venerdì 7 agosto 2009

Se il controllo del clima diventa un'arma (articolo di Antonio Teti)

Dall'Alaska onde radio per modificare il tempo atmosferico

Pubblichiamo un articolo del 2008 su H.A.A.R.P. che, nonostante qualche lacuna ed imprecisione, evidenzia in modo corretto uno dei veri fini del complesso di antenne ubicato a Gakona, in Alaska, ossia il controllo del clima in ambito militare. Per una conoscenza più esauriente del tema, consigliamo la lettura degli articoli scritti dal Professor Alessio di Benedetto, studi in cui sono analizzate tutte le sinistre potenzialità di H.A.A.R.P., un'arma polivalente, dagli effetti distruttivi spaventosi.

Il testo è tratto da novaonline.ilsole24ore.com e si può leggere anche qui.

Niente guerra ambientale, almeno sulla carta. Qualche settimana fa in un'intervista radiofonica il tenente generale Fabio Mini, ex capo di Stato Maggiore del Comando N.A.T.O. delle Forze Alleate Sud Europa, ha asserito che «la guerra ambientale in qualunque forma, è proibita dalle leggi internazionali. Le Nazioni Unite, fin nel 1977, hanno approvato la convenzione contro le modifiche ambientali, il che rende ingiustificabile qualsiasi guerra proprio per i suoi effetti sull'ambiente, ma, come succede a molte convenzioni, è stata ignorata ed i militari hanno anzi accelerato la ricerca e l'applicazione delle tecniche di modificazione del tempo e del clima, facendole passare alla clandestinità. Se prima di quella data, l'uso delle devastazioni ambientali era chiaro e se le modifiche ambientali anche gravissime erano codificate e persino elevate al rango di sviluppo strategico o di progresso tecnologico, oggi non si sa più dove si diriga la ricerca e come si orientino le nuove armi».

Mini sa bene di che cosa parla. È un militare con un'esperienza accumulata nel corso degli anni in missioni in tutti gli angoli del pianeta. Nel 2004 è stato decorato perfino con la "Legion of Merit" dal comando statunitense. Ma a che cosa si riferisce esattamente? Un interrogativo che ci si pone da un po' di tempo è quello riconducibile alle cause dell'estrema instabilità climatica che, negli ultimi anni, "colpisce" diverse aree. Uragani, tempeste e tifoni continuano a devastare diverse aree del pianeta dai Caraibi all'Asia, mentre in Asia ed in Medio Oriente la siccità affligge le popolazioni residenti. Sappiamo tutti che la causa di questi fenomeni è dovuta soprattutto all'aumento della temperatura del globo.

Ma è solo una delle cause. Spostiamoci nel paese del freddo più lungo ed intenso degli Stati Uniti: l'Alaska. La località che ci interessa è Gakona, altipiano immerso nel verde lussureggiante dei boschi del nord. Proprio al centro di questo paradiso della natura, ha sede il Laboratorio di Ricerca dell'Aviazione statunitense, Divisione Veicoli Spaziali, in cui si compiono studi avanzati sui cambiamenti climatici. In realtà, questi studi sono riconducibili ad un programma noto, sin dal 1992, con la sigla H.A.A.R.P. (High Frequency Active Auroral Research Program). Il progetto viene descritto su un portale in cui viene presentata un'innocente stazione scientifica dove si sondano via radio le regioni dell'alta atmosfera (ionosfera e magnetosfera). Nel sito, dalle scarne informazioni, si indica che per ulteriori informazioni è necessario contattare l'Air Force Research Laboratory dell'U.S. Air Force. Inoltre si precisa che anche altre nazioni studiano la ionosfera, come la stessa Russia ed i Paesi europei, che risultano componenti del consorzio Eiscat (European Incoherent Scatter Radar).

Anche in Europa H.A.A.R.P. è presente. A Tromsoe (Norvegia) sono state fornite (da ditte statunitensi collegate al progetto) apparecchiature di recente installazione classificate come radar "incoerenti". Gakona, che è situata a circa 200 km a Nord-Est del Golfo del Principe Guglielmo, è in un'enorme proprietà del Dipartimento della Difesa statunitense, scelto nel 1993 da funzionari dell'Air Force per installare piloni di alluminio alti 22 metri, il cui numero è cresciuto fino ad arrivare a 180. Ognuno di questi essi porta doppie antenne a dipoli incrociati, una coppia per la "banda bassa" da 2.8 a 7 MegaHertz e l'altra per la "banda alta" da 7 fino 10 MegaHertz. Tali antenne sono capaci di trasmettere onde ad alta frequenza fino a quote di 350 km, grazie alla loro grande potenza. Scopo ufficiale delle installazioni è studiare la ionosfera per migliorare le telecomunicazioni dato che lo strato è composto da materia rarefatta allo stato di plasma, cioè di particelle cariche (ioni), ed ha la proprietà di riflettere verso terra le onde hertziane, in particolare nelle ore notturne. È per questo, ad esempio, che, di notte, ci è possibile ascoltare alla radio le stazioni AM di molti Paesi stranieri, dato che la riflessione ionosferica permette ai segnali di scavalcare la curvatura terrestre. In realtà il progetto è integrato nel N.A.A.T. (New Armaments to Advanced Technology), controllato dalla Difesa strategica statunitense (S.D.I.).

Così, mentre gli ambientalisti accusano l'amministrazione Bush di non aver firmato il Protocollo di Kyoto e di non avviare misure consistenti per la riduzione di gas nocivi nell'atmosfera, la questione della "guerra climatica" non viene minimamente menzionata. Perché di questo si tratta! Infatti il sistema di antenne sarebbe (è, non "sarebbe", n.d.r.) in grado di emettere onde radio ad altissima frequenza che, concentrate in un punto specifico dello strato atmosferico, ne determinerebbero un surriscaldamento. A questo punto le onde elettromagnetiche rimbalzano sulla terra con un "effetto penetrazione" che può generare fenomeni climatici di tipo diverso (maremoti, tifoni, uragani etc.). Sono ancora ipotesi (non sono ipotesi, bensì fatti accertati, n.d.r.), ma non del tutto ignorabili. Di recente la Federazione Scienziati Americani ha ammesso che avviene un «uso militare» di H.A.A.R.P., ma non di tipo "destructive", ma orientato solo per operazioni di tipo "special recognitions". In effetti, mediante una modulazione mirata dei segnali in frequenze bassissime, sarebbe possibile "vedere" ciò che succede nel sottosuolo, individuando bunker, silos di missili e installazioni sotterranee.

Di "guerra ambientale" si parlava già decenni or sono. Anche in U.R.S.S., sin dal 1976, si annunciava la possibilità di sperimentazioni di questo tipo. Lo scienziato Bernard Eastlund, considerato il padre di H.A.A.R.P., l'11 agosto 1987 brevettava con numero di "patente" 4,686,605 il suo «Metodo ed apparato per l'alterazione di una regione dell'atmosfera, della ionosfera o della magnetosfera». Nessuno può dirci che cosa ci riservi il futuro, però forse un giorno potremmo anche essere costretti a pagare per una giornata di sole...




Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Attacco all'informazione CLICCA QUI

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

100 commenti:

  1. A Zret:

    Visto che lei, nell'articolo, trasforma tramite sue note vari "sarebbe" e "ipotesi" in fatti accertati, sarebbe così cortese da spiegare, tecnicamente, come è possibile creare un lobo di trasmissione così stretto da colpire aree di poche decine di chilometri di raggio a distanza di diverse migliaia con un insieme di dipoli, che per sua natura è caratterizzato dalla omnidirezionalità?

    Passando alla termodinamica, un uragano tropicale medio scarica in 48 ore un quantitativo di energia valutato pressapoco sui 30'000'000 GWatt/ora, energia pari a quella prodotta da tutte le centrali elettriche mondiali in grossomodo 400 giorni. Ora, visto che l'energia non si crea dal nulla ma si trasforma, può lei spiegarmi come viene prodotta, imagazzinata, trasmessa e applicata questa spaventosa quantità di energia? (fonte usata per i dati: http://www.aoml.noaa.gov/hrd/tcfaq/D7.html).

    Qualora intenda suggerire che l'attuazione del bieco progetto avvenga non trasmettendo di prima mano l'energia necessaria, ma controllando e manovrando perturbazioni esistenti, allora la prego di rispondere a queste domande:

    - Come è possibile spostare un qualsiasi oggetto tramite onde elettromagnetiche? E qualora studiasse l'argomento e capisse che probabilmente si riferisce ad un campo magnetico, come sarebbe possibile generarne uno sufficentemente potente senza fondere letteralmente ogni genere di materiale ferromagnetico posto nel raggio di diverse centinaia di chilometri dalla sorgente?

    -Una uragano ha una massa, intesa come peso della materia in esso contenuta a meno della pura spinta idrostatica, letteralmente spaventosa. Non ho tempo e, probabilmente, nemmeno le conoscenze necessarie per affrontare l'argomento ma, vista la sicurezza nelle sue affermazioni, mi aspetto quanto prima una approfondita e inattaccabile analisi meteorologica e energetica dell'entità della forza necessaria a spostare a comando detta massa.

    Aspetto con fiducia una adeguata risposta alle mie domande, possibilmente non un copia-incolla di definizioni da qualsivoglia sito ma del materiale originale che, date le vostre approfondite compentenze multidisciplinari, non avrete problemi a produrre.

    Cordialmente,
    Dott. Ing. Riccardo Belloli.

    RispondiElimina
  2. Mi pare che Lei, esimio Ingegnere, sia il clone di pirlangela: ha già tutte le risposte alle sue capziose domande. D'altronde la Sua onniscienza non si discute.

    P.S. Mai sentito citare le energie scalari?

    RispondiElimina
  3. RB12, poniti questa domanda: "Perché non me ne vado a rompere i marroni da mia sorella, invece di stare sempre a visitare questo blog?"

    ... e risponditi da solo, visto che hai bene dimostrato di avere le mani in pasta e che ti brucia il didietro.

    RispondiElimina
  4. Su segnalazione di Maria, che ringrazio:

    Se le "contrails" non ci sono, allora si creano.

    QUI

    NO COMMENT!

    RispondiElimina
  5. Dott. Ing. Riccardo Belloli, come mai del tuo illustre nominativo non esiste traccia? Forse che un nome preso a prestito tanto per apparire referenziale?

    RispondiElimina
  6. Dott. Ing. Riccardo Belloli cosa ne pensa delle scie degli aerei? cosa ne pensa delle ipotesi della geoingegneria? è possibile che qualcuno stia irrorando delle sostanze nel cielo, senza dirlo a nessuno?

    le chiedo queste cose per avere un parere disinteressato di un dott.ing.

    RispondiElimina
  7. secondo me le cose che dice RB12 sono comprensibili. detto questo però c'è sempre una piccola notazione da ricordare: ci sono tecnologie ad uso militare che noi non ci sognamo nemmeno....quindi non è che ci dobbiamo stupire se controllano il meteo....per esempio, pensate che ci sono addirittura alcuni BREVETTI sulla distruzione delle nuvole attuata tramite satellite: stiamo parlando di veri e propri fasci di energia(emessi dal satellite) in grado di eliminare le nuvole in una certa zona...

    e se hanno sui satelliti cose di questa portata, chissà cosa c'è a terra, nelle basi off-limits.

    sappiamo tutti che "scaldare" l'atmosfera è possibile....la domanda che mi pongo è da dove prendono tutta l'energia....

    infatti mi ricordo che qualche tempo fa lessi la notizia: "bolletta gigante per la CIA, un miliardo di dollari solo nel quartier generale..."

    in pratica si di diceva di quanta energia "succhiavano" i vari corpi armati.......

    e poi dobbiamo sempre pensare all'azione congiunta di varie cose: per esempio, potrebbero usare in combinazione vari tipi di tecniche. magari usano aerosol e satelliti e basi a terra, insieme....

    ed infine ricordiamo sempre che esiste la macchina che crea i terremoti....quella macchina creata dai russi che rilasciava una scarica elettrica nel terreno tale da provocare una scossa tellurica.

    RispondiElimina
  8. Secondo i baroni accademici per fondere i nuclei sono necessarie le temperature del sole, mentre altri che se ne fregano lo fanno a freddo. Quindi è bene essere aperti a possibilità non contemplate (o meglio censurate) dalla dottrina scientifica ortodossa.

    RispondiElimina
  9. Sono appena rientrato da un paio di settimane sicule in provincia di trapani. Bel cielo, però aimè ho visto qualche sporadica scia non persistente anche da quelle parti. Guardando col binocolo vedevo chiaramente che uno dei due getti era più grande dell'altro, e non credo he su uno stesso aereo montino 2 turbine diverse, quindi veleno disperso anche in quella zona.

    RispondiElimina
  10. Bravo Arturo, esistono sistemi d'arma potentissimi che neppure immaginiamo. Il sedicente Ingegnere lo sa, ma finge di non saperlo ed ha solo tentato di portare la discussione in un cul de sac in cui sono imprigionati Maxwell e Lavoisier.

    Certamente errata la convinzione che "nulla si crea, nulla si distrugge", ma pirlangela ed amici con i loro cervellini atrofizzati non hanno mai sentito citare Kasimir né Bearden.

    Infine, prescindendo da ciò, gli effetti di tecnologie artificiali sul clima (e non solo!!!) si vedono tutti PURTROPPO. Le energie distruttive esistono o penseremo che a Hiroshima e Nagasaki esplosero due bombole del gas?

    Ciao

    RispondiElimina
  11. Frittomister, la "scienza" degli accademici è giurassica ed è quella insegnata nei licei e nelle università, centri per la decerebrazione. Pensa che il darwinismo è presentato come evangelo. Il resto si può immaginare.

    RispondiElimina
  12. Tra i più deficienti disinformatori vi sono coloro che fanno della teoria di Darwin il loro credo. Non ne parliamo.

    Sulle scie anomale da un solo motore sono d'accordo: non si tratta certo di un fenomeno normale e ne abbiamo trattato qui.

    RispondiElimina
  13. RB12 il complesso haarp è stato progettato
    per essere utilizzato anche come antenna ad allineamento di fase quindi i dipoli non potranno mai essere omnidirezionali.

    in questa pagina puoi trovare un gruppo di studenti che ha fatto una gita nel complesso haarp

    http://www.flickr.com/photos/saket_vora/sets/72157606260494480/

    una volta entrati gli hanno fatto sparare nella ionosfera un segnale con una frequenza di 6.8Mhz
    e 3.6 MW di potenza

    il lobo di irradiazione mi sembra abbastanza stretto

    http://www.flickr.com/photos/saket_vora/2683032637/in/set-72157606260494480/

    RispondiElimina
  14. ...sarebbe così cortese da spiegare, tecnicamente, come è possibile creare un lobo di trasmissione così stretto da colpire aree di poche decine di chilometri di raggio?


    ARMI A MIICROONDE

    RispondiElimina
  15. RB12, mi dici per quale motivo dovrei pubblicare i tuoi interventi? I doppiogiochisti melliflui non ci piacciono.

    RispondiElimina
  16. due settimane fa l'associazione meteorologica americana ha dato il via, UFFICIALMENTE. alla "geoingegneria".

    oggi invece , sembra che siano stati prese decisioni dal governo americano:

    ""Geoengineering schemes under scrutiny

    Researchers divided over the wisdom of climate manipulation.""


    http://www.nature.com/news/2009/090807/full/news.2009.810.html


    ""Among other things, it concludes that SPRAYING SULPHATE AEROSOLS — to mimic the cooling effects of a major volcanic eruption — is technically feasible.""


    ""The report recommends, for instance, preliminary work on determining the best way to deliver and disperse sulphur aerosols, and on wind-field and other modelling to work out how the particles might spread throughout the stratosphere. It also lays out what SORT OF FIELD TESTS might be needed to validate this work, including "a non-trivial stratospheric aerosol loading to be MAINTAINED FOR SEVERAL YEARS".""

    adesso è proprio ufficiale: presto verrà UFFICIALMENTE irrorato il composto chimico con gli aerei.

    ""Meanwhile, the UK Royal Society is expected to release a detailed report on geoengineering options in September, the first major scientific academy to do so.""

    i britannici, invece, rimandano la notizia a settembre.

    non per dire, ma in italia questi stanno irrorando dagli aerei come minimo da 5 anni.

    e solo ora cominciano a parlare.......questi aerosol "per l'effetto serra" mi sembra di averli già visti.....non sarà mica che stanno irrorando con gli aerei di nascosto?

    per chi le voleva, stanno arrivando le dichiarazioni ufficiali sugli aerosol.

    e come previsto la storia che racconteranno è questa: le scie sono per raffreddare il pianeta, e lo stanno facendo da anni di nascosto per il nostro bene

    RispondiElimina
  17. naturalmente mario tozzi, che è ormai il paladino della lotta ai cambiamenti climatici, non menziona MAI, nei suoi programmi, le varie "ipotesi" di aerosol. EPPURE NON ME LE INVENTO LE COSE, I DOCUMENTI E LE AFFERMAZIONI UFFICIALI CI SONO e sono molti. e si parla proprio di spargere sostanze chimiche con gli aerei. che è proprio quello che sono le scie chimiche.

    ma il tozzi niente, vuoto assoluto......e pensare che ha svolto anche delle ricerche sulla geoingegneria....quante strane coincidenze quando si parla delle scie degli aerei.....
    e la gente se ne sta accorgendo che il cielo non è più azzurro......penso proprio che tra breve scoppierà lo scandalo, finalmente

    RispondiElimina
  18. bario tozzi è solo un burattino, un puppet. Sarà introdotto un tributo per finanziare l'avvelenamento globale? Credo proprio di sì.

    RispondiElimina
  19. Caro Arturo, se vuoi la mia lapidaria (e poco fine) opinione su questo cambiamento di rotta (ammettere gli aerosol ammannendoci la balla che sono per il nostro bene), è la seguente: "SONO CAZZI", perché gli elementi come Bario Tozzi, sino ad ora tutto impegnato a prendere per il culo gli "sciachimisti" (orribile termine che solo un malato come kattivix poteva coniare) saranno i primi a raccontare in televisione la balla che "essi" lo fanno per il nostro bene.

    Conoscendo l'idiozia del popolo e la proverbiale capacità dei media di convincere anche i sordociechi 8vedi 11 settembre 2001), dovremo lottare contro ben maggiori ostacoli.

    RispondiElimina
  20. egregio ingegnere alias RB12

    come peraltro già fatto notare da lucy, le rammento che il complesso di antenne costituente la stazione di emissione haarp di gakona è un "phased array antenna" la cui peculiarità consiste proprio nel poter ottenere lobi di emissione assai "personalizzabili" e ben lontani dalla emissione isotropica di una sorgente puntiforme. Effetto secondario, o azzarderei pure, primario, è la possibilità di focalizzare l'energia a radiofrequenza su aree molto ristrette diciamo di raggio comparabile alla lunghezza d'onda. Poichè il sistema haarp lavora su frequenze tra 3 e 7mhz parliamo di lunghezze d'onda tra 100 e 40mt conseguentemente è assolutamente plausibile concentrare gli svariati megawatt prodotti dal sistema haarp su aree di pochi kilometri quadrati.
    Relativamente agli effetti meccanici che le emissioni elettromagnetiche sono in grado di produrre mi permetto solo di rammentarle che una qualsiasi emissione a radiofrequenza è costituita da una componente elettrica (e quindi un campo elettrostatico E ) e una componente magnetica (campo magnetico H ) o per dirla in termini auspicabilmente più vicini alla sua preparazione trattasi di due vettori giacenti su due piani perpendicolari tra di loro il cui modulo varia con legge sinusoidale. Come rammenterà, sia un campo elettrico sia un campo magnetico sono perfettamente in grado di produrre effetti sugli oggetti come peraltro l'esperienza diretta con calamite e limatura di ferro nonchè bacchette di plastica strofinate con panno di lana e pezzetti di carta rivela e dimostra sin dai tempi delle scuole elementari gia da decenni.
    Assai acuta risulta l'osservazione da lei fatta relativamente alla consistente massa di un uragano talchè colui che pensasse di poter spostare a suo piacimento tutta quella roba quanto meno rischia una diagnosi di malattia mentale.
    Eppure dal basso della mia ignoranza vedo che siamo circondati da dispositivi che fanno proprio questo, ovverosia con forze notevolmente piccole hanno ragione di forze ben superiori quasi a voler dimostrare che non conta soverchiare bensì controllare. Non mi permetterò di offenderla elencando puntigliosamente i vari dispositivi via via realizzati a partire dalle epoche più remote per conseguire quanto poc'anzi detto. Auspicando che il suo intervento sia stata una boutade, quasi come tra amici in una spensierata serata, spero di risentirla.

    RispondiElimina
  21. Forse il sedicente ingegnere potrebbe infilare la testa in un forno a microonde acceso e poi raccontarci quali sono state le conseguenze.

    RispondiElimina
  22. The_klutz si trova nel suo. Complimenti!

    RispondiElimina
  23. segnalo due articoli che ho realizzato slla pericolosità dei nuovi "vaccini contro l'influenza suina"

    Alcune scomode verità sui vaccini antinfluenzali e sui rimedi naturali per prevenire e combattere l'influenza


    12.000 bambini come cavie umane per un vaccino pericolosissimo per tutti


    sono informazioni da diffondere con ogni mezzo per contrastare questo orrendo programma di vaccinazioni di massa che sicuramente funziona in sinergia con le emissioni di HAARP e le scie chimiche (per non dire del codex alimentarius) per danneggiare la salute degli esseri umani, indebolirne il sistema immunitario, imbottirli di metalli

    RispondiElimina
  24. ""bario tozzi è solo un burattino, un puppet. Sarà introdotto un tributo per finanziare l'avvelenamento globale? Credo proprio di sì.""

    è questo il punto!!

    ""In another report issued today, the Copenhagen Consensus Center — a Denmark-based group founded by Bjørn Lomborg, author of the book The Skeptical Environmentalist — tackles the potential costs of several geoengineering schemes. It argues for spending US$750 million every year for the next decade on geoengineering research, particularly on SOLAR RADIATION MENAGEMENT and the study of its side effects.""

    qui si parla di cifre astronomiche, 750 milioni all'anno, per un bel pò di tempo.

    per "studiare" la copertura solare artificiale attuata tramite irrorazioni aeree......tutto ciò è nero su bianco. siamo ad un punto di svolta

    domanda: chi pagherà per le "future" irrorazioni volte ad oscurare il cielo? perchè è di questo che si parla, di oscuramento globale:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Oscuramento_globale

    http://en.wikipedia.org/wiki/Solar_radiation_management

    http://en.wikipedia.org/wiki/Stratospheric_sulfur_aerosols_%28geoengineering%29

    abbiamo tutti visto le evidenti anomalie atmosferiche avvenute dopo il passaggio di questi strani aerei: gli scettici dovrebbero rendersi conto che è tempo di svegliarsi, e che le scie degli aerei che oscurano completamente il cielo e dissolvono le nuvole non sono un fenomeno nella norma. e men che meno è un fenomeno nella norma il cielo non più azzurro ma grigio.

    intanto io stampo e faccio visionare a più gente possibile.

    una scusa che inventano le persone per non guardare il cielo è: "non c'è niente di ufficiale, i governi hanno sempre negato tutto..."

    bene, adesso ci sono pure i documenti ufficiali.

    le prove sono ormai tangibili ed inattaccabili.

    adesso dovrebbero dimostrarci che quelle scie sono innocue.......

    sono sicuro che persone come l'On. Brandolini chiederanno risposte chiare e concrete.

    intanto qui stiamo ancora aspettando la risposta ufficiale del governo all'interrogazione parlamentare del brandolini

    RispondiElimina
  25. Eh... ma qui in Italia sono tutti speciali...

    http://it.wikipedia.org/wiki/Scie_chimiche

    Si sveglieranno in un mare di mota.

    RispondiElimina
  26. SCARICATE QUI il pdf. il primo di una serie di documenti sul "disclosure" delle scie chimiche

    http://www.aei.org/article/100863

    io l'ho già letto, e penso che non vi piacerà (riferito ai gonzi) quello che c'è scritto:

    in pratica si da per scontato che eseguiranno delle irrorazioni aeree di sostanze inquinanti. i primi esperimenti UFFICIALI saranno eseguiti prima del vertice di copenaghen a fine anno.

    copio ed incollo una parte, per farvi capire:

    ""The National Academy of Sciences (1992) considered the use of 16-inch naval artillery rifles,
    rockets, balloons, and ARIPLANES to inject material into the stratosphere. The cost of naval
    artillery and balloons were about the same, while the cost of rockets was estimated to be
    about five times greater. Robock et al. (2009) HAVE RECENTLY revised the cost estimates for the
    use of airplanes(forse perchè lo fanno già?). They conclude that 1 Tg of H2S could be injected near the equator using
    F-15s for a yearly cost of about $4.2 billion.""

    i numeri sono questi: 4 miliardi di dollari per un'operazione continua di copertura aerea.

    quindi ora sappiamo anche il costo.

    e gli aerei usati non sono certamente solo gli f-15, ma bensì molti insospettabili civili

    RispondiElimina
  27. A distanza di cento anni dai primi studi sulla cancerogenità dell'amianto, siamo ancora a contare i morti per asvestosi e fino a 10 anni fa le Ferrovie dello Stato rivestivano gli interni delle carrozze con fibra d'amianto. Non che ora stiano meglio, visto che le carrozze "velenose" sono abbandonate in mezzo ai campi.

    Detto questo, tra cento anni ci diranno: "Noi non lo sapevamo che i metalli pesanti facessero così male. Tante scuse!". Intanto noi paghiamo ora e pagheremo poi, scucendo denaro e rimettendoci la pelle prima del tempo.

    RispondiElimina
  28. da wikipededia

    "" Collegamenti esterni [modifica]

    Spiegazioni scientifiche [modifica]

    * Le FAQ del Cicap""


    ah bè, molto scientifiche. però i documenti ufficiali in cui le associazioni governative si riferiscono agli aerosol aerei, non ci sono.

    ""Detto questo, tra cento anni ci diranno: "Noi non lo sapevamo che i metalli pesanti facessero così male. Tante scuse!". Intanto noi paghiamo ora e pagheremo poi, scucendo denaro e rimettendoci la pelle prima del tempo.""

    e quello che penso anche io.....intanto è bene che se ne parli. e non penso che ormai possano tornare indietro. voglio vedere se hanno il coraggio di irrorare come facevano l'anno scorso.

    per ora si limitano a farle in mare, "così la gente non vede..."



    dimenticavo:

    http://www.aei.org/docLib/AP-Climate-Engineering-Bickel-Lane-v.3.0.pdf

    questo è il documento più tecnico fin'ora pubblicato. il bello è che si fa più volte questo discorso: "le irrorazioni aeree costano di meno e sono realizzabili....mentre le altre cose(per combattere l'effetto serra), come per esempio lo stoccaggio di CO2, costano molto e non sono praticabili"

    in pratica: "ora vi prendete le irrorazioni atmosferiche. punto."

    RispondiElimina
  29. Irrorazioni atmosferiche = scie chimiche. E così sia. Andate in pace.

    RispondiElimina
  30. Buongiorno a tutti, ecco un articolo fresco freso tratto dalla Repubblica.it. Ma già, grossomodo, ne avevano parlato un paio di mesi fa sull'Espresso.
    Più sfacciati di così!

    Nuvole artificiali, scudo bianco
    che salverà la Terra


    Comunque, sì, quello che ci immaginavamo da tempo, si sta realizzando: con la scusa del ( finto ) cambiamento climatico...

    A presto!

    Luka78

    RispondiElimina
  31. Ciao Luca, il Global Warming è un vero e proprio cavallo di Troja.

    RispondiElimina
  32. L’esperimento ora in corso per modificare artificialmente il clima ha sviluppi a sorpresa

    Lo stanno facendo, ma le cose non vanno esattamente come era stato previsto. Ricordate l’esperimento? E’ un tentativo di mitigare il riscaldamento globale modificando artificialmente il clima; lo chiamano anche “fertilizzazione degli oceani”.

    Si tratta di buttare grandi quantità di ferro nell’oceano per mettere in moto una reazione che dovrebbe assorbire dall’atmosfera una buona quantità di anidride carbonica, il gas dell’effetto serra.

    Pochi giorni fa gli scienziati hanno buttato in acqua 10 tonnellate di solfato ferroso al largo dell’isola della Georgia del Sud. Si aspettavano che le alghe si moltiplicassero dopo 10-15 giorni. Prima sorpresa: ne sono bastati quattro.

    Ma non solo. Si è sviluppato un solo tipo di alga, le haptophyte. Lo zooplancton - animali microscopici e larve di organismi marini - sta mangiando queste alghe alacremente.

    Risultato. L’anidride carbonica assorbita dalle alghe mangiate dallo zooplancton rimarrà nelle acque superficiali e non finirà nelle profondità marine, come invece si credeva che accadesse.

    http://www.dw-world.de/dw/article/0,,4029585,00.html

    RispondiElimina
  33. "Risultato. L’anidride carbonica assorbita dalle alghe mangiate dallo zooplancton rimarrà nelle acque superficiali e non finirà nelle profondità marine, come invece si credeva che accadesse."

    Tutto daccapo!

    Leggendo il testo de La Repubblica si parla, come già se ne era parlato sull'articolo dell'Espresso, di geoingegneria. Esiste, e anche da tempo.
    Si sa, non ho fatto tante ricerche perchè si è già impegnati nel casino quotidiano, metti, poi, i rompi scatole che che spuntano in queste circostanze...
    Comunque, un pò di link:

    Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria

    Dipartimento di Geoingegneria e Tecnologie Ambientali

    Geoingegneria: come modificare artificialmente il clima

    Obama e la geoingegneria. Gli Usa utilizzeranno la tecnologia per modificare artificialmente il clima?

    Usa, la geo-ingegneria propone il "reboot" del clima

    Ripeto: sono cose che sapevamo, ho voluto mettere un pò di link per rinfrescarci la memoria.

    P.S.
    A proposito di rompiscatole, c'è un tale che sul suo blog, a tempo di record, ha già pubblicato l'articolo della Repubblica.it!

    RispondiElimina
  34. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  35. Abbiamo avviato una campagna di informazione sulle scie tossiche in contrapposizione alle menzogne pubblicitarie dei deficienti disinformatori. Il costo totale è di 50 euro.

    Luka, davvero eloquenti gli articoli da te segnalati. Tra l'altro la geo-ingegneria è solo la punta dell'iceberg, anzi il paravento dietro cui si nascondono inconfessabili scopi.

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  36. La campagna su Google ad-sense durerà 10 giorni. Per ora...

    RispondiElimina
  37. L'esperimento sulla fertilizzazione degli oceani per far aumentare le alghe è solo un esempio delle sorprese di fronte alle quali si troveranno i deficienti che giocano con cose che non conoscono affatto (e per colpa loro tutti noi) e che credono di avere il controllo della situazione. Illusione: gli effetti collaterali sono i primi che ci si deve aspettare quando si fanno certe manipolazioni, visto che non si tratta di aumentare o diminuire la potenza di una macchina ma di pretendere di mettere in ginocchio il clima e l'ambiente. Non potranno MAI impedire che la faccenda gli scappi dalle mani, neanche usando le più avanzate tecnologie. Senza dimenticare che tutto questo non lo fanno con gli scopi dichiarati ufficialmente, per cui sì, caro Straker, l'ufficializzazione dell'operazione chemtrails (che falsi!) sono c.... acidi che darà solo maggior opportunità di lavoro ai disinformatori.
    Ciao

    RispondiElimina
  38. E' così, Ginger ed in effetti se il clima è sconvolto, lo si deve alle irrorazioni (ed H.A.A.R.P.)che ormai devastano il pianeta da almeno un ventennio. Il global warming da attività umane non esiste. Sono loro la causa degli sconvolgimenti climatici e tutto ciò è servito a dar loro campo libero per tutte quelle sperimentazioni sino ad ora da noi e da altri denunciate. Obama ha dato il via alel danze. Sotto il falso obiettivo del contrasto all'effetto atmosfera, porteranno avanti questi ed altri scellerati progetti di controllo e distruzione (militari e civili) e noi non potremo farci niente e dovremo anche pagarci sù il balzello!

    RispondiElimina
  39. Dici bene, Ginger. In ogni caso il solfato di ferro nei mari e negli oceani serve ad inquinare questi ecosistemi e ad aggravare la crisi alimentare, non certo a favorire la riduzione di C02.

    Ciao

    RispondiElimina
  40. A questo link, già segnalato da Arturo ed anche da altri amici, si legge:

    "Millenovecento navi schierate sugli oceani per sparare raffiche di pulviscolo a 5 chilometri di altezza, in modo da seminare nuclei di condensazione capaci di far nascere nuvole."

    e poi...

    "Ad esempio imbiancando le nubi esistenti, cioè spruzzando piccole gocce di acqua di mare nella parte bassa dell'atmosfera per modificare l'albedo delle nuvole, cioè la loro capacità di riflettere la luce solare".

    Si comprende bene che la quota degli aerei che sino ad ora abbiamo osservato, non può che essere compresa che tra i 1.700 ed i 5.500 metri, come sovente ripetuto. Non ci piove.

    A proposito di pioggia....

    Oggi a Sanremo doveva piovere, ma i tankers hanno svolto bene il loro lavoro e non è scesa una goccia. Ora si intravvedono le scie tra un cumulonembo distrutto e l'altro. E' chiaro l'intento di apportare danni agli ecosistemi. Agosto non doveva essere il mese delle piogge? Invece, almeno qui, che hanno deciso di non far piovere, non piove.

    RispondiElimina
  41. Dopo tutto quello che ho letto fin qui ho l’umore sotto i talloni. Mia moglie mi dice che a Monfalcone questa mattina si vedevano aerei con strane scie.
    Adesso Straker leggo di Sanremo. Mi chiedo come sia possibile che i carabinieri e i magistrati siano così sfacciatamente insensibili. Dopo tutto la respirano anche loro e i loro figli questa merda.
    Meglio che chiuda qui. Un saluto.

    RispondiElimina
  42. I Carabinieri? "Nei secoli fedeli", non importa a quale prezzo.

    Qui vale la pena ricordare che l'invasione in Iraq da parte degli Stati Uniti e dei suoi alleati (Italia compresa) la si deve ad un falso dossier stilato da un ex Carabiniere. Questo falso dossier... un vero fake in stile "Perle complottiste" fu passato al giornalaio Carlo Rossella, il quale lo sottopose ai servizi segreti italiani ed inglesi, i quali, pur sapendo che tale dossier sulle armi chimiche di Saddam era un falso (firme comprese), comunicarono il suo contenuto alla C.I.A., la quale fu felicissima di portare a Bush un motivo valido (falso) per invadere l'Iraq.

    Il resto è storia.

    Altri esempi? L'omicidio Falcone (il comando a distanza partì dal castello allora sede dei servizi segreti; l'omicidio Borsellino, la scomparsa dell'agenda di Borsellino e la cancellazione dei dati dell'agenda di Falcone. Gli autori? Sempre gli stessi.

    Alcuni disinformatori un po' defilati in queste settimane sono uomini dello Stato.

    Si può avere fiducia nello Stato? Potremo mai avere supporto ed aiuto dagli uomini dello Stato? La risposta è no.

    RispondiElimina
  43. LE IDEE
    Nuvole artificiali, scudo bianco
    che salverà la Terra
    Studio danese: spariamole con i cannoni. Sistema ideato per riflettere i raggi solari e sconfiggere il "global warming"



    ""La geoingegneria, figlia degli studi condotti durante la guerra fredda per modificare il tempo in territorio nemico, mira a prendere con la forza il controllo del clima non solo creando nuvole ma usando un intero arsenale di strumenti d'attacco.

    Ad esempio imbiancando le nubi esistenti, cioè spruzzando piccole gocce di acqua di mare nella parte bassa dell'atmosfera per modificare l'albedo delle nuvole, cioè la loro capacità di riflettere la luce solare. Oppure "fertilizzando" gli oceani con polvere di ferro, con iniezioni di azoto o con il rimescolamento delle acque profonde per far proliferare le alghe e catturare, grazie alla loro crescita, anidride carbonica. O ancora SPARANDO GRANDI QUANTITA' DI ZOLFO IN ATMOSFERA per simulare l'effetto di un'eruzione vulcanica che crea una nube di particelle in grado di SCHERMARE la radiazione solare""

    "SPARIAMOLE COI CANNONI" dice repubblica.

    peccato che nel documento UFFICIALE, con tutte le analisi tecniche, si fa chiaro riferimento ad una flotta di aerei militari. specificando anche i costi: 4 miliardi di dollari per una copertura artificiale totale attuata tramite aerosol aerei.

    sembra che qualche disturbatore, per paura di perdere il posto, sia costretto a fare gli straordinari. spero che non siano retribuiti.

    in compenso quando viene fuori tutto voglio sapere cosa s'invenerà certa gente...e mi riferisco anche ail sig guido guidi e al sig. de simone.

    RispondiElimina
  44. ""Si può avere fiducia nello Stato? Potremo mai avere supporto ed aiuto dagli uomini dello Stato? La risposta è no.""

    ci sono sempre delle eccezioni che ci possono far ben sperare.

    io spero che i carabinieri avviino un indagine su questi esperimenti atmosferici, dato che il comitato tanker enemy ha fornito pià volte prove tangibili e concrete. oltre tutto ciò, ormai il piano di irrorare con gli aerei è ufficiale, quindi un idagine ci starebbe.

    RispondiElimina
  45. Lo spero anch'io, Arturo, ma la mia è solo una speranza e non una convinzione. Spero di sbagliarmi e qui vorrei che qualcuno degli interessati mi potesse contraddire con i fatti e PRESTO!

    RispondiElimina
  46. Straker, sai quando ero in Olanda per studio nel lontano 1992-1993 dopo le stragi, un collega di università mi disse che erano proprio i vertici dell’arma il nodo e non la soluzione dei fatti che citi. Lo avevo mandato al diavolo allora. A distanza di anni il dubbio è venuto anche a me. Qui però c’è l’aggravante che anche le altre polizie di Europa (incluse quelle immacolate olandesi) si stanno comportando allo stesso modo. Non vedono. Qui si configura proprio il tradimento della Democrazia per cui eleggiamo delle persone a rappresentarci.
    Ho letto il titolo di Repubblica dove definiscono le nuvole artificiali con lo “scudo bianco”. Faccio il comunicatore d’azienda e questo slogan è pura manipolazione della gente! Con l’aggravante che come segnala Arturo la notizia è stata modificata. Suggerisco loro di sostituire la flotta di aerei militari con The SKY Angels e un co-marketing con la rete televisiva di Murduch.
    Che dire visto che non posso denunciare, visto che se alzo la testa mi deridono, dato scorgo qualche correlazione tra la mia irritazione ai bronchi con tosse e le apparizioni delle magiche autostrade bianche (prevenzione e bellezza insieme mi verrebbe da dire), mi è rimasta solo la speranza nelle 10 piaghe divine verso coloro che pianificano questo scempio e verso coloro che non vogliono vedere. E adesso torno al lavoro con l’angoscia dentro che niente è più come prima.

    RispondiElimina
  47. Qui passano come se dovessero atterrare! Cose mai viste!

    RispondiElimina
  48. Ron, condivido il Tuo pensiero e soprattutto le Tue conclusioni. Come si suol dire: "Muoia Sansone con tutti i filistei".

    RispondiElimina
  49. Subdola strategia quello dei quotidiani del regime totalitario: mostrare i limiti delle scie, ma anche la loro ineluttabilità.

    Lo stato? Avevo capito Hobbes di che si tratta.

    RispondiElimina
  50. Mi piacerebbere come mai il mio commento è stato censurato, dal momento che ho dato solamente dei consigli sul sito.

    RispondiElimina
  51. William Bill, permettimi, ma tu sei un lettore "normale" così come io sono Napoleone. Conosciamo certe strategie da "Ultima spiaggia" che giocano sulla psicologia spicciola.

    Chi sei? Dimmi... fammi capire.

    RispondiElimina
  52. un'altra, ennesima, coincidenza?

    http://img17.imageshack.us/img17/9209/93498813.jpg

    uno naviga sulla rete per informarsi, e vede una cosa così: le scie chimiche non esistono, sono una leggenda metropolitana.

    oltre tutto, il banner è proprio su tanker enemy......

    RispondiElimina
  53. Mi dispiace che tu sia nato nell'Italia del '900 e non nella Francia dell'700, avresti fatto molta strada.
    Battute a parte, ho visitato poche volte questo sito ed è la prima volta che scrivo un commento.
    Io ti ho dato dei consigli, rendi la sezione "commenti" più organizzata e pulita. Se vuoi farlo bene, se non vuoi farlo, cavoli tuoi. Io sono d'accordo con la maggior parte delle cose che scrivi (me la sono presa per la storia di Darwin, perché fa parte della mia branca di studi), ho delle riserve su alcune, ma non ho mai contestato quanto scrivi.
    Se per qualche ragione cerchi di trovare tracce di complotto anche nei miei commenti, sinceramente non sento nessun bisogno di giustificarmi.

    RispondiElimina
  54. Arturo, me ne sono accorto questa mattina ed ho provveduto a creare un filtro per quegli inditrizzi che sappiamo. A quanto pare i suddetti filtri non sono ancora attivi.

    RispondiElimina
  55. William, lasciamo perdere. In ogni caso Darwin le ha sbagliate tutte e se ha sbagliato lui, ci possiamo permettere tutti di non essere perfetti.

    RispondiElimina
  56. Per un cielo bianco, basta che chi abita a Sanremo si affacci ora. La geoingegneria è qui!

    RispondiElimina
  57. La pubblicità di quell'intelligentissimo geologo sembra l'interessato consiglio del lupo per Cappucetto Rosso.

    RispondiElimina
  58. Da cosa avresti dedotto che sono di Zurigo?
    Comunque è totalmente nuvoloso e piove. Ti dirò nei prossimi giorni.
    A proposito di Svizzera, ho notato che sul tuo blog hai pubblicato un link riguardante la presunta vaccinazione forzata nel nostro paese, purtroppo è errato.

    RispondiElimina
  59. "Coperto con piovaschi deboli" non è pioggia come intendono anche le compagnie assicurative se ti vogliono rimborsare la vacanza. In effetti la dispersione di elementi igroscopici provoca proprio deboli piovaschi di pochi minuti.

    Per il resto, non ci rimane che attendere e toccare con mano. per uno che non legge mai il nostro blog, sei ben preparato e non ti sfuggono mai gli interventi di mio fratello sul forum di comedonchisciotte.

    I commenti, secondo te, non sono ben gestiti? Dovrei pubblicare cose come il commento di codesto illustrissimo personaggio?

    frankbat ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Se il controllo del clima diventa un'arma (articol...":

    Che IMMANE, ENORME, GIGANTESCA MONTAGNA DI CAZZATE racolte tutte in un post!
    Ma cercarvi un'attivita', o un hobby, che vi distolga dalle vostre paranoie e indirizzi le vostre capacita' verso qualcosa di utile, mai?
    Oh, scusate, dimenticavo che le vostre capacita' non arrivano nemmeno ad aprire un rubinetto, cosa che effetivamente non e' molto richiesta nel mondo vero (quello in cui NOI viviamo, VOI siete da tutt'altra parte)!

    Pubblica questo commento.

    Rifiuta questo commento.

    Modera i commenti per questo blog.

    Postato da frankbat in Scie Chimiche (Chemtrails) - Tanker Enemy alle 08 agosto, 2009 11:04

    RispondiElimina
  60. Credo che mi confondi con qualcun altro, poiché sul forum di comedonchisciotte ho partecipato solo a due discussioni, per il resto ho commentato qualche articolo qua e là.
    Mi piacerebbe che rispondessi ad una domanda, se vuoi per e-mail, come fai a sapere dove abito esattamente e quali siti ho visitato?

    RispondiElimina
  61. Non che sia importante da dove ci leggi, ma suvvia, non prendermi in giro. Basta un "tracert" da prompt dei comandi per risalire al provider. In ogni caso il gestore di statistiche è lì anche per quello e basta incrociare i commenti con gli orari (solo quando necessario) e si può risalire a tempi e modi.

    RispondiElimina
  62. Pensavo che il mio provider avesse sede a Losanna, va be' mi sbagliavo. Comunque ero incuriosito dal fatto che avessi scoperto che frequentavo comedonecc. dal momento che ho lasciato ben pochi commenti.
    Alla prossima.

    Buona serata

    RispondiElimina
  63. Saluti...
    Confermo...anche qui sopra PietraLigure...
    sciate a Go-Go...e nubi dissolte...
    signori disinformer...
    riconfermo...la vostra fine ...
    è vicina...ormai prossima...
    Stone

    RispondiElimina
  64. http://www.repubblica.it/2009/07/speciale/altri/2009rumiz/ombelico-mediterraneo/ombelico-mediterraneo.html


    ""Si narra che arrivando a Catania col suo transatlantico elettorale, anni fa Berlusconi fermò nientemeno che il diluvio. Pioveva da una settimana e quel giorno l'acqua MIRACOLOSAMENTE cessò. Politici e portaborse allineati sul molo gridarono "evviva" come davanti a uno stregone africano, l'opposizione ruminò maldicenze e barzellette, il giornali ci imbastirono storie, il popolo si divertì da morire. E la scenetta è ricordata ancora oggi.""

    io questa l'avevo già sentita: ovunque vada silvio con i suoi comizi, la pioggia sparisce.

    un pò come in russia, dove si vantano dei famosi "aerei anti-pioggia"

    anche quella storia "sembrava una leggenda metropolitana, ma invece...."

    http://www.youtube.com/watch?v=zs8xDuzHTDo

    io certe volte penso: ma a repubblica ci sono o ci fanno?

    RispondiElimina
  65. è sempre bene ricordare anche questo tipo di cose:

    ""Inchiesta: aerei bianchi 1/2""


    http://www.youtube.com/watch?v=cA-yvFB5ocQ&feature=related

    RispondiElimina
  66. Io questa l'avevo già sentita: ovunque vada silvio con i suoi comizi, la pioggia sparisce.

    Ed anche le scosse sismiche...

    RispondiElimina
  67. http://www.youtube.com/watch?v=KDItFiDuiSk&feature=fvw

    chissà cosa hanno detto a mr. cieli azzurri.

    adesso è un fan sfegatato degli aerosol......

    una cosa è certa: sono stati molto convincenti

    RispondiElimina
  68. [...]a repubblica ci sono o ci fanno?[...]

    Sono un ingranaggio dello stesso motore, la smettessero con la storia che ci stanno menando da mesi con le 10 domande al premier e cominciassero a dimettersi tutti, dal direttore all'usciere e andassero a zappare la terra.

    Sono uguali a tutti gli altri giornalisti, destra o sinistra.

    BUFFONI.

    RispondiElimina
  69. Qui si vede qualcosa di quel che hanno combinato oggi sulla riviera ligure per imedire le precipitazioni.

    Per Achille Pennellatore un minuto di quattro gocce di pioggia sporca è un temporale di calore. Poveraccio, come mente male.

    RispondiElimina
  70. chissà cosa hanno detto a mr. cieli azzurri.

    Santacroce? Mi dicono che di recente si è incontrato per una pizzata con i disinformatori storici. Gli sarà andata storta la Margherita?

    RispondiElimina
  71. R.A.I. news 24 si è dovuta ridimensionare, dopo che le arrivò un proiettile per posta, indirizzato al suo direttore del tempo.

    RispondiElimina
  72. Torreggiani...un uomo libero come noi !

    Sono felice perchè viviamo in un mondo libero !!

    ...KEKKAZZATA IMMANE...

    http://www.youtube.com/watch?v=qvwNQcgWqg8&feature=related

    RispondiElimina
  73. Che STRANA ESIBIZIONE !!

    piu' lo vedi,piu'...ci rimani

    ma che c.... !!

    qualcuno sa della esibizione ?

    http://www.youtube.com/watch?v=wFAijwz_EfE&feature=fvsr

    RispondiElimina
  74. Segnalo questo forum, al quale c'è la possibilità di iscriversi: v'è anche una sezione per il nostro paese.

    RispondiElimina
  75. Con tutte le scie che vediamo tutto l'anno, mi domando perché sprecare altri soldi per farci vedere altre scie delle frecce tricolore. Che noiosi.

    RispondiElimina
  76. Sì qui in Liguria un bel casino di scie soprattutto nel pomeriggio (visto Stone?) e il risultato è stato un caldo soffocante.
    Se è per questo stanno scorrazzando anche ora, come la scorsa notte, si sente chiaramente il rumore dei motori. Tutto il mondo è paese.

    RispondiElimina
  77. Briscola! Con la Liguria oggi non ci hanno scherzato! Che grandiosa dispersione di sostanze chimiche sulla regione forse più disgraziata - almeno dal punto di vista delle irrorazioni - di tutte le altre regioni d'Italia.

    Eh, guarda caso: la Liguria si trova in una posizione strategica e attraverso i suoi cieli devono per forza di cose passare le perturbazioni apportatrici di pioggia destinate più ad Est.
    Eccomi dunque spiegato tutto l'accanimento dei militari verso i suoi cieli. Non ci avevo pensato prima.

    E che possiamo fare? Ci puntano la pistola alla tempia ed è come se avessimo le manette. Tuttavia per quel che mi riguarda io non dimentico e nemmeno perdono. Ho tutto annotato nel mio taccuino interiore.

    RispondiElimina
  78. Vorrei ricordare all'esimio ingegnere autore dell'articolo, che il raggio di propagazione di onde ELF va da un range di 10mila Km a 100mila Km... detto questo, basta avere una potenza di picco enorme a disposizione e il fenomeno è spiegato... gli oggetti metallici non si fondono semplicemente perchè le onde vengono irradiate nella ionosfera, e comunque le onde ELF non fondono, ma "spostano"... in giappone è stata "sollevata" la ionosfera del 70% e allo "switch-off" si è creato il "bouncing" che ha generato una serie di catastrofi come terremoti e tsunami, dovuto alla compressione... se usano le onde ELF per questi giochetti figuriamoci cosa saranno capaci di fare quando il sistema sarà messo a punto... già riescono a formare un canale preciso ionosfera-magnetosfera in modo da colpire chirurgicamente qualsiasi punto strategico... io rivedrei molto gli ultimi avvenimenti catastrofici negli ultimi 10 anni e incomincerei a pensare davvero che la natura fa e distrugge, ma se aiutata dalla mente malata di certe persone, è capace di distruggere il pianeta in un attimo... attenti a questi giochi, perchè l'equilibrio azione-reazione potrebbe sfuggire di mano, e allora non avremo più modo di parlarne, forse chi sta a capo di questa operazione è talmente criminale che non ha considerato le classiche "reazioni indesiderate"... alluvioni, terremoti, tsunami, siccità estreme, uragani, zone ad alto magnetismo del pianeta... tutto questo può essere generato dall'essere umano e dalla tecnologia fin'ora a disposizione... e addirittura se li sperimentano anche in casa (vedi uragano katrina)... arrivera prima la fine del pianeta, o la fine della malvagità umana?

    RispondiElimina
  79. Liguria e Sardegna sono le regioni più colpite dalle irrorazioni. La Sardegna fu scelta come laboratorio per gli esperimenti di quei mentecatti dei militari, mentre la Liguria è in un'area strategica sotto il profilo climatico. Inoltre in Liguria intervengono pure gli aerei dei nostri "amici" Galli.

    Più che temporali di calore, i "meteorologi" hanno preso dei bei colpi di calore che hanno distrutto l'unica loro sinapsi.

    Mi pare che gli avvelenatori non si rendano conto del gravame che stanno creando e del boomerang che li colpirà, prima o poi.

    Dio non paga il sabato.

    Sì, Ginger, il caldo è asfissiante.

    Mike, io li manderei nelle miniere... ad metalla.

    RispondiElimina
  80. Max, io penso che costoro hanno proprio tutte le intenzioni di distruggere. Gli effetti sino ad ora ottenuti non sono incidenti di percorso, ma atti scellerati coscientemente voluti e pianificati.

    RispondiElimina
  81. Paolo, anche io sono del tuo stesso pare. Dio perdona, noi no e soprattutto... non dimentichiamo.

    RispondiElimina
  82. Non so se quello che stò segnalando possa avere attinenza con le sperimentazioni militari, ma due notti fa, verso le quattro del mattino,è successa una cosa alquanto strana e in certa misura inquietante.Mia moglie ed io, siamo stati svegliati da forti rumori, molto simili a violente raffiche di vento:ma vento non era. Abbiamo continuato a sentirli, ad intervalli, per circa 15-20 minuti, senza capire da cosa fossero generati.

    RispondiElimina
  83. Spesse volte di notte si sollevano repentine e molto brevi raffiche di vento. Ciò è possibile per il repentino incontro di correnti ascensionali calde con correnti fredde. Non sempre si può definirle anomale, ma se le irrorazioni sono in corso (e di notte capita spesso) è più probabile che tali forti "scossoni" di vento siano di origine artificiale o comunque la diretta causa di anomalie indotte dalle attività di aerosol.

    RispondiElimina
  84. Sì qui in Liguria un bel casino di scie soprattutto nel pomeriggio (visto Stone?) e il risultato è stato un caldo soffocante...
    Sì sì ho visto figli di Gran Meretrici...maledetti...il 700 può sempre tornare...con il corollario di teste rotolanti...
    vero mr bill...?

    RispondiElimina
  85. OT
    Comunicazione di servizio.

    Max, leggiti la posta.

    RispondiElimina
  86. Non sarebbe male una petizione contro la "Geo-ingegneria"... per esempio www.firmiamo.it

    Che ne dite?

    RispondiElimina
  87. Puntozero, mi dispiace deluderti, ma le petizioni non servono a niente.

    RispondiElimina
  88. ""Non sarebbe male una petizione contro la "Geo-ingegneria"... per esempio www.firmiamo.it

    Che ne dite?""

    forse è meglio aspettare: facciamoglielo dire alla TV che stanno irrorando con gli aerei. copenaghen è vicina....

    e vi dico anche che la costa toscana e super bombardata!! è strategico: riempiono il tirreno, ed il vento porta tutto sullo stivale.

    invece, quando il vento è contrario, irrorano nell'adriatico.

    alla fine, lo stò capendo sempre di più, le tecniche sono molto semplici.

    adesso il cielo è bianco.

    zolfo, alluminio, titanio.....e il riscaldamento globale non c''è più! grazie,"geoingegneria"

    RispondiElimina
  89. Infatti fa un caldo infernale. Decine di voli in pochi minuti anche qui il cielo è bianco (secondo Wasp è perché la foto è in controluce). Il peggio è che il popolo bue non si avvede di niente. Mah!

    RispondiElimina
  90. wasp crede fermamente che gli aerosol siano per il bene di tutti noi....quindi chi combatte contro gli aerosol è un nemico, per questa gente.

    pensano che gli aerosol risolvano il riscaldamento globale e 'linquinamento.

    io l'ho detto varie volte, anche ai geologi ed ai piloti collaborazionisti: portatemi le prove che gli aerosol sono un bene e non un male.
    fatemi parlare con un ufficiale dell'aeronautica. oppure fatemi parlare con uno scienziato che coordina le irrorazioni.

    però niente, fin'ora non c'è prove che gli aerosol siano benefici....e il terreno è ripieno di zolfo ed alluminio.

    RispondiElimina
  91. Segnalo su Cagliari un'alba completamente chimica, la città avvolta da una foschia anomala per questa stagione... il traffico di tanker notturno ormai è consuetudine...

    @Mike... fatto!

    RispondiElimina
  92. Wasp è solo un bullo pervertito. Wasp, infatti, è l'acronimo di "We are sexual pervertites", per cui Wasp se ne vanta pure.

    RispondiElimina
  93. Al contrario di altre centinaia di pagine su FICHIpedia, quella sulle scie chimiche ha una caratteristica notevole: non possono essere apportate modifiche da alcun tipo senza il benestare dei cani da guardia associati ad Attivissimo, C.I.C.A.P. e compagnaia.

    Il fatto che Wikipedia venga bassamente e vilmente usata come mezzo di propaganda di regime dimostra, una volta di più, quanto vi sia di marcio in questa storia.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis