lunedì 3 agosto 2009

Le "trecce di Berenice"

Alcuni testimoni del fenomeno "scie chimiche" hanno talora reperito delle fotografie in cui si notano delle formazioni di condensa vicino alle estremità delle ali: non si tratta di scie chimiche, bensì delle cosiddette "trecce di Berenice".[1] E' un fenomeno raro ed osservabile solo con elevata umidità relativa e con temperatura molto bassa. A causa di locali sbalzi di pressione, si possono generare dei flussi d'aria che, avvitandosi, danno origine a questi effimeri vortici.

Il fenomeno è strettamente connesso con la finitezza dell'ala: ai bordi di questa si sviluppano due vortici controrotanti che, in determinate condizioni, risulttano visibili. Al centro del vortice, nel nucleo, è presente una forte depressione; questo abbassamento di pressione induce anche un calo di temperatura. Nel caso di aria particolarmente carica di umidità, l'effetto dell'abbassamento di pressione sarebbe quello di indurre l'evaporazione del vapore acqueo, mentre l'effetto dell'abbassamento di temperatura è quello di favorire la condensazione. I due effetti sono contrari, ma, poiché il secondo è più forte del primo, il vapore acqueo si condensa in prossimità del nucleo del vortice, rendendolo visibile.

Come è ovvio, i ciarlatani, quando viene fotografato o filmato un aereo tossico, la cui scia non sia molto lunga e persistente, ma un po' "arrotolata", pur di negare l'evidenza delle velenose operazioni di aerosol, asseriscono che è stata immortalata una treccia di Berenice. Nulla di più falso! Sono chemtrails, dalle forme particolari, sgocciolanti o simili all'elica del D.N.A. Infine, mentre le trecce di Berenice si formano sui profili alari, le scie tossiche sono rilasciate dai motori o mediante appositi dispostivi erogatori.

[1]
La dicitura "trecce di Berenice" si riferisce a Berenice II (265 a.C. ca.- 221 a.C.), regina d'Egitto, sposa di Tolomeo III Evergete, cui portò in dote la Cirenaica. Alla partenza del consorte per la guerra contro Antioco III, re di Siria, offrì in voto ad Arsinoe Zefirite (o ad Afrodite), nel tempio di Canopo, una treccia dei suoi capelli che scomparve misteriosamente. Secondo la leggenda, ripresa in versi da Callimaco e da Catullo, la treccia era stata trasformata in una costellazione del cielo boreale, costellazione che l'astronomo di corte, Conone di Samo, affermò di aver identificato nel firmamento ed alla quale diede questo nome.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Attacco all'informazione CLICCA QUI

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

32 commenti:

  1. Ma chi da detto insistentemente che le scie chimiche sono trecce di berenice?

    RispondiElimina
  2. segnalo (un po' OT ma è molto importante) la traduzione di un importante articolo di P.J. Watson sui danni dei vaccini per l'influenza suina per i quali vengono attualmente arruolate 12.000 bambini come cavie in USA e tanti altri in Europa.

    Sono notize da fare circolare il più possibile; che la gente che non vuole guardare il cielo si allarmi almeno per le schifezze che mettono in questi vaccini che vorrebbero somministrare a tappeto (e forse persino forzatamente da una nuova forma di dittatura sanitaria).

    RispondiElimina
  3. Segnalo un ritorno in grande stile oggi a Cagliari... già dalle prime ore della mattine parecchie nuvole a pettine con riflessi fuxia acceso, maestrale sui 20-25 km/h e alle 12-13,00 di pomeriggio cielo completamente coperto di un bianco schifoso.... e ovviamente niente pioggia ma solo secchezza estrema... che dire... spero che un giorno o l'altro uno di questi aerei si possa piantare in qualche montagna... sarò il primo a permettermi di pisciare sul cadavere del pilota!!!! Scusate i toni ma sono furioso!!!!

    RispondiElimina
  4. Corrado, segnalo questo articolo ancora più inquietante. Occorrono altre conferme, ma il quadro è delineato.

    http://ambientalismodirazza.blogspot.com/2009/08/posti-di-blocco-per-vaccinare-le.html

    Max Steri, a chi lo dici...

    RispondiElimina
  5. ""sarò il primo a permettermi di"[..]"

    max steri, mi permetto di consigliarti di non usare toni così accesi: questi imbecilli che hanno i blog fatti apposta per screditare strumentalizzano veramente tutto.

    e poi ricorda: i piloti sanno la storia degli "aerosol per raffreddare il pianeta".

    come anche i disturbatori vari, come rb211 e i vari geologi, piloti e ricercatori universitari e non, sono perfettamente a conoscenza degli aerosol: anche loro sono convinti che gli aerosol siano a fin di bene, e che quindi devono essere tenuti segreti, a tutti i costi, "per il bene dell'umanità"

    intanto qui il cielo è color porpora/amaranto acceso. un effetto collaterale di questi aerosol scaricati dall'aeronautica......fatemi indovinare: il cielo è color porpora anche in altre parti di italia, confermate?

    RispondiElimina
  6. volevo condividere un pensiero con gli amici di tanker enemy

    abbiamo tutti visto più volte le scie filamentose presenti nell'articolo. ed abbiano notato tutti la differenza che c'è con le "normali" scie chimiche, molto più simili, ma non uguali, a della normale condensa.

    ho pensato questo: forse le scie filamentose servono per non far piovere, mentre le scie tradizionali sono il vero e proprio aerosol di metalli?

    abbiamo visto tutti che l'aeronautica preferisce mischiare i due o più composti; magari il motivo è questo, mi spiego: se scaricano il composto metallico che crea le nubi artificiali senza usare le scie filamentose, favoriscono la pioggia, poichè gli aerosol metallici favorirebbero la formazione di banchi nuvolosi ecc.

    però ho visto che raramente irrorano solo con le scie "tradizionali".

    forse i polimeri e la "gelatina" presenti nelle scie filamentose impediscono le precipitazioni che altrimenti sarebbero copiose con i normali aerosol. e sembra che questa cupola artificiale debba rimanere lì dov'è, in sospensione.....ed infatti non fanno piovere di proposito

    seguendo questo ragionamento si spiegherebbe perchè qualche volta questi aerei hanno creato vere e proprie inondazioni: volevano coprire la zona, ma solo con gli aerosol metallici, senza gelatine e cose simili. ed il risultato è che le precipitazioni sono state abbondanti.

    quindi userebbero questi scie filamentose come una sorta di collante per far rimanere questa roba in sospensione nell'atmosfera

    e a proposito di gelatine ingegnerizzate per impedire la pioggia ci sono molti video disponibili. sono polveri che se messe a contatto con l'acqua reagiscono creando una "pappa", e di fatto impedediscono le precipitazioni..

    dico queste cose perchè oggi doveva veramente piovere, e non poco. lo avevano detto anche alle preevisioni in tv. però sono cominciati i passaggi di questi tanker e le nuvole sono letteralmente scomparse. ed ora il cielo è praticamente rosso

    qui le cose si fanno serie. io pensavo che fossero degli esperimenti, dei "trial". ma vedo che la fase di "rodaggio" e collaudo è già stata ampiamente superata.

    RispondiElimina
  7. ""SICUREZZA: PROROGATA 'STRADE SICURE', 4.250 MILITARI IN CITTA'""


    http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_1623151349.html


    ""La presenza dei militari viene confermata nelle province di Bari, Caserta, Catania, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Roma, Torino e Verona e viene estesa a quelle di Bergamo, Bologna, Firenze, Foggia, Genova, Messina, Piacenza, Pordenone, Prato, Rimini, Treviso, Venezia e Vercelli.""

    questa notizia, guarda che strano caso, è passata un pò in "sordina"

    RispondiElimina
  8. Pare che su alcune regioni siano determinati ad impedire le precipitazioni. Ovviamente ciò compromette l'equilibrio a livello di altre aree. L'atmosfera è troppo complicata per essere gestita in modo impeccabile (visti i risultati). Certo è che hanno questa esigenza di dissolvere o deviare le perturbazioni, sopratutto in alcune zone ben precise. Difficile, a questo punto, comprendere tutti i motivi che presiendono a questo titpo di operazioni.

    RispondiElimina
  9. Ho inviato ora la terza mail al ministero dell'ambiente.Come al solito non riceverò risposta: ormai ci sono abituato.

    RispondiElimina
  10. Una volta al potere se ne fregano di tutti e di tutto.

    RispondiElimina
  11. http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/09_agosto_03/clima_effetti_nino_sc_e2eda1f2-8035-11de-bb07-00144f02aabc.shtml

    ciao, se può essere da spunto...!!! :-((

    RispondiElimina
  12. Arturo, le tue osservazioni sono molto interessanti. Credo che le piogge debbano essere viste come

    A piogge chimico-biologiche atte ad avvelenare la biosfera
    B piogge rovinose adatte per distruggere e rovinare i raccolti e per causare danni di ogni tipo
    C piogge naturali, ormai ridotte ad una percentuale irrisoria.

    Lo scopo principale, dal punto di vista geo-climatico, è la desertificazione.

    Missione quasi compiuta.

    RispondiElimina
  13. Non sei così lontano dalla verità zret, solo che non immagini quanto sia vicino l'esito della missione.

    RispondiElimina
  14. geo perchè nn te ne stai nella tua stalla....?
    Stone

    RispondiElimina
  15. Ecco quello che gg (Pigi per gli amici), l'amico di geo, chiama sensore termico.
    La didascalia in inglese spiega di cosa si trattI veramente (UGELLO DI SCARIDO), è scritta dall'autore del sito ovvero un comandante di B737, mica io, povero verduraio.

    ENNESIMA FIGURACCIA DELLA CRICCHETTA DI DISINFORMATORI IGNORANTI :)

    RispondiElimina
  16. e tu stone, torna nel tuo ovile... non ti preoccupare però, non ci resterai per molto, manca poco ormai alla grande tribolazione.
    Quel giorno, dall'ovile verrete trasferiti nei grimori.

    RispondiElimina
  17. Salve a tutti, vi leggo spesso ma solo raramente posto commenti, Straker e Zret dicono gia' tutto.
    Pero' ora ho un dubbio e vorrei cercare di dipanarlo: arturo, tu dici che i piloti sanno delle operazioni che tu chiami aerosol per geoingegneria e che devono tenerle segrete per il bene dell'umanita'. Ora, se io fossi un pilota e facessi una cosa per il bene di tutti, difficilmente starei zitto. Al contrario, Straker e Zret hanno piu' volte detto che i piloti commerciali operano a fianco di, e con il loro beneplacito, dei piloti militari. In effetti, sarebbero i militari che forniscono alle compagnie certi prodotti da diffondere grazie alle scie. Personalmente questa ipotesi risponde a molte piu' domande che non una idea dei piloti come poetici angeli che spruzzano per il bene dell'umanita'. Come dobbiamo comportarci? Gli aerei di linea fanno parte del complotto o no? Sono militari o no? a me questo dualismo suona strano e decisamente sospettoso. Magari sono io, chiaro, ma preferirei una risposta netta.

    RispondiElimina
  18. OT

    nel messaggio precedente ho fatto qualche errore di battitura e me ne scuso.

    Parlavo di UGELLO DI SCARICO.

    RispondiElimina
  19. Silent Bob, il mondo è pieno di gente che applica il detto siciliano: "Io nulla vitti", ovvero: "Io non ho visto nulla". Questo comportamento ha due obiettivi:

    a) mantenere il posto
    b) salvare la pellaccia

    Detto questo, i piloti ed il personale di bordo(tutti) vedono quel che accade da alcuni anni, ma preferiscono tacere e ciò per diversi motivi, tra i quali i principali sono quelli prima esposti.

    Ribadisco che le irrorazioni vengono eseguite su più strati di atmosfera, così da formare una sorta di condensatore elettrolitico.

    A bassa e media quota "lavorano" i militari con aerei (quelli che vediamo noi da terra) camuffati da voli civili.

    Ad alta quota (quelli che si vedono anche da bordo di altri velivoli) operano gli aerei commerciali (e qui i piloti non solo sono omertosi, ma complici e colpevoli esecutori e solo uno scemo potrebbe credere, visti gli obiettivi risultati ottenuti, che il tutto sia per il nostro bene).

    Ad altissima quota operano altri velivoli, specificamente progettati per voli in atmosfera rarefatta (i reattori turbofan perdono di efficienza ad altissima quota).

    In questo gran scorrazzare di aerei di ogni tipo per i nostri cieli un numero rilevante è senza piloti a bordo, ma viene controllato da un'equipe a terra che si occupa di farli atterrare e decollare, mentre per il resto vengono gestiti da satellite. Basta impostare il computer di bordo ed eseguono i compiti assegnati anche in tempo reale.

    Abbiamo informazioni certe secondo cui i piloti (militari e civili) che vengono seguiti dai loro medici, vengono incoraggiati ad assumere integratori e chelanti.

    RispondiElimina
  20. Perfetto Straker, era quello che volevo sapere. Questa idea dei piloti "raggirati" cosi' facilmente da "aerosol per il vostro bene" non mi quadrava proprio!
    Grazie mille e continuate cosi'!

    RispondiElimina
  21. Integratori e chelanti, voi dite bene ma, non è solo questo.
    Non so chi vi dia queste informazioni ma molto probabilmente sono pilotate e frammentarie, vi mettono a conoscenza solo di una parte del disegno e questo giogo vi governa.

    La spirulina è solo un palliativo, ricordatevelo!

    RispondiElimina
  22. Dimenticavo...

    Se fanno appositamente chiudere le tendine, vuol dire che sono al corrente di tutto e che vogliono che non si sappia.

    Qui un esempio, ma le testimonianze sono diverse.

    RispondiElimina
  23. G.E.O., io non mi diverto come ti diverti tu, ma ricordati che i dissidenti nel sistema aumentano e prima o poi qualcuno sputerà il rospo. Allora saranno guai.

    RispondiElimina
  24. Il sistema,come lo chiami tu, sa che esistono forze che cercano di contrastarlo.

    Alcune di queste forze poi sono necessarie al mantenimento dello status quo, non solo necessarie quindi, ma deliberatamente introdotte nella matrice per pilotarla.

    Come tutti i sistemi, il nostro ha trovato il suo punto d'equilibrio, al quale concorrono ambedue le correnti imperanti in esso, il consenso ed il dissenso.

    Chi può dire che il tuo dissenso, non solo e' tollerato, ma anche voluto dal sistema stesso?

    RispondiElimina
  25. "ho pensato questo: forse le scie filamentose servono per non far piovere, mentre le scie tradizionali sono il vero e proprio aerosol di metalli?

    abbiamo visto tutti che l'aeronautica preferisce mischiare i due o più composti; magari il motivo è questo, mi spiego: se scaricano il composto metallico che crea le nubi artificiali senza usare le scie filamentose, favoriscono la pioggia, poichè gli aerosol metallici favorirebbero la formazione di banchi nuvolosi ecc."

    arturo le scie filamentose sono abbastanza recenti, prima il 90% dele scie era classco di tipo persistente.

    le precipitazioni sono aumentate da quando per non attirare troppo l'attenzione hanno sostituito gran parte delle scie classiche con quelle non persistenti, si vede che queste non sono adatte a fermare le perturbazioni.

    ^DaNiEl^

    RispondiElimina
  26. Anche Alcatraz dovette chiudere poiché non era ritenuta più una prigione dalla quale non si poteva fuggire.

    RispondiElimina
  27. Il nostro sistema non è progettato in modo che sia infallibile o sia impossibile fuggire, anzi.

    Alcune "fughe" invero sono promosse dagli stessi architetti, in modo tale che la restante massa, appagata dalla solitaria "fuga" del singolo, di quella si conteni.

    Il nostro scopo è chiaro, la nemesi certa e tremendamente vicina, filippi sarà implacabile.

    Ormai i tempi sono maturi, i grimori attendono tutti, o quasi tutti...

    RispondiElimina
  28. Mi chiedo cosa ti sia successo. Sino a questa mattina i tuoi interventi erano del tipo:

    [G.E.O.] - [Global Evil Organizzation] ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Le "trecce di Berenice"":
    buongiorno coglione :D

    Postato da [G.E.O.] - [Global Evil Organizzation] in Scie Chimiche (Chemtrails) - Tanker Enemy alle 04 agosto, 2009 09:59

    RispondiElimina
  29. Fino a questa mattina...

    Esatto, la chiave di volta è proprio questa.
    Quanti di voi sono soliti contare le albe non avranno molto di che contare.

    "ricordati che i dissidenti nel sistema aumentano e prima o poi qualcuno sputerà il rospo"

    Ma quanto tempo credete ancora di avere?

    RispondiElimina
  30. geo ...cos è sta mascherada....?
    cerca di essere più chiaro...di che parli...?
    nemesi...filippi...albe...grimori...
    è un messaggio in codice...?
    Stone

    RispondiElimina
  31. Ribadisco che le irrorazioni vengono eseguite su più strati di atmosfera, così da formare una sorta di condensatore elettrolitico.

    Mi correggo: condensatore elettrostatico.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis