lunedì 27 ottobre 2008

Resoconto sulla conferenza di Scarperia (Fi) - di Eshin

Pubblichiamo un resoconto del convegno sulle scie chimiche svoltosi a Scarperia (FI). Cogliamo l'occasione per ringraziare sia la gentilissima Eshin, che ha scritto il testo sia la cortese Donatella Campai, organizzatrice dell'evento, l'Associazione culturale Arzach nonché Giuseppe Barone e Sabrina Sganga della redazione di CONTRORADIO, emittente toscana che ha dato ampio spazio all'evento anche con una breve intervista a Rosario Marcianò. La nostra gratitudine e stima vanno anche a tutti coloro che si sono adoperati per la conferenza, agli amici della Rete che abbiamo conosciuto de visu e tutto il pubblico intervenuto.

E' andata bene. Si potrebbe riassumere così. Non ci sono da riferire spiacevoli interventi di chi che avrebbe voluto screditare il lavoro di un ricercatore, Rosario Marcianò (in realtà i ricercatori sono tanti, per nostra fortuna - n.d.r.), che non tiene conto delle ore e degli impegni di ogni genere nelle sue attività di informazione.

Quindi va bene così?

Ci siamo stati e siamo venuti anche da lontano: da Pisa, Arezzo, Ravenna e Nonsodove. Abbiamo ascoltato le due ore e mezzo di spiegazioni e filmati. C’è chi è dovuto andare via prima e c’è chi ha resistito fino alla fine, oltre all’una di notte.

L’Associazione Arzach di Firenze aveva organizzato lo spazio dell’incontro in quel cinema-teatro fuori mano in un bel borgo toscano alle porte delle città. Infatti in città c’ è cappa, non ci si muove: spiega l’organizzatore alla mia domanda sul motivo per cui non è stato possibile organizzare l'evento in una sede fiorentina. E' pur sempre un inizio. Lo spazio stesso era accogliente e lo erano gli organizzatori della serata. Non guasta per una serata da passare intorno ad argomenti scomodi avere sedie foderate. Noi seduti; Rosario in piedi. Ci sto pensando ora.

Ero giunta in anticipo ed ho visto arrivare gli altri piano piano, come le gocce dal cielo dopo mesi di piogge annunciate, ma mai cadute…

Ieri pioveva un po’. Le facce non mi davano l’impressione di persone venute per curiosare, ma avevano un'aura di chi già ha qualche idea del problema. Sono anni che mi occupo della questione "scie chimiche", ma, nella mia quotidianità, sono rimasta sola con i miei sguardi frequentemente rivolti verso il cielo.

Mi muovo in Rete, ma trovarsi insieme con altri è diverso. Sapere di incontrare Rosario che da parte mia è bombardato da tempo (e non solo lui) con proposte, domande, commenti, trovando una sua instancabile disponibilità di ascolto e vicinanza mi ha fatto compiere il mio viaggio con grande gioia. Vedere altri, sentire le loro conferme, riconoscere percorsi simili di persone che hanno faticato nel riconoscere una tale realtà, nonostante la sua nuda e cruda evidenza, diventa frequenza che unisce. La solitudine è un fattore comune.

Non credere o credere ad eventi legati ad uno studio di testi, pensieri, materiali che comunque altri mettono a disposizione è un conto. Qui tutti partono da un’esperienza diretta, da una visione immediata ed è un’esperienza che ormai, giorno dopo giorno, trova conferme ed "incentivi" proposti da entità ignote. E' uno scenario cupo.

Tutti vediamo, ma ci dicono che non esiste quello che vediamo. Quindi non vediamo più. Siamo pazzi. Confondiamo foschie e nubi innocue con fantasie malsane nostre. Dicono. Ecco c’è, invece, chi insiste a non crederci, disposto a passare una serata ascoltando storie-horror. Dopo tre ore torna a casa con maggiore certezze di avere intorno a sé un una specie di corpo eterico aggiuntivo malsano che si infiltra nel corpo proprio. Respira forse con maggiore consapevolezza un’aria "arricchita" di quello che sapeva immaginare. Apre l’ombrello, anche se piove poco.

Rosario sa nomi, mostra dati ed invita a verificare di persona.

Ho riconosciuto i miei cieli proiettati sullo schermo. Non avendo la linea veloce, mi accontento in genere dello spettacolo dal vivo, senza ricorrere ai filmati YouTube per nutrire la mia fantasia. Ho un posto in prima fila con un raggio di 150 chilometri di panorama e in surplus la mia casa sotto una via crucis di traffico aereo. Adesso lo so, lo vedo. Rosario ha potuto espandersi in lungo e largo, ha potuto esporre gli aspetti più importanti, creando una griglia di filoni che si intrecciano su questo argomento. Il pubblico era attento e concentrato e le espressioni, con l’andare del tempo, in parte senz’altro non apparivano tra le più serene. Tanti, invece, sembravano ‘preparati’.

Una domanda iniziale al pubblico faceva capire che qualcuno ancora NON si riteneva informato. Mi giravo, di tanto in tanto, curiosa di questi volti e mi chiedevo che cosa passasse per la testa delle persone. Ho avuto la possibilità di maturare i miei passi con le angosce crescenti e di rallentare le indagini per riprendere quando ero pronta. Settimane e mesi di osservazione e ricerche in Internet mi hanno dispiegata una giungla di domande. Quelli che si erano posti i primi quesisti ed erano venuti a sentire la conferenza erano lì? Non so che cosa abbiano pensato. La densità del materiale presentato sarà stata per qualcuno un pugno nello stomaco. Ma mi dico che ognuno ha i suoi tempi e modi di affrontare e per digerire. Non mi devo preoccupare di questo, ma delle ragnatele in cielo e di quello che si può fare.

Che cosa possiamo fare è stata la domanda conclusiva della serata. Che senso ha un impegno contro un potere così vasto? Che senso ha? Che cosa si può fare allora?

‘Siamo qui per manifestarci. Manifestare noi stessi. Il senso sta in questo: siamo qui per manifestare noi stessi ed elevare la nostre coscienze’.

Sono le due di notte ed il padrone di casa fa fatica a mandare gli ultimi rimasti fuori dal cinema. C’era dolcezza in aria e luce, nonostante tutte le scie che avevano invaso lo schermo.

Grazie a tutti!

Eshin



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

42 commenti:

  1. :D faccio i complimenti a Eshin che oltre a fare un resoconto è riuscita a sottolineare l'impegno dei Marcianò, ma ancor di più l'aura che stà attorno alle persone che iniziano ad apprendere la verità.
    Grazie a Voi!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo resoconto! Non poteva essere esposto meglio.
    Ha fatto trovare anche me in quel cinema!
    Grazie Eshin e grazie Rosario (che ringrazio quasi quotidianamente e che fra un po' mi manderà a quel paese).

    RispondiElimina
  3. E' una relazione sui generis quella di Eshin. Scavando nell'assurdo e nell'orrore, ha fatto zampillare una polla sorgiva.

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  4. Un resoconto "visto da fuori" era l'ideale.

    Per quanto mi riguarda mi spiace constatare che i disinformatori fanno bla bla bla sul Web, allargando il piumaggio da pavoni, ma poi non si sono visti in conferenza. peccato, mi sarebbe piaciuto guardare in faccia la peste.

    RispondiElimina
  5. non ti ho menzionato, Zret, e ti chiedo venia.

    Rosario, penso che molti di quegli appestati abbiano deciso di restare nelle tenebre perché hanno capito che la verità oramai è troppo vicina.
    Credo che stiamo assistendo ad un defilarsi già peraltro previsto.

    In ogni caso credo che per loro sia troppo tardi.
    Si sono comportati da infami e sappiamo chi sono e i loro nomi verranno esposti al pubblico ludibrio.
    Non penseranno di farla franca proprio ora?

    RispondiElimina
  6. La disinformazione è più comodo farla da casa, straker, almeno non rischi che la gente ti rida in faccia!

    E poi se il nostro è definibile "attivismo" allora il loro è definibile "disattivismo", cioè una non-azione che viene meglio compiuta rimanendo comodi, invece che farsi 650km one-night per tornare a casa...
    ...sapendo però che ne è valsa la pena! :-)

    a presto

    V

    RispondiElimina
  7. Volevo fare un ringraziamento particolare ad Eshin: la sua testimonianza è un vero invito a partecipare a queste manifestazioni di persone consapevoli, ne parlo anche per esperienza diretta.

    @Straker
    a proposito di conferenze ... vogliamo anticipare i dettagli della prossima manifestazione? Così chi può si prepara per tempo...

    Un saluto e incoraggiamento.
    VibraVito.

    RispondiElimina
  8. @Straker
    A proposito di Controradio, sai se metteranno a disposizione il podcast della tua intervista?

    RispondiElimina
  9. FIERA delle VERITA'
    XVI EDIZIONE

    16 novembre 2008 dalle 14.00 - Verona - presso CONGRESS CENTRE dell' HOLIDAY INN
    VIALE DEL LAVORO 37/35
    SAN MARTINO BUON ALBERGO, 37036, VERONA

    SCIE CHIMICHE, HAARP E PATOLOGIE CORRELATE

    RispondiElimina
  10. Ciao Vibravito, non credo, ma in ogni caso non è rilevante, in quanto l'intervista è stata una pillola di pochi minuti. Serviva solo come risposta all'"esperto" del CNR (guarda caso, sempre loro) che diceva di stare tranquilli e che si tratta solo di vapore acqueo.

    0__0

    RispondiElimina
  11. Giorni fa, parlando della siccità oramai tragica che ci attanaglia, avevo consequenzialmente tirato in ballo le colture ogm.
    Guarda caso negli ultimi due-tre giorni i media hanno effettivamente menzionato i pomodori 'alla Veronesi'.
    Sono stato buon...anzi cattivo profeta.

    Cominciano evidentemente a preparare il terreno, a fare in modo che coltivatori e consumatori si predispongano ai nuovi ortaggi 'migliorati'.

    Ce la faranno sicuramente: le scie chimiche hanno spianato loro la strada. Addio pomodori al naturale ( ma se sperano di farmi mangiare le loro porcherie, si sbagliano di grosso).

    RispondiElimina
  12. Gli italiani non sono stupidi come Veronesi e company pensano. Non avranno vita facile.

    RispondiElimina
  13. I sindaci di alcune località del cagliaritano hanno ricevuto un fax di allerta meteo dalla protezione (in)civile.

    Me l'aspettavo.
    Cercano di chiudere il cancello quando i buoi sono già scappati.
    E Delitala del SAR (e tutti i dirigenti) continua a essere al suo posto invece di fare la cosa per la quale almeno la sua coscienza gli direbbe grazie: DIMETTERSI.

    La procura della repubblica, pare che stia conducendo un'indagine contro ignoti per dare giustizia alle famiglie distrutte dalla morte dei loro 4 cari.

    Un'ennesima farsa italiana.
    Noi abbiamo fondati dubbi per dire che l'indagine deve essere fatta sull'aeronautica militare italiana e sui servizi meteo che hanno deliberatamente nascosto l'alluvione e abbiamo raccolto alcuni indizi per noi pesantissimi.

    Chi vivrà vedrà.

    RispondiElimina
  14. Due appunti che potrebbero essere utili, anche se ormai di dati ne abbiamo fin troppi

    Come dice il meteorologo Guido Guidi intervenendo alla rai (vedi video la statistica gioca contro le contrail Se questa umidità è in aumento, se è molto consistente il contributo di umidità, le scie tendono a divenire sempre più larghe e noi usiamo dire che tendono a persistenti e quindi anche a dare luogo a nuvolosità

    Se ciò fosse vero ci sarebbero giornate (e nottate) in cui, vedendosi sempre scie persistenti, ci dovrebbe essere un’umidità in continuo aumento; peccato che l’umidità non può essere in continuo aumento dal momento che quando si arriva al punto di saturazione l’umidità non aumenta più, ed un eventuale carico di acqua che si aggiunga all’ambiente sotto forma iniziale di vapore condensa immediatamente portandosi allo stato liquido, l’umidità insomma non può aumentare oltre il 100%, e quindi il signore di cui sopra, nel tentativo patetico di difendere l’indifendibile, ci ha regalato una notevole contraddizione logica

    Secondo, molti aerei rilasciano scie chimiche salendo secondo angoli impossibili, (angolazioni alzandosi secondo traiettorie con circa il 30% di inclinazione); vorrei proprio vedere un aereo civile che faccia altrettanto; sembra un metodo per spargere meglio le loro porcherie, dal moment che i velivoli devono pur mantenere una velocità minima, e siccome con un volo inclinato si possono irrorare molti più composti per metro quadro di superficie ….

    Qualcuno ha riprese video o foto di questi eventi? (anche se poi i soliti diranno che dipende dall'angolazione ...)

    RispondiElimina
  15. Esatto, Corrado, ma Guido Guidi fa il suo mestiere: decidere sul tempo e non può certo ammetterlo.

    Per rispondere a Mike, posso solo osservare che lo scopo degli artefici del piano è sempre quello di terrorizzare, disorientare, portare alla disperazione. Ci sono sempre riusciti e se i magistrati non fossero collusi (altrimenti sono imbecilli) capirebbero che anche un bambino, osservando semplicemente una satellitare, avrebbe compreso quello che stava di lì a poco, per accadere. Appare strano che gli "esperti" non siano stati in grado di prevedere un simile eclatante fenomeno.

    Il fatto poi che le sat del 2o e del 21 non siano visionabili getta un'ombra cupa sul "lavoro" dei militari e dei servizi meteo ad essi ombelicarmente legati.

    Ma siamo in Italia e nessuno pagherà.

    RispondiElimina
  16. C'eravamo anche mia moglie ed io a Scarperia, fino all'ultimo ci sembrava di non riuscire a venire via, di staccarci dal calore e dalla forza di quanti condividono questa autentica tragedia. Siamo arrivati in albergo a Firenze alle 3, ma quanta forza e speranza nuove nei nostri cuori.
    Grazie, grazie a tutti per non farci sentire soli.
    Grazie a Rosario per la dedizione.
    Resta solo la domanda ora: "che fare?" Noi abbiamo capito che possiamo fare molto, innanzitutto pregare visto che siamo cristiani evangelici.
    Abbiamo deciso che l'indignazione non basta e vogliamo anche darci da fare concretamente. Per ora stiamo raccogliendo le idee.

    Ce la faremo, ragazzi. Dobbiamo crederci!

    RispondiElimina
  17. Gli 'esperti' non sono stati in grado di prevedere l'alluvione nel cagliaritano in quanto si è trattato di un esperimento volto a creare un fronte ciclonico per il tramite di armi scalari.
    Chiaramente, se non ce lo hanno fatto vedere è perchè avremmo adesso in mano lo'smoking gun', come dicono gli anglosassoni.

    Quella è dunque stata la sequela ovvero il coronamento delle manovre militari di pochi giorni prima.

    L'ultima precipitazione piovosa dalle mie parti risale al 13 settembre: vi fu allora un discreto - ma non di certo grandioso -acquazzone. Da allora più niente.

    Ieri sentivo le lamentele di un vivaista di piante da giardino disperato poichè costretto ad irrigare giorno dopo giorno le sue coltivazioni.

    Quelli del meteo che annunciano di tanto in tanto la pioggia dovrebbero allora essee licenziati per incapacità manifesta.

    RispondiElimina
  18. qui a Roma una timida pioggia,sono devirsi giorni che grazie a Dio non vedo tankers..strano,Domenica e' stata una giornata incantevole..
    ragazzi non sbalorditevi di cio' che accade da noi,molti sono agenti incosapevoli del sistema,che fa' leva sulla paura per manipolare le persone.come dico sempre e' che a volte siamo presi dalle "stronzate" della viat moderna:oddio il parcheggio,l'ici
    la crisi,il mutuo..insomma il mondo che ci siamo modellati ..
    ciao
    Sandro

    RispondiElimina
  19. "Ma siamo in Italia e nessuno pagherà."

    Probabilmente nessuno pagherà davanti alla giustizia marcia fino all'osso.
    Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi e sono convinto che pagheranno comunque.
    Non gli può andare bene in eterno.

    E poi, la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo.

    Cazzate ne fanno, anche macroscopiche (falso fuel dumping, sparizione di mappe, mistificazione delle previsioni meteo, contratto alitalia, continui aerei fuori rotta ovunque).

    Per assurdo mi fanno più schifo gli italiani che palesemente prendono ed eseguono ordini sovranazionali.
    I leccaculo che fanno gli amici dei potenti hanno sempre fatto una brutta fine.
    Questa merda di aeronautica italiana che non comanda neppure in casa propria.
    E' proprio l'apoteosi dell'oblio.

    L'unica cosa che devono fare è affannarsi a dire bugie e coprire.
    Non può continuare così per sempre.

    Qualcosa di storto gli deve pur andare prima o poi...se non altro in termini di salute.

    RispondiElimina
  20. Condivido gli stati d'animo che la vista dei disastri quotidiani provoca, espressi nel grazioso resoconto di Eshin (non potrebbe essere altrimenti).
    In effetti abbiamo poche "armi" per combattere questa guerra, tutt'altro che alla pari.
    Però l'incazzatura rimane molto alta e personalmente continuerò ad avversare tutto ciò (comprese le menzogne dei militari, dei meteorologi, dei giornalisti strapagati del sistema, dei disinformatori) in ogni forma possibile, soprattutto con la diffusione a chi si incontra (che abbia o meno la volontà di rendersi conto).
    Grazie per il lavoro che avete svolto.
    Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
  21. Spero sempre che tutti quelli che vengono a sapere di questa faccenda mostruosa si spaventino a dovere, è l'unico modo.

    RispondiElimina
  22. Bella testimonianza e pure scritta molto bene!

    Ps oggi a Cagliari era prevista pioggia. Secondo voi sta piovendo? Neanche una goccia.

    RispondiElimina
  23. Grazie davvero....
    E' stata una bellissima serata!

    RispondiElimina
  24. Ah... psycat, c'eri anche tu? Che bello. :-)

    RispondiElimina
  25. il Podcast di "Lezioni Di Stile"
    su Controradio:
    http://www.controradiolive.info/
    podcastgen/?p=episode&name
    =2008-10-23_lds2310084.mp3

    RispondiElimina
  26. Ciao, grazie per link. :-) L'ho aggiunto all'interno del post.

    RispondiElimina
  27. @Zret-Straker
    Incredibile ... google mi ha brasato l'ultimo post del mio blog, quello dove segnalavo tutte le situazioni in cui si è parlato di scie chimiche. Questo dopo 8 giorni che è stato perfettamente visibile.
    LINK NON PIU' FUNZIONALE
    Bastardi... fanno i dispettosi...

    Comunque Straker almeno il tuo post analogo è ancora integro.

    RispondiElimina
  28. Hai detto giusto, Paso. Posso solo dire che ho provato un immenso piacere nell'incontrare tutti voi che ci fornite l'ossigeno indispensabile per proseguire, con la Vostra presenza, sia sul Web sia, come verificatosi anche a Scarperia, con la Vostra presenza fisica e con la tangibile energia ed umanità che elargite a piene mani. Mi rammarico solo di non aver potuto dedicare a tanti di voi un po' del mio tempo.

    Intanto si verificano ancora gli attacchi che già a suo tempo aveva subìto Maurizio Decollanz. Curioso è il metodo omologato con il quale i disinformatori agiscono ed è inquietante l'ennesima conferma sulla loro provenienza (sono quasi tutti geologi). Dopo Mario Tozzi, Michele Galloni e Pierluigi Anasparri (rioseba aka gg) ecco che fa la sua comparsa un altro geologo, il quale ha espresso il suo disappunto per la mia partecipazione ad una breve intervista su .... e, con l'occasione, pur affermando di non essere ben ferrato sull'argomento, ha saputo elencare TUTTI i link nei quali Paolo Attivissimo e gli altri disinformatori hanno in questi mesi insultato l'intelligenza umana ed abusato della nostra pazienza.

    Questo geologo è uno pagato da noi. Prende soldi dello Stato ed arrotonda gettando fango.

    Un altro nome da aggiungere alla lista e da tenere a mente allorquando si chiederà il conto.

    Intanto noi andiamo avanti, nonostante i loro maldestri metodi similGestapo.

    RispondiElimina
  29. Ciao Vibravito. Non mi esprimo su Google, altrimenti...

    RispondiElimina
  30. Vibravito, piuttosto io penso che il fattaccio sia da imputare ad altri. Qualcuno ha avuto accesso al tuo pannello di admin. Ti consiglio di sostituire i dati di login.

    RispondiElimina
  31. Certi individui sono spavaldi solo se nascosti nell'anonimato, ma, non appena vengono smascherati, subito minacciano querele. Querele? E per cosa? Per aver dimostrato che siete gente simbiotica al sistema e parassiti della società? Ma guardatevi allo specchio ed una buona volta tacete!

    A buon intenditore, poche parole.

    RispondiElimina
  32. @Straker-Zret

    Ho prontamente reinserito il mio post. Solo che c'è un piccolo inconveniente: pur avendo conservato lo stesso titolo del post, la piattaforma blogger ha rinominato il link del post, per cui:
    LINK ORIGINALE:
    http://vibravito.blogspot.com/2008/10/scie-chimiche-ne-hanno-parlato.html
    LINK NUOVO CREATO
    http://vibravito.blogspot.com/2008/10/scie-chimiche-ne-hanno-parlato_28.html

    Stranamente ha aggiunto "_28" (la data odierna) alla fine, solitamente non lo fa mai.
    Questo significa che se qualcuno avesse inserito il link al mio post, adesso non sarebbe ugualmente più valido fin quando non lo aggiorna.

    Non lo so: ma secondo me Google mi osserva...

    RispondiElimina
  33. @ Vibravito: il link non funziona da quasi una settimana. L'avevo aggiunto alla barra dei collegamenti nel mio sito e già dal giorno seguente non era più consultabile tanto che ho cambiato il collegamento con la pagina postata in questo sito. Scusami se non l'ho fatto notare ma credevo la stessi aggiornando e dunque l'avessi temporaneamente rimossa.

    Finalmente potremmo (ormai non si può più utilizzare il futuro) veder scendere un pò di pioggia da domani a giovedì su quasi tutta l'italia. Dovremmo gioire di fronte ad un evento di vitale importanza come questo e non rammaricarci come fatto poco fa dal meteorologo di turno sulle reti mediaset che annuncia "purtroppo, l'arrivo di perturbazioni, di maltempo". Peraltro l'annuciatore del tg ha chiesto: "Dovremo dunque rassegnarci"?

    Non si capisce se si ha a che fare con decerebrati o gente che non capisce quel che fa.

    RispondiElimina
  34. Infatti, Vibravito. danno notevole, come nel caso della rimoszione del nostro canale su You-Tube. Una perdita di conoscenza inestimabile.

    E che fa di questi "scherzi" lo sa molto bene.

    RispondiElimina
  35. te l'avevo detto che era meglio scegliere un'altra piattaforma vibravito

    per adesso su altervista non ho avuto casini e cmq i nomi dei file li scelgo io ed in caso di necessità rimetto tutto com'era

    col CD scaricabile poi ognuno puo' farsi la sua copia a dispetto dei sabotaggi (a me è sparito un post sugli esperimenti su cavie umane a filadelfia, poco cosa, poi lo reinserisco)

    RispondiElimina
  36. Tanto, se vogliono far danni, li fanno su qualsivoglia piattaforma.

    RispondiElimina
  37. ciao,sono davvero subdole queste forme di censura, ma se sono arrivati al punto di entrare e modificare il link e a far chiudere l'account youtube, possiamo capire cosa ci aspetta in futuro. più le persone vengono informate,e più cercano di arginare l'informazione. se vanno avanti così,a breve dovranno per forza chiudere la possibilità di scambiare informazioni sul web. passivissimo e le sue spazzature non riescono a fare più alcun'chè ormai, quindi devono intervenire i poteri forti a tentare di tapparci la bocca. poveri bastardi,non faranno in tempo.

    RispondiElimina
  38. ho appena saputo che Delitala del SAR è un fisico e che non è ben visto neppure tra i suoi colleghi.

    Un fisico (responsabile del servizio meteo ) che descrive il nubifragio alla maniera che vi avevo già riportato...non si vergogna e resta al suo posto.

    E ci credo, quel posto l'ha avuto in qualità di figlio di funzionario regionale (con incarichi ispettivi).

    E' la solita vecchia storia italiana.

    PS: confermo l'assenza di pioggia come da comunicato di Cosmino.
    Ricordo anche che avevano diramato l'allerta meteo per stamattina nel cagliaritano.
    Questi vermi non hanno neanche un briciolo di dignità.
    Prese per il culo continue.

    RispondiElimina
  39. @Corrado-Straker
    In effetti gli attacchi li possono fare su qualsiasi piattaforma. Però, come dice Corrado, il limite di non avere controllo sui nomi dei link è notevole.
    Sto valutando di passare anch'io ad altervista...

    RispondiElimina
  40. Speriamo che sia così. Mi dicevano che in Francia, qui vicino, gli invasi sono vuoti. Se continuano così in breve ci ritroveremo a secco, visto che l'approvvigionamento idrico viene dai vicini d'oltralpe.

    RispondiElimina
  41. comunicazione di servizio.

    L'album online è sempre più frequentato dai SERVI(ZI) METEO.
    SAR in testa.

    Tranquilli servetti, non ci sono nuove foto perché ho un problema alla digitale.
    Ma tra breve me la restituiscono riparata.

    ffalsi meteo

    RispondiElimina
  42. Vibravito, mi dispiace per le rogne che qualcuno stà dando al tuo blog.
    Grande dimostrazione di "democrazia".
    A me, ma ciò può non significare nulla, la settimana scorsa ben due virus: uno lunedì pomeriggio, dopo aver messo le foto su Fotki ( forse sarà stato il programma per l'upload ), e il secondo giovedì!
    L'antivirus, in entrami i casi, non ha segnalato nulla.
    Credo che il mio sia un caso, anzi, però ci pensi...
    E che rogna a reinstallare tutto!

    Vedi cosa fare, Vibravito. Cioè se passare su di un'altra piattaforma o rimanere su Blogger.

    Un saluto a tutti.
    Luka78

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis