Al vincitore, è corrisposto il Premio del valore di 1.500,00 Euro, che gli sarà consegnato durante un evento formativo previsto tra settembre/ottobre 2009, oltre che alla pubblicazione di un estratto della Tesi sulla rivista "Il Geologo dell'Emilia-Romagna".

    RispondiElimina
  8. Turista, dalle rape non si cava il sangue. Non oso pensare come colui sia riuscito ad ottenere che gli cingessero l'augusto capo di lauro, stante la sua abissale, multisciplinare ignoranza.

    RispondiElimina
  9. Zret: parole sagge, quand'anche si cavasse da certe rape verrebbe sangue infetto.

    Che vuoi, considera quanto osservi come segno del decadimento del sistema-istruzione superiore in Italia, nonostante molti altri validi esponenti facciano pensare il contrario.

    RispondiElimina
  10. @ formaggio molle:
    "Dottor Dott. Pier Luigi Torreggiani, Le piacerebbe se informassimo del suo secondo lavoro i Dottori..."

    Si accomodi pure, esimia testa di cazzo :)

    RispondiElimina
  11. gettone presenza per G.E.O.
    bravo bravo...

    RispondiElimina
  12. ""P.S. PUPPA, te il clown da circo [ovvero zret], il sardegnolo [mi riferisco a mike] e a quell'altro genio di artuo :D""

    molto spiritoso. però devo dire che non è giusto accostarmi a dei VERI attivisti come i signori che citi.

    e poi io ho capito: se non fai queste cose ti licenziano.

    però mi chiedo: perchè andare ad informare sugli aerosol militari una nullità coma il geologo fallito? perchè lui sa che i militari spargono alluminio e titanio, mentre i cittadini comuni non ne sanno niente o quasi?

    pier luigi, quando hai voglia di spiegarci in cosa consiste l'operazione di copertura, faccelo sapere. anche se non credo che tu sappia più di quello che già sappiamo.

    RispondiElimina
  13. pierluigi

    se, un giorno, l'operazione di copertura verrà resa pubblica, sarà anche merito vostro. complimenti

    RispondiElimina
  14. "alla faccia di chi odia i geologi"

    nessuni odia i geologi. però mi chiedo perchè alcune persone con una laurea in geologia sono state informate sulla "geoingegneria".


    piccola parentesi :spargere alluminio nel cielo non è innocuo o quasi innocuo.

    è sicuramente non è la risposta all'"effetto serra", anche perchè per quanto vuoi continuare a spargere roba, pierlugi? è già anni che lo fate ed è sempre peggio

    RispondiElimina
  15. Quando la gente comincia a essere volgare e a offendere, è alla frutta.
    Se non ci sono altri argomenti (o non c'è la competenza x parlarne) è facile passare alle offese, xò questo la dice lunga...
    Ciao a tutti!

    RispondiElimina
  16. @G.E.O.

    di la verita'...sei tu che stai espletando
    dall'A.P.U. nel video ?




    ..video spedito a 16 conoscenti !
    Quella MERDA del pilota sta proprio avvelenando....anche G.E.O. !!

    REVOLUTION IS NOW

    RispondiElimina
  17. Certo è che articolo di questo tipo danno molto ma molto fastidio ai disinformatori.
    Lo si capisce dalle reazioni, che sconfinano nel volgare e nel provocatorio al solo scopo di trascinare nel putridume morale in cui costoro sguazzano, anche coloro che tentano di fare qualcosa per informare gli altri, DANDO TANTO senza chiedere nulla in cambio.
    Il solo fatto di sapere che un articolo come questo è stato pubblicato provoca un gran bruciore al fondoschiena di qualcuno.
    Bruciore che aumenta in maniera proporzionalmente alle visite, ai nuovi contatti, mano a mano che la gente comune comincia ad aprire gli occhi su questo ennesimo, occulto ma gigantesco avvelenamento di massa.

    RispondiElimina
  18. A gente abituata a mentire o, nel migliore dei casi, a nascondersi dietro infingimenti, argomentazioni pseudo-scientifiche e capziose, dà molto fastidio un articolo in cui la giornalista dice pane al pane, vino al vino.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  19. Inoltre la giornalista si firma, assumendosi la responsabilità di ciò che scrive, mentre i disinformatori, i guardiani del sistema, loro insultano dietro ad un nickname. Vigliacchi.

    RispondiElimina
  20. Come nel film di Verdone ? Ritocco ?

    Ultimamente 5 6 mesi fa sono usciti in edicola i dvd della saga di Fantomas (ve lo ricordate ?).
    Mi piaceva tantissimo.

    Al quarto minuto e 25 si vede questo.Bisogna indagare ( avevo tutta la serie registrata dalla tv in vhs,ma le pulizie di primavera degli anni passati .....) :


    http://www.youtube.com/watch?v=eGDWIRI5j7o

    RispondiElimina
  21. Che pena mi fa sto qui, ha pure dei figli ?

    Vergogna al massimo livello , siamo proprio un paese di m....

    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  22. Pena mista a rabbia ... casomai c'ha pure dei figli . Un giorno lo ringrazieranno , ma temo non con una festa ...

    Abbraccio tutti

    http://lalternativaisaia.blogspot.com/

    RispondiElimina
  23. G.E.O...un uomo ...un professionista... !

    RispondiElimina
  24. Quest'anno, una caldazza come quella di stasera, almeno qui dalle mie parti, non l'avevo mai provata.
    Stendo un velo pietoso sui disinformatori e vi segnalo il mio ultimo articolo.
    Ho in serbo una bella sorpresa per loro...

    RispondiElimina
  25. Molto bene, System Failure. E si noti il cielo color latte!

    RispondiElimina
  26. Infatti. Ora si sono fatti più scaltri ed iniziano ad irrorare al tramonto. Durante il giorno le particelle di metalli, polimeri e quant'altro, levitano in atmosfera senza bisogno di ulteriori interventi, se non con sporadici passaggi alla chetichella con scie chimiche di tipo non persistente.

    RispondiElimina
  27. Ciao
    oggi GEO si è scatenato (anche se in verità continua ad essere un po' monotono)
    Gli hanno sciolto il guinzaglio?

    RispondiElimina
  28. Se c'è la possibilità di prelevare campioni di aria nelle scie,perchè non organizzare una raccolta di fondi per finanziare l'operazione?

    RispondiElimina
  29. Perchè è tecnicamente impossibile.

    Non si è mai visto che per misurare la quantità di pm intorno alle centrali al carbone, gli inceneritori, nei centri a traffico automobilistico intenso, si posizionino i sensori nelle ciminiere o nei tubi di scappamento delle auto? No. Si misura nelle aree limitrofe. Quindi, queste sono scuse, non a caso iniziate dopo che (omissis) bruciò la nostra operazione segreta di prelievo in quota.

    I metalli pesanti (ricadono al suolo) e, in ogni caso, se ne è verificata la presenza anche in aree del Canada prive di insediamenti urbani di qualsivoglia tipo. Quarzo, alluminio, sali di bario, titanio, silice, etc. sono state ritrovate ovunque nelle aree sottoposte ad irrorazione, mentre erano e sono assenti nelle zone non acora coperte. Il C.N.R. ha eseguito analisi spettroscopica dell'acqua piovana ed ha trovato, oltre ai soliti alluminio e bario, valori di quarzo 80 volte superiori al consentito. Questi sono dati e nel mondo le indagini al suolo, sulle piante, sull'acqua (piovana e non) e sulla neve sono centinaia. Tutte hanno in comune gli stessi elementi.

    Noi avevamo appoggiato l'idea proposta da un attivista, seppure con tante riserve sulla fattibilità, ma doveva rimanere iniziativa segreta, per poter avere una siapur piccola possibilità di successo. Cosa che non fu, infatti qualcuno ebbe l'improvvitudine di parlarne, scatenando le giustificate ire dell'organizzatore. Da lì le defezioni non di un pilota, ma di due piloti e, a seguito, non casuale, gli interventi sempre reiterati dei soliti arcinoti disinformatori prezzolati che mettono sempre in campo la questione. Questione funzionale al sistema... ovvio.

    Ne ho parlato spesso. La questione analisi delle scie in quota è improponibile per molti aspetti già a suo tempo messi in evidenza con gli allora promotori dell'iniziativa. Non vado nei dettagli, ma... una su tutte: nessuno e ribadisco NESSUNO verrà mai autorizzato a percorrere le rotte e le quote dei tankers chimici durante le loro dissennate operazioni di aerosol. Aree off-limits per il sorvolo, a quelle quote, di qualsivoglia velivolo estraneo alle operazioni. Questo mi sembra palese, ovvio, lapallissiano. Ammesso e non concesso che le autorizzazioni venissero fornite, per quella determinata area di sorvolo, quota, ora, mi sembra palese che nessuno di noi, comuni mortali, può disporre, 24 ore su 24, di un velivolo attrezzato (non con la retina per le farfalle, ma con attrezzature specifiche), con tanto di tecnico chimico, notaio, pilota, due cameramen etc etc. Non ci si rende conto dell'assurdità di una tale proposta. I prelievi, semmai, dovrebbe farli eseguire la magistratura, che ha la documentazione da mesi, ma fa finta di non vedere e non sentire. Il Ministro della Salute, che a tutto pensa tranne che alla tutela dell'ambiente.

    Sono gli enti preposti a doversi prendere carico della questione, mentre invece si tirano indietro, nicchiano, ci sguinzagliano dietro buffoni sprezzolati nel VANO tentativo di fermarci!

    RispondiElimina
  30. in questi giorni mi sono rimesso a leggere un pò di Antico Testamento. mi piacciono quei
    brani dove Dio s'incazza e stermina i malvagi. mi è di consolazione. almeno a quei tempi, c'era qualcuno che ogni tanto rimetteva le cose a posto.

    l'episodio biblico più di stringente attualità, direi, è la cacciata dal paradiso di adamo ed eva.

    ci sarebbero tanti bellissimi alberi di mela, oggigiorno, tanto benessere a disposizione di tutti. tante mele per tutti.

    purtroppo l'uomo , da vero coglione recidivo, non si accontenta di una mela qualsiasi, non gli piacciono le cose semplici. non si accontenta.

    vuole proprio la mela dell'albero proibito. l'albero dentro cui il Padrone del giardino custodisce i segreti del bene e del male.

    non capisce, la testa di legno, che ci sono delle leggi universali che vanno rispettate.che solo nel rispetto di tali leggi , lui , piccolo uomo, piccola cellula di un grande universo, può trovare il suo benessere e la sua grandezza.

    lui vuol giocare al piccolo dio.
    vuole la mela proibita. e vuole che pesi un chilo, che sia verde come dice lui, rotonda come gli fa comodo. e poi, una volta ottenutola, se ne compiace, come se lui stesso avesse inventato il mondo, si fa bello con gli amici, dice "guarda come sono bravo io, come sono dio,come sono potente, come sono avanti, come sono ricco..."

    mai più vivremo tempi più bui di questi.

    RispondiElimina
  31. Ti ringrazio per la risposta e mi scuso per la considerazione estremamente semplicistica relativa al problema.....

    RispondiElimina
  32. Non ti devi scusare di niente, Mec59. E' una vecchia questione e nella risposta non v'era nulla di personale, avendo ripreso vecchi concetti.

    RispondiElimina
  33. Hai ragione, Tommaso. Le "civiltà", d'altronde, sono sempre destinate ad involvere ed autodistruggersi. Questa non è stata la prima e non sarà l'ultima.

    Genesi

    Nell’ecosistema terra l’uomo è una nota stonata.

    RispondiElimina
  34. ...lui vuol giocare al piccolo dio.
    vuole la mela proibita. e vuole che pesi un chilo, che sia verde come dice lui, rotonda come gli fa comodo. e poi, una volta ottenutola, se ne compiace, come se lui stesso avesse inventato il mondo, si fa bello con gli amici, dice "guarda come sono bravo io, come sono dio,come sono potente, come sono avanti, come sono ricco
    ...

    Piero Angela

    RispondiElimina
  35. io andai un pò di tempo fa a chiedere informazioni sui voli "turistici" che effettuava una piccola compagnia aerea (due piloti).

    per intenderci, sono quei voli a bassa quota dove si scattano foto ecc.

    il pilota con cui ho parlato mi disse che era tecnicamente impossibile, almeno per loro, prendere campioni di aria in quota e cose del genere.

    per prima cosa mi ha detto che non hanno i mezzi.
    seconda cosa mi ha detto che le zone dove io gli ho detto di avvicininarsi sono OFF-LIMITS.

    terza cosa: sapeva benissimo che i militari spargono sostanze nel cielo, ma non ci poteva fare nulla e ci teneva al lavoro.

    quindi, si, è possibile prelevare campioni in quota, ma non per dei comuni cittadini.

    anche se diamo per scontata l'attrezzatura tecnica per i prelievi, ci vuole il nulla osta dell'aeronautica militare: naturalmente, dato che proprio l'aeronautica militare è l'esecutore degli aerosol, il permesso di volo e affini non viene rilasciato, meno che mai a coloro che "vogliono sapere cosa c'è nelle strisce".

    il problema è che in italia lo sanno TUTTI (ministeri, università, magistratura, enti scientifici, militari) che gli aerosol sono reali e pericolosi: però dicono che servono esclusivamete per schermare il sole e raffreddare il pianeta, e che senza, la temperature globali si alzerebbero.

    CI TENGO A RICORDARE A TUTTI GLI SCIENZIATI PAZZI E AI PILOTI CHE L'ALLUMINIO E' TOSSICO.

    crescere in un ambiente ripieno di metalli non è la cura per l'effetto serra.

    l'associazione meteorologia americana ha infine detto SI alla GEOINGEGNERIA. le prime prove (non segrete) SU LARGA SCALA INIZIERANNO A BREVE!! la "geoingegneria" aka scie di alluminio e titanio sarà l'argomento centrale del vertice che si svolgerà a copenaghen.

    e intanto noi continuiamo a respirare ed a mangiare metalli.........ma non solo, ci aspetta una bella vaccinazione e il "codex alimentarius".

    non per dire, ma questa si chiama "depopolazione"

    vengono fuori con l'effetto serra e poi tirano fuori questa cosa degli aerosol di metalli.

    poi tirano fuori l'influenza suina, e poi obbligano al vaccino (inutile e forse dannoso)

    poi, con non si sa quale scusa, mettono in piedi questa truffa chiamata "codex alimentarius".....

    i nostri bambini ringrazieranno

    RispondiElimina
  36. Buongiorno a tutti. Ho letto l'articolo e posso tranquillamente affermare che chi continua a dire o anche solo a ipotizzare che le "innocue velature" causate, come tutti (quelli dotati di una certa consapevolezza) ormai sanno, da aerei chimici senza nessun segno identificativo servirebbero ad attenuare il riscaldamento globale dice il falso.

    Chiunque (dotato di buon senso) può accorgersi che il calore e il senso di afa e mancanza d'aria si avverte proprio nei giorni di massima irrorazione, quando il cielo è biancastro.

    Sono un appassionato di vela e sono tornato proprio la settimana scorsa dalla Dalmazia.
    Mare e isole talvolta abbastanza lontane dalla costa. Quale migliore prospettiva di osservazione per rendersi conto del fenomeno.

    Si notavano benissimo i cumuli che venivano distrutti dalla foschia chimica.

    Poi più mi allontanavo dalla terra ferma dirigendo sulle isole più piccole e più lontane, talvolta disabitate, migliore diventava la qualità dell'aria e anche il cielo perdeva la sua patina biancastra ed appariva con il suo colore naturale e cioè (lo dico per quelli quelli che l'abbiano dimenticato) AZZURRO intenso.

    Ho potuto notare inoltre un'altro fenomeno che a terra non avevo mai notato, forse per mancanza delle condizioni ideali.

    Ero nella baia di Pokrivenik a nord dell'isola di Hvar, la giornata era stata all'apparenza serena il cielo era azzurro, ma durante tutto il giorno vi erano stati passaggi di aerei che rilasciavano scie evanescenti.
    Ebbene al tramonto si è creata una condizione di luce tale per cui il cielo appariva completamente pieno di striature, non appariscenti, ma comunque ben distinguibili ad un osservatore attento.
    Mi piacerebbe mostrare le foto che ho fatto ad un meteorologo o a quei cirlatani che continuano ad affermare che il fenomeno non esiste, sarei curioso e divertito nel sentire le loro storielle.

    Un caloroso ringraziamento per il vostro lavoro.
    Continuate sempre con rinnovata forza e determinazione.

    RispondiElimina
  37. Mr Bear, Arturo, ogni commento sarebbe ridondante: avete ragione su tutta la linea.

    Ciao

    RispondiElimina
  38. http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/nuova-influenza/tutto-il-pianeta/tutto-il-pianeta.html ed intanto ci vogliono avvelenare anche coi vaccini...

    RispondiElimina
  39. Mr. Bear, hai ragione! e tra l'altro, visto che anche quest'anno gli incendi sono divampati all'unisono in Spagna, Italia, Grecia, Turchia, etc., grazie al caldo, al biosossido di zolfo disperso con gli aerei ed agli appiccatori (uno l'hanno beccato in Francia, ma già non si sa più chi è, tranne che era un militare), volevo dare un'occhiata alle satellitari AREONET/Modis in alta definizione, ma... guarda caso, il sito non è raggiungibile.

    Caldo, sconvolgimenti climatici, incendi... tutto è collegato alle irroazioni. Su questo non ci sono dubbi.

    RispondiElimina
  40. Arturo e Mr.bear, tutte queste vostre testimonianze andrebbero riunite in un post unico, poiché della massima importanza.

    RispondiElimina
  41. Ho fatto un printscreen di fichipedia dove si dice
    "Il metallo di titanio in polvere comporta un significativo rischio di incendio"

    Chi sa mai che prima o poi questa info sparisca...

    RispondiElimina
  42. Sulla storia dei vaccini e del virus H1N1 le scie chimiche potranno svolgere il ruolo di attivatori della pandemia.

    L'O.M.S. procede in segreto per attuare un programma di vaccinazioni obbligatorie e di riduzione demografica

    RispondiElimina
  43. E questa bella patina su Sardegna e Liguria? e questo caldo pazzesco? e gli incendi? e il cielo BIANCO ACCECANTE dalla mattina presto (stamane verso Ovest)? 'sto vapore acqueo ha rotto.

    RispondiElimina
  44. Il link per acquistare il DVD:
    http://shop.history.com/detail.php?p=106277

    RispondiElimina
  45. Ciao Alessandro, quella patina è lì, identica ed immobile, da questa notte. Inoltre le satellitari mostrano come le nebbie chimiche vengano a formarsi durante le ore notturne. E' di notte che concentrano le attività clandestine di aerosol, ora. Ho salvato gli eclatanti screenshots e ci scriverò un breve post a giorni.

    RispondiElimina
  46. Trotterella, è esattamente come dici. Se se ne accorgono, corrono subito ai ripari.

    RispondiElimina
  47. @ Straker:
    infatti, la strategia è cambiata da qualche tempo. Se dapprima regnava la spudoratezza delle scie persistenti e, in un secondo momento, l'ingannevole viavai di velivoli con scie semi-persistenti, al momento tutte le attività sono state concentrate nelle ore notturne (basta ascoltare i rombi sulla città a partire dalla mezzanotte, un numero spaventoso ad ogni ora) e, il sorpresone della mattina, è sempre un compattissimo cielo bianco abbagliante, a volte verso Est, altre verso Ovest (valuteranno i venti?). Ormai è impossibile non utilizzare gli occhiali da sole. E poi senti la gente: "eh, oggi c'è foschia...la giornata è chiusa...questa cappa di caldo...". Qualsiasi riferimento all'orizzonte (palazzi, monti, ecc.) risulta poco nitido già meno di 3 km! è pazzesco.

    RispondiElimina
  48. La massa ha delle responsabilità enormi: la attende la nemesi.

    RispondiElimina
  49. è possibile che stiano utilizzando anche le "shiptrails"?

    RispondiElimina
  50. Alessandro, è possibile: d'altronde la diffusione di ferro per favorire (dicono loro) lo sviluppo di alghe, è prassi consolidata (sul tema dovremmo presto pubblicare un articolo). Il ferro è diffuso pure in atmosfera: come in alto così in basso. Intanto una cappa chimica avvolge quasi tutta l'Europa e gli squlibri climatici si accentuano, portandoci sull'orlo del collasso.

    RispondiElimina
  51. Se siamo in questa situazione è grazie all'idiozia della massa.

    RispondiElimina
  52. Anche io ho notato palesi irrorazioni di sera e di notte. Mentre durante la giornata passano tankers con al seguito scie non persistenti. Ma chi vogliono prendere in giro?? Penso che le scie chimiche giochino un ruolo non di poco conto sulla pandemia. Come? Secondo me sia spargendo il virus che fungendo da veicolo per "attivare" al momento opportuno il / i virus iniettati con le vaccinazioni.

    RispondiElimina
  53. Tursiops, credo tu abbia ragione. Le scie tossiche servono ad indebolire il sistema immunitario ed a catalizzare l'azione dei virus inoculati. La lentezza e la gradualità con cui stanno procedendo (una gradualità che consente di dissimulare la nefanda azione) è tipica degli avvelenatori.

    Ciao

    RispondiElimina
  54. e poi si lamentano della siccità a Los Angeles
    guardate un pò le satellitari del sud della california

    http://rapidfire.sci.gsfc.nasa.gov/subsets/?subset=USA5.2009203.terra.500m

    http://rapidfire.sci.gsfc.nasa.gov/subsets/?subset=USA5.2009203.aqua.500m

    da quelle parti le nuvole sono quasi sempre così

    RispondiElimina
  55. shiptrails davanti la california

    a circa metà pagina

    http://www.nrlmry.navy.mil/sat-bin/epac_westcoast.cgi

    ^DaNiEl^

    RispondiElimina
  56. Scusate se cambio argomento, ma volevo segnalare l'episodio singolare che mi è capitato di assistere: 4 tornado in formazione si sono abbassati fino (secondo me)ad una quota inferiore ai 1000 mt. Erano veramente bassi!!!

    RispondiElimina
  57. Manuel, qui i caccia volano sempre a quelle quote, fanno quello che vogliono...ci devono difendere ;)

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis