mercoledì 18 agosto 2010

Scie di condensa: lo zibaldone del Col. Brigadier Generale Costante De Simone

Il Col. Brigadier Generale Costante De Simone si è di recente cimentato in un altro tentativo, dopo il patetico intervento sulle "scie stratosferiche", di spiegare fenomeni riconducibili ad attività chimico-biologiche, come scie di condensa. Il suo testo, di cui abbiamo mantenuto gli strafalcioni, non merita neanche una vera confutazione, perché si smentisce da sé. E', infatti un'accozzaglia di errori concettuali, di affermazioni pseudo-scientifiche, di inaudite sciocchezze: costui è laureato? Gli si tolga subito la laurea e lo si mandi con un calcio nel deretano, non a studiare (non mostra attitudine né per l'italiano né per qualsiasi altra disciplina), ma a spaccare le pietre nelle Latomie.

Questa non è acrimonia, ma la denuncia di una mistificazione perpetrata dal De Simone: egli, come quasi tutti i militari, da un lato è partecipe delle operazioni illegali in atmosfera, dall'altro le copre con i suoi bugiardi bollettini meteorologici e documenti come questo (elaborati dall'Aeronautica militare come le attività clandestine di aerosol), con cui l'avvelenamento di massa è nascosto dietro ipocrite espressioni, quali "innocue velature". Si ravvisano decine di reati penali in una condotta del genere ed è per questo che non siamo teneri né con De Simone né con tutti gli altri occultatori. In ogni caso, lo scartafaccio di De Simone non è privo di lati buffi e può essere una lettura amena per un'estate sotto le scie. Precisiamo che le rettifiche allo scritto dell'Ufficiale sono in calce nell'apparato delle note.


Le scie di vapore prodotte dai jet

[**] Costante De Simone
(Col. Brigadier Generale-Fisico-in spe)
Aeronautica Militare - Servizio Meteorologico
Direttore del Centro Nazionale di Meteorologia e Climatologia
Direttore della Rivista di Meteorologia Aeronautica


Il traffico aereo è divenuto sempre più intenso [ 1 - falso ] negli ultimi anni e si sviluppa secondo percorsi prestabiliti denominati Aerovie. Poiché il mezzo aereo si può muovere lungo le tre dimensioni dello spazio anche le aerovie seguono percorsi non soltanto su superfici concentriche a quella terrestre (in prima approssimazione su piani tangenti) ma anche e soprattutto a quote differenti. Questo fa si che da terra le scie di condensazione appaiano intersecarsi formando reticoli [ 2 - falso ]. Esistono inoltre punti di riferimento a terra al di sopra dei quali le aerovie hanno variazioni di direzione anche ad angolo retto (sic!). Ad un osservatore sottostante, le scie appaiono [ 3 - falso ] curvare bruscamente e l'immagine reticolare diviene ancor più complessa formando così nel cielo figure geometriche di dimensioni tali da divenire visibili anche nelle immagini rilevate dai satelliti (?).

Le scie che seguono gli aerei in volo sono generate dalla condensazione del vapor d’acqua. Sono di due tipi. Le une, durature e visibili anche da lontano, le altre effimere e visibili soltanto da vicino [ 4 - falso e generico - autogoal ].

Quelle brevi ed effimere si formano sulle estremità delle ali e dei timoni e sono dovute alla condensazione rapida dell’umidità propria dell'aria, raffreddata istantaneamente nei due processi di rapida compressione generata dal passaggio del velivolo e nella successiva ancor più rapida espansione che ne segue [ 5 - forviante ].

Quelle più voluminose e persistenti nel tempo, sono dovute al raffreddamento e alla rapida condensazione, su nuclei solidi ionizzati [ 6 - Falso ], delle grandi quantità di vapore acqueo presenti nei gas espulsi dai motori a getto [ 7 - falso ]. Le nuove generazioni di motori che equipaggiano i moderni aeroplani a reazione, per avere un miglior rendimento termodinamico dato dalla differenza di temperatura tra la camera di combustione e l’ambiente esterno, impiegano miscele di acqua e carburante [ 8 - falso ] la cui combustione genera le enormi quantità di vapore acqueo che sono all’origine delle scie. Perché una scia sia visibile da terra e perduri nel tempo tanto da mostrarsi come una nube allungata, l’aereo che la genera deve volare in una fascia dell’atmosfera in cui la temperatura dell’aria sia inferiore a 36 gradi centigradi sotto lo zero e sia presente una quantità opportuna di umidità nell’aria stessa [ 9 - In contraddizione con la disinformazione - generico ]. Poiché la temperatura dell’atmosfera diminuisce man mano che si sale in quota, le scie si formano soltanto alle alte quote di volo dei jet [ 10 - in contraddizione con la disinformazione ]. Ciò non avviene se l’umidità ambientale è al disotto di un valore di soglia che dipende anch’esso dalla temperatura dell’aria [ generico - in contraddizione con la disinformazione ]. In conclusione se il jet vola in una zona dell’atmosfera abbastanza fredda e umida si forma una scia persistente e visibile, altrimenti la scia di condensazione si forma ma evapora immediatamente per cui non è osservabile da terra [ 11 - falso ]. Per le caratteristiche termodinamiche dei motori, per le quote di volo e per la localizzazione, la quasi totalità delle scie che si osservano in cielo sono prodotte dai jet di linea degli operatori commerciali [ 12 - falso - Intenzionale scagionamento dei militari ].

Le scie più imponenti sono vere e proprie nubi [ 13 - falso ] che si formano nella traiettoria degli aeroplani quando l’atmosfera è sufficientemente fredda e umida [ In contraddizione con la disinformazione - generico ]. Sul principio hanno l’aspetto di sottili righe bianchissime, poi si allargano progressivamente in banchi simili ai cirri che talvolta divengono anche cumuliformi [ farneticazioni ]. Se alla loro quota il vento è costante rimangono come linee tese che per effetto della diffusione nei gas si espandono assumendo la forma di bande.

Se il vento presenta un gradiente, nel piano trasversale e lungo la traiettoria del velivolo, le scie assumono la caratteristica forma a zig zag [ descrizione delle scie chimiche e non del fenomeno della condensa ]. Se la temperatura, l’umidità e la pressione atmosferica presentano variazioni oscillanti nello strato attraversato dall’aereo le scie si formano soltanto a tratti [ 14 Falso - forviante - mistificazione ]. La loro durata è variabile da pochi istanti a minuti e talvolta a ore [ 15 - Descrizione delle scie chimiche e non del fenomeno della condensa ], in dipendenza dell’umidità, della temperatura e in generale delle condizioni termodinamiche dell’aria circostante [ 16 - In contraddizione con la disinformazione – Generico - Falso e forviante. ]

Bibliografia
Encyclopedia of atmospheric Science, Academic Press, San Diego California USA, 2003, vol.2 pag.509.


CONFUTAZIONI ed OSSERVAZIONI:

[1] Il traffico aereo è diminuito progressivamente dal 2001. [ LINK ]

[2] Le scie non appaiono intersecarsi, ma si intersecano, come dimostrato da decine di filmati e foto [ LINK ]

[3] Le scie non appaiono curvarsi, ma curvano, anche ad angolo retto, come dimostrato da decine di filmati e foto [ Link ]



[4] Anche nelle circostanze in cui si osservano aerei rilasciare scie non persistenti, queste si vedono benissimo, data la loro quota relativamente bassa (attorno ai 2.000 metri). Forse il Col. Brigadier Generale De Simone si riferisce agli aerei che volano sopra gli 8.000 metri, ma, evidentemente, come dimostrato da innumerevoli video e foto, quanto egli afferma viene smentito. Riguardo al fatto che si tratti solo di vapor d’acqua, nutriamo i nostri legittimi dubbi.
[ LINK - LINK II - LINK III - LINK IV ]


[5] Le trecce di Berenice o Wintips vortices [ LINK - LINK II ] non possono essere spacciate per scie di condensazione, in quanto la loro origine è completamente diversa, non essendo prodotte dai gas di scarico dei motori, ma dalla differenza di pressione tra i bordi superiore ed inferiore delle superfici alari.

[6] Falso - L'espressione "nuclei solidi ionizzati" è un non senso scientifico, poiché per ionizzare gli atomi, ossia per strappare loro gli elettroni, sono necessarie enormi energie e non si comprende quale sia la fonte di energia che ionizzerebbe i nuclei, dove con "nuclei" forse il Col. Brigadiere Generale intende nuclei di condensazione, ma questi non sono atomi, bensì particelle di polvere. Insomma, il meteorologo dimostra una totale ignoranza e si confonde.

“In chimica, una molecola o un atomo elettricamente carichi vengono detti ioni. Poiché hanno perso o guadagnato uno o più elettroni rispetto all'atomo neutro, il processo di perdita/acquisizione viene detto ionizzazione. In fisica, nuclei atomici completamente ionizzati, come quelli delle particelle alfa, vengono comunemente detti particelle cariche. La ionizzazione viene eseguita solitamente tramite applicazione di alta energia agli atomi, in forma di potenziale elettrico o radiazione. Un gas ionizzato viene detto plasma” […]. [ LINK ]

[7] La quantità di vapore acqueo prodotta da un moderno motore a doppia camera è assolutamente irrilevante e di certo non sufficiente, da sola, affinché si formi una contrail. L'argomento sarà trattato in un prossimo articolo.

[8] L'acqua non può essere miscelata al carburante, tanto è vero che esistono sensori atti a rilvarne la presenza nei serbatoi. Le affermazioni secondo cui l'acqua verrebbe introdotta a monte della ventola turbofan (per aumentare le prestazioni e ridurre le emissioni) sono destituite di ogni fondamento. Infatti molti autorevoli studi [*] hanno definito improponibile tale tecnica, in quanto, per il volo di crociera, sarebbero richiesti enormi quantitativi del prezioso liquido. In considerazione di ciò l'idea è stata accantonata.

Water in jet fuel - It is very important that jet fuel be free from water contamination. During flight the temperature of the fuel in the tanks decreases, due to the low temperatures in the upper atmosphere. This causes the dissolved water in the fuel to precipitate out, and because water is more dense than the fuel, it then drops to the bottom of the tank. From this time on, the water no longer is in the solution and can freeze, blocking fuel inlet pipes. Removing all water from fuel is impractical, therefore fuel heaters are usually used on commercial aircraft to prevent water in fuel from freezing. There are several methods for detecting water in jet fuel. A visual check may detect high concentrations of suspended water, as this will cause the fuel to become hazy in appearance. An industry standard chemical test for the detection of free water in jet fuel uses a water-sensitive filter pad that turns blue if the fuel exceeds the specification limit of 30ppm free water. [ LINK ]

Traduzione:

Acqua nel carburante degli aerei - E' molto importante che il carburante degli aerei non sia contaminato da acqua. Durante il volo la temperatura del carburante nelle cisterne diminuisce, a causa delle basse temperature nell'alta atmosfera. Questo fa sì che l'acqua disciolta nel carburante ne precipiti fuori, e siccome l'acqua è più densa del carburante, essa in seguito si deposita sul fondo della cisterna. A questo punto l'acqua non è più in soluzione (nel carburante) e può congelare bloccando i condotti di aspirazione che immettono il carburante. Rimuovere tutta l'acqua dal carburante non è una cosa pratica, e quindi normalmente negli aerei commerciali vengono utilizzati dei riscaldatori di carburante per prevenire il congelamento dell'acqua presente nel carburante stesso. Ci sono differenti metodi per rilevare l'acqua nel carburante dei jet. Un controllo visivo può rilevare alte concentrazioni di acqua in sospensione, dal momento che ciò fa sì che il carburante appaia come nebbioso. Un test chimico industriale standard per il rilevamento dell'acqua libera nel carburante dei jet utilizza un filtro-tampone sensibile all'acqua che diventa blu se il livello di acqua nel carburante supera il limite specificato di 30ppm (30 parti per milione) di acqua libera. [ LINK ]


[...] Many turbofan engines also take advantage of their bypass air system to remove precipitation from the airflow before it reaches the combustion section. As the incoming air moves into the rotating fan blades, the spinning motion flings the heavier water outward like a centrifuge. The water is then blown through the bypass air ducts that surround the engine core. In this way, the water is carried through the engine without ever entering the combustion chamber. This design allows a turbofan engine to remove the majority of water that it will ever ingest while flying through a storm. Whatever small amount of water remains in the air passing through the core will be evaporated and can easily be handled by the engine. [ LINK ]

[*]Water Injection in Commercial Aircraft Investigated for Increasing Engine Life and Reducing Costs and Emissions [...] Even though water injection is quite successful in reducing NOx emissions during takeoff, low-emission combustors are still needed for the cruise and climb portions of the flight. Although the NOx emission rate is high during takeoff and initial climbout, most NOx is generated during the long cruise and climb periods where water injection is impractical because of the large quantity of water that would be required. Other considerations are potentially reduced smoke emissions but potentially increased hydrocarbon and carbon monoxide emissions, depending on the engine cycle. This will require further investigation if water injection is to be incorporated in new or existing engines. [ LINK ]

Traduzione:

[*]Iniezione di acqua nei sistemi di propulsione dei velivoli commerciali per aumentare la vita del motore e ridurre i costi e le emissioni [...] Anche se l'iniezione di acqua è molto efficace nel ridurre le emissioni di NOx durante il decollo, basse emissioni sono ancora necessarie per le fasi di volo di crociera e salita (climbing). Sebbene il tasso di emissione di NOx sia alto durante il decollo e climbout iniziale, la maggior parte dei NOx viene generato durante il volo di crociera e nelle fasi di salita, laddove l'iniezione di acqua è impraticabile a causa delle grandi quantità di liquido necessarie. Altre considerazioni riguardano potenzialmente la riduzione delle emissioni dei fumi, ma potenzialmente maggiori degli idrocarburi e le emissioni di monossido di carbonio, a seconda del ciclo del motore. Ciò richiederà ulteriori indagini se l'iniezione di acqua deve essere integrata nei motori nuovi o esistenti.


[9] In contraddizione con la disinformazione - generico. I guardiani del sistema come Paolo Attivissimo e scagnozzi al seguito ripetono come un mantra che le scie di condensa si possono formare tra i 25 ed i 36 gradi sotto zero, a quota zero ed umidità zero. Mettetevi d’accordo!

[10] Falso [ LINK ] Si distinguono bene sia le persistenti sia le non persistenti, a grande distanza (disperse a comando in base alle esigenze del momento). Nel video segnalato si nota come una serie di velivoli interrompono il flusso di scie persistenti, non appena si approssimano alla costa abitata.

[11] Falso. Intenzionale scagionamento dei militari. I fatti smentiscono il Col. Brigadier Generale De Simone, visto che in innumerevoli occasioni si possono osservare aerei a bassa quota evidentemente non assimilabili a compagnie di volo civile. [ LINK ] [ LINK II ] [ LINK III ]

[12] Falso. La genesi di una nube è completamente differente. La nube è un insieme di gocce d’acqua e cristalli di ghiaccio, dovuto alla condensazione di vapore saturo. Le nubi sono create da moti convettivi di origine termica oppure meccanica (sollevamento di aria calda), dal rimescolamento di masse d’aria e dall’incontro di queste con catene montuose, dalla variazione dei valori barometrici e dagli effetti della radiazione solare e terrestre. I moti di ascesa propiziano la formazione di nubi, poiché portano l’aria umida verso zone fredde; i moti di discesa, che le portano verso le zone più calde, ne causano il dissolvimento, in quanto fanno cessare lo stato di saturazione del vapore acqueo e favoriscono l’evaporazione delle gocce. Giacché i moti convettivi sono costanti, soprattutto durante una perturbazione atmosferica, avviene un continuo processo di formazione e di disfacimento dei corpi nuvolosi. Non è possibile quindi accomunare la formazione di una nube, la cui genesi si spiega tenendo conto di una molteplicità di fattori fisici in primis la saturazione, alle scie di condensa, sebbene, come si è visto, in particolari condizioni, le nuvole si dissolvano per poi riformarsi.

[13] Falso e forviante - mistificazione. Un bieco e ridicolo tentativo di spiegare le scie On-Off [ LINK ]

[14] Falso. Affinché vi sia persistenza di una scia, deve essere ipotizzabile una continua e progressiva sovrassaturazione (UR superiore al 150%) dell'aria e ciò, tanto più alle alte quote, è comunque impossibile.

[15] - In contraddizione con la disinformazione – Generico - Falso e forviante.



[**] Col. Brigadier Generale Fisico del Corpo del Genio Aeronautico, ruolo normale, in servizio permanente effettivo. Dottore con Lode in Fisica Sperimentale. Già Professore di Fisica Sperimentale. Direttore, Comandante di Corpo, del Servizio Meteorologico dell’Aeronautica - CNMCA, con funzioni di Col. Brigadiere Generale, dal 2006. Direttore responsabile della Rivista di Meteorologia Aeronautica organo ufficiale del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare, dal 2000. Membro del Gruppo tecnico scientifico per le previsioni meteorologiche stagionali del dipartimento della Protezione civile nazionale, 2008. Delegato nazionale all’Organizzazione Meteorologica Mondiale, agenzia dell’ONU, per la Commissione delle Scienze dell’Atmosfera. Membro dell’”Expert Team on Warning and forecasts exchange” della Divisione Servizi Meteorologici al Pubblico dell'Organizzazione Meteorologica Mondiale, agenzia dell’O.N.U., nominato dalla Commissione per i Sistemi di Base, nella seduta plenaria dicembre 2000 Ginevra. Membro del Comitato Tecnico per l’indirizzo il coordinamento e il controllo del Programma di potenziamento delle reti di monitoraggio meteo idro pluviometrico approvato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15 dicembre 1998 (Decreto del Ministro dell'Ambiente DSTN /2/ UAA/735 11 gennaio 2002).


16/06/2010 - Martedì 8 Giugno, alla presenza del Vice Comandante della Squadra Aerea, si è celebrata la cerimonia di passaggio delle consegne del Centro Nazionale di Meteorologia e Climatologia Aeronautica (CNMCA) di Pratica di Mare (Roma) tra il Brigadier Generale Costante De Simone, Direttore uscente, ed il Colonnello Paolo Cesolari, Direttore subentrante.







Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.



Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

88 commenti:

  1. Grandi! Gran bell'articolo! Complimenti per la faticaccia, non paragonabile, ovviamente, a quella che ci sarà voluta per la redazione del nuovo pdf di confutazioni alle puttanate da venduti del c.i.c.a.p. e sottolineo venduti e sottolineo C.I.C.A.P..
    Davvero complimenti e grazie.

    RispondiElimina
  2. Grazie System Failure, seguitiamo ad incalzarli.

    Ciao

    RispondiElimina
  3. è solo uno dei moltissimi buffoni servi del regime infame. :(

    RispondiElimina
  4. ottimo articolo e complimenti anche al precedente che leggo solo adesso!
    esaustivo e chiaro. li stavo aspettando.

    nel punto 13 il col.bri.gen. de simone ammette indirettamente che le scie diventano vere e prorpie nubi artificiali!

    un consiglio starker: riferito al titolo del col.bri.gen, potevi depennare anche "Servizio Meteorologico
    Direttore del Centro Nazionale di Meteorologia e Climatologia
    Direttore della Rivista di Meteorologia Aeronautica" :-)

    inoltre, semmai questa gente venisse a dare una letturina da queste parti, poteva essere una buona idea (non so quanto utile a loro), ricordare a questi personaggi, quali sono i doveri di cui sono investiti, e i giuramenti a cui si sono sottoposti prima di intraprendere questo tipo di servizio: come i loro cugini giornalisti, o, com'era quello della polizia? servire e proteggere? non me lo ricordo più...

    altra cosa:
    le rotte di atterraggio per l'aeroporto di lamezia terme fanno sempre il giro dall'entroterra, da qualsiasi direzione essi provengono, sorvolando a bassa quota il golfo di squillace, catanzaro e specialmente il piccolo comune di maida, dove è possibile vedere gli aerei con il carrello abbassato. in questo modo si allineano con la pista.
    per quanto riguarda la partenza avviene il contrario, e cioè seguendo la direzione est-ovest, in pratica dirigendosi verso il mare, dove, poco dopo virano per seguire la loro rotta.
    detto ciò spesso mi capita di vedere di notte, aerei che volano bassisimi sul mare vicono la costa, seguendo direzioni nord-sud.
    l'ultimo qualche sera fa non emetteva alcun tipo di rumore, nonostante mi passasse quasi sopra la testa.
    saluti a tutti.

    RispondiElimina
  5. Mercury, credo che costoro siano degli spergiuri.

    Hai descritto strane manovre nei cieli calabresi. In effetti, molti aerei sono silenziosi. I diavoli volano notte e giorno, spesso non visti, poiché pochi li notano, o non uditi, perché usano sitemi per ridurre il rumore o in quanto sottovento.

    Ciao

    RispondiElimina
  6. E' impressionante quanto impegno l'Aeronautica Militare dedichi alle scie di condensa. Veramente gli articoli si sprecano. Possibile che la condensa aerea meriti davvero tutta l'attenzione che le si dà? Dovrebbe essere un fenomeno fisico come un altro.
    Ormai si conoscono i motivi dell'atteggiamento; De Simone ed i suoi colleghi, che svolgono una serrata azione di copertura (ci provano) di attività nocive, dovrebbero almeno tacere fino in fondo (dal momento che è quello che fanno con la geoingegneria) anzichè inventare valanghe di assurdità, smentite da chi evidentemente ha meno gradi di loro ma ben altre intenzioni e buona volontà (e qui sta la vera differenza), per cui tutto quel bell'elenco di meraviglie sul curriculum personale perde totolamente significato (c'è da mettersi le mani nei capelli).
    Non serve avere dei grossi pezzi di carta per essere valorosi.
    Le scie effimere si vedono perfettamente da terra e non c'è manco bisogno di particolari strumenti per accorgersi della loro presenza. Non parliamo di quelle persistenti, che sono in grado di provocare spettacoli terrificanti che conciano il cielo in uno stato pietoso.
    Si scordino di tentar di spacciarle per condensa: chi pensa questo non ha le rotelle a posto.

    RispondiElimina
  7. Ciao a tutti e grazie. Mi premurerò di inviare il link all'articolo all'indirizzo email dell'aeronautica militare italiana. Farò medesima cosa sul canale facebook, sebbene immagino che già qualcuno avrà avvertito il graduato, visto che visitano spesso il nostro blog.

    Pensate che il farneticante e menzognero documento (in formato pdf) viene inviato alle persone che chiedono lumi sulle attività di aerosol clandestine. Può certa gente essere così spudorata? Può certa gente beccarsi lo stipendio sul sangue dei cittadini? Sì, evidentemente ed allora è nostro compito evidenziare la loro malafede e che i loro nomi siano ben impressi nella memoria di chi poi li vede ed ascolta in tv. Qualche maledizione in più non guasterà di certo e non saranno le stellette a salvare costoro dalla gogna, quando la verità salterà fuori.

    RispondiElimina
  8. Aeronautica militare italiana - Contatti

    Base Aerea di Rivolto

    Via Udine, n. 56 - 33033 Rivolto (UD) - Italia
    Tel. +39 0432 902166 Fax +39 0432 902178
    email: pan@aeronautica.difesa.it
    web: www.aeronautica.difesa.it/Pan
    skype: Frecce_Tricolori - Rivolto
    twitter: Freccetricolori
    msn: pan@aeronautica.difesa.it

    RispondiElimina
  9. Grande Straker, questa gentaglia infame merita più che la gogna.
    Altro che uniformi e stellette, per gli umanoidi in quella rivoltante foto di gruppo propongo abbigliamento più consono.
    Ad esempio potremmo fare una colletta per comprargli questa maglietta qua, molto più consona a ciò che rappresentano

    http://www.fearandclothing.com/mkultra.html

    Suggerisco la stessa maglietta per le redazioni di tutti i giornali e telegiornali di regime.
    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  10. @ron

    Seendo il tuo consiglio ho stimolato le mie riflessioni in ambito militare ;)

    Una menzione speciale andrebbe ai metereologi, specializzati nelle menzogne. Senz'altro uno dei ruoli piu subdoli.

    RispondiElimina
  11. Ginger, considerazioni eccellenti ed argute.

    Giulia, se regalassimo loro una camicia di quella con i bottoni dietro?

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  12. Meglio la camicia, caro Zret, almeno gli impedirebbe di scrivere.
    Del resto però se qualcuno dovesse veramente abboccare alle loro patetiche e farneticanti spiegazioni, non li si potrebbe accusare di altro se non di circumvenzione di incapace.

    RispondiElimina
  13. Complimenti per il vostro instancabile raccogliere pezzetti…



    Basta poco per fare scandalo certe volte... per esempio dire la verità
    http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=144192



    Vedremmo presto chi ha ragione.
    Tutto sommato non c’è tutta questa unità tra gli esperti. E immagino che non ci sia nemmeno tra chi copre e tace.

    Clima, l'effetto serra? Una bufala. Il meterologo Madrigalli rivoluziona il protocollo di Kyoto - Affaritaliani.it

    http://www.affaritaliani.it/cronache/clima-pazzo270210.html

    http://www.axiomatica.org/revealing-the-matrix/climate-scam/1180-us-government-in-massive-new-global-warming-scandal--noaa-disgraced



    GIUDICI DIVISI SULLA SORVEGLIANZA CRESCENTE …
    http://www.nytimes.com/2010/08/14/us/14gps.html?_r=2





    A Giulia :

    OGNI PENSIERO EMESSO HA UNA REALTÀ NELL’ETERE

    http://www.viveremeglio.org/acqua_emoto/water.htm

    RispondiElimina
  14. Madrigalli, alla fine, dà ragione a noi, ammettendo implicitamente che per generare calore, occorre un'emissione di energia. Purtroppo credo che si fermerà lì e non accennerà nemmeno a scie ed onde.

    Comunque un'evidente confutazione delle scempiaggini sostenute da Al Gore e paggi.

    RispondiElimina
  15. Cara Giulia, ci vogliono la camicia ed una museruola. Che non venga in mente loro di continuare a vaneggiare.

    RispondiElimina
  16. Generated vortices by F.A.A. and chemtrails by O.N.I.: a video confrontation


    In questo video vengono messi a confronto i fumi emessi nelle prove di vortice della F.A.A. (nel 1995) ed un particolare tipo di scia chimica, detta "a D.N.A.". La straordinaria similitudine tra i due fenomeni conferma ulteriormente il fenomeno artificiale di quelle che il regime intende spacciare per normali contrails, ma che sono chemtrails.

    RispondiElimina
  17. Host Name
    IP Address xx.xx.xxx.xxx [Label IP Address]
    Country United States
    Region Armed Forces Europe
    City Apo
    ISP Ipko Zatriq Pop Point-to-point Clients
    Returning Visits 2

    VISITOR SYSTEM SPECS
    Browser Chrome 5.0
    Operating System WinXP
    Resolution 1280x1024
    Javascript Enabled

    RispondiElimina
  18. Interessante l'articolo sulla bufala dell'effetto serra da CO2

    Sono andato poi a spulciare il sito del meteorologo "dissidente" che pare azzecchi le previsioni meglio degli altri perché tiene conto delle alterazioni delle correnti jet stream.

    La cosa che si nota subito sul sito (http://www.meteoclima.net/it15/index.phpmeteoclima è che nel cielo azzurro dello sfondo c'è un bel grappolo di scie bianche che potrebbe essere in teoria un bell'ornamento , ma che sa tanto di pubblicità subliminale.

    Insomma ho l'impressione che a volte si dia briglia sciolta a qualcuno perchè dica una parte della verità negando le cose più scottanti. Spero sempre di sbagliarmi pero' ...

    RispondiElimina
  19. Effettivamente il "meteorologo dissidente" omette la causa principe dei cambiamenti climatici. Nulla di nuovo, quindi.

    RispondiElimina
  20. Le mezze verità nocciono più delle menzogne. Anche il meteorologo più "eretico" diventa ortodossso, non appena si toccano certi tasti.

    RispondiElimina
  21. La raggiera di scie tossiche non depone a favore di questo meteorologo che, tra l'altro, prevede pioggia per la Liguria. Ho l'impressione che debba informarsi sulle chemtrails per dare un minino di plausibilità ai suoi almanacchi.

    RispondiElimina
  22. ...per rinfrescare la memoria...a quelli che dovrebbero difendere il Popolo...
    Qui sotto sono riporatate le norme militari che hanno superato il concetto di obbedienza "cieca" e che hanno introdotto il principio innovativo secondo cui il "militare al quale viene impartito un ordine manifestamente rivolto contro le istituzioni dello Stato o la cui esecuzione costituisce comunque manifestamente reato, ha il dovere di non eseguire l'ordine".

    Il militare ha infatti il dovere di essere sempre fedele al suo giuramento, che recita:
    "Giuro di essere fedele alla Repubblica italiana, di osservarne la Costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina ed onore tutti i doveri del mio stato per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere istituzioni".

    La legge 382/78 recita all'articolo 1: "Le Forze armate sono al servizio della Repubblica; il loro ordinamento e la loro attività si informano ai principi costituzionali. Compito dell'Esercito, della Marina e dell'Aeronautica è assicurare, in conformità al giuramento prestato e in obbedienza agli ordini ricevuti, la difesa della Patria e concorrere alla salvaguardia delle libere istituzioni e al bene della collettività nazionale nei casi di pubbliche calamità".
    bei tempi vero cari milimarionete...!?

    RispondiElimina
  23. Io suppongo che i militari, eseguendo ordini, sono agli ordini di chi ci governa. Ciò non toglie che essi eseguono misfatti contro il popolo e quindi sono suscettibili di arresto per alto tradimento.

    Poco fa il Tenente Colonnello Guido Guidi ha ripetuto che avremo velature, domani. Le previsioni di pioggia del meteorologo dissidente, saranno disattese: domani si scia, con buona pace del prode Guidi, che se ne frega.

    RispondiElimina
  24. Grazie Corrado, ho letto. Confermo il mio pollice verso per un meteorologo che pensa di essere controcorrente, ma dimentica il fattore primario: le irrorazioni. Infatti domani, sul nord italia, non pioverà, così come non ha piovuto oggi.

    RispondiElimina
  25. La satellitare che mostra le operazioni di oggi. Da notare che, per quasi tutta la giornata, il traffico civile sulla Liguria è stato dirottato su corridoi alernativi.

    RispondiElimina
  26. Cielo devastato dalle scie anche oggi.

    RispondiElimina
  27. Articolo su Wikicheats:

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=7360&mode=thread&order=1&thold=0

    RispondiElimina
  28. REGOLAMENTO “MARCHE DI NAZIONALITA’ E DI IMMATRICOLAZIONE DEGLI AEROMOBILI CIVILI”

    Articolo 5

    Posizionamento delle marche

    Le marche di nazionalità e di immatricolazione devono essere dipinte sull’aeromobile oppure apposte con qualsiasi altro mezzo che assicuri un equivalente livello di integrità nel tempo. Le marche devono essere tenute pulite e visibili.

    RispondiElimina
  29. Straker, Zret complimenti per lo splendido lavoro di analisi.

    Se questo metodo fosse insegnato nei licei chissà quante teste pensanti sforneremmo ogni anno al posto di ragazzi decerebrati.

    Per quanto riguarda quei militari, carabinieri e meteorologi militari e/o civili che stanno coprendo con la menzogna o l'inazione un crimine di inaudita gravità auguro a lor signori la CORTE MARZIALE.
    Al termine della quale invece di farsi una vacanzetta a PESCHIERA DEL GARDA, la giusta punizione sarebbe quella di raccogliere olive e patate tutta la mattina, il pomeriggio stirare camicie e alla sera ad assistere gli anziani a cena e lavare i piatti e così tutto l'anno (in inverno arare i campi senza l'aiuto di trattori o asini, quelli mi sembra che li abbiamo già).
    Per quanto riguarda le dichiarazioni del Signor De Simone perchè non sottoporle (senza specificarne l'autore) anche a una commissione di fisici universitari? E poi pubblicarle su questo sito, facebook, la stampa e inviarle a SUPER QUARK?
    Come avrete notato mi astengo dal fare commenti più coloriti, ma li penso tutti. Ciao e avanti così.

    RispondiElimina
  30. il menteorologo baffuto è un gran bugiardo.
    credo che mentire in questo modo alla cittadinanza sia correlabile a cose come "alto tradimento".

    segnalo questo, che mette in evidenza le anomalie meteorologiche con le stazioni haarp. tuttavia quando c'è da parlare di irrorazioni si fa sempre un passo indietro

    http://www.activistpost.com/2010/08/weather-wars-and-devils-haarp.html

    anche qui i militari stanno irrorando e distruggendo le nuvole da pioggia.

    io davvero non capisco il perchè di questa cosa di impedire la pioggia. davvero non capisco.
    adesso ci sono due scie che formano un muro igroscopico impressionante. le nuvole stanno svanendo velocemente

    il video che mostra i vortici generati col fumo è incredibile: i vortici sono uguali identici alle scie filamentose...adesso chiunque può sapere come si fa a produrre le scie in questione. il video andrebbe messo su youtube...

    RispondiElimina
  31. Arturo, disseccare l'atmosfera facilita le trasmissioni radio. Sicuramente, però, hanno anche altri motivi i ribaldi se distruggono tutte le nuvole.

    Ciao

    RispondiElimina
  32. Ron, bisognerebbe rivoluzionare il sistema scolastico, ma sarebbe impresa ardua. Sottoporre il testo di De Simone a fisici dell'atmosfera non collusi è buona idea, ma troveremo dei fisici non conniventi ed integerrimi?

    Se un avvocato intende denunciare i vari generali per alto tradimento, siamo disponibili a fornire tutto il materiale necessario.

    Ciao

    RispondiElimina
  33. Beota di un SS, vai a giocare con le bambole!

    RispondiElimina
  34. Segnalo il seguente articolo dell'artista Carole Pellat.

    http://homepage.mac.com/carolepellatt/No%20Apology/

    RispondiElimina
  35. Complimenti per l'articolo.C'è purtroppo moltissima gente che ancora non capisce la differenza tra una nuvola "vera" e le scie-chimiche.Per informazione,nella mia città qui in Maremma,da qualche giorno hanno ricominciato a irrorare di brutto.Ci hanno lasciato solo qualche giorno di tregua,dove finalmente il cielo è tornato blu,poi aricomincia.Ho fotografato tutto,non so se ci farò un video o le pubblicherò nel mio blog.Vedremo.Namastè a tutti.Cieli Blu.

    RispondiElimina
  36. Ecco come descrive lo stato Nietzsche:

    "Da qualche parte esistono ancora popolazioni e greggi, ma non da noi, fratelli miei; noi abbiamo degli Stati.
    Stato? Che cosa è mai? Ebbene! Aprite le orecchie, perché sto per dirvi la mia parola sulla morte dei popoli.
    Stato si chiama il più freddo di tutti i freddi mostri. Freddo anche nel mentire; una menzogna che lingueggia dalla sua bocca: 'Io, lo Stato, sono il popolo'.
    È una menzogna! Creatori erano coloro che crearono i popoli e trasmisero in loro una fede e un amore: e così servirono la vita.
    Ma distruttori sono questi che tendono trappole e le chiamano Stato e vi appendono sopra una spada con cento avidità.
    Dove esiste ancora un vero popolo, questi non ammette Stato, che anzi odia come una iettatura e un peccato contro il costume e il diritto.
    Io vi do questo segno: ogni popolo parla il suo linguaggio del bene e del male: il vicino non lo cornprende. E quello infatti un parlare che si è inventato da sé, secondo il costume e il diritto.
    Ma lo Stato mente in tutte le lingue riguardo al bene e al male: mente, qualunque cosa dica; e anche ciò che ha lo ha rubato.
    Tutto in lui è falso; eon denti rubati morde, il mordace. Persino le sue interiora sono false.
    La corruzione delle espressioni sia del bene che del male è il contrassegno dello Stato. Invero questo contrassegno indica volontà di morte. E in realtà, attrae i predicatori di morte!
    Molti, troppi sono stati messi al mondo: per i superflui è stato creato lo Stato!
    Guardate, dunque, come esso li alletta, i superflui! Come li inghiottisce e li mastica e li rimastica!
    'Sulla terra nulla vi è più grande di me: io sono il dito ordinatore di Dio': così rugge la belva. E cadono in ginocchio non soltanto coloro che hanno lunghi orecchi e vista corta!
    Ohimè, anche a voi, grandi anime, mormora le sue tristi bugie! Ohimè, individua i cuori ricchi, che si sanno prodigare!
    Sì, ha individuato anche voi, o vincitori dell'antico Dio! Voi vi siete stancati nel combattimento, e ora la vostra stanchezza serve al nuovo idolo!
    'Desidera circondarsi di eroi e uomini d'onore, il nuovo idolo! Ben volentieri si delizia della luce solare delle coscienze pulite, la fredda bestia!
    Tutto vi vuole dare, se voi lo adorate, il nuovo idolo: così acquista la magnificenza delle vostre virtù e lo sguardo dei vostri occhi orgogliosi.
    E con voi egli vuole adescare le moltitudini in eccesso! È un'opera infernale che così è stata inventata, un cavallo di morte, tintinnante nelle guarnizioni di onorificenze divine! -
    Una morìa per molti è stata così ideata, che si pavoneggia come vita: ma in realtà è un servizio reso dal cuore a tutti i predicatori di morte!
    Ecco lo Stato, dove tutti bevono veleno, buoni e cattivi: lo Stato, dove tutti si perdono, buoni e cattivi: lo Stato, dove il lento suicidio di tutti si chiama 'vita'.
    Guardateli, questi superflui! Essi si rubano le opere degli inventori e i tesori dei saggi: chiamano istruzione il loro furto, e tutto diviene per causa loro malattia e sconcezza!
    Guardateli, questi superflui! Sono sempre malati, vomitano la loro collera e la chiamano 'giornale'. Si divorano l'un l'altro e non riescono neppure a digerirsi.
    Guardateli, questi superflui! Si procurano ricchezze e con queste divengono più poveri. Vogliono autorità, e prima ancora la leva del potere, molto denaro; gli impotenti!
    Guardate come si arrampicano, le agili scimmie! Si avviticchiano l'una sull'altra e così si trascinano nella melma e nell'abisso.
    Tutti vogliono giungere al trono: questa è la loro follia; come se la felicità fosse sul trono! Spesso sul trono c'è invece la melma; spesso anche il trono è ñella melma. -

    RispondiElimina
  37. Telefonata all'ufficio stampa E.N.A.V. - Sono aerei militari


    I servizi meteo R.A.I. e Mediaset (controllati e gestiti dall'Aeronauitca Militare Italiana), sfornano ogni giorno previsioni bislacche e menzognere, nelle quali la fanno da padrona nelogismi come "Innocue velature", "nubi sottili alte in quota", "coperture che non porteranno pioggia" etc. Come fanno i militari a prevedere esattamente, con ore di anticipo, il passaggio di aerei non identificati in determinate zone del paese e che sono la causa delle famigerate velature? Lo abbiamo chiesto all'ufficio stampa dell'E.N.A.V.

    RispondiElimina
  38. Ciao Arturo, il video sui vortici resi visibili con i fumogeni è anche su You-Tube a questo indirizzo: http://www.youtube.com/watch?v=VuQerzSc_SA

    Purtroppo non mi conviene fare la stessa cosa con l'intervista all'e.n.a.v. ufficio stampa, per ovvii ed intuibili motivi, ma invito a scaricare e diffondere il filmato su altri canali.

    RispondiElimina
  39. http://www.tankerenemy.com/2006/08/presentato-esposto-denuncia-contro-il.html

    RispondiElimina
  40. Luca, spiegami come mai il tuo blog, insieme al canale You-Tube di luca88sd, è l'unico blog linkato sul blog di Luca Girau, noto infiltrato e doppiogiochista e che scrive: "Analisi sulle Scie, tutta una mania!!"...

    RispondiElimina
  41. Segnalato il video all'aeronautica militare.

    eSSSe, il coniglio sei tu, che non hai un nome.

    RispondiElimina
  42. Zret, l'articolo di Carole Pellat che hai segnalato è talmente potente e definitivo che qualsiasi altra cosa si possa dire sull'argomento suonerebbe superflua.

    Qui cielo sfigurato da scie persistenti dall'alba fino al tardo pomeriggio.

    RispondiElimina
  43. ... per ... Stone ha detto...
    ...per rinfrescare la memoria...a quelli che dovrebbero difendere il Popolo...

    infatti!

    Inoltre le istituzioni devono necessariamente e doverosamente sapere chi solca i cieli su aerei anonimi, e se gli esecutori fanno parte dell'esercito nazionale o di eventuali eserciti sovrannazionali !!??!!

    Tutti gli operatori delle istituzioni, presidenti inclusi adempiano al loro dovere e ai loro giuramenti ufficiali per i quali sono superprofumatamente elargiti. I giuramenti non ufficiali non interessano e vanno esclusivamente equiparati alle barzellette (checché ne pensino i tantissimi traditori dentro e fuori i palazzi). I giuramenti occulti se li riportino esclusivamente sulle loro personali carte igieniche.

    RispondiElimina
  44. Oggi avevano previsto "velature compatte"! e così è stato. Complimenti per avere sbufalato il graduato, purtroppo il tono di alcuni servizi meteo rasenta la presa in giro.

    RispondiElimina
  45. Purtroppo il tono di alcuni servizi meteo rasenta la presa in giro.

    E' una presa in giro a tutti gli effetti e questi signori devono sapere che ogni volta che si metteranno lì a sparare cazzate, ci saranno migliaia di persone che li malediranno.

    E le maledizioni... arrivano.

    RispondiElimina
  46. .... riguardo la telefonata all'enav del link qui sopra, ogni commento è ovviamente superfluo, ma lascia senza parole ed è incredibile il parlato e la codardia dell' tizio enav che risponde al telefono, in quell'essere vivente (a modo suo) l'uomo è svampato da un pezzo! Non voglio neanche immaginare i suoi superiori! Altro che SKIFIDORS, quelli sono roba di lusso!

    RispondiElimina
  47. Sandra,

    l'impressione che ho avuto, nell'ascoltare l'interlocutore dell'ufficio stampa e.n.a.v., è quella di una persona al corrente di tutto, ma abbastanza scaltra dal nascondere la verità delle cose e scaricare le responsabilità dell'ente per il controllo dei voli. Un ente che tutto fa, tranne che controllare i voli. In pratica non chiudono un occhio, ma tutti e due. Ciò non toglie che, ad un certo punto, qualche parola di troppo è sfuggita al furbo dipendente di Stato e ciò è sufficiente per dipingere il quadro della situazione.

    RispondiElimina
  48. Sandra ha detto:
    I giuramenti non ufficiali non interessano e vanno esclusivamente equiparati alle barzellette (checché ne pensino i tantissimi traditori dentro e fuori i palazzi). I giuramenti occulti se li riportino esclusivamente sulle loro personali carte igieniche.

    Cara Sandra,frasi migliori non le potevi trovare!!.
    Oggi giornata di ordinaria geofollia con largo uso di scie persistenti.

    RispondiElimina
  49. Questo schifo non lo fanno vedere nei servizi meteo. Come mai?

    RispondiElimina
  50. Nel pomeriggio di oggi ancora innoque velature su Grado e l'Alto Adriatico accompagnate da aerei che producevano vere e proprie nubi.

    Parlo bene così, Col. Brigadier Generale Costante De Simone?

    RispondiElimina
  51. Hai dimenticato di dire che ciò avviene perchè al kerosene miscelano acqua! ^__^

    "Water in jet fuel - It is very important that jet fuel be free from water contamination".

    RispondiElimina
  52. straker, se ti riferisci a me, io non ho alcun blog...

    RispondiElimina
  53. intanto l'infame guerra imperialista continua...
    http://globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=20445

    RispondiElimina
  54. Giulia, l'articolo della Pellat è di un nitore assoluto, di un'icasticità straordinaria.

    Sandra, validissime considerazioni le tue.

    Ciao

    RispondiElimina
  55. I servizi meteo sono ad uso e consumo del popolino. Vulgus vult decipi et decipiatur.

    RispondiElimina
  56. Un'altra banca di semi … andata?
    The destruction of the world’s oldest seed bank appeared certain after a Russian court last week ruled that technically it didn’t exist.
    Hope for saving famed seed bank hangs on Medvedev inquiry
    http://www.digitaljournal.com/article/296191


    segnalato anche da Blondet

    EVACUATE NOW!: This is Not a Drill
    http://www.veteranstoday.com/2010/08/15/evacuate-now-this-is-not-a-drill/




    Daily brief: floodwaters to stay until the end of August

    http://afpak.foreignpolicy.com/posts/2010/08/19/daily_brief_floodwaters_to_stay_until_the_end_of_august


    FLUORIDE TRUTH hits the TV in AUSTRALIA
    http://www.youtube.com/watch?v=nZBRBPgTOt0

    RispondiElimina
  57. American Biological Weapons
    h t t p : / / w w w . tanker - enemy . tv / american - biological - weapons . htm

    Il file è stato sottoposto a nuovo rendering, onde rimuovere le precedenti aberrazioni video.

    RispondiElimina
  58. Il mese scorso, durante i giorni più roventi, uno dei meteo speakers di un canale che non nomino ha offerto un siparietto fantastico.Aveva gli occhi strabuzzati, la pelle sfatta e sudaticcia e si notava chiaramente che non sapeva cosa dire, come se parlare di previsioni quel giorno fosse il più arduo esame da affrontare nella sua vita.
    Ha cominciato ad affiancare, senza un adeguato sostegno sintattico, termini come "velature", "ma anche calore","non si prevede ancora per quanti giorni", fino ad arrivare ad alcuni secondi di mutismo.E' stato, quindi un crescendo di ridicolo ed assurdità tali da far impallidire il migliore fantozzi.

    RispondiElimina
  59. Sanno bene di mentire e così si incespicano. Famosa è la salivazione azzerata del Guido Guidi.

    RispondiElimina
  60. A queste merde non devono stare simpatiche le nuvole :

    http://www.youtube.com/watch?v=9SAiqXaUT-8

    E molto tempo che non si vedono le merde,proprio ogni tanto...ma i tankers da aerosol che costeggiano l'adriatico su e giu si sono rifatti vedere. Hanno la stessa caratteristica di volo ma non si vede aerosol !

    Gas ?

    RispondiElimina
  61. VISITOR ANALYSIS
    Referrer No referring link
    Host Name
    IP Address xxx.xxx.x.xxx [Label IP Address]
    Country Italy
    Region Lazio
    City Rome
    ISP Ente Nazionale Assistenza Al Volo

    Visit Length 23 mins 34 secs
    VISITOR SYSTEM SPECS
    Browser IE 6.0
    Operating System WinXP
    Resolution 1024x768
    Javascript Enabled

    RispondiElimina
  62. American biological weapons - The San Francisco incident

    During the XXth century, American and British armies used biological weapons (bacteria and viruses) on the unaware people. Especially by means of aircrafts, they spread any kind of poison in order to study and verify the consequences of biological and chemical elements. In 1950 U.S. Army tested Serratia marcescens, a bacterium which causes pneunomia, on San Francisco unaware citizens: some people died. 

    RispondiElimina
  63. TankAlliance, se prima di sparare cazzate imparassi l'ortografia, sarebbe cosa buona e giusta. Ma è pretendere troppo... mi rendo conto. Al Ministero solo quelli come te si possono permettere e nulla di più, visto il livello infimo di mandanti ed esecutori.

    Mi piacerebbe un parere di qualcuno che vive nelle vicinanze di questo aeroporto per sapere se veramente ci sono aviocisterne vaganti clandestine ho è il solito visionario

    RispondiElimina
  64. TankAlliance - luca88sd al secolo Luca Girau (Gavoi - Sardegna).

    RispondiElimina
  65. http://freeskies.over-blog.com/article-senza-ulteriori-commenti-55687078.html

    RispondiElimina
  66. Infatti non occorrono commenti, se non che non ce n'è uno che non sappia quelle cose, più tutto il resto, comprese le scie chimiche.
    Per colpa di questa gente siamo costretti a sopravvivere fra menzogne d'ogni sorta e le conseguenze delle azioni criminali di questi delinquenti, fra i quali, molti assassini.
    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  67. a volte kossiga diceva cose interessanti...peccato che pure lui fosse un infame...

    RispondiElimina
  68. http://scienzamarcia.altervista.org/app2.html

    RispondiElimina
  69. Luca,se si comportano cosi' con i loro concittadini figuriamoci con gli altri!.
    Gente tarata al cervello,irrimediabilmente perduto durante il loro "addestramento".
    Porci solo porci e mi scuso con i maiali,animali ben piu' nobili di tale feccia.

    RispondiElimina
  70. IP Address: xxx.xxx.xxx.xxx [Label IP Address]
    ISP: United Nations World Food Programme
    Entry Page Time: 20th August 2010 18:05:56
    Visit length: 14 mins 43 secs
    Browser: IE 8.0
    OS: WinXP
    Resolution: 1024x768
    Location: Rome, Lazio, Italy

    Entry Page: http://www.tanker-enemy.tv/neurotoxic-syndrome.htm
    Exit Page: http://www.tanker-enemy.tv/neurotoxic-syndrome.htm
    Referring URL: http://www.tankerenemy.com/

    RispondiElimina
  71. Luka, avevo letto l'articolo che segnali: contiene dati di notevole interesse. I radar come arma meteo? Probabile.

    Damocle, prima o poi sarà presentato loro il conto e sarà salato.

    Ciao

    RispondiElimina
  72. Luka78, e’ molto interessante la notizia ed il blog che hai postato, nello stesso sito ho trovato questo possibile scenario futuro in un documento pubblicato dalla Rockefeller Foundation:

    Nel 2012, la pandemia che il mondo aspettava da anni è finalmente arrivata. Diversamente dal H1N1 del 2009, questo nuovo ceppo di influenza, portato dalle anatre selvagge, è stato estremamente violento e letale. Persino le nazioni meglio preparate alla pandemia sono state rapidamente travolte, quando il virus ha invaso il mondo, contagiando circa il 20% della popolazione globale, e uccidendo 8 milioni di persone in soli sette mesi, in maggioranza giovani adulti sani. La pandemia ha avuto anche un effetto letale sulle economie: il movimento internazionale, sia di persone che di beni, si è improvvisamente bloccato, indebolendo industrie come quella del turismo, ed interrompendo le catene globali di rifornimento. Persino a livello locale, negozi ed uffici normalmente pieni di attività sono rimasti improvvisamente vuoti. La pandemia ha colpito tutto il mondo, ma ha fatto vittime in maniera sproporzionata soprattutto in Africa, nel Sud Est Asiatico e in America Centrale, dove il virus si è sparso con la rapidità del fuoco in assenza di protocolli ufficiali per contenerlo. Ma persino nei paesi più sviluppati, il contenimento è stato un grosso problema. La politica iniziale degli Stati Uniti di “scoraggiare vivamente“ i cittadini dal viaggiare in aereo si è dimostrata letale per la sua troppa indulgenza, ed ha accelerato la diffusione del virus, non solo negli Stati Uniti ma anche oltre frontiera. Nonostante tutto, alcuni paesi se la sono cavata meglio, in particolare la Cina: la rapida imposizione da parte del governo cinese di una quarantena obbligatoria per tutti i suoi cittadini, accompagnata dalla chiusura ermetica istantanea di tutte le sue frontiere ha salvato milioni di vite, fermando la diffusione del virus molto prima che in altri paesi, e permettendo in seguito un più rapido recupero.

    Il governo cinese non è stato l’unico a prendere misure estreme per proteggere i propri cittadini dal rischio del contagio. Durante la pandemia, diversi leader nazionali hanno fatto pesare la propria autorità e hanno imposto regole e restrizioni severissime, dall’obbligo di portare mascherine al controllo della temperatura corporea all’ingresso di spazi comuni come le stazioni o i supermercati. Anche dopo la fine della pandemia, questo controllo autoritario sui cittadini e sulle loro attività è continuato, e si è addirittura intensificato. Al fine di proteggersi dalla diffusione dei crescenti problemi globali - dalle pandemie al terrorismo transnazionale, dalle crisi ambientali all’aumento della povertà - diversi leader nel mondo hanno stretto ancora più fortemente il pugno del potere.

    continua...

    RispondiElimina
  73. ...continua

    Inizialmente il concetto di un mondo più controllato aveva ricevuto grande accettazione ed approvazione. I cittadini erano disposti a cedere parte della propria indipendenza e della propria privacy a governi più paternalistici, in cambio di maggiore sicurezza e stabilità. I cittadini erano più tolleranti e perfino desiderosi di ricevere direzione e controllo dall’alto, e i leader nazionali ebbero così mano libera nell’imporre l’ordine nel modo in cui preferivano. Nei paesi più sviluppati questa accresciuta forma di controllo si concretizzò in vari modi: documentazione biometrica personalizzata per tutti i cittadini, ad esempio, unita a regole più severe per le industrie ritenute vitali per l’interesse nazionale. In molti paesi sviluppati questa cooperazione forzata, insieme a nuove regolamentazioni ed accordi, ha portato lentamente a restaurare l’ordine, e – cosa molto importante - la crescita economica. Nel mondo in via di sviluppo invece le cose sono andate molto diversamente. L’autorità dall’alto ha assunto diverse forme in paesi diversi, a seconda del calibro, delle capacità e delle intenzioni dei loro leader. Nei paesi con forti leader “illuminati”, il livello economico e la qualità della vita dei cittadini sono generalmente cresciuti. In India, ad esempio, la qualità dell’aria è migliorata drasticamente dopo il 2016, quando il governo ha messo fuorilegge i veicoli inquinanti. Nel Ghana, l’introduzione di ambiziosi programmi governativi per migliorare le infrastrutture di base ed assicurare la disponibilità di acqua pulita per tutta la popolazione, ha portato ad un rapido declino delle malattie dovute all’acqua infettata. Questo tipo di leadership autoritaria però ha funzionato meno bene - ed in certi casi in modo tragico - in paesi comandati da elites irresponsabili, che hanno usato il loro maggiore potere per perseguire i propri interessi sulle spalle dei cittadini.

    La narrativa "Lock Step" prosegue spiegando come la forbice del progresso tecnologico si è allargata, fra i paesi avanzati e quelli in via di sviluppo, lasciando però che le grandi corporations arrivassero al totale controllo di tale progresso, che avrebbero finalizzato solamente a scopi di lucro, trascurando la ricerca e le innovazioni dirette a risolvere i problemi globali su larga scala. (Sempre cattivissime, queste corporations).

    Intorno al 2025 - conclude la narrativa - la gente cominciava a mal tollerare questo pesante controllo dall’alto, nel quale erano sempre il leaders a fare le scelte per tutti. Dovunque gli interessi nazionali si scontrassero con quelli individuali nascevano conflitti. Sporadiche reazioni di rifiuto iniziarono a comparire e diventare sempre più organizzate e coordinate, man mano che la gioventù, scoraggiata nell’aver visto le proprie possibilità svanire nel nulla - soprattutto nei paesi in via di sviluppo – scatenava sollevazioni popolari. Nel 2026 una protesta popolare in Nigeria abbattè il governo, accusato di nepotismo e di corruzione. Persino coloro che favorivano l’accresciuta stabilità e la prevedibilità di questo mondo iniziarono a sentirsi a disagio, imbrigliati dall’enorme quantità di regole e limitati dai confini nazionali. Si sentiva nell’aria che prima o poi qualcosa avrebbe inevitabilmente travolto il nitido ordine che i governi del mondo avevano lavorato così duramente per stabilire.

    Basterebbe l’ultima frase per commentare l’intero articolo.

    Luogocomune

    Pubblicato da marco cedolin a 13:48

    http://ariachetira.blogspot.com/2010/08/il-nuovo-ordine-mondiale-scopre-le.html

    RispondiElimina
  74. buona fortuna a chi lotta contro i grandi criminali infami.

    RispondiElimina
  75. Zret, vogliamo dedicare la pagina di Nietzsche da te riportata alla memoria di Franz Kossiga?
    Le considerazioni del filosofo tedesco calzano a pennello.

    Ma quanti scribacchini prezzolati si sono prodigati nel tentare di dare lustro alla figura del farabutto scomparso! Come se non sapessimo in partenza che non gliene fotte un fico secco a nessuno che quel vecchio catto-massone se ne sia andato.

    Giornalismo ufficiale uguale fiera delle ipocrisie e delle falsità.

    RispondiElimina
  76. Carissimo Paolo, l'ipocrisia regna sovrana e così molti vestono le gramaglie e si fingono costernati per la morte di Kossiga. Credo, invece, che qualcuno se ne rallegri, temendo che colui avrebbe potuto rivelare qualche altro brandello di segreto destabilizzante.

    "Catto-massone" è termine acconcio: invero, quasi tutti i chiericuti importanti sono "muratori" ed è difficile distinguere tra Chiesa di Roma e Massoneria.

    Ciao

    RispondiElimina
  77. kossiga sapeva molti segreti, come molti altri politici, ma purtroppo faceva parte del sistema infame.
    http://www.pieroricca.org/2010/08/18/francesco-cossiga-2/

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis