sabato 19 giugno 2010

Le scie chimiche sterminano i pipistrelli

Nel dossier "Eco-apocalypse now 2", Alessio Mannucci passa in rassegna i principali disastri ambientali di questi ultimi anni. Abbiamo estratto la parte dedicata alla moria dei pipistrelli, problema che affligge, negli Stati Uniti, soprattutto la California ed il New England. I biologi non riescono a comprendere la radice del grave fenomeno, ma le scie chimiche, come avvertono l'agronoma Rosalind Peterson ed il giornalista Michael Murphy, sono all'origine di questa ennesima tragedia ecologica, preludio di altre catastrofi.

La moria dei pipistrelli è stata notata nei nevosi stati di New York, Vermont e Massachusetts, le cui caverne o vecchie miniere sono siti d’ibernazione [1] di questi mammiferi. I biologi dell'Environmental Conservation Department hanno tentato un censimento in quattro grotte e miniere dello Stato di New York, calcolando che il 90% degli animali, che vi avevano svernato in letargo, è morto. Li si è visti uscire d'inverno in pieno giorno dalle caverne, mentre di solito volano di notte e d’inverno vanno in letargo e morire sbattendo le ali nella neve. La malattia che li uccide - chiamata “Sindrome del naso bianco” - ha cause sconosciute: si suppone sia un virus o un batterio, un'intossicazione da inquinamento o un disordine metabolico. Dieci laboratori statunitensi stanno vagliando tutte le ipotesi, ma, per ora, senza esito.

In una sola grotta presso Albany, dove erano stati contati 15.584 pipistrelli nel 2005, ne sono stati trovati 6.735 nel 2007, ma appena 1.500 quest’inverno. Alcuni studiosi sospettano che il motivo della strage possa essere un pesticida, introdotto di recente per stroncare il virus del Nilo. [...] Altri gruppi di biologi stanno monitorando il comportamento degli insettivori durante il letargo nella caverne per mezzo di telecamere ad infrarossi, per vedere quante volte si svegliano durante l'ibernazione e per misurare la temperatura corporea del branco.

Il professor Thomas Kunz, biologo della Boston University, ha studiato i resti dei pipistrelli uccisi dal misterioso male ed ha notato che sono anormalmente magri, mancanti del grasso - specie del cosiddetto "grasso bruno", una sorta di accumulo che si trova tra le scapole e che fornisce l'energia per il primo volo agli animali che escono dal letargo. Le femmine, così magre, non raggiungono l'ovulazione e quindi, anche se sopravvivono, non partoriscono (nelle specie studiate, ogni femmina genera solo un figlio l'anno, il che rende concreto il pericolo di estinzione). "La presenza dei pipistrelli nel Texas consente ai coltivatori di cotone di salvare da un sesto ad un ottavo del raccolto, perché le nottole divorano gli insetti nocivi", ricorda la dottoressa Elizabeth Buckles, specialista in mammiferi della Cornell University: "La falcidia in corso - mezzo milione di insettivori scomparsi nel solo Vermont - avrà di sicuro effetti economici. Li constateremo la prossima stagione, come sovrabbondanza di insetti infestanti".


[1] Ibernazione: fenomeno per cui certi animali, quando la temperatura scende sotto il limite compatibile con le attività vitali, cadono in uno stato di torpore o di sonno.

Fonte: Quantico-appunti






Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

87 commenti:

  1. Confermo, abitando in campagna i pipistrelli si sono sempre visti tutti gli anni tranne questo. Tutte le sere giravano attorno al lampione davanti a dove abito. Quest'anno sono riuscito ad avvistare un solo pipistrello a maggio e per di più solo per pochi giorni dopodichè è scomparso. Oltre all'enigmatica "sindroma del naso bianco", credo che questi animali patiscano anzitutto le scie chimiche e l'attività elettromagnetica di Haarp. Davvero un brutto segnale. Ai vari enti pubblici che frequentano questo blog, lancio questo messaggio: "smettetela subito prima che sia troppo tardi".

    RispondiElimina
  2. Gigetto, sino a qualche anno fa, si vedevano i pipistrelli che catturavano le falene, ma scomparse le falene, non si sono viste più neanche le nottole. Si può immaginare quali danni causino le onde elettromagnetiche a questi mammiferi.

    Ciao

    RispondiElimina
  3. Un caro ringraziamento ai bastardi che portano avanti questa infamia,all'inferno cè un posto tutto per voi,già prenotato.
    Avevo un nido di pipistrelli qui vicino,spariti.

    RispondiElimina
  4. Anche qui la sera si vedevano volteggiare decine di pipistrelli. Ora neanche uno.

    RispondiElimina
  5. Ripropongo questo articolo dell'ottimo Bojs.

    http://zret.blogspot.com/2007/08/il-controllo-totalitario-di-internet.html

    Damocle, la Gehenna attende gli avvelenatori ed i loro portavoce.

    RispondiElimina
  6. Oggi sono stato nella solita rosticceria dove ogni tanto prendo uno dei loro favolosi polli allo spiedo,li credevo gente assuefatta al sixtema invece partendo dal tempo siamo finiti all'11/9 e sapevano tutto,pure delle scie si erano accorti solo che non ne parlavano per paura di essere presi per paranoici!.Sono preoccupati ma non sanno che fare come molti altri,la massa critica cè bisogna innescarla perchè scoppi.
    Ho dato loro un paio di dvd perchè li facciano girare,vedremo.

    RispondiElimina
  7. rileggendo i post precedenti, confermo in pieno la grandinata di giovedì 17 giugno.
    sono caduti molti rami dagli alberi, anche grossi.
    stamattina inece il tg5 sosteneva che la grandinata a firenze ha avuto luogo ieri (ven. 18). non hanno parlato dei danni, nè della tromba d'aria, nè soprattutto dell'anomalia di questo tempo.
    subito dopo, servizio sul golfo del messico, dove asseriscono che obama è infuriato con la bp, e che la venuta di kevin costner con soluzione al seguito risolverà tutto...

    qui ancora qualche lucciola e qualche pipistrello se ne vedono. ma li guardo considerando che potrebbero essere gli ultimi esemplari che mi si presentano agli occhi.

    RispondiElimina
  8. Il TG5 di Rossella O'Hara...

    "Domani... è un altro giorno...". Sì, di cazzate sparate nei TG.

    RispondiElimina
  9. A Roma, in un supermercato a diffusione nazionale, ho acquistato un anno fa una casa per pipistrelli da appendere all'esterno.
    Lo scopo è quello di far proliferare la specie per combattere naturalmente le zanzare.
    QUalche giorno fa, i pipistrelli sono scomparsi dalla casa.

    Ho provato a chiedere informazioni al supermercato e mi hanno confermato di aver ricevuto la stessa lamentela da molti clienti.

    Questa è la prova di come la specie stia reagendo male alle modificazioni clmatiche indotte ed all'attività Haarp.


    NOn possiamo permettere tutto questo!

    RispondiElimina
  10. http://firenze.virgilio.it/primopiano/tromba-aria-grandine-firenze-danni-caos.html

    RispondiElimina
  11. Proprio di pipistrelli si fa un gran parlare in questi giorni sui tg nazionali, consigliando di usarli contro le zanzare, visto che se ne cibano e ne fanno fuori circa 2000 al giorno.
    Consigliando di comprare la Bat-Box (bisognerebbe poi vedere chi la produce) il servizio diceva che se entro 2 anni il pipistrello non ci va abitare, la si può riporre perchè evidentemente al pipistrello non gli aggrada il posto, o forse anche perchè il PIPISTRELLO IN ITALIA E' UNA SPECIE IN VIA D'ESTINZIONE (han detto proprio così durante il servizio).
    Dato che di zanzare ne ho constatato la presenza assillante già a febbraio (non è che me lo invento, ho fatto un video in un bagno pubblico dove solo nel box dove ero io ce ne erano 17 sui muri vive e vegete) direi che di mangiare non gliene mancherebbe.

    Certo è che il pipistrello è sicuramente uno degli animali che in natura risente maggiormente di eventuali interferenze della banda magnetica.
    E' dotato infatti di un sistema incredibile: quasi cieco, riesce a spostarsi col suo sistema di orientamento (una specie di sonar) chiamato ecolocazione, tramite una complessa tecnica di invio e ricezione di ultrasuoni permette loro di localizzare gli oggetti nello spazio.

    Ecco quindi che interferenze probabilmente causate da onde elettromagnetiche in atmosfera possono causare ad un siffato animale grossi danni, non consentendogli di orientarsi, e quindi di cibarsi, e senza cibo potrebbe anche morire, almeno che non sviluppi in breve tempo sofisticate qualità da asceta.

    Simile è il discorso degli spiaggiamenti delle balene, che storicamente è vero sono sempre esistiti, ma negli ultimi tempi gli episodi sono sempre più frequenti.

    Chissà come mai???

    RispondiElimina
  12. siamo pecore, dobbiamo seguire qualcuno, sappiamo della merda della finta politica, sappiamo della crisi, sappiamo di tutto...
    ma senza un leader, un' eroe, rimaniamo pecore...

    RispondiElimina
  13. vedete sull'argomento questa puntata di Geo e Geo:

    http://www.youtube.com/watch?v=vNWEaqdOjVA&feature=related

    RispondiElimina
  14. (min 2:10)

    - Da cosa sono minacciati i pipistrelli oggi?

    - Fondamentalmente dalle modificazioni ambientali, la crescente atropizzazione, la modificazione delle campagne, dall'inquinamento.

    - Quindi ci sono sempre meno insetti per lor, è questo il problema?

    - Si....

    OK, QUELLE ZANZARE CHE HO NEL VIDEO ME LE DEVO ESSERE SOGNATE ALLORA

    RispondiElimina
  15. A tal proposito non dimentichiamo la comunicazione e il sistema di spostamento di molti cetacei, che sfruttano proprio le onde a bassa frequenza e il ritorno in modo da elaborare ostacoli, prede ecc. motivo principale dei sempre più frequenti casi di spiaggiamento...

    RispondiElimina
  16. in un allevamento di vacche, viene fornito loro il cibo necessario per vivere, vivono per lavorare e fornire un beneficio, vengono tenute al chiuso e fatte uscire regolarmente, anche liberamente, ma la sera, tornano alla loro dimora, anche senza l'aiuto necessario del pastore.
    l'area di pascolo è recintata per il loro bene e la loro sicurezza. se una di loro esce dal recinto, viene subito inseguita e riportata al loro posto, con tanto di scuse da parte dei pastori ai vicini di casa.
    sono dotate di un "orecchino" identificativo, che viene impiantato senza che glielo avessero chiesto. alla fine quando una di loro sparisce, nessuno si domanda cosa sia successo. l'importante è avere la mangiatoia piena, e quella non manca mai.

    RispondiElimina
  17. @ luca
    non so di che parti sei di firenze, ma hai notato il piper che sorvola la città, quasi continuamente? con il sereno e con la pioggia?

    RispondiElimina
  18. http://www.youtube.com/watch?v=5DNfOT6HWd0

    RispondiElimina
  19. Mercury, il sorvolo di un piper non mi sembra debba destare preoccupazioni di sorta!

    RispondiElimina
  20. @Straker

    ti aggiorno sulle "ultime novità" del 3D su CN:

    detto in due parole, avresti falsificato questo video: http://www.youtube.com/watch?v=Omf6Gt_iTvM

    RispondiElimina
  21. La parola all'"esperto" del Gruppo Italiano Ricerca Chirotteri, tale Marco Riccucci, il quale dichiara quanto segue:

    La WNS sta decimando le colonie americane (la stima attuale è di 1,5 milioni di pipistrelli morti) ma è importante sapere che questa epidemia non è presente in Europa (nè in alcuna altra parte del mondo).
    Il fungo Geomyces destructans, che in USA è associato alla malattia, è presente anche in Europa, ma da noi i pipistrelli con il fungo bianco non presentano alcun sintomo e sono vivi e vegeti; quindi nessuna “syndrome” , nessuna malattia in Europa (e in Italia). Il recente articolo sul rinvenimento in Francia di un pipistrello con il fungo Geomyces destructans conferma pienamente questo dato ma la notizia è stata invece male interpretata creando un panico del tutto ingiustificato.
    Sono in corso di pubblicazione articoli che riportano la presenza di G. destructans su chirotteri di almeno otto stati europei, sempre senza alcuna mortalità di massa del tipo di quella americana.
    E’ probabile che anche in Italia si scoprirà la stessa situazione: presenza del fungo ma nessuna malattia, nessuna WNS.
    Già un articolo del 1962 attestava la presenza del genere Geomyces (altre specie, non il G.destructans) nel terreno di grotte piemontesi, senza alcuna conseguenza per i pipistrelli presenti.
    Tra le ipotesi vi è quella che il G. destructans, presente in Europa, abbia acquisito virulenza una volta trasportato accidentalmente negli USA (da speleologi?). In altre parole, i chirotteri europei potrebbero essere resistenti all’azione distruttiva del fungo bianco. Del resto si possono ricordare le epidemie disastrose causate nelle Americhe dagli europei dopo la scoperta di Cristoforo Colombo.
    Ripeto che è importante informare in modo corretto e prendere in ogni caso le opportune precauzioni per evitare di diffondere, al di là della WNS, ogni possibile organismo da una cavità all’altra, il che può costituire sempre una forma, anche pericolosa, di inquinamento biologico.
    Se è vero che da noi la WNS non c’è, è anche vero che potrebbero pur sempre manifestarsi forme nuove di questa malattia o anche infezioni ancora ignote.
    Purtroppo malattie sconosciute sono sempre in agguato, come è avvenuto per la chitridiomicosi degli anfibi e il “Colony Collapse Disorder” delle api.

    Un cordiale saluto.

    Marco Riccucci
    -----------

    L'esperto dimentica di specificare che il fungo Geomyces destructans è stato descritto come nuova specie solo un anno fa, proprio nell'ambito degli studi per capire le cause della "white nose syndrome". Difficile quindi credere che fosse già presente in Europa.
    E se invece fosse arrivato qui sull'onda (o meglio sulla scia) di un fenomeno molto più globale e devastante di quanto non lo siano gli speleologi?
    e se addirittura - per assurdo, ma neanche troppo visti i precedenti - si trattasse di una nuova specie creata in laboratorio proprio come arma biologica e diffusa insieme agli altri agenti patogeni nell'atmosfera?
    Purtroppo per il nostro studioso tutto intento a tranquillizzarci, le preoccupazioni sono giustificate e concrete, dato che il fungo si sta diffondendo tra le colonie di pipistrelli anche in Europa, e anche qui causa debilitazione degli esemplari, sebbene ancora non si abbiano testimonianze di morie di massa come negli USA. Ma forse è solo questione di tempo...

    A questo link un approfondimento degli scopritori del fungo legato alla sindrome:

    http://botit.botany.wisc.edu/toms_fungi/may2009.html

    RispondiElimina
  22. Un altro fattore che incide negativamente sui pipistrelli sono le primavere e le estati piovose: nelle circa 30 specie italiane i piccoli nascono intorno a giugno-luglio. Il clima freddo e piovoso (come quello fuori stagione di questi giorni) limita le possibilità di caccia, e la conseguente malnutrizione compromette sia la gravidanza che l'allattamento dei piccoli, che così hanno minori capacità di sopravvivenza.

    RispondiElimina
  23. Detto in due parole, avresti falsificato questo video: http://www.youtube.com/watch?v=Omf6Gt_iTvM


    Ma LOL! 0_O

    RispondiElimina
  24. Giulia, le evidenze sono di fronte a tutti, eppure c'è ancora un manipolo di cerebrolesi che va in giro a scrivere che il tutto è stato cagionato da un falsificatore di professione, che sarei io.

    NO COMMENT! Qualcuno si accorgerà troppo tardi del danno arrecato alla comunità in questo disonesto modo.

    RispondiElimina
  25. Giulia, credo si tratti di un fungo manipolato in qualche laboratorio e poi diffuso per via aerea.

    Ciao

    RispondiElimina
  26. Caro Straker, ma c'è davvero qualcuno che legge quello che scrivono i falsari? se non i loro stessi amici pagati per mentire?
    anche senza telemetro, qui basta conoscere le quote dei monti circostanti per vedere quanti aerei sorvolano a quote inferiori ai 2000 metri!!

    RispondiElimina
  27. Zret, lo credo anch'io. Niente di più facile.
    Ciao

    RispondiElimina
  28. Giulia, senza dubbio hai ragione, tanto è vero che durante un sabato di pesante irrorazione decidemmo di partire per la montagna e lì potemmo verificare che la cappa artificiale che copriva completamente Sanremo, era sotto di noi.

    RispondiElimina
  29. mercury, non ho visto il piper, ma non credo che quello sia un problema...

    RispondiElimina
  30. http://www.ditadifulmine.com/2010/05/white-nose-syndrome-la-malattia-che.html

    RispondiElimina
  31. Giulia ti rispondo io.
    Si esiste gente che ci guarda sul serio... ho un amico che siccome ha guardato un documentario Debunkers su youtube adesso SA TUTTO sulle scie chimiche, ed è, momentaneamente, inconvertibile alla verità.

    Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
  32. Coincidenza vuole che, in presenza della nave scuola Amerigo Vespucci alla fonda davanti il porto di Sanremo, le attività clandestine di aerosol si sono magicamente interrotte.

    RispondiElimina
  33. anche io purtroppo confermo la scomparsa dei pipistrelli:

    due anni fa, ricordo molto bene, erano presenti moltissimi pipistrelli. un anno fa, erano già molti di meno, ma erano sempre numerosi.
    quest'anno, invece, sono COMPLETAMENTE scomparsi. neanche uno. eppure lo scorso anno c'erano, e molti. quindi è evidente che qualcosa è cambiato, e non bisogna essere dei premi nobel per capirlo. prima c'erano, e adesso non ci sono più, neanche uno.

    lo stesso discorso vale anche per le farfalle, le lumache e le chiocciole. stanno scomparendo a velocità impressionante, e la gente non si rende conto che prima o poi toccherà a loro. di questo passo più prima che poi

    RispondiElimina
  34. "Coincidenza vuole che, in presenza della nave scuola Amerigo Vespucci alla fonda davanti il porto di Sanremo, le attività clandestine di aerosol si sono magicamente interrotte."

    io rivolgo tutte le mie maledizioni all'aeronautica militare, ma bisogna anche ricordare che la marina militare collabora con i suoi aerei di piccole dimensioni. all'aeroporto di pisa c'è un aereo della marina che va e viene continuamente. tempo fa avevo postato la foto, adesso la cerco e ve la mostro

    il caso vuole, forse per il vento o altro, che il cielo, oggi, sia azzurro. cioè normale. forse è perchè martedì le scie sono in prima serata ed i nostri amici non vogliono attirare l'attenzione. perchè oltre alla trasmissione vera e propria, la sola pubblicità di mistero è davvero pericolosa per questa gente. infatti, lo spot pubblicitario viene trasmesso raramente. alla gente col cervello ancora funzionante, basta poco per svegliarsi

    RispondiElimina
  35. bannato per l'ennesima volta (e per motivi imperscrutabili) dal forum di CN. Stanno perdendo il controllo della situazione...

    RispondiElimina
  36. Viviamo in un epoca di perenni "coincidenze" con buona pace di Agatha Christie,noi sappiamo benissimo che invece sono delle sfacciate prese per il culo con buona pace di chi cerca di farcele digerire.

    RispondiElimina
  37. http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_dallapuglia_NOTIZIA_01.php?IDNotizia=344897&IDCategoria=1

    RispondiElimina
  38. Mi dicono che sta nevicando ,orora a cortina ,Colfosco...qui bel tempo con pioggia pulita..non spruzzano da molto..forse l'afa era troppa !...ma oggi non è solstizio ?.....eeeeh il climate change !

    RispondiElimina
  39. grazie straker e luca. meglio così, una preoccupazione in meno.
    per quanto riguarda la giornata di ieri, era prevista pioggia tutto il giorno. a tratti scaricava una pioggia fitta e battente per alcuni minuti, e poi la calma più assoluta. durante alcune brevi schiarite scie persistenti e velature reganvano sopra la perturbazione. forse è questo che non ha fatto piovere come previsto.
    stamattina invece ha fatto una scarica di pioggia di alcunu secondi, veramente saranno stati 10/15 secondi, come se avessero acceso un tasto on/off.

    http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/10_giugno_20/estinzione-razza-umana-marchetti_d0d140f8-7c4e-11df-bd5b-00144f02aabe.shtml

    "Nel 2006 era, invece, toccato all’esimio professor James Lovelock lanciare l’allarme circa una diminuzione della popolazione mondiale nel prossimo secolo, quantificabile in 500 milioni di unità, a causa degli effetti del riscaldamento globale"

    500 milioni, come dicono le gude-stones

    RispondiElimina
  40. Oggi a Roma freddo autunnale, cielo nuvoloso e rumore di sottofondo di aerei.
    Come se fosse una novità, in tarda mattinata temporale chiaramente indotto, che sta continuando tutt'ora.
    A conferma della genesi naturale del fenomeno, in prima mattinata, a seguito di un diradamento degli strati più bassi della copertura nuvolosa, era chiaramente osservabile all'orizzonte un sottile strato di copertura che rifletteva la luce del sole con riflessi argentei.
    Vorrei proprio che qualcuno degli illuminati mi spiegasse cosa fosse!!

    RispondiElimina
  41. Meteo per Toscana
    18°C
    Condizioni correnti: Rovesci
    Vento: verso S a 8 km/h
    Umidità: 76%
    oggi, 20 giugno.

    RispondiElimina
  42. Riscaldamento globale? Il vecchiarello dà i numeri. Qua siamo di fronte a sconvolgimenti climatici provocati e, viste le conseguenze, lo sterminio di varie specie è assicurato. Dal momento che hanno in mano i mezzi per fare il cavolo che vogliono, come prosciugare le nuvole e non far piovere tatticamente in certe località, e parallelamente scatenare nubifragi altrettanto tattici con acqua e ghiaccio in altre (quelle intensamente coltivate per esempio, che poi subiscono incalcolabili danni). L'acqua può essere dannosa sia in carenza che in eccesso; non parliamo della grandine. La costante presenza di scie anche dopo un rovescio che dovrebbe restituire il cielo limpido ed azzurro conferma l'artificialità dei fenomeni, peraltro previsti ormai dai meteorologi con eccessivo anticipo e precisione. Ma come, dicono che i disastri climatici del tipo "imprevedibile" sono sempre più frequenti ("global warming") e questi fanno previsioni da mago una settimana per l'altra? Occorre che la gente se ne renda conto (anche se noto che, in generale, i sospetti per molti aumentano).
    Il vecchietto è ottimista: cento anni mi sembrano proprio una gran sparata. Con l'avvelenamento a cui la Terra ed il cielo sono sottoposti, basta molto meno.
    Ciao

    RispondiElimina
  43. Arancino meccanico... ieri ho letto qualcosa. Sembrano la Banda Bassotti al completo.

    A minuti sarà pronto il video sulle false foto mostranti scie di condensa durante il secondo conflitto mondiale, così faremo loro fare gli straordinari.

    Confuteranno? Sì, certo... con una valanga di insulti.

    RispondiElimina
  44. Arturo,

    ieri ho avuto conferma dallo stesso Marko Germani (Markogts), che la dispersione di cemento e ioduro d'argento ha un solo inconveniente: la grandine.

    Ti dice qualcosa?

    RispondiElimina
  45. Mercury, con la mazzata finale del pozzo nel Golfo del Messico, temo che qui le cose precipiteranno.

    RispondiElimina
  46. Mr. Jones, casualmente le temperature si aggiustano quando non sciano. Che coincidenza incredibile!

    RispondiElimina
  47. Ad oggi non tutte le persone si stanno interrogando su cosa sta succedendo; gli animali penso proprio di sì.
    Le estinzioni in massa di alcuni e i comportamenti apparentemente inspiegabili di altri, sono la conseguenza di interventi artificiali grossi, incisivi e deleteri, causati dalla mano nemica dell'uomo, non dal semplice scarico di automobili o altro tipo di inquinamento urbano.

    RispondiElimina
  48. Tozzi: "E' colpa dei cambiamenti climatici".

    Che genio.

    RispondiElimina
  49. buon documentario, anche se un po' datato:

    http://www.youtube.com/watch?v=69Ivh8Mr0Dc&feature=related

    guardate nel 2003 al minuto 8:00 come sciavano impunemente basso, ora sono forse un po' più accorti concentrandosi quando possono nelle ore notturne e prime ore del giorno

    RispondiElimina
  50. Complimenti Straker.
    Ancora una volta le prove sono sotto gli occhi di tutti, grazie alla tua caparbietà ed alla tua professionalità.

    Sono proprio curioso di vedere cosa risponderanno; magari le virate nella seconda guerra mondiale, rispondevano ad altre leggi della fisica...

    Il rumore di aerei a ROma continua: sono pronto a scommettere che per domani avranno dissolto la perturbazione e faranno tornare il sole.

    Chissà cosa stanno spuzzando, visto che da qualche giorno si sentono gli aerei ma non si vedono le scie.

    RispondiElimina
  51. Grazie, Lollo. Tra l'altro mi sono accorto che uno degli aerei è addirittura inclinato verso destra.

    Per la cronaca... la nave scuola è salpata e gli aerei hanno ripreso a volare bassi su Sanremo. E' un rombo continuo. Ovviamente il radar rileva quelli a 40000 piedi, ma questi che sorvolano sotto gli strati più bassi delle nubi, non vengono tracciati in alcun modo.

    RispondiElimina
  52. Non so se già riportato,in tal caso cancellate pure.
    http://www.sciesardegna.it/editoriali/edit27.asp

    RispondiElimina
  53. Il bello è che l'interrogazione la scrivemmo noi (per Brandolini) e nella nuova interrogazione, palesemente identica, che fanno? Indicano sciechimiche.org, il sito civetta. Mah!

    RispondiElimina
  54. ma per "luoghi sperimentali" intendono tutta la penisola, ivi compresi tutti i centri abitati??

    RispondiElimina
  55. http://scienzamarcia.blogspot.com/2010/06/golfo-del-messico-verso-la-legge.html
    tutto si collega in maniera incredibile......

    RispondiElimina
  56. Il filmato sulle false contrails di Attivissimo, epoxynous (contrailscience.com), CICAP e soci, è visionabile (e scaricabile) anche al seguente link: http://www.tanker-enemy.tv/false-contrails.htm

    Fatelo girare.

    RispondiElimina
  57. qui ora piove forte, sembra pieno autunno! invece è il 20 giugno. :(

    RispondiElimina
  58. Linda Moulton Howe riferisce di una grave moria di rettili negli Stati Uniti. Pare che la Cabal stia prendendo di mira in questo perodo la Virginia Company, per poi passare ad altri obiettivi.

    Volano aerei bassi senza scia, ma spargeranno qualche veleno.

    RispondiElimina
  59. Anche qui confermo la netta diminuzione dei pippistrelli. Alcuni giorni fa ne ho visto uno in orario diurno fare decine di tentativi prima di entrare nella sua tana sotto il tetto, sembrava che nn riuscisse a trovare l'entrata. P.S.: temperatura autunnale.

    RispondiElimina
  60. Ciao Straker, sei il più grande dei de-debunker!
    Complimenti. Lo facciamo girare, sì. Ma ho paura che quelli che ho già convinto si sono convinti e basta. L'articolo su Oggi ha dato una bella spallata alla loro diffidenza.

    Qui in Lombardia, sembra di essere a Colfosco, con aerei che si sentono sopra le nuvole.

    PS: Avrei un commento sulle corporations, le amministrazioni governative e i militari, ma data la legge sui blog non mi pronuncio, lascio solo trapelare la mia rabbia.
    Ad ogni modo cito solo qualche passo dal sito natural news di ieri l'altro http://www.naturalnews.com/029023_corporations_crimes_against_nature.html

    The real terrorists, it turns out, have "Inc." after their name.

    If the world's powerful corporations are allowed to continue operating as they have done, they will destroy our world and cause the collapse of human civilization.

    There is no other way that we will survive the next century. Poisoning our planet on such a massive scale in an inexcusable act. We the People will either rise up against it, or we shall be destroyed by it.

    RispondiElimina
  61. Confermo anche per le Marche quanto ha riferito Lollo per Roma. Nuvolosità artificiale massiccia ma soprattutto per tutto il giorno non ci sono stati dieci minuti consecutivi in cui non si sentisse il rombo di un aereo.
    Neanche fossimo a Heathrow!! Quei pochi che sono riuscita ad avvistare tra gli squarci delle nuvole chimiche e le velature sovrastanti non emettevano scie di sorta.
    Eppure il cielo era più adulterato che mai.

    RispondiElimina
  62. ... per darci una smossa...

    http://translate.google.it/translate?js=y&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&layout=1&eotf=1&u=http%3A%2F%2Fbirdflu666.wordpress.com%2F&sl=en&tl=it

    RispondiElimina
  63. Ron, vuoi ridere? Paolo Bertotti (Skure) scrive: "Nessuno si è accorto che la foto originale è stata ritagliata e raddrizzata per non far notare l'inclinazione del piano alare?".

    INCREDIBILE strisciata sui vetri.

    RispondiElimina
  64. esiste per caso un link all'articolo uscito sul settimanale oggi? mi piacerebbe riportarlo sul mio account facebook

    RispondiElimina
  65. Marco, la vicenda della colossale perdita di petrolio mi preoccupa non poco. Sono cavoli amari.

    RispondiElimina
  66. Arancino meccanico, ecco il link all'articolo su Oggi On-Line:

    [ LINK ]

    RispondiElimina
  67. La7 - Ladri a casa della giornalista Silvia Resta
    http://www.vip.it/ladri-a-casa-di-silvia-resta/

    L’abitazione di Silvia Resta, giornalista de LA7, è stata rovistata da cima a fondo da ignoti che si sono introdotti nell’appartamento mentre non c’era nessuno. Ieri sera la giornalista ha trovato la porta di ingresso scardinata, ha chiamato la polizia e ha presentato una denuncia formale.

    Gli agenti della Digos hanno constatato che non mancano oggetti di valore. Quelli rinvenuti non sono stati portati via. Gli strani ladri hanno svuotato armadi, cassetti, librerie e hanno esposto in massima evidenza un libro sul disastro aereo di Ustica e la locandina della presentazione di un recente libro-inchiesta della stessa Silvia Resta sulla strage mafiosa di via dei Georgofili («La bomba di Firenze – Fantacronaca delle stragi del ‘93»).

    Nei giorni precedenti la giornalista aveva denunciato una analoga intrusione nella sua automobile: qualcuno ha rotto un vetro, è entrato, ha rovistato, ma non ha portato via gli oggetti di valore trovati. Silvia Resta è inviato speciale del Telegiornale de La7.

    Segue da anni i fatti di mafia, criminalità e terrorismo. Lo scorso novembre ha fatto molto discutere la decisione de La7 di non diffondere una sua inchiesta sulla presunta «trattativa» del 1993-’94 fra apparati dello stato e Cosa Nostra.
    Di recente la giornalista ha collaborato all’ «Osservatorio TG» di Articolo 21, ospitato negli stessi locali in cui lo scorso aprile furono effettuate due misteriose incursioni. Furono rubati i computer che contenevano le chiavi di accesso necessarie per gestire il sito dell’associazione.

    Nei giorni successivi il sito fu oscurato più volte . Furono cancellati selettivamente alcuni articoli sulla trattativa fra mafia e Stato. In particolare un articolo di Roberto Morrione fu sostituito con l’immagine di un teschio.

    RispondiElimina
  68. Domani sera a Mistero si parlerà di nuovo di scie chimiche e controllo meteo. Speriamo che le persone che si sveglieranno saranno sempre di più.
    Italia uno è un canale televisivo seguito da molti adolescenti. Pensate un pò mia cognata che ha soli 15 anni ha già digerito quasi tutto sugli argomenti scie e haarp.

    Ehi ragazzi avete visto la pagina di google oggi?
    http://www.google.it/

    E' arrivata l'estate!! Si col cxxxo!!!!
    Ci prendono anche per il cxlo!!!

    RispondiElimina
  69. Alfredo, pensi che non si tratti di una replica?

    RispondiElimina
  70. Ciao Straker, ecco le scie chimiche d'estate. Ce ne sono di tutti i tipi le X moltiplicano a formare un disegno pornografico.
    Salutiamole con infinito disprezzo e con i peggiori auspici. Se un giorno vedete delle sfere luminose in cielo forse saranno dovute alla mia incontenibile collera che si libera dalla mia testa.

    Riguardo a Silvia Resta si tratta di un messaggio chiaro che però non verrà raccolto da nessun inquirente e neppure dal TV-giornale dove lavora.

    Una certezza invece è l'aereo scomparso con 11 persone a bordo tra cui due magnati australiani impegnati nelle risorse minerarie ferrose e in affari di corruzione in giro per il mondo.
    http://www.repubblica.it/esteri/2010/06/20/news/aereo_camerun-5010605/

    Anche questi incidenti capitano ... cxxo!
    Un pensiero alle restanti 9 vittime. Certo che con i body scanner, tutto questo si sarebbe evitato! Vero?

    RispondiElimina
  71. Replica o mo l'importante è che trasmettano,magari per tutte le puntate di Mistero che restano una ripassatina non fà mai male.Grazie a Marco per il link,Straker su questa storia del golfo ho paura sia la goccia che farà traboccare il vaso,da notare che a DUE MESI dal disastro stanno messi peggio di prima,non cè la volontà di richiudere quella dannata perdita,possibile che nessuno tra tutti i governi si faccia sentire?.

    RispondiElimina
  72. Il numero 11 ricorre sempre.

    Riguardo al servizio sulle scie chimiche, sono d'accordo: anche una replica sarà certo cosa buona e giusta.

    RispondiElimina
  73. Sempre a proposito dell'immane disastro del Golfo, segnalo uno dei più completi articoli (responsabili, motivazioni, implicazioni) che mi sia capitato di leggere finora, qui:

    http://www.examiner.com/x-2912-Seattle-Exopolitics-Examiner~y2010m6d13-Evidence-BP-oil-spill-is-disaster-capitalism-by-criminal-elite-to-depopulate-and-stop-ET-disclosure

    RispondiElimina
  74. OT Balls of fire
    Ennesimo avvistamento.

    Intorno a mezzanotte mi affaccio al balcone...1.2.3....7 sfere di fuoco che arrivano dal mare..a ritmo di ogni cinque minuti arrivano e hanno la medesima direzione( arrivano in prossimita' della costa e poi in verticale verso sud),ma scompaiono o si spengono..ma credo di occultino per via della nuvolosita'.

    Piove molto dopo un paio d'ore...anche adesso,ma stamattina era una fantastica giornata..anche adesso che c'è tempo irregolare...MA NATURALE !!


    http://www.youtube.com/watch?v=OcMRq2r62xw

    RispondiElimina
  75. Certo Straker, sempre coincidenze!

    Il disastro della BP è avvenuto il 20 aprile data di nascita di Hitler (sostenuto dalla Golden Down Inglese) esattamente 121 anni dopo.

    Qui il cielo è completamente lattiginoso altre che velature!

    PS: Anche se contengo il mio disappunto (data la legge sui blog) spero che si capisca il mio stato d'animo.

    RispondiElimina
  76. Ci risiamo...
    a Roma solita giornata con cielo coperto e continuo rumore di sottofondo dei sorvoli, con pioggia che inizia e si interrompe con frequenza ripetitiva.

    Credo che stiano cercando di disgregare un fronte senza successo.

    Straker, vorrei che guardassi la foto a questo link:
    http://www.airliners.net/photo/Boeing/Boeing-777-240-LR/0855967/L/

    Un mio amico militare, mi ha riferito essere l'interno di un prototipo di Boeing 777 successivamente usato, insieme ad altri esemplari, per le irrorazioni correlate alle sperimentazioni climatiche.

    Ne sai qualcosa in più?

    RispondiElimina
  77. BluStar TV - Scie chimiche

    Parte 1:
    http://www.youtube.com/watch?v=Y-HtdS1repU

    Parte 2:
    http://www.youtube.com/watch?v=UuHojomGq9Q

    RispondiElimina
  78. Quella foto mostra i vani per i bagagli a mano e quindi, secondo il mio parere, mostra l'interno di un velivolo attrezzato per le irrorazioni dopo essere stato dismesso.

    In altri casi si trovano molte foto del tutto simili, tranne per il dettaglio non irrilevante di non evidenziare la presenza dei vani suddetti. In questi casi si tratta di velivoli attrezzati per i tests di volo per prototipi che in futuro verranno venduti per il volo civile.

    RispondiElimina
  79. COMUNICATO STAMPA (fonte: www.audiweb.it): nella giornata di Giovedi 17 Giugno, ilMeteo.it è stato consultato da 1.717.414 utenti, contro 1.678.729 de la Repubblica.it e 1.528.030 del Corriere.it. Si attesta incredibilmente quindi come il sito di informazione più visto in assoluto Italia. Inoltre è la prima volta che un sito di informazione specifica supera siti d'informazione generalisti. La concorrenza Epson si attesta a soli 673.528, poco più di un terzo... Il risultato è ottenuto grazie al lavoro continuo di ricerca scientifica che ci ha portato ad avere mediamente le migliori previsioni in Europa. Siamo consapevoli degli errori e dei limiti di questa scienza, ci scusiamo con tutti per le errate previsioni che ogni giorno inevitabilmente si verificano. Ma è solo grazie agli errori che si può migliorare. ilMeteo è una brillante azienda privata italiana che possiede un proprio centro meteo e si autosostiene grazie alla pubblicità investendo continuamente in ricerca scientifica per il bene dell'umanità. Le nostre previsioni e quindi la prevenzione ogni giorno salvano vite umane. ilMeteo non riceve contributi statali e comunitari pertanto non grava sulle tasche dei contribuenti. E' una realtà autonoma, a-politica che ha come unico obiettivo il miglioramento dell'affidabilità della previsione. E' completamente svincolata da Aeronautica e altri. E' un gioiello dell'imprenditoria italiana, nata a Padova, nel cuore del nordest, ma che, al contrario di altri, guarda all'Italia, all'Europa e al Mondo, perché la meteorologia non ha confini. Ci battiamo affinché gli storici mega-carrozzoni del meteo lascino il posto ad aziende giovani, dinamiche, innovative. Dal Gennaio 2010 ilMeteo è partner di ECMWF , il più importante centro meteo del mondo. Da Giugno 2010 è partner di MeteoFrance per un importantissimo progetto scientifico. Un grazie a tutti voi per la fiducia.

    RispondiElimina
  80. Per fare delle ottime previsioni meteo, basta considerare la "variabile scie chimiche". Per questo motivo è essenziale avere le giuste segnalazioni dai militari, i quali sono gli unici ad essere al corrente dei tempi e modi in cui verranno, nei giorni successivi, eseguite le attività di aerosol clandestine. Questo lo comprese bene anche "il nostro" Achille Pennellatore, che non ne azzeccava più una che fosse una. Questo lo hanno compreso quelli di ilMeteo.it , i quali, sempre in stretto contatto con l'aeronautica militare, sono nelle giuste condizioni operative per effettuare corrette previsioni meteo. Questa è la verità.

    RispondiElimina
  81. Anche a Genova da 4-5 anni a questa parte i pipistrelli sono praticamente spariti: li vedevo all'imbrunire in Galleria Mazzini, ora ZERO... mentre dove abitano i miei genitori nell'entroterra del Savonese i pipistrelli prosperano nonostante sia una zona irrorata (e di campagna: uso pesticidi) di chemtrails pari o + di Genova Stessa..
    nella zona dove vedevo i pipistrelli da un paio di anni è stata messa un'antenna x il WIFI free: non è che una delle ragioni della moria possa essere il disturbo dato dalle onde EM del WIFI e simili? magari interferisce con i loro sonar confondendoli al ponto da farli andare a sbattere, impedirgli di cacciare (magrezza) o farli "impazzire" mandando in tilt i bioritmi..
    Comunque x quanto ne so dai miei studi, è raro che un animale rischi di estinguersi x un solo fattore di stress: è probabile che la moria sia dovuta ad un sommarsi di cause (antenne+ scie chimiche + pesticidi + altro) che stronca la resistenza della specie.

    Se dove abitate si vedono ancora i pipistrelli la BatBox o Bat House la potete pure fare da soli: trovate le istruzioni su internet ed è un lavoro semplice fatto con materiali poco costosi, però bisogna informarsi sul punto migliore dove applicarla (così avrete un antizanzare naturale) e se avete un terrazzo o un giardino fate in modo che anche gechi aiutino a controllare le zanzare: se vedete un geco basta lasciargli ogni sera una piccola luce da parete posta in alto accesa x un oretta e lui imparerà a cacciare in zona, in breve avrete molti gechi..poi sono simpatici..

    ciao
    by
    @lice (Oltre lo Specchio)
    http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com
    http://effetto-serra.blogspot.com (x chi ancora crede alla frottola dell'effetto sera da CO2)

    RispondiElimina
  82. Ciao Alice, senza dubbio le specie animali e vegetali sono compromesse da una molteplicità di fattori. Dove abito sono scomparsi i pipistrelli, le falene, le cicale, i grilli, le zanzare (anche loro!), le lucciole, i pettirossi, le capinere, le taccole, i cardellini, le lucertole, le formiche, i bombi, le api, le farfalle, le vespe, le mosche etc.

    I passeri sono ridotti ai minimi termini; prosperano tortore, colombi, topi e soprattutto gabbiani.

    I gechi? Li vedevo sul muro prospiciente il terrazzo: sgusciavano timidi per cacciare qualche insetto. Da anni non ne vedo più. Vivo in una zona di periferia confinante con un'area rurale oggi devastata dalla cementificazione, dalle antenne e dalle scie...

    Ciao

    RispondiElimina
  83. Rispondo a Zret:

    i cambiamenti da te indicati nella tua zona sono tipici di un ambiente degradato: le specie animali decrescono e specie ruderali e infestanti come tortore dal collare (non autoctone in Italia: hanno quasi eliminato le normali tortore), piccioni e gabbiani (in pratica i mangia-spazzatura che prosperano in ambienti antropici e inquinati).. La moria di zanzare avrà dato un ulteriore colpo di grazia a pipistrelli gechi e piccoli uccelli insettivori e probabilmente è imputabile in buona parte a forte inquinamento da pesticidi (anche intenzionale: qui a Genova x tutta l'estate spruzzano pesticidi anti zanzare e erbicidi e lo fanno pure in campagna dove vivono i miei) oltre che a scie e onde EM (gli insetti essendo piccoli sono i primi ad intossicarsi seguiti da piccoli uccelli insettivori e pesci, gli inquinanti poi risalgono la catena alimentare concentrandosi negli animali + grandi soprattutto se predatori di vertice e noi..).
    La situazione peggiorerà sempre +...e ancora non abbiamo percepito chiaramente (qui in mediterraneo dico) chiaramente i danni della fuoriuscita di petrolio+disperdenti della BP e delle radiazioni di fukushima che continuano a finire in mare e in aria..

    ..a me sa che i prossimi anni saranno densi di catastrofi finto naturali e disastri ambientali provocati: devono pur avere una scusa x ca carbon tax la depopolazione e la decrescita economica obbligata.. Insomma, la gente fino a che non gli fa i una bella serie di catastrofi da attribuire all'effetto serra non accetta di modificare il proprio stile di vita...e tanto ad ogni catastrofe provocata depopoli già un po'..
    sono dei sadici bastardi, ma sono geniali..purtroppo x noi..

    http://effetto-serra.blogspot.com

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis