mercoledì 12 agosto 2009

Onde su onde

Come è noto, il cervello emette delle onde elettromagnetiche di differente frequenza. La "realtà" viene percepita ed interpretata in base a queste onde che variano, a seconda delle condizioni in cui si trova la persona.

Le onde delta oscillano circa tra 0, 5 e 3 Hz: corrispondono al sonno profondo ed al coma.

Le onde theta, che vanno da 3 a 7 hz, sono correlate alla trance, agli stati ipnotici ed all'attività onirica.

Le onde alfa (7-12 Hz) si sprigionano nel dormiveglia, negli stadi ipnagogici o in una condizione meditativa leggera.

Le onde beta (13-33 Hz) subentrano nello stato di veglia e sono correlate all'attenzione, alla concentrazione, quando la mente è impegnata nella risoluzione di problemi e nelle attività cognitive.

Infine il cervello irradia le onde gamma (34-60 Hz): esse sono preposte a connettere spazio e tempo. Attraverso la memoria e la coscienza, elaborano un'immagine complessiva del mondo.

E' evidente che le irradiazioni elettromagnetiche artificiali generate da vari apparati, a bassa ed a bassissima frequenza, possono disturbare le onde cerebrali, interferendo con i bioritmi. Non si può escludere che la stessa percezione sia alterata, in una sorta di jamming psico-percettivo. Si verifica dunque un'interferenza, ossia una sovrapposizione di segnali che, come nelle radiotrasmissioni, produce un disturbo ed una degradazione del segnale.

Insonnia, problemi del sonno R.E.M., modificazione dei cicli circadiani, ansia, depressione, irritabilità... possono essere le conseguenze di queste "trasmissioni indesiderate". Se è possibile influire sulla risonanza del D.N.A. con frequenze modulate per curare malattie, si può presumere che alcune frequenze possano danneggiare la macromolecola. I campi magnetici artificiali inibiscono pure le capacità intuitive ed impediscono di conseguire stati di coscienza benefici per il corpo e la mente.

Ci è pervenuta recentemente la testimonianza di un attivista a proposito di un segnale da lui rilevato in concomitanza con le attività clandestine di aerosol: è un impulso costante e ripetuto su due modulazioni, approssimativamente da 2,4 a 5 GHz. La regolarità dell'impulso induce a concludere che la sorgente non sia naturale. Si tratta nella fattispecie di microonde, la cui lunghezza occupa la banda tra 1 mm e 30 cm circa. La loro frequenza varia a un dipresso tra 1 GHz e 300 GHz.

Molte antenne, installate ufficialmente per le esigenze della telefonia mobile, ma anche altri dispositivi sicuramente nascosti, possono creare discrasie e provocare patologie negli organismi viventi, in sinergia con la diffusione di elementi e composti chimici elettroconduttivi. Sono stati osservati anche aerei a bassa o bassissima quota che, apparentemente, non rilasciano scie, ma che, con ogni probabilità, incrociano per irradiare campi elettromagnetici poi ripetuti ed amplificati dalle antenne a terra. Questo sistema è descritto nel documento Airforce 2025 ed è esaminato da Marc Filterman, nel saggio Les armes de l’ombre.

Se ci munisce di appositi dispositivi elettronici, si possono registrare i campi elettrodinamici per verificarne la potenza, spesso al di sopra dei già discutibili limiti di legge.


Fonti:

A. Di Benedetto, All’origine fu la vibrazione. Nuove ed antiche conoscenze tra Fisica, Esoterismo e Musica, Due Carrare (PD), 2008
Enciclopedia delle scienze, Milano, 2005, s.v. onde elettromagnetiche, interferenza



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Attacco all'informazione CLICCA QUI

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

52 commenti:

  1. se è vero che questo tizio ha rilevato dei segnali sospetti che sono presenti solo in determinate occasioni allora ha il dovere di indagare e tenerci informati.

    "Se ci munisce di appositi dispositivi elettronici, si possono registrare i campi elettrodinamici per verificarne la potenza, spesso al di sopra dei già discutibili limiti di legge."

    il problema è che questi strumenti costano troppo


    ^DaNiEl^

    RispondiElimina
  2. Infatti il problema sta nei costi elevati delle apparecchiature di controllo. Ci siamo però accordati per metodi alternativi e se riuscirà a portarci dei dati, è sua ferma intenzione andare a fondo in questa storia.

    RispondiElimina
  3. The Mind Jumper - Completo/ITA

    "Siamo nel 2035. Il mondo è governato da uomini corrotti e senza scrupoli che controllano l'intera popolazione tramite un micro-chip cerebrale. Distorcendo la realtà, fanno apparire la città come il posto ideale in cui vivere. In realtà, si tratta solo di un cumulo di rovine. Tocca a un gruppo di coraggiosi ribelli risvegliare l'intera umanità da questo incubo".

    Da rivoluzioniamo

    RispondiElimina
  4. Già alcuni anni or sono avevo trovato in rete dei siti che segnalavano il problema delle microonde pulsate. Non ne ricordo i nomi anche perchè il più importante di quelli cessò l'attività in seguito alla morte del proprietario.

    Un sito che segnalava spesso tali irradiazioni clandestine a partire da potenti installazioni radar militari era quello di Kent Steadman, anche lui scomparso più di un anno fa.

    E poi c' è anche il problema delle ELF in concomitanza alla trasmissione delle quali si notano inquietanti esplosioni di violenza da parte di soggetti particolramente sensibili.

    RispondiElimina
  5. Forse il nostro amico potrebbe aver rilevato erroneamente dei segnali di dispositivi home wireless, che trasmettono proprio a 2.4 e 5 Ghz, a seconda del protocollo.

    RispondiElimina
  6. Anche Clifford Carnicom ha evidenziato frequenze pulsanti di origine artificiale collegate alle chemtrails.

    RispondiElimina
  7. se ha trovato sti segnali a quelle frequenze allora vuol dire che uno strumento rilevatore ce l'ha

    "Forse il nostro amico potrebbe aver rilevato erroneamente dei segnali di dispositivi home wireless, che trasmettono proprio a 2.4 e 5 Ghz, a seconda del protocollo."

    spero proprio di no

    ^DaNiEl^

    RispondiElimina
  8. Purtroppo, e' inquietante, ma e' cosi'. Senza voler fare pubblicita', vi posto un esempio della Dlink

    Buone microonde a tutti! W i cavi ethernet!

    RispondiElimina
  9. il Dr. William Ross Adey ha studiato per molti anni gli effetti dei campi elettromagnetici sui sistemi biologici

    http://www.raven1.net/adeycv.htm

    http://www.disinformazione.it/cervello_microonde.htm

    http://money.cnn.com/magazines/fortune/fortune_archive/2000/10/09/289250/index.htm

    http://www.multistalkervictims.org/mslida.htm

    http://www.bri.ucla.edu/bri_weekly/special_adeymemorial.asp

    RispondiElimina
  10. Il CICAP presenta un "interessante e importante" convegno in cui verranno trattati argomenti da loro definiti pseudoscienze e leggende metropolitane per quanto riguarda per esempio le medicine alternative e le scie chimiche. E poi si portano dietro il mago Silvan (forse per dare una dimostrazione che in fondo sono una massa di illusionisti?).
    Non si rendono conto di quanto siano ridicoli.

    Aggiungo: vent'anni di tempo sprecato.

    RispondiElimina
  11. Secondo loro è un'invenzione anche l'omicidio di Kennedy ad opera dei soliti noti. Siamo messi bene!

    RispondiElimina
  12. Queste maledette microonde creano macroproblemi.

    Ginger, il CICAP mi pare ormai sull'orlo dell'estinzione. Sono cariatidi.

    RispondiElimina
  13. Tra un po' il CICAP affermerà l'esistenza di Babbo Natale.

    RispondiElimina
  14. I disinformatori fanno da tempo e continueranno a fare il loro lavoro ma penso che, in realtà, sia proprio uno spreco di denaro: la consapevolezza ancora poco diffusa tra le persone del mega inganno che il sistema sta attuando è legata, più che all'attività di questi poveracci dei disinformatori, alla mancanza di senso critico delle persone, cioè sono più efficaci le radiazioni elettromagnetiche artificiali nella manipolazione del cervello che Piero Angela o Mario Tozzi o Paolo Attivissimo, anche se ammetto che la loro azione è martellante.

    RispondiElimina
  15. Zret speriamo che si estinguano presto!

    RispondiElimina
  16. Esatto, Ginger, consiglio la visione di questo film (tutte le nove parti sono su You-Tube). E' un chiaro messaggio alla massa acefala.

    RispondiElimina
  17. Intanto spuntano antenne per ogni dove e per ogni uso. guardate questo ENORME antennone che è spuntato in una notte di agosto a Firenze. dicono che serve per la nuova tramvia:
    http://picasaweb.google.it/lh/photo/_8exbFyrUePEusLRxGf37A?authkey=Gv1sRgCPD3tq_0_MGA7wE&feat=embedwebsite

    RispondiElimina
  18. L'azione dei vari ciarlatani paranoici è martellante ed è proprio per questo che, alla fine, diventa un brusio indistinto.

    Antenna molto sospetta, Pinco Ramone.

    Mike, i pubblicitari sono sfacciati.

    RispondiElimina
  19. perchè il cicap non dice MAI niente sulle "future" operazioni di copertura aerea?

    perchè il cicap non afferma apertamente che a copenaghen si "discuterà" sulle "future" operazioni di geoingegneria globale?

    a me sembra che questa gente dica solo quello che fa comodo al governo/i.

    il cicap, come attivissimo, sono stati degli attivi disinformatori sul fenomeno delle irrorazioni aeree.
    non penso che questo fatto verrà dimenticato tanto facilmente.

    a proposito di irrorazioni aeree, copio questa parte di testo:

    ""Stratospheric Aerosols

    “All matter scatters electromagnetic radiation. Small particles appear to be the most
    effective form for climate engineering. The goal is to maximize matter-radiation
    interaction favoring forms of the greatest electromagnetic cross-section for sunlight.
    Thus, the particles of greatest interest would be those with dimensions of the order
    of the wavelength of the optical radiation to be scattered, as such particles tend
    to scatter radiation with the highest specific efficiency and minimal mass usage.”

    Injecting the particles near the equator and at higher altitudes lengthens their life in the
    atmosphere. A longer atmospheric life reduces the total mass that must be put into the
    stratosphere in order to achieve a given change in global mean temperature. If adverse
    effects appeared following the introduction of such a scheme, most of these effects would be
    expected to dissipate once the particles were removed from the stratosphere.

    Sulfur dioxide (SO2), as a precursor of sulfate aerosols, is a widely discussed candidate for the
    material to be injected. Other candidates include hydrogen sulfide (H2S) and soot (Crutzen,
    2006). A fairly broad range of materials might be used as stratospheric scatterers

    RispondiElimina
  20. It might also be possible to develop ENGINEERED PèPARTICLES. Such particles might improve on the
    reflective properties and residence times now envisioned with dielectrics (Teller et al., 2003).
    Engineered particles, in comparison with sulfates or similar materials, would raise material costs
    per unit of weight, but the total mass needed to deflect the desired quantity of sunlight would
    fall. The feasibility of these concepts may hinge on the feasibility of fabricating materials able to
    maintain the desired optical properties in the atmosphere’s chemically active environment.

    As a matter of logistics, the challenge seems large, but MANAGEABLE. The volumes of material
    needed annually do not appear to be prohibitively large. One estimate is that, with appropriately
    sized particles, material with a combined volume of about 800,000 m3 would be sufficient.
    This volume roughly corresponds to that of a cube of material of only about 90 m on a side
    (Lane et. al., 2007). The use of engineered particles could, in comparison with the use of
    sulfate aerosols, potentially reduce the mass of the particles by orders of magnitude (Teller et
    al., 2003).

    Several proposed delivery mechanisms may be feasible (NAS, 1992). The choice of the
    delivery system may depend on the intended purpose of the SRM program. In one concept,
    SRM could be deployed primarily to cool the Arctic. Such a deployment might be in response
    to a threat of methane release or it could serve as a large scale experiment moving toward a
    larger scale deployment. With an Arctic deployment, LARGE CARGO PLANES OR AERIAL TANKERS WOULD BE AN ADEQUATE DELIVERY SYSTEM (Caldeira and Wood, pers. comm., 2009). A global system
    would require particles to be injected at higher altitudes. Fighter aircraft, or planes resembling
    them, seem like plausible candidates. Another option envisions COMINING FIGHTER AIRCRAFT AND
    AERIAL TANKERS and some thought has been given to balloons (Robock et al., 2009).

    With SRM (solar radiation menagement), absent a big climate crisis, the risks of taking action will loom very large in the
    policy process. Politicians' fear of being linked to a disaster will ensure that extensive testing
    and evaluation will take place before deployment will be possible. Superficially, it might seem
    that, with enough money, rigorous testing and evaluation might be reconciled with a tight



    One or more large field tests will almost certainly be required before full deployment will
    be either possible or desirable. THESE FIELD TESTS WILL HAVE TO BE CONDUCTED OVER AT LEAST A
    FEW YEARS. The effects of a prolonged intervention may differ from those of a brief one. This
    argument has already surfaced with regard to the applicability of the Mt. Pinatubo analogy.
    If anything out of the ordinary does happen during the field tests, and the odds are that
    something will happen someplace, it will be necessary to ascertain if it was linked to the
    experiment (Caldeira and Wood, pers. comm., 2009). The inference seems clear: field tests
    are likely to consume a number of years – we assume that perhaps 5 to 7 would be a
    reasonable minimum. ""

    RispondiElimina
  21. riassumendo quello che c'è scritto in questo foglio:

    http://www.aei.org/docLib/AP-Climate-Engineering-Bickel-Lane-v.3.0.pdf

    si dice che:

    -l'opzione "geoingegneria" è praticamente sicura

    -per geoingegneria APPLICABILE si intende solo IL "SRM" o solar radiation menagement: si sparge zolfo e "particelle ingegnerizzate" nel cielo, CON GLI AEREI

    -prima di iniziare, si dice chiaramente che andrà SVOLTO UN PERIODO DI PROVA SU SCALA GLOBALE, di 5-7 anni!!! quindi niente test locali: gli aerei irroreranno ovunvunque nel mondo. gli spazi aerei sarebbero per ora quelli NATO ed USA

    -E' SCRITTO CHIARAMENTE CHE SI DOVRANNO USARE GRANDI TANKER AEREI E VELIVOLI MILITARI!! forse, per assicurare una copertura uniforme, andranno usati sia aerei civili che militari

    - il progetto è fattibile: la logistica, i costi e gli aerei ci sono; se i governi avessero voluto, sarebbe stato possibile iniziare a spargere zolfo anni fa (come infatti è stato: è 5-7 anni che i militari spargono in segreto sostanze nel cielo, con il permesso di tutti i governi occidentali)

    -c'è scritto un altra cosa: l'uso di "particelle ingegnerizzate", dovrebbe ridurre l'utilizzo dello zolfo. perchè queste particelle ingegnerizzate "coprono di più" a parità di quantità irrorate


    TUTTO QUESTO E' NERO SU BIANCO, QUINDI SE QUALCUNO AL GOVERNO SI SVEGLIASSE NON SAREBBE UNA BRUTTA COSA

    http://www.aei.org/docLib/AP-Climate-Engineering-Bickel-Lane-v.3.0.pdf


    LEGGETE QUESTI STUDI PERCHè SONO DINAMITE.
    e guardate che bella foto ci hanno messo per aprire la pubblicazione

    vorrei ricordare a tutti che si fa più volte questo discorso: "la scelta non è un pianeta con o senza geoingegneria. la scelta è tra la geoingegneria e dei cambiamenti climatici disastrosi"

    come dire: la geoingegneria, cioè l'oscuramento del cielo, cioè le scie degli aerei, sono una cosa certa. infatti è da quasi dieci anni che, di nascosto ed in segreto, si sparge sostanze nell'atmosfera.

    in pratica, a voler pensar bene, questi anni di aerosol segreti, non sono stati altro che il "large field tests", le irrorazioni di prova su scala globale, durato 5-7 anni

    in un modo o nell'altro, grazie a questo tipo di pubblicazioni SCIENTIFICHE, la disinformazione finirà in breve tempo.
    quindi il poveraccio di touristime può anche evitare di scrivere articoli sulle scie chimiche

    RispondiElimina
  22. Se le antenne sono innocue, perché le installano di notte?

    RispondiElimina
  23. naturalmente il chimico angioni del cicap, non dice queste cose in pubblico.............

    ah già...anche angioni sapeva la verità prima di noi cottadini comuni

    RispondiElimina
  24. mi sembra evidente che le "particelle ingegnerizzate" lavorino in sinergia con le antenne militari e con le stazioni di terra.........quindi oltre al danno da sostanze iqnuinanti, anche l'elettrosmog pesante....e al cicap sono contenti così
    e poi i messaggi subliminali.....questa gente ha superato il limite

    RispondiElimina
  25. ciao ragazzi, sono io che ho rilevato questa anomalia, purtroppo non è semplice da analizzare senza un oscilloscopio che costa troppo per le mie tasche. dovrei aver trovato una soluzione "casalinga" che dovrebbe permettere almeno di registrare l'output audio/video del segnale. Come qualcuno ha scritto potrebbe trattarsi di un interferenza di reti Wireless che lavorano su quelle frequenze pubbliche, anche se solitamente altri tipi di interferenze che subisco sono diverse, mi basta cambiare il canale del trasmettitore per evitarle, mentre questo segnale si "spalma" su tutti canali e per di piu occupa una larghezza di banda notevole, è ripetuta e statica, si presenta per qualche ora dopo le attività di aerosol e poi sparisce, sinceramente spero davvero di aver preso un granchio.

    comunque ho bisogno ancora di qualche giorno per lavorarci su...
    vi tengo informati
    ciao
    viza

    RispondiElimina
  26. Su segnalazione di Maria, che ringrazio...

    Global Warming and Microwaves


    Eccellente ricerca, Arturo. Mi dovresti fare un favore: riassumi tutto quello che hai trovato, che lo mando ad un amico con contatti politici importanti. Un po' di teste devono saltare.

    Mi assento. Ci sentiamo questo pomeriggio tardi.

    RispondiElimina
  27. Sono d'accordo con ginger sul discorso della poca utilità del debunking su ordinazione. Considerando che siamo sotto il fuoco incrociato e costante di armi di "distrazione" di massa (il mondo pallonaro, il motomondiale, il dualismo destra&sinistra e la dialettica politica, i reality show, telegiornali pilotabili e pilotati da giornalisti prezzolati che fanno parte di giornali o televisioni posseduti da qualche burattino pezzo da 90,televisioni di regime, concessionarie di pubblicità monopoliste e di regime,le campagne pubblicitarie delle corporations, il mondo in generale della pubblicità, i social networks, lotto&superenalotto lotterie nazionali e gratta&vinci, le fuoriserie, il cellulare all'ultima moda, la vacanza nel resort di lusso,l'illusione dei casinò delle borse finanziarie, le fregnacce sul libero mercato, il revisionismo storico a 360° etc etc...) e soprattutto tenendo conto che spesso l'umanità si dimostra, così in italia come altrove, meschina e indifferente alle sofferenze che non siano le proprie, questi disinformatori hanno proprio vita facile nonostante i loro metodi siano basati sullo sfottò, sulla negazione sistematica, sull'iterazione martellante dei soliti luoghi comuni, sulla tendenza a mistificare ed a spostare le discussioni su aspetti secondari su cui tentano di prendere il sopravvento con tecniche di marketing virale, sul fatto che per la gente comune stia diventato piu' imortante il contraddittorio della pura e semplice verità e che in nome di esso si sia pronti anche a mentire...
    In effetti in questo contesto non ci sarebbe quasi bisogno di loro, ma tant'è che come esiste uno zoccolo duro che riesce ancora a fidarsi di emilio fede (grazie alla sua carriera quasi 40ennale, non di giocatore,semmai di giocoliere del potere), c'è sicuramente chi da ancora un valore di verità alle affermazioni di Cattivik proprio in virtù delle precedenti e numerose "bufale smascherate".
    Il problema purtroppo è che ci si fida troppo spesso della gente sbagliata.
    Se io fermo un tipo per strada e gli dico che lo stanno avvelenando, questa persona inizierà a chiedersi perchè lo sto facendo e, nella società dove il denaro è al primo posto, la persona rimarrà perplessa nello scoprire che non lo faccio per soldi, ma anzi ce ne smeno anche.
    Ed è proprio per questo che una delle accuse al Comitato (e in particolare a Straker e Zret) è che la loro iniziativa sia "a scopo di lucro", per delegittimarli e riportarli idealmente all'interno del classico "è tutto un magna-magna", dunque l'ignorante penserà tra se e se: lui si fa i suoi interessi, io continuo a farmi i miei e chi se ne fotte delle scie chimiche, dobbiamo pur morire tutti quanti un giorno.
    Tanto non cambierà mai niente.
    E' tutto un magna magna.
    A me più che un magna magna, ultimamente credo stia diventando tutto uno spruzza-spruzza e non mi stancherò di fermare la gente per strada e raccontarglielo, se me lo permetteranno...

    RispondiElimina
  28. System failure, hai descritto in modo esemplare ed efficacissimo la realtà in cui siamo costretti ad operare. Soprattutto la reazione dell'uomo medio-basso che non riesce a concepire, nella sua mentalità gretta, che qualcuno possa agire mosso da impulsi etici e senza secondi fini.

    E' un classico anche la risposta: "Tanto per qualcosa si deve morire", salvo poi precipitarsi dal primo chemiochirurgo di turno al primo problema.

    RispondiElimina
  29. Viza, l'anomalia da te riscontrata del segnale che tende ad allargarsi su molti canali mi induce a pensare che provenga da una fonte non normale.

    Ciao

    RispondiElimina
  30. ...questo segnale si "spalma" su tutti canali.

    Ciao Viza, grazie per essere intervenuto. Intanto un'altra persona mi ha confermato le stesse tue ossservazioni.

    RispondiElimina
  31. [15.25.14] Pirata Pantani: Ciao Ross sono alla fonda a palamos. Qui tutto tranquIllo, ma ieri, in navigazione, ci han dato sotto di brutto di giorno e soprattutto di notte.

    [15.26.28] Pirata Pantani: Pubblica pure queste notizie nei commenti del tuo blog. Navigazione da sassari a palamos in linea retta.

    RispondiElimina
  32. Vado OT per parlare di vaccini, virus & Co.

    http://www.youtube.com/watch?v=YspyNQ7jN_I

    Non so se siete familiari con le tecniche di debunking, comunque per farla breve ci sono documentari, trasmissioni, reportage creati per quella parte della popolazione mondiale "curiosa" che incappando in questo tipo di informazione trova soddisfazione in quanto dà voce al loro disagio interiore (ovvero a quel loro sentore che ci sia qualcosa che non va nell'informazione riguardo a quel o a quell'altro argomento).
    In realtà questa informazione alternativa è spesso in mano a quei gruppi che sono dietro ai fatti narrati, e le notizie riportate sono un misto di verità, bugie e cose non dette.
    Il tutto per spostare l'attenzione dei "curiosi" su un terreno per loro meno accidentato.
    In questo documentario per esempio si dà ad intendere che l'AIDS sia un errore della medicina, ma nel finale si dice che i vaccini oggi sono sicuri e l'attore invita comunque a non rifiutarli.
    Una vera informazione direbbe tutt'altro.
    L'attore glissa volontariamente sulla teoria secondo la quale l'AIDS neanche esisterebbe (il virus dell'HIV non è mai stato isolato!!), la qual cosa è non solo pertinente ma di FONDAMENTALE importanza nella sua indagine.
    Inoltre ormai è noto che ogni tipo di vaccino fa male in quanto, senza scomodare chissà quale contaminazione da virus delle scimmie, contiene MERCURIO e distrugge il sistema immunitario umano (oltre che generare l'autismo nei bambini).
    Ricordatevene quando anche noi come la Grecia (notizia di oggi), saremo chiamati a vaccinarci obbligatoriamente contro il fantomatico e sospetto vaccino H1N1 (quello dei porci).
    Io ho un'amica infermierà, ma voi?

    RispondiElimina
  33. "comunque ho bisogno ancora di qualche giorno per lavorarci su...
    vi tengo informati"

    potresti darci qualche dettaglio in più
    il mio analizzatore di spettro arriva fino a 3ghz, magari ti posso aiutare

    ^DaNiEl^

    RispondiElimina
  34. Inflenza suina e nessun maiale soppresso o morto per influenza suina. Ciò dovrebbe far riflettere sulla origine artificiale del virus.

    Chi si dovesse sentire "categoria a rischio" e cioè tra coloro che verranno obbligati a vaccinarsi, ho alcune indicazioni da fornire. Privatamente, si intende.

    RispondiElimina
  35. Risponderò solo ai mittenti conosciuti.

    RispondiElimina
  36. Link segnalato da mike non più consultabile (almeno in questo momento e dal mio PC).

    RispondiElimina
  37. Nel Cagliaritano cielo coperto da nube chimica notte e giorno... niente pioggia, solo goccioline di ricaduta... e cosa alquanto anormale, in giro parecchia gente nervosissima...

    OT x straker... ti è arrivata la mia mail? Se no te la rimando ok?

    RispondiElimina
  38. Andatevi a leggere questo: http://www.ecplanet.com/blog/cosa-c-e-nei-vaccini.html
    Questo articolo era indicizzato nei motori di ricerca. Ora non lo trovate più. A Voi, cari amici, le conclusioni.

    RispondiElimina
  39. La cosa non mi stupisce. Il blog di Straker ha subìto la stessa sorte, per via degli ultimi post sui vaccini.

    RispondiElimina
  40. Nubi naturali sostituite dalla solita nebbia chimica in Liguria. Niente sole e niente pioggia: hanno fatto l'en plein.

    Circa i vaccini, potrebbero essere uno dei tanti modi per falcidiare la popolazione, insieme con altri metodi anche... esotici.

    RispondiElimina
  41. Nubi naturali sostituite dalla solita nebbia chimica in Liguria. Niente sole e niente pioggia: hanno fatto l'en plein.

    Sarà per via del particolare microclima ligure...Wasp ne sa qualcosa

    RispondiElimina
  42. Mi è stato segnalato da un amico, che La7, ieri alle 23, ha trasmesso un servizio relativo le scie chimiche: la conclusione, sarebbe una montatura degli ecologisti.Questi idioti però non sanno che nessun ecologista si è espresso a tal riguardo. Qualcuno ha seguito il servizio?

    RispondiElimina
  43. Bisognerebbe capire se si trattava della replica de "La gaia scienza" del geologo bario Tozzi, oppure se era una tramissione "aggiuntiva", mandata in onda per rincarare la dose.

    Questi bastardi hanno in mano le televisioni ed i media in generale e non vedo come si possa contrastarli adeguatamente ad armi impari.

    RispondiElimina
  44. ma se gli ecologisti sostengono che le scie chimiche non esistono

    ormai tozzi non sa più cosa dire per nascondere il problema

    RispondiElimina
  45. lui e il suo fido pikozzino...
    Che Buffone Patentato...

    RispondiElimina
  46. ""ormai tozzi non sa più cosa dire per nascondere il problema""

    il bello è che il tozzi è un esperto di "geoingegneria"!!!

    solo in italia succedono cose di questa idiozia.......

    è come se bernardo provenzano andasse in TV per dire che la mafia siciliana e cosa nostra non sono mai esistite

    comunque il tozzi è convinto che quando schermano il sole con gli aerosol la temperatura si abbassa......

    ma finchè non ci fanno vedere gli studi e i dati che confermano la bontà dell'operazione, il tozzi rimane solo un disinformatore di massa......

    RispondiElimina
  47. L'operazione non sarebbe buona neanche se fosse utile. E' una demenza e non servono dati o studi finti per supportare un'immensa massa di balle.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis