martedì 20 maggio 2014

L'intervista abortita


Il controllo del C.I.C.A.P. sull'informazione appare sempre più insidioso e capillare. I tentacoli del Comitato pseudo-scientifico si protendono in mille direzioni cosicché, come una piovra gigante, esso stritola le ultime voci libere o almeno desiderose di esserlo. Il modus operandi è collaudato: emissari del Comitato si occupano di "convincere" i giornalisti ancora recalcitranti e poco disposti ad assecondare i Diktat dei negazionisti. Così accade che vecchie e nuove leve del giornalismo, vuoi perché subornate da lusinghe, vuoi perché è conveniente salire sul carro dei vincitori, decidono di cambiare casacca. E' il caso di una giornalista in erba, fresca di tesserino dell'albo. Costei ha pensato bene di voltare pagina e, dopo un inizio cristallino, ha operato un cambiamento di campo per seguire le ferree istruzioni di alcuni depistatori della pagina Facebook, "Le scie chimiche sono una cazzata". Così ha inviato una serie di domande, spacciate per sue, ma scritte (male!) da protagonisti della disinformazione. Sono quesiti evidentemente provocatori, tendenziosi e capziosi cui abbiamo risposto per le rime e con asserzioni incontrovertibili. La redattrice ha avuto, però, un ripensamento e non ha più pubblicato l'intervista per cui aveva insistito sino quasi a diventare petulante. Chissà perché...

M.G. - Lei è anche Presidente del Comitato Tanker enemy, una dedizione nata da una sua personale passione per cui esclude che vi sia scopo di lucro verso le sue battaglie? Ultimamente attraverso la sua pagina Facebook, però, leggiamo delle richieste di aiuto economico accorato che lei fa a chi la sostiene. Ci spiega il perché?

R.M. - Si potrebbe girare la domanda al C.I.C.A.P. Il Comitato non dovrebbe occuparsi di fenomeni cosidddetti "paranormali"? Perché il C.I.C.A.P. chiede il 5x1000? Il C.I.C.A.P. non si finanzia con la vendita di una rivista pseudo-scientifica e tutta una serie di altre pubblicazioni?



M.G. - Questa sua attività di ricerca le ha portato molti problemi con i ‘debunker’ o quelli che lei definisce ‘negazionisti/disinformatori’. A suo parere sono pagati per ‘depistare’ la sua linea? Chi li pagherebbe?

R.M. - Potremmo definirli mercenari. Questo sono, visto che sono soggetti ben organizzati e gestiti da uno Stato molto generoso, quando si tratta di finanziare i depistatori ed avaro con pensionati ed indigenti. Ovviamente ciò è confermato dal fatto stesso che questi possono commettere reati senza essere perseguiti. In ogni caso, il termine "negazionisti" è quanto mai appropriato, perché essi negano le evidenze e le verità più palmari. Anche l’epiteto “disinformatori” si addice a chi propala sciocchezze e bugie.

M.G. - Pochi giorni fa ha fatto un esposto sulla geoingegneria. Visto che ha avuto spesso modo di lamentarsi della magistratura, questo vuol dire che ne ritrova fiducia?

R.M. - Non ho fiducia nella Massoneria e quindi nemmeno nella Magistratura affiliata alla Massoneria, ma nel mucchio, magari, si trova un magistrato onesto come il Giudice Paolo Ferraro che, essendo integerrimo, è stato estromesso dalla magistratura. Inoltre la presentazione di denunce e di esposti vuole essere un pungolo per chi dovrebbe adempiere il proprio dovere. Noi, in quanto cittadini, denunciamo i delitti di cui veniamo a conoscenza; è compito altrui procedere nei confronti dei responsabili.

M.G. - Gli scettici e gli operatori di settore l'hanno contattata per effettuare insieme un'analisi in quota ma lei ha rifiutato, perché? Potrebbe suggerire un protocollo di analisi, sempre da effettuare insieme, che lei riterrebbe probante e al quale accetterebbe di partecipare?

R.M. - I cosiddetti “esperti del settore” hanno proposto di salire in quota, a bordo di un aereo, dotati di provetta per il prelievo di campioni d’aria. Mi spiega come sia possibile raccogliere l’aria con una provetta? Ridicoli e patetici i negazionisti, come sempre.

M.G. - Pochi giorni fa ha creato un organigramma in cui evidenzia gli enti che sono collusi in questo processo di disinformazione: annovera l’aeronautica militare, l’I.N.G.V., il C.I.C.A.P. e tanti altri. Ci spiega anche che tipo di legame unisce questi enti?

R.M. - Per collegare i puntini basta togliere le fette di prosciutto dagli occhi.

M.G. - Le scie chimiche sono un avvelenamento mondiale a quanto pare. Secondo lei a che pro i ‘potenti del mondo’ pagherebbero queste colossali operazioni?

R.M. - Se le chiedessi a che scopo vengono spacciati gli inceneritori per termovalorizzatori, lei che cosa risponderebbe? Le guerre non costano, non richiedono giganteschi investimenti? Eppure "per le guerre i denari si trovano sempre", ci insegna l'ottimo Manzoni.

M.G. - Se la geo ingegneria (sic) clandestina (come rivela anche il termine) deve agire all’oscuro di tutti, a suo parere com’è possibile che i documenti rilevanti siano stati messi in circolo sul web (sic)?

R.M. - La geoingegneria ufficiale e cioè orientata al solar radiation management non può essere confusa con la cosiddetta geoingegneria clandestina, il cui principale obiettivo strategico coincide con la creazione di strati di atmosfera con caratteristiche simili a quelle della ionosfera. Ciò implica l’uso degli stessi metalli che la geoingegneria ufficiale impiegherebbe per lo scopo “ufficiale” di proteggerci dal Sole. Per questo motivo quei documenti sono praticamente fumo negli occhi!



M.G. - Passiamo all’aspetto pratico: ha spesso dichiarato che sopra la sua citta' passano, con cadenza quasi quotidiana, aerei che lasciano le scie cosiddette chimiche a quota di 2 o 3 mila metri; avete mai pensato, con il suo Comitato, di fare qualche giro su un aereo da turismo, che raggiunge tranquillamente i 5000 metri di quota, armato di telecamera per filmare dall'alto le scie che starebbero a quel punto sotto di lei?

R.M. - A che scopo? Se osservo un aereo volare al di sotto di una nube bassa, perché dovrei osservarlo dall’alto? Che motivo ci sarebbe?

M.G. - Prendiamo come esempio il caso della sua regione. Secondo il suo parere quanti sono gli aerei coinvolti nell’operazione? Di quante sostanze (grammi, chili, tonnellate) parliamo per irrorarla?

R.M. - Ha idea di quanti aerei commerciali sorvolano l’intero globo ogni giorno? Ecco. Faccia il conto al posto mio. Se vuole, le presto una calcolatrice.

M.G. - Ha spesso dichiarato che tra le sostanze irrorate c'e' anche il batterio escherichia coli; questi batteri aviodispersi non dovrebbero morire a causa degli shock termici?

R.M. - La contaminazione da questi batteri è certificata da eventi di cui la cronaca si è occupata in questi ultimi anni. Non sta a noi spiegare come questi stiano contaminando terreni e piante solo da qualche lustro a questa parte. Comunque Vincent Freeman del Carnicom institute dà conto delle ricerche approfondite che saranno a breve intraprese a proposito di batteri reperiti nei filamenti (le fibre estratte dalla pelle delle persone affette dal Morgellons ed i filamenti dispersi in atmosfera, n.d.r.): sembrano essere forme di vita anomale, probabilmente frutto di bioingegneria. Non sa poi che alcune specie di batteri sono estremofile, ossia in grado di sopravvivere in condizioni ed ambienti repulsivi che sarebbero letali per altri organismi?

M.G. - Nel suo blog dichiara che le irrorazioni di metalli servono a rendere elettroconduttiva l’atmosfera. Com’è possibile che questo non influisca sulle linee di alta tensione che sono isolate soltanto dall’aria?

R.M. - Lo scopo principale delle attività di aerosol clandestine è quello di abbattere l’umidità atmosferica, impedendo la formazione di fronti imbriferi. Questo perché le idrometeore disturbano i segnali in banda Ka, come indicato in questo articolo.

M.G. - Lei si batte ogni giorno contro questo che, a suo parere, è un alter ego dell’ecomafia. Ha mai pensato, invece, di rivolgere le sue energie anche contro forme d’inquinamento come quella dell’interramento dei rifiuti tossico nocivi e lottare contro la camorra, una triste realtà italiana?

R.M. - In questi anni ci siamo occupati anche spesso di questi argomenti. Sui nostri portali troverà riferimenti anche ad innovativi sistemi per lo smaltimento dei rifiuti, opportunamente occultati da un sistema politico-affaristico-delinquenziale (la differenza fra Stato e criminalità organizzata è molto sfumata) più propenso a costruire inceneritori oppure a speculare sulle discariche. Un esempio a questo link. Infine il blog Tanker enemy è dedicato alla geoingegneria illegale ed a temi connessi. Di che cosa ci dovremmo occupare? Di origami?


Sponsorizza questo ed altri articoli su Facebook. Contribuisci ora!


La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

60 commenti:

  1. I riscaldatori ionosferici - con ricadute sulla temperatura degli oceani - sempre in attività. In arrivo 'El Nino' episodio secondo. Non c' pace fra gli ulivi. I criminali non dormono neanche la notte pur di combinare guai e spesso disastri.

    http://science.nasa.gov/science-news/science-at-nasa/2014/19may_elnino/

    RispondiElimina
  2. All'imbrunire una quantità smisurata di scie persistenti in tutto il suo orrore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si preparano per la notte, così domani il cielo sarà sgombro.

      Elimina
  3. Come queste? Viaggiano appaiati se non addirittura in tre.

    voli in formazione di tre alla volta quando si dice cooperare insieme ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco il modus operandi xche' e' lo stesso che osserviamo qui nei cieli di Londra. Massimizzano l'uso dei voli, affiancandoli, per essere certi che la creazione della copertura sara' fulminea. E infatti, in concomitanza con un attacco chimico massiccio sui cieli inglesi, ancora piu' tremendo xche' c'e' meno vento x via della stagione, qui in casa entriamo e usciamo da attacchi di mal di testa martellanti. L'ultimo mi e' durato 5 giorni, e facevo fatica anche a tenere gli occhi aperti. Come corollario alla cefalea, nausea insopportabile. L'unico che sta bene e' mio marito, x ragioni di lavoro lontano dal Regno Unito.

      Elimina
    2. Ciao Avalon,
      a proposito dell'Inghilterra:
      Geoengineering is Real: British Academic Reveals Size and Scope of Operation

      Guardati il primo video, dura più di un'ora, ma merita per l'informazione che viene divulgata.

      L'autore dice:
      "Questa era la mia prima presentazione che ho fatto a marzo 2013. Successivamente , la mia università ha minacciato di intraprendere un'azione legale contro di me se non mi fossi tolto da Internet . Così ho fatto . Fortunatamente, il clip è stato ripubblicato da altri individui e organizzazioni , questo , naturalmente, è fuori dal mio controllo , da qui il titolo di questo è stato opportunamente modificato con: 'Quello che i piloti devono imparare sulla Geo-ingegneria e le scie chimiche , presentazione di David Lim , UK marzo 2013 '".

      Ciao

      Elimina
    3. Caro Wlady,
      sono sempre ammirata dalla vastita' delle fonti che riesci a mettere in campo. Dunque dall'universita' di Reading proviene sia un ricercatore onesto come Lim che il paladino del "microcippiamoci" Warwick. Curioso.
      Molto interessanti anche I commenti all'articolo. Grazie x la segnalazione. Un abbraccio.

      Elimina
    4. Grazie a Te carissima Avalon.
      sei la nostra inviata in quel d'albione.

      Come dice il filmato, le università sono come un alveare dove si formano gruppi di studio che poi vengono spostati in laboratori, dove gli uni non sanno cosa fanno gli altri; è stato così anche per il progetto Manhattan e, sappiamo come è andata a finire.

      Un abbraccio.

      Elimina
  4. Il padre di Piero Angela: http://it.wikipedia.org/wiki/Carlo_Angela

    L'impegno in Massoneria (Carlo Angela)

    Venne iniziato in Massoneria nel 1905, e raggiunse il 33º grado del Rito Scozzese Antico ed Accettato. Dopo la fine della Seconda guerra mondiale divenne Maestro Venerabile della Loggia Propaganda all'Oriente di Torino (di cui fu poi Maestro Venerabile Onorario fino alla morte) e Presidente del Collegio dei Maestri Venerabili della stessa città. L'8 giugno 1949, cinque giorni dopo la sua morte, si svolse il rito massonico funebre presso il tempio della Loggia Propaganda.

    RispondiElimina
  5. Siamo alla parodia. E non ditemi che non avevo ragione.

    MINACCE DI MORTE ALLA FAMIGLIA DI GIANNI LANNES: ANNULLATO L'EVENTO DEL 2 GIUGNO
    Gianni LannesaSu La Testa! - 16 minuti fa
    ATTENZIONE! IN SERATA E' STATA RECAPITATA UNA MINACCIA DI MORTE ANONIMA ALLA FAMIGLIA DI GIANNI LANNES. PERTANTO L'EVENTO DEL 2 GIUGNO “VERSO L’ITALIA LIBERA” *DA BOMBE ATOMICHE, SCIE CHIMICHE E DITTATURE!* VIENE ANNULLATO! AL CONTEMPO E' STATA SEGNALATA UNA SGRADITA INTROMISSIONE DI FORZA NUOVA IN QUESTA INIZIATIVA. IN OGNI CASO GIANNI LANNES NON HA NULLA DA SPARTIRE CON NEONAZISTI E RAZZISTI! VERGOGNATEVI, VERGOGNATEVI, VERGOGNATEVI: PERSEGUITARE UN UOMO AL SERVIZIO DEL BENE COMUNE!

    RispondiElimina
  6. Ma questo scrivano, Lannes o non Lannes, a che gioco gioca? a guardia e ladri?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai ragazzi, magari è vero, non cadiamo nella stesso giochetto delle insinuazioni e dei velati schignazzi in cui forse involontariamente (?) è caduto Lannes (lo dico perchè mi pare di leggere un dietrofront globale nei suoi ultimi. boh.).
      con la vita e la famiglia non si scherza. non sapremo mai se è vero, perciò non alimentiamo il fuoco.

      piuttosto, ho scritto un commento nel thread precedente in cui montanari insulta lannes e marcianò. se rosario ritiene opportuno lo può traslare qui? o se preferisci lo faccio io.

      Elimina
    2. Non ho mai visto una sola pezza a sostegno delle sue dichiarazioni di attentati subiti e, giunti a questo punto, dopo questa rapida sequela di buffonate, non ho più dubbi che dietro quel blog ci siamo altri. E se c'è Lannes, ormai è partito per la tangente.

      Elimina
    3. sicuramente tu hai più esperienza in merito. io mi affaccio da poco ai vs blog e sono molto ingenuo e sprovveduto. se è vero che il governo avrebbe dato la scorta della polizia di stato per anni a chi si è inventato le cose, allora non ci capisco più niente. ma, come hai detto tu di recente, adesso che ha capito e ha fatto un passo indietro, cui prodest codeste digressioni (di certo non c'è nulla, e mi pare indelicato infierire anche in quel 0.1% di caso in cui le minacce fossero vere)?

      Elimina
    4. Assisto agli eventi e non mi convincono. Fatto è che la scorta gliel'hanno tolta da un pezzo.

      Elimina
    5. è vero. e ti capisco. anche a me pare tutta una goffa scenggiata. ma di certo c'è solo quel video in cui montanari vi dà dei ciarlatani perchè parlate di bario e nanotecnologie nelle scie. nel dubbio, ripeto, nel dubbio, ora che anche Lannes ha preso le distanze da costui, perchè non isolare subito i veri nemici anzichè farsi la guerra tra presumibili futuri amici? soprattutto perchè le minacce, se vere, sono una brutta cosa.

      Elimina
  7. Ormai siamo alla retorica platonesca contro il dialogo di Socrate, tutto potrebbe essere, anche se il tratto della scrittura gli appartiene, se veramente è partito per la tangente, chi scrive sul blog vuole farsi accettare per originale e, la minaccia paventata potrebbe essere un intimidazione anche per altri, il gioco è molto sottile per infiltrare nella mente delle persone la paura, è un deterrente che chi segue le vicende in questi ultimi anni conosce molto bene.

    Il dividi e impera si adatta molto bene a questa vicenda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono dinamiche molto sottili che solo voi esperti potete decifrare. ma c'è sempre il dubbio, spaventoso per uno come me, e tanti come me, in cerca di poche certezze, di dividersi tra consenzienti e fare il gioco loro.

      Elimina
  8. ... e dopo aver visto Grillo a "porta a porta", mi aspetto che a breve anche Lannes vada nel salotto buono di rai1...

    ad ogni modo io a Roma ci sono già stato per altre questioni, non penso proprio di tornarci per il 2 giugno.

    intanto... oggi alzando su la testa al cielo... nel pomeriggio ho visto sterminati voli a mo di reticolato chimico nei cieli... davvero uno spettacolo agghiacciante... e sarà un caso ma stasera agli allenamenti mi mancava il respiro... ora va meglio... buonanotte

    RispondiElimina
  9. consiglio la visione:
    http://attivo.tv/player/documentari/attenzione-guardate-questo-video-e-ascoltate-attentamente-fatelo-girare-dappertutto.html

    RispondiElimina
  10. Sindrome aerotossica ... again

    http://www.news.com.au/travel/travel-updates/us-airways-grounded-on-italy-to-philadelphia-route-again/story-e6frfq80-1226924903651

    La notizia è stata riportata anche voxnews
    http://voxnews.info/2014/05/21/usa-volo-da-venezia-deviato-a-dublino-per-malati-a-bordo/

    RispondiElimina
  11. https://www.youtube.com/watch?v=C1bJFQaKSRw

    questo filmato l'ho trovato lincato in un post su luogocomune
    che mostra una diatriba con una scienziata negazionista.
    Il problema è che questo militare in congedo alla fine da una definizione della scie di condensa (normali) che si poi si allargano in bande nuvolose (dal minuto 9:34).
    In pratica sta dicendo che le scie di condensa diventano nuvole....!!!

    Ce lo mando io o ce lo mandate voi?

    Conoscete già il personaggio? Lo avete già 'sbugiardato'?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardando le altre 3 parti del filmato il Maresciallo mi sembra apposto. Quell'esordio con le bande nuvolose mi aveva insospettito :)

      Domani mi guarderò gli altri interventi, della conferenza.


      Elimina
  12. Su San Marino hanno sversato tutt' oggi e tutta stanotte. Oggi il cielo è bianco lucente, le temperature si sono alzate moustrosamente

    RispondiElimina
  13. Oggi su Ancona (e non solo la sardegna è stata intossicata per benino) il finimondo.

    RispondiElimina
  14. nessuna news su Lannes? il mio intervento non è stato pubblicato. me ne dolgo, ma magari, se ha ricevuto quelle minacce, sicuramente avrà avuto altro da fare. peccato perchè per dissociarsi, definitivamente ed in modo molto più efficace, da Montanari che nega il Bario nelle scie, basterebbe solo dare un'occhiata qui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah. occasione persa. dissociarsi da uno scienziato solo perchè ha pubblicato per la nato non gli fa onore visti i precedenti di Lannes con agnelli e debenedetti. peccato. occasione persa. ma confido e son sicuro che si rifarà in altra occasione. altrimenti i dubbi avanzano. e non fanno bene alla causa.

      Elimina
  15. Non avevamo dubbi!
    http://chemtrailsplanet.net/2014/05/21/sinking-global-warming-propaganda-reveales-titanic-failure-of-credibility/

    RispondiElimina
  16. ATTENZIONE!! FATTO DI INAUDITA GRAVITA' E ALLARME!! IL BLOG SULATESTA DI GIANNI LANNES E' STATO RIMOSSO!!!

    RispondiElimina
  17. ho provato pure io a collegarmi ora e in effetti non vi è traccia

    RispondiElimina
  18. Risposte
    1. Mail inviata a tanti, ma non a noi, che non ci saremmo cascati.

      Buongiorno a tutte/i!

      Poco fa ignoti hanno disattivato il mio blog SU LA TESTA! e l'accoint della posta elettronica. Danneggiato anche l'hard disk di un computer. L'iniziativa del 2 giugno a Roma, a seguito delle minacce di morte alla mia famiglia sempre per mano di ignoti, è stato annullato.Grazie per l'attenzione!

      Gianni Lannes

      Elimina
    2. Ovviamente non esiste che ti danneggino l'hard disk da remoto e che tu riesca bellamente, in pochi minuti, ad avvertire i tuoi contatti del fattaccio.

      Elimina
    3. Scusa Rosario, che io sappia ci sono trojan in grado di danneggiare l'HD e le mail le ha potute inviare da altro pc o da smarthphone.

      Elimina
    4. Ma dimmi tu chi può avere paura di una manifestazione alla quale parteciperanno, se va bene, venti persone?

      Elimina
    5. Tra l'altro sta già girando un documento Word che pubblicizza il suo nuovo libro.

      Elimina
    6. Secondo Lannes, che anche nell'incontro di Pescara aveva fatto nomi e cognomi dei responsabili del 'disastro italiano', si tratterebbe di una strana coincidenza, visto che proprio a fine mese è in programma l’uscita del suo ultimo libro, in cui racconta i segreti e i danni inferti al nostro paese dal nucleare militare. In Italia: usa e getta, Lannes racconta di come “lo Stivale sia stato trasformato, all’insaputa del popolo sovrano, in un gigantesco deposito di ordigni nucleari in violazione della Costituzione repubblicana e del Trattato di non proliferazione nucleare”. Proprio le rivelazioni contenute nel suo libro, insieme alle inchieste portate avanti negli ultimi mesi, sarebbero alla base dell’ennesimo atto di violenza nei confronti suoi e della sua famiglia.
      http://www.viverepescara.it/index.php?page=articolo&articolo_id=473405

      delle due l'una. o lannes ha organizzato una messinscena per pubblicizzare il suo libro o a causa del suo libro ha ricevuto le minacce.

      finchè non abbiamo elementi per giudicare, continuo a ritenere inutile e dannoso ipotizzare l'una o l'altra delle due ipotesi, visto che almeno in questo blog si è sempre parlato di fatti e visto che anche Rosario si è espresso contro chi come montanari e lannes (e mi associo in toto) denigrano e attaccano gratuitamente il prossimo.

      invito a leggere il saggissimo articolo di corrado penna (che ho conosciuto qui) http://scienzamarcia.blogspot.it/2014/05/il-2-giugno-roma-contro-le-scie-chimiche.html
      sul FATTO dell'inutilità delle manifestazioni di massa.

      Elimina
    7. Non è nuovo a certe uscite pubblicitarie e d'altronde non ha mai portato una pezza a sostegno delle sue affermazioni. Poi non dimentichiamo che ha pubblicato la mail diffamatoria di Montanari, senza peraltro, semmai, introdurla adeguatamente. ora l'ha rimossa, ma solo perché Montanari gli ha imposto di rimuoverla!

      Elimina
    8. Io ho capito il giochetto, ma forse è troppo complicato perché lo comprendano anche altri?

      Elimina
    9. No Rosario. Lo ripeto, per me Gianni ha torto marcio, e anche se ha fatto dietrofront, non si è scusato. Ma sei stato tu a scrivere: non curiamoci di loro e andiamo avanti. Un conto è capire il giochetto ed esternarlo un altro è deridere o fare insinuazioni pure sui suoi presunti attentati e minacce subite. Scusa se mi permetto di dissentire a casa tua e spero solo che le mie osservazioni non siano moleste ma costruttive. Io posso dire al bar che belpietro finse un attentato. Ma se lo scrivo in un blog non posso poi pretendere di non subire analoghi trattamenti irrisori. Scusami ancora. Ciao.

      Elimina
    10. Io mi riferisco agli episodi dell'ultimo anno.

      Elimina
    11. Tra l'altro, ripeto: chi ci garantisce che dietro il blog, almeno dall'epoca su quell'articolo sulle scie di condensazione, ci sia ancora Lannes? Questo è il punto. Stiamo parlando di un fantasma che non ha MAI risposto ad una sola richiesta di contatto!

      Elimina
  19. ma siamo sicuri che qualcuno non si sia sostituito a lannes?
    mi puzza sta faccenda..
    sembra costruita..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ????!!!!!! Non ci posso credere. Ignoti rimuovono e poi ripristinano? Basta. Prometto di astenermi da ogni ulteriore commento su Lannes.

      Elimina
  20. Secondo me c'è qualcuno che la fa apposta per vedere se le persone sono ferme nelle proprie idee... oppure può essere che avrebbero aderito alla manifestazione gruppi politici non graditi.... oppure ancora che i partecipanti fossero pochi... (ma quest'ultima ipotesi penso di no, perché altrimenti avrebbe fissato un'altra data) chissà come è andata... certo che questa altalena non gli giova... anche perché se non ricordo male le minacce di morte le aveva già ricevute e se avesse avuto paura non si sarebbe fatto promotore della iniziativa del due giugno.
    Mah!

    RispondiElimina
  21. non riesco a capire se quell'ammasso grigiastro che corre tra libia e puglia (e, ad intervalli sempre regolari verticali anche nell'oceano indiano, ecc) siano irrorazioni o difetti della restituzione grafica del satellite https://earthdata.nasa.gov/labs/worldview/?switch=geographic&products=baselayers,!MODIS_Aqua_CorrectedReflectance_TrueColor,MODIS_Terra_CorrectedReflectance_TrueColor~overlays,sedac_bound&time=2014-05-12&map=-3.240234,34.382813,20.15625,49.886719

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'aberrazione è dovuta alla presenza di strati chimici che, ad ogni scansione, rimangono parzialmente sovrapposti.

      Elimina
    2. quindi anche se non sembra, anche oggi e tutti i giorni (le enormi strisce verticali ci sono SEMPRE!) hanno irrorato?

      Elimina
    3. Certamente. Anche ora stanno operando.

      Elimina
    4. Si potrebbe anche dire che in Italia almeno, il primo lavoro 7 giorni su 7... è l'irrorazione chimica dei cieli... poi sono passati anche ai supermercati e agli altri lavori

      Elimina
    5. grazie Straker, mi pare di capire quindi che non è facile leggere e verificare le irrorazioni dalle immagini NASA.. forse quel 12 maggio erano visibili solo perchè spropositate ed abnormi. ma a volte, come ieri sulle marche, sembravano inesistenti e il cielo azzurro non latte.

      Elimina
    6. Certamente. Come spiegato in altre occasioni le operazioni di aerosol durante i periodi di alta pressione sono condotte adoperando elementi chimici evanescenti... a persistenza nulla. In gran parte ciò si verifica grazie agli additivi a base di manganese.

      Additivi ENI

      Tetraethyllead (ancora in uso come additivo alto numero di ottani)
      Metilciclopentadienil tricarbonil-manganese (MMT)
      Ferrocene
      Ferro pentacarbonile
      Toluene
      Isottano

      http://italian.alibaba.com/product-gs/gasoline-antiknock-cyclopentadienyl-manganese-tricarbonyl-cmt-757733863.html
      http://www.answers.com/topic/fuel-additives
      http://www.ghigiaviation.it/prodotti

      AvGas 100LL

      L'AvGas è un carburante per aviazione ad elevato numero di ottani identificato da due numeri. Il primo numero indica il valore di ottani testati per li standard "aviation lean", che produce risultati similari ai valori fissati nello standard Motor Octane Number (MON) per i carburanti per l'uso in autoveicoli. Il secondo numero indica il valore di ottani del carburante impostato allo standard "aviation rich", che ha lo scopo di riprodurre le condizioni di domanda nel settore aereonautico, per esempio misture ricche, alte temperature e alte pressioni del collettore. Il carburante per aviazione ha un minore e più uniforme pressione del vapore rispetto al carburante per l'automotive, che lo fa permanere in stato liquido ad elevate altitudini, e che previene il fenomeno conosciuto come "vapor lock".

      Il prodotto venduto da Eni è avgas 100LL ("100 low lead"), contenente l'additivo anti knock TEL, benché in minori quantità di quelle presenti nel carburante "high lead" 100/130 che è stato sostituito. Molti aerei con motori a pistoni usano il 100LL, benché numerosi studi stiano spingendo a livello internazionale verso lo sviluppo di additivi con una superiore compatibilità ambientale.

      Elimina
    7. Dimenticavo... il manganese fornisce al cielo una tonalità azzurro.

      Elimina
    8. Gli interventi di Lora Hassan-Oliver melis su Facebook erano scritti da: Roberto Podestà - ENICHEM (mastrociliegia, detto anche "chimico senza nome").

      Elimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis