venerdì 25 luglio 2008

Volo 747 Qantas: ancora una collisione?

Atterraggio emergenza volo Qantas a Manila per squarcio sotto l'ala

(A.N.S.A.) - Manila, 25 luglio - Un Boeing 747, della compagnia aerea australiana Qantas, ha compiuto oggi un atterraggio d'emergenza all'aeroporto di Manila, nelle Filippine. L'aereo, decollato da Londra con 350 passeggeri e sedici membri di equipaggio e diretto a Melbourne, è dovuto atterrare a causa di uno squarcio creatosi nella fusoliera, in prossimità dell'attaccatura dell'ala destra. Lo hanno riferito i responsabili della Qantas e dell'aeroporto di Manila, precisando che l'incidente non ha provocato feriti.

Ancora ignote le cause dell’avaria, verificatasi poco dopo il decollo. I passeggeri, passati attraverso l’incredibile esperienza hanno raccontato di aver udito all’improvviso un forte boato e di aver quindi visto aprirsi nella fusoliera, all’altezza della prima classe, una fenditura enorme dalle dimensioni paragonabili a quelle di un furgoncino, attraverso la quale hanno cominciato a essere risucchiati detriti, ma anche effetti personali dei presenti. Nel frattempo, le maschere ad ossigeno sono state espulse dagli alloggiamenti, mentre il 747 perdeva drasticamente quota, piombando in basso da quota 12.000 a 6.000 metri.

Stando ad un servizio sull’incidente, andato in onda durante il telegiornale di RAIUNO delle ore 13:30, tra le ipotesi dell’incidente è contemplata anche quella secondo la quale il velivolo è stato colpito da un oggetto ignoto, non segnalato dai radar. Un U.F.O., nel senso letterale del termine (Unidentified Flying Object), si è quindi reso protagonista di un ennesimo episodio di collisione con un aereo di linea? E' un'ipotesi, al momento, non scartabile, anche se l'incidente del Boeing 747 potrebbe essere ascrivibile ad un semplice cedimento strutturale. D'altronde sappiamo che la manutenzione è l'ultima delle preoccupazioni delle compagnie, da quando gli aerei passeggeri vengono impiegati per assolvere anche insospettabili funzioni di irrorazione chimico-biologica lungo le migliaia di aerovie commerciali, in appoggio agli altri velivoli impegnati nella diffusione di metalli, di composti chimici e di agenti patogeni a quote inferiori.

Articoli correlati:


Fonti:

http://www.ansa.it/
http://www.repubblica.it/
http://centroufologicotaranto.wordpress.com/



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale


FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE IL CANONE RAI
http://www.aduc.it/dyn/rai/petizione.html

11 commenti:

  1. che squarcio, io penso che non sia esploso un'accendino in stiva, secondo me il velivolo ha urtato qualcosa, succede spesso ultimamente...anche la scarsa manutenzione può creare certi problemi, ma per un volo come quello la escluderei. vedremo se in futuro ci diranno qualcos'altro.oppure silenzio come sulla sila?...

    RispondiElimina
  2. Effettivamente... per "sbucciarsi" in quel modo, deve aver toccato qualcosa. In ogni caso questi strani incidenti sembrano avere un comune denominatore difficile da identificare, ma c'è.

    RispondiElimina
  3. ...nuovo sistema d'aerazione supplementare...

    RispondiElimina
  4. Nella foto dove si vede l'immagine satellitare (suppongo) che tipo di programma stavate usando?
    Grazie.

    RispondiElimina
  5. meravigliosa la foto del bimotore alitalia che scia. E noi dobbiamo anche accolarci il salvataggio di quei poveri derelitti della compagnia di bandiera.
    Meditate gente...meditate...siamo noi cittadini contribuenti che finanziamo le chemtrails sui nostri bambini.
    Grazie Straker per il lavoro neutrale che metti a disposizione di tutti noi!!!

    RispondiElimina
  6. In effetti è così, Mike. Siamo noi stessi a foraggiare chi ci avvelena e si pavoneggia da Barone rosso dei cieli.

    RispondiElimina
  7. Nuovo atterraggio di emergenza per aereo Qantas oggi, gli si è aperto il portellone in volo...non è pensabile una pura coincidenza. www.ansa.it Ciao

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis