mercoledì 25 giugno 2008

Un aereo militare sorvola a bassa quota una spiaggia: panico tra i bagnanti

I danni provocati dallo spostamento d'aria del velivoloPubblichiamo una notizia tratta dal sito Siciliainformazioni.com. Protagonista è un caccia non identificato: non sarà stato un aereo chimico, ma tra presunte collisioni nei cieli della Sila, velivoli che decollano dalla base di Gioia del Colle, sospette esercitazioni militari, elicotteri privi di contrassegni a pochi metri dai bagnanti, pare proprio che qualcosa di strano e di sinistro stia accadendo.


Prima un passaggio a bassa quota, tanto da spaventare con il boato dei motori i bagnanti che si trovavano sulla spiaggia, poi un ritorno a quota ancora più bassa, provocando spostamenti d'aria che hanno sradicato alcuni ombrelloni. Un aereo militare ha seminato il panico tra i bagnanti di una spiaggia tarantina provocando alcuni contusi e, tra questi, una bambina, caduti nel fuggifuggi generale o colpiti dagli oggetti scaraventati in aria per il risucchio provocato dal passaggio del velivolo. Il fatto è successo nel pomeriggio sulla spiaggia di San Vito, vicino a Taranto. Per qualche ora non si è saputo di che aereo si trattasse: poi l'Aeronautica militare, con un comunicato, ha ammesso che si trattava di un proprio velivolo decollato dalla base di Gioia del Colle (Bari), annunciando di avere aperto un'inchiesta per accertare le responsabilità di quanto avvenuto. Protagonista della vicenda è un Eurofighter, uno dei velivoli più moderni a disposizione dell'Aeronautica, appartenente al dodicesimo gruppo di Gioia del Colle.

Si trattava di un aereo impegnato in un'esercitazione: "Verso le 17 - precisa la nota dell'Aeronautica - l'aereo, impegnato in un'esercitazione integrata che coinvolgeva assetti navali, anfibi ed aerei, è passato a bassa quota su un tratto di costa". Nella nota esprime quindi "rammarico" per "il disagio recato ai bagnanti, alla popolazione locale e per eventuali danni". Secondo il racconto di testimoni, il velivolo è passato basso la prima volta da terra verso il mare, assordando i presenti con il rombo dei motori. Poi si è abbassato ancora di più, ritornando dal mare e sorvolando la spiaggia dello Yachting club di Capo San Vito a bassissima quota. Nelle numerose telefonate fatte dai bagnanti al centralino dei Carabinieri, in molti hanno parlato di un passaggio a pochi metri da terra, addirittura tre: alcuni hanno affermato di avere avuto la sensazione che il pilota avesse perso il controllo del velivolo. Dopo il volo, sulla spiaggia è rimasto lo scompiglio: la bambina che è rimasta contusa è caduta, mentre si stava lavando in un box doccia ed ha urtato violentemente un braccio. Sulla sabbia sono rimasti ombrelloni divelti (con tutta la base di cemento piantata nella sabbia) e lettini scaraventati per aria e poi ricaduti a terra.

Leggi qui l'articolo su Siciliainformazioni.

Intanto diamo uno sguardo ravvicinato ai supposti voli di linea e vediamo cosa ne pensa lo studente, sedicente chimico della Facoltà di di Pavia, Simone Angioni.

Link all'intervista a Simone Angioni su Radio Base.

Paolo Attivissimo:

Alle 17:00 il chimico Simone Angioni (Università di Pavia), coordinatore del Gruppo CICAP Lombardia e il geologo e giornalista scientifico Luigi Bignami presenteranno "Tracce nel cielo: le ‘scie chimiche’". So che nei lavori di preparazione sono stati coinvolti addetti ai lavori a tutti i livelli, per cui sarà un bagno di sangue per i poveri sciachimisti
.




Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale


FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE IL CANONE RAI
http://www.aduc.it/dyn/rai/petizione.html
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis