martedì 27 maggio 2014

Geoingegneria clandestina ed altri crimini governativi: un bilancio a distanza di nove anni

Premessa. Il “noi” usato nel presente articolo, che è un pluralis modestiae, intende coinvolgere, oltre ai curatori di Tanker enemy, tutti gli amici e gli utenti che, in quasi due lustri, hanno contribuito a gettare luce sulla “guerra climatica” con le loro segnalazioni, chiose, analisi, testimonianze.

Dopo nove anni di ricerca e di divulgazione, possiamo compiere un bilancio, ancorché provvisorio ed in fieri, delle ipotesi e delle conclusioni formulate per vedere se sono state avvalorate dai fatti o smentite.

Vediamo dunque gli aspetti precipui delle questioni inerenti alla geoingegneria illegale e ad altre scelleratezze governative per stabilire, di volta in volta, se le congetture e le previsioni hanno ricevuto conferma o no.



• Avevamo preannunciato che le attività chimiche nella biosfera sarebbero state, prima o poi, in parte ammesse e sdoganate con il pretesto di dover ricorrere ad interventi di geoingegneria per mitigare il cosiddetto “riscaldamento globale”. L’anticipazione ha ricevuto molti avalli.

• Avevamo preconizzato che il modus operandi dei geoingegneri sarebbe stato via via adattato alle nuove esigenze e condizioni, ad esempio, con il sempre più massiccio impiego di scie evanescenti, ancora oggi purtroppo scambiate da taluni per le rarissime scie di condensazione.

• Avevamo pronosticato che gli attacchi contro i ricercatori indipendenti sarebbero culminati in iniziative “legali” ed addirittura in intimidazioni. Il tutto si è adempiuto. Si legga questo articolo.

• Avevamo accennato alla possibilità che si introducessero e si diffondessero sempre più carburanti speciali per gestire le operazioni chimiche. E’ accaduto. Si legga qui.

• Avevamo intuito che sia Adam Kadmon sia Giulietto Chiesa, per menzionare solo due fra i numerosi gatekeepers, avrebbero cavalcato l’onda delle “scie chimiche” per poi convogliare tutte le ambigue informazioni nell’alveo della geoingegneria “per il nostro bene” e comunque finalizzata a contrastare i “cambiamenti climatici”, causati (sic) dalle emissioni di biossido di carbonio. L’intuizione era corretta, anche se ci ha attirato gli strali scoccati dagli acritici adepti di scaltri depistatori. I due hanno gettato la maschera.

• In “Tutti dentro!” avevamo evidenziato il coinvolgimento di enti, istituzioni, associazioni… nella disinformazione più bieca. Gli organigrammi di recente pubblicati, scaturiti da indagini meticolose, sono il naturale coronamento.

• Avevamo avvertito che le manipolazioni meteorologiche et similia avrebbero potuto provocare un indebolimento della Corrente del Golfo. I fatti ci hanno dato ragione.

• Avevamo lanciato l’allarme circa il rischio che, attraverso cartoni animati, pubblicità, libri scolastici etc. le nuove generazioni fossero gradatamente ma in modo irreversibile assuefatte all’orrore di cieli intonacati e sfregiati. Si legga qui.

• Avevamo previsto che la diffusione di veleni avrebbe portato ad un pauroso incremento di svariate patologie, in primis le malattie neurodegenerative.

• Avevamo compreso che il Movimento 5 stelle, nel suo complesso, non avrebbe abbracciato la causa né della lotta al signoraggio bancario né alla geoingegneria abusiva.

• Avevamo capito che i vari governi avrebbero inasprito la pressione fiscale ed esacerbato i vari problemi con le loro politiche finalizzate ad un declino voluto e programmato. La disgregata realtà socio-economica è sotto gli occhi di tutti.

• Avevamo attribuito il terremoto in Emilia alla sciagurata pratica del fracking, la firatturazione delle rocce attraverso il pompaggio, nello strato superficiale della litosfera, di composti chimici con l’obiettivo di estrarre gas naturale. Di recente la rivista “Science” ha avvalorato l’interpretazione.

Queste sono alcune ratifiche di quanto ventilato negli anni passati. Le smentite? Sinceramente non ci sembra di poterne rintracciare o almeno di poter individuare delle sconfessioni significative in grado anche solo di incrinare il quadro sin qui delineato. Certo, nemo propheta in patria, ma questo è un altro discorso…


Sponsorizza questo ed altri articoli su Facebook. Contribuisci ora!


UN AIUTO PER TANKER ENEMY - Il Comitato "Tanker enemy" dal 2006 è impegnato nella divulgazione e nella denuncia dello spinoso tema noto come "scie chimiche" o "geoingegneria clandestina", tramite la pubblicazione di articoli, video, documenti, traduzioni e per mezzo di varie iniziative (ad esempio, l'indagine sulle polveri sottili). Questo lavoro ha richiesto e richiede un impegno quotidiano con il conseguente dispendio di energie e risorse. In questi anni il blog "Tanker enemy" e quelli collegati hanno garantito, anche grazie al contributo di lettori e sostenitori, un'informazione indipendente e circostanziata a tal punto da suscitare la reazione del sistema. Questa reazione si è tradotta, oltre che in attacchi di ogni genere, nell'apertura di procedimenti "legali", volti all'oscuramento del blog e dei siti ad esso correlati. Sono procedimenti all'origine di notevoli difficoltà pratiche e di cospicui esborsi per avvocati e consulenti tecnici. Auspichiamo perciò un fattivo sostegno sotto forma di donazioni e di altri interventi (gratuito patrocinio, consulenze...) affinché il Comitato possa continuare ad agire nell'interesse della collettività. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che accoglieranno, per quanto nelle loro possibilità, il presente appello. Il Vostro contributo è assolutamente fondamentale al fine di permetterci di proseguire con il nostro operato. Qui la pagina Paypal per eseguire una donazione.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

36 commenti:

  1. bravi e complimenti!!
    io qui nel frattempo mi godo bello e cattivo tempo senza scie da parecchi giorni. che stanno meditando? perchè non sciano più? mi mancano.

    RispondiElimina
  2. 11 maggio 2014 - Queste sequenze mostrano un velivolo commerciale in sorvolo su Sanremo (IM), ad una quota di circa 2.000 metri. Ovviamente quelle al seguito non sono, in tutta evidenza, scie di condensazione, poiché non sussistono i parametri fisici per la loro formazione. Vogliamo però concentrare l'attenzione sulla scia proveniente dal jetfan dell'ala sinistra. Questa viene emessa in modo disomogeneo, palesando che siamo di fronte ad un sistema integrato di diffusione volontaria di aerosol che, in questo frangente, appare malfunzionante.

    Il guasto nel sistema di diffusione

    RispondiElimina
  3. Ciao Rosario,sicuramente ne avete già parlato,volevo chiedere,se gli additivi sono nel carburante e ripeto "se" come è possibile vedere scie tipo on - off?
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sinergy, per quanto mi consta gli additivi e/o carburanti speciali sono dislocati in serbatoi supplementari posti nel piano fusoliera al di sotto della cabina passeggeri.

      Elimina
    2. Possono essere usati quando e come si vuole.

      Elimina
    3. Diffusori tappati. Questo fenomeno può riscontrarsi solo in un sistema dotato di "nozzle" per aerosol.

      Elimina
    4. ma i serbatoi supplementari(esistono nel progetto originale intendo) sono montati di serie sui vari 737 o aribus o si tratta di modifiche al vano bagagli effettuate succesivamente?....

      Elimina
    5. Hanno adottato un sistema semplice, impiegando parte dello spazio originariamente occupato dal carico bagagli.

      Elimina
    6. Qui abbiamo un altro esempio eclatante: http://youtu.be/z3j7TJi_X98

      Elimina
    7. sarei curioso di avere una spiegazione da parte del cicap...

      Elimina
    8. Evitano. Loro mandano i trolls a rompere e basta.

      Elimina
    9. post fa, laurama citava il sito lescienze.it. questo sito è quanto di più infame si possa trovare in giro dai debunker di professione. e lo scrivono pure.
      estratto:
      Trieste, ore 20.45 presso la Sala conferenze libreria Caffè S.Marco ( via Battisti 18)
      la conferenza: “Le scie degli aerei: dagli effetti sul clima al complottismo”. Intervengono il Dr. Fulvio Stel, Fisico, docente di fisica ambientale presso l’Università di Trieste Dr. Marko Germani, ingegnere meccanico, debunker. Moderatore: Giuliano Bettella del CICAP F.V.G.

      fonte: http://www.lescienze.it/news/2014/05/19/news/la_bufala_servita_caccia_alla_disinformazione_scientifica-2149415/

      Elimina
    10. Fulvio Stel, docente a contratto di Fisica dell'atmosfera all'Università degli Studi di Trieste - Sottolineo a contratto

      attivista del cicap e sottolineo cicap!

      Pensavo di scrivergli qualcosa, ma vista la sua aderenza a questa associazione infiltrata dal governo e dai servizi, ho lasciato perdere.

      Elimina
    11. Chissà quanti interessi hanno da tutelare...

      Elimina
    12. Non capisco ron. Perché sottolineare " a contratto"? Fosse stato associato?

      Elimina
    13. http://it.wikipedia.org/wiki/Professore_a_contratto

      Corcorso? Parola sconosciuta per costoro

      Elimina
    14. Un 'professore a contratto' è un professore pro tempore e quindi, in sostanza, non è un vero professore.

      Elimina
    15. capisco e condivido adesso il senso dello stupore di ron. ma ritengo grave che siano debunker pagati COMUNQUE dallo stato, con o senza concorso. anche piero angela non ha fatto concorso, credo, alla rai, intanto ci siamo dovuti sorbire decine di anni di quark, superquark, ad insaputa del fatto che costoro sono pagati per negare la realtà (e non come loro dicono per smascherare tutto ciò che non è scientificamente dimostrato. altrimenti parlerebbero continuamente contro ogni tipo di religione, e invece se ne guarderebbero bene di urtare il potere cattolico, soprattutto per ossequio ai loro superiori, i gesuiti!).

      Elimina
  4. Risposte
    1. molto eloquente. significativa la coincidenza con la vittoria del principale fautore in italia che vorrebbe il TSO per chi le avvista.

      Elimina
  5. Scie chimiche: la guerra segreta (Nuovo trailer - work in progress)
    http://youtu.be/BL18rHHzYoU

    TANKER ENEMY PREANNUNCIA LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO DOCUMENTARIO PROFESSIONALE ITALIANO SUL TEMA DELLA GEOINGEGNERIA CLANDESTINA ALIAS "SCIE CHIMICHE".

    Tanker Enemy sta realizzando il primo documentario professionale dedicato alla geoingegneria clandestina, alias "scie chimiche". Tutti noi saremo i produttori di un documentario che non porrà solo domande, ma che snocciolerà, una ad una, prove inconfutabili sulla "guerra climatica". La produzione porrà di fronte alle loro responsabilità tutti coloro che, in questi anni, hanno negato, ridicolizzato, sminuito il problema, che non è un problema, ma IL PROBLEMA.

    Sìì parte integrante del progetto! Sìì l'artefice del cambiamento! Contribuisci anche tu.

    CHE COS'E' "SCIE CHIMICHE: LA GUERRA SEGRETA" ("CHEMTRAILS: THE SECRET WAR")

    E' il primo documentario professionale dedicato alla geoingegneria clandestina, alias "scie chimiche", realizzato da Tanker Enemy.

    Volete anche voi un prodotto che condensi le centinaia di prove e testimonianze e che affronti il soggetto senza mezzi termini? Allora aiutateci a realizzarlo.

    "Scie chimiche: la guerra segreta" sarà una summa volta ad analizzare le caratteristiche salienti della questione attraverso un approccio scientifico e rigoroso. Ci si prefigge così l'obiettivo di colmare una lacuna nella divulgazione del nostro paese: infatti, mentre negli Stati Uniti sono stati prodotti alcuni dossiers circa la geoingegneria illegale, anche se imperniati quasi esclusvamente sulle manipolazioni meteorologiche, che sono un aspetto collaterale del fenomeno, in Italia manca ancora un documentario ad hoc. Importantissima sarà la diffusione capillare del reportage con il fine di trasmettere il più possibile informazioni esaurienti ed inattaccabili.

    GRAZIE DI TUTTO!

    Antonio e Rosario Marcianò
    Comitato Nazionale Tanker Enemy

    www.tankerenemy.com

    RispondiElimina
  6. oggi, grazie a Dio, son tornati. scie, poche ma buone, e aerei strani, molto lenti (droni?), senza scie e senza rombi (ecologici!). mi ero preoccupato. adesso tutto ritorna normale.

    RispondiElimina
  7. secondo me stavano a festeggiare la vittoria di Renzi (mister 80 euro) grazie alla quale potranno rafforzare tutti i loro punti in agenda... del resto lui stesso dopo i risultati plebiscitari ottenuti ha dichiarato... che adesso non ci sono più scuse per le riforme... "avvisando" tutti i parlamentari... come a dire... chi continua a remare contro... si guardasse le cifre... e/o nel caso... almeno per ora... si prendesse un maalox

    RispondiElimina
  8. I politici, nella speranza di occupare indefinitamente le loro poltrone, si sono inventati alcune parole chiave che sciorinano in continuazione nei loro discorsi e che in pratica stanno a significare un bel nulla. Una i politicanti marxisti si riempivano la bocca con gli aggettivi 'democratico' e 'progressista'. Ora questi termini sono caduti un pò in disuso e sono subentrati i sostantivi 'cambiamento' e 'riforme'.

    Queste ultime due sono davvero parole magiche che, alla stregua dei termini 'crescita' e 'sviluppo' di montiana memoria, vengono tirate fuori ad ogni piè sospinto.
    Non sentiamo infatti intervista o giudizio breve cavato dalla bocca di un parlamentare appartenente alla cosiddetta sinistra che non riporti entrambi i termini.

    La cosiddetta destra preferisce ultimamente adoperare il termine 'moderati'. Chissà che cosa starà a significare. Forse una contrapposizione al termine 'esaltati'.

    Tutti termini massimamente destituiti di significato messi lì unicamente per continuare ad abbuffarsi e protrarre una agonia apparentemente senza fine e che fa venir voglia di mettere mano alla fondina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cambiamento e riforme sono le parole magiche della famosa lettera con cui la BCE ha commissiariato e minacciato l'italia 2 anni fa. in termini pratici significano svendita e smantellamento.

      Elimina
    2. esatto Paolo. moderati significa: opposizione finta, ovvero "comunque disponibile alla sottomissione al superiore potere della stirpe rotshild". d'altronde mi pare abbiano poi governato insieme gli ultimi anni. le larghe intese. ma qualcosa di grosso bolle in pentola. opus dei e cl nell'italietta, usa e russia, nato e bilderberg nel mondo, papa e israele, e chi più ne ha più ne metta, tanto noi nulla si puote se non guardare e denunciare il declino, felici e contenti, attrezzati e consapevoli, attenti e vigili, umili come agnelli, coraggiosi come lupi, feroci come tigri.

      Elimina
  9. CERCASI ANIMAZIONI 2D/3D PER IL DOCUMENTARIO di TANKER ENEMY "SCIE CHIMICHE: LA GUERRA SEGRETA

    Come molti di voi ormai già sanno, stiamo realizzando il primo documentario professionale in Italia che affronterà in modo scientifico il tema della geoingegneria clandestina alias "scie chimiche". In questo contesto necessitiamo di animazioni grafiche che rappresentino alcune situazioni riassunte nel documentario. Chiediamo quindi se, tra i nostri amici, vi sono esperti in animazioni 2D e/o 3D. In caso affermativo contattateci alla mail tanker.enemy [at] gmail.com. Grazie!

    P.S. Ricordo che la campagna di finanziamento del documentario è ancora aperta. Per maggiori informazioni si veda questo link: http://www.tanker-enemy.eu/scie-chimiche-la-guerra-segreta.htm

    RispondiElimina
  10. HAARP chiuderà i battenti nel mese di Giugno 2014. e non come è stato detto più volte che non era più attivo.

    "Il rappresentante della US Air Force David Walker, ha detto che il comando generale che gestisce l’impianto HAARP, non sta più supportando l’installazione, che continuerà a sviluppare altri modi per controllare la ionosfera di cui HAARP ne è stato maestro."

    "Gran Bretagna, Taiwan, Canada, Corea del Sud, Svezia e Norvegia vorrebbero approfittare delle straordinarie risorse di HAARP, quando appunto la stazione sarà chiusa nel mese di giugno 2014,"

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis