giovedì 30 dicembre 2010

Paradossi climatici artificiali: il rallentamento della Corrente del Golfo e le sue ripercussioni

I fragili equilibri della Terra sono stati sconvolti da decenni di manipolazioni. Tra le più recenti aberrazioni climatiche suscita particolare inquietudine il rischio che la Corrente del Golfo deceleri, per via del riscaldamento dell'atmosfera, in buona parte dovuto alle emissioni elettromagnetiche. Stando ad alcuni studi, la corrente calda che si forma ad est del Messico avrebbe già subìto una diminuzione della velocità: è un fenomeno foriero di ulteriori sconquassi meteorologici, suscettibili di influire sugli ecosistemi, sulle produzioni agricole, sullo stile di vita, sui consumi…

Per comprendere le ragioni e le possibili conseguenze di queste "discrasie", è necessario soffermarsi sul cosiddetto "meccanismo della pompa salina".

"Gli oceani del pianeta ricoprono circa il 70% della superficie della Terra. Il volume del mare è immenso e contiene molto calore. Parte di questo calore, per opera delle correnti marine, è trasferito dalle aree calde vicino all’Equatore ad aree più fredde a nord e a sud. Questo trasporto di calore è essenziale per le condizioni climatiche e meteorologiche nelle aree più fredde, poiché esse ricevono proprio dalle correnti marine la maggior parte del calore. Le condizioni climatiche e meteorologiche sono determinate generalmente dagli oceani. La Corrente del Golfo porta calore nel Nord Atlantico ed ha un impatto considerevole sul clima europeo. La salinità della Corrente del Golfo è una condizione fondamentale per consentire la formazione di acque profonde nel Mare del Nord e nel Mare della Groenlandia.

Le condizioni climatiche e meteorologiche in Europa dipendono molto dalla Corrente del Golfo che, dal mare al largo della Florida, porta calore al Nord Europa raggiungendo prima l’Islanda, poi le isole Far Oer e la Norvegia settentrionale. In queste parti dell’Oceano Atlantico l’atmosfera è riscaldata dalla Corrente del Golfo. L’aria calda soffia attraverso l’Europa con venti da ovest. Per questo motivo l’Europa ha inverni più miti.

Nel Mare del Nord e nel Mare della Groenlandia, l’acqua di superficie discende per diversi chilometri fino a raggiungere il fondo dell’oceano per poi dirigersi nuovamente verso sud. La discesa dell’acqua di superficie determina l’arrivo di nuova acqua di superficie da sud. Questa corrente da sud è la Corrente del Golfo.

La formazione di acque profonde nel Nord Atlantico è come una pompa gigantesca. Essa è responsabile della creazione di una corrente marina di profondità che agisce sotto correnti di superficie ben note e che interessa l’intero pianeta. Prima che le acque profonde del Nord Atlantico ritornino in superficie, riapparendo in luoghi diversi, anche nell’Oceano Pacifico, trascorrono molte centinaia (forse persino migliaia) di anni. Ma per quale motivo le masse d’acqua nel Nord Atlantico scendono in profondità? Che cosa determina il funzionamento ininterrotto della pompa? L’acqua scende in profondità in prossimità del fronte di ghiaccio polare e poi scorre nuovamente verso sud.

La discesa è accelerata quando l’acqua di superficie ghiaccia. Il sale nell’acqua di superficie si libera dal ghiaccio e si aggiunge all’acqua proprio sotto il ghiaccio che si è appena formato. L’aumento nella salinità dell’acqua porta anche un aumento di densità dell’acqua. Quindi è l’aumento di salinità il fenomeno che determina la discesa di acqua in profondità. La pompa salina attira acqua calda e salata da sud (la Corrente del Golfo) e spinge acqua fredda e salata di profondità verso sud.

Il Nord Atlantico si caratterizza per una bassa salinità quindi la Corrente del Golfo deve fornire sempre nuova acqua salata per far funzionare la pompa; ecco il perché del nome: pompa salina. Il funzionamento della pompa è determinato anche dal fatto che l’acqua ghiaccia e poi si scioglie nuovamente.

Affinché la pompa salina possa funzionare con efficacia è essenziale che la profondità del mare sia notevole. È quindi importante che la calotta glaciale si trovi nelle aree di fondale profondo del Nord Atlantico, ossia nel Mare di Groenlandia e nel Mare del Nord.

La temperatura media dell’atmosfera è in aumento costante ormai da molti anni. [...] Temperature più elevate nell’atmosfera sposteranno il fronte dei ghiacci polari verso nord e più vicino alla terraferma. Il fronte di ghiaccio, allontanandosi dai tratti di mare profondi tra la Groenlandia e la Norvegia ed entrando in acque più basse, può determinare una sostanziale riduzione della forza della pompa salina.

Se la pompa salina perde in potenza, diminuirà in proporzione anche la fornitura di acqua salata calda verso il Nord Atlantico per opera della Corrente del Golfo. La salinità dell’acqua diminuirà ed anche la potenza della pompa salina diminuirebbe ulteriormente.

Tale processo potrebbe determinare una glaciazione rapida e permanente delle acque a nord dell’Islanda e delle Isole Far Oer. A questo punto la pompa salina e la Corrente del Golfo non potrebbero più portare calore nelle acque a nord dell’Islanda. Le temperature in queste aree diminuirebbero fino a un livello più basso rispetto a quello attuale determinando, in nord Europa, un clima significativamente più freddo, forse vicino a quello dell’Era glaciale.

Alessandro ed Alessio De Angelis chiamano in causa anche l'incidente occorso nella piattaforma petrolifera "Deep water horizon": "L'acqua mista a petrolio è più leggera e può impedirne l'inabissamento, bloccando il meccanismo della pompa salina. Inoltre la marea nera potrebbe sporcare le superfici dei ghiacciai della Groenlandia e del pack artico, determinando un maggiore assorbimento dei raggi solari, in grado di accelerare il processo di scioglimento dei ghiacciai con un più consistente afflusso di acqua dolce, più leggera di quella salata. Ciò aumenterebbe il rischio del blocco della Corrente del Golfo. Circa 11.400 anni or sono avvenne l'ultima "piccola era glaciale", causata dall'immissione di enormi quantità di acqua dolce provenienti dal lago Agassiz nel Nord Atlantico che interruppe la Corrente sicché i ghiacciai si espansero in Europa fino alle Alpi ed in America fino al New England".

E' possibile che l'esplosione della piattaforma “Deep water horizon” non sia stata casuale: per sciogliere il greggio è stato impiegato un solvente estremamente tossico: il Corexit 9527.

Fonti:

A. ed A. De Angelis, Cambiamenti climatici ed era glaciale
Autore non indicato, La calotta glaciale artica ed i cambiamenti climatici





Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Chi è Wasp? CLICCA QUI


CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

115 commenti:

  1. Cicli rotatori degli elementi, come quello della pompa salina, con acqua salata che sprofonda nel mare del nord, facendo affluire per compensazione altra acqua salata, in superficie, dal Messico, si verificano anche tra mare e atmosfera, con formazione di nuvole, e tra terra e aria, ovvero tra sottosuolo e superficie terrestre. Così come ci sono rotazioni nella profondità degli oceani, ci sono rotazioni anche sotto terra: è sempre acqua che fluisce e va da qualche parte. Come l'acqua sotterranea scorre nelle fessure delle rocce, andando dai monti al mare, e si depura, è possibile che l'acqua che scorre orizzontalmente in profondità, rasentando il fondo degli oceani, si depuri e risalga in superficie purificata dagli inquinanti con cui l'abbiamo contaminata. La cosa richiede tempi lunghissimi. Inoltre, come l'acqua della corrente del golfo, proveniente dal Messico, incontra lo sbarramento dei ghiacciai, sprofonda inseguendo quella che ha perso salinità e, contemporaneamente, rilascia il calore che rende vivibile la Scandinavia e l'Inghilterra, così anche l'acqua che scorre sotto i nostri piedi verso il mare, a un certo punto può incontrare uno sbarramento di argilla, che la obbliga a risalire in superficie (per continuare il viaggio verso il mare), formando quelle che si chiamano risorgive. Esattamente ciò che capita dalle mie parti, nella bassa pianura friulana.
    L'articolo afferma che la corrente del golfo potrebbe non trovare più lo sbarramento dei ghiacciai, a causa del loro scioglimento, facendo venire meno l'influenza benefica del calore rilasciato da tempi immemori. E questo farebbe precipitare l'Europa continentale in un'altra era glaciale. La domanda cruciale è: possono gli sciagurati interventi umani alterare questi delicati meccanismi? Domanda corollario: sono attendibili i resoconti degli scienziati o ci troviamo di fronte all'ennesimo catastrofismo a cui gli scienziati stessi ci hanno ormai abituati?

    RispondiElimina
  2. Che i militari dispongano delle tecnologie per alterare e persino soggiogare i fenomeni dell'atmosfera è assodato (si vedano almeno le centinaia di brevetti in proposito e le manipolazioni cui assistiamo quotidianamente).

    Che coloro siano pure capaci di incidere sulle complesse ed intrecciate dinamiche dell'idrosfera è da vedere: forse si può pensare ad interventi che alterano delicati equilibri da cui si generano reazioni incontrollate.

    Il catastrofismo è anche tipico di molte pellicole: Hollywood è la macchina degli incubi.

    Ciao

    RispondiElimina
  3. Essendo di Thiene, in provincia di Vicenza, quel ragazzo morto in Afghanistan, sul Gazzettino ci sono diversi articoli che ne parlano. Qui ne metto solo uno:

    http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=132731&sez=MONDO

    La diatriba dei lettori, con una maggioranza patriottica e ben condizionata mentalmente, verte su interventismo o anti interventismo, in perfetto stile da 1914. Come se il XX secolo fosse passato senza lasciarci un insegnamento morale. Se penso alle manipolazioni militari ai danni dell'ambiente, non posso fare a meno di sospettare che, mentre noi ci scanniamo sulla nostra presenza in Afghanistan, i militari hanno campo libero a fare sul nostro pianeta il bello e il cattivo tempo. E mai espressione fu più azzeccata.

    RispondiElimina
  4. Più che di anno nuovo, bisognerebbe parlare di "annus novus", ossia terribile. Finiti gli assordanti spettacoli pirotecnici, ci si para innanzi il solito mondo farcito di guerre, terremoti (indotti), carestie, crisi, ingiustizie... Siamo ancora fortunati noi, nel nostro fragile benessere, perché ancora non abbiamo assaporato il vero dolore.

    La nostra "felicità" appare come un'usurpazione, come un conto che si dovrà pagare, sebbene non siamo stati noi. Come scrisse Arturo: "Se io fossi..."

    La storia, come sempre, non insegna alcunché e gli errori-orrori si ripetono.

    Ciao

    RispondiElimina
  5. segnalo questo articolo sulle varie "tecniche" di condizionamento mentale: tutte cose dette e ridette su questo blog, ma gli americani credo che ci arrivino ora:

    10 Modern Methods of Mind Control

    RispondiElimina
  6. copio ed incollo un commento che ho trovato in rete.
    questo commento è particolarmente lucido e riguarda gli aerosol segreti:


    "There’s no denying that the particulate matter left in the wake of whatever this was is exactly the same as the typical chemtrails we see in L.A. everyday. It’s Welsbach materials. Mixture of Barium, Aluminum and some other ingredients. It’s interesting in that it photo-ionizes and creates fluffy white clouds (toxic to humans and animals), which block out some of the sun’s rays, increasing the earth’s “Albedo” and mitigating global warming….at least that’s the idea. Of course it doesn’t do any of the things it’s supposed to do, and it causes massive health side affects in humans.

    The Stratospheric Aerosol Program is run by the contractors who make billions. It’s a perfect scam. Come up with some bad science that says you have to keep a certain amount of this particulate matter suspended in the air at all times, then bill the government for repeatedly spraying it….Everyone wins…the plane manufacturers, the petroleum business the pilots, and especially the contractors who’s planes are plowing the skies with this garbage. and don’t forget the scientist who review the results against the models, and make new models, and predictions, and schedules."

    RispondiElimina
  7. Sì, Arturo, l'articolo da te segnalato è una summa di quanto abbiamo via via pubblicato: di grande rilievo ed innovativo il paragrafo dedicato ai nanorobots.

    Ormai il cielo è adatto per il pesce al cartoccio.

    Ciao

    RispondiElimina
  8. Arturo scusa l'ignoranza cosa sono i materiali Welsbach?

    RispondiElimina
  9. Ggetto, è l'alluminio in particolato molto fine. E' così detto dal nome del suo inventore, lo "scienziato" pazzo Welsbach.

    RispondiElimina
  10. Fonte:
    http://www.altrainformazione.it/wp/...corporation/

    “Siamo tutti figli bastardi della RAND e nemmeno lo sappiamo”, sottolinea Abella, il quale riporta in che modo la RAND nacque come un’organizzazione finalizzata allo sviluppo di nuove armi per l’esercito ma che si è ultimamente estesa ai campi della politica, della scienza, della storia e dell’economia ed era strettamente alleata con i Ford, i Rockefeller e le fondazioni Carnegie.
    Negli anni ’50 la decisione della RAND di rimodellare il pianeta verso un nuovo ordine mondiale ha cambiato tutto, con lo sviluppo della "teoria della scelta razionale", che trasformò le persone da cittadini a consumatori, così come i diritti e le responsabilità furono sostituiti dalle scelte e le vite delle persone pian piano giunsero ad essere dominate non dall’integrità o da ciò per cui lottavano, ma dal modo nel quale spendevano il proprio denaro.
    L’obiettivo finale della RAND era quello di avere dei tecnocrati che gestissero ogni aspetto della società, nel perseguimento di un governo mondiale che sarebbe stato amministrato secondo “la regola della ragione”, un mondo spietato nel quale avrebbe regnato l’efficienza e gli uomini sarebbero stati ridotti a poco più che macchine. E’ questo il motivo per il quale la RAND ha studiato le scienze sociali: non riuscivano a capire in che modo trattare con la gente e a concepire come gli esseri umani non sempre agiscano per soddisfare i propri prevedibili interessi personali. Non c’è spazio per l’amore, l’empatia e l’altruismo nel nuovo ordine mondiale per il quale la RAND e la Fondazione Ford stanno lavorando, e il patriottismo e l’altruismo sono controproducenti ai loro scopi.
    Abella spiega in che modo la RAND sia stata determinante nello sviluppare la strategia dietro all’uso di armi nucleari, e di come promuovessero attivamente il bombardamento nucleare dell’intera Europa Orientale e della Cina in caso di problemi in Europa Occidentale, una politica che avrebbe facilmente potuto innescare un catastrofico olocausto nucleare. I ricercatori della RAND ritenevano che se fino a dieci milioni di americani fossero sopravvissuti ad una guerra nucleare, sarebbe stata una vittoria.
    Abella nota come la RAND vedesse le Nazioni Unite come modello per un unico governo mondiale ma che alla fine una nuova organizzazione controllata dagli Stati Uniti avrebbe sostituito l’ONU e sarebbe diventata de facto un governo mondiale, motivo per il quale ricercatori RAND come John Williams avevano auspicato attacchi nucleari preventivi contro l’Unione Sovietica, in modo da assicurarsi che gli Stati Uniti sarebbero stati l’unico paese a mantenere il potere supremo di imporre la propria volontà al resto del mondo.
    Parlando delle operazioni “false flag”, Abella osserva come la messa in scena dell’incidente del Golfo del Tonchino e la pianificata (ma non attuata n.d.T.) Operazione Northwoods fossero state entrambe proposte inizialmente nei documenti della RAND, sottolineando la totale immoralità dei giochi di guerra che la RAND propone, molti dei quali eticamente ripugnanti, in quanto promuovono con noncuranza il genocidio di intere popolazioni col minimo riguardo per le conseguenze. Abella spiega come la RAND sia effettivamente un governo ombra perché funziona come una porta girevole fra le due, e come la RAND sia la culla del complesso militare-industriale e il luogo di nascita dell’élite tecnocratica contro la quale stiamo ora combattendo.

    RispondiElimina
  11. Interessante l'articolo di Abella. La Rand Corporation era ed è evidentemente una importantissima - anche se non l'unica - 'think tank' impegnata nella creazione del Nuovo Ordine Mondiale.

    Trovo curioso il dato del suggerito bombardamento di Russia - o meglio dell' Unione Sovietica di un tempo - e Cina. A proposito mi viene in mente un dato molto curioso di cui nessuno più parla da almeno mezzo secolo e che si riferisce alla demenziale dottrina della 'eticità della Guerra Atomica teorizzata negli Anni Cinquanta da Pio XII. In pratica, secondo tale teoria, sarebbe stato moralmente non condannabile l'olocausto atomico di certi popoli onde sbarazzarsi una volta per tutte del pericolo comunista.

    Non sono forse queste le idee che ritroviamo nel piano criminale della Rand Corporation indi trasferite su di un piano etico e per giunta cattolico?

    Non dimentichiamo anche che Pio XII fu tra i ferventi promotori dell'Alleanza Atlantica, nella vieta illusione che ci si doveva assolutamente aggrappare al mostro plutocratico onde sfuggire al marxismo, non rendendosi il pover'uomo nemmeno lontanamente conto di aver a che fare con le opposte facce della stessa diabolica medaglia.

    RispondiElimina
  12. Se non hanno già canonizzato Pio XII, propongo di provvedere.

    RispondiElimina
  13. Non c’è spazio per l’amore, l’empatia e l’altruismo nel nuovo ordine mondiale per il quale la RAND e la Fondazione Ford stanno lavorando ...
    Nel Nuovo Mondo di Aldous Huxley l'azione si svolge nell'anno 632 dell'era di Ford; mi sono sempre domandato come gli fosse venuto in mente di scegliere quel cognome, ora mi è chiaro.

    RispondiElimina
  14. Noto ora che la somma di 632 dà 11... Una coincidenza?

    I Think tanks conoscono solo il dominio della tecnocrazia sull'uomo e sulla natura.

    Ciao

    RispondiElimina
  15. Mi associo a Mr. Jones.

    AUGURI VIVISSIMI A TUTTI NOI E UN AUGURIO SPECIALE LUMINOSO ED ENERGETICO AD ANTONIO E ROSARIO.

    RispondiElimina
  16. Segnalo questo post http://www.rumormillnews.com/cgi-bin/forum.cgi?read=191634 non tanto per le predizioni che non sono tali ma piuttosto per un paio di affermazioni che mi hanno particolarmente colpito

    Some people (0.5% - which is still a great many) will become eligible to use the Earth’s hidden portal system to travel almost instantly across the planet (by virtue of the frequencies they hold/integrate). Some actually will ...

    Qualcuno ha qualche notizia in più?

    People are already starting to metabolise sunlight directly into the energy they need – many are reporting decreased food intake. Current average level about 6% of food-energy needs. By the end of 2011 this will rise to just over 20% (This is why the 'stay-out-of-the-Sun meme. How can they have a famine if you don't need the food?)

    Sembra incredibile ma poco tempo fa avevo letto di questo santone che da 70 anni non mangia nè beve http://www.dailymail.co.uk/news/worldnews/article-1274779/The-man-says-eaten-drunk-70-years-Why-eminent-doctors-taking-seriously.html?ito=feeds-newsxml. Cosa c'è di vero? Qualcuno ha qualche informazione in più?

    A lot of those predicted major earth changes are being relieved by that constant rumbling from Mother Earth that has seismographs around the planet up against the upper stops for many days at a time (66%). This appears to be thousands of tiny slippages as the earth burns off all sorts of stresses.The illuminasti will undoubtedly be trying more usage of their earthquake weapons and weather warfare, which seems a more likely source of devastation that nature at the moment. (Nature 40% weather and earthquake-type weapons 60%)

    Qui non ho nessuna domanda se non l'amara constatazione che al di là delle percentuali 40%-60%, nessuno la fuori tra la gente comune se ne stia accorgendo di quello che sta succedendo. Per quanto riguarda la testimonianza riportata in qualche post fa sul perchè i carabinieri mantengano il massimo segreto sulle operazioni clandestine sopra le nostre teste (tipo la protezione da alieni o simili) e di fatto attuando un comportamento di criminale e anticostituzionale connivenza rimando il tutto all'intelligenza di ognuno di noi. Basterebbe pensare che le irrorazioni sono eseguite in particolare sopra le città. Se fossi un alieno atterrerei comodamente fuori città, prenderei un pullman e farei a quei geni con le stellette una grossa pernacchia con le mie 7 lingue!

    RispondiElimina
  17. http://www.clandestinoweb.com/sondaggi-da-tutto-il-mondo/154011-diluvio-universale-in-austria-22-citta-sommerse-export-a-ri.html

    RispondiElimina
  18. Tra l'altro, ford per ford, la Ford, big company automobilistica, per alcuni è nota per le sue posizioni a favore dello sfoltimento della popolazione.
    Dedico un pensiero di grande energia umana a Rosario e Antonio e tutti gli amici del blog.

    RispondiElimina
  19. Con una mia conoscente abbiamo fatto il conto delle nostre coetanee con tumori:sono tante.Qui sono almeno due mesi che siamo immersi nella nebbia in un territorio che era prevalentemente battuto dai venti, durante la stagione invernale.Per l'apparato respiratorio(per non parlare di tutto il resto) non voglio essere pessimista ,ma certo vi sono elementi che non fanno prevedere sviluppi tanto rosei.Non si è ancora diffusa l'influenza stagionale e già da parecchio tempo i ragazzini si sono presi dei virus che colpiscono le basse vie respiratorie e vengono faticosamente debellati.
    Ad ogni modo, un buon anno a tutti.

    RispondiElimina
  20. Francesca, la casistica dei tumori è in aumento e vengo a conoscenza di sempre più persone con bronchiti e forme pseudoinfluenzali persistenti da ricorrere a iniezioni di antibiotici e antistaminici. Ora, in fin dei conti, "tutto" viene definito "affezione da un virus influenzale" grazie all'opera dei mistificatori. Vorrei ricordare a tutti di provvedere sia ad un Mineralogramma del capello per verificare l'accumulo metalli nel nostro organismo, sia d'incoraggiare l'organismo a lavorare con la chelazione da questi elementi tossici, con integrazioni di coriandolo, spirulina e acido ascorbico.
    Ottimo il documento SOPRAVVIVERE, tradotto dall'amica Giulia, di cui potete leggere QUI

    RispondiElimina
  21. Auguri anche da parte mia a voi tutti,speriamo che le cose vadano meglio ma visti i presupposti non sono così ottimista.

    RispondiElimina
  22. Un saluto a tutti dalla Lombardia, terra di commovente umanità.

    RispondiElimina
  23. Un multiuso-abuso del Jetstream, per coprire o mescolare le realtà ..???

    http://cleantechnica.com/2010/12/31/nasa-takes-a-look-at-the-jet-stream-to-get-50-times-more-wind-power/


    Australia??? Chissà.Di annomalie ne abbiamo quest'anno.

    It was a year in which the impresario of all this weather mayhem - the high-speed, high-altitude chaotic winds known commonly as the "jet stream" - misbehaved dangerously.

    Read more: http://www.philly.com/inquirer/front_page/20101221_Balky_weather__Blame_it_on_the_jet_stream_s_erratic_year.html#ixzz19vgIS9AQ
    Watch sports videos you won't find anywhere else



    La RAND Corporation:

    Anticipava
    ...gli eventi dell’11 settembre...
    http://www.voltairenet.org/article17521.html


    Inside a Think Tank - RAND Corporation
    http://www.hereinreality.com/news/rand.html

    http://www.sourcewatch.org/index.php?ti ... orporation



    Saluti!

    RispondiElimina
  24. http://notiziefresche.info/misterioso-evento-in-arkansas-migliaia-di-merli-cadono-dal-cielo_post-64389/
    che cosa si sono inventati questa volta?

    RispondiElimina
  25. http://www.rsnews.it/fuorionda/?section=interna&id=12607

    RispondiElimina
  26. Grazie per le informazioni.Io e mio marito stiamo prendendo ascorbato di potassio e aloe.

    RispondiElimina
  27. Ciao cari,

    buon anno a tutti.
    Cosa avete fatto di bello per le feste?

    Ciao
    eSSSe

    RispondiElimina
  28. hey, ma avete tolto la moderazione dei commenti.

    Ottimo. Questo vuol dire che si puo' dialogare direttamente qui?
    Sarebbe una bella ed inaspettata sorpresa per questo 2011.

    Complimenti. Cosi' non c'e' bisogno di copiare i post sul mio blog. Basta esprimere le proprie opinioni qui.

    Ciao e buona serata-.
    eSSSe

    RispondiElimina
  29. Si chiude un 2010 orrible, cito questa singolare notizia:
    2010, un anno di devastanti catastrofi "naturali": 295mila morti


    Munich Re: danni per 130 miliardi di dollari
    Francoforte, 3 gen. (TMNews) - Le catastrofi naturali sono state particolarmente devastanti nel 2010 provocando 295.000 morti e 130 miliardi di dollari di danni, una cifra nettamente superiore alla media degli ultimi 30 anni: è questa la stima del riassicuratore tedesco Munich Re. Le catastrofi più gravi in termini di vittime sono state il terremoto di gennaio ad Haiti (222.570 morti), l'ondata di caldo e gli incendi dell'estate in Russia (56.000 morti) e il sisma di aprile in Cina (2.700 morti). Gli eventi più costosi sono stati il terremoto di febbraio in Cile (30 miliardi di dollari di danni e 520 morti) e il sisma di settembre in Nuova Zelanda (costi provvisori di 3,7 miliardi di dollari). Nei Paesi più sviluppati, l'Europa occidentale è stata colpita dalla tempesta Xynthia a febbraio (65 morti, 6,1 miliardi di dollari di danni) e gli Stati Uniti da alcuni tornado per un totale di 4,7 miliardi di dollari. Complessivamente, il numero uno mondiale della riassicurazioni ha contato 950 catastrofi naturali nel 2010, cifra ben superiore alla media degli ultimi 30 anni (615 catastrofi annuali). Catastrofi che hanno inoltre provocato molte più vittime dal 1980 - 295.000 morti contro i 66.000 in media - e costi dei danni nettamente più elevati: 130 miliardi di dollari contro una media di 95 miliardi. (con fonte Afp)


    Si parla di disastri naturali anche se a mio avviso di naturale c'è ben poco.

    RispondiElimina
  30. Ciao peyò, ciao eSSSe. E auguri di buon anno un po' meno paranoico a tutti quanti.

    ilpeyote che non è ilpeyote

    RispondiElimina
  31. Evento misterioso e inquietante. Che ne pensate?

    http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=133067&sez=MONDO#IDX

    RispondiElimina
  32. Non ci posso credere...
    E' stata tolta la censura??

    RispondiElimina
  33. Freeanimals, penso anche io che siano gravi queste anomalie in massa degli animali, nell'ordine di centinaia/migliaia (moria e disorientamento delle api, decimazione dei pipistrelli, spiaggiamento delle balene, caduta e moria di colombi e merli...).
    Penso anche che la verità non salterà fuori per mezzo di chi stila articoli sui quotidiani, impegnati a stendere versioni comode e digeribili per un "popolo ottuso" per conto dell'esperto di turno, come già accaduto in precedenti casi anomali, come quello della pioggia colorata di arancio in una regione italiana lo scorso anno, della quale vennero ufficialmente incolpate le deiezioni delle api. (In un altra occasione, alcuni anni addietro, sempre la pioggia causò un malore di massa da ricovero ospedaliero alla popolazione che vi si era esposta, nella zona della Liguria).
    Da notare come il caso venne risolto ed archiviato in quattro e quattr'otto, senza eccessivo spreco di tempo per indagini un po' più approfondite.

    RispondiElimina
  34. Nel vedere le devastazioni in Australia mi sto chiedendo...

    .... a freak diversion of the jet stream is paralysing the globe with freezing conditions...


    The freezing conditions that have blasted Britain are being blamed on a series of weather patterns that are bringing Arctic temperatures to much of western Europe, California and even Australia.
    One of the main factors is a change in the position of the jet stream - the fast-moving current of air that moves from west to east, high in the atmosphere.


    Questo e altro ( varie articoli)


    Crazy Weather: stalled ocean currents, jet stream diversions

    With the oil spill this last Summer, I can't help but wonder how that might have effected the Gulf Loop Current, which effects the North Atlantic Current, which could be impacting the jet streams.

    I'm no climatologist; but I'm guessing that these anomalies are not just odd variations, but could be part of a meltdown of normal cyclical patterns, marking a turning point toward catastrophic weather changes.  Whether part of a solar cycle or caused at least in part by man's pollutions and tinkering with the weather (everything from HAARP to Chemtrails to Oil Spills to Fracking......

    http://pesn.com/2010/12/22/9501742_Crazy_Weather_Stalled_Ocean_Currents_Jet_Stream_Diversions/

    Jet Stream in Crisis

    http://www.youtube.com/watch?v=2K8uM3oUo8Y

    un anno fa , giusto per ricordare - sempre l'Australia

    http://www.colinandrews.net/Cloud-Radar-Circle-Australia-2010-0116.html

    RispondiElimina
  35. Un caro saluto all'amico gigettosix e Buon Anno a tutituttiiii!!!

    RispondiElimina
  36. Al caro mike tanti auguri di pronta e definitiva guarigione dal morbo delle scie!

    RispondiElimina
  37. Auguri anche a Corrado (ne ha bisogno).
    Spero che la Gelmini ti trovi un posto adatto alle tue capacità...

    RispondiElimina
  38. Un addio a straker che se ne è andato in Lombardia.
    Speriamo che se lo tengano e non ce lo rimandino a Sanremo, appena lo conoscano un po' meglio.

    RispondiElimina
  39. APPROFITTO dell'occasione per segnalarvi un post sul mio blog inerente un dramma perpetrato quotidianamente sotto gli occhi di tutti noi.

    Il link è il seguente:

    http://verostraker.blogspot.com/2011/01/scie-chimiche.html

    VI PREGO DI DARE MASSIMA DIFFUSIONE!!

    Grazie

    RispondiElimina
  40. Oh my god...c'è bisogno di una disinfestazione !!
    Ci sono umani infetti che scrivono !!

    Oh my god !!

    RispondiElimina
  41. Sì, mr.jones, fatti uno sciampo con l'argento colloidale...

    RispondiElimina
  42. Ignorando le inutili zanzare, ringrazio sentitamente Rosario ed Antonio che con impegno continuo e passione sincera, contribuiscono alla diffusione di notizie di capitale importanza in questi tempi bui. Saluti anche a tutti gli altri amici di questo blog che hanno il dono della vista e dell'intelletto e buon anno.
    Ultimamente sto scrivendo di meno ma solo perché sto impiegando maggiormente facebook per diffondere notizie, foto e filmati riguardanti le scie chimiche.
    L'altra sera ho avuto amici a cena ed ho potuto notare come, seppur scherzando e prendendomi bonariamente in giro, tutti avevano seguito e letto i link che avevo pubblicato sul mio profilo.
    Quelli che prima ad un mio accenno al problema, prima non capivano o facevano finta di non capire, oggi mi seguono con attenzione e mi chiedono seriamente cosa ne penso, dando per scontato, avendo potuto anche constatare di persona, che il "FATTO" ESISTE e non si tratta di una "bufala"...
    ...mentire, ridicolizzare e deviare l'attenzione su problemi laterali, può funzionare per un pò e per pochi, ma non per TUTTI E PER SEMPRE...(citaz.)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  43. PS.
    per chi non l'avesse capito, il coltellino (svizzero) serve per affettare il mozzarellaro (svizzero) ed i suoi reggimoccolo.
    Essendo di Napoli noto immediatamente che il "prodotto caseario" del noto blogger può essere solo un misero "pezzotto" rispetto alla bufala nostrana ;-).
    saluti
    Guido Izzo

    RispondiElimina
  44. Hai visto che roba, Zret?! Il Gazzettino ha lasciato passare un commento, di tale Fenoldi, in cui si accenna alle scie chimiche. Non ci sto a capì più niente! Mi censurano per delle stupidaggini e, a volte, mi lasciano passare cose serie. Schizofrenia del censore o più censori con differenti opinioni, secondo te?
    Riporto, per chi se lo fosse perso, il link:

    http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=133067&sez=MONDO#IDX

    RispondiElimina
  45. @Wasp Perchè tu e i tuoi amichetti psicopatici non vi fate un bello shampoo al cianuro e ve lo bevete? Fareste un favore all'umanità.

    RispondiElimina
  46. Sole oscurato dall'eclisse, be' ma non solo.

    Per chi ha avuto occasione di osservare l'eclisse mattutina,ha avuto occasione di osservare in contemporanea l'insozzarsi dei cieli
    con scie in lungo e largo.

    Cielo invaso in Toscana.

    Come in alto così in basso.
    Nel caso del forum consiglio di ignorare ....

    L'eclisse è finita, ma il sole resta occultato.
    L'industria greenclean dei pannelli solari comincia ad avvertire un controsenso del solar radiation managment..

    The cons of not getting sunlight
    http://www.reporternews.com/news/2010/dec/10/the-cons-of-not-getting-sunlight/


    Proporrei di sostituire il termine Global Warming con Global Geo-Engineering. E tener presente questa correzione leggendo le varie notizie.
    http://www.wmicentral.com/news/latest_news/article_61c943d4-0edb-11e0-a597-001cc4c03286.html

    RispondiElimina
  47. Ben ritrovati a tutti.

    Di ritorno da un piccolo viaggio in Egitto, documento, ma non è una sorpresa, come il fenomeno chemtrails non sia lì sconosciuto.

    In effetti il cielo l'ho trovato generalmente più pulito, ma questa foto scattata a Luxor (piove 9 volte all'anno, per circa mezz'ora) ha uno sfondo che possiamo trovare anche qui in Italia.

    L'ultimo giorno, quello della partenza, è stato invece il peggiore: cielo totalmente chimico con annesse iridescenze (ma la macchina fotografica era già in valigia).

    RispondiElimina
  48. (ma la macchina fotografica era già in valigia)
    Effettivamente, solo un imbecille metterebbe la macchina fotografica in valigia.

    RispondiElimina
  49. fate finta che non ci siano. sono sempre i tre deficenti leccac**o dell'aeronautica. dato che sono dei buoni a nulla si sono inventati questo mestiere per mangiare qualcosa.

    peccato che in italia grazie a questo blog e non solo le operazioni di geoingegneria stiano andando molto a rilento. che peccato

    RispondiElimina
  50. Scie in Egitto...certo, le temperature lì sono talmente basse che la "condensa" si forma in continuazione...

    RispondiElimina
  51. Anche i cani

    http://notizie.virgilio.it/notizie/esteri/2011/01_gennaio/03/strage_di_cani_nella_tenuta_della_regina_mistero_in_inghilterra,27706409.html?pmk=rss

    RispondiElimina
  52. Scioglimento intenzionale delle calotte polari?

    http://conspiracyanalyst.blogspot.com/2011/01/intentional-melting-of-polar-icecaps.html

    @ Arturo
    per fortuna che le operazioni di geoingegneria stanno andando a rilento. Non oso pensare se fossimo nella tabella di marcia :-(

    RispondiElimina
  53. Inverni sempre più freddi: perché il pianeta si riscalda
    Gli esperti non hanno dubbi ...


    http://www.repubblica.it/ambiente/2010/12/24/news/inverni_freddi_riscaldamento-10563676/

    in sintesi fa più freddo perchè c è il riscaldamento globale.

    La cosa incredibile che anch'io lo dicevo alle aziende per prenderle un po' in giro. Invece la realtà supera l'immaginazione. Che deficienti 'sti esperti e giornalisti!

    Consiglio di leggersi questa bella fiaba http://www.andersenstories.com/it/andersen_fiabe/i_vestiti_nuovi_dell_imperatore

    RispondiElimina
  54. Avete visto l'eclissi di Sole oggi? Da me il cielo era limpidissimo e si sono messi ad irrorare solo davanti al Sole finché si è formato un arcobaleno al contrario.

    Sempre più sfacciati...

    RispondiElimina
  55. @ginger: anche io ho pensato la stessa cosa sui cani appena ho sentito che sono morti per una epidemia "sconosciuta"... povere bestie. :(

    RispondiElimina
  56. Onestamente non saprei dire se le operazioni di aerosol vadano in questi giorni a rilento.
    Non intendo controbattere l'affermazione di Arturo ma mi sembra che il cielo presenti il solito aspetto chimico se non iperchimico.

    Il noto disastro ambientale voluto e provocato dai soliti assassini.

    RispondiElimina
  57. METEO
    L’atmosfera è la massa gassosa che avvolge la Terra e la segue nei suoi movimenti di rotazione e di rivoluzione. Essa è vincolata al pianeta dalla forza di gravità cui sono soggette anche le particelle gassose, che altrimenti tenderebbero a disperdersi nello spazio siderale. Di conseguenza, l’atmosfera ha densità decrescente dal livello del suolo fino ai limiti dell’attrazione terrestre. A causa della forza centrifuga generata dalla rotazione terrestre e delle differenze di temperatura - indotte dal diverso irraggiamento solare - , l’atmosfera subisce un continuo rimescolamento che porta le particelle d’aria a spostarsi sia orizzontalmente che verticalmente. I fenomeni meteorologici che si manifestano nell’atmosfera sono generati da questi moti dell’aria e dal fatto che quest’ultima contiene sempre una certa quantità di vapore acqueo, proveniente dalle superfici degli oceani e dai cicli vitali degli esseri viventi. Il vapore acqueo, pur essendo più leggero dell’aria, si trova solo negli strati più bassi dell’atmosfera poiché salendo condensa, per poi ricadere sulla superficie del pianeta sotto forma di acqua allo stato liquido o solido. In questa sezione verranno analizzati brevemente la composizione e la struttura dell’atmosfera e le grandezze fisiche che la caratterizzano: pressione, temperatura e umidità. La conoscenza di questi elementi e la corretta comprensione delle loro interazioni sono essenziali per capire come si manifestano e si evolvono i diversi fenomeni meteorologici che interessano il volo.LA STRUTTURA DELL’ATMOSFERA
    L’aria è un miscuglio di diversi gas: tra essi l’azoto ( 78%) e l’ossigeno (21%) sono preponderanti. Come già detto, l’aria contiene inoltre una certa quantità di vapore acqueo, che va da percentuali trascurabili fino al 5% in volume. Al crescere della quantità di vapore presente nell’aria, le percentuali degli altri gas diminuiscono proporzionalmente (questo fatto assume particolare rilevanza nelle prestazioni dei motori, la cui capacità di erogare potenza è funzione della quantità di ossigeno disponibile per la combustione). L’atmosfera può essere divisa in diversi livelli verticali determinati dal verificarsi di determinati fenomeni o variazioni di grandezze fisiche. In base a quanto stabilito dall’Organizzazione Meteorologica Mondiale o WMO (World Meteorological Organization), con cui l’ICAO opera in stretta collaborazione, l’atmosfera si estende verticalmente dalla superficie terrestre fino a circa 100 km.

    RispondiElimina
  58. Lo strato più basso, a contatto con la superficie terrestre, si chiama troposfera, e si estende per un’altezza variabile da circa 8.000 metri sulla verticale dei poli, fino a 20.000 metri sulla verticale dell’equatore. Caratteristica della troposfera è la diminuzione di temperatura che si verifica in modo più o meno uniforme dalla superficie terrestre fino alle quote sopra citate. La troposfera è una massa d’aria di forma ovale che circonda la Terra, contenuta da una sottile superficie chiamata tropopausa, lungo la quale la temperatura dell’aria cessa di diminuire dopo aver raggiunto il valore medio di -56,5°C, e si mantiene pressoché costante per buona parte dello strato superiore chiamato stratosfera.
    L’altezza della tropopausa varia in funzione del calore posseduto dall’aria sottostante. Per questa ragione è maggiore d’estate che non d’inverno, ed è maggiore all’equatore che non ai poli. La maggiore altezza della tropopausa all’equatore è dovuta anche alla forza centrifuga generata dalla rotazione terrestre. Il comportamento dell’atmosfera negli strati che si trovano oltre la stratosfera non interessa i piloti, dato che i fenomeni meteorologici e i voli con gli aeromobili hanno luogo nella troposfera, e interessano solo marginalmente la porzione inferiore della stratosfera.LE NUBI
    Le nubi e le nebbie sono masse di piccolissime goccioline d’acqua (o di aghetti di ghiaccio se la temperatura è sotto lo zero termico), che si formano per condensazione o per sublimazione del vapore acqueo presente nell’aria. La condensazione dà alternativamente luogo a nebbie o a nubi a seconda che il fenomeno si manifesti al livello del suolo oppure a una certa quota al di sopra di esso. Ogni gocciolina si forma intorno a un nucleo solido, detto nucleo di condensazione, che può essere un granello di polvere, di carbone proveniente da una combustione o un piccolo cristallo di sale sulla superficie del mare, ma che deve comunque essere presente, altrimenti la condensazione non può aver luogo. Se una massa d’aria povera di nuclei diventa satura senza che in essa possa aver luogo la condensazione, si dice che è sovrasatura.
    Al contrario, se i nuclei di condensazione sono molto numerosi il valore minimo dell’umidità relativa necessaria perché abbia luogo la condensazione può scendere anche al 75%. Le goccioline e i cristallini che formano le nubi hanno dimensioni piccolissime, dell’ordine del centesimo, o al più del decimo di millimetro, e perciò riescono a “galleggiare” nell’aria, a essere respinti verso l’alto dalle correnti ascendenti oppure a rievaporare o sublimare scendendo a temperature maggiori. Essi cadono al suolo sotto forma di precipitazioni quando, per aggregazione, raggiungono dimensioni e peso che non permettono più il loro sostentamento.
    Le nuvole vengono sostenute nell’atmosfera dai movimenti verticali dell’aria, si trasformano continuamente e si presentano in una lunga serie di forme e dimensioni.
    Le quattro principali sono i Cirri, i Cumuli, gli Strati, e i Nembi, così come sono stati classificati dal naturalista britannico Luke Howard e ufficializzati nella conferenza meteorologica internazionale di Monaco di Baviera nel 1891.

    RispondiElimina
  59. LE NUBI E LA NUVOLOSITA’
    Le nubi si formano quando una massa d’aria sale e si raffredda fino a raggiungere la temperatura di rugiada in condizioni adatte alla condensazione. Le cause principali che possono indurre il sollevamento di una massa d’aria sono:
    - il suo riscaldamento disuguale, come nel caso dei moti convettivi;
    - il suo incontro con rilievi del terreno, come nel caso dello Stau e dell’onda stazionaria;
    - il suo incontro con un’altra massa d’aria di temperatura diversa, come nel caso dei fronti.L’UMIDITA’
    L’atmosfera terrestre è in continuo rimescolamento a causa delle diverse temperature a cui si trova l’aria che la compone. Però, oltre alle correnti verticali e ai venti, nessun altro fenomeno avrebbe luogo nell’atmosfera se essa non contenesse sempre, in quantità più o meno elevate, il vapore acqueo, cioè acqua nel suo stato aeriforme.
    Come tutti gli elementi chimici e i loro composti, anche l’acqua si può trovare allo stato solido, liquido, e aeriforme. Causa dei cambiamenti di stato sono le variazioni della pressione e della temperatura: tutti sappiamo, per esempio, che alla pressione atmosferica esistente al livello del mare, l’acqua solidifica a 0°C e bolle a 100°C, mentre questi valori della temperatura variano al variare della pressione. I cambiamenti di stato sono la fusione (da solido a liquido), l’evaporazione (da liquido ad aeriforme), la condensazione (da aeriforme a liquido), la solidificazione (da liquido a solido), e la sublimazione (da solido ad aeriforme e viceversa). Durante ogni cambiamento di stato si verifica sempre anche uno scambio di calore, detto calore latente, fra l’elemento che cambia stato e l’ambiente circostante. Ciò che interessa particolarmente ai fini meteorologici è che, durante il passaggio da liquido a vapore, l’acqua assorbe dall’ambiente circostante una grande quantità di calore, il calore latente di vaporizzazione, pari a 589 chilocalorie per ogni chilogrammo d’acqua evaporato alla temperatura di 15°C. Questa energia calorifica immagazzinata dal vapore durante il cambiamento di stato, viene totalmente restituita all’ambiente durante il processo inverso, cioè durante la condensazione. Il vapore passa nell’atmosfera dalle superfici degli oceani e degli specchi d’acqua in generale, nonché dalla vegetazione e dagli altri esseri viventi sulla Terra. L’energia necessaria all’evaporazione viene naturalmente fornita dal Sole. Prima di proseguire, riteniamo necessario un chiarimento: il vapore d’acqua è un gas perfettamente trasparente alla luce, e quindi non si vede. Non si commetta pertanto l’errore, assai diffuso, di affermare che le nubi, o ciò che si vede uscire da una pentola in ebollizione, o da una vaporiera, siano vapore: si tratta invece di minutissime goccioline d’acqua già allo stato liquido e perciò visibili. L’umidità si misura mediante gli igrometri, che possono essere psicrometrici, o psicrometri, a capelli e a condensazione.

    L’umidità può essere espressa in tre diversi modi: umidità assoluta, umidità specifica, e umidità relativa.

    RispondiElimina
  60. La prima consiste nell’immettere nuovo vapore nell’aria, e in tal caso si aumenta il rapporto:

    vapore contenuto
    Ur = —————————————–
    vapore massimo contenibile

    facendo crescere il valore al numeratore.

    La seconda consiste nel raffreddare la massa d’aria lasciando invariata la quantità di vapore esistente; in tal caso, siccome la quantità massima di vapore contenibile varia in modo direttamente proporzionale alla temperatura dell’aria, si fa raggiungere il valore 1 al rapporto, facendone diminuire il denominatore. Col seguente esempio numerico pensiamo di poter chiarire definitivamente il fenomeno. Un metro cubo d’aria alla temperatura di 20°C, contenendo 10 grammi di vapore, ha un’umidità relativa del 50%. Lo stesso metro cubo d’aria contenente gli stessi 10 grammi di vapore, se portato alla temperatura di 10°C diventa saturo, cioè la sua umidità relativa diventa del 100%, e la temperatura di 10°C costituisce la temperatura di rugiada (valori approssimati).
    L’umidità relativa è chiamata anche stato igrometrico dell’aria, poiché ne rappresenta il grado di saturazione.
    Quanto minore è l’umidità relativa, tanto più l’aria è secca, e quindi suscettibile di favorire l’evaporazione e ricevere altro vapore; viceversa, quanto maggiore è l’umidità relativa, tanto più l’aria è umida, e quindi tanto minore è la sua capacità di favorire l’evaporazione e di ricevere altro vapore.

    RispondiElimina
  61. http://www.youtube.com/watch?v=RXxQk6-46ek&feature=player_embedded

    RispondiElimina
  62. Fonte di illuminazione di WASP - da segnalare il link mancante

    http://www.md80.it/approfondimenti-2/la-cospirazione-delle-scie-chimiche/scie-chimiche-meteo/

    RispondiElimina
  63. Cari disinformatori, andate a farvi una bella pausa. La massa critica della vostra specie è già superata.

    il 2011 sarà duro per voi.

    Intanto un saluto a tutti gli amici di Tankerenemy, a Rosario e a Antonio.

    RispondiElimina
  64. Egregio wasp, la prego di smetterla di inviare materiale scientifico e documenti su questo blog, in quanto tali tematiche risultano assolutamente incomprensibili ai lettori.
    Tale pratica inoltre, viola la prima regola del manuale del complottista, in quanto potrebbe pericolosamente stimolare il ragionamento, rendendo inefficave la lobotomizzazione effettuata.

    RispondiElimina
  65. Non so se qualcuno ha avuto esperienze simili, ma negli ultimi 3-4 mesi mi sarà capitato altrettante volte di svegliarmi tra le cinque e le sei del mattino a causa di fitte improvvise di mal di testa (come se fossero "ondate").
    La cosa per me è alquanto strana perché non soffro praticamente mai di mal di testa e le rare volte che mi colpisce lo fa in modo leggero, tale da non impedirmi di svolgere le normali attività quotidiane (e comunque solo di sera, sparendo con il sonno).
    Non so se imputare la cosa ad emissioni di qualche tipo connesse al fenomeno scie, ma di certo la cosa è strana, così come il cielo che ho visto in una di queste occasioni:
    la luna appariva come velata.

    RispondiElimina
  66. Wasp...che uomo di cultura !!!

    Sciampo non esiste..si scrive shampoo !

    scia...mpo !!

    Se vediamo il cielo avvelenato,due sono le cose :

    O siamo sotto esperimenti (Wasp compreso) o è cambiata la fisica della terra in pochi anni !

    Mentre la terra ha milioni di anni ,il che lascia pensare !

    d'altro canto neanche Wasp potra'mai saperlo,o fa finta,come credo che sia !

    Wasp forse non hai capito che NOI VOGLIAMO SAPERE CHE COSA CONTENGONO I CARBURANTI DEI MILITARI.
    Facciamo,per la prova definitiva,atterrare un aereo "sospetto" e andiamo insieme a controllarlo !

    Pensi caro Wasp si possa fare ?

    RispondiElimina
  67. Mr.Jones, hai perso un'occasione per non mostrare la tua presuntuosa ignoranza:
    Contrariamente all'opinione di molti che credono nella immutabilità delle lingue...le lingue cambiano rapidamente.
    La parola "sciampo" è accettata dal De Mauro ed è inserita nel Gabrielli insieme alla voce "sciampista"!
    Quanto all'origine della parola, non è inglese ma indiana! entrata nel lessico inglese e diffusa nel mondo con la trascrizione inglese "shampoo".
    Fonti:
    Dizionario gabrielli della lingua Italiana
    De Mauro dizionario della lingua Italiana


    STUDIATE, CAPRONI!!!

    RispondiElimina
  68. @ arancino meccanico:

    Come dice puntozero

    il 2011 sarà duro per voi

    auguri... ahahahahah

    RispondiElimina
  69. Grazie Wasp verremo da te a chiedere lumi !

    Pero vorrei che rispondessi alla proposta !
    Andiamo insieme dai militari a chedere se possiamo controllare PERSONALMENTE che carburante viene usato dagli aerei che NOI riteniamo sospetti ?..sai era una domanda che stavo per fare ad un generale dell aeronautica in conferenza..ma non mi hanno permesso di farla..peccato ! sara per la prossima !


    Pensi che li troveremo disponibili i mlitari ?( AMICI DELLA PACE)....

    ASPETTATI UNA VITA DURA ANCHE TU,ANCHE SE NEL TUO C.C. NON MANCANO DI CERTO I DINDI !!

    RispondiElimina
  70. @ arancino.

    Comprendo il dramma dei tuoi risvegli notturni.
    Potrebbero essere causati da un'alterazione dei raggi UVB quando attraversano le nubi solforose causate dalle scie.

    Un mio allievo ha manifestato gli stessi tuoi sintomi fino a qualche settimana fa.
    Ieri ho saputo che è stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti.

    RispondiElimina
  71. I disinformatori, che fedelmente non si smentiscono, cerchino sul dizionario, se sono capaci di un'operazione così complicata, il significato di un paio di parole che si addicono particolarmente loro in questo momento.
    I termini sono VIGLIACCO e FALSARIO.
    In cima alla lista metto ZRET...(utente http://www.blogger.com/profile/04996174216310371812) che chiaramente non è il nostro Zret, autore di questo blog insieme al fratello Straker, momentaneamente assenti.
    Non ho altro da dire, ma questo lo dovevo.

    Sguazzare nel fango è tutto ciò che sapete fare.

    RispondiElimina
  72. Un sonoro calcio virtuale sul deretano tanto trionfalmente ostentato dal tizio che si spaccia per zret

    RispondiElimina
  73. @francesca: ci associamo, amplificandolo con una punta alla Cassano!

    @arancino meccanico:
    potrebbe essere dovuto alla presenza di Awacs. Cerca di rimanere sveglio per scrutare il cielo. In quel caso sapresti se ti trovi in una rotta di volo fissa a bassa quota. Cerca di sperimentarti con un pò di sale se possibile quello "cristallino" dell'Himalaya.

    RispondiElimina
  74. @Francesca
    Io non sono Zret, bensì ZRET... (basta leggere!) e
    non mi spaccio per nessuno; vuoi forse dire che tutte le altre Francesca sono persone che si spacciano per te?!

    @Arancino
    segui il consiglio di puntozero.
    Rimani sveglio la notte, possibilmente fuori al balcone e senza vestiti per non interferire con i campi elettromagnetici di haarp.
    Scruta il cielo alla ricerca di sorvoli a bassa quota; se hai bisogno, organizza una colletta per un telemetro che ti aiuti nella ricerca.

    RispondiElimina
  75. @puntozero

    Per capire chi fossi ho dato un'occhiata al tuo blog.
    Sono stato costretto a fermarmi dopo qualche minuto per i crampi da risata quando mi sono imbattuto nel post sulle scie chimiche nel tema di windows messenger...

    Scusami ma devo lasciarti poichè attualmente sono impegnato nello studio di un fossile di nanomungo trovato in un fossile di scia chimica del Giurassico

    RispondiElimina
  76. Mio Dio,quanti nostalgici ricordi di scuola (elementare).Emozionante ed arguta la sottolineatura di ZRET maiuscolo e non minuscolo ed il fatto che non tutte le Francesche possano essere la sottoscritta(lo ritengo assolutamente improbabile).

    RispondiElimina
  77. Francesca ha detto:
    "...nostalgici ricordi di scuola (elementare)"

    Perchè voui dire che hai già teminato le elementari??!

    Scusami, ti avevo valutato solo per i contenuti dei tuoi interventi travisando, evidentemente, l'età!!

    RispondiElimina
  78. E di nuovo col giochetto dialettico.Peccato che non fate che ripetere la stessa battuta:chi legge questo blog non ha superato le elementari.
    Che noia,non se ne può più!
    Come comici fate piangere.Mi fa ridere di più la mia fruttivendola che probabilmente le elementari non le ha fatte.

    RispondiElimina
  79. ginger ha detto...
    I disinformatori, che fedelmente non si smentiscono, cerchino sul dizionario, se sono capaci di un'operazione così complicata, il significato di un paio di parole che si addicono particolarmente loro in questo momento.
    I termini sono VIGLIACCO e FALSARIO.


    Fatto, caro Ginger.

    VIGLIACCO: chi manca di coraggio, evitando ogni occasione di pericolo e subendo passivamente sopraffazioni e prepotenze.

    FALSARIO: chi, per trarre un illecito vantaggio, altera documenti, firme, banconote, quadri e sim., o ne fabbrica di falsi.

    In pratica il falsario è chi falsifica le fatture di articoli acquistati per trarre un illecito vantaggio economico, oppure chi falsifica informazioni per creare blog su temi inesistenti.
    Vigliacco è invece chi si lascia lobotomizarre dal falsario, subendone passivamente le cavolate che spara.

    Voui forse dirci qualcosa di più preciso con questa allusione?!

    RispondiElimina
  80. @ ginger:
    Sguazzare nel fango è tutto ciò che sapete fare.
    Finalmente ti sei reso conto che questo blog è solo fango?
    Era ora!

    RispondiElimina
  81. Sono in Lombardia per seguire mio padre colpito da un un Glioblastma IV. L'aver tolto la moderazione ha evidenziato come elementi della risma di Wasp (Nigrelli), ilpeyote (Galli) e compagni di merende, siano figuri squallidi tanto quanto un cancro. Essi dimostrano la bassezza di chi ci avvelena e di coloro che li coprono con prestazioni a cottimo. Complimenti: siete caduti nella traappola.

    La festa è finita ed il 2011 sarà per voi l'annus horribilis.

    RispondiElimina
  82. Riccardo Cassinis, mi domando come sia possibile che l'università di Pavia, della quale fai parte come docente di nanotecnologie disperse, non ti abbia ancora espulso con un calcio nel culo. Forse sono sono tuoi complici ed anzi finanziatori? Peso di sì.

    RispondiElimina
  83. Esatto non potrebbe essere diversamente per questa banda di rifiuti intestinali.

    RispondiElimina
  84. Progetto NAWAPA and Biospheric Engineering November 17th, 2010 4:30 PM Basement, Infrastructure.
    A questo indirizzo trovi il download ufficiali: http://www.larouchepac.com/node/16500

    Le traduzioni del video su YT:
    Il Progetto NAWAPA e l'Ingegneria Biosferica (Parte 1) http://www.youtube.com/watch?v=YzCRsRx_KBQ
    Il Progetto NAWAPA e l'Ingegneria Biosferica (Parte 2) http://www.youtube.com/watch?v=JyhriOOd1to

    Progetto NAWAPA data 1964.

    RispondiElimina
  85. ZRET ha scitto:

    “Un mio allievo ha manifestato gli stessi tuoi sintomi fino a qualche settimana fa.
    Ieri ho saputo che è stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti.”

    Cosa non si fa per “arrotondare”...vero TOSSICO?

    Wasp ha scitto:

    “Finalmente ti sei reso conto che questo blog è solo fango?
    Era ora!”

    Sappiamo che sei abituato ad un marrone con tonalita’ diverse...le tue narici...sono ancora...LIBERE?

    RispondiElimina
  86. Qui un post sulla possibile causa della moria di merli e pesci in Arkansas: gas fosgene

    http://translate.google.it/translate?js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&layout=2&eotf=1&sl=en&tl=it&u=http%3A%2F%2Fwww.rumormillnews.com%2Fcgi-bin%2Fforum.cgi%3Fread%3D192001

    Errore di smaltimento o test per utilizzi più "efficaci"?

    Straker dato che sei qui in Lombardia, per ogni cosa (anche la più banale) è un piacere poterti aiutare. Coraggio!

    RispondiElimina
  87. @ arancino meccanico
    "Non so se qualcuno ha avuto esperienze simili, ma negli ultimi 3-4 mesi mi sarà capitato altrettante volte di svegliarmi tra le cinque e le sei del mattino a causa di fitte improvvise di mal di testa (come se fossero "ondate"). "

    Forse non c'entra ma mi sei venuto in mente quando ho visto questa notizia:

    http://www.rumormillnews.com/cgi-bin/forum.cgi?read=191554

    http://www.rumormillnews.com/cgi-bin/forum.cgi?read=191619

    Il sospetto che attraverso le scie chimiche diffondano anche qualcos'altro è molto forte. Questa esplosione di "H1N1" (che non può essere neppure diagnosticata!!!) con morti improvvise invece sembra avere altri sintomi rispetto a quelli dell'anno scorso. Maledetti, mascalzoni :-((

    RispondiElimina
  88. Un caro saluto a tutti gli utenti del blog ai quali auguro un ottimo 2011 all'insegna della crescita personale ma soprattutto spirituale.

    Che in questo nuovo anno sempre piú persone acquisiscano una consapevolezza tale da poter comprendere che se ci troviamo in una condizione di celata ma oppressiva schiavitú dipende solo da noi stessi, dalle nostre azioni e i nostri pensieri.

    Mi scuso per la prolungata assenza ma sappiate che vi seguo sempre.

    Un abbraccio a Straker, Zret e Corrado.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  89. Norovirus ...

    http://www.cbs12.com/articles/martin-4730368-county-stomach.html#ixzz1A8M4a0v9

    RispondiElimina
  90. Ecco la prima eclissi solare del nuovo anno: http://www.ansa.it/web/notizie/photogallery/fotodelgiorno/2011/01/04/visualizza_new.html_1644059215.html

    L'ANSA ci tiene a presentarcela in quel modo. Così come ci tengono i vari WASP, Riccardo, ilpeyote e compagnia bella a graziarci con la loro presenza in ogni angolo del Web nel quale compaia un solo accenno al tema scie chimiche.

    RispondiElimina
  91. Un'altra ipotesi sulla moria di uccelli e pesci in Arkansas: questa volta è il quarzo (che si trova in quantità abbondanti proprio in Arkansas). Come risultante dei recenti terremoti nella zona e dello spostamento della crosta si sarebbe prodotta una maggior pressione su questo minerale e a sua volta (per un fenomeno detto piezoelettrico) provocando delle scariche elettriche che colpiscono gli uccelli. http://www.rumormillnews.com/cgi-bin/forum.cgi?read=192003

    Quelli in volo vengono storditi e cadono, mentre quelli sugli alberi probabilmente sarebbero sopravvissuti.

    Mah, sembra ragionevole, ma i pesci?

    RispondiElimina
  92. @wasp e cricca, siete il SUPERFLUO tra l'inutile...

    RispondiElimina
  93. Si è visto subito lo stile inconfondibile di quelle persone,auguri ipocriti e dileggio gratuito e continuo,cercatevi un lavoro più serio ormai l'età l'avete raggiunta da un pezzo.

    RispondiElimina
  94. Finalmente è tornata la moderazione così non dobbiamo più leggere certe stronzate.

    RispondiElimina
  95. Ma vedi un po' questi sciacalli, peggio dei peggiori parassiti e delle iene squartatrici di cadaveri ed approfittatrici di situazioni...
    Auguri a tutti i componenti del blog (ovviamente escludo i viscidi disinformatori dei quali non c'e' bisogno nemmeno di fare perche' sono sempre gli stessi) ed in particolar modo a Straker e Zret per il particolare momento che stanno attraversando nella loro vita. Forza Ragazzi!

    RispondiElimina
  96. Poligono di Quirra Sardegna:
    effetti sporadici e contenuti sulla popolazione locale: solo il 65% dei pastori negli ultimi 10 anni colpito da tumore ...

    http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/salto-quirra-tumori-poligono-pastori-702479/
    http://lanuovasardegna.gelocal.it/dettaglio/quirra-il-flagello-dei-tumori/3103084

    E tu, pedina, non hai ancora una posizione sul nucleare?

    RispondiElimina
  97. Ciao a tutti.

    Prima di tutto vorrei dirvi di non rispondere alle demenze di certa gente. Conservate la vostra energia mentale per cose più importanti.

    Seconda cosa, voglio darvi un aggiornamento sulla misteriosa moria di uccelli negli USA. Il mistero si è allargato anche in un altro stato e addirittura anche in Svezia!!

    Inizialmente avevo pensato ad HAARP ma poi, visto che anche i pesci della stessa zona dello stato degli USA incominciavano a morire, questa idea è rientrata in "garage".
    Ma visto che ora, anche la Svezia è "colpita", sto per ritornarci su.
    E non solo io ho pensato ad HAARP, se cliccate su questo link del Corriere della Sera ( Moria di uccelli, il giallo si estende a Louisiana e Svezia ), la giornalista, riferendosi alle voci che girano lì negli USA, parla di HAARP!
    Sì, avete sentito bene. E ne parla in maniera naturale, come se fosse un "dispositivo" come tanti.

    Luca

    RispondiElimina
  98. Rieccomi di nuovo per segnalarvi, sempre in riferimento alla moria di uccelli negli USA, un interessante articolo di prisonplanet tratto da ComeDonChisciotte:

    LA MORIA DI UCCELLI E PESCI È COLLEGATA A ESPERIMENTI CONDOTTI DAL GOVERNO ?

    RispondiElimina
  99. E' sempre utile ricordare in che mani siamo,alla faccia della demo(s)crazia.
    http://byebyeunclesam.wordpress.com/2010/12/31/una-forma-di-pressione-territoriale/

    RispondiElimina
  100. Straker, Zret, ma i miei due commenti di questo pomeriggio dove sono andati a finire?
    Se non ve li trovate, li riposto. Fatemi sapere.

    RispondiElimina
  101. L'allarmismo sull'influenza A sta nuovamente dilagando in questi giorni, accidenti.
    Stando alla diagnosi del medico, durante lo scorso autunno devo aver contratto quella da lui definita testualmente Sindrome da virus A (fortissimi dolori ai muscoli degli gambe, ai reni e al collo, febbre improvvisa a 39° nel giro di mezz'ora e forte debolezza il giorno successivo, senso di pressione ai polmoni e nella zona toracica, mancanza di appetito).
    In modo molto onesto ha detto:
    "E' quella che tutti si aspettavano lo scorso anno. Le linee guida prescrivono alcuni giorni di riposo e antinfiammatori. Se sorgono altri problemi, anche se non credo, torni da me".
    Ho seguito la sua prescrizione di riposo (niente antinfiammatori, che non tollero). In tutto è durata quattro giorni.
    I sintomi, bruschi e aggressivi nella comparsa, scompaiono in maniera quasi altrettanto rapida.
    E' logico che questi malesseri possano risultare più invalidanti per le fasce deboli (piccoli, anziani o adulti debilitati), per le eventuali complicazioni, come qualunque affezione che colpisce l'apparato respiratorio.
    Ma allora diciamola tutta: quello che ci fanno respirare giornalmente a causa dell'avvelenamento dell'aria con gli aerosol tossici non è d'aiuto per superare meglio un'influenza nè tantomeno per preservare il sistema immunitario ed evitare di prendersele, queste infezioni mandate dal cielo e non per mano del Creatore. E fosse solo questo!
    Quello attuato è terrorismo mediatico. Il coltello dalla parte del manico, per la propaganda, è nelle loro mani.
    A noi resta l'autodifesa dell'informazione.
    Ciao

    RispondiElimina
  102. Ovviamente i vaccini non fanno che peggiorare la situazione: non abbiamo davvero bisogno di introdurre altri veleni nel sangue, casomai dobbiamo liberarcene.

    RispondiElimina
  103. Ciao a tutti passo solo per segnalare l'ennesima giornata di follia. Oggi pomeriggio in un solo colpo d'occhio sono riuscito a contare fino a 5 aerei in contemporanea di cui uno più a bassa quota con quattro scie al seguito.
    Non mi stupisce affatto se tra i "regali" che ci sganciano dall' alto possano esserci anche virus o batteri diretti alla popolazione. Questa è guerra a tutti gli effetti non ci sono altri aggettivi per definirla.
    Ringrazio questo blog unico barlume di luce in un mondo che sta sprofondando verso il buio. Saluti a tutti!

    RispondiElimina
  104. @ gigettosix

    The 33 believe they're "saving" the human race by depopulating the chaff. They believe they're doing the "responsible thing."

    http://www.forbiddenknowledgetv.com/videos/socio-economics/the-rulers-of-the-world.html

    RispondiElimina
  105. OT (ma non troppo)
    Volevo comprare un forno a micronde, ma sono sempre stata dubbiosa, se non contraria, nei confronti di questa tecnologia.

    Cercavo un po' di ricette in rete, e ho trovato una discussione tra chi asserisce che fa malissimo e chi invece ne parla un gran bene.

    Più di un utente ha consigliato l' "ottima" recensionsione al riguardo di tale Comoretto....

    http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=5953&page=2&s=3332943f99e0217245255152406db978

    Costui è una nostra vecchia conoscenza (articolo Gianni Comoretto baggianate in libertà, relativo alle condizioni di formazione delle scie)

    Il nostro certamente tanto ignorante in fatto di micronde (e magari di Haarp) non deve essere, ma nel dubbio, visto che è un affiliato CICAP, il micronde penso proprio che continuerò a non possederlo.

    RispondiElimina
  106. Ho appena visto il servizio relativo al camion che non si e’ fermato ai posti di blocco a Catania, crivellato successivamente di colpi alle gomme e alla cabina col guidatore colpito al torace...hanno imparato proprio bene dai colleghi uSATANA...

    RispondiElimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis