sabato 5 aprile 2008

No!

Questo è l'inferno che vi portiamoPubblico un breve testo, su suggerimento di molti amici tra cui Matteo, circa la modalità più efficace per levare la propria protesta contro lo stato-Leviatano.

Essendo ormai prossimo l'appuntamento elettorale del 13 e 14 aprile (salvo rinvii), si pone il problema di come esprimere la propria totale e recisa opposizione nei confronti del sistema. Poiché, a mio parere, votare un qualsiasi partito significa legittimare un "comitato d'affari", si dovrebbe ricorrere ad un'iniziativa per manifestare il proprio dissenso, non coincidente con l'astensione o con l'annullamento della scheda, ma col ricorso, in ottemperanza alla normativa vigente, alla rinuncia al voto. Si procede nella seguente maniera: ci si reca nel proprio seggio elettorale, si esige dal Presidente di verbalizzare che il cittadino-elettore non intende votare, giacché la classe politica non lo rappresenta, in quanto del tutto inetta ad una lotta strenua contro il signoraggio e l'infame operazione scie chimiche.

37 commenti:

  1. Scusa Straker, ma che succede? Con quel link si viene dirottati sul sito di Antonio Miclavez, che fa parte di un partito politico, quello della lista dei Grilli Parlanti, di cui fanno parte Beppe Grillo e Noeuro, di cui abbiamo già detto...
    Forse sarebbe utile guardare questo sito in cui tra l'altro viene riportato questo:
    " COMUNICATO: Sui Meetup che fanno riferimento a Beppe Grillo gira da tempo un appello che propone, come fa il sito Riforme Istituzionali, di rifiutare o restituire le schede e di chiedere la verbalizzazione dei motivi. In questo appello si segnala anche il nostro indirizzo per eventuali approfondimenti.
    Il sito Riforme Istituzionali precisa che non ha nulla a che vedere con questo "specifico appello" che circola sui Meetup e che, soprattutto, in alcun modo sul sito Riforme Istituzionali è possibile trovare riscontri a sostegno per le informazioni errate, circa i criteri per l'assegnazione del premio di maggioranza, che vi sono contenute.
    Il premio di maggioranza viene assegnato tenendo conto delle sole schede valide e nessuna scheda restituita o rifiutata potrà contribuire a modificare, in tutto o in parte, questo risultato.
    Questa precisazione si è resa purtroppo necessaria in quanto, nonostante i ripetuti tentativi di chiarire l'effettivo contenuto e la portata dell'iniziativa proposta dal sito Riforme Istituzionali, anche prendendo parte alle discussioni presenti sui Meetup, nei Meetup sembra prevalere l'interesse, approfittando degli errori contenuti nell'appello citato, di seminare confusione riguardo alla possibilità di poter attuare la restituzione delle schede e la richiesta di verbalizzazione."
    Ora sembra oltremodo "curioso" che i promotori di certi nuovi partiti, prima si pronuncino per l'astensionismo e poi si propongano in prima persona... Ho capito male io? Sono così disinformato?
    A me sembra il solito brodo...
    E resto convinto dell'illeggittimità del voto e della sua inutilità, visto che non cambia niente, le forze in gioco cambiano maschera, ma sono sempre le stesse.
    Le stesse che sono complici del signoraggio e delle sciechimiche a cui dico NO!

    RispondiElimina
  2. Ciao a Tutti ,mentre scaricavo su word il volantino del Non-Voto mi arriva un virus ch non posso eliminare se non in quarantena.
    Col doppio clic apro la porta usb per salvarlo.
    Non apre...se non con esplora.
    Provo a stampare..niente.
    Porto la chiave dal mio amico,stesso problema...ma poi si risolve dopo una copia.
    Affiggero' oggi i due volantini (Scie e Non-Voto) nella bacheca del personale chiamata : "Detto fra noi".

    Poco fa uno strano aereo (sembra decollato da Palese) sembrava a prima vista volare al contrario...focalizzando noto che le ali sono molto oltre la sua meta' quasi a ridosso di quella verticale.
    A bassa quota..ed un rumore MOLTO DIVERSO da quei tipici.
    Per fare un paragone è come se fosse un trattore..o un'auto senza marmitta...posto in aria.
    si è sentito dappertutto!
    Misteri volanti!
    Ma nessuna scia in apparenza per adesso!!

    Ciao a Tutti

    RispondiElimina
  3. Ciao Albatross, non so dove sia il busillis e non mi interessa più di tanto: verbalizzazione o non voto poco o nulla cambierà. Non decidiamo noi, ma altri. Vadano a spigolare tutti anche i partitini apparentemente contro il sistema. So che i Grilli parlanti hanno candidato uno con lo pseudonimo Beppe Grillo per racimolare voti. Di più non so e non mi interessa. Ripeto: vadano all'Inferno tutti quanti, dai comunisti di Ferrando alla Destra di Santanchè.

    Mr Jones, accadono cose strane nei cieli, ma non immagini che cosa vedrai nei prossimi mesi ed anni.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  4. Ciao Zret, sono perfettamente d'accordo con te, poco o niente cambierà con queste elezioni, con partiti vecchi e/o nuovi. Un minimo di protesta però (per quello che vale) si potrebbe attuare facendo registrare i motivi del rifiuto della scheda. Da quello che ho letto, mi sembra di capire che è questa la parte più "importante": la verbalizzazione dei motivi del rifiuto. Questi verbali potrebbero costituire una sorta di documento ufficiale su una protesta di cittadini che non accettano questo sistema e questa classe politica. So bene che servirebbe a poco o nulla, ma è anche partendo da piccoli gesti come questo che si può arrivare a realizzare grandi cambiamenti. Secondo me già il chiedersi se sia lecito, costituzionale, (giusto, và) andare a votare questo sistema è un modo per iniziare ad uscire dal letargo e se altri si fanno la stessa domanda come noi, allora vuol dire che qualcosa sta già cambiando, anche se poco...
    Da qualche parte bisogna pure iniziare e tu lo sai meglio di me, altrimenti non avresti mai aperto questo blog con tuo fratello e non portereste avanti questa coraggiosa battaglia. Era solo questo che volevo sottolineare, senza cavillo alcuno, e solo segnalare che un sito che si chiama astensionismo, invece rimanda a un partito politico...un altro trucchetto per confondere (ulteriormente) le acque e prendere voti...tutto qui.
    Con stima
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Ciao amici. Personalmente mi sento di dissentire da questo "invito" a non votare. E' verissimo che da anni (direi decenni) ormai non abbiamo più il benchè minimo motivo serio per votare, sapendo che tanto alla fine chi votiamo non ci rappresenterà cime dovrebbe... ma l'astensione ci rende muti. La Voce che alzate contro le scie chimiche si nutre del vostro blog, e l'astensione equivale ad una resa anche da questo punto di vista. Se questa classe politica non ci rappresenta più, allora a maggior ragione conviene andare a votare, perchè con la nostra astensione aumentiamo il valore del voto altrui, che magari è dato con ignoranza. Chi è consapevole di questo sfacello non può permettersi di chiudere la bocca e starsene zitti mentre gli altri decidono al posto nostro, o sbaglio? Voi chiudereste mai il vostro blog sapendo che tanto, chi ci governa se ne strafrega di ciò che pensiamo? Io il mio non lo chiuderò mai per questo motivo, ed è proprio per questo che andrò a votare, anzi, A MAGGIOR RAGIONE andrò a votare, perchè il voto è la mia voce e per nessun motivo al mondo ho intenzione di chiuderla.
    E' vero, voterò per il meno peggio e non per qualcuno che sento veramente come il mio "relatore": ma nella situazione in cui ci troviamo adesso in Italia, bisogna accontentarsi di non far mandare ulteriormente in malora questo paese.
    "Il voto", oggi, è una piccola staccionata con cui bloccare la valanga che sta per sommergerci, ed io contribuirò ben volentieri a creare un bell'argine che tenga contro chi vuole mandare ancor di più in malora questo paese... anche perchè, tanto, alla fine ci ritroveremo a votare di nuovo l'anno prossimo, vista la legge elettorale che ha voluto l'ultimo regime Berlusconi e che ha condannato il governo precedente, quello che verrà tra dieci giorni e quelli futuri ad uno stallo che noi italiani, oggi come oggi, non possiamo permetterci (Beppe Grillo è normale che dica di non votare, lui si alimenta del malcontento comune: io invece quel malcontento LO VOGLIO FAR FINIRE, e se fosse in buona fede lo vorrebbe anche lui).

    Scusate la lunghezza del post.

    Alla prossima amici.

    RispondiElimina
  6. Votare significa legittimare l'inganno. Nessun partito e nessun politico ha mai deciso niente. I governi sono governi fantoccio e legittimarli con il voto non è altro che un modo di illudersi di avere una voce in capitolo nelle sorti del paese. In realà, lo sappiamo, comandano i banchieri, i massoni, la Chiesa di Roma.

    No. Io non voterò.

    Piuttosto, per tornare al tema scie chimiche, ho idea di informarmi su come denunciare per complicità in genocidio tutti coloro che, a vario titolo, si sono pronunciati e/o sono attivi tutt'ora nell'opera di disinformazione atta a far credere che si tratti di innocue contrails. Chi sa e collabora con la menzogna deve pagare ORA e non poi.

    Abbiamo bisogno però di sapere in quanti siamo e se possibile si deve costituire una class action contro questa gentaglia.

    Il voto può attendere.

    RispondiElimina
  7. caro satira, vuoi persino votoare per chi è complice dell'avvelenamento e della distruzione dell'ecosistema terrestre?

    Guarda che tutti sanno, tutti sono stati avvisati, tutti hanno ricevuto a suo tempo le nostre mail.

    A che serve rifondazione? ad ingabbiare in un vicolo cieco quelli che vorrebbero un mondo un po' migliore ma poi finiscono per dare un voto che porta al governo il signore del signoraggio (il Banchiere Prodi) o gente anche peggiore.

    Il meno peggio? è solo una pantomima, come direbbe Camilleri i leader di tutti i partiti "fanno teatro", ed anche se qualcuno è in buona fee il risultato non cambia.

    Io penso che voterò scrivendo qualcosa di serio sulla scheda per annullarla.

    Oggi mi hanno cancellato il sole con le solite "nuvole" troppo basse che in fondo "sfumano" trasfromandosi a poco a poco in una "nebbia" o "velatura" come la chiamano le prostitute dell'informazione meteorologica.

    Ed io dovrei votare un lacchè di questo progetto di dominio e distruzione globale? Un alleato dei grossi banchieri?
    Guarda qui cosa fanno i leader di questo sporco complotto!

    NO, NON E' ASSOLUTAMENTE ETICO VOTARE, MI RIBELLO!

    RispondiElimina
  8. Straker, proprio perchè quello che votiamo è un governo fantoccio, che bisogna far vedere, votando, cosa pensiamo di questa privazione di Libertà perpetrata da questa sottoclasse politica. In un sistema apertamente antidemcratico come quello italiano, il voto non rappresenta "l'appoggio" a questo o quel candidato: significa semplicemente "togliere" a chi si reputa il peggiore, la possibilità di governare. Quando i francesi si ribellarono alla monarchia, non scesero in piazza con i fiori, ma con i fucili, ed alla fine hanno avuto quello che volevano (regime napoleonico e Restaurazione a parte). Non siamo in Paradiso e credo che ve ne siete accorti anche voi tutti: non voteremo mai per chi ci salverà dallo schifo delle scie chimiche, dalla catastrofe climatica e dal regime dittatoriale dei governi occulti, ma voteremo sempre e solo per "il meno peggio". Le ragioni che mi spingono a votare sono le stesse, IDENTICHE, di quelle che spingono voi a non votare. Il mio non è "un voto", il mio è un "non voto" a chi ha governato negli anni precedenti e che adesso ha, grazie ai propri mezzi economici, la possiblità di ritornare a legiferare grazie al "voto" di chi non ne capisce nulla.
    La vostra astensione sarà un un appoggio silente verso quelle stesse persone che vi,anzi, CI hanno tolto il Diritto e la Libertà di votare per un ideale e per chi reputiamo sappia recepire al meglio quegli stessi ideali.
    Il voto adesso è questo, è stato snaturato del suo valore più alto (anche perchè siamo il paese che vota più di tutti), ed è proprio per questo che va dato un segnale forte a questa gentaglia che ci ritroviamo come classe politica: è facile dire "io non voto perchè fanno tutti schifo", è esattamente quello che volevano i politici! A loro FA COMODO la vostra astensione, perchè i partiti maggiori (quelli fantoccio, quelli più vicini al governo occulto) si nutrono del voto incosciente, ed è esattamente per questo motivo che STANNO FACENDO DI TUTTO per evitare che chi ha un cervello per capire, capisca che sono solo fumo.
    Veltroni e Berlusconi secondo voi perchè hanno quasi lo stesso programma? Perchè non vogliono fare un confronto diretto? Perchè dicono di non votare i partiti minori? Semplicemente perchè vogliono mettere più barriere possibili al voto intelligente di chi, giustamente, ritiene il voto un evento sacro di Libertà incondizionata.

    Ed è esattamente quello che sono riusciti a fare, stando a quanto state dicendo voi in questo momento: la vostra astensione sarà il loro successo, e la Nostra sconfitta. Perchè siamo qui per divulgare, per diffondere a più persone possibili la Verità, e l'astensione è tutto tranne che un modo per comunicare il proprio punto di vista.
    Non possiamo permetterci di stare zitti: questo è il momento di GRIDARE, e non quello di starsene in disparte facendo fare a questa gente i propri comodi senza nessuno che gli stia dietro come un cane da guardia. Vorrei ricordare a tutti ciò che è successo immediatamente prima lo scoppio della seconda guerra mondiale: tutti sapevano che Mussolini ed Hitler stavano costruendo un impero fondandolo sul male e sulla violenza, eppure nessuno fece nulla. L'Inghilterra, la Francia, gli Usa non fecero assolutamente nulla,... fino a che le cose evolvero al peggio, e le conseguenze lo sappiamo tutti quali sono state. Il voto di oggi non viene dato a chi governerà, tanto sappiamo benissimo che la maggioranza che ne uscirà fuori durerà meno di un anno vista la Porcellum... il voto di oggi ci da la possibilità di difenderci, l'astensione renderà ancor più granitica la sicurezza del pappone che andrà a governare subito dopo queste elezioni farlocche.

    Proprio perchè nessun partito e nessun politico ha mai deciso niente, l'astensione di chi è stufo di questa politica avrà lo stesso valore del voto ignorante di chi non sa nulla, con l'unica differenza che con il voto si riesce a dare uno specchio del malcontento, soprattutto se viene dato ad un partito minore o comunque contro chi è stato al governo in questi 15-20 anni.

    Perchè così come vale la pena andare in televisione e LOTTARE per affermare la verità orrenda delle scie chimiche scendendo a compromessi sapendo che si va sulla televisione di Stato e che quindi ci si troverà di fronte persone come il colonnello De Simone, allora vale la pena anche votare e quindi LOTTARE per far si che questa politica non abbia più motivo di esistere, anche se ci si troverà di fronte persone come Borghezio o come Pecoraro Scanio.
    La scelta di non votare e quella di mandare avanti un sito come questo, in cui si lotta giustamente per affermare la verità, sono scelte che non vanno d'accordo le une con le altre: io invece denuncio il più possibile lo schifo che avviene in politica sul mio blog e con tutti i miei amici, vado a votare per evitare che vada al governo la stessa gentaglia che c'è andata fino ad oggi, e poi ritorno a denunciare come sempre tutto quello che di marcio gravita attorno e dentro la politica italiana. Questa è una scelta in linea con la mia voglia di cambiare le cose, così come la avete anche voi. Solo però che decidete di denunciare, poi di stare zitti e di lasciare ad altri le redini di ciò che succederà in futuro, e poi ritornerete a denunciare: non è un controsenso?
    Cerco di farvi capire questo proprio perchè vi reputo persone eccezionali che fanno un lavoro oserei dire inestimabile per affermare la Verità, e mi piange il cuore a sapere che rinunciate a difendere ciò che reputate la vostra ragione di vita proprio nel momento cruciale in cui bisogna alzare la voce, ossia mediante il voto. E, sinceramente, mi farà una rabbia tremenda sapere che mentre io voterò contro questo regime fantoccio, le persone più intelligenti e leali che abbia mai conosciuto se ne staranno a casa e contribuiranno a rendere più pesante il voto di qualche idiota che vota Berlusconi solo perchè è il presidente del Milan o Veltroni solo perchè l'ha visto in televisione e gli piace il colore delle cravatte che mette quando fa i suoi sermoni a folle inebetite dalle parole aride di un politico per professione più che per passione.

    Alla prossima amici

    RispondiElimina
  9. Satira danzante. Non hai compreso quanto da me espresso e cioè: qualcuno ha già deciso chi vincerà e non sarà il voto verso partiti alternativi che impedirà lo svolgersi di quanto pianificato. Di conseguenza, la mia protesta, il mio dissenso, la mia dimostrazione di disprezzo per il sistema, si esprime attraverso il non voto. Comunque vadano le cose, saprò di non aver contribuito al compimento della trappola, rappresentata da finte elezioni libere.

    P.S.

    Hitler fu finanziato da Prescot Bush, il nonno del delinquente attualmente presidente degli Stati Uniti.

    RispondiElimina
  10. Temo proprio che la rivoluzione francese sia stata pilotata dalla massoneria, che i Giacobini e poi Napoleone e compagnia bella siano stati tutti manovrati perl'Oscuro fine dei criminali che ci hanno sempre governato e che si sono nutriti del sagnue e della sofferenza dell'uomo.

    E' una "folle idea cospirazionista" ma d'altronde la follia dei veri cospirazionisti la vediamo ogni gionro nei nostri cieli.

    Quando vedi un "eroe" che "libera il popolo" nella storia antica quasi sempre si tratta di un'operazione in cui l'eroe è manovrato.

    La libertà (se mai verrà) non verrà dagli eroi (che possono essere sempre manovrati e comprati, perchè sono un piccolo gruppo di persone) ma dalla popolazione risvegliata che ha preso coscienza in massa di ciò che realmente sta succedendo.

    Non ci vuole un leader, non ci vogliono eroi, non ci vogliono generali, ma un NON - ESERCITO di soldati semplici in cui tutti sono utili e coscienti del piano d'azione e nessuno è indispensabile.

    RispondiElimina
  11. Satira Danzante, capiamo e rispettiamo le tue idee, ma ricorda che il MALE minore è pur sempre enorme. Inotre USA; Regno Unito etc. fecero moltissimo per la Germania di Hitler: la finanziarono, la sostennero in ogni modo. Ad esempio, la Standard Oil vendeva alla tedesca IG Farben (oggi Bayer) un propellente del carburante usato dagli aerei tedeschi che bombardarono Londra. Morirono molti britannici, gli stessi che avevano votato Churchill, amico, sodale ed estimatore di Hitler.

    Ciao

    RispondiElimina
  12. esatto straker, hanno già deciso, ed hanno già brogliato alle ultime elezioni

    L'obiettivo ieri come oggi è arrivare ad una quasi parità, e per essere sicuri questa volta hanno fatto "scorporare" Casini, che agirà come elemento Jolly per non permettere governi coesi di centro destra nè di centro sinistra.

    Forse non subito, forse qualche mese dopo le elezioni e dopo un traballante governo di transizione
    Prodi e Berlusconi governeranno insieme (la Germania insegna).
    Pronti a varare le leggi di emergenza quando il prossimo atto terroristico Made in USA stile 11 settembre arriverà.

    Secondo le mie analisi è questione di pochi mesi (e non è escluso che si tratti di qualcosa di molto più grosso che coinvolga le chemtrails).

    La prova sono le prigioni/lager Hilliburton già operative con tanto di personale in numero di 800 in tutti gli USA: sono VUOTE, e si aspetta una legge di emergenza per riempirle, NON SONO normali carceri altrimenti molte carceri sovraffollate smisterebbero lì i loro detenuti.


    spero sempre di sbagliarmi, anzi, a volte sono certo che il bene prima o poi vincerà, ma prima che vinca ho paura che ne succederanno delle brutte!

    RispondiElimina
  13. Già, Corrado... carceri in stile lager, con i binari che arrivano direttamente nel campo. Mi ricorda qualcosa...

    Una chicca: sapevate che anche in Italia è pieno di carceri nuove, ma vuote? Indovinate un po' a cosa servono?

    RispondiElimina
  14. "Non ci vuole un leader, non ci vogliono eroi, non ci vogliono generali, ma un NON - ESERCITO di soldati semplici in cui tutti sono utili e coscienti del piano d'azione e nessuno è indispensabile."
    Caro Corrado sono proprio d'accordo con te e per me il non voto significa proprio questo: non accettare il gioco perché l'alternativa a questo sistema, il cambiamento vero, potrà partire solo dal basso, dalle persone "comuni" che avranno capito quanto valgono e che non hanno bisogno di capi e di guide, ma collaboreranno spontaneamente con i propri simili.
    Speriamo solo di fare in tempo...

    RispondiElimina
  15. A proposito del farabutto Antonio Miclavez che compare con il suo faccione e con il programma maleodorante cliccando sul banner di "astensione org", il problema sembra risolto.
    Infatti il partito civetta "grilli parlanti" si era, con una azione truffaldina sostituito al sito astensionista. Ora è ritornato tutto normale,l'intruso dottore friulano dei miei coglioni è sparito ed è ritornata la pagina originale.
    Queste canaglie tipo il Minchiaviz non si smentiscono mai..
    p.s.Egli è uno che porta acqua al mulino del nano venefico,per chi non lo sapesse...è peggio del Montanari,ancora.
    Non sò se praticherò il NON voto motivato,oppure semplicemente non voterò,deciderò all'ultimo momento.
    Di sicuro non intendo partecipare al gioco truccato della crocetta,se lo farò sarà solo per sabotarlo,nel mio piccolo.
    Ripropongo uno slogan coniato,facendo il verso al noto governativo antifumo, da Florizel di Luogocomune (anche se sò che Straker ha ruggine con il sito in questione)...

    CHI VOTA AVVELENA ANCHE TE. DIGLI DI SMETTERE.

    Un abbraccio ,claus

    RispondiElimina
  16. straker, ti avevo già sentito parlare di quella orrenda "chicca" ma si tratta di voci o ci sono prove, notizie, piani fotografie?

    io ho visto sul sito northern resistance anche delle foto (e mi sembra un sito serio, dannatamente serio)

    chissà se riusciremo a vedere l'alba di un nuovo mondo (mi piacerebbe tanto, fosse pure quando raggiungero' la dimensione spirituale liberandomi di questo corpo)

    RispondiElimina
  17. Sui lager statunitensi già pronti vi sono diversi filmati che girano su You-Tube.

    Riguardo invece alle carceri inutilizzate italiane, mi pare se ne fosse occupato Santoro, in Anno Zero. Ovviamente a loro non è balenata l'idea che certe strutture abbiano uno scopo ben preciso e si domandavano solo come mai non vengano usate per rissolvere il problema del sovraffollamento delle carceri esistenti.

    RispondiElimina
  18. se hai qualche link sulla brutta faccenda mettili pure on line
    io ho letto solo questo articolo su northernresitance.info

    RispondiElimina
  19. Ottimo, Corrado. Alcuni dei video da me visti sono nel sito da te segnalato. Se trovo altro, te lo faccio sapere.

    RispondiElimina
  20. un documento non classificato che discute alcuni dettagli su come gestire "Civilian Inmate Prison Camps" (che tradurrei "campi di concentramento per civili") all'interno di installazioni militari lo si trova da un link dello stesso sito: eccolo qui (è un po'lunghino)

    In realtà nel documento si propone una piccola revisione delle norme esistenti, dettagliando alcune procedure, ma dovrei leggere le 30 pagine per comprendere bene i dettagli, non so se avrò il tempo.

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. anche oggi mi hanno RUBATO IL SOLE!
    per curiosità, brevetti per generare nuvole finte sono stati pubblicamente dichiarati?

    RispondiElimina
  23. traduzione piu' precisa dal sito northern resistance
    (se puoi zret cancella quella precedente)
    _______

    Ci sono oltre 800 prigioni negli Stati Uniti, già totalmente operative e pronte ad accogliere prigionieri. Sono già provviste del personale e sono persino circondate da guardie armate che vigilano a tempo pieno su tali strutture, ma sono tutte vuote. Queste prigioni dovrebbero essere adoperate dall’ente federale FEMA (Federal Emergency Management Agency) ovvero “Agenzia Federale per le Emergenze”; quello che servirebbe è l’instaurazione della legge marziale negli USA.

    Viene riferito che il governo USA impieghi personale straniero (Messicano, Canadese, Russo, Tedesco, Olandese, Norvegese, Cubano, Israeliano) messo a guardia di zone erbose recintate col filo spinato in America! non è una strana cosa? Se proprio ce ne fosse bisogno per qualche scopo, perché non ci sono semplicemente degli statunitensi a controllare i propri recinti? Dal punto di vista economico per altro, se sono già operativi e con le guardie pagate, che senso avrebbe tutto questo spreco di denaro se le strutture non le si volesse utilizzare subito?
    Forse un attacco su larga scala sul suolo americano porterà alla dichiarazione della legge marziale e quindi all’utilizzo di questi campi.

    RispondiElimina
  24. Mi ero persa questa discussione, delle carceri-lager pronte in America ne sono venuta a conoscenza sempre da Youtube, da alcuni filmati in inglese.
    Cosa faranno ci rinchiuderanno le persone che non vorranno impiantarsi il loro microchip sotocutaneo maledetto?
    Tutta questa storia mi fa venire in mente delle analogie con quanto affermava il cosiddetto "John Titor", non sappiamo chi fosse e anche se affermava di provenire da un ipotetico futuro, possiamo anche pensare che sia una specie di "copertura", potrebbe essere una persona a conoscenza di certe informazioni che ha scelto questo modo di presentarsi ma il messaggio che ha portato era molto chiaro, ha parlato anche lui di una fortissima limitazione della libertà negli USA citando numerosi studi del CERN sui buchi neri, il Patriot Act approvato in seguito all'11/09 per iniziare a limitare la libertà dei cittadini etc etc.

    Ora, non credo che tutta la storia di Joh n Titor sia vera, ma credo al monito che ha voluto lanciare, viviamo in un periodo storico molto difficile da comprendere e la maggioranza quasi non se ne rende conto, ma se osserviamo con attenzione abbiamo molto di che preoccuparci...

    RispondiElimina
  25. No, la storia di John Titor non è 'tutta vera' ma 'tutta falsa' e consiste in una di quelle 'psi ops' per le quali sono famose certe agenzie del governo degli Stati Uniti, governo che fa capo ed anzi è la propiezione visibile della setta degli Illuminati.

    Si tratta in parole povere e come sempre accade ormai da molto tempo di riferire brandelli di verità mischiati a fantasticherie e buffonate di ogni genere.
    Una tecnica ormai consolidata e che serve unicamente a confondere i cervelli delle persone,nonchè ad aumentare il senso di insicurezza e del 'non so che cosa pensare al riguardo', sentimenti ormai endemici fra la gente comune.

    RispondiElimina
  26. Ciao Straker,sono ancora io,Claus..
    per dirti che ho dovuto togliere il banner link di "astensione org" dal mio Blog in quanto adesso compare addirittura la lista "per il bene comune" del dubbio dottor Montanari.
    Questi cialtroni di politicanti da strapazzo ricorrono a trucchi degni dei peggiori gaglioffi pubblicitari pur di darsi visibilità.
    Ti esorto a fare altrettanto,cioè togliere il link..e magari mandare una mail di protesta dura ai capetti Montanari e Miclavez,come ho fatto io.
    Un saluto,Claus

    RispondiElimina
  27. Votare? Non votare? Trattasi di un falso problema. Chi ha ragione al riguardo? Quelli che dicono che non bisogna votare? Oppure quegli altri che affermano che si deve votare? Hanno ragione tutti e nessuno.

    Io voterò, ma unicamente per motivi igienici, di decenza. Non disponendo di pesticidi selettivi contro le facce della sinistra proverò ad usare il voto, tanto per vedere se riesco a sbarazzarmi della mia dose serale di 'mortadella'magari neo-minstro degli Esteri in caso di vittoria, oppure dell'inospportabile predica ispirata da parte dell'ex-sindaco dell'Urbe.
    Ben che mi vada mi sciropperò fior di piduisti, di bilderberghiani, di servi degli Stati Uniti, di operatori di Magia nera e di 'blood-drinkers', di pedofli e di assassini.
    Però per favore Veltroni, Di Pietro, Amato e compagnia bella no!

    Ma in giro c'è già sentore di brogli. Guarda caso anche le schede sono state volutamente complicate.
    Agli Illuminati non gliene devi insegnare una. Le cose le fanno unicamente in vista di un caos ancora maggiore di quanto non vi sia già.

    Voi pensate che un semianalfabeta che non prende mai in mano la penna - e, vi assicuro, ce ne stanno in giro ed è la maggioranza-o un vecchietto non necessariamente già affetto dai prodromi dell'Alzheimer ma che ci vede poco, sia in grado di apporre correttamente il proprio voto?

    Certo che no. E così salterà fuori una frittata. Guarda caso il ministro dedll'Interno si chiama Amato, figura disgustosa non ultimo per il fatto che è a galla da una vita, qualunque aria tiri. Praticamente inossidabile, indistruttibile. Ma tanto lo sapevamo, fa parte da un bel pò del Gruppo Bilderberg.

    RispondiElimina
  28. Ciao Claus. Sono dei maledetti truffatori e lo dimostrano ogni giorno di più.

    Tolto il link.

    Grazie!

    RispondiElimina
  29. La pagina di astensione.org e' ancora consultabile sulla copia cache di google. (ancora per quanto?)
    Sinceramente non riesco a credere che esistano esseri umani in grado di fare simili bassezze...pur di rimediare qualche voto.
    Da parte mia hanno rimediato sonori insulti.

    RispondiElimina
  30. ciao a tutti,commento quanto segue dal blog http://ilmuraglione.splinder.com/

    'ASSEMBLEA COSTITUENTE' per la svolta

    Questo appello per le prossime elezioni vuole essere soltanto una indicazione per tentare una svolta.
    --------------------------------

    "L'astensionismo passivo non fa percentuale di media votanti e riguardo alle elezioni legislative il nostro sistema di attribuzione non prevede nessun quorum di partecipazione,quindi le schede bianche e nulle, fanno si percentuale votanti, ma vengono ripartite, dopo la verifica in sede di collegio di garanzia che ne attesti le caratteristiche di bianche o nulle, in un unico cumulo da ripartire nel cosiddetto premio di maggioranza...

    ----------------------------------------

    Esiste però un METODO DI ASTENSIONE, che garantisce di essere percentuale votante (quindi non delegante) ma consente di non far attribuire il proprio non-voto al partito di maggioranza.
    E' infatti facoltà dell'elettore recarsi al seggio e una volta fatto vidimare il certificato elettorale, AVVALERSI DEL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA, assicurandosi di far mettere a verbale tale opzione.
    E' possibile inoltre ALLEGARE IN CALCE AL VERBALE, UNA BREVE DICHIARAZIONE IN CUI, SE VUOLE, L'ELETTORE HA IL DIRITTO DI ESPRIMERE LE MOTIVAZIONI DEL SUO RIFIUTO (es.: "Nessuno degli schieramenti e nessuno dei candidati qui riportati mi rappresenta").

    -----------------------------------------

    Il segretario dell'ufficio elettorale che rifiuta di inserire nel verbale proteste o reclami dell'elettore, va incontro ad una sanzione di 2.000 euro e la legge prevede anche fino a sei mesi di reclusione.

    Testo Unico delle Leggi Elettorali - D.P.R. 30 marzo 1957, n° 361 - art. 104 - par. 5.
    ------------------------------------
    SE LA QUANTITA' DI SCHEDE RIFIUTATE E' TALE DA RAGGIUNGERE LA QUOTA DI VOTI NECESSARIA PER L'ATTRIBUZIONE DI UN SEGGIO, TALE SEGGIO NON PUO' ESSERE ATTRIBUITO !
    ------------------------------------
    Facciamo un'ipotesi che ci si rechi alle urne avvalendoci di questa opzione, come segno di protesta.
    Cosa succederebbe se tanti cittadini manifestassero in questo modo il loro disagio e disapprovazione verso queste classi dirigenti che si alternano ad ogni elezione dimostrando soltanto incapacità di mettersi a disposizione del popolo. Ipotizziamo che questi cittadini siano una percentuale molto significativa a tal punto che le elezioni verrebbero considerate non valide. Ipotizziamo che a questo punto si formi un'Assemblea Costituente formata da cittadini onesti e senza scopi personali che si impegnino per un periodo di tempo per capire e gettare le basi per farci uscire da questo modo di 'essere' in cui siamo piombati.

    RispondiElimina
  31. Ottima idea quella della class action: tienici aggiornati!
    Intanto nella penisola iberica tankers a volontà. Il sole è stato oscurato e di pioggia neanche a parlarne! Missione compiuta da parte dei bastardi.

    RispondiElimina
  32. ciao a tutti, io non voterò.voglio negarmi il diritto di essere complice del sistema. mi piacerebbe almeno stavolta, sentire dai media che c'è stato un diffuso ed ampio astensionismo. se di solito alle politiche vota l'80%circa,"mi accontenterei" di un 60%. un grande astensionismo farebbe capire alla casta dei magnà, di essere sgraditi a troppe persone.per quanto riguarda la possibilità di votare, verbalizzando di non essere rapresentato, non mi convince tanto(contribuisce alla affluenza che è un dato al quale si da molta inportanza e considerazione per il loro ego), io preferisco un ampio astensionismo,che li farebbe sentire delle merde quali sono.

    RispondiElimina
  33. Lory, a quelli che vanno al potere, che tu voti oppure no non gliene importa un bel niente.
    L'importante è acchiappare la poltrona, in seguito ne parlerà la storia.

    Quella è gente che non riflette ed è priva di anima. In una situazione al limite della disperazione come quella che stiamo vivendo, io sono convinto che si debba cercare il meno peggio. Almeno per ora.

    'Gli assenti hanno sempre torto', recita un vecchio adagio. Concordo.

    RispondiElimina
  34. Ok Paolo,
    ed il meno peggio è per me far sì che non si aggiudichino qualche seggio, non legittimarli in un qualche modo.
    Saluti, Nico

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis