mercoledì 23 aprile 2008

Scie chimiche: una strategia di guerra psicologica?

Alcuni ricercatori hanno ipotizzato che le scie chimiche siano parte integrante di una strategia di guerra psicologica, ossia aerei di ogni tipo e dimensione scorrazzerebbero nei cieli di quasi tutto il pianeta per distogliere l'attenzione delle persone da altre insidie e da altri problemi. Credo che l'operazione scie chimiche possa anche rivestire, almeno in parte, questo ruolo: infatti, mentre gli studiosi del fenomeno e cittadini fortemente in apprensione per i danni causati dall'attività clandestina, volgono lo sguardo all'insù, altri progetti dell'agenda globalista vengono attuati ad uno ad uno, dal controllo della popolazione per mezzo della videosorveglianza, di leggi sempre più coercitive e del denaro elettronico, alla militarizzazione della società e dello spazio, dalla diffusione di sistemi anti-sommossa alle speculazioni finanziarie più deleterie per l'economia mondiale.

Tuttavia, chi intende sostenere toto corde l'ipotesi delle scie come strumento di penetrazione psicologica, escludendo altri fini, dimentica che le chemtrails sono il volano di un'operazione planetaria da cui dipendono moltissime conseguenze ambientali, climatiche, economiche, sociali... Sono, in altre parole, il fulcro di una nefanda politica globale dalle molteplici e tutte deleterie implicazioni.

Ora, è pur vero che gli orditi celesti, le linee serpeggianti, le scacchiere, gli zigzag... creano uno spettacolo grottesco e che, per la sua straordinaria bruttezza, può attirare lo sguardo di qualche distratto automa, ma gli spettacoli si inscenano per un pubblico, mentre i voli chimici sono "contemplati" da un numero irrisorio di persone. Una sala cinematografica in cui si recano pochissimi spettatori viene chiusa, prima o dopo. A questo punto, constatato lo scarso successo della pantomima chimico-biologica, il regista avrebbe optato per un'altra produzione, dalle speranze di maggiore successo.

Mi pare quindi un’ipotesi poco persuasiva ed ingannevole: essa non considera l’abnorme dispendio finanziario, l’inimmaginabile organizzazione logistica dell’attività, scivolando in un pericoloso riduzionismo. Tale congettura inoltre dimentica, come si accennava, i danni reali all’agricoltura, gli stravolgimenti meteorologici e climatici, gli aspetti militari della questione, soprattutto la trasformazione degli uomini in esseri bionici. Nel contempo, si consideri che le irrorazioni vengono, ogni qual volta possibile, dissimulate con diverse tattiche. Dobbiamo quindi credere che i demoni abbiano ideato un altro stratagemma per frastornare la gente? Non è la massa forse già controllata ed eterodiretta? Occorre forse che si giri il film delle scie chimiche per distrarla, laddove fanno perfettamente alla bisogna la televisione, le onde elettromagnetiche, il bieco consumismo e mille altri sciagurati sistemi del nostro mondo ipertecnologico ed iperstupido?

Certi personaggi si spingono oltre: non solo affermano che le scie sono un mezzo per depistare da altri piani, ma anche affermano, con sospetta sicumera, che le patologie causate dalle chemtrails tra cui il Morgellons, sono il risultato di fantasie. Ebbene, costoro, se non sono del tutto idioti, sono dei disinformatori infiltrati in siti insospettabili. Insospettabili sono altresì questi "ricercatori": più realisti del re, all'apparenza critici spietati del N.W.O., talora si tradiscono, rivelando la loro spregevole natura di consiglieri fraudolenti, di messaggeri di menzogne.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

25 commenti:

  1. Ci mancavano anche i debunkerers mascherati da finti ricercatori preoccupati :(

    RispondiElimina
  2. Ciao Zret
    Sono completamente daccordo con te
    le scie chimiche non sono un specchietto per le allodole e lo dimostrano anche i continui tentavi di disinformazione che mirano a farle passare più come una consuetudine piuttosto che come un'eccezione.
    Le scie chimiche sono una minaccia per il mondo mettiamocelo bene in testa e non lasciano presagire niente di buono.
    Più gente prendera coscienza di questo e migliore sarà l'opposizione.
    Daltronde se riescono a scorrazzare
    indisturbati nei cieli di mezzo mondo secondo voi resisterebbero alla tentazione di lasciare diciamo così qualche "sostansuccia" che proprio legale non è ?

    RispondiElimina
  3. Ciao Flo, uno di costoro è molto famoso ed è attaccato, per finta, dai suoi collaboratori.

    Oh quanta species; cerebrum non habet.

    Ciao

    RispondiElimina
  4. Più che distogliere l'attenzione è incredibile come la gente non ci faccia caso!

    Fai bene a sottolineare questo fatto.

    Devo dire, sinceramente, che senza il supporto di siti come questo probabilmente neanche io mi sarei reso conto dell'operazione di areosol.

    Per questo ringrazio voi, come tutti quelli che fanno qualcosa per informare il prossimo.

    Continuate così, la gente come me ha bisogno di voi.

    RispondiElimina
  5. Grazie, ErSandro e grazie Eclipsed.. Le vostre parole ci confortano. Sono tempi difficili, è vero ed abbiamo poche certezze sul futuro, ma è un buon segno osservare che il lavoro svolto sino ad ora stia producendo qualche risultato, perlomeno nel risvegliare le coscienze di molti.

    RispondiElimina
  6. L'evidenza è lampante ed uno dei pochi mezzi rimasti è raggirarci con inganni abilmente pensati come questo. Le scie chimiche non sono affatto una strategia di guerra psicologica, anzi, chi ne viene a conoscenza è portato a riscoprire la propria consapevolezza, a sostegno di informazioni riguardanti moltre altre questioni ignobili e ben nascoste.

    Sapete qual'è la vera GUERRA PSICOLOGICA in atto? Voi Zret e Straker lo saprete bene. Affinchè tutti possano capirlo riporto delle affermazioni riprese dal sito di Andrea Doria che ha deciso per il momento di interrompere l'aggiornamento del sito: "...il server è sempre stato vittima di infiltrazioni illegali, file mirati cancellati e cartelle addirittura rinominate in altri modi proprio sotto i miei occhi, impendendone al sito il corretto percorso di riconoscimento. Tutti segnali che mi hanno portato a fare denunce alla Polizia Informatica, ma senza risultati, poiché chi opera per infiltrarsi è pagato regolarmente da branche dei servizi segreti statunitensi. L'intento non è mai stato quello di "danneggiare" il sito o il sottoscritto, poiché secondo le loro logiche, più vittima di attacchi pubblici sarei e più verrei apprezzato per ciò che diffondo e dico, ma semplicemente era farmi comprendere che mi stavano tenendo d'occhio. Volevano semplicemente che lo sapessi e tutto questo al solo scopo di intimorirmi. Molte cose da me pubblicate sono assolutamente vere e loro lo sanno, ma vogliono lasciare voi nel dubbio così nessuno si fida di nessuno. Io passerò solamente per un pazzo anche se, in una società come questa, personalmente lo ritengo un privilegio. Poi ancora aggiungerei l'infiltrazione nei commenti di disinformatori, che richiedono un equipe di controllo specifica..."

    RispondiElimina
  7. I sabotaggi sono continui, ma non si deve cedere. Guai, se si arriva al loro obiettivo! Mi fermeranno solo morto.

    RispondiElimina
  8. Ciao a tutti,
    la mia impressione è che questo non sia che l'ultimo tentativo di normalizzare quel che accade nei nostri cieli. Dice bene Zret: ci troviamo di fronte a una interpretazione riduzionistica. Cielo velato secondo le previsioni meteo, cielo con chemtrails nei cartoni animati, cinesi che parlano di modificare il clima allo scopo di garantire il bel tempo (sic!) per le olimpiadi come se manipolare il clima sia la cosa più naturale di questo mondo...

    Ma per quanto le maggior parte delle persone non abbia coscienza di cosa accade, noi che almeno abbiamo ancora il coraggio e il desidierio di sollevare gli occhi al cielo non ci arrendiamo, continuiamo a cercare la verità, a instillare il dubbio che niente è ciò che sembra, che la realtà è diversa da come qualcuno vuol farci credere

    RispondiElimina
  9. Ciao a tutti,
    la mia impressione è che questo non sia che l'ultimo tentativo di normalizzare quel che accade nei nostri cieli. Dice bene Zret: ci troviamo di fronte a una interpretazione riduzionistica. Cielo velato secondo le previsioni meteo, cielo con chemtrails nei cartoni animati, cinesi che parlano di modificare il clima allo scopo di garantire il bel tempo (sic!) per le olimpiadi come se manipolare il clima sia la cosa più naturale di questo mondo...

    Ma per quanto le maggior parte delle persone non abbia coscienza di cosa accade, noi che almeno abbiamo ancora il coraggio e il desidierio di sollevare gli occhi al cielo non ci arrendiamo, continuiamo a cercare la verità, a instillare il dubbio che niente è ciò che sembra, che la realtà è diversa da come qualcuno vuol farci credere

    RispondiElimina
  10. Già, è così e dobbiamo guardarci bene dai cavalli di Troia. Peccato che alcuni non si siano ancora accorti di quanto accade.

    Leggete questo gustoso dialogo tra scie-nziato, ex support_5, noto debunker e Massimo Santacroce... che dovrebbe essere un ricercatore della verità e che invece fa il gioco dei disinformatori...

    scie-nziato ha detto...
    Finalmente un pilota convinto dell'esistenza delle scie chimiche.
    Potrebbe essere di notevole aiuto, perchè non gli dici di fotografare, o meglio riprendere con telecamera, qualche scia a quote relativamente basse (2-4km) mentre si trova a bordo del suo velivolo? Visto il numero impressionante di scie presenti quasi tutti i giorni non credo dovrà aspettare molto per avere l'oppoortunità di fotografare qualche scia alle quote indicate.
    Sarebbe una bella prova che qualcosa di strano sta accadendo.

    ciao
    scie-nziato

    23 aprile 2008 9.14
    cieliazzurri ha detto...
    Ciao. Fausto ha ribadito che non ci sono prove dell'esistenza delle scie chimiche.
    Per quanto riguarda le quote di volo, da quando osservo il cielo a Milano non ho mai stimato un aereo con scia sotto i 7000 metri. Le quote stimate degli aerei con scia che passano sopra la mia casa sono comprese solitamente tra i 9000 e gli 11500 metri; meno frequentemente intorno agli 8000 metri.
    Se esistono scie anomale a Milano, queste devono trovarsi a tali quote.

    Ciao

    23 aprile 2008 20.20

    RispondiElimina
  11. sul forum di sciechimieche AMD e Chembusterboy continuano a sbeffeggiare i post sul Morgellons.
    Al primo nn concedo attenuanti, del secondo nn so davvero cosa pensare perchè il suo impegno con il gifting è indubbiamente sincero ed entusiastico.

    Mannaggia! nn arrivo a capire chi il debù molto attivo e attaccato dai suoi pari....

    Riguardo ad automiribelli resta poco chiaro il fatto che i chiarimenti siano arrivati dopo tre giorni di blackout, anzichè PRIMA!...
    circostanza che rende tutte le buone e nobili ragioni di Andrea alquanto vacillanti... come se cmq fosse accaduto qlcosa che lo ha costretto a forzare i tempi.

    ciao

    RispondiElimina
  12. Ciao, caro amico.

    Riguardo a quell'ignorantone, con la "I" maiuscola di AMD, posso solo dire che, un giorno non lontano, avrà di che pentirsi amaramente di quanto ha fatto e sta facendo. Non perché sarò io a prendere provvedimenti, ma solo, semplicemente perché i fatti sono quelli che andiamo diffondendo da tempo ed anche lui, come i suoi amci, ha già respirato ed ingerito nanostrutture intelligenti.

    E' solo una questione di tempo, in concomitanza con fattori attivanti ed il buon AMD verserà lacrime di sangue, nel vero senso della parola. E piangerà e si dispererà, perché non solo non ha ascoltato, ma anche perché ha vilipeso, diffamato, oltraggiato i malati di Morgellons, attuali e futuri.

    Lui ed i disinformatori della sua schiatta avranno da pentirsene amaramente.

    RispondiElimina
  13. Riguardo alla vicenda, triste, del blog "Automi ribelli", non conosco bene i fatti, ma non me la sento di condividere la decisione di Andrea. Di questi tempi, se vogliamo avere qualche speranza di vita e libertà, dobbiamo avere coraggio e non possiamo permetterci di abbandonare il campo di battaglia non appena odiamo fischiare i proiettili di artiglieria.

    E' una scelta che si fa: decidere di rischiare la pelle ora per non dover morire poi, magari non ricordando nemmeno chi eravamo un tempo.

    RispondiElimina
  14. E riguardo alla questione delle quote, mi domando come si faccia ad ignorare le evidenze, che sono decine.

    Un esempio.

    Un altro.

    Ed un altro ancora!

    Baghdir... a buon intenditore, poche parole. Avremo occasione di discuterne per email, privatamente.

    RispondiElimina
  15. ...meno male che non ci sono andata sennò mi sarebbe venuto il nervoso...

    RispondiElimina
  16. Noi si cerca di fare un faticoso passo avanti e certi personaggi ci portano indietro di dieci. Non hanno ancora compreso che qui non bisogna più dimostrare un emerito tubo di niente. Bisogna fermare le irrorazioni e basta!

    E meglio che non dico nulla, perché sono troppo incazzato.

    RispondiElimina
  17. Le polveri sono intelligenti; AMD e tutti gli altri beati beoti, insieme con i disinfognatori, sicuramente no. E' un'acquisizione gnoseologica di inestimabile valore.

    RispondiElimina
  18. Ciao a tutti!!
    E' da un mesetto circa che Vi seguo più assiduamente e VI scrivo a volte. Ho inviato anche foto di roma a riguardo.
    Penso e ripenso...ma se è tutto vero...come possiamo fare qualcosa, se stiamo lottando contro un muro di gomma??? CIoè multinazionali farmaceutiche/belliche/bancarie(embè ci sono sempre banche dietro a tutto)???? Sono veramente sconcertato da tutto questo!! Certe volte penso a tutto questo e dico "ma chi se ne frega"...butterei tutto alle mie spalle e vivrei così superficialmente come fa la maggior parte della gente...purtroppo o per fortuna, non ce la faccio e vorrei vederci chiaro anche se so che la verità non uscirà mai fuori completamente!
    P.S. Scusate per questo sfogo forse inutile e pessimistico! Cmq sia Continuate così che siete forti!!! Ciao. Glomer.

    RispondiElimina
  19. Ciao Glomer. Cercare di non pensarci è la cosa a cui facciamo tutti appello, ma riesce difficile, viste le prossime conseguenze nefaste collegate alle irrorazioni. Non possiamo far altro che divulgare ad altri quel che sappiamo, sperando di avere anche una sola possibilità di sfuggire al nostro destino, che sembra essere già stato scritto dalle elites del potere occulto.

    RispondiElimina
  20. http://switzerland.indymedia.org/it/2008/04/59346.shtml

    visto qua... un sedicente roberto cossetta che insiste a vanverare?

    nn è accertabile che sia lo stesso che ha scritto l' articolo " 7 anni di silenzio "... cmq i suoi argomenti contro l'orgonite e le sc sono puro delirio, mentre l'articolo - apprezzato da molti -pare avere altro stile e altre qualità.

    RispondiElimina
  21. Ciao badghir.

    No, voglio sperare di no. Ciononostante, con tutta la documentazione presente, non ci si può presentare ad un convegno ed affermare che non esistono prove a sostegno dell'esistenza delle chemtrails. E' un'azione incoscente ed irresponsabile, per la quale poi si può pagare lo scotto.

    RispondiElimina
  22. ah si, scusa, avevo letto:
    "Ciao Fausto. Ha ribadito... " invece di "Ciao. Fausto ha ribadito..."

    Quel punto fa tutta la differenza.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis