martedì 1 aprile 2008

Le menzogne dell'E.N.A.V. e dell'Aeronautica militare

Nella recente puntata di Voyager, andata in onda il 19 marzo 2008 e preparata a tavolino con lo scopo precipuo di ridurre la questione chemtrails ad una semplice storiella, gran parte dei minuti a disposizione è stata monopolizzata dai soliti militari, meteorologi e controllori di volo. Alla fine il succo di tutto il servizio porta inevitabilmente l'acqua al mulino della disinformazione, dell'inganno e della congiura contro il popolo sovrano. Sì, popolo sovrano, ma di che cosa? Di farsi prendere per i fondelli da gente che, per di più, siamo noi cittadini a pagare? E con quale coraggio piloti in uniforme da Top Gun, graduati "esperti" di fisica dell'atmosfera e cosiddetti responsabili di primo piano del controllo dei voli si arrogano il diritto di raccontare fandonie spacciate per verità? Perché è di vere menzogne che si tratta e la RAI, TV di Stato, nel pieno disprezzo del suo ruolo che dovrebbe essere di equilibrata informazione, garantisce un posto in prima fila ai medesimi individui che coprono a vario titolo e/o gestiscono le operazioni clandestine di aerosol nel nostro paese. Alla fine del servizio la conclusione è la seguente: "Dormite tutti sonni tranquilli. Le scie chimiche non esistono".

Mettiamo allora in ordine il mosaico ed evidenziamo, attraverso le immagini corrette (quelle che sarebbero dovute andare in onda, ma che intenzionalmente sono state scartate), le mendaci dichiarazioni di coloro che continuano a negare le evidenze ed il servilismo dei vertici RAI che, anziché informare, avallano la prosecuzione dell'avvelenamento della Terra e di tutti gli esseri viventi.

Alle prossime elezioni pensateci e considerate che, chiunque vincerà, le operazioni di aerosol proseguiranno indisturbate. Annullate la scheda e scrivete: "STOP ALLE SCIE CHIMICHE". Per lo meno avrete avuto un'occasione nella vita per mostrare il vostro dissenso e per far comprendere a chi di dovere che non siamo ancora tutti lobotomizzati.

Velivoli non identificati, non rientranti nella categoria dei voli che non abbisognano di piano di volo, percorrono a bassa quota i quartieri abitati ed al di fuori dei corridoi civili. Inoltre essi non vengono identificati dal radar AirNav. L'E.N.A.V. non può non sapere!






Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

13 commenti:

  1. Belissimo video.Eloquente e sintetico.La chiusa dell' "esperto" in netto contrasto con la documentata cruda realtà è esilarante

    RispondiElimina
  2. RAGAZZI STANNO IRRORANDO I CIELI DI ROMA DA CIRCA TRE GIORNI...E' UNA COSA SCHIFOSA...AD ES. SUI CASTELLI C'E' UNA FOSCHIA ALLUCINANTE...E LA GIORNATA E' NIENTE AFFATTO UMIDA O ALTRO...
    OGNI VOLTA CHE SI HA UNA BELLA GIORNATA CON POCO VENTO SI ALZANO IN VOLO QUESTI VELIVOLI...LE ZONE SEMBRANO AD OCCHIO INTERESSARE I TERRITORI CHE VANNO DA GUIDONIA A FIUMICINO... NON PIU' COSA PENSARE...VORREI ANDARMENE VIA DA QUESTA CITTA' ALMENO NON RESPIRO QUESTO SCHIFO...!!! HELP HELP!!!! FACCIAMO QUALCOSA?????

    RispondiElimina
  3. Charlie, telefona al controllo di Fiumicino ed incalzali e registra la conversazione.

    RispondiElimina
  4. La spiegazione del filmato scritta in questo post mi ha aiutato a capire alcune cose che prima non mi erano chiare, ad esempio non sapevo cosa fosse un "drone".
    Questi velivoli maledetti, i radar non li indivudiano, non rientrano nella categoria che può volare senza piano di volo, allora COSA SONO, A COSA SERVONO?
    Questo ancora non ce lo hanno spiegato...

    RispondiElimina
  5. Ciao Flo. Ho ripreso decine di droni, anche di dimensioni notevoli (40 metri e più di apertura alare). Velivoli privi di cabina di pilotaggio e molto probabilmente gestiti da satellite. La tecnologia esiste ed è già ben collaudata (gli aerei che si schiantarono contro le torri gemelle erano certamente dei droni).

    I velivoli a cui si riferisce il responsabile E.N.A.V., dottor Gardini, sono aerei da turismo con motore ad elica ed aerei excutive. Egli sa bene che i velivoli che avvistiamo noi non sono quelli mendacemente descritti in trasmissione. Le foto ed i video che mostriamo sul blog e sul canale You-Tube ne sono la prova lampante!

    Egli mente, come tutti gli altri che (e qui rispondo all'amico Gennaro) sono persone divise in due categorie: gli stupidi ed i pusillanimi. In entrambi i casi il silenzio è caratteristica che li accomuna. Un silenzio sciagurato e colpevole che la storia sarà in grado di mettere in luce.

    RispondiElimina
  6. Oggi siamo stati "visitati" da almeno 60 aerei che, a quote comprese tra i 1.800 ed i 5.000 metri, hanno coperto completamente il cielo con una cappa lattiginosa e compatta, che ha oscurato completamente il sole.

    Gli elementi cosparsi ricadono al suolo e vengono respirati. Gardini e famiglia usano, come noi, i polmoni. Auguro loro tante belle cose.

    Mentre questi tankers chimici irroravano Sanremo, il radar ha identificato in circa 4 ore, solo i seguenti voli regolari:

    Report generated by AirNav RadarBox 2007
    Advanced Real-time Radar Decoder
    http://www.airnavsystems.com

    Log Author: Rosario Marcianò
    Location: Sanremo (IMPERIA)
    Country: Italy

    Generated at 2008/04/02 13.45.34 UTC
    Valid for 2008/04/02
    5 Aircraft Logged

    Mode S Flight Regist Airc Date and Time Route
    020018 CN-RNK B738 2008/04/02 13.12.46
    400514 G-DOCU B734 2008/04/02 13.24.25
    4CA226 RYR9064 EI-DCJ B738 2008/04/02 13.30.01
    341389 EC-HDK A320 2008/04/02 13.36.44
    * 505CE6 OM-NGF B737 2008/04/02 13.39.57

    New Aircraft entries have the symbol *

    --- End of Report ---


    GARDINI, mi spieghi come mai!

    RispondiElimina
  7. spiacente straker, ma sono impossibilitato a contattare fiumicino e registrare la telefonata...sono in ufficio...!!!

    RispondiElimina
  8. Carissimo Straker,

    proporrei al Senato "STOP ALLE SCIE CHIMICHE", mentre alla Camera "STOP AL SIGNORAGGIO BANCARIO".

    Riguardo all'11 Settembre ed ai droni: ma come, non erano stati i dirottatori islamici armati di coltellino? Cribbio, me l'ero bevuta pure questa.

    Un abbraccio
    Testaroli

    RispondiElimina
  9. Concordo, Testaroli.

    Ottima cosa è anche l'apposizione di striscioni sui terrazzi.

    RispondiElimina
  10. ciao! schede elettorali, terrazzi e... automobili! la mia è già pronta alla battaglia, anche se in cuor mio so che prima o poi mi troverò con le gomme tagliate...

    RispondiElimina
  11. Questa poi dimostra secondo me quanto sono stupidi. In particolare quanto è stupido il sig. Massimo Gardini responsabile operativo dell'ENAV. Dunque: gli aerei che vediamo e che irrorano volano a quote realtivamente basse. C'è, chiamiamolo così, il limite degli 8000 m (ma spruzzano anche al di sopra, almeno questo penso io). Bene. Infatti noi diaciamo, come ripeto, che questi aerei non superano gli 8000 (alcune volte già è tanto se arrivano ai 3000 m). A questo punto che dice il sig. Gardini? Dice che al di sopra dei 6500 m tutto (e qui ho i miei dubbi) è spazio aereo controllato. Non solo, dice che al di sopra dei 6500 m si deve presentare un piano di volo il quale non è richiesto per chi viaggia sotto i 6500 m. Quello che voglio dire è che questo signore ha praticamente confermato quello che i famosi "sciachimisti" (che saremmo noi) affermano. Se le scie di condensa non si possono formare sotto gli 8000 m allora quelle che noi vediamo non sono scie di condensa e, di conseguenza, sono scie chimiche. Ragionamento semplice e logico mi sembra.
    Comunque: il miglior modo di nascondere qualcosa è metterlo in bella mostra.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis