lunedì 14 luglio 2008

Agli albori della manipolazione meteorologica

Photo courtesy by 'PiKard'L'intervento umano sui fenomeni meteorologici non è fenomeno recente: possiamo supporre che i militari siano ormai prossimi al controllo pressoché totale dei fattori che si riferiscono a precipitazioni, circolazione atmosferica, valori igrometrici e termici etc.

D'altronde, già "nel 1968 il geofisico Gordon J. F. Mac Donald descrive le applicazioni delle modifiche al tempo nel libro Unless peace comes (Finché non verrà la pace). Quattro anni dopo, Louise A. Purret in Weather modifications as a future weapon: the military may have added the weather to its arsenal (Modificazioni meteorologiche come arma del futuro: i militari possono aver aggiunto il tempo al loro arsenale), articolo pubblicato sulle pagine di Science news, il 15 aprile 1972, indicò la lista dei possibili interventi distruttivi attuabili:

- precipitazioni abbondanti che possono causare allagamenti ed inondazioni;
- siccità con l'inaridimento di vaste aree per provocare il collasso dell'agricoltura, distruggendo le economie di intere nazioni;
- controllo degli uragani, attuato indirizzando cicloni su aree identificate come bersaglio;
- incremento o diminuzione della temperatura dell'intero pianeta che si riferisce al riscaldamento globale o nell'ice caps, ovvero l'insieme di tecnologie in grado di determinare una nuova era glaciale;
- assottigliamento dello strato di ozono, altro fenomeno provocato o provocabile artificialmente".

E' questo uno scenario che non appartiene più ai deliri di scienziati pazzi e di guerrafondai, poiché è una tragica realtà. Se, infatti, già nel 1968, il complesso militare ed industriale delle superpotenze aveva gli strumenti teorici per le guerre meteorologiche, possiamo dubitare che in quattro decenni, quegli strumenti non siano stati tradotti in armi per la devastazione ambientale?

In particolar modo, pensiamo ai recenti nubifragi ed inondazioni che hanno colpito il Midwest degli Stati Uniti d'America, con ingenti danni all'agricoltura ed alla zootecnia, ma anche con il conseguente trasferimento di molte persone in regioni non alluvionate. Ex chaos ordo: questi disastri innaturali sono provocati soprattutto per creare crisi economiche e sociali, da cui il sistema trae numerosi benefici: ingenti profitti per la ricostruzione nelle aree disastrate, introduzione surrettizia o coatta di sementi geneticamente modificate in caso di crisi alimentare, sradicamento di interi gruppi familiari, promulgazione di norme liberticide, in concomitanza con emergenze di varia natura.

Fonte:

U. Repetto, R. Di Nunzio, Le nuove guerre, 2001

Si ringrazia il gentilissimo Dottor Ginatta per la segnalazione
.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale


FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE IL CANONE RAI
http://www.aduc.it/dyn/rai/petizione.html

15 commenti:

  1. complimenti per la "bella" foto. Ormai siamo border-line.
    Chissà dove ci stanno portando.
    Mi chiedo anche se oggi 14 luglio abbiano fatto la "festa" ai cugini transalpini.

    RispondiElimina
  2. Ciao, qualche giorno fa uscivo dall'ufficio per la pausa pranzo.
    Guardo in cielo (oramai è un MUST) e mi accorgo di una cosa che non avevo mai visto prima.
    Un agglomerato di nuvole sospette sulle quali noto con enorme stupore la scala cromatica, come quando c'è l'arcobaleno.
    Ho preso una foto (low def, con il nokia) perchè pensavo fosse un qualche effetto ottico, e invece i colori c'erano anche nella foto.
    Ne ho fatte due...

    RispondiElimina
  3. esattamente come qui in Sardegna.
    Tracce di metalli (in particolare Ba e Al) in atmosfera.

    E l'irrorazione continua....

    RispondiElimina
  4. Si è vero anche ieri a Roma...prima nuvole normali...poi le solite nebbie chimiche tra le nuvole, ho fotografato i soliti "arcobaleni"...in giornata le invio a Straker!!!
    Buona giornata.
    Cmq, com'è triste la verità!!!
    Ciao Ragazzi!!!

    RispondiElimina
  5. la verità è che ci sono stronzi che continuano a negare e a confutare fenomeni che tutti vedono.
    Io l'arcobaleno in vita mia l'ho visto solo ed esclusivamente durante o dopo un temporale.
    Ma qualche meteorologo dirà che non conosco la equazione di clausius clapeyron e che io sono distratto perché gli arcobaleni ci sono sempre e sono causati dalla rifrazione dei cristalli d'acqua sempre presenti in atmosfera perennemente.

    Poveri illusi...verranno rottamati tutti a lavoro finito...lo sanno perfettamente ma devono continuare a mentire sennò gli tagliano i viveri o li eliminano direttamente prima, in perfetto stile occulto.

    RispondiElimina
  6. Infatti. Sono dei disperati senza dignità.

    RispondiElimina
  7. Ha appena parlato il consulente (??) Allegretti (ma chi è)
    Disinformatore mentitore di regime.
    Un altro beccato!!

    RispondiElimina
  8. Queste nubi globose si vedono, talvolta, anche qui (Piemonte occ.) e sono accompagnate da un colore del cielo particolarmente minaccioso. Non ricordo di averle mai avvistate in passato, quando tutto era normale; si vede che sono costruite, non hanno un aspetto naturale. A vedere com'è oggi qua (bellissimo), e parlando di manipolazione meteorologica, ho la strana sensazione di vivere una "copiatura" della settimana precedente. Anche se è solo martedì. Infatti, con alcuni giorni di anticipo i met.prevedevano con precisione forti temporali per il week end, che puntualmente sono arrivati tra sabato e domenica (accompagnati da relativi danni)...anche la scorsa settimana. Poi, durante la giornata di lunedì il cielo faticosamente si è ripulito lasciando spazio ad una giornata meravigliosa (il martedì - come la scorsa settimana, nella quale hanno poi ripreso le irrorazioni a partire da mercoledì). E qui mi fermo per ovvi motivi. Vedremo i prossimi giorni. Vi mando un saluto

    RispondiElimina
  9. Gingere le nuvole definite mammatus, un tempo rarissime, oggi si vedono con una certa frequenza:
    azione chimico-elettromagnetica.

    Ciao

    RispondiElimina
  10. Ho appena inviato sulla vs email le foto scattate ieri e gg indietro, diaciamo dal 10 al 14/7... in alcune si notano questi arcobaleni stranissimi...!!! In altre nuvole di disegno mooolto strano...potete darmi un giudizio in merito? Grazie.
    Buon lavoro...!!!!

    RispondiElimina
  11. domenica della scorsa settimana e sabato a domenica appena passati, sono comparse anche qui le nuvole a mammella...bà...

    RispondiElimina
  12. Continuo la mia analisi: questa mattina al giornale radio le previsioni meteo indicano un peggioramento del tempo nel nord Italia verso il fine settimana.

    RispondiElimina
  13. Un tecnico del Servizio Agerometeorologico Regionale (Sardegna) ha affermato (o meglio, gli è scappato) che loro non possono andare oltre le 48 ore di previsione a causa delle troppe variabili (mediterraneo, orografia).
    E io sono d'accordo con questa tesi.
    Ergo, tutte le previsioni date per certe oltre le 48 ore sono artefatte.
    Purtroppo con la oramai arcinota manipolazione climatica stanno facendo credere alle giovani generazioni che loro (i millantatori) sono bravissimi e hanno messo a punto un metodo scientifico infallibile che va anche oltre la settimana.
    Barando si può fare tutto...finché non ti beccano con l'asso nella manica.

    Cosa succedeva ai bari nel far west, ve lo ricordate??

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis