mercoledì 16 luglio 2008

Le microonde: arma contro la biosfera (Terza parte)

Courtesy by blog.libero.it/aliasrc
Courtesy by blog.libero.it/aliasrcLeggi qui la prima parte

Sebbene qualche verità cominci a filtrare solo da pochi mesi, è assodato che, da decenni, sono svolte funeste sperimentazioni ed eseguite diaboliche operazioni per manipolare i fenomeni atmosferici con onde di diversa lunghezza, frequenza ed intensità. Inquietanti aloni, arcobaleni chimici che precedono disastrosi terremoti, valori di umidità bassi in modo anomalo, alta pressione e concomitante copertura nuvolosa, accelerazione del processo di scioglimento dei ghiacciai e del pack, almeno in alcune aree… sono tutte manifestazioni che paiono riconducibili ad una pesante attività chimica ed elettromagnetica che, tra l’altro, si associa ai cambiamenti naturali: aumento dell'attività solare, indebolimento del campo magnetico terrestre, presunta variazione della risonanza di cavità Schumann.

E’ solo una coincidenza se bario e quarzo sono elementi rintracciati sin dagli inizi delle operazioni clandestine di aerosol? In qualche modo, si crea un’interazione con i campi elettrodinamici. Non dimentichiamo che il bario è un superconduttore: che cosa pensiamo possa condurre? Nel 1986 i fisici Alex Muller e Georg Bednorz, del laboratorio di ricerca I.B.M. di Zurigo riuscirono a trasportare energia elettrica, con una dispersione minima di calore, usando per la prima volta una sostanza contenente ceramica a base di bario, rame e lantanio, ottenendo una superconduzione a circa 30 gradi sopra lo zero assoluto.

Non bisogna dimenticare che il D.N.A. umano ha una frequenza di 150 MHz: si trova quindi nella banda della tecnologia delle telecomunicazioni. E’ dunque possibile una deleteria sovrapposizione tra campi magnetici artificiali e naturali. Ricordato anche questo collegamento, si comincia a comprendere perché l’atmosfera è diventata un gigantesco forno, un forno… a microonde.

Sul tema in esame, così si esprime il ricercatore indipendente Kafka (pseudonimo): “Noi sappiamo che le scie chimiche sono una miscela di metalli collegati all’attività denominata R.F.M.P. Sappiamo che l’atmosfera è stata trasformata in una sorta di plasma. Riteniamo altresì che essa sia un calderone di morte per gli esseri viventi. Presto o tardi danneggerà la salute di tutti. I seguenti sono i sintomi più diffusi correlati alle irradiazioni di microonde:

• L’equilibro bioelettrico dell’organismo è compromesso ed alterato
• Insonnia
• Aritmie cardiache
• Aumento della pressione sanguigna
• Invecchiamento precoce ed accelerato della pelle
• Tumori
• Problemi alla vista
• Disturbi mentali

Ricordiamo che i radar funzionano in una banda di frequenze compresa tra i 100 MHZ e 100 GHZ: il range tra 1 GHZ e 300 GHZ è quello dei forni a microonde! Gli impianti radar sono giganteschi forni usati per scaldare l’atmosfera, agitare le molecole dei gas in essa contenuti, incidendo, fra le altre cose sugli equilibri di piante, animali ed uomini e ledendo la biosfera?

Qualcuno potrebbe pensare che le armi funzionanti con microonde siano dispositivi recenti, ma non è così. Infatti nello studio intitolato Il Progetto Styx, Bojs scrive: “Le armi, chiamate River Styx, sono state il prototipo delle armi elettromagnetiche americane. Esse usano delle microonde ed hanno la funzione di agire sull'organismo, creando delle degradazioni di ogni tipo. […] Esistono dei documenti che mostrano chiaramente che gli Statunitensi erano ben addentro in queste ricerche già dal 1957 e ciò indica che, malgrado ogni negazione sulle loro conoscenze delle armi elettromagnetiche, il Pentagono e la C.I.A. avevano, al contrario, cominciato il loro sviluppo già agli inizi degli anni 50 del XX secolo. È facile comprendere le ragioni che hanno spinto tutte le amministrazioni implicate a tenere il più grande riserbo su queste diaboliche operazioni. I loro effetti sono altrettanto devastanti quanto quelli delle bombe atomiche; tuttavia esse non sono state dei prototipi di nuove armi che oggi, quasi mezzo secolo dopo, ci minacciano realmente.

Lowell Ponte, ricercatore del Pentagono, è uno dei pochi scienziati del governo a parlare apertamente dei “progressi” di questa scienza e delle sue applicazioni tecnologiche. Egli conferma l'esistenza di segnali che influenzano il campo magnetico terrestre, le onde stazionarie giganti.

I servizi segreti canadesi accennano al progetto in un dispaccio dell'agosto 1975, parlando "di introduzione di onde elettromagnetiche nella Natura". È comunque poco. Non si dà alcuna indicazione sulle possibilità di combinare delle onde stazionarie giganti con raggi a microonde capaci di influire sul cervello umano. Inoltre non ci si sofferma sulle microonde che si "fondono" alle armi elettromagnetiche a pulsazione. Tutti questi progetti sono parte della rete, molto sviluppata e sempre segreta, della ricerca sulle armi invisibili.

Joe Delgado, un fisiologo che è appartenuto alla C.I.A., ci avverte: "Quello che ci aspetta è più pericoloso della distruzione nucleare. Le nostre conoscenze sul cervello ci permettono di immaginare il peggior scenario: il pericolo che ci minaccia è quello di intervenire direttamente sulle funzioni cerebrali per manipolarle a nostro piacimento, cioè fare dell'uomo un vero e proprio umanoide senza cervello e coscienza, senza neppure che questi se ne renda conto".

Delgado ha messo a punto, in collaborazione con alcuni psichiatri, dei procedimenti che permettono di "teleguidare" degli esseri umani tramite segnali radio, con l'aiuto di "pulci" impiantate nel cervello. Le sue teorie sono oggetto di ricerche all'università di Los Angeles, sotto la tutela del Los Alamos Scientific Laboratory.

Il Dr. Ross Adey, un collaboratore di Delgado che lavora sulle nuove tecnologie di controllo cerebrale, afferma di aver ricevuto il prototipo di un apparecchio chiamato LIDA, costruito dai Sovietici. Questo apparecchio è registrato all'Ufficio Americano dei Brevetti con il n° 3.773.049.

È stato concepito in modo tale che può trasmettere a distanza le tre componenti del dolore: il freddo, il calore e l'elettricità. Adey è stato scelto dai Sovietici per introdurre questo progetto nella ricerca statunitense (come è sempre stato U.R.S.S. ed U.S.A. sono segretamente impegnati insieme nei progetti militari di distruzione e controllo delle masse, di là dalle false contrapposizioni divulgate ad arte dai media).

Il più scalmanato tra gli scienziati a voler creare un mondo di zombies è uno psichiatra tra i più stimati negli Stati Uniti, il Dr. Louis Jolyon. Egli è stato un membro influente del progetto M.K.Ultra per la C.I.A. Questo progetto comprendeva delle tecniche di lavaggio del cervello ed è fra i più segreti dell'U.S. Air force. West, sostenuto da Ronald Reagan, allora governatore della California, propose di trasformare una stazione militare in stazione di emissione di microonde. Le proposte di West includevano anche l'impianto di pulci elettroniche nel cervello, il controllo biologico dei cicli mestruali della donna, la castrazione chimica e la sostituzione del sistema penale americano con un controllo psichiatrico. È dall'alto della sua cattedra di psichiatria e del suo posto di direttore dell'Istituto di neuropsichiatria dell'Università di Los Angeles, che West prosegue le sue attività segrete di manipolazione del pensiero. […]

È stupefacente constatare che la C.I.A. finanzi ricerche universitarie per costruire degli apparecchi a microonde capaci di lanciare dei raggi che possono causare un'ipnosi a distanza, facendo penetrare dei desideri o comandi nella testa di un individuo ed in grado di provocare poi anche un'amnesia totale sulla vittima.

I difensori di queste tecniche psichiatriche hanno sempre gravitato nella ristretta cerchia dei presidenti americani. I presidenti Nixon e Ford sono stati consigliati dal Dr. Arnold Hustschnecker, che era stato, nel 1926, allievo dell'Istituto Kaiser Wilhelm finanziato dai nazisti, dove cominciarono le prime ricerche sulla tecnica delle microonde. Il consigliere di Jimmy Carter, lo psichiatra Dr. Peter Bourne, ha trascorso una grande parte della sua carriera nella ricerca della guerra psicologica e delle tecnologie delle microonde. Alcuni giornalisti hanno compiuto un'inchiesta sul potere che costui avrebbe usato per spingere Carter a prendere delle decisioni sorprendenti. Il Dr. West era uno dei collaboratori di Ronald Reagan”.

Qui la quarta parte



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale


FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE IL CANONE RAI
http://www.aduc.it/dyn/rai/petizione.html

16 commenti:

  1. Ciao Straker..Tutti..la foto dell'articolo è piu' che mai concettuale della sitauazione attuale:

    ascoltando le notizie di regime sicuramente avete sentito parlare dell'impronte digitali obbligatorie dal primo gennaio 2010...MA CHE RABBIA MI FANNO sti pezzi di....
    Casini: "Non mi sembra giusto che solo i rom debbano dare le loro impronte...anche noi tutti per democrazia e giustizia dobbiamo darle...e per la Sicurezza"

    Mi hanno rotto i c.......non passa giorno che non si parli di sicurezza...ma QUAAAAAAAAAAALE SICUREZZA...la loro?

    Allora il primo gennaio 2010 sicuramente mi opporro' a rilasciare le mie impronte e saro'"taserato" pur di cedere !

    Un paio di anni e comincia la rivoluzione !

    ALLORA pronti al NWO-Sezione Italia!
    I nostri BABBUINI/BURATTINI..continuano a distrarre la gente dal disegno che sta prendendo forma...CI CONTINUANO A PRENDERE PER IL CULO !

    E chi se ne accorge ?

    NON SI PERMETTESSERO A TOCCARCI !!!

    P.S. : siamo messi male !

    P.S.2:Sto per aquistare le magliette "tanker enemy"...e poi orgoglioso andro' a farmi una passeggiata all'eroporto !
    Che dite ....rischio?
    Direi che a rischiare è qualche pi(r)lota se mi vedra'....

    Ma anche Bush Senior nel discorso
    sul NWO leggeva su un gobbo le parole pronunciate...ecco perchè si dice :" E' tutto scritto !! "

    ;-) Ciao e speriamo bene !

    RispondiElimina
  2. Ciao Mr. Jones e ben ritrovato. Siamo in sintonia col tuo parere e peccato che io non mi possa espiremere come vorrei. In ogni caso sto mandando loro tutte le maledizioni possibili. Dovrà pur arrivare il giorno che li vedremo alla pubblica gogna!

    RispondiElimina
  3. Ciao Mr Jones, la loro agenda prosegue. I Rom sono stati usati come cavallo di Troia. Molto pericoloso dare le impronte, come il proprio DNA. Infatti,
    circa le impronte, credo possano essere usate per fini malefici, ossia non solo per schedare, ma anche per causare danni a cittadini non allineati, sfruttando la correlazione "simpatica" tra impronte e persona.

    Sempre più diventa necessario e non procrastinabile un intervento.

    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Concordo con le impronte digitali:è una cazzata.

    RispondiElimina
  5. Ricordo a tutti che a buona parte della popolazione maschile hanno preso le impronte digitali alla visita di leva obbligatoria...siamo già schedati! Fecero anche un prelievo di sangue per analisi varie...e se avessero anche un archivio parallelo col DNA? sarò paranoico, ma...

    RispondiElimina
  6. problema-reazione-soluzione

    il popolo pecorone fà:

    beeeeeeeeeeeeee beeeeeeeeeeeeeeeee

    e bei coglioni che siete allora aggiungo io, se non vi rendete conto di come vi usano!!!

    RispondiElimina
  7. il disegno va avanti...

    a quanto pare la manipolazione mentale la stanno già attuando sui debunkers che continuano a negare, negare, negare con un tipico comportamento da automi telecomandati.

    Ma non so perché ma non mi fanno pena.

    RispondiElimina
  8. Ragazzi, gli amici del Centro Ufologico Taranto e che affrontano la questione scie chimiche stanno subendo intimidazioni e minacce a vario livello. Vi esorto a scrivere due righe di incoraggiamento nell'area commenti all'ultimo post.

    RispondiElimina
  9. Le stesse minacce, sotto forma di consigli benevoli, che stanno pervenendo a varie testate giornalistiche, per fare terra bruciata intorno agli attivisti contro le scie chimiche. Consigli proveneienti direttamente da ambienti militari.

    RispondiElimina
  10. io l'ho fatto, Straker.

    A quanto pare quando si trovano in difficoltà partono con i "consigli".

    Parafrasando una battuta di Grillo del 1994 sul capo della mafia:
    "Conosce 40 parole, le dice, le ridice, le mischia...ma quando finiscono, strozza"

    Io ribadisco che noi coscienti dell'immane rischio siamo sempre di più, giorno dopo giorno.

    RispondiElimina
  11. Bene, non devono spuntarla, quegli infami.

    RispondiElimina
  12. io ho visto la "pausa di riflessione" anche sul blog di freenfo...sapete qualcosa?
    ...sti stronzi...

    RispondiElimina
  13. Dopo la pausa di riflessione di Andrea Doria, questa è la terza di cui io venga a conoscenza. in tutti i casi si tratta di vili intimidazioni ad opera di frange mafiose dello Stato.

    RispondiElimina
  14. Nel 2010 le impronte digitali; poi il chip sottocutaneo...

    Cmq questi bastardi che ci vogliono morti, ancora non ho capito come si salveranno. A loro in cervello non andrà in fumo? Hanno una calotta protettiva?

    RispondiElimina
  15. Oggi sul Chianti passaggi in massa. Il cielo ora e completamente lattiginoso e coperto. La temperatura è di nuovo scesa...

    RispondiElimina
  16. @acquaemotion

    grazie, stavamo aspettando te.
    Perché invece non divulghi la cosa a quelli che dormono, come facciamo noi costamtemente?
    Qui siamo già tutti belli svegli.
    Grazie e scusa...senza rancore.

    PS: se già lo stai facendo allora ti ringrazio anticipatamente.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis