mercoledì 7 maggio 2008

Danni alla vegetazione nell'entroterra di Sanremo: scie chimiche ed onde elettromagnetiche le cause principali

Da un recente sopralluogo nell'entroterra di Sanremo, abbiamo potuto constatare, a distanza di un solo anno, che i boschi costituiti, per lo più, da latifoglie (faggi e castagni), da conifere (pini e larici) risultano in condizioni vegetative assai precarie: molti esemplari che, indicativamente, per quanto attiene i larici, supera il 50 per cento, sono secchi o, nonostante una stagione primaverile mite ed irrorata da qualche pioggia, hanno perso quasi del tutto il loro manto verde, mentre le latifoglie non sono coperte di gemme, poiché solo su pochissimi rami spuntano dei germogli.

Declivi, fino allo scorso anno, ammantati di essenze vegetali e con un fitto sottobosco, ora sono brulli, scabri, ridotti a pietraie o a "lande lunari". La terra è per lo più riarsa: le piogge cadute non sono, infatti, penetrate nel suolo, ma hanno dilavato l'humus di un terreno che ha patito un lungo periodo di siccità.

Suscita viva inquietudine anche la pressoché totale assenza di insetti (imenotteri, coleotteri, lepidotteri), di aracnidi e dei volatili (passeriformi, rapaci): non si ode più il cinguettio delle varie specie dell'avifauna, ma solo il sibilo del vento.

Contemporaneamente, abbiamo potuto notare che sono state installate decine di gigantesche antenne all'apparenza per la telefonia mobile, in realtà per il controllo mentale: sono state erette su crinali di monti, su cime e talora all'interno di tenute private, spesso in zone pressoché inaccessibili.

La grave situazione riscontrata è senza dubbio da collegare alla massiccia irrorazione chimico-biologica, vero flagello per la flora e la fauna, soprattutto nella regione compresa tra Liguria occidentale e Dipartimento delle Alpi Marittime. Si consideri che nei decenni passati non è mai stato rilevato un simile depauperamento del manto vegetale. E' vero che l'attività dei tankers è concentrata specialmente sui centri urbani affinché la popolazione sia lentamente avvelenata, ma i venti portano gli elementi chimici in ogni dove, anche a quote alte dove gli aerei della morte di solito non incrociano.

Non bisogna dimenticare che le radiazioni non ionizzanti emesse dalle varie antenne nocciono a piante ed animali, specialmente se sono emissioni potenti e continue. Poiché le radiazioni indeboliscono gli esseri viventi, essi diventano più vulnerabili agli attacchi di virus, batteri ed insetti nocivi: ciò spiega la moria di animali ed il seccarsi della vegetazione.




Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.



Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

52 commenti:

  1. E l'amministrazione sanremese dorme sogni beati.

    RispondiElimina
  2. qui a udine la primavera sembra essere arrivata ma anche qui non è molto rigogliosa ,oggi è stata una giornata apparentemente bella sereno-metallico ma senza scie. ho visto cadere moltissima polvere e filamenti simili a ragnatele ma molto più aderenti alle cose,erano apiccicose una vera schifezza che si può scorgere stando al riparo dal sole , quando tali polveri sono illuminate dallo stesso.uno vero schifo che difficilmente lo si può notare ma c'è,eccome! ma a nessuno sembra preocuppare.

    RispondiElimina
  3. Ciao Loryyy, ti faccio la raccomandazione di non toccare i filamenti che hai descritto. Sono molto pericolosi.

    Dipingi una situazione orribile: il giardino dell'impero è diventato l'immondezzaio di un pianeta-fogna.

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  4. Oltre allo stop immediato delle scie, sarebbero auspicabili opere di rimboschimento...queste sono le "grandi opere" di cui abbiamo urgente bisogno, basta cementificare per far quattrini.

    RispondiElimina
  5. Qui sul lago d'Iseo da 4 mesi quasi ogni giorno (due o 3 eccezioni) si vede o nebbia o foschia o nuvole vere o nuvole finte (Schermatura chimica)
    nelle ultime due settimane 3 volte il cielo era sereno, poi dozzine di aerei hanno lasciato scie permanenti che pian piano si sono allargate per oscurare il sole

    RispondiElimina
  6. per quanto riguarda le onde elettromagnetiche ho approfondito i miei studi di biolgoia e ho scoperto una serie incredibile di esperimenti che dimostrano come la base per il funzionamento coerente e sincrono delle cellule all'interno di un organismo siano bio-fotoni entangled (scusate la terminologia) emessi con una frequenza nel range delle onde radio.

    Con opportune frequenze si sono resuscitati i semi uccisi dal disastro di Chernobyl e li si è fatti germinare, si sono ottenute crescite eccezionali di tuberi commestibili, remissioni dal cancro etc., facile vedere come queste tecnologie (tenute segrete ai più perchè non se ne parla nè sui testi universitari nè sui media) possano essere sfruttare negativamente in campo militare per la guerra psico-biologica.
    Nei prossimi giorni spero di essere più preciso e di approfondire la questione.

    Potreste mettere on line visibile come commento il sito dove vendono tende per la schermatura casalinga da onde e.m.?

    RispondiElimina
  7. Quando il mondo è stato affidato all'uomo era un giardino. L'uomo lo ha trasformato in un rovaio pieno di veleni....

    Noto ultimamente un cambio di tattica nelle irrorazioni: scie con persistenza molto breve....il tutto per farle passare per normale scie di condensazione.

    Domenica ero qua:
    http://www.suedtirol-it.com/valdega/pietralba.htm

    Da che era un posto dove il silenzio segnava sovrano, sembrava di essere all´aeroposto Malpensa.

    Tanta gente=irrorazioni a tutto spiano.
    Ma non solo; Pietralba (Weißenstein) e´ uno dei luoghi di potere positivo per eccellenza nella nostra, aldila´ del fatto che esso e´ meta di pellegrinaggio cristiano. Nella cultura alpina sopravvive ancora un barlume dei vecchi culti pre-cristiani e tante chiese e chiesette sono state edificate proprio in zone di antichi templi, zone non scelte a caso ma secondo ben precisi metodi esoterici. (gli stessi parroci locali ammettono tutto cio, anche con l´ausilio di persone esperte in radiestesia)

    RispondiElimina
  8. “Esiste un governo ombra con la sua forza aerea, la sua marina, il suo meccanismo per raccogliere finanziamenti e la capacità di perseguire le sue idee di interesse nazionale, libero da ogni freno e contrappeso, e libero dalla legge stessa” dichiarazione del Senatore Daniel K. Inouye riferita allo scandalo Iran-Contra, anni ‘80

    HO TROVATO QUESTA LISTA di brevetti per la manipolazione climatica, come potete vedere i primi risalgono a quasi cento anni fa; è solo l’inizio di una lunghissima lista che continua fina ai nostri tempi. Ma se questo era possibile 90 e 50 anni fa non vi rendete conto cdi quello che possono fare adesso? Mi confermate l’esattezza di queste informazioni?

    Brevetti sulla manipolazione climatica
    1338343 - 1920 – Procedimento ed apparato per la produzione di intense nuvole nebbie o foschie artificiali [Process And Apparatus For The Production of Intense Artificial Clouds, Fogs, or Mists]
    1619183 - 1927 – Procedimento per la produzione di nuvole di fumo da aerei in movimento [Process of Producing Smoke Clouds From Moving Aircraft]
    1665267 - 1928 – Procedimento per la produzione di nebbia artificiale [Process of Producing Artificial Fogs]
    1957075 - 1934 – Equipaggiamento per l’irrorazione aerea [Airplane Spray Equipment]
    2409201 - 1946 – Mistura per la produzione di fumo [Smoke Producing Mixture]
    2476171 - 1945 – Generatore di fumo schermante [Smoke Screen Generator]
    2550324 - 1951 – Procedimento per il controllo climatico [Process For Controlling Weather]
    2582678 - 1952 – Apparato per la disseminazione di materiali dagli aerei [Material Disseminating Apparatus For Airplanes]
    2614083 - 1952 – Mistura per la creazione di fumi schermanti a base di cloruri metallici [Metal Chloride Screening Smoke Mixture]
    2633455 - 1953 – Generatore di fumo [Smoke Generator]
    2908442 - 1959 – Metodo per la dispersione di nebbie e nuvole naturali [Method For Dispersing Natural Atmospheric Fogs And Clouds]

    RispondiElimina
  9. Riporto una testimonianza di pochi minuti fa...

    Caro Rosario,

    pochi minuti fa , facendo un giro di perlustrazione sul mio terrazzo, alle ringhiere che sono piene di tele artificiali, brillanti, ho notato che un ragno era finito proprio in questa tessitura ed e' morto imprigionato fra essa. Pensa! i ragni che fanno capolavori di ragnatele, che tendono per le loro vittime, per potersi cibare, e' finito lui stesso per diventare preda di una tela sconosciuta per lui.

    Giovanna

    RispondiElimina
  10. Anche a Roma la mia macchina è ricoperta da gocce essiccate di pioggia ma con puntini e/o polvere di colore tendenti al verdognolo...tipo polline...con piccoli filamenti tipo il polline dei platani che di questo periodo sono normalissimi...il tutto moooolto appiccicoso!!!
    Io li ho toccati e non mi sembravano i filamenti che voi dite...cmq, se deve succedere qualcosa...Beh!!! Che devo dire, oltre a "pubblicizzare" nel mio piccolo questo fenomeno...non posso far altro...!!! Purtroppo siamo una razza che sta distruggendo tutto!! Un saluto!!!

    RispondiElimina
  11. ma...anche la mia macchina è ricoperta di sti puntini! mai visto prima! mi metterò anch'io ad osservare meglio i filamenti...devo solo trovare la posizione giusta...

    RispondiElimina
  12. Sono ciò che rimane dei polimeri. In talune condizioni di luce si scorgono "svolazzare" in giro. Spesso si vedono depositarsi su frutta, verdura, piante, stenditoi, ringhiere, auto.

    Do chemtrails fall out filaments react to ultraviolet light?

    Chemtrails fibers fall out

    RispondiElimina
  13. Ciao Zret e ciao a tutti
    Ultimamente sono tornato in Italia per il ponte del 1° Maggio e vi devo dire che la mia città (Roma) è messa veramente male, da quando sono atterrato all'aereoporto e fino a quando non sono ripartito ho avuto la nausea, ho mangiato pochissimo (la carne mi ha fatto veramente schifo) e mal di testa per 5 giorni, ho pensato ad un semplice malessere, oppure a qualcosa che avevo mangiato. La cosa strana è che non è successo solo a me, anche un mio collega ha avuto questi tipi di problema e stranamente appena ritornati in belgio la nausea, innappetenza e il mal di testa sono scomparsi. L'aria almeno all'aereporto (a casa dai miei era più vivibile) era di una pesantezza assurda, era come se mi mancasse il fiato. Ora è vero che il Belgio è il secondo paese europeo con più verde, ma anche qui non disdegnano di sciare sulle nostre teste (guardare la raccolta delle foto di zret), quello che mi chiedo è se madre natura in qualche modo ci aiuta.

    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  14. Dopo una pioggerella stentata, le solite a cui siamo abituti a causa dei questi maledetti aerei, le macchine vengono ricoperte da una polvere appiccicosa di color giallognolo. Idem per le ringhiere. Ci sarà un motivo se dal cielo scendono queste schifezze e le pioggie contengono particelle di bario e alluminio in quantità fuori dalla norma!?

    RispondiElimina
  15. Bene Straker..., inq eusto modo ci stai dicendo che siamo cmq spacciati? Questa "roba" è ancora viva?

    Ciao.

    RispondiElimina
  16. Ciao ragazzi. Se fino ad un anno fa era un classico la scia chimica di tipo persistente, ora è roba vecchia. Le non persistenti creano un alone ben visibile, opaco nel cielo e depositano pesanti e per nulla innocue nebbie chimiche sui mari e sulle terre (vedasi nebbie). Il colmo è che, per mimetizzarsi meglio, gli aguzzini, ora usano elementi chimci di migliore dispersione in atmosfera, rispetto alle antiquate scie persistenti. Il risultato sono affezioni respiratorie anche gravi, spossatezza, aria irrespirabile e puzzolente.

    Riguardo alla domanda dell'amico Charlie...

    Quelle nanofibre contengono le famigerate nanomacchine, che non sono essere viventi, ma ne replicano il DNA ed il primo modo per attivarle è illuminarle con gli ultravioletti (si spiega così il volontario assottigliamento dello strato di ozono e si spiega per quale motivo gli aerei della morte seguono sempre la posizione del sole).

    Come dice la Staninger, queste nanostrutture intelligenti sono ormai ovunque (terreno, aria, cibo, acqua - sono nella nebbia elettroconduttiva, insieme a metalli e patogeni vari) e sopravvivere ad esse ed alla loro progressiva aggressione degli esseri viventi è oramai una roulette russa.

    RispondiElimina
  17. Questa se non ce l'hai la devi aggiungere, eè terrificante.

    http://www.discoveryalps.it/1682,News.html

    RispondiElimina
  18. Notare banner principale con irradiazione e foto del rifugio con vistosa scia chimica.
    Ogni rifugio propone attività specifiche per i bambini. Si Si ci sto per andare.

    RispondiElimina
  19. Trovata digitando montagna su google con ricerca per immagini.

    http://www.discoveryalps.it/special/desktop/2004/04-01-26_federico_tummolo/val_ferret.jpg

    RispondiElimina
  20. In Italia, come stiamo messi allora? Maluccio direi...!!!??
    Per adesso io avverto solo prurito...ma da quando sono a roma che soffro così, e soltanto in primavera. Cmq se dovessero essere dannosi sti cosi...ormai siamo tutti infetti...dato che è da 10 anni circa che ci irrorano, quindi è inutile starci a impazzire...la gente è stupida, non crede neanche che possa esistere il Signoraggio una cosa direi abbastanza credibile visto che si tratta di economia e non "fantascienza"...
    Intanto a Roma oggi, poca roba...
    Un saluto.

    RispondiElimina
  21. Ciao a Zret, Straker ed in generale a tutti. Io come di consueto in questa stagione, da 4 anni a questa parte, accuso una forma di allergia alle vie respiratorie. Il primo anno si è manifestata in una forma molto violenta procurandomi l'asma, poi via via, si è alleviata.
    La cosa che mi ha fatto insospettire più di tutto all'inizio della sua causa è che anche mio fratello ha accusato gli stessi sintomi, solo in forma un po' più lieve... Entrambi siamo stati visitati dall'allergolo. Al sottoscritto hanno consigliato di usare gli antistaminici e mio fratello invece gli antibiotici.

    Molto strano no??!? Questo era un medico privato e, a detta di alcuni "molto bravo"... Questa è la serietà di tanti medici in Italia...

    RispondiElimina
  22. Quel che è peggio è che alcuni medici (chirurghi in gran parte) sanno cosa si trova nei nostri polmoni, nei reni e nell'intestino, ma non aprono bocca.

    RispondiElimina
  23. già, i chirurghi di ora lavorano più per la pagnotta che per amore della salute altrui,e poi per certe cose è meglio far finta di non vederle...poi loro hanno tanto da fare (vedi l'attuale notizia del famoso cardiochirurgo per cosa è indagato). intanto oggi ero al mare ed ho visto-sentito molti aerei che sciavano corto ma ben abbondante,ho pensato che potessero essere di linea,ma dopo ne è passato uno privo di scia leggermente più alto dei precedenti.quindi è evidente che ci avvelenano da furbi,hanno cambiato tattica grazie alle numerose persone che sempre più chiedono spiegazioni.ora è un'pò più difficile distinguere i veri sciatori dai falsi (di linea),però la giornata da serena che era iniziata, si è trasformata nella solita cappa grigia-gialla la velatura allucinante, che mi conferma che le scie corte sono come le persistenti dopo un paio d'ore.avvelenatori Bastardi!!!

    RispondiElimina
  24. Chiariamo che nessun aereo visibile da terra (alto o basso che sia) è nelle condizioni di rilasciare scie di condensa, con queste temperature e con questi valori di umidità relativa.

    RispondiElimina
  25. ...quindi ricapitolando, i piloti degli arei di linea e non sanno ma non aprono bocca, giornalisti, politici, avvocati e medici, tutti sanno ma non dicono niente... E' una bella compagnia!!!

    RispondiElimina
  26. Cominciamo a levare un buon numero di piloti, poiché gran parte dei velivoli è senza equipaggio. Sono droni guidati da un sistema multisatellitare. Poi rimane il personale a terra, è vero, ma se uno come Santacroce è diventato debunker da che era attivista, figurati se si fanno problemi i militari. Io non ho mai visto un militare dire: "No, c'è da andare a sterminare donne e bambini, quindi mi ritiro e spiattello tutto". Sapessi cosa fanno i nostri militari nelle cosidette missioni di pace in giro per il mondo.... Non hai idea. In Iraq ed Afghanistan, ad esempio, vi sono gruppi specializzati nella tortura.

    Basta leggere elementi come brain_use o denis_helicopter, sacccente1, piloti e debunkers a tempo pieno, per capire quanto siano fanatici e mentalmente disturbati.

    Che dire dei piloti civili... In tanti si prestano per disinformare e non lesinano insulti. Si vede che il portafoglio è ben pieno e sul resto preferiscono sorvolare. Le comagnie ci sono dentro sino al collo.

    In realtà certi individui hanno scarsa conoscenza dei dettagli e pensano di essere al sicuro, per cui, con un po' di denaro in saccoccia, pensano bene di tenere la bocca chiusa.

    D'altronde tu pensa quanta gente è coinvolta negli autoattentati alle torri, al Pentagono, nella metropolitana e negli autobus di Londra, alla stazione di Madrid, nelle stragi in Algeria e via indietro percorrendo il programma del "terrorismo islamico" fasullo. Qualcuno ha mai detto nulla? No. Quindi... per le scie chimiche è la stessa cosa. Alcuni per parura, altri per convenienza, altri ancora per ignoranza, nessuno parla e nessuno parlerà.

    Ci sarà da divertirsi quando il Morgellons colpirà qualcuno di loro (e non passerà molto tempo) ed allora ecco che si sveglieranno e cominceranno a sfaldarsi le difese del cover-up. Qualcuno, finalmente, si farà sfuggire qualche verità e saranno giorni di dolore per molti.

    RispondiElimina
  27. Ragazzi allora, che dire buona fortuna a tutti...

    RispondiElimina
  28. ...si infatti, i militari non sono neanche da metterli in conto... sono i "civili" che mi stupiscono...

    RispondiElimina
  29. Tra quanto secondo Voi potranno scoppiare casi di Morgellons anche qui da noi in Italia?
    un saluto.

    RispondiElimina
  30. Ce ne sono già diversi. In questo stesso blog vi sono alcune testimonianze da Milano. Anche a Ravenna ed a Roma sono stati segnalati dei casi. Il nocciolo della questione è che anche il nostro paese è compreso nella casistica, ma il cover-up è totale. Ancora più pervicace del cover-up statunitense. Inoltre una gran parte di casi viene erroneamente diagnosticata come parassitosi, per cui, a meno che il medico non abbia una conoscenza specifica del fenomeno, relazionerà su una "normale" sindrome parassitaria anziché su un nuovo caso di Morgellons.

    Come nel caso dell'AIDS che, per anni, fu trascurato dai media e dalla comunità scientifica e che solo dopo la morte dell'attore Rock Hudson saltò agli onori della cronaca, anche per il morbo di Morgellons sarà la stessa cosa.

    Sin quando si ammalerà la casalinga di Voghera non accadrà nulla. Se, invece, i "capelli di plastica" (titolo irridente del noto paolino) cresceranno sulla zucca vuota di kattivix (CICAP), allora le cose cambieranno. Non è escluso che avvenga. Anche lui respira ciò che respiriamo noi.

    RispondiElimina
  31. Ok! Se può servire, propio ora mi sono accorto sul cielo di Roma...sono ripartiti!! 3 o 4 scie per adesso, "spruzzate a griglia"!!! Non sono riuscito a fare foto in merito, spiacente!
    Un saluto

    RispondiElimina
  32. ...e sul satellite non si notano assolutamente queste scie!!!

    RispondiElimina
  33. RAGAZZI NIENTE DA FARE....SI RICOMINCIA!!!
    CHE PALLE!!!

    RispondiElimina
  34. Infatti! In questo modo non sono più costretti a cancellare le scie dalle mappe! :-(

    RispondiElimina
  35. Toh! Divertititevi con questo Gianni Comoretto. Cantagliene quattro. :-|

    http://giannicomoretto.blogspot.com/2008/05/scie-chimiche.html

    RispondiElimina
  36. straker ... il tizio del blog sembra che lavori per l'Istituto Nazionale di Astrofisica presso l'Osservatotio Astrofisico di Arcetri(FI) ... quindi anche lui, poichè legato alle istituzioni, neo-debunker assoldato per l'operazione di copertura. Io intanto l'ho già invitato a farsi un profondissimo esame di coscenza ... anche se, per aspettare che ciò avvenga, dovrebbe prima beccarsi il morgellons e allora aihmè per lui sarebbe troppo tardi.

    Un saluto e incoraggiamento.
    VibraVito.

    RispondiElimina
  37. Giusto. Sono articoli a comando, tutti uguali. la mano è una ed i mandanti sempre gli stessi.

    Si passano voce l'un con l'altro per cercare di pararsi il sederino. Ma la cuccagna dura poco, cari disinformatori.

    RispondiElimina
  38. Confermo: stamani presto su Firenze cielo velato con nubi sottili...
    Poi sono arrivati i primi tanker. Nel pomeriggio il cielo era di un bel grigio-chimico. Siamo nel fine settimana, dunque si ricomincia.

    RispondiElimina
  39. Oggi ho assistito ad un fenomeno mai visto: Mattina cielo sgombro ed abbastanza sereno:in direzione ovest-est è iniziata ad arrivare la solita velatura chimica, mentre nuvole sparse, SOPRA LA VELATURA, andavano in senso contrario.
    Se c'è qualche toscano residente nella zona Prato-Firenze, potrà confermare. In questo momento, il sole è oscurato.

    RispondiElimina
  40. Quando leggo articoli superficiali scritti con una fine scaltrezza come quello che ha segnalato Straker, e mi riferisco a quello di Gianni Comoretto, evito di aprire discussioni e obiettare le cavolate scritte perchè ci si prolungherebbe in una serie interminabile di post, dove, ponendo quesiti di natura oggettiva (in quanto ciò che si vede nei nostri cieli è riscontrabile da chiunque) non si ha risposta alcuna, se non "deviando" l'argomento e passando a parlare di haarp e orgonite. Chiunque si imbattesse in tipi del genere si guardi bene dall'insultarli o da essere spostati su altre questioni, per quanto possano essere attinenti, poichè fareste il loro gioco.
    E' questo ciò che vogliono per creare confusione.

    Guardate bene come scrivono il loro articoli: fanno sempre pressione su dei punti che ai più sembrano non-credibili (o li fanno sembrare tali) e lo fanno di proposito, screditando così totalmente il fenomeno "scie chimiche". Questo fenomeno va discusso per come si presenta, senza interferenze.
    Non cascateci mai e impuntatevi sempre e solo sui tanti 'perchè' ancora irrisolti, ai quali i tanti disinformatori che ben conoscete non hanno mai dato risposta.

    Ecco cosa ho scritto a Comoretto. Aspetto una risposta. State a vedere se mi risponde in che modo lo farà.


    "...quando fa freddo e c'è un po' di umidità nell'aria, gli aerei rilasciano scie bianche, talvolta corte e di breve durata, ma abbastanza spesso persistenti per ore..." Lei ricorda male dato che, sino a 10 anni fa, scie lunghe addirittura 200-300 o anche 400 chilometri, come è stato possibile rilevare da immagini satellitari, non sono mai state viste. Io, personalmente, da ragazzino, non ho mai visto aerei rilasciare scie che stazionavano per ore e ore nel cielo fino a creare un manto nuvoloso che ricoprisse il sole. Questo dato è confermabile da tantissime persone che ben ricordano quanto fosse anche raro vedere un aereo con scia al seguito. Infatti, e lei questo dovrebbe saperlo, a queste latitudini, il fenomeno delle contrails dovrebbe essere alquanto raro e non all'ordine del giorno come puntualmente avviene.
    Ciò a cui assistiamo alzando gli occhi al cielo è uno spettacolo obbrobioso e spregevole messo in atto da aerei che, nel giro di anche solo pochissime ore, passano e ripassano (e se ne possono contare anche un centinaio) imbiancando il cielo. Le quote a cui essi volano, peraltro, non sono affatto le normali quote canoniche riguardanti gli aerei di linea (8000-12000 mt) e ciò è deducibile dal fatto che è ben visibile la forma dell'aereo in volo e, talvolta, è ben udibile il rombo di alcuni di essi. Tutto ciò è possibile solo a quote ben al di sotto degli 8000 metri. E come saprà al di sotto di tale quota la formazione di contrails non è affatto possibile.
    Tutti questi dati sono oggettivi e verificabili da una moltitudine di persone che, dunque, hanno capito che questo fenomeno giornaliero delle scie è anomalo e non "normale" come lei vorrebbe farlo passare, scrivendo un articolo che di oggettivo non ha un bel niente.
    Perchè non ha citato i vari video (per poi darne una spiegazione) dove tali aerei effettuano manovre a dir poco inconsuete per aerei di linea o dove volano in formazione, o ancora, quelli in cui le distanze tra un aereomobile ed un altro non sono affatto rispettate? Se non li ha ancora visionati le consiglio di guardare più attentamente il cielo e non le sarà neppure necessario guardarli in Rete. Ha tutto il tempo che vuole dato che su 365 giorni all'anno almeno 350 sono accompagnati da scie. E non siamo in Alaska...ma in Italia.

    La ringrazio per la lettura e mi scuso per la lunghezza del post.

    RispondiElimina
  41. Bravo Bacab. Bravissimo. Hai avuto la pazienza che solo i santi possono avere, perché esporre fatti tecnicamente ineccepibili ed oggettivi a gente di siffatta malafede è un impegno non da poco e per giunta destinato a scontrarsi con un muro costituito da giochi evasivi e spesso mirati solo a screditare chi scrive e non a confutare.

    Tant'è, questi individui, lo abbiamo capito bene, non possono essere ciechi o stupidi. Essi sono semplicemente pagati per svolgere un ruolo infame che, sebbene ora porta loro denaro e fama all'interno di un ristretto gruppo di delinquenti con incarichi altisonanti, un bel giorno gli si ritorcerà contro nel peggiore dei modi.

    I saggi cinesi insegnano che bisogna saper aspettare sulal riva del fiume... ed io aspetto volentieri.

    RispondiElimina
  42. Oggi intorno alle 11, il sole è stato oscurato.

    RispondiElimina
  43. Ciao a tutti,
    confermo che nel Chianti e nell' appennino Casentinese i boschi sono molto indietro. Girellando in moto fuoristrada, riporto la mia testimonianza che conferma che molte querce/faggi/castagni ancora esitano a ri-vegetare, e quelli che già hanno fatto le foglie, le hanno molto rovinate, come "bruciate" sui lati. Mai vista una roba simile.
    Fra l'altro mi stò "fissando" con un aereo particolare (medio-piccolo bimotore militare grgio/verde, ad elica), che effettua almeno 1 sorvolo notturno al giorno (generalmente intorno mezzanotte e mezzo). Questo aereo lascia sempre una scia, non lunghissima, che si vede bene quando c'è abbastanza Luna. La cosa incredibile è la quota di volo. Talmente bassa da far tremare i vetri (non doppio-vetro) delle mie vecchie finestre. Passa lentissimo e molto basso davvero.
    Saluti e in bocca al lupo a tutti!

    RispondiElimina
  44. Grifaldo, ho constatato che le conifere, alberi sempreverdi, sono secchi. Può essere che le latifoglie si copriranno di germogli più tardi, ma le aghifoglie sono morte.

    Inquietante l'episodio dell'aereo ad elica che scia...

    Finis.

    Ciao!

    RispondiElimina
  45. Ciao Grifaldo.

    Un aereo ad elica che scia a bassa quota è il massimo! Peccato che tu non l'abbia fotografato.

    RispondiElimina
  46. E' basso, ma guarda che è basso davvero. E a volte passa lentissimo, a volte più veloce. La scia la fà sempre. Ti dico che è a elica xchè io e amici lo abbiamo beccato "controluce" una sera di luna piena, e s'è visto perfettamente anche la scia.
    Non l'ho fotografato,ma solo xchè oltre al cellulare non ho altro x fare foto (sono scandaloso, lo ammetto). E di notte verrebbe oscena. Cmq ho già intenzione di rimediare con la fotocamera di un conoscente, e le occasioni non mancheranno,dato che passa quasi tutte le notte, almeno 6 su 7(e forse passa 7 su 7 e io non lo sento...).
    Conto di beccarlo nelle prossime sere. Appena ho la foto, la mando.

    RispondiElimina
  47. Ciao Grifaldo. Se riuscissi a scattargli una foto sarebbe fantastico. Cosa irrorano di notte?

    Ricordo che le irrorazioni chimico-batteriologiche si fanno a bassa quota.

    RispondiElimina
  48. Oggi spettacolo in cielo: intorno alle 19 nel centro di Firenze di potevano vedere due "nubi lunghissime e sottili" e fin qua niente di eccezionale; la cosa straordinaria è stata che le due scie chimiche, ops...nuvole lunghe e sottili erano attraversate perpendicolarmente da altre due in modo da formare due croci...
    Tutto questo accadeva sulla testa di gente felice, contenta e ridanciana.
    Mah?!

    RispondiElimina
  49. Per Grifaldo
    La prossima settimana sarò nel Chianti, nella zona del Valdarno(sopra Figline). Mi puoi dire dove passa l'aereo notturno? Chè se mi capita cerco di beccarlo anch'io.
    Grazie

    RispondiElimina
  50. Ciao Iwan,
    Se passi da Figline, lo becchi sicuro!
    Attraversa il Valdarno, direzione NORD-SUD, sempre fra le 23,30 e le 24,30.
    Ho amici a Figline che lo vedono quasi tutti i giorni. E poi lo riconosci dal rumore, ne fa tanto.
    Se poi vai nel chianti "pieno" (esempio Castellina-Radda-Greve) avrai modo di vedere lo scandaloso ritardo nel mettere le foglie, dei boschi e delle vigne.
    Ciao!

    RispondiElimina
  51. Per Grifalco

    Sarò per il fine settimana sul Monte San Michele. Controllerò.
    Grazie per le informazioni.
    :)
    Iwan

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis