sabato 31 maggio 2008

Toselli... tosato

Venerdì 30 maggio 2008, si è svolto il convegno organizzato dal direttore del Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo, in provincia di Alessandria. L'incontro è stato introdotto dal geometra Franco Bovone, il quale ha efficacemente riassunto alcuni aspetti legati alle scie chimiche (vedi H.A.A.R.P.) in relazione anche alle importanti dichiarazioni del Generale Fabio Mini.

E' seguito quindi un intervento di chi scrive per inquadrare la questione delle chemtrails, durante il quale si è è cercato di concentrare in una trentina di minuti, anche attraverso l'ausilio di documenti ed immagini, tutti i vari aspetti tecnici che ruotano intorno alla definizione delle scie chimiche ed alla loro identificazione.

Dopo questo contributo ha preso la parola, Paolo Toselli, l'autore del famigerato articolo comparso, mesi or sono, sulla rivista Focus. Come previsto, Toselli ha puntato esclusivamente sulla delegittimazione del relatore (il sottoscritto), attraverso capziose "argomentazioni" che già conosciamo e che, in maniera noiosamente pedissequa, sono state "traslate" dalle pagine dei forum e blogs (vedi il blog di Attivissimo o la discussione sul forum di Focus) al luogo della conferenza. Alcune persone del pubblico hanno contestato le asserzioni ed il metodo di Toselli, basato sul discredito e non su dati concreti e ciò ha avuto come conseguenza uno scontro acceso tra... l'"esperto" del C.I.C.A.P. ed alcuni cittadini preoccupati. Uno, in particolar modo, ha obiettato a Toselli che si sarebbe aspettato da lui qualche osservazione fondata sull'analisi del fenomeno e non su qualche stoccata e fragili petizioni di principio. La maldestra relazione di Toselli ha convinto i dubbiosi tra il pubblico che, effettivamente, la questione "chemtrails" non è una leggenda metropolitana. Toselli, stizzito, ha abbandonato la sala del simposio, senza neppure accomiatarsi con educazione dai convenuti, dichiarando che "lui lavora" e che ha altre cose a cui pensare. Maiora premunt.

La conferenza è continuata con la presentazione di altri documenti e con la visione, in anteprima, del dossier sulle scie chimiche prodotto dagli amici di Spazio Indaco.

Peccato che non fossero presenti i giornalisti, sebbene avessero garantito di presenziare: la defezione comunque non sorprende. Quando una verità non può essere negata dal ciccappino di turno, viene ignorata.

In definitiva, la conferenza è stata proficua, in quanto, oltre a divulgare preziose informazioni, ha confermato la pochezza dei disinformatori e la loro completa malafede, uniche armi spuntate di chi non adduce argomenti e dimostrazioni di alcun tipo, né deboli né un po' più persuasivi, semplicemente perché non ne ha.


L'intervento di Paolo Toselli

Alcuni spezzoni dell'intervento di Paolo Toselli (Ringraziamo l'amico Vibravito per averci fornito la registrazione filmata)


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale


FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE IL CANONE RAI
http://www.aduc.it/dyn/rai/petizione.html

48 commenti:

  1. Ciao carissimi,
    Ero con voi e ho concentrato le mie energie.

    Complimenti per i successi fin qui raggiunti in questa difficile opera di divulgazione.

    Poseidon

    RispondiElimina
  2. un applauso!
    e adesso invitiamo straker e toselli in tutte le città! :)
    mmm mi sa che non ci casca piu'!

    ok, forse le mie energie empatiche positive sono andate a buon segno!

    PS: notizie aggiornate sulla chiusura dell'ottimo canale di video su menphis 75?

    RispondiElimina
  3. Complimenti vivissimi! Come sempre impeccabili ed efficaci...

    Sempre con voi, Freenfo

    RispondiElimina
  4. Corrado scrive...

    e adesso invitiamo straker e toselli in tutte le città!

    Sì, ma serve un buon calmante per non saltargli addosso.

    RispondiElimina
  5. Ad ogni modo, trovo interessante il linguaggio del volto: alla stretta di mano di presentazione ha abbassato gli occhi.

    RispondiElimina
  6. Ringrazio gli amici Vibravito e Luca che hanno affrontato un lungo viaggio per presenziare alla conferenza.

    RispondiElimina
  7. @Straker
    Piccola correzione: hai scritto "Parco delle Marcarane" anziche "Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo". Questa mia piccola rettifica non è per un eccesso di pignoleria ma, penso si tratti di un atto dovuto di riconescenza per le persone che ruotano attorno al parco in questione e che, ieri sera, si sono dimostrate particolarmente "sveglie". Ricordiamoci che si tratta di gente che lavora in mezzo alla natura, abituata ad osservarla e ammirarla. Non sono come noi impiegati, costretti a passare gran parte del tempo rinchiusi negli uffici. Di questo ne era conscio lo stesso Toselli, lui era perfettamente consapevole che la tipica balla dei cicappiani "...è un fenomeno che è sempre esistito solo che prima era più raro...", in un simile contesto, non avrebbe mai e poi mai attecchito. Le persone presenti ieri, erano lì, con ben altra aspettativa, volevano delle risposte concrete ad un fenomeno che osservano quasi giornalmente e che fino a pochi anni fa non avevano mai riscontrato. E' quindi accaduto che, nel momento in cui, dopo l'intervento iniziale di straker durato quasi un'ora, erano desiderosi di sentire la replica di Toselli e finalmente avere delle risposte che potessero tranquilizzarli, si sono letteralmente sentiti presi per i fondelli.
    Nel suo argomentare Toselli ha esordito specificando di non essere un esperto titolato: ci si domanda come mai la rivista Focus abbia ritenuto opportuno pubblicare un suo articolo riguardante le scie chimiche qualche mese fa nonostante mancasse dei titoli. E poi non sono proprio i cicappiani quelli che accusano che i sostenitori del complotto scie non hanno i titoli adeguati? Però quando manca dei titoli uno dei loro esponenti va tutto bene ...
    Già dopo questo primo esordio poco felice le aspettative del pubblico in sala incominciavano a venir meno: ci si aspettava l'intervento di una persona titolata, ma, poichè i titoli non necessariamente denotano competenza, si faceva comunque affidamento su qualcuno "presunto" esperto e perfetto conoscitore della questione. Proseguendo però Toselli prima contestava il metodo espositivo di straker e poi vagheggiava sul complotto e sulla mancanza di studi specifici, però di concreto non forniva assolutamento nulla. Queste sue manchevolezze facevano alterare qualcuno dei presenti, fortunatamente il presidente della conferenza interveniva opportunamente per placare gli animi e permettere a Toselli di esprimere i suoi concetti. Concetti che sono risultati strani e indefiniti a tutto il pubblico. Al Toselli infatti non rimaneva altro che congedarsi causa tempo scaduto, dopo neanche 35 minuti di durata del suo intervento. Il tempo era finito solo per lui, ma non per il pubblico, che rimaneva lì ancora, per più di un'ora e mezzo, a vedere alcuni video e a rivolgere domande specifiche a straker.

    RispondiElimina
  8. Grazie, Vibravito. Attendevo il Tuo commento, perchè so che sei persona equilibrata, obiettiva e saggia. In effetti Toselli ne è uscito piuttosto male ed ho come l'impressione di averlo già incontrato più volte (sul Web). mi sembrava molto praparato... non sulle scie chimiche, ma sul sottoscritto. 0_0

    Ti ringrazio per la correzione. Come dicevo ieri, per i nomi sono un fallimento.

    RispondiElimina
  9. No Straker, non sei un fallimento per i nomi: proprio ieri mi sono reso conto di quanto materiale hai su uno dei tuoi pc (quindi ho visto solo una parte), non solo foto e video, ma anche innumerevoli articoli e documenti più o meno lunghi. Chiunque farebbe confusione con una mole così impressionante di dati.
    In confronto a te, invece, ho notato il disimpegno di Toselli: ieri si è presentato con una sottile cartelletta in pelle contenente qualche stampa. Già da quando l'ho visto entrare non aveva un'espressione tranquilla, sapeva a cosa sarebbe andato incontro. Un conto è "sbeffeggiare" il tema scie chimiche senza contraddittorio, come è stato fatto dal cicap nella conferenza di milano del 24 maggio; ben diverso è dover affrontare un confronto aperto...
    A questo punto possiamo soltanto auspicare un simile contraddittorio nei confronti di una platea più vasta.
    Infine un'ultima considerazione: spero che i debunkers & C. non comincino ad insinuare che ieri le persone presenti erano come dire secondo i canoni del loro linguaggio "assoldate dagli sciachimisti". Io personalmente ho visto trasformarsi l'atteggiamento delle persone presenti ieri da dubbioso e curioso, a convinto e determinato: Toselli se n'era già andato quando si sono fatte domande specifiche e si discuteva su quello che era il modo migliore per portare la questione a conoscenza di un numero sempre maggiore di persone.

    RispondiElimina
  10. "Toselli, stizzito, ha abbandonato la sala del simposio, senza neppure accomiatarsi con educazione dai convenuti, dichiarando che "lui lavora" "...
    e' gia, lavora, ma non ha detto per chi lavora...
    certe persone, se messe alle strette, a volte rispondono con un curioso quanto imbarazzante
    " ho fatto un giuramento".........

    RispondiElimina
  11. @ ropuros, vedo che viviamo vicini, io per altro ho visssuto per 10 anni a Bergamo.

    Se mi contatti ci sono diverse persone in zona con cui potremmo organizzarci. Fra l'altro se ci muoviamo possiamo organizzare un bell'ordine di magliette.

    PS: quante persone c'erano alla conferenza?

    RispondiElimina
  12. FANTASTICO !! COMPLIMENTI !! Straker !
    Mi si sono raddrizzate le circolazioni positive dell'organismo e cervello !

    Toselli = Tosella

    La Tosella è un formaggio bianco,deve il suo nome probabilmente,alla parola "tosare",operazione con la quale dalle forme di formaggio nostrano appena prodotto,vengono ritagliate le imperfezioni!
    ottimo come formaggio fuso !

    Credo che non dira'niente a sua moglie....potrebbe ricredersi !!

    RispondiElimina
  13. Mi rammarico di non aver potuto seguire la scaletta tipica, ma comunque sia andata, sono contento, anticipandone le possibili "opposizioni di principio", di aver reso palesi le inconsistenze dei disinformatori.

    facile, visto che sono tutti fatti con un unico stampino. Non hanno argomenti che non siano quelli di Attivissimo. Tutti spudoratamente eguali.

    RispondiElimina
  14. I vari attivissimo, cicap, ecc., prima osservino il cielo poi parlino. Ma possibile che tutte quelle manovre, rotte particola, incroci, griglie, siano normali? In passato non si vedeva nulla di tutto ciò.
    Eppure l'ideologia impedisce loro di farsi queste semplici domande.

    RispondiElimina
  15. mi si consenta, visto che toiselli & C invece che fornire dati diffamano, che ci attaccano continuamente dicendo che non siamo attendiili, non abbiamo le competenze specifiche, siamo ridicoli perchè crediamo all'esistenza di civiltà antidiluviane molto avanzate, crediamo all'esistenza di UFO, crediamo ai poteri ESP ...

    bene, le prove di civiltà antidiluviane sono state raccolte in due grandiosi e pesantissimi volumi da G. Hancock, che se li vadano a leggere gli ignoranti

    che oggetti volanti non identificati solchino nei nostri cieli è stato testimoniato persino da piloti militari, cosa sia esattamente tali velivoli è un altro paio di maniche

    Ma qui veniamo al CICAP.
    Si occupa di paranormale cercando di smentirne l'esistenza, addirittura promettendo una cifra notevole (qualche migliaio di mi pare, o forse più) a chi fornisse prove di fenomeni paranormali.

    Bene da 30 anni le prove esistono , e sono state raccolte anche dalla prestigiosa università di princeton, sono state confermate dal premio nobel per la fisica Brian Josephson.

    Non lo sanno? Sono davvero così distratti? oddio, IMPOSSIBILE DA CREDERSI, NON POSSONO NON SAPERE CHE LE PROVE DIE POTERI ESP ESISTONO DA DECENNI E SONO STATE RIGOROSAMENTE OTTENUTE CON METODO SCIENTIFICO.

    Lo sapete che l'andamento di tutti i REG (Random event generator, generatori computerizzati di numeri casuali, sequnze di 0 ed 1) dispersi in giro per il mondo hanno sistematicamente deviato dalla frequenza aspettata e normale (ovvero 50% di 0 e 50% di 1) 4 ore prima degli attentati dell11 settembre? e che lo stesso fenmeno si è ripetuto conlo tsunami del 26/12/2004?

    Lo sapete che gruppi di persone a cui si è chiesto di influenzare mentalmente i REG per ottenre più 0 che 1 ci sono sistematicamente riusciti im migliaiai di esperimenti? Lo sapete che la probabilità che ciò succeda per caso è dell'ordine di uno su qualche miliardo di miliardo?

    le notizie in lingua originale le trovate qui

    un articolo che spiega in italinao queste cose lo trovate qui

    Com'è che il CICAP non ha premiato i lavori portati avanti all'università di princeton? QUel premio di cui tanto cianciano avrebbero da diversi anni dovuto assegnarlo a loro!

    sul mo blog trovate un po' di roba al proposito della realtà degli ESP

    a presto un articolo specifico sui REG e la coscienza collettiva

    E tutti i casi di sincronicità dei gemelli? Io ho raccolto tante di quelle testimonainze ... ma si sa, non sono esperimenti riproducibili a comando e quindi per loro non esistono

    E così toselli e company sono stati tosati sugli aspetti fondamentali del loro "lavoro"

    un abbraccio a tutti

    RispondiElimina
  16. a proposito di quanto sopra da leggere pure questo estratto del libro il segreto dell'universo

    RispondiElimina
  17. Grande Toselli "non sono un fisico, non sono metereologo, non sono un esperto areonautico, non sono un chimico, e quindi non do risposte..."

    Nessuno che gli abbia detto "a Tose' ma vattene un po' affanculo"?

    RispondiElimina
  18. toselli tosato come una pecora qualsiasi del gregge di cui fa parte...il gregge dei pecoroni sapientoni.

    se queste sono le loro "armi"! mandare qualche illuso e pavido sapientino a quaquaraquare! niente sono e niente valgono! da far ridere i polli!!!!

    AVANTI A VELE SPIEGATE!!!!!

    RispondiElimina
  19. Aggiornamento meteo dal lago d'Iseo: oggi gli aerei cisterna dell'A.O.C. hanno lavorato duramente per creare una velatura quasi uniforme che da tutti è stata scambiata per foschia, una "foschia" altamente innaturale con strane sfilacciature, contorni ben poco naturali etc.

    Di sole come al solito ne è rimasto ben poco.
    Per domani è prevista un'altra perturbazione con nubifragi ed è stata allerta la protezione civile. Tutto ciò puzza di artificiale, di manovrato.

    Tempo fa ho visto un cartone animato edeucativo con mia figlia, in cui si spiegava che per far crescere le piante bisoghna prima mettere i semi, poi innaffiare e poi far sì che prendano tanto sole.

    E invece (guarda un po' che sfortuna) quando serviva l'acqua c'era siccità, e quando serviva il sole cielo coperto, "foschia", "nebbia", nuvole e pioggia (spesso troppa in una volta, che il terreno non riesce nemmeno a trattenere). Possibile che i contadini e gli allevatori non si accorgano di niente? Credo proprio che dovremmo cercare di contattarli.

    oh guarda ho scoperto che ho molti piu' titoli per parlare che non quel signor Toselli, perchè non è un fisico, io invece sì. Ma guarda un po' ... e lui si permette di scrivere articoli su focus, ma guarda ...

    RispondiElimina
  20. Toselli era partito con le peggiori intenzioni. Lo si vedeva già dal volto arcigno non appena arrivato.

    I signori non hanno compreso che la verità non si può nascondere con gli insulti e le basse insinuazioni. Pensavano forse di avere di fronte un pubblico di deficienti?

    Caso vuole... questo flop del Toselli è finito nel dimenticatoio ed i debs suoi colleghi non hanno accennato nemmeno ad un breve resoncontto. Forse non gli conveniva, data la pessima figura.

    RispondiElimina
  21. grazie straker...come vedo li hai strekkati!!! non avevo dubbi, e come me, tutti i "beceri complottisti, visionari, senza titolo, pazzi, ciechi e rincoglioniti". Il pensiero di un rincoglionito doc (io) era con te al convegno....strano che abbia funzionato!!!

    ps: confermo il post di alessandro...il cielo di Cagliari oggi fa letteralmente schifo...come sempre.

    RispondiElimina
  22. tu dici che se postiamo un commento nei loro siti lo facciano passare?

    cmq guarda cosa ti regalo .. se qualcuno vuole aiutsarmi ... c'è una sola parola che non ho ben cpaito , è alla fine dove ci sono le parentesi quadre []

    ----------
    trascrizione dell'inizio della relazione di Toselli

    TOSELLI: Intanto ringrazio per essere stato invitato qui questa sera perché intanto scopro sempre la mia grande ignoranza su tantissime cose. Ho seguito una serie lunga di dati foto immagini in sequenza incredibile così ben esibite Mi stupisce, sono proprio affascinato certamente, però la mia mentalità mi porta a cercare di capire, io non sono un fisico, non sono un metereologo, non sono un esperto aeronauti, non sono un chimico e quindi non do delle risposte su alcune cose che sono state qui raccontate, riferite, sicuramente sono un curioso, sono un curioso e noto delle cose, come giustamente il signore ha notato alcune cose particolari sull’articolo del generale, che non per l’essere un generale dev’essere un Dio sceso in terra e quindi tutto ciò che dice dev’essere verità evangelica
    MARCIANO’ non è l’unico, ce ne sono anche altri che dicono queste cose
    TOSELLI: Certo, ci mancherebbe. Ho notato però una cosa no? Che appunto in tutte queste parole dati, riferimenti ripetuti in continuazione quasi per un fuoco di fila continuo verso la platea no? Proprio per dire tut tu tut tu guarda che è così, fatto in un certo modo: è un meccanismo questo, per far passare un certo tipo di, o non far passare un certo tipo di informazione. Ecco questo vorrei farvi cogliere proprio. Quello che è stato qui esemplificato è un metodo che riguarda la teoria del è [picchiamento? Non ho capito bene la parola] Allora sono state citate una mare a di cose diverse ipotizzando, anzi scusate non ipotizzando, ma dando per certo, scusatemi, dando per certo che tutto ciò abbia una correlazione, no? Sia tutto unificato e correlato. E questo è stato dato per certo.

    RispondiElimina
  23. Siamo partiti da [?asper?, non ho capito] siamo andate a Tesla, l’FBI, la dottoressa che gli è stato portato via il microscopio elettronico, e tutto quanto assieme, no? Mi stupisco che non siano stati tirati ancora fuori gli alieni; magari ci saranno prossimamente.
    Allora questo è appunto un meccanismo per rendere in superficie estremamente credibile una teoria, se così possiamo definirla, ma in realtà non è detto che così sia. Io vorrei solo accennare a due o tre passaggi che mi sono appuntano, come dico non sono un esperto meteorologo. Mi dispiace che non ci siano esperti meteorologi che appunto possano dare delle risposte puntuali su certe cose oppure dei fisici dell’atmosfera, oppure degli ottici o altri, però alcune cose le ho notate in effetti. Allora, aerei a bassa quota, aerei a bassa quota, [parole non decifrate] lampi di colore verde, ma cosa sono osservazioni personali, dati registrati, studiati, condivisi? Non lo so, lo studio … si è detto che il suono, quando sentiamo il suono di un aereo sulla verticale vuol dire che questo è al si sotto di una certa quota, senza pensare che il suono si propaga a 360° quindi lei può essere totalmente spostato rispetto alla verticale.

    INTERRUZIONE; VARIE VOCI: alcune voci interrompono per confutare e/o chiarire quanto detto non si capisce bene, poi Toselli riprende

    TOSELLI: Questo è un metodo che vi ripeto ulteriormente. Io non ho fiatato quando ha parlato lei qui sarei grato se non fiataste nemmeno voi. Perchè questo denota un altro metodo. Evidenzio una piccola cosa che curiosamente
    Chi ci è di fronte certe volte. Allora su il suo sito, tankerenemy no? .com, dove, non è firmato come si chiama, ma con uno pseudonimo no?

    MARCIANO?: Non è vero intanto tutti quanti mi chiamano Rosario Marcianò e lo sanno tutti quanti basta andare nel profilo [del sito] lo vedono tutti.

    TOSELLI: Ma non c’è problema, non c’è problema

    ---

    se riesco continuo, ho stenografato 5 minuti di intervento ed ancora Egli non ha detto un ... bip, non un dato, non un elemento sulle scie, niente!

    RispondiElimina
  24. Grande Straker! ah ah! avrei tanto voluto esserci...mi pare di aver capito che il Toselli abbia fatto proprio un figurone!! non sapeva più cosa dire e si è attaccato al fatto che utilizzi il nick! oh mamma! e che maleducato, andarsene via così...evidentemente non sapeva più come controbattere!
    Grazie per il fimatino!
    Straker, la prossima volta se lo ribecchi, prima che si sieda..track...gli sposti la sedia! anzi no...riesce a farsi ridere dietro da solo! hi hi hi

    RispondiElimina
  25. Eh sì Claudia. Non avrei voluto essere nei suoi panni.

    RispondiElimina
  26. Beh....io vorrei tanto la mail, il numero di telefono e l'indirizzo di Toselli. E non dico altro. Come vorrei queste informazioni su Mercalli e gli altri piccoli insetti come attivissimo (citato da Mercalli....pensa un po!). Ieri sera nel cielo di Terni c'era un fronte di nuvole a "pecorelle" (pioggia a catinelle? macchè...) letteramente SPACCATO IN DUE. Manderò le foto se interessano. Ho chiamato mio padre (uomo da principio scettico ma poi gli ho fatto notare diverse cose e adesso anche lui, come molti altri miei parenti e conoscenti, stanno osservando la VERITA') e lui mi ha detto :"Mah....mah....è si...guarda un po'!!". Come giustamente diceva straker, oggi (si può vedere benissimo cliccando sul link della nasa postato da straker) è stato un disastro. Sono partito da Terni questa mattina che già andavno avanti e indietro e il cielo già stava doventando bianco (ore 11 circa). Dopo pranzo a Bolsena (VT) il cielo era completamente bianco.
    Toselli, io mi chiamo Bottali Marco e non sono nessuno come straker o zret. Sicuramente però, anche se non sono un chimico, un fisico, un meterologo, un militare ecc. ecc., mi ritengo persona superiore a lei solo per il semplice fatto di non essere nessuno....un nessuno che però ancora osserva, si interessa, pensa con la propria testa e non agisce a comando. Poi il suo discorso del complotto alla rovescia.....lasciamo stare. Come lasciamo stare la sua insinuazione sul fatto che le foto possono essere state scattate a qualsiasi altitudine. Non sapevo del canale di menphis. Un altro caso di censura? Proprio ieri mi ero iscritto ai sui video e avevo mandato l'invito per aggiungerlo come amico.
    Un caro saluto da Terni, Marco

    RispondiElimina
  27. L'apoteosi Toselli l'ha raggiunta quando ha accennato al "complotto alla rovescia" !!!!!. In quel momento non sapeva più cosa inventarsi. Comunque, secondo questa strampalata tesi, il tanto parlare del complotto delle scie chimiche serve a far passare in secondo piano il vero e più inquietante complotto, praticamente il "complotto dei complotti" !!! A questo punto i veri complottisti saremmo proprio noi e tutti coloro che si prodigano per far emergere il problema scie chimiche, avendo però come vero fine il depistare l'attenzione su quello che possiamo definire "il complotto più nascosto e segreto": l'esoterismo a confronto è niente !!!
    Peccato però che Toselli non ci abbia illuminato su quale sia questo fantomatico ultra-iper-mega-super-complotto !!!
    Magari non lo sa, e magari pensa che gli unici a detenere la conoscenza di questo segreto sono gli "sciachimsti". Che situazione paradossale, sembra che si siano invertiti i ruoli...
    Ma a questo punto il ruolo dei debunkers (che tradotto significa ridimensionatori) non sarebbe più quello di ridimensionare la teoria del complotto, ma di alimentarla ulteriormente con la teoria del "mega-complotto", il complotto che sta dietro a tutti gli altri: dietro alle scie-chimiche, al signoraggio, al governo ombra (non quello di Veltroni...), alla conoscenza occultata delle fonti energetiche pulite e inesauribili e così via.
    E se invece esistesse davvero questo super complotto ?!?! ... Forse Toselli ha voluto metterci la pulce nell'orecchio ...

    Un saluto e incoraggiamneto.
    VibraVito

    RispondiElimina
  28. Al di là dell'oggettiva mancanza di contenuti, l'aspetto più inquietante che contraddistingue certi soggetti è il livore che mostrano nei nostri confronti. Ciò fa pensare che ai loro occhi noi siamo solo dei nemici da combattere.

    Le azioni di questa gente vanno oltre le apparenze.

    RispondiElimina
  29. Toselli dice...

    Non lo so, lo studio … si è detto che il suono, quando sentiamo il suono di un aereo sulla verticale vuol dire che questo è al si sotto di una certa quota, senza pensare che il suono si propaga a 360° quindi lei può essere totalmente spostato rispetto alla verticale.



    Trasmissione del suono ed aerei chimici - Stima delle quote

    Data una sorgente di suono, questo si propaga allo stesso modo in tutte le direzioni. Possiamo dire che si propaga secondo fronti d’onda sferici. La superficie del fronte d’onda aumenta in proporzione col quadrato della distanza dalla sorgente. Di conseguenza l’energia che possiede il fronte d’onda si distribuisce su tutta la superficie, per cui su una singola unità di superficie avremo un’energia che decresce proporzionalmente al quadrato della distanza. Siccome l’energia è proporzionale all’intensità sonora, possiamo dire che:

    • L’intensità sonora decresce con il quadrato della distanza.

    Volendo esprimere in decibel questa variazione:

    • Raddoppiando la distanza, l’intensità sonora decresce di 6 dB
    • Decuplicando la distanza, l’intensità sonora decresce di 20 dB

    Quindi se ad esempio misuriamo un intensità di 100 dB ad un metro da un diffusore acustico:

    • A due metri avremo 94 dB
    • A dieci metri avremo 80 dB

    Si nota quindi come il fattore distanza sia molto rilevante nell’attenuazione dell’intensità acustica. Il suono si propaga ad una velocità che dipende dalla natura del mezzo elastico in cui si diffonde. Inoltre tale velocità è influenzata, sebbene in misura minore, dalla temperatura, dalla pressione e dall’umidità. Vediamo qual’è la velocità del suono in alcuni mezzi elastici (in metri/secondo):

    Anidride carbonica 258
    Ossigeno 317
    Aria 340
    Acqua 1.437
    Rame 3.560
    Marmo 3.810
    Ferro 5.000

    Secondo le normative in vigore, il rumore di un aviogetto ad 800 metri di quota sulla verticale, non deve superare i 75 db (voce forte ad un metro). Considerando che raddoppiando la distanza, l’intensità sonora decresce di 6 dB, possiamo dedurre che un aereo che sorvola a 1600 metri trasferisce a terra, in media, un rumore pari a 69 db (conversazione normale ad un metro). Decuplicando la distanza verranno percepiti circa 55 db (salotto calmo). Inoltre, considerando la velocità di trasferimento del suono nell'aria, se un velivolo non solo viene udito distintamente ma, mentre se ne percepisce il rombo, si trova sulla verticale e quindi non è si è già allontanato all'orizzonte, significa che è alquanto basso! Se così non fosse, il rumore verrebbe percepito solo dopo il passaggio dell'aereo.

    Mano a mano che si sale di quota, ovviamente il suono si attenua, sino a diventare irrilevante e questo spiega perché un velivolo che incrocia a 12.000 metri non può essere percepito. Qualcuno ha mai udito gli aerei di linea prima dell'inizio delle operazioni di aerosol? Infatti il rumore corrisponderebbe in teoria a circa 45 db (il brusio di una bibblioteca). Se oltretutto consideriamo il medium atmosferico come ulteriore ostacolo alla trasmissione del suono, la dissipazione del rumore sarà ancora maggiore, portandoci in realtà ad una emissione sonora da parte del velivolo verso il suolo di circa 20 db (studio di radiodiffusione). Praticamente inudibile.

    Sappiamo invece che i tankers che sorvolano a basse quote possono essere uditi anche dall'interno di un appartamento a finestre con doppi vetri chiusi e ciò non sarebbe possibile se si trattasse di sorvoli a quote uguali o superiori agli 8000 metri. Questo aspetto, dimostra una volta di più che siamo di fronte a velivoli che volano ampiamente al di sotto delle quote tipiche dei velivoli commerciali.

    Quindi, signor Toselli, la prossima volta, prima di proferire parola, conti fino a dieci.

    RispondiElimina
  30. perfetto, mi hai anticipato,
    indubbiamente se si calcola il logaritmo in base 10 del numero 4 (il doppio della distanza corrisponde ad un quarto dell'intensità) e poi si moltiplica il risultato per dieci, ovvero se si calcola 10*log(4) dove il logaritmo è in base 10 si ottiene 6,0206.

    I calcoli sono ineccepibili


    non ho capito bene a cosa ti riferisci quando dici Se oltretutto consideriamo il medium atmosferico come ulteriore ostacolo alla trasmissione del suono

    e mi risulta difficile comprendere appieno a cosa tu ti riferisca dicendo
    Inoltre, considerando la velocità di trasferimento del suono nell'aria, se un velivolo non solo viene udito distintamente ma, mentre se ne percepisce il rombo, si trova sulla verticale e quindi non è si è già allontanato all'orizzonte, significa che è alquanto basso! Se così non fosse, il rumore verrebbe percepito solo dopo il passaggio dell'aereo.

    COme si fa a distinguere se il suono che si sta udendo adesso deriva da un aereo che è passato 30 secondi fa a 10 km di distanza oppure 20 secondi fa a 6 km di distanza ?

    in piu' chiedo riferimenti precisi sulla normativa se puoi (documenti link riferimenti)

    credo siano elementi importanti per tutti noi

    scusa la pignoleria ma credo siano precisazioni importanti.

    (Forse le parole di toselli e questa tua precisazione potresti inserirle nel post aggiornandolo)

    RispondiElimina
  31. volevo intendere, è chiaro che l'aria assorbe parte dell'energia (intensità dell'onda) ma hai qualche riferiment ingegnieristico (ossia schemi di calcolo già elaborati) per quantificare il fenomeno?

    è ovvio che il fenomeno ci sia, se trovo il tempo prima o poi posso provare a fare un'approfondimento, ma visto che ogni volta scopro che mi hai precedeuto ...

    PS: rompo spesso le scatole perchè sto finendo di aggiornare il mio dossier, credo stia venendo bene

    RispondiElimina
  32. Schema: sorvoli a circa 800 metri di quota

    Ciao Corrado. Allorquando si percepisce il rombo del velivolo, immancabilmente lo vediamo anche ed è quindi facile rilevarne la posizione. Viceversa, se il velivolo è ad altezza "da volo commerciale" (dagli 8000 metri in su) non solo non lo vediamo, ma nemmeno ne udiamo i motori, per cui il problema della sua identificazione non si pone, in relazione al suono (non lo vediamo e non lo sentiamo).

    La bonifica acustica degli edifici della Malpensa

    Cenni sulle caratteristiche del rumore da aeromobile e relative problematiche

    http://www.fi.cnr.it/r&f/n14/scamoni2.htm

    All'approssimarsi dell'areo, vi è una componente alle alte frequenze (2.000 Hz) dovuta all'aria che entra nel motore. Al passaggio sulla verticale tale componente inizia a diminuire, mentre aumentano quelle a bassa frequenza (sotto i 500 Hz) e, al contempo, è presente una componente ad alta frequenza prodotta dagli scappamenti del fan (3.150 Hz).
    Dopo il passaggio dell'areo il rumore presenta come dominante le basse frequenze dovute allo scappamento dei gas di scarico, dalle quali dipende anche la sua lunga persistenza nel tempo. Per il medesimo aereo in fase di atterraggio, la durata del rumore risulta minore di quella di decollo. Le alte frequenze sono più pronunciate sia in avvicinamento sia sulla verticale, in quanto l'aereo si trova più vicino al suolo, mentre le componenti a bassa frequenza sono minori in seguito ai minori valori di potenza del motore, producendo così meno rumore.

    L'effetto di attenuazione dell'atmosfera assume importanza in quanto il rumore che si propaga all'aperto decresce di intensità con l'aumento della distanza tra sorgente e ricevente. Tale attenuazione viene misurata in dB e dipende dall'incidenza di diversi meccanismi, principalmente la divergenza geometrica a partire dalla sorgente, l'assorbimento di energia acustica da parte dell'aria, la presenza di vegetazione, le condizioni meteorologiche come vento e gradienti di temperatura e la presenza di barriere naturali e artificiali.

    L'attenuazione dovuta alla divergenza geometrica a partire dalla sorgente è di circa 6 dB al raddoppio della distanza. La potenza sonora generata dai motori del velivolo si ripartisce sulla superficie di una sfera in rapporto alla direttività della sorgente stessa e, aumentando il raggio della sfera con la propagazione dell'onda, l'energia si diluisce su una superficie sempre maggiore, con conseguente riduzione del livello sonoro lungo l'asse che collega la sorgente al ricettore. La direttività dei motori e la traiettoria della sorgente fanno sì che nel punto di osservazione non cambi solo il livello durante il sorvolo, ma anche lo spettro.

    L'attenuazione dovuta all'assorbimento di energia acustica da parte dell'aria (se il medium ha scarsa umidità relativa, il suono si propaga meno facilmente) in cui le onde sonore si propagano dipende dal fatto che essa viene gradualmente trasformata in energia termica, soprattutto attraverso meccanismi di vibrazione delle molecole di ossigeno, provocando il cosiddetto assorbimento atmosferico. L'assorbimento risulta tanto più elevato se la frequenza del rumore si avvicina alla frequenza di rilassamento delle molecole, la quale dipende dalla temperatura e dall'umidità dell'aria ed è proporzionale alla distanza intercorrente tra sorgente e ricevitore.

    L'attenuazione dovuta alla presenza di vegetazione risulta sensibile quando sia la sorgente sia l'osservatore si trovano a distanza ridotta dal suolo. Alberi e vegetazione bassa forniscono, infatti, una leggera attenuazione per effetto schermo; per frequenze inferiori ai 1.000 Hz il loro
    contributo è dovuto prevalentemente all'effetto suolo, in quanto le radici rendono il terreno più poroso.

    Al contrario, fattori come vento, gradienti di temperatura e turbolenze atmosferiche possono influire in maniera rilevante attraverso le loro fluttuazioni. In particolare, la velocità del vento cresce normalmente con la quota e l'osservatore in direzione del vento riceve alti livelli sonori, mentre in caso contrario il rumore potrà subire un'attenuazione fino a 20 dB. I gradienti di temperatura influiscono in quanto la velocità del suono è una funzione crescente con la temperatura dell'aria. La turbolenza atmosferica è, invece, spesso localizzata in prossimità dello strato di inversione termica e, combinata con questo, produce una rifrazione del raggio sonoro.

    Si può ottenere un'attenuazione anche tramite barriere naturali o artificiali, interponendo un qualsiasi corpo solido relativamente opaco alla trasmissione sonora che impedisca la vista in linea retta da sorgente a ricevente; in questo caso l'effetto migliore si raggiunge impiegando materiali fonoassorbenti con superficie rivolta verso la sorgente e alla sommità della barriera.

    RispondiElimina
  33. Propagazione del rumore in ambiente esterno: legge quadro 447/95

    RispondiElimina
  34. Molto interessante e ben fatto il Tuo lavoro, Corrado. Penso che sia utilissimo.

    Volevo chiarire un aspetto forse poco chiaro, in relazione alla percezione del rombo di un aereo che si scorge sulla verticale...

    Questo dettaglio è rilevante, infatti se l'aereo non abbastanza vicino all'osservatore, il suono dei motori verrà percepito solo quando il velivolo avrà già sorvolato, di almeno un km, la verticale dell'osservatore.

    RispondiElimina
  35. Riporto qui una puntuale analisi dell'intervento di Toselli. Il carissimo amico Andrea scrive...

    Ho ascoltato l’intervista di Alessandria e ho trovato delle analogie con "il processo a Wilhelm Reich", in quanto a tono:
    http://www.mediafire.com/download.php?kdcjlmjxihx



    Il repertorio del maleducato è sempre lo stesso:

    1 delegare le rispettive competenze a “chi di dovere” senonchè "non ci sono qui presenti persone responsabili, purtoppo" ed è allora bene non pronunciarsi se non si ha studiato la materia trattata nella scuola dell'indottrinamento.

    2 non confutare le prove, bensì limitarsi a ripetere che rappresentano un sofisticato meccanismo per rendere credibile una storia inventata.

    3 offendere usando parole arroganti per indurre la tensione nell’avversario, pretendere di non essere interrotto per non essere smentito e poi interrompere impedendo il dialogo/dibattito.

    4 Screditare l’avversario criticando “il suo metodo di approccio a un certo tipo di realtà” e dicendo che “sarebbe bello vedere un articolo con tali affermazioni su una rivista scientifica!” o che “le analisi non vanno fatte in dieci anni, ma 5°, 100, 200 anni”.

    5 Usare parole intenzionali come “poi” e ripeterle più volte, come a dar l’idea di aggiungere qualcosa, quando nulla di concreto nei concetti esposi è stato detto, né prima, né dopo.

    6 Ridicolizzare l’avversario con esempi assurdi come l’aneddoto del gatto o facendo battutine tipo “Sanremo non è il centro del mondo” e fare appunti inutili e minuziosi, come specificare che le contrails sono chemtrails nel senso che hanno delle sostanze chimiche.

    7 Aggrapparsi a improbabili obiezioni come ipotizzare che le foto siano state scattate dall’alto (per giustificare, invano, le basse quote delle scie nel cielo)

    8 Usare la stessa arma dell’avversario: (riflessione “Il complotto al contrario”) “a qualcuno fa comodo che risorse e sforzi vengano concentrati su alcuni argomenti per sviarne altri.” “si parla tanto di alcune cose questo fa comodo proprio perché le persone non pensino ad altro”.

    10 Utilizzare domande fasulle da parte del pubblico come jolly nei momenti critici: domanda presumibilmente manipolata che la interrompe mentre lei espone i fatti: “signor toselli, insomma, secondo lei queste scie eistono o no?”

    11 Giocare su affermazioni che hanno una doppia spiegazione a favore di entrambe le parti come: “Le scie c’erano durante la guerra”. (ovvio no?)

    12 Andarsene lamentando di non voler più perdere tempo, con sufficienza.

    Le uniche affermazioni che ho ritenuto valide sono state:

    "Io mi domando questi signori vivono sulla luna o sulla terra? Non hanno mogli e figli? “le acque sono monitorate no? Dovrebbero esser state rilevate queste alterazioni.”

    [qui eccepisco, in quanto le ARPA sanno, ma nulla dicono, poiché hanno direttiveve chiare al riguardo; prova ne è che un'impiegata dell'ARPA Piemonte che si è fatta sfuggire, tempo fa, che "le scie chimiche sono un problema esistente e del quale essi sono al corrente, ma che loro non possono occuparsi di questioni strategiche e politiche..." è stata immediatamente trasferita ad altro incarico.]

    Lei è stato veramente bravo a gestire la situazione e si vede che non è la prima volta. Ha cercato di ritornare sui fatti dopo le aggressioni subite, senza disperdersi, non dimenticando anche di nominare i “parlamentari” intervenuti contro le scie, che sono figure istituzionali valorizzate dalla massa.

    Non è facile avere a che fare con persone offensive e impertinenti.

    RispondiElimina
  36. Ciao Poseidon! Accidenti, ti leggo solo ora. :-|

    RispondiElimina
  37. Hanno Bloccato anche il canale youtube di Menphis 75!

    RispondiElimina
  38. mancherebbe l'audio dell'intervento di straker (ooops! Rosario MARCIANO') per completaree l'informazione.

    Io se riesco pian piano sbobino tutto ... se pensate che valga la pena

    RispondiElimina
  39. Non amo riascoltarmi. Per quello non ho immesso anche la registrazione del mio itervento.

    RispondiElimina
  40. complimenti per la tosatura :)

    saluti felici

    felice capretta

    RispondiElimina
  41. Pelo e contropelo. Ah, egli andava via perchè aveva ben altre cose da fare...doveva lavorare...chissà che concezione del lavoro avrà costui che si è pronunciato in tal senso. Poi, questi elementi, hanno un identikit ormai stampato in fronte: sono tipici per il caratteristico atteggiamento di uomini di gran capacità e competenza a 360° in compagnia ed etichettati con la sigla di qualche ente; presi uno alla volta, spicca il loro valore reale, mi pare; mi fermo qua. A parte il piccolo particolare, non ancora ben metabolizzato,di non essere esenti a tutto quello che viene regalato a noi (manco il mago Silvan può intercedere)è fin troppo evidente che non solo non rispettano gli altri, ma non amano neppure la loro, di vita. Che brutta cosa, a che gli serve il denaro....questi presupposti non lasciano spazio a dubbi circa le future intenzioni ed azioni da parte loro, ma questo si sapeva già, perchè è già scritto il copione. Per quanto riguarda l'USCITA del complotto dei complotti, se ho capito bene....!!!L'egregio - scusate non è da me - se la può infilare dove meglio crede, se ci riesce. Qui nessuno si è bevuto il cervello. L'odore di complotti ed inganni contro la popolazione si sente ad altissime concentrazioni nell'aria che respiriamo quotidianamente non appena si mette un piede fuori di casa, non appena si prende in mano un giornale (rigorosamente, tra quelli "ufficiali"); e non è certo creazione di chi sta lavorando per portare alla luce le sconvolgenti "verità nascoste", faticosamente, visto tutti 'sti barcaroli (senza offesa) che cercano di remare contro. Ma il torrente corre sempre verso la valle, e allora, che remino! Magari chissà, un bel colpo di frusta..Un saluto a tutti, Vi auguro buona giornata e buon lavoro!! Notizia singolare: in uno dei forti temporali di ieri, pare che la furia del vento si sia accanita con la sede dell'ARPA di Grugliasco (TO), scoperchiandogli parte del tetto e provocando allagamenti.

    RispondiElimina
  42. Cerco Giovanni Succi o Nicola Simonetti, è importante.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis