martedì 4 marzo 2008

Scie chimiche ed aridità atmosferica

In un suo recente articolo intitolato La teoria delle forze cosmiche può spiegare le migrazioni degli uccelli, Francesco Lamendola indugia sul fenomeno delle migrazioni che molte specie di volatili compiono, riferendosi agli studi di Domenico Rossi, naturalista "eretico".

In questo breve studio, non intendo soffermarmi sul nesso tra variazioni magnetiche artificiali e naturali da un lato, cambiamenti nelle migrazioni dall'altro: tale tema, infatti, richiederebbe un'indagine molto lunga ed approfondita, col contributo di un ornitologo. Qui possiamo soltanto accennare al fatto che la modificazione della risonanza Schumann, le emissioni elettrodinamiche dei sistemi H.A.A.R.P. e simili, esercitano un influsso su tutti gli esseri viventi e quindi anche sulle migrazioni dell'avifauna, con conseguenze che, per ora, non è possibile valutare in tutti i loro aspetti.

Un passaggio del testo scritto da Lamendola è importante nell'ambito di un discorso dedicato all'aridità atmosferica ed alla conducibilità dell'aria: "Lo stesso fenomeno (il volo dei migratori lungo le linee di costa e non ortogonale ad esse, n.d.r.), poi, si ripete ai margini dei boschi e delle foreste. L'evoluzione di masse umide, infatti - secondo l'autore - aumenta il grado di ionizzazione dell'aria, diminuendone, al tempo stesso, la conduttività".

E' noto che alcuni elementi e composti contenuti nelle scie chimiche (bario, gel di silicio etc.) sono in grado di assorbire l'umidità atmosferica. Ciò, in primo luogo, significa contrastare la formazione dei corpi nuvolosi con una conseguente e drastica riduzione delle precipitazioni. Ciò consuona anche con lo scopo di rendere l'aria, come ipotizzammo tempo fa, il più possibile elettroconduttiva: tale proprietà favorisce la ricetrasmissione dei segnali, la diffusione di onde elettromagnetiche atte a controllare la popolazione, ad inebetirla.

E' innegabile che l'aria è sempre più asciutta: i valori igroscopici sono bassi o relativamente bassi anche nei centri costieri, dove, fino a qualche anno addietro, l'umidità era elevata soprattutto d'estate, a causa della notevole evaporazione e traspirazione. Nonostante i parametri igrometrici siano sovente inferiori alle medie stagionali, si formano nebbie dense e durature, da ricondurre alla costante e massiccia operazione di avvelenamento della biosfera: sono, infatti, mefitiche ed ammorbanti foschie chimiche.

La sensazione di sete quasi inestinguibile che molte persone avvertono deve essere correlata, a mio parere, al decremento dei valori di umidità ambientale. Assistiamo ad una desertificazione del pianeta perpetrata con sostanze chimiche e con irradiazione di campi elettromagnetici: viviamo in un gigantesco forno a microonde e gli uomini vi vengono cotti come polli. Che la maggioranza delle persone della Terra sia costituita da polli, non è una grande consolazione per chi non lo è e si trova nello stesso forno.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

9 commenti:

  1. Durante lo scempio chimico ,vado sul lungomare ed osservo col binicolo le scie,mentre un grosso elicottero dei C.C. si mette fermo sulla mia verticale a non piu' di 700mt,io imperterrito continuo ad osservare ed a un passante gli spiego la situazione gesticolando ampiamente.
    Poi dopo 3/4 minuti va via,ed io continuo.
    Mentre vado in comune una "scia" di auto tra c.c. e polizia,scorta il prode prodi che è arrivato nella mia citta' e credo se ne vada all'aeroporto,per le visite di rito per la tragedia che è successa nella mia citta'e a poche centinaia
    di metri da dove lavoro.
    Centri commerciali enormi che si inaugurano,morti bianche,scie chimiche a go go,non piove,gente nervosa,tutti che tossiscono,traffico da rincoglionimento,aria super inquinata,sigarette....
    CHE MONDO DI MERDA,ci manca un terremoto!

    Mr.Jones

    p.s. che dite cominciamo a fare scorte di acqua?

    RispondiElimina
  2. "Centri commerciali enormi che si inaugurano, morti bianche, scie chimiche a go go,non piove, gente nervosa, tutti che tossiscono, traffico da rincoglionimento, aria superinquinata, sigarette..."

    Benvenuti all'inferno, gente!

    Ciao!

    RispondiElimina
  3. Mr,Jones!
    per ora il terremoto c'è stato in Toscana,incrociamo le dita e andiamo avanti!ci manca solo quello!
    piango i morti di Molfetta,mi chiedo come sia possibile lavorare senza la benchè minima accortezza,prudenza,o meglio rispetto delle leggi!
    se l'inail con i suoi ispettori, più i così detti ispettori del lavoro facessore il loro dovere,invece di pavoneggiarsi del titolo e dello stipendio,si eviterebbero le stragi che ormai sono una regola giornaliera.
    stiamo superando Gaza!
    Domenica mi sono messa a "sproloquiare" sulle scie,mentre un tizio che mi sentiva faceva finta di niente!a un certo punto,mi sono rivolta direttamente a lui dicendo testualmente"non ve ne frega niente, no?"a quel punto ha iniziato a parlare con un altra persona....sono passata per la matta del paese...ma sono contenta lo stesso!
    oggi di nuovo scempio!
    calma,ci vuole calma!e...provviste d'acqua, visto che anche Tele Norba si è degnata di lanciare appello!
    CORDIALE SALUTO MR.JONES!
    ciao zret!
    angela

    RispondiElimina
  4. 'Welcome To My Nigthmare!' e cioè 'Benvenuti nel mio incubo!' recitava nei primissimi Anni Settanta il titolo di un LP del cantante satanista americano Alice Cooper. Appunto, questo è il mondo - ma peggiorerà, e di molto -voluto dai satanisti e cioè dagli Illuminati, che sono per la cronaca potenti amghi neri ( anche se un tantino stupidi, a dire il vero). Il drammatico quadro degli scempi ambientali senza fine riflette l'odio che tali persone denotano nei confronti del Vero, del Bene e del Bello. In altre parole essi detestano l'armonia originaria della Creazione e fanno tutto il possibile per insozzarla. E' una scelta metafisica a priori, una decisione 'ante natum' di incarnare la corrente dissolutiva e shivaitica della Manifestazione. E' più forte di loro e negli ultimi secoli il Fato ha ad essi accordato i mezzi materiali e psichici per portare a compimento l'opera di devastazione .
    Noi non possiamo far altro che assistere sgomenti dinnanzi agli accadimenti. Non ci rimane che prendere coscienza giorno per giorno dello stato delle cose e cercare di informare le persone sensibili e ricettive della prossimità della fine del ciclo.
    Guai a non rendersene conto!Mai come ora l'ignoranza e l'incomprensione non sono ammesse!

    E d'altronde chi si sognerebbe mai di contrastare concretamente il progetto 'Cloverleaf' alias 'Scie chimiche', progetto per il quale sono state e vengono quotidianamente spese cifre impressionanti, spropositate, faraoniche?
    Gli Illuminati non rinuncerebbero mai al fiore occhiello della loro prassi operativa, vale a dire la rovina sistematica dell'ambiente.
    Non ho parole e, se non disponessi di incrollabili certezze metafisiche, sarei tentato di farmi prendere dallo sconforto.

    RispondiElimina
  5. Ciao Angelotta, viva l'Elogio della follia di Erasmo da Rotterdam. Morti sul lavoro, immondizia dappertutto, inceneritori, siccità ed ipocrisia in ogni dove. Viviamo in un mondo immondo, ma...

    Ciao!

    RispondiElimina
  6. Grande, Paolo. Sono in perfetta sintonia con il Tuo pensiero... e d'altro canto è la mente, la nostra mente, che vogliono, alla fine di tutta la storia. Avranno quella degli iloti, ma non la nostra.

    RispondiElimina
  7. Ciao Mr.Jones. Tieni duro. Mai farsi prendere dallo sconforto.

    RispondiElimina
  8. doveva piovere ieri e invece..

    con i miei occhiali dotati di buone lenti riuscivo a vedere il tanker che spruzzava e vedevo in maniera chiarissima lo spetto di colori arcobaleno che rilasciava dietro di sé.

    Il nuovo business sarà l'ECOLOGIA.

    Auto, tecnologia, energia, dando la colpa all'effetto serra si riuscirà così ad introdurre le nuove tecnologie.

    il petrolio sopra i 100$ poi forse anche a 200$ cosa vi pensare?

    Quando bisogna fare un cambiamento lo si fà un pò alla volta PROBLEMA REAZIONE SOLUZIONE (cit. Icke)

    di chè ci stupiamo?

    le scie hanno il totale scopo di fermare le precipitazioni!!!
    sicuro al 99,99999%!

    RispondiElimina
  9. Mala tempora currunt, sed peiora parantur.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis