giovedì 3 aprile 2008

Death comes from the sky

Sempre più spesso abbiamo occasione di riprendere velivoli impegnati in planate a bassissima quota ed a velocità talmente ridotta da rischiare lo stallo (forse per non produrre rumore che potrebbe evidenziarne la presenza). Questi velivoli risultano, come sempre, privi di contrassegni identificativi, ma - ed è quello che conta - iniziano ad emettere scie una volta arrivati sulla verticale dei quartieri abitati ed interrompono l'erogazione non appena superano le vallate...

Ieri, 2 aprile 2008, giornata che ha visto impegnati, solo su Sanremo, oltre 70 aerei nel compito di oscurare il sole con uno spesso strato nuvoloso artificiale, abbiamo immortalato un tanker bireattore che, seguendo la solita tecnica ormai abituale, ha diffuso probabilmente composti chimico-biologici sul nostro quartiere. La quota davvero bassa è indicativa del fatto che si mira ad una veloce ed efficace ricaduta al suolo di quanto viene cosparso e ciò, viste le gravi patologie respiratorie occorse fra la popolazione della città negli ultimi mesi, induce a privilegiare l'inquietante ipotesi che siano in atto esperimenti sugli abitanti inconsapevoli di Sanremo e, probabilmente, anche di altre città.

Per la prima volta, data la precisione dei dati in nostro possesso, abbiamo potuto stimare, per mezzo del metodo trigonometrico qui descritto, la quota di tale velivolo. Abbiamo potuto così acccertare che il tanker ha sorvolato il nostro isolato alla quota di 1.531 metri circa, ben lontani dai fantomatici 10/13.000 metri menzionati dai soliti piloti, controllori di volo, meteorologi, espondenti del C.I.C.A.P. e disinformatori associati, a quanto pare stranamente fin troppo interessati a far credere che quelle che noi denunciamo come scie chimiche, sono solo innocue contrails.

Ieri la temperatura era di 25° Celsius e l'umidità relativa al suolo (80 metri sul livello del mare) era del 57%, mentre la pressione era schizzata a 1.024 millibar (durante le irrorazioni la pressione atmosferica sale). E' noto che, con il salire di quota, la temperatura diminuisce di circa 7° Celsius per ogni chilometro; anche l'umidità tende a decrescere. Non si raggiungevano quindi in alcun modo le condizioni per la formazione di alcun tipo di fenomeno correlabile alle contrails. Ma non solo! Dalle riprese video, si evince che, per qualche centinaio di metri ed in prossimità della nostra abitazione, il velivolo ha emesso una sola scia, proveniente dalla zona motore di destra. Poi il flusso si è repentinamente interrotto (chiuse le valvole?) e l'aereo ha proseguito il suo silenzioso volo verso nord est a velocità ridotta, sino a scomparire dietro le abitazioni.

A questo punto, noi siamo ben consapevoli che anche questa testimonianza verrà smembrata e fatta a pezzi, nel tentativo di sminuirne la rilevanza, ma sappiamo che chi ha occhi per vedere e cervello per pensare, capirà che, giunti a questo punto, ottenere l'interruzione delle operazioni di aerosol clandestine nei nostri cieli è di importanza vitale. E' ormai chiaro che siamo di fronte ad esperimenti che vanno ben oltre il controllo climatico. Siamo di fronte a deliberate sperimentazioni chimico-biologiche, laddove le cavie non sono topi da laboratorio, ma inermi cittadini.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

38 commenti:

  1. Che tragedia.....

    Sarò anche facilmente suggestionabile, ma questo è un dato di fatto: domenica 30 marzo e lunedì 31 marzo irrorazioni davvero massicce su Firenze; io nel primo pomeriggio ero in giro con mio figlio ed alcuni suoi amici dell'asilo; risultato: da martedì il bambino ed un paio di suoi compagni sono KO causa una tosse secca che raggiunge il picco durante la notte, ed io ho un fortissimo mal di gola che non accenna a passare.

    Sarà un caso?

    Testaroli

    RispondiElimina
  2. Ciao Testaroli, anch'io vivo a Firenze e ti confermo che le irrorazioni degli ultimi giorni (dal giorno della visita del presidente della repubblica, rigorosamente tutto minuscolo)sono state veramente pesanti. Vie respiratorie secche come sabbia del deserto!
    Hanno anche un discreto effetto sull'umore e l'irritabilità, secondo me.
    Bisogna essere forti e continuare ad andare avanti.
    Tutto questo e' lo strenuo tentativo da parte di una certa elite di restare al potere.
    Non ce la faranno.

    RispondiElimina
  3. Sembra che siano passati dalle irrorazioni chimiche a quelle biologiche: confermo che molti conoscenti sono malati o malaticci. Occorre prendere delle precauzioni e non bisogna demordere. Mai.

    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  4. No Testaroli, non è affatto un caso. Testimonianze simili alla tua sono molteplici e giungono da diverse zone d'Italia sempre più spesso dopo aver assistito ad uno scempio sulle nostre teste. Purtroppo negli ambienti militari si pensa a tener caldo il posto in poltrona e, dunque, dobbiamo oltretutto assistere a stronzate "stratosferiche" (mi riferisco al genio che ha definito le scie viste dal satellite in tal modo) sparate in prima serata in tv per non farci preoccupare. Guarda su YouTube la puntata di Voyager e trai tu stesso delle conclusioni.
    Straker...ti hanno ridotto al minimo...è vergognoso! Ho visto poco fa gli spezzoni della puntata ed anche se ha prevalso la superficialità ciò che conta è aver dato ancor più visibilità al problema con la tua stessa presenza.
    Sei un grande davvero Rosario!

    RispondiElimina
  5. E già la seconda volta nel giro di un mese che io e la mia figlia più grande prendiamo una forma influenzale con sofferenza gastrointestinale.Sono sfinita.Ma che vogliono sfiancarci?

    RispondiElimina
  6. Ma quali precauzioni?
    Tute da astronauta?

    Un mese fa io ho visto un aereo alquanto basso sganciare tre spruzzi proprio sopra la mia isoletta piccola piccoletta.

    Prima niente, dopo niente. Altro che scie di condensa.

    RispondiElimina
  7. Ciao ragazzi, grazie per le Vostre preziose testimonianze.

    Ho dati certi di diversi medici, che però, per ovvi motivi, non vogliono e non possono divulgarli ufficialmente, che le patologie respiratorie (anche fuori stagione) sono letteralmente lievitate in modo esponenziale. Da parte loro c'è inquietudine e tra questi, molti non sanno nulla delle scie chimiche, dunque il loro stupore per la situazione che riscontrano, è ancora maggiore.

    RispondiElimina
  8. Ad arezzo e valdichiana stessa cosa sia virus intestinali sia tosse mal di gola.
    Dovete orgonizzare il vostro ambiente.
    Per ora io e i miei famigliari nessuna malattia solo qualche giornata di malessere.
    Per mia esperienza bisogna avere un chembuster, un generatore di energia orgonica attivo, tende o pannelli di mivlar, anelli di slim spurling e circuiti radionici di vario tipo.
    Io sto iniziando ad orgonizzare tutta la mia provincia cartina alla mano, in maniera sistematica.

    RispondiElimina
  9. qui da diverso tempo oltre alle finte nuvole anche forti venti (spesso freddi); mi chiedo se siano l'effetto non intenzionale delle operazioni di pirateria aerea, o se siano invece programmati a tavolino anch'essi magari grazie a tecnologia HAARP

    Adesso il cielo è di nuovo quasi tutto coperto dalla solita porcheria biancastra

    RispondiElimina
  10. Torino 02-04-08
    Temperatura: 24° Celsius
    Umidità: 24%
    Pressione:1019 millibar

    01
    02
    03
    04
    05
    06

    RispondiElimina
  11. Oggi, uscendo da casa verso le ore 15,20, arriva all'improvviso e abbastanza velocemente da sud, alla quota da me stimata compresa tra 200 - 300 mt., un executive grigio chiaro, bimotore e rigorosamente senza insegne identificative visibili, che esegue tre cerchi (diametro stimato 4 - 5 km.) su tutto il centro abitato (tangente su casa mia) e va via.
    10 minuti, un quarto d'ora, ritorna eseguendo altri cerchi sullo stesso centro abitato. E non é la prima volta che mi capita di vederlo.

    Spessissimo passano i Canadair a quote da me stimate intorno ai 200 mt., ed a qualsiasi ora su rotte parallele Sud-Nord. Una passa proprio sul tetto di casa mia.

    Un servizio del tg3 leonardo, invece oggi ha dato notizia di un punto di monitoraggio sulle Alpi, poichè la vegetazione sulle montagne anticipa la primavera (per via del riscaldamento globale) al punto da non coincidere più con la nascita dei piccoli degli animali selvatici. Risultato, dice il servizio, che i piccoli della fauna selvatica (citava gli stambecchi) si ritrovano deboli ed ammalati all'arrivo dell'inverno per scarso nutrimento.
    Non mi va neanche di commentare...

    RispondiElimina
  12. non ho fatto in tempo, e ci avevo pensato pure porca vacca!
    Non pensavo facesse tre giri.
    nella seconda occasione stavo aspettando la metro e lo spazio di tempo era troppo breve anche telefono alla mano. Era veloce e basso, in pratica spuntava da un edificio per sparire immediatamente dietro un'altro. Se stavo su casa allora avrei avuto tutto il tempo.

    Non manchero di farle alla prossima occasione.

    RispondiElimina
  13. Stranamente scarsità di sorvoli qui nel basso mantovano da prima di Pasqua ad oggi. Qualche aviocisterna di tanto in tanto che rilascia deboli scie evanescenti.

    Concordo con Corrado circa le folate di vento freddo ottenute con tecnologia scalare: HAARP? Potenti radar militari? Satelliti?
    Sinergia di tutte codeste tecnologie?

    Patologie virali gastroenteriche persistenti da molti mesi ormai. Io stesso sporadicamente ne soffro.

    Gli avvistamenti da parte vostra di aerei chimici sempre più bassi significa che la 'soluzione finale' si avvicina. Il genocidio di massa ovvero la grande purga si farà e in parte si sta già facendo.
    Abbiamo le mani legate e quindi non possiamo operare nulla in concreto se non esprimere, almeno per il momento, il nostro disagio in rete.

    Scommetto che, nonostante gli antidoti assunti e le precauzioni prese, qualcuno - o molti - dei responsabili di questo crimine segreto ed in buona parte inosservato, ci rimetteranno presto le penne. Il diavolo, si sa, insegna a fare le pentole ma non i coperchi.

    Ma perchè, fra tutte le persone coinvolte nell'operazione - e ormai dovrebbero essere moltissime -, nessuno parla?
    Una foto dell'interno di un tanker è filtrata tempo fa. Perchè nessuno fra i militari e le forze dell'ordine decide di parlare e di aggiungere qualche tessera all'orrendo puzzle?

    RispondiElimina
  14. Caro Paolo, hai ragione. In molti verranno trascianti nel baratro insieme al popolo... votante.

    A proposito del silenzio in atto, ascoltate questa testimonianza, sulla quale avevamo già dedicato un articolo.

    RispondiElimina
  15. E i media tacciono. O censurano.. Chi si ricorda le censure nel Forum di Report?
    Leggete un po' qua cos'hanno combinato di nuovo:

    http://polinux.altervista.org/index.php

    RispondiElimina
  16. Ciao Cosmino. Conosco la vicenda ed avevo pubblicato la lettera di barnard sul mio blog. La Gabanelli non si smentisce.

    RispondiElimina
  17. Straker, Martedì è stato un'inferno, Mercoledì 10 volte peggio... e se penso all'articolo di Giuliacci mi incazzo ancora di più !
    Flotte (e qui non mi sbilancio) di tankers che arrivavano da tutte le parti, incroci pazzeschi, rotte e cabrate assurde, iridescenze di vario colore.

    Oggi al TG5 parlavano di allergie imputandone le cause a polline e inquinamento...
    AM, POLITICI, METEOROLOGICI, MEDIA... VERGOGNATEVI !!!!

    RispondiElimina
  18. Ciao zret! complimenti intanto per l'articolo. Perfettamente spiegato: solo un cretino potrebbe obbiettare qualcosa.. Non sembra ci siano perplessità in merito.
    Vai zret CONTINUA COSì ;)

    RispondiElimina
  19. Paolo, io sospetto anche il ruolo dei calabroni, che circolano insistentemente quando irrorarano, e sono assenti quando il ceilo è pulito.

    Portano forse dei dispositivi per direzionare armi psico-elettroniche?

    Stamattina sereno, le "finte nuvole" sono scomparse (portate dal vento, in parte pero', immagino, ricadute al suolo)

    RispondiElimina
  20. Bisognerebbe scendere in piazza con cartelli e fare tanto tanto casino sopratutto nelle giornate in cui le scie sono ben evidenti per far alzare la testa da sotto la sabbia a tante persone.

    Ad oggi sono ancora troppo poche le persone che riescono a vedere al di là del proprio naso e che si bevono tutto quello che gli è stato insegnato fino ad oggi!

    Io da questo punto di vista sono pessimista... non ci vedo una soluzione.

    Nel futuro lontano invece sono molto ottimista, penso che prima o poi qualcosa dovrà succedere che ribalti in qualche modo questo sistema!

    Un saluto a tutti

    RispondiElimina
  21. Straker, se posso, ho letto il tuo ultimo articolo, e vorrei chiedere come sono stati misurati i 270 metri di distanza dalla verticale dell'aereo, e quale è la precisione attesa nella misurazione dell'angolo.

    Questo perchè ho l'impressione che con una distanza così piccola dalla verticale, e un angolo così prossimo ai 90, il margine di errore sia molto ampio. Mi pare che un errore di 5 gradi porti a una differenza di circa 1500 metri.

    Io credo che, per avere misurazioni attendibili, l'angolo dovrebbe essere piccolo, e la distanza dalla verticale alta, anche per la difficoltà di capire dove sia il punto di verticale.

    In realtà, ci sarebbe anche la possibilità di calcolare la quota utilizzando tre osservatori a distanza nota tra di loro, e misurando l'angolo di inclinazione di ognuno di essi in un preciso istante. Si eliminerebbe la necessità di trovare la verticale.
    Questo tra l'altro permetterebbe anche una autocorrezione degli errori di misurazione, tantopiù se combinati con una bussola per sapere l'angolo orizzontale. Purtroppo, però, a parte la difficoltà logistica delle misurazioni, il calcolo dell'altezza non è banale in questo caso.

    Ad ogni modo, l'aereo fotografato sembra un po' troppo sfocato per essere a 1500 metri di distanza. Sembra piuttosto zoomato. Confrontandolo con l'aereo di airliners fotografato a 2000 metri, quest'ultimo è molto più nitido e dettagliato. Quanto era lo zoom su quella foto?

    Giovanni

    RispondiElimina
  22. La scorsa estate, per anadare in vacanza, avevo preso l'aereo alla Malpensa ( si trattava di un volo intercontinentale ). Eravamo al crepuscolo e non ci sarebbe stato alcun bisogno di abbassare le tendine tanto precocemente. E invece hostess e steward passarono immantinenti a calarle.

    Rimasi vagamente sorpreso senza pormi troppi problemi. Ignoravo allora che si adottasse anche tale precauzione.

    RispondiElimina
  23. X Giovanni.

    Se leggi l'articolo segnalato al link, comprendi come sia stata calcolata la distanza in orizzontale. Google Earth ti dice qualcosa?

    Riguardo alla sgranatura sulla foto di copertina, è indotta in fase di elaborazione, per evidenziare la scia. Se infatti guardi le altre foto, tale sgranatura non c'è. Inoltre lo zoom è stato usato in minima parte, visto che l'aereo era molto basso e necessitava osservarne anche l'emissione di elementi chimico-biologici.

    Se hai ancora dubbi, posso solo pensare che tu sia in malafede e conoscendoti...

    RispondiElimina
  24. Non vedo come si possa essere in malafede solo facendo delle domande.
    Certo che ho ancora dubbi, infatti non vedo come si possa misurare la verticale utilizzando google earth. Inoltre, non hai risposto quando ti ho chiesto quale è la precisione attesa nella misurazione dell'angolo (visto che stiamo parlando di angoli molti vicini alla verticale, e la misurazione trigonometrica diventa estremamente imprecisa), né quale sia il livello id zoom utilizzato. Quando parlavo di poca definizione, non parlavo di quella di copertina, parlavo dell'altra. A meno che la macchina digitale non sia veramente scarsa, il livello di definizione a 1500 metri dovrebbe essere molto superiore.

    Giovanni

    RispondiElimina
  25. Con Google Earth si ricava, tramite lo strumento "righello" l'O R I Z Z O N T A L E!!

    RispondiElimina
  26. Obiettivo

    l Numero CCD: "1" l Dimensione CCD (pollici): "1/6"

    l Numero di pixel totali: "800.000" l Numero di pixel immagini in movimento: "400.000 (4:3) /
    540.000 (16:9)"

    l Numero di pixel immagini still: "410.000 (4:3) / 550.000
    (16:9)"
    l Apertura massima diaframma: "F1.8 (grandangolo) / F3.7
    (tele)"

    l Zoom ottico: "32x" l Lunghezza focale (mm): "2,3 - 73,6"
    l Marca obiettivo: "Panasonic"

    RispondiElimina
  27. scusa, ma non hai risposto. Quello che intendevo, non è sapere in generale come si fa a fare una misurazione su google earth, ma come hai fatto a sapere dove era la verticale per poterla misurare.
    Riguardo allo zoom, intendevo, lo zoom utilizzato al momento dello scatto, non quello massimo della macchina. Avevo chiesto, se possibile, anche il modo utilizzato per misurare l'angolo, perchè, come ho detto, con angoli così prossimi ai 90, la precisione è fondamentale.

    Giovanni

    RispondiElimina
  28. L'aereo passa sempre sulla stessa posizione. Si ha la conferma di ciò da un secondo osservatore che ne rileva il passaggio su un punto preciso sulla verticale e rilevabile con Google Earth, poi si usa il programma medesimo per misurare la distanza sull'orizzontale.

    L'angolo di ripresa viene Calcolato in base a quel punto preciso e concordato col secondo osservatore.

    Se tu avessi solamente visionato il video, avresti evitato di porre la domanda sullo zoom utilizzato al momento dello scatto, perché un video non è una foto e quindi non esiste lo scatto. Ti ho invece già risposto. Lo zoom usato variava tra lo zero ed il 12/15X (quindi, ripeto, non è stato usato lo zoom massimo disponibile).

    La definizione d'immagine dipende esclusivamente dalla quantità di pixels usati per il rendering e non dallo zoom che, in ogni caso, anche allorquando si usa completamente, essendo di tipo OTTICO e non digitale, non porta a significativo effetto rumore nell'immagine. Effetto rumore ricreato appositamente in sede di elaborazione immagini per evidenziare le scie (lo faccio sempre).

    Vuoi contestare la quota? Beh, ti pareva! In ogni caso, stai tranquillo, perché il tuo gingillo non era a 10.000 metri e ciò è sufficiente a non rendere giustificabile la presenza di scie di nessun tipo, a meno che non siano chimiche (indotte).

    Poi... i tuoi amici parlano di scia dal centro, cosa che non è. Parlano di scarico dell'APU, cosa che non è. Parlano di scarico del WC. Cosa che non è. Tutto perché si tratta di una sola scia proveniente dal lato motore ala destra e non dal centro come (ma guarda, vi era sfuggito!) volete dare ad intendere.

    La storiella degli scarichi del WC potete raccontarla ai grulli, se vi credono ancora.

    Ora, Giovanni, visto che ho altre cose da fare e non ho tempo per rispondere agli amici di Attivissimo, mi accommiato da te e ti invito a non tediarmi oltre con domande da inquisizione spicciola. Se hai dei dubbi sui metodi adottati, armati di pazienza e ripeti i test per conto tuo.

    GRAZIE!

    RispondiElimina
  29. *faraday75-Straker
    Anch'io ho fotografato una scia circolare (semi-circolare...) il 01/04/08. Cos'ha detto il tipo a Voyager?Che non aveva mai visto un aereo tornare indietro? beccati questa...
    http://public.fotki.com/chemenemy/ha-decisamente-capi/p010408mar.html

    RispondiElimina
  30. Ragazzi c'è l'ho io la spiegazione... sono tutti aerei che trasportano animali per i vari zoo (elefanti eccetera) e li mettono tutti nel WC cosi possono fare i propri bisogni e quando hanno finito tirano lo sciacquone e si formano le scie.

    Dai scherzi a parte, giovanni, non ci vogliono troppi calcoli matematici per capire se un aereo è a quota di crociera o meno. Quando sono oltre gli 8-9km (e in altezza sono tanti) gli aerei non si riescono nemmeno a vedere.

    Qui stiamo parlando di altezze molto basse, a volte si ha addirittura la sensazione di poter toccare con mano le scie.

    Per nuvola, posso solo darti un consiglio. Curati con l'omeopatia. Non prendere medicinali ufficiali o ancor peggio le ca...e che pubblicizzano tipo yogurt e varie per le difese immunitarie dell'intestino che non fanno altro che arricchire gli interessi dell'uno o dell'altro di turno. Certo l'omeopatia non è mutuabile ma almeno è deducibile. Con un tubetto di granuli da 5euro guarisci dai tuoi problemi gastrointestinali.

    Ciao

    RispondiElimina
  31. x chi soffre di problemi grastroenterici:

    non per fare pubblicità, ma i fermenti lattici dell'azienda Long Life li ho sperimentati come gli unici che mi siano serviti davvero.

    credo che possano essere molto utili

    Assieme ad una dieta senza formaggi, senza latticini, senza zucchero, senza fritture, senza carne ... vedi qui nei commenti la dieta con cui riesco a stare bene (a parte gli effetti delle scie sul sistema respiratorio)

    RispondiElimina
  32. io mi riferivo ai prodotti a base di yougurt tanto pubblicizzati, quello di cui parli mi sembrano solo fermenti lattici che dovrebbero essere un'altra cosa.
    comunque il cloruro di magnesio e l'estratto di semi di pompelmo sono ottimi antibatterici e ottimi integratori alimentari, basta prenderli quando servono e non abusare.

    RispondiElimina
  33. Grazie per i vostri consigli

    Purtroppo ho saputo da una farmacista che questo tipo di influenze che interessano il tratto gastrointestinale sono aumentate

    Io personalmente avevo notato già
    da alcuni anni la correlazione tra aumento delle temperatura in autunno ed inverno e maggiore mia suscettibilità a prenderle.

    Ormai comincio ad avere il convincimento che c'è un rapporto di causa-effetto tra le scie e la salute.Per non parlare dell'aumento esponenziale delle allergie.
    Ho letto pochi giorni fa che in America i casi di autismo sono aumentati in modo scioccante Da 1 ogni 10000 a 1 ogni 250 se non ricordo male.Una cosa da far venire i brividi.Il soggetto autistico è molto difficile da gestire (dipende dalla gravità)

    Poi via i 2 paracadusti del nord-est sono un caso davvero inquietante!

    RispondiElimina
  34. Ciao Nuvola. Per quanto riguarda le allergie e le affezioni respiratorie in generale, è da qualche tempo risaputo che i pollini hanno aumentato la loro capacità allergenica, poiché ad essi si legano gli elementi inquinanti. Altro fattore rilevante è l'elettrostaticità dell'aria, dovuta alle emissioni elettromagnetiche in generale (telefonia mobile, wi-fi, impianti elettrici, h.a.a.r.p.), il che rende ancora più aggressivi gli agenti inquinanti, in quanto si attaccano ai bronchi poiché divenuti elettrostatici.

    Se all'inquinamento industriale ed automobilistico (uno fra tutti, non dimentichiamo che il benzene adoperato come antidetonante nelle benzine è altamente cancerogeno - e poi viene spacciata per benzina... verde) aggiungiamo gli elementi irrorati giornalmente, il quadro è drammatico.

    Per quanto riguarda l'autismo, questo è chiaramente collegato ai vaccini. Prova ne è che una comunità religiosa, gli Amish, che si rifiuta di far vaccinare i suoi bambini, non ha tra di essi, un solo caso di autismo.

    RispondiElimina
  35. Claudia scrive...

    Anch'io ho fotografato una scia circolare (semi-circolare...) il 01/04/08. Cos'ha detto il tipo a Voyager?Che non aveva mai visto un aereo tornare indietro? beccati questa...
    http://public.fotki.com/chemenemy/ha-decisamente-capi/p010408mar.html


    Ciao Claudia. Il mitico (si fa per dire) Simone Angioni, esponente del CICAP, è un'altro che non ne ha mai viste. Forse perché troppo impegnato a contare gli euro che gli danno per sparare cotante cazzate?

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis