mercoledì 22 ottobre 2008

Stato di paura, il romanzo di Michael Crichton, denuncia la manipolazione climatica e tettonica in atto

Pubblichiamo una recensione del romanzo Stato di paura, seguita da un'intervista a Michael Crichton, autore di libri di successo come Jurassic Park. Attraverso la finzione, lo scrittore denuncia la mistificazione inerente all'effetto serra che sarebbe causato, secondo insigni pseudo-ambientalisti e pseudo-scienziati dalle emissioni di biossido di carbonio. Soprattutto, però, Crichton , tra i nuclei narrativi, incista delle verità sulla manipolazione climatica e tettonica, attuata tramite dispositivi tecnologici correlati all'operazione H.A.A.R.P. - scie chimiche. Inquietanti e più che plausibili, ad esempio, i cenni ad armi soniche ed ai batteri usati per influire sulle perturbazioni.

Si legga dunque la fatica di Crichton non tanto come un'opera di fantasia, piuttosto come una raffigurazione realistica dei problemi ambientali e delle loro vere cause.

Ringraziamo la gentilissima lettrice per la segnalazione.



L’autore smonta le paure sull’effetto serra in una trama che mescola suspense e climatologia


Ecoterroristi pronti a tutto si aggirano per il pianeta. Con esplosivi a tempo ed onde d’urto, minirazzi e microfilamenti, onde sonore e macchine cavitazionali (onde soniche - n.d.r.), provocano il distacco dei ghiacci in Antartide, piogge tropicali in Nord America ed un maremoto al largo delle isole Salomone. Pur di far credere che l’effetto serra produce catastrofi incontrollabili gli ambientalisti, inconsapevoli bracci armati di politici senza scrupoli, producono quello che gli scienziati teorizzano.

«Stato di paura» è una profezia, se non già un atto di accusa contro la strumentalizzazione della scienza, lo strapotere dei media nel creare opinioni che fatalmente diventano pubbliche, contro il cinismo di industriali e politici. [...]

Incuriosito dai ripetuti allarmi circa le conseguenze dell’"effetto serra", Michael Crichton ha raccolto per tre anni dati e studi scientifici sulle variazioni di temperatura e sulle possibili cause. [...] In barba al protocollo di Kyoto ed agli studi di "autorevoli" climatologi, Crichton non teme di sostenere che non è affatto vero che stiamo andando verso una tropicalizzazione del clima.

Ambientalisti sclerotizzati sulle ideologie degli anni Settanta, industriali avidi e organizzazioni governative malate di potere sarebbero coalizzati per tenerci in un costante stato di paura. Dalla paura nasce nella gente il bisogno di essere protetti, la richiesta di governi totalitari.

Seicento pagine di suspence e climatologia ben mescolati come l’abile Crichton sa fare ormai da trent’anni. Promessa del basket statunitense - è alto due metri e dieci - medico, antropologo e poi scrittore a tempo pieno, l’autore di Chicago si è compromesso con un tema di grande attualità.

Come è nato il suo scetticismo ecologista?

«Ricordo che da piccolo, studiando geografia, avevo notato la strana coincidenza tra la linea di costa dell’Africa occidentale e quella del Sud America, ma erano gli anni Cinquanta e la teoria della deriva dei continenti non era ancora stata divulgata. Presi un brutto voto e il professore mi considerò uno sciocco a pensare che i continenti si muovessero. Quell’esperienza mi insegnò che spesso quello che la maggior parte della gente considera vero può essere frutto della superficialità o di conoscenze imperfette. Così anche le previsioni climatiche prodotte negli anni Settanta, circa il pericolo di una nuova era glaciale, si rivelano oggi errate. Per tre anni ho compiuto ricerche sull’"effetto serra" e ho verificato che gli allarmismi sono del tutto infondati».

Non sarebbe comunque più saggio scatenare una «guerra preventiva» al surriscaldamento terrestre piuttosto che rischiare l’estinzione?

«Purtroppo, come per la guerra in Iraq, se nel campo dell’ambiente si combatte una guerra preventiva, si rischia di provocare morti innocenti».

In "Preda" e "Jurassic Park" i temi sollevati la avvicinavano agli ambientalisti. Oggi il suo pensiero è cambiato?

«Penso ai miei libri in modo diverso. Nei romanzi che ho scritto prevale l’avvertimento contro le persone che pensano di avere ragione e non si mettono mai in discussione. Penso ai disastri generati dalla teoria eugenetica d’inizio secolo, che ebbe tanti sostenitori, da Roosvelt a Churchill, a famosi scienziati e opinionisti e portò dritto ai forni crematori. Penso alle teorie pseudoscientifiche del russo Lysenko, appoggiato da Stalin, che manipolava i semi per accelerare il ciclo biologico delle specie vegetali. Risultato: milioni di persone morirono per le carestie e gli scienziati che si opponevano alle teorie di Lysenko finirono nei gulag. Spero che tra trent’anni si guarderà a "Stato di paura" come a un libro che ha inaugurato un nuovo modo di investigare la scienza».

Oltre a molti nemici, con questo libro si è procurato anche amici non graditi?

«Ammetto che dopo l’uscita del libro negli Stati Uniti molte organizzazioni di conservatori mi hanno invitato per tenere delle conferenze, ma ho rifiutato perché questo non mi interessava».

Ora si sente un attivista?

«Non direi proprio di essere un attivista. Per quanto riguarda la politica, non sono schierato. Anzi nella scheda elettorale specifico la voce ”non partisan” che viene scelta dal 30% degli Statunitensi per sottolineare che il non voto è una dichiarazione di sfiducia nei confronti di entrambi i principali schieramenti».

Che cosa pensa della politica ambientalista di Bush?

«Se guardiamo ai fatti noto che la politica di Bush non è molto diversa da quella di Clinton. Certo, se ascoltiamo quello che dicono sembra tutta un’altra cosa, ma negli Stati Uniti c’è un detto che recita: "Parlare costa poco"».


Elena Dragan

Fonte: Ecologiasociale.org




Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.



Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

52 commenti:

  1. Ancora bugie:

    Previsioni, pioggia fino a domani
    Il maltempo, con piogge e temporali, continuerà fino a domani oltre che nel Cagliaritano, nel Sarrabus, in Ogliastra e anche nella Sardegna Nord Occidentale. E' quanto previsto dal Servizio Agrometerologico regionale della Sardegna
    . I violenti nubifragi che hanno provocato pesanti disagi e gravi danni nel capoluogo sardo e nell'hinterrland sono stati provocati dall'incontro di flussi di aria di origine africana, provenienti da Sud Est, che si sono scontrati sull'isola con flussi di aria fredda di origine polare. La stazione meteorologica dove si è registrato il primato e quella di Jerzu, in Ogliastra, dove sono caduti 200 milimetri di pioggia in dodici ore.

    http://unionesarda.ilsole24ore.com/primo_piano/?contentId=47024

    RispondiElimina
  2. Nella Liguria occidentale sono caduti 200 mm negli ultimi duecento anni. Il Sahara è meno arido.

    Quando piove, sono nubifragi disastrosi.

    Ciao!

    RispondiElimina
  3. Sono rimasto un pò indietro di quasi due giorni, ma ora ( già da ieri, se è per questo )è tutto ritornato apposto

    Avete visto, Straker e Zret, che "Segni dal Cielo" continua a parlare di scie chimiche? Ve lo avevo scritto, ai tempi del "caso" Andrea Doria, che, stando a quanto scrittomi da Fratini in una sua e-mail di risposta, avrebbe continuato per la sua strada. E quindi ero convinto che non avrebbe accantonato la questione "chemtrails".
    Ho visto pure con piacere che questo vostro blog si è gemellato con lui! Bene, così come si dice: "l'unione fa la forza".

    Sempre per quanto concerne "Segni dal cielo", ciò che viene riportato nell'articolo "UFO su Roma", mi ha fatto venire in mente lo stesso oggetto sigariforme ripreso da Straker. Pensate che ci possa essere una correlazione tra i due avvenimenti? Cioè gli oggetti, osservati in momenti diversi, possono essere della stessa "famiglia"?

    Complimenti sia per questo che per il precedente articolo. Interessanti punti di riflessione.

    A presto.
    Luka78

    P.S.
    Oggi, al contrario dell'altro ieri e ieri, poche scie là dove lavoro ( Pavona di Albano Laziale ). Di quelle che ho potuto vedere, due sono state irrorate di mattino verso le 07.40

    RispondiElimina
  4. quattro morti in Sardegna. Cosa hanno combinato questi delinquenti?
    Anche oggi non si sono fermati: scie, scie, scie. Cielo color polvere.
    A casa mia abbiamo tutti bruciore alla gola.

    RispondiElimina
  5. Ciao Luka78. Hai visto? Il grande Fratini si rialzato più forte e determinato di prima. Bene così.

    Notavo piuttosto che il testimone dell'U.F.O. di Roma ha scambiato una grossa scia chimica per una nuvola naturale ed un alone iridescente chimico per qualcosa di anomalo sì, ma senza correlarlo ad attività che per lui sono sconosciute. Il colmo è che ha visto il puntino (l'OVNI) e non ha visto la gigantesca scia chimica. Tant'è... così è, se vi pare.

    Attualmente ho conoscienza di tre casi di "sigari" scianti. Cosa posso dire? Inquietante.

    I casi sono due:

    a) si tratta di retroingegneria ed incominciano ad impiegare ordigni inusuali per irrorare in appoggio ai velivoli convenzionali;

    b) si tratta di ordigni esogeni che danno una mano agli avvelenatori;

    c) si tratta di ordigni esogeni intenti a diffondere antidoti ai composti chici e biologici irrorati dai nostri amati governi.

    Ammetto che la terza ipotesi mi sembra la meno probabile, sebbene mi piacerebbe crederci.

    RispondiElimina
  6. Luka, Massimo, superata una comprensibile crisi dovuta ad un attacco proditorio, non ha esitato a procedere lungo il sentiero disagevole, ma doveroso della verità e della coerenza. Le aggressioni si moltiplicheranno, ma noi siamo così, come Massimo, fedeli a noi stessi, a principi cui non rinunciamo per un poatto di lentichhie. Poi accadrà quel che accadrà, ma la sincerità e la verità non hanno prezzo. Alla fine non ci pentiremo di aver ripudiato Mammona.

    Iwan, il cielo è infernale.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  7. @ Straker:
    "c) si tratta di ordigni esogeni intenti a diffondere antidoti ai composti chici e biologici irrorati dai nostri amati governi.

    Ammetto che la terza ipotesi mi sembra la meno probabile, sebbene mi piacerebbe crederci.
    "

    Anche a me, e credo anche agli altri, piacerebbe.
    Nella mia ignoranza in materia, sicuramente si tratta, come scrivi, di retroingegneria. Visto l'oggetto...

    RispondiElimina
  8. @ Zret:
    "Le aggressioni si moltiplicheranno, ma noi siamo così, come Massimo, fedeli a noi stessi, a principi cui non rinunciamo per un poatto di lentichhie. Poi accadrà quel che accadrà, ma la sincerità e la verità non hanno prezzo. Alla fine non ci pentiremo di aver ripudiato Mammona."

    Esatto, Zret, e questo è quello che certi rimbecilliti devono capire, devono farsi entrare nel cervello ( se ce l'avranno sviluppato ): uno è fedele ai propri princìpi, e se remane tale, non si venderà. Nè oggi e nè mai. E' un modo di essere dettato dalla propria coscienza. Se questa ti dice di seguire la strada dell'onestà, del rispetto, ecc..., essa rimarrà di fronte ai nostri occhi. Non la cambieremo.

    RispondiElimina
  9. Ridano e si deivertano finchè gli è concesso, i tempi tristi quando arrivano, arrivano per tutti.

    RispondiElimina
  10. c) si tratta di ordigni esogeni intenti a diffondere antidoti ai composti chici e biologici irrorati dai nostri amati governi.

    Io propendo sempre per questa ipotesi.
    1) questo giustifica le armi al plasma e lo scudo spaziale tirato su, che non è un'arma di difesa usata in atmosfera (come tutti erratamente pensano) ma sono proiettili sparati ai confini del nostro mondo contro i velieri alieni (e ci sono video su video a riguardo)
    2) retroingegneria certamente, c'è stata e la si usa, vedi lo stealth.. ma che senso ha usare un gioiellino simile dove gli aerei in cielo non li vede gia nessuno? possono far volare migliaia di migliaia di aereicisterna e nessuno si lamenta..che utilità ha rischiare usando una tale prodezza tecnologica...secondo me se di manufatto umano si trattasse verrebbe visto in america, ai confini del nevada in prova libera..non su sanremo..
    3) come ho gia detto e continuo a dire, se con tutte le tonnellate di superveleni che ci sparano, non è successo ancora il finimondo è perche davvero qualcuno o qualcosa ci sta volendo seriamente bene..

    RispondiElimina
  11. Riguardo il nubifragio abbattutosi su Cagliari e dintorni (costato 4 vittime e ingentissimi danni) e "estintosi" in poco più di due ore, nonostante i vari (finti) meteo prevedessero una giornata intera di precipitazioni: segnalo che è stato preceduto da più di un'ora di numerosissimi e luminosissimi lampi senza pioggia...molto insolito, vero? almeno quanto il cielo bianco-perla e l'afa che hanno "dissolto" il nubifragio già dalle prime ore del pomeriggio. Stavolta i servizi meteo non possono passarla liscia, debbono rendere conto delle menzogne propinate già da ieri e ribadite ossessivamente in ogni edizione dei tg locali di oggi.

    RispondiElimina
  12. parole sante Alessandro...tu sei stato anche magnanimo, io dico che dalle 10,30 ha smesso definitivamente di piovere.

    Ho comunque documentato tutta la menzogna dei servizi meteo di ieri sera nel mio album.
    I militari giocano con la vita altrui creando nubifragi come quello di stamane...se la ridono e noi piangiamo i 4 morti.
    Per quanto ancora devono restare impuniti?
    Per chi non l'avesse visto:

    http://www.flickr.com/photos/lamortedalcielodirtysky/

    RispondiElimina
  13. Si però.... leggerò questo libro appena arriverà in italia però temo che il risultato verso l'opinione pubblica posa essere simile al servizio reso da Dan Brawn nel "Codice Da Vinci", ovvero dare alcune indicazioni vere con l'artificio del romanzo ma che essendo appunto romanzate verrano usate dai soliti noti per creare disinformazioni e venire banalizzati come teorie complotiste come appunto si fa con i lavori di Brawn, credo che dato il tema sarebbe stato meglio un libro di denuncia in cui si espongono dati e fatti scientifici.
    Daltro canto mi rendo conto che per portare a conoscenza dai più alcuni argomenti bisogna fare leva anche sulle emozioni e i romanzi sono ben accetti specie se "fantascientifici" , con la speranza che poi i lettori continuinoa ricercare, altrimenti il risultato sarà che ci saranno persone che conoscono il tema ma lo assoceranno appunto alla fantascienza.

    RispondiElimina
  14. Crichton è un romanziere e come tale affronta queste tematiche. E' senza dubbio un buon modo per abbracciare un tipo di pubblico diverso e meno avvezzo ad avvicinarsi a certi temi. La pillola amara verrà quindi servita con lo zuccherino.

    RispondiElimina
  15. A Reggio emilia il 30 ci sarà un seminario

    Cambiamenti climatici:
    banche dati e risorse informative
    LUCA LOMBROSO
    http://cdm.unimore.it/dep/locandina_seminario_Lombroso.pdf

    Se ci si organizzasse per andargli a fare qualche domanda su quelle belle nuvolette lunghe e sottili che compaiono misteriosamente sulle nostre teste? E anche come mai a Modena (dove sto io) non piove più?

    RispondiElimina
  16. Bollettino di guerra del 22 ottobre 2008.
    Da L'Unione Sarda di oggi.
    "INFERNO DI ACQUA E FANGO: E' STRAGE"

    I MORTI
    Speranza Sollai, 85 anni, era nel letto della sua casa a Capoterra quando un mare di fango l'ha sommersa.
    Licia Zucca, 77 anni anche lei di Capoterra, viaggiava con il genero Antonello Porcu, 54 anni, dirigente della ASL8 (disperso per tutta la giornata e il cui cadavere è stato ritrovato a notte fonda su una utlitaria che è stata spazzata via dal nubifragio).
    Mariano Spiga, agricoltore di 66 anni, ha tentato di guadare un rio, a Sestu, con la sua macchina: l'acqua l'ha intrappolato. L'amico che viaggiava con lui è ricoverato in ospedale.

    L'esperto: Alessandro Delitala, responsabile del servizio meteorologico del SAR, spiega il fenomeno di ieri.
    (APRITE BENE GLI OCCHI E LEGGETE CON MOLTA ATTENZIONE)

    "Una larga parte della Sardegna sud orientale, da Sarroch all'Ogliastra, si è ritrovata sotto un temporale gigante. Per spiegare meglio, di solito il fronte di una perturbazione meteorologica può arrivare al massimo a dieci chilometri, stavolta erano oltre 100 ed è rimasto nella stessa posizione, spostandosi molto lentamente, per molte ore.
    Da un mese, prosegue Delitala, la Sardegna riceve gli influssi di un anticiclone che ha portato temperature molto elevate [] e una situazione molto stabile e cielo sereno."

    ADESSO SPALANCATE GLI OCCHI!

    Prosegue Delitala:
    "In questa circostanza anche la temperatura dell'acqua del mare è abbastanza alta sempre rispetto alle medie statistiche del mese di ottobre.
    In questa situazione, l'arrivo di una perturbazione con una forte instabilità verticale e con aria più fredda nella parte alta, unita con la forte umidità, ha favorito il rimescolamento dell'aria.

    SE SIETE IN PIEDI, SEDETEVI.

    "L'acqua del mare è evaporata per la temperatura, si è condensata diventando di nuovo liquida e precipitando al suolo con goccioloni molto grandi."

    Ebbene, cari signori lettori, ci è mancato poco che il Dott. Alessandro Delitala ci raccontasse la storiella delle nuvole che vanno a bere nel mare e poi fanno piovere, come nel suo miglior metodo di spiegazione scientifica.

    AVETE CAPITO BENE CHI SONO GLI ESPERTI CHE CHIAMANO PER RILASCIARE DICHIARAZIONI MEDIA?

    Egregio Dott. Delitala, le comunico che stiamo per pubblicare qui (perché evidentemente l'hanno letta in pochi fino ad ora altrove) la sua storiella del dottor Amorstrano che ci spiega che le scie chimiche non esistono e sono solo scie di condensa.

    Non so dove fosse lei in quest'ultimo mese da lei citato. Io ero a Cagliari, Nuoro, Sassari, Alghero, Olbia, Oristano e ho visto, filmato, fotografato e pubblicato qui, lo scempio causato da centinaia e centinaia di voli clandestini (militari NATO) che hanno riversato milioni di tonnellate di sostanze chimiche sulla nostra Isola percorrendo rotte interdette ai voli civili (ma abbiamo fortissimi sospetti che anche l'aviazione civile sia parte attiva dell'operazione mediante additivazione di sostanze chimiche ai carburanti degli aerei commerciali).

    Come mai non sono disponibili le foto AERONET, proprio del 20 ottobre?
    Ma guarda tu che coincidenza, che caso fortuito.
    Mancano proprio quelle dell'area del sud Sardegna.
    Si, e noi abbiamo l'anello al naso e la sveglia al collo.

    Lei continua imperterrito a venderci le sue spiegazioni su fenomeni rari, col piglio del maestro elementare (metodo già visto e stravisto nel modus operandi dei professionisti della disinformazione).

    La storia recente del SAR (col rischio di andare tutti a casa), mi sembra tanto simile a quella dell'Alitalia e lei lo sa molto bene.

    Continui pure a collaborare a nascondere questo scempio.
    Lei conosce la verità come la conosciamo noi.
    Quattro morti sono quattro morti. Potevano essere madri e padri o figli di chiunque.
    Continuate pure a nascondere la sporcizia sotto il tappeto.
    Prima o poi qualcuno quel tappeto lo sposterà.
    Il diavolo fa le pentole...

    RispondiElimina
  17. Infatti, Mike. Hanno la coscienza sporca e nascondono le prove del misfatto. Su tutte le satellitari mancano proprio quelle del 20 e del 21. Che strano...

    Di ritorno dal convegno di Firenze ci occuperemo estesamente anche di questo ennesimo delitto.

    RispondiElimina
  18. Luca Lombroso...

    Già il cognome dice tutto: ombre sulla verità.

    RispondiElimina
  19. Non mancano solo le foto del 20 ma anche tutte le foto AERONET del 21 ottobre, che ritrarrebbero il sud Sardegna, proprio il giorno del nubifragio (manca proprio la pagina del 21).


    Roma Tor Vergata (assente)
    Etna (assente)
    Lampedusa (assente)
    Barcelona (assente)
    Blida (assente)

    Obiettivo militare raggiunto.

    RispondiElimina
  20. il controllo climatico militare ha provocato 4 morti

    adesso vediamo cos'altro combinano

    senza contare la probabile tossicità degi elementi chimici rilasciati in atmosfera

    tutto ciò mi ha fatto riflettere......
    vi ricordate l'alluvione in bangladesh del 2004?

    per non parlare di new orleans...

    insomma, i militari potevano limitare fortemente le piogge, ma non l'hanno fatto....questo nella migliore delle ipotesi

    nella peggiore invece possono essere stati loro stessi a provocare questi nubifragi....

    si stanno preparando per il colpo grosso....
    le guerre ormai si fanno sul clima, e a cagliari c'è stata una prova tecnica

    una cosa è certa: ha funzionato alla grande

    RispondiElimina
  21. Bravissimo Mike, bisogna metterli spalle al muro, soppesare ogni singola parola, perché sono mentitori e vanno sputtanati! La storiella del ciclo dell'acqua di Delitala non convince nessuno!

    RispondiElimina
  22. Non dimenticate che Delitala ha parlato (oggi sui giornali)di un fronte di 100km contro uno "normale" di 10km.
    A qualche ora dalla tragedia tutti i servizi meteo davano al massimo 33 mm di pioggia e oggi spariscono le foto satellitari del 20 e 21.
    Il SAR prevedeva in area 7 (Cagliaritano) 10-20mm di pioggia.
    NE SONO CADUTI 400mm (QUATTROCENTO)!!!!

    Era tutto programmato nei dettagli e i "nostri" meteorologi sono stati complici attivi.

    Io non mollo la presa finché non li inchiodiamo tutti alle loro responsabilità.

    RispondiElimina
  23. @frittomister
    Benvenuto tra i consapevoli.
    Peccato che il Lombroso parlerà di mattina, altrimenti la tentazione sarebbe stata enorme nonostante la distanza.
    Se riesci ad andare prova a fare qualche ripresina video...

    Un saluto e incoraggiamento.
    VibraVito.

    RispondiElimina
  24. Grazie per il benvenuto. Per me è orario di lavoro, quindi non so se riuscirò ad andarci.
    Però ho in mente un'altra idea, se dovesse piovere (ormai ho perso le speranze) mi sto attrezzando per fare un'analisi di quello che viene giù (se sono fortunato ci trovo pure dell'acqua).

    RispondiElimina
  25. Da Repubblica.it:

    "La situazione meteo oggi è leggermente migliorata, anche se il cielo resta coperto e non si escludono altre precipitazioni, che potrebbero però concentrarsi nella fascia sud-orientale."

    Ma quando mai! La situazione meteo è questa!
    Basta con le menzogne!

    RispondiElimina
  26. ciao, bell'articolo. sono dispiaciuto per quanto successo in sardegna, con l'intesificazione recente delle irrorazioni, non potevamo aspettarci nulla di buono in quella regione.per quel che contano,porgo le condoglianze ai familiari,perl'omicidio dei propri cari eseguito da di chi dovrebbe tutelarli. sperando che non sìano morti invano, mi auguro che i familiari vengano a conoscenza delle vere cause di quanto accaduto. Soru sei un bastardo! con la "sindrome di quirra" e le scie chimiche stai uccidendo la popolazione della tua regione.

    RispondiElimina
  27. Ciao. I militari hanno messo a dura prova la resistenza della regione Sardegna e dei suoi abitanti ad esperimenti intensi, considerato che nel giro di pochi giorni si sono scatenati con il test sulla "bolla elettromagnetica" e poi subito un nubifragio.
    Proprio nessuna pietà.

    RispondiElimina
  28. Mi sono convinto che abbiano scelto di proposito come bersaglio privilegiato la Sardegna e la sua gente. Persone molto determinate, orgogliose, combattive e, come si diceva nel tempo andato, a volte tutte d'un pezzo. Trattasi di caratteristiche altamente invise ai promotori del NWO per cui si tratta di fiaccare, da parte di codesti, la forza del carattere di certa gente che non si piega ai dettami della globalizzazione e omogeneizzazione delle masse.

    Ragionamento che può sembrare un tantino sottile ma che invece spiega alla perfezione quanto sta accadendo da molti mesi ormai su quella regione.

    Non bastano quindi solo le considerazioni topografiche per spiegare tale accanimento ma entra in ballo il tipo umano da colpire. E non vorrei per di più che tale regione rientrasse in quelle aree del pianeta destinate al rimboschimento ed inselvatichimento o 'rewildering' ( almeno nelle intenzioni dei pianificatori della Sinarchia), eventi che abbisognano in primis di un processo di 'depopulation'.

    Ad ogni buon conto mi ha colpito la repentinità del fenomeno ciclonico che ha investito quelle località, repentinità che ha richiamato alla mente un fenomeno verificatosi in Veneto nel giugno -se ben ricordo -dell'anno scorso in occasione di un raduno di giovani accorsi ad ascoltare un concerto di musica rock.

    Anche in quell'occasione i presenti non fecero in tempo a capire quanto stava succedendo: un vento fortissimo alzatosi improvvisamente fu in grado di abbattere tralicci metallici come se fossero fuscelli di paglia ed a rovesciare una fiumana di acqua sui malcapitati.

    Appare ovvio in questi episodi l'uso di armi meteorologiche scalari.
    Insomma, per concludere, la Sardegna usata al massimo grado come laboratorio privilegiato, nostrano per gli esperimenti di controllo del clima.

    RispondiElimina
  29. Assodato che ci stanno ammazzando nel vero senso della parola (parla un sardo), non chiedetemi di piangere gli 8 militari dell'aeronautica italiana morti nell'elicottero caduto in Francia.
    Non li conoscevo, non mi rappresentavano, non mi difendevano, anzi, combattevano contro di me, la mia famiglia, i miei figli e facevano parte di un'arma infame pagata anche dai miei concittadini uccisi ieri.

    Ma quel che è peggio è che molti di loro muoiono in malo modo (l'uranio impoverito ne è il più chiaro esempio) convinti, attraverso il lavaggio del cervello che sia un obbligo dare le loro vite per la patria e non capiscono che sono soltanto carne da macello.

    Provo pietà solo per i loro familiari inconsapevoli e incolpevoli.
    Figli che cresceranno senza i genitori ma che da grandi capiranno che forse è stato meglio.

    Potrà sembrare un discorso cinico, che incita all'odio ma in cuor mio posso assicurare che non è così.

    Non posso accettare e non ammetto che chi svolge dei lavori criminali ed infami, continui a farlo pur sapendo perfettamente i danni irreparabili che sta creando.
    Chi non si tira fuori è un codardo e lo sarà davanti alla storia.

    Errare humanum est, perseverare autem diabolicum.

    Ci sono troppe prove, troppe evidenze che indicano l'aeronautica militare come primattore in questo scempio epocale con il quale ci costringono a vivere.

    I continui attacchi contro di noi, la copertura totale dei media, gli scienziati che negano, i meteorologi che sbagliano di proposito previsioni a qualche ora da eventi catastrofici (perché la morte di cittadini inermi è una catastrofe), uragani improvvisi con un fronte di 100 km che sbucano dal nulla (????), siti web che nascono come funghi per infamare persone oneste come Marcianò e tutti gli altri coraggiosi come lui, istituzioni colluse fino al collo, magistratura immobile, minacce, cambi di rotta improvvisi, cancellazione e manipolazione di foto satellitari e potrei continuare per ore a elencare tutte le nefandezze che si compiono per attuare, fiancheggiare, coprire questa operazione scie chimiche su scala mondiale.

    Chi fa del male, il male aspetti.

    RispondiElimina
  30. Ragazzi qui a Roma continuano a fare come cazzo gli pare !!! la gente sembra addormentata...sapete che Vi dico...
    Lottare per questi non mi va proprio...
    Scusate!!!

    RispondiElimina
  31. Ancora mistificazione!

    L'Unione Sarda titola:
    "PIOGGIA ASSASSINA"

    In risalto due interventi al dibattito straordinario in Consiglio Regionale.

    1) Raffaele Farigu.
    "I cittadini non sono stati informati dell'arrivo della forte perturbazione che i meteorologi avevano previsto con 48 ore di anticipo"

    Come potevano essere avvisati?
    E' come chiedere all'assasino di avvisare per tempo la vittima.

    2)Chicco Porcu
    "La drammatica alluvione dimostra che la natura si riprende ciò che l'uomo le ha levato"

    Aspettavo con ansia le menzogne del politico di turno ed eccole qua, proprio da uno stretto collaboratore di Soru.
    Menzogne, On. Porcu, menzogne belle e buone.
    E' stata una tragedia programmata nei minimi dettagli, un uragano provocato artificialmente con una scientifica operazione di irrorazione dei cieli.

    E' solo un paragrafo di una guerra condotta per sfiancare la popolazione.
    Morti, ancora 2 dispersi dopo 48 ore (e non saranno di certo alle Seychelles), danni in agricoltura per 15 milioni di euro (stima provvisoria), case distrutte, attività commerciali perse per sempre, famiglie completamente sul lastrico.
    Si dà la colpa alle strutture che non hanno retto, agli alvei dei fiumi non puliti, a zone dove non era possibile costruire e invece si è fatto lo stesso.
    Ci si dimentica che 400mm d'acqua in un paio d'ore creano catastrofe comunque.
    E' la piovosità media di un anno di precipitazioni nel sud Sardegna.
    Sarebbe successo lo stesso dramma anche se veramente la causa fosse stata naturale e non indotta da menti criminali.

    Il fantoccio Bertolaso che viene a chiudere un recinto quando i buoi sono già scappati rassicurando i Sindaci (??).

    Tranquilli, il progetto scie chimiche va avanti spedito.

    RispondiElimina
  32. mike molti politici putroppo non sanno nulla.....

    invece bertolaso, probabilmente, è al corrente delle operazioni militari

    paolo non dimenticare che in sardegna ci sono molte installazioni nato...

    www.bellasardegna.it/Natura/presenze_militari.htm

    hanno scelto la sardegna per avere tutto a portata di mano

    poi guardate qui:
    www.peacereporter.net/dettaglio_articolo.php?idc=0&idart=12477

    si parla di evitare i radar nemici.....

    bè, il problema è gia stato risolto con gli aeresol in atmosfera...altro che scudo spaziale....

    oscuramento radar, bolle elettromagnetiche, controllo meteo...
    ci credo che i militari vogliono mantenere tutto segreto

    non ci vuole un genio però per capire che stanno giocando col fuoco..

    RispondiElimina
  33. Ne stanno facendo di tutti i colori, scossa di terremoto tra il cuneese e ponente ligure.Tutte sperimantazioni????

    Date un occhiata alle previsioni del metereologo sanremese, in particolare alle previsioni delle piogge torrenziali che hanno colpito la corsica, si fa belle perchè hanno azzeccato quasi alla perfezione i mm di pioggia caduti, chissà come mai.......

    RispondiElimina
  34. ecco cosa ha creato il nubifragio sul cagliaritano mentre una manciata di ore prima i meteorologi colpevolmente non segnalavano il disastro imminente.

    Voglio precisare che in Sardegna abbiamo un Servizio Meteorologico dedicato all'Isola, il S.A.R., pagato con i soldi dei contribuenti.

    Non è possibile che si sia previsto un normale temporale e invece siano caduti in un paio d'ore 400mm d'acqua provenienti da un fronte ciclonico di 100km.
    I casi sono due.
    O il SAR non ha le competenze per fare previsioni anche a brevisima scadenza oppure sapeva e ha coperto.

    In un paese civile, nel primo caso dovrebbero mandarli tutti a casa per manifesta incompetenza.

    Nel secondo sarebbero incriminati per tutta una serie di reati gravissimi e finire in galera.
    Ma siamo in Italia...

    http://photogallery.tiscali.it/notizie/gallery.php?r=&page=1&id=14285

    RispondiElimina
  35. E intanto i meteo delle reti private locali recitano a spartito:

    "in serata aumento della copertura nuovolosa alta"

    loro sì che tornano alla "normalità".

    RispondiElimina
  36. Ciao ragazzi, guardate questo filamto...
    http://tv.repubblica.it/copertina/l-economia-usa-a-picco/25522?video
    si parla della crisi economica...ma!!! osservate al secondo 0:33 ed osservate sopra l'edificio della federal reserve!!!! TATAAAA!!!
    Sono io paranoico??? :-)))
    Ciao!!! Siete grandi! A tutti i Sardi! non MOLLATE MAI!! Saluti.

    RispondiElimina
  37. Guardate qui!!!

    http://mysterium.blogosfere.it/2008/10/una-misteriosa-luce-rosa-nel-cielo-di-londra-ieri-sera.html

    Vanno cercando assurde motivazioni, ma secondo me si tratta di rifrazione dovuta ai metalli pesanti...

    Saluti a tutti!

    RispondiElimina
  38. Ormai la meteorologia è epifenomeno della struttura militare.

    La luce rosata di Londra è probabilmente causata dalle irrorazioni.

    Ciao a tutti!

    RispondiElimina
  39. Dieci giorni di cielo coperto senza che sia piovuta neanche una goccia di acqua. E quando le nuvole si diradano appare un cielo terrificante, strapieno di scie!

    Quella di prosciugare le nuvole è l'unica attività che funziona bene oggi in italia.

    RispondiElimina
  40. Quanti milioni di euro ci costa questa infame e letale operazione?!

    RispondiElimina
  41. Come predetto dal meteo, nel giro di qualche ora il cielo del su Sardegna è diventato una compatta copertura di nubi chimiche e scie...vi ricordo la previsione che ho sentito intorno alle 13:30, riportandola subito qui sul blog:

    "in serata aumento della copertura nuovolosa alta"

    Non mi si dica che non sono collusi: sanno! le previsioni gliele passano i militari e ciò è sufficiente a renderli complici! Come si spiegherebbe, altrimenti, tale enorme precisione rispetto agli orari degli aerosol clandestini e, invece, errori abnormi e da licenziamento in tronco nel caso del nubifragio dell'altro giorno?

    RispondiElimina
  42. Quella delle scie chimiche e della manipolazione elettromagnetica del clima è un'infamia non solamente italiana ma pressochè mondiale.

    Proviamo a pensare ai disastri provocati dall'uragano Kathrina nel 2005. Le foto satellitari parlavano chiaro: il fronte ciclonico era in quell'occasione, come in moltissime altre, controllato a distanza con tecnologia scalare.

    Ma non c'è nulla da fare contro il fenomeno 'scie chimiche' poichè non siamo in grado di scalzarlo nè con le buone nè con le cattive.
    Per farlo cessare si dovrebbe scardinare l'élite preposta all'instaurazione del NWO.

    Fino a quando quest'ultima non avrà consumato tutta l'energia di cui dispone ed assolto il ruolo distruttore che s'è accollata non potremo tornare a rivedere un cielo pulito e purificato.
    Ma non ho idea di quando ciò potrà accadere.

    Intanto l'assoluta mancanza di piogge sta spianando la strada alle coltivazioni OGM che, così stando le cose, faranno la loro comparsa nel 2009.
    Le Multinazionali hanno vinto la loro battaglia, almeno per il momento.

    RispondiElimina
  43. Qui in Toscana ormai sono quattro mesi che non piove. In questi giorni il cielo è coperto e fa caldo.
    L' Arno e gli altri fiumi sono a livello di rigagnoli con gore di acqua stagnante e puzzolente.
    Mai vista una roba del genere.

    RispondiElimina
  44. @charlie
    quella scia chimica sopra l'edificio della federal reserve (la loro casa) è la loro macabra firma, il loro biglietto da visita.

    E pensare che tutti i disinformatori, i meteorologi, i militari italiani credono di poter banchettare al tavolo del NWO.
    Poveracci.
    Creperemo noi ma creparanno anche loro con noi.
    Chiedo solo una cosa al Padreterno, crepare un minuto dopo di loro, solo per vedere la figura di merda che faranno con se stessi e potergli sputare sul cadavere.
    C'è gente ancora convinta di essere al di sopra delle parti.

    RispondiElimina
  45. Fino ad una settimana fa, gli "esperti" ci assicurvano, dicendo che la crisi finanziaria non avrebbe inciso sull'economia reale. Ora affermano che la recessione è prossima, come in Islanda dove i negozi ed i mercati sono mezzo vuoti, ma sia ben chiaro: questa crisi fu decisa, non è la conseguenza di scelte economiche avventate. Lo strumento visibile-invisibile di tale stagnazione è da ricercarsi nelle scie mortifere.

    Come nel gioco degli scacchi, i pedoni saranno presto sacrificati.

    Questo è certo.

    RispondiElimina
  46. Tutto programmato da secoli a tavolino, Zret.
    I pedoni saranno sacrificati e il re e la regina rimarranno soli.
    Non penseranno gli alfieri di restare indenni.

    OT:
    Nel cagliaritano colpito da nubifragio un'ordinanza vieta di utilizzare l'acqua. Esce nera dai rubinetti.

    I disinformatori tutti dicono sempre che avvelenare la popolazione con le scie chimiche è fantascienza, secondo loro sarebbe più semplice ed economico avvelenarci gli acquedotti.
    Sono stati accontentati.

    RispondiElimina
  47. ho terminato di "creare" un cd-rom di informazione, con la versione off line del dossier (con centinaia di link attivi anch'essi utilizzabili off-line ), una ventina di video, due presentazini in power point, interviste audio etc.

    per poterlo realizzare anche voi seguite le istruzioni presenti sul mio sito a questo link

    Ci vorranno forse 5/6 ore (specie se non avete connessione veloce) a scaricare gli 8 archivi, ma poi masterizzando in 24 x potete sfornare un CD informativo in appena 3 minuti.

    Ovviamente lo aggiornerò di tanto in tanto, ma questa credo sia davvero una buona versione

    RispondiElimina
  48. speriamo sia utile, a giudicare dalle copie che ho distributo sembra di sì, il problema è che sono poche le persone che hanno il coraggio di guardare.

    RispondiElimina
  49. ciao,grazie Corrado,finalmente sono riuscito a scaricarli tutti. con le adsl truffa che abbiamo ho avuto dei problemi per scaricare il link n°7, mi è caduta la linea tre volte quando ero arrivato al 99% dello scaricamento. telecom bastardi. ho il 20mb ed a fatica vedo i video le tv di 1800k.

    RispondiElimina
  50. Ho aggiunto il link al dossier per CDROM nel post sulle prove.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis