martedì 28 ottobre 2008

Gli U.S.A. preparano la bomba ad impulsi elettromagnetici

Pubblichiamo un articolo i cui contenuti si possono considerare una conferma di quanto scrivevamo tempo fa, ad esempio, in Segni dei tempi. L'eventualità di sferrare un attacco elettromagnetico contro sistemi non protetti non pare così remota, anche perché i governi potrebbero usare tali dispositivi per accusare il solito "nemico esterno" dell'aggressione perpetrata, invece, dai servizi. Essi cercano sempre pretesti per le loro escalation belliche. Come sempre avviene, i militari attribuiscono ai "cattivi" i misfatti che essi concepiscono e compiono, sicuri dell'impunità, anche qualora venissero scoperti. Infine dubitiamo che l'arma descritta nell'articolo debba ancora essere creata: probabilmente appartiene all'arsenale delle maggiori potenze mondiali e forse è stata già sperimentata.


La bomba che non uccide le persone, ma distrugge irrimediabilmente i componenti elettronici sarà pronta nel 2010.

L'idea di una bomba che emetta impulsi elettromagnetici in grado di distruggere le apparecchiature elettroniche senza danneggiare gli esseri umani, è piuttosto vecchia, ma, finora, non sembrava che sarebbe arrivata in tempi breve: solo l'anno scorso gli Stati Uniti non pensavano che, prima del 2012 (!), sarebbe stato realizzato qualcosa di concreto.

Invece il generale che comanda il Centro di Armamento Aereo degli Stati Uniti ha rivelato che una bomba E.M.P. è già nella fase di "valutazione della tecnologia industriale": già l'anno prossimo potrebbe comparire un prototipo.

Per ora, il metodo più efficace di generare un impulso elettromagnetico distruttivo è un'esplosione nucleare; qualcuno ha suggerito che fare detonare una bomba atomica ad una certa altezza dal suolo potrebbe ottenere l'effetto desiderato senza che il calore colpisca la superficie.

Tuttavia nessuno ha mai preso seriamente in considerazione l'idea di dare il via ad una guerra nucleare in questo modo.

Se ancora, comunque, non si sa quando la bomba E.M.P. diverrà realtà, nello stato del Maryland stanno già correndo ai ripari perché ormai - sostiene Charles Manto, presidente della Instant Access Networks - "Uno stato canaglia o un'organizzazione terroristica possono acquisire facilmente materiale nucleare per costruire un'arma in scala ridotta per soli 20 milioni di dollari".

Ecco perché Manto sta preparando un sistema di schermatura per una rete elettrica di emergenza che la metta al riparo dalle conseguenze elettromagnetiche di un ipotetico attacco nucleare, costruendo anche delle gabbie trasportabili a prova di impulso in alluminio e acciaio.


Leggi qui l'articolo pubblicato da Reikinet.it

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

38 commenti:

  1. un po' OT .... pero' ...

    In questo video ci sono alcune immagini molto esplicite di irrorazione, il video in sè non è un gran che ma quelle immaggini ,... qualcuno le ha già "beccate" in formato jpg?

    invece questo video è notevole perchè si vede un aereo decollare con inclinazione notevole (volo commerciale?) e salire su per 2 minuti (se l'angolo fosse 30° e la velocità 200 km/h vorrebbe dire che è salito per più di 3 km) ... aereo di linea?

    RispondiElimina
  2. Ciao Corrado. Nel primo video si vede un aereo che evidenzia il fenomeno della condensazione dai bordi alari. Non mi pare si sia di fronte ad irrorazione, in quanto non siamo di fronte alla densità tipica degli aerosol indotti da bordo alare. Sorvoliamo poi sull'illusione nella quale molti "orgonisti" cadono vittime, allorquando, osservando scie chimiche di tipo non persistente, sono convinti sia il chambuster a produrre tale effetto. Sorvoliamo, appunto.

    Nel secondo filmato si nota un aereo chimico sorvolare in volo livellato a quota cumuli. L'effetto prospettico inganna l'osservatore e fa apparire il velivolo in rateo di salita. Cosa che non è.

    RispondiElimina
  3. grazie delle info starker, cmq dicevo del primo video mi incuriosivano solo le immagini, quanto al resto ... lasciamo perdere, mi sembra ridicolo appunto immaginare che i chembuster facciano quei miracoli

    RispondiElimina
  4. a proposito del documento del cicap, segnalo questa scia arancione.

    (ho incorporato il video nella versione on line del documento di confutazione del CIACAP)

    RispondiElimina
  5. @ Corrado:
    Infatti il tuo link rimanda a questo articolo.

    Per quanto riguarda l'articolo, in effetti questo tipo di bomba è da un pò di anni che se ne parla.
    Addirittura, prima dell'aggressione in Iraq del 2003, se ne parlò in un'articolo di un quotidiano che ora non ricordo ( Corriere della Sera? ) ed uscì anche un pezzo come ultim'ora del televideo.
    Questo lo ricordo bene perchè inviai una e-mail a Tom Bosco dato che in un suo intervento sul sito, menzionò questa bomba.

    RispondiElimina
  6. io pensavo fosse già operativa la bomba a impulsi elettromagnetici

    RispondiElimina
  7. Infatti. In Sardegna ci si sono divertiti per oltre 10 giorni.

    RispondiElimina
  8. qualcuno mi spiega cosa sono quelle specie di tagli su queste immagini?

    http://www.flashearth.com/

    RispondiElimina
  9. ecco il link corretto per il video della scia arancione in USA - Idaho 2007

    RispondiElimina
  10. Ciao Corrado. Al tramonto ed all'alba, le scie chimiche che di vapor d'acqua non sono, assumono quella particolare colorazione. Ciò evidenzia la presenza di metalli come, ad esempio, il trimetilalluminio ed il rame.

    RispondiElimina
  11. Gennaro, se non indichi le coordinate, non si sa quale mappa osservare. intanto sulla Liguria e sulla Francia del sud è un macello.

    RispondiElimina
  12. Citazione: Sorvoliamo poi sull'illusione nella quale molti "orgonisti" cadono vittime, allorquando, osservando scie chimiche di tipo non persistente, sono convinti sia il chambuster a produrre tale effetto.

    lo credevano solo inizialmente poi per fortuna anche loro si sono resi conto che si trattava di un nuovo tipo di scia

    straker dopo l'esperimento della foglia sul tb non ti sei interessato più ai dispositivi orgonici ( orgonite, cleanergy, piastre viola di tesla etc. )?

    RispondiElimina
  13. segnalo il piano segreto dell'europa unita per introdurre gli ogm, di cui abbiamo avuto un assaggio con Veronesi alla TV

    ed il piano di fluorizzazione delle acque potabili in Gran Bretagna per "debellare (ahinoi!) il problema della carie"

    Nell'ultimo articolo si dimostra come le capacità intellettive dei bimbi siano fortemente diminuiti negli ultimi 15 anni (lo sapevo già lavorando nella scuola ...), anche se non si spiega come questo sia dovuto molto all'alimentazione inadeguata, piena di glutammato, aspartame, pesitici, carente di alimenti freschi, minerali e vitamine

    Fa tutto parte del piano, come le scie

    RispondiElimina
  14. intendevo questo:

    se apri il link http://www.flashearth.com/ si vede l'intero pianeta e si può zoommare sull'area di interesse, però in moltissime zone ci sono delle specie di tagli o immagini sovrapposte che non combaciano... quindi la domanda sorge spontanea...

    RispondiElimina
  15. Daniel, preferisco restare con i piedi per terra. C'è chi può occuparsene meglio di noi.

    RispondiElimina
  16. Certo Gennaro, le scansioni vengono fatte al passaggio del satellite con lo stesso metodo (per farti capire) che si può usare per tagliare la buccia di un'arancia (a strisce). Ogni passaggio è una scansione e queste vengono poi assemblate mostrando una cucitura evidente tra le stesse. Mi pare che sia una cosa più che normale.

    RispondiElimina
  17. ah ok... io pensavo che fossero immagini appositamente taroccate... ormai vedo complotti dappertutto :)

    segnalo che stasera su voyager parlano di Tesla...

    ciao a tutti

    RispondiElimina
  18. In alcuni casi (vedi 20 e 21 c.m.) non mostrano mappe scomode. Questo è risaputo.

    RispondiElimina
  19. ciao,l'esperimento di caronìa evidentemente li ha soddisfatti,distrugge i cp,ma non fa male alle persone, che buoni che sono... chissà dove la useranno in futuro. che non faccia male poi è la solita propaganda.
    vedremo stasera voyager cosa dirà sulle scoperte di tesla.

    RispondiElimina
  20. a proposito di Tesla, terremoti, HAARP, nessuno sa niente di Phil Schnieder, resumibilmente "suicidato" da nostri amici per avere affermato che il terremoto di san franncisco del 1989 fu artificiale eper avere denunciato e preannunziato le manovre repressive del governo USA?

    ho scoperto questa faccendo guardando questo video

    RispondiElimina
  21. Salve ragazzi!!
    Qui a Roma stanno preparando un altro nubifragio con i fiocchi i bastardi!!!!

    domani c'è lo sciopero nazionale in Italia con possibili tumulti...sarà un caso o domani le previsioni dicono che pioverà a scatafascio??? MAh!!!
    Saluti!

    RispondiElimina
  22. Piove sui manifestanti. Portarsi ombrelli ed impermeabili.

    RispondiElimina
  23. Corrado, ti riporto un estratto da un articolo che pubblicammo su Schneider.

    Ciao

    Phil Schneider nacque il 23 aprile del 1947 a Bethesda. I genitori furono Oscar e Sally Schneider. Oscar Schneider fu Capitano della Marina statunitense, lavorò nell'ambito della medicina nucleare e contribuì a progettare i primi sottomarini atomici. Schneider fu anche coinvolto nel Progetto crossroads relativo ai tests nucleari a Bikini, isola del Pacifico. In una conferenza risalente al maggio 1995, Philip Schneider dichiarò che suo padre fu anche coinvolto nel misterioso Philadelphia experiment.

    Come ingegnere e geologo, Philip collaborò alla costruzione di basi militari sotterranee in tutti gli Stati Uniti e fu uno dei tre sopravvissuti all'incidente di Dulce nel 1979, quando i Grigi ebbero uno scontro con terrestri. La vedova di Schneider, Cynthia Drayer crede che Philip sia stato ucciso poiché egli rivelò la verità circa il nesso tra governo ed U.F.O.

    Nel 1979 Philip fu assunto dalla Morrison-Knudsen Inc. Partecipò così alla costruzione di nuovi settori della struttura ipogea di Dulce, nel New Mexico dove diresse i lavori che portarono all'apertura di nuove gallerie. Egli era preposto all’esame di campioni di roccia per stabilire quali esplosivi si dovessero impiegare.

    Schneider fu ritrovato esanime in casa sua il 17 gennaio 1996: era stato strangolato col catetere che era costretto ad usare. Questo omicidio sembra un'esecuzione militare in piena regola. Qualunque cosa pensiamo delle sue rivelazioni, non si può dubitare che egli attrasse l'attenzione dell'F.B.I. e della C.I.A. Stando alla vedova, agenti segreti setacciarono l’abitazione, dopo la morte del marito e sequestrarono molte delle fotografie di famiglia.

    Circa le installazioni militari sotterranee, così Schneider si espresse in una conferenza:

    "La prima parte di questo discorso riguarderà le basi militari sotterranee ed il Bilancio nero (Black budget). Il Black budget è un bilancio segreto che ingloba il 25% del prodotto interno lordo degli Stati Uniti. Esso attualmente fagocita 1.25 trilioni di dollari all'anno. Questa è la somma minima che viene investita nei programmi oscuri, come quelli che concernono le basi sotterranee militari. Attualmente esistono 129 basi sotterranee militari negli Stati Uniti.

    Le realizzano incessantemente, giorno e notte, sin dai primi anni '40 del XX secolo. Alcune sono state scavate anche prima. Queste basi sono in pratica delle grandi città collegate attraverso treni ad alta velocità magneto-leviton, che arrivano a velocità Mach 2. (...) Qui attorno, dove vivete voi, in Idaho, ce ne sono 11.

    La profondità media di queste basi è di circa un miglio e sono tutte di dimensioni comprese tra le 2.66 e le 4.25 miglia cubiche. I militari possiedono macchinari per la trivellazione laser con cui possono scavare un tunnel di sette miglia in un solo giorno. Proprio in questo esatto momento, il Nuovo ordine mondiale dipende da queste basi".

    RispondiElimina
  24. ero arrivate a queste informazioni da solo ma grazie lo stesso zret, schneider ha detto anche un po' di fesserie (ad esempio sull'AIDS, ma non cose di sua perinenza) mentre potrebbe essere molto attendibile sulle basi sotterranee (e sui grigi ... chissà?)

    di certo se l'hanno ucciso ha detto cose che "non doveva"

    RispondiElimina
  25. penso che "annunciare" la fattibilità a livello industriale di un ordigno EMP per il 2010 significhi solo che già esiste e da parecchio tempo e tale annuncio prepara solo all'idea. La necessità di schermare le apparecchiature elettroniche dagli effetti EMP è già nota da decenni e non solo ai militari... ricordo il famoso e temuto mig 25 "foxbat" che venne smontato minuziosamente per scoprire che aveva una avionica a valvole. In tempi di guerra fredda i russi ben sapevano che un botto nucleare avrebbe fatto polpette di transistor e IC e allora invece di complicarsi la vita con complesse schermature andarono sul sicuro con le valvole termoioniche notoriamente assai più resistenti a eventuali EMP...e qualcuno prese in giro i russi per quella anticaglia di avionica. Comunque tornando al discorso di partenza, non posso che giungere a considerazioni veramente serie sulle conseguenze di esplosioni di ordigni EMP e il perchè è presto detto. Ora che le nostre vite sono molto dipendenti dai sistemi digitali i quali permettono di accedere alle informazioni saremmo in situazioni problematiche qualora non avessimo più la grande disponibilità di sistemi di tal genere; il problema più grosso però è altrove. Dove sono e come sono le "informazioni" attualmente? Documenti, atti, denaro, certificati, libri, fotografie, musica, film e tanta altra roba che costituisce in pratica la memoria collettiva e lo scibile umano nonchè l'identità e le proprietà di quasi tutti gli uomini del pianeta, sono delicati stati di polarizzazione magnetica registrati su ancor più delicati supporti magnetici quali nastri e hard disk. Adesso poi si migra verso i SSD (solid state disk) che risulterebbero ancora più sensibili ai nefasti effetti EMP.
    Non posso non ravvisare in questa minaccia la golosa opportunità per qualcuno di cancellare decenni di archivi e identità, per cancellare la memoria di popolazioni intere, per distruggere la memoria storica in modo definitivo. Una serie di esplosioni EMP nei posti giusti equivale ai roghi di libri messi all'indice, significa distruggere le identità e avere le persone vive per usarle....uhmm, tutto questo è già successo. Il rovescio della medaglia della pervasiva digitalizzazione di ogni cosa per smaterializzarle è proprio questo.

    RispondiElimina
  26. Ben detto The klutz. Il quadro che hai dipinto è perfetto. In sardegna, nelloperazione congiunta "Imperia hammer" hanno lavorato proprio su queste nuove armi e non sono stati casuale né il sisma di quei giorni né l'aalluvione del 22 ottobre. Intorno alle armi EMP c'è tutta la sperimentazione sulle armi elettromagnetiche e sulle energie scalari.

    RispondiElimina
  27. The Klutz, il quadro da te dipinto evoca Fahreneit 451. E' preferibile affidarsi al cartaceo, anche se essi potrebbero avere intenzione di distruggere la cultura e la memoria storica, ricorrendo pure a tradizionali roghi.

    Ciao

    RispondiElimina
  28. scusate l'OT..

    nubifragio su Roma e forte maltempo un po' su tutta l'Italia (dopo mesi di siccità).

    guarda caso in questi giorni si va in piazza contro il governo.

    tornando a quanto detto da the klutz, qualcuno di voi sa in in che modo si potrebbero schermare le apparecchiature elettroniche da un eventuale impulso elettromagnetico?

    RispondiElimina
  29. http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/cronaca/maltempo/nubifragio-roma/nubifragio-roma.html

    ecco lo schifo...!!! Bastardi!!!

    Cmq per i supporti distrutti da questa probabile "Bomba"... come possiamo fare a proteggerli?

    RispondiElimina
  30. Esistono alcuni materiali abili a schermare le apparecchiature elettroniche da onde elettromagnetiche. Ovviamente, per efficienza, il primo è il piombo. Segue l'alluminio e quindi il sughero.

    RispondiElimina
  31. In un certo qual modo, avevo scritto qualcosa di correlabile a questo post qui (non è un post tecncio ma una semplicissima disquisizione teorica).
    Vi riporto il link: http://ora-basta.myblog.it/archive/2008/06/06/bomba-h-elettromagnetismo-e-terremoti.html
    Il titolo del post è: Bomba H, elettromagnetismo e terremoti.

    RispondiElimina
  32. Quando l'operazione scie chimiche ha una pausa (come oggi qui a Cagliari), la natura fa il suo corso e quando le condizioni ci sono, piove.
    Monitorizzo il cielo di continuo e c'è un'alternanza di cielo bello azzurro con nuvole nere.
    Nelle porzioni azzurre non v'è traccia di scie di alcun genere né di aerei.
    Le rotte comunemente battute dai tankers (e che i disinformatori chiamano traffico civile anche se fuori rotte civili come da carta enav) sono completamente libere.
    Il golfo di CA, costantemente segnato dalle geometrie chimiche, è sgombro completamente. E piove.

    La tecnica Owning the Weather 2025 funziona alla perfezione...altro che sperimentazione e altro che 2025.
    E' da 60 anni che sperimentano e hanno raggiunto livelli di precisione scientifica.

    Sul fatto che stia piovendo in modo naturale ho comunque più di un dubbio, visto che oggi ogni nuvola che passa piscia!
    Sarà solo acqua piovana?
    E non è normale per il clima che conosciamo qui, anche a detta degli anziani.

    RispondiElimina
  33. Il SUGHERO e un validissimo schermo dalle onde elettromagnetiche provenienti dalle strutture metalliche presenti nelle costruzioni, (gabbia di Faraday), è naturalmente traspirante e permeabile al vapore, non subisce variazioni dimensionali ed è inattaccabile dalla maggior parte degli agenti acidi, compresi gli acidi gastrici, e cio lo rende indigeribile a insetti, roditori e volatili.

    RispondiElimina
  34. Aggiornamento delle ore 16.

    Dopo il post mio delle 14,02, il cielo alternava blu a nuvole imbrifere.
    Alle 16,00 sento un rombo, alzo lo sguardo e vedo un caccia militare diretto a sud, appena sotto i cumuli e in rotta non civile.
    Dopo 10 secondi scorgo nei buchi tra le nuvole un tanker bianco, bimotore (stessa identica rotta ma quota leggermente più alta, sui 2000 metri) che rilasciava due chemtrails non persistenti.
    dopo altri 30 secondi, altro caccia uguale, alla stessa rotta e quota del primo.
    Scortavano il tanker??

    Non smettono neppure dopo il disastro che hanno creato il 22 ottobre u.s.

    Giusto per la cronaca.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis