venerdì 2 gennaio 2009

I due libri contraffatti da contrailscience.com

Read this article in english

Il presente articolo si sofferma sulla clamorosa mistificazione operata dai disinformatori all'interno delle monografie “Clouds of the world” (messa in luce dall’amico vibravito) e "A colour guide to clouds", del 1963.

Esistono tanti tipi di falsificazione: quella perpetrata in questo caso coincide soprattutto con l'interpolazione, ossia con l'introduzione arbitraria e dettata da scopi ideologici, di un passo o capitolo all'interno di un testo. Si pensi al celebre Testimonium flavianum aggiunto alle Antichità giudaiche di Giuseppe Flavio.

Sono numerose le anomalie che sono state riscontrate: pagine strappate, incollate, una facciata in cui il testo è disposto su un'unica colonna (unico caso nell'intero libro – si noti nella foto l’uso del nastro adesivo scotch 3M), mancato riferimento ai parametri di umidità relativa, insistenza sospetta sul fenomeno della persistenza delle scie, fenomeno inventato di recente dalla N.A.S.A., totale assenza di riferimenti bibliografici circa il fenomeno della condensazione. Non dimenticherei che originariamente di solito, in inglese, si usava per indicare le scie degli aerei il termine "wake" e non "contrail". Dunque anche indizi linguistici e stilistici depongono a favore del carattere spurio del capitolo, insieme con il pressapochismo delle prolisse "spiegazioni": questa trascuratezza stride con la precisione delle altre unità in cui sono illustrati vari fenomeni meteorologici. E' evidente che anche le istantanee, in cui sono immortalate scie descritte nella didascalie come contrails, sono in realtà chemtrails attuali e quindi foto false.


"Clouds of the world", pubblicazione statunitense del 1972, viene presentata dai disinformatori come la prova principe della veridicità delle loro affermazioni. Secondo i disinformatori, infatti, il fenomeno "contrails", essendo queste a loro detta assai frequenti e comuni, era già trattato, nelle pubblicazioni degli anni precedenti agli anni 90 del XX secolo. Sembra piuttosto evidente, invece, che le copie (pochissime) disponibili in Rete sono state contraffatte. Da chi? Per quale motivo? Sappiamo il fine: essi vogliono riscrivere la scienza.

In questo articolo vedremo che esisterebbe il concreto coinvolgimento di soggetti italiani nella manomissione del testo. E se ciò è vero come si evince effettivamente da alcuni dettagli, è automaticamente dimostrato che quei testi sono stati (tutti quelli messi in vendita) modificati nel loro contenuto per dimostrare l'indimostrabile.

Chi presenta per primo quel libro? Epoxynous di contrailscience.com. Chi presenta quel libro per primo sul forum di
Focus e nei commenti ai post di Paolo Attivissimo? I disinformatori italiani che spesso scrivono anche nell'area commenti del sito contrailscience.com e sovente citano come "bibbia" il medesimo portale. A chi è intestato il sito contrailscience.com? Non si può sapere. L'autore è anomino e considerato il fatto che buona parte dei testi del sito si riferisce a nostri articoli sul blog Tanker Enemy (e relativi filmati), nulla ci vieta di pensare che Epoxynous sia in realtà un disinformatore italiano e che "Clouds of the world", insieme con "A colour guide to clouds" del 1963, anch'esso mostrato sul suo canale video, siano stati falsificati proprio da uno o più disinformatori italiani.

Infatti bisogna chiedersi per quale motivo un webmaster di un sito anglosassone e destinato ad un pubblico di madre lingua inglese, si debba prendere la briga di tentare di confutare il contenuto degli articoli, filmati, immagini, dichiarazioni di ricercatori italiani. L'argomento chemtrails è una questione trattata in tutto il mondo ed appare quindi sospetto che contrailscience.com si occupi così assiduamente dei contenuti del nostro blog e del nostro canale video, pubblicando degli articoli a... "confutazione" dei nostri. Non sarà per caso che dietro contrailscience.com si nascondono soggetti (e servizi) del nostro paese?

Fantasie? Deduzioni azzardate? Non si direbbe. Infatti, se osserviamo i tre grafici mostrati a pagina 127 del libro "Clouds of the world", notiamo che l'unità di misura adottata per indicare le altitudini è espressa in metri anziché in piedi e ciò è alquanto anomalo, considerato che il "Sistema Imperiale Britannico" è stato usato nel Regno Unito, Stati uniti ed Australia sino al 1995 e viene ancora adoperato non ufficialmente. In ultima pagina notiamo un'etichetta apposta da un bibliotecario (il libro deve essere passato per diversi proprietari), in cui si legge: "pages missing: 125", ma il volume, a pagina 125 mostra una serie di fotografie di scie chimiche curvilinee spacciate per scie di condensa. La facciata successiva alla 125, non numerata, è indicata come numero 126 e ciò conferma che la pagina 125 originale è stata rimossa e sostituita con un intero capitolo sulle contrails. Le pagine 127, 128 e 129 rivelano diversi rattoppi operati con un nastro adesivo trasparente, comunemente usato nei laboratori tipografici e negli studi di grafica.

Nella dissertazione, per denotare le ombre delle scie, viene adoperato il termine "distrail": questo vocabolo, però, è neologismo recentissimo, poiché neppure il dizionario etimologico Etymonline.com, pur includendo la quasi totalità dei lemmi inglesi, lo riporta. E' palese quindi che questa parola risale ad una nuova elaborazione di una pseudo-teoria dovuta alla N.A.S.A. ed ai suoi epigoni. Tra l'altro occorre evidenziare che le ombre visibili in un gran numero di fotografie e filmati immortalanti il sorvolo di aerei chimici, sono sempre superiori alla scia ed al velivolo. Tale particolare palesa che le chemtrails sono immancabilmente al di sotto degli strati nuvolosi (artificiali o naturali che siano) e per questo è chiaro che esse si trovano a quote estremamente basse e comunque non alle altitudini di crociera dei voli commerciali, laddove le nubi (cumuli e/o cumulonembi) sono sotto e non sopra. Anche il termine cloud, usato per definire le scie di condensa è una innovazione che rimonta a questi ultimi anni del XXI secolo. Dunque è pacifico che la monografia Clouds of the world del 1972 è stata interpolata, seguendo in modo pedissequo i dettami ideologici e pseudoscientifici della N.A.S.A. e diffusi ora dal C.I.C.A.P. nell'ambito della sua attività di propaganda.

Ovviamente stendiamo un velo pietoso sul particolare non da poco che, nel descrivere le condizioni fisiche necessarie alla formazione di scie di condensa, sia i grafici sia il testo a lato delle medesime, trascurano completamente il fattore umidità relativa. E' una svista oppure, piuttosto, una deliberata omissione? E' anche lecito chiedersi: chi ha operato quelle particolari manomissioni? Per quale motivo sono state impiegate le unità di misura tipiche del nostro paese in un testo anglosassone edito nel Regno Unito nel 1972?

Le sorprese, però, non finiscono qui. Nel libro del 1963 "A colour guide to clouds", sempre presentato come "la prova definitiva che le scie di condensa sono un fenomeno talmente comune da venire trattato anche in tempi non sospetti" appaiono evidenti e maldestre contraffazioni. Inutile ribadire che anche questa monografia viene, casualmente, presentata in contemporanea da Epoxynous di contrailscience.com e dai disinformatori italiani (Riccardo Cassinis alias nonnob, axlman, scie-nziato, Michele Galloni alias hanmar, acarsterminator alias Michele “Attivissimo” etc.) e ovviamente dai loro degni sodali che passano puntualmente le informazioni a Paolo Attivissimo (C.I.C.A.P.) e che qui non citiamo tutti per evidenti motivi di concisione.

Epoxynous presenta su You-Tube questo video, dal quale egli vorrebbe mettere in evidenza testi ed immagini utili, come al solito, a suffragare la teoria onnicomprensiva delle scie di condensa come fenomeno tipico nonché frequente. Peccato che, sebbene nel registrare il filmato, il falsificatore sia stato ben attento a non mostrare troppi particolari utili ad evidenziare stranezze compromettenti, si arguisce chiaramente che le pagine relative al fenomeno delle contrails sono state deliberatamente aggiunte al volume originale. Notiamo, infatti, tracce di colla ed il classico andamento stiracchiato ed ondulato, dovuto all'evaporazione della colla liquida e che si può verificare solo se una pagina è stata inserita in modo artigianale ed in tempi certamente successivi alla stampa della pubblicazione. Provate anche voi!

Sulla pagina di presentazione, quella sì originale, non si osservano imperfezioni di sorta nella cucitura della medesima con quella adiacente. Ciò non si può assolutamente affermare per quanto riguarda le pagine con le foto ed i testi che, secondo l'autore del falso, confermerebbero la tesi dei disinformatori. Sono senza dubbio pagine incollate con una certa approssimazione. La falsificazione, è bene notarlo, fu realizzata, dopo che dichiarammo l'inesistenza di pubblicazioni non specializzate sulle contrails negli anni precedenti al 1990. Evidentemente epoxynous, pur volendo apparire un "debunker" straniero, ha molta attenzione nei nostri riguardi. Un'attenzione tutta italiana, anzi italiota, che ben conosciamo.


Le indagini di vibravito sul libro "Clouds of the world" contraffatto





Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

47 commenti:

  1. Perfetta sputtanata ragazzi!
    Il tentativo di contraffazione del libro è veramente di stampo dilettantistico.
    Con tutti i milioni di euro a disposizione, non riescono a fare neppure un lavoro decente.

    A quanto pare il regista sta tagliando drasticamente i fondi.

    E' come se lo sentissi:
    "Cari soldatini, vi ho messo a disposizione un budget di tutto rispetto, vi siete arricchiti, conducete una bella vita ma il lavoro che vi avevo chiesto, alla data di oggi, fa letteralmente schifo.
    Ma è mai possibile che un informatico da strapazzo vi debba sputtanare sempre, qualsiasi cosa voi facciate?
    Passi un fisico, ma un informatico proprio no!

    E' ora di darci una bella regolata. Adesso mi falsificate il libro a spese vostre e mi raccomando, se toppate anche ora, saranno cazzi amari per tutti."

    Vero debunkers che è andata così?
    Vi traballa il terreno sotto i piedi?
    Occhio soldatini, quelli fanno sul serio.

    Complimenti vivissimi Straker, Zret, Vibravito, Corrado.

    RispondiElimina
  2. Un altra annotazione: entrambi i libri si riferiscono allo stesso autore: Richard Scorer.
    Costui dovrebbe avere adesso 89-90 anni, non è da escludere che sia stato "opportunamente" informato da chi sappiamo noi su cosa dichiarare nell'eventualità di chiarimenti su quanto scitto nel 1962 e 1972 in quei 2 libri.
    Come anche non è da escludere che anche la Stackpole Book Publishing sia stata "opportunamente" informata su cosa dichiarare.

    RispondiElimina
  3. Grazie della stima mike, ma in questo lavoro si sputtanamento del libro falso non ci ho messo mano.

    Psso solo confermare di averlo preso tra le mani e di avere constatato le palesi contraffazioni denunciate in questo articolo

    RispondiElimina
  4. Corrado, io ti ringrazierò sempre e a prescindere.
    Il lavoro di un uomo di scienza come te, leale, onesto, critico e preciso, va onorato sempre e comunque.

    RispondiElimina
  5. I ringraziamenti a Corrado e Vibravito sono doverosi. E' infatti vero che ci siamo consultati anche con loro su alcuni punti della questione.

    Sono sicuro che cercheranno di far passare la vicenda in cavalleria. Il silenzio intorno a questo tonfo è assordante. Significa che ci abbiamo preso. Ora è necessario diffondere l'informazione, in quanto il sito contrailscience.com è la bibbia dei disinformatori (compreso il C.I.C.A.P.) e questo scivolone è proprio quello che ci voleva per mandare a puttane tutto il lavoro di "debunking" di epoxynous, Attivissimo, Angioni, Comoretto, Toselli, Cassinis, Galloni alia hanmar, axlman, , acarsterminator (Michele il falsario) e valletti al seguito.

    RispondiElimina
  6. Esistono falsari abili e contraffattori maldestri: i Cicappini hanno sottovalutato i loro interlocutori e così tutta la loro costruzione si sgretola in modo ignominioso.

    Sappiamo che tra un po' affermeranno che le scie di "condensazione" risalgono al volo di Icaro, ma troveranno un pubblico più scaltrito.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  7. Vorrei far notare anch'io questro strano silenzio e su come i debunkers ancora non abbia gridato al falso: in altri frangenti ci avrebbero tranquillamente accusato di avere noi intenzionalmente strappato e riattaccato le pagine del libro.
    Io e straker sappiamo il motivo di questo loro silenzio...
    ... i lor signori, che sicuramente tengono il telefono di straker sotto controllo, sanno benissimo cosa ci siamo detti per telefono e sanno benissimo che posso dimostrare di non essere stato io ad alterare il libro.

    RispondiElimina
  8. Poveri pezzenti che altro non sono.
    Potevano almeno acquistarsi i diritti d'autore e ristampare i due libri. Oppure, contattare chi ce li ha, per proporre una ristampa con gli ultimi aggiornamenti del campo. E quindi aggiungere tutti i loro deliri.
    Così fanno pena. Come sempre, poi.
    Stanno zitti, ovvio. Staranno cercando le contro mosse. Vedremo come questi straccioni si difenderanno.

    A proposito di silenzio, ma le foto del ( falso ) fuel dumping qualcuno se le è scordate? Anche lì, TUTTI ZITTI!

    Un saluto a tutti e andiamo avanti così!

    Luka78

    P.S.
    Naturalmente un ringraziamento all'impegno profuso - oltre di Straker e Zret - di Corrado e Vibravito.

    RispondiElimina
  9. Ringrazio Vibravito e Corrado per la preziosa cooperazione.

    RispondiElimina
  10. complimenti a tutti voi !!
    il vostro impegno in questa faccenda è davvero lodevole, meritereste davvero un premio !!

    mike la tua analisi dei fatti probabilmente è più vera di quanto pensi.
    qua stiamo parlando di persone totalmente inesperte in lavoro di "intellicence" e "disinformazione".
    mi chiedo se i militari non potessero trovare di meglio per disinformare sulle operazioni di aereosols.voglio dire, spendono 200 milioni di euro per dei veivoli radiocomandati, e non sono in grado di trovare qualche "ricercatore" un pò più scaltro ?

    dall'altro lato c'è anche da dire che meno persone sanno, meglio è. penso che la strategia, in questo caso, sia di usare sempre le solite persone, che per quanto carenti nel disinformare, sono e saranno sempre fidati. insomma, i militari devono stare attenti, ora più che mai, alle sempre possibili fughe di notizie riservate.

    adesso vediamo cosa s'inventeranno, oltre agli aereosols bi-componenti non persistenti.....eheh

    RispondiElimina
  11. Carissimo,

    dovresti fare piu' attenzione.

    Vedi, il tuo cagnolino Vibravito va in giro a dire che la tua laurea farlocca l'ha creata AcarSterminator, ma tu ce l'hai ancora sul tuo server... Chi ce l'ha messa?

    http://strakerenemy.blogspot.com/2009/01/domandona-per-vibravibta-ma-va-bene-se.html

    RispondiElimina
  12. Va bene riciclare i soliti disinformatori per non spargere troppo la voce in giro circa le loschissime operazioni di falsificazione, ma questi ormai hanno proprio le pile scariche... Un bel lavoro "artigianale" fatto con i piedi.
    Al di là del ridicolo, rimane un episodio gravissimo: questi (NASA, CICAP, disinformatori) hanno proprio l'intenzione di far rinnegare alla gente ciò che vede chiaramente e direttamente con i propri occhi (scie chimiche), attraverso la manipolazione dei testi di riferimento per i fenomeni fisici di formazione della condensa.
    Pensano davvero che sia così semplice ed automatico inserire nella realtà vera una parentesi virtuale alternativa, come rattoppare un libro con lo scotch inserendo una pagina finta o un'immagine di comodo? Questa è follia.

    Una ricerca degna dei migliori complimenti. Ciao

    RispondiElimina
  13. Vedo che non sapendo come reagire sul piano dei fatti certa gente cerca di usare insulti, allusioni, falsificazioni che cercano di coprire falsificazioni.

    E' una vecchia storia, già vista mille volte, ricorda le tattiche che la CIA usava negli anni passati per scoraggiare le persone che volevano cercare la verità sugli UFO.

    Cos'hanno fatto adesso, hanno persino inserito di soppiatto dei dati in un server per "fabbricare" una falsa laurea?

    Non crediate di sfuggire ancora per molto alla vostra coscienza. Vi sta inseguendo.

    Aprite i vostri cuori all'amore o a breve perderete tutto quello che credete di avere guadagnato. I soldi ed il potere non comprano la felicità.

    Non capite dalla fretta con cui va avanti la macchina delle chemtrails che i vostri leader stanno rischiando di perdere tutto il loro potere? Forse la resa dei conti è vicina. Chissà per quanto tempo i vostri capetti vi nasconderanno la minaccia che li sovrasta e che rischia di farvi finire a breve nella polvere.

    RispondiElimina
  14. Se hanno tentato di falsificare due libri, figuriamoci cosa ci vuole a creare un'icona di quel genere. Tra l'altro il percorso delle pagine fasulle del falsario acarsterminator è "files/Laurea.jpg". Lui vorrebbe far credere che quelle sono pagine copiate dal mio server, ma i percorsi non sono quelli.

    Comunque è chiaro che hanno accusato il colpo e cercano di uscire dal tema.

    Che cosa rispondete in merito alla becera falsificazione dei due libri in questione?

    RispondiElimina
  15. Ho controllato ora quel file immagine che mi hanno infilato sul server. E' stato creato il 7 novembre del 2008.

    Buon fine serata, disinformatori da strapazzo.

    RispondiElimina
  16. Da contrailscience.com nel filmato del 41 e' molto evidente che le scie di condensa persistenti non persistevamo per molto tempo http://www.youtube.com/watch?v=JuDN4WNwmJ4

    Provate a guardare i pochi frame con le scie (tra l'altro molto differenti da quelle moderne) nel momento in cui c'e' una pausa di parecchi minuti( lo si vede dalla posizione e dalla forma cambiata dei cirri "NATURALI" sullo sfondo .... e ripeto sullo sfondo come e' giusto che sia) le scie si sono dissolte completamente e ne sono apparse di nuove come quella di piccolissime dimensioni che sparisce completamente nei primissimi frame, peccato che da piccolo non ho avuto l'onore di vedere almeno una di queste rarissime manifestazioni naturali...., menomale che adesso e' da un po' di anni che faccio i recuperi... con tanto di arcobaleni alieni e tramonti(fino a tre anni fa') viola rosacei....

    RispondiElimina
  17. Ciao Marzio, quel filmato non significa nulla, visto che con qualsiasi programma di grafica si fa anche di meglio. La stessa parola "contrail" è stato coniata solo nel 1945.

    RispondiElimina
  18. Messaggio per eSSStr...o

    Non hai ancora compreso che delle tue (e dei tuoi sodali) menate non mi è mai fregato niente. Rispondi piuttosto sui due falsi libri che andate a sbandierare ai quattro venti.

    RispondiElimina
  19. http://www.borsaitaliana.reuters.it/news/newsArticle.aspx?type=topNews&storyID=2009-01-02T101950Z_01_MIE501070_RTROPTT_0_OITTP-PAKISTAN-DRONE-USA.XML

    RispondiElimina
  20. In piena tradizione orwelliana i disinformatori pro-scie chimiche stanno cercando di riscrivere la storia visto che non hanno argomenti credibili per contrastare l'informazione.
    Ma non fanno niente di nuovo, visto che da sempre la storia (ufficiale) è una delle materie più manipolate e meno attendibili che ci siano.

    Ad ogni modo, come dico sempre, i loro puerili tentativi danno una grossa mano alla nostra Causa, almeno per chi si premura di ascoltare entrambe le campane.
    L'evidenza dei loro errori e l'insistenza del loro operato costituiscono assieme la conferma - se mai ne servisse ancora una - che l'affare delle scie è adesso particolarmente grave e bisognoso di attenzione da parte dell'Opinione Pubblica.
    E conferma anche l'esattezza delle nostre conclusioni a riguardo.

    L'esistenza stessa di un sito denominato "contrailscience.com" costituisce di per sé una prova che avalla le nostre peraltro indiscutibili tesi.

    RispondiElimina
  21. Come già affermato in un commento precedente l'operato di questa gente è un copia e incolla dai metodi usati dalla CIA per nascondere all'opinione pubblica un altro segreto, quello degli UFO, probabilmente correlato a quello delle scie chimiche.

    Nel frattempo l'attacco domenicale è appena iniziato: dall'ultima occhiata alla finestra noto che nel giro di mezz'ora sono comparse diverse scie persistenti mentre nel cielo passano contemporaneamente due scie "evanescenti"

    Ordinaria follia mortale.

    RispondiElimina
  22. Anche il cielo sardo è un immensio coperchio chimico bianco abbagliante...

    RispondiElimina
  23. Apprendo con piacere che il nostro articolo sul libro contraffatto è stato anche tradotto in spagnolo:

    http://elnuevordenmundial.wordpress.com/2009/01/02/los-campeones-de-la-mentira-by-tarkerenemy-italia/

    RispondiElimina
  24. Ed è con immenso piacere che annuncio l'apertura prossima del blog Tanker Enemy in lingua inglese, sul quale ospiteremo il medesimo articolo debitamente tradotto dal nostro amico... che rimane in incognito, ma che ringrazio di cuore per essersene occupato personalmente.

    RispondiElimina
  25. Leggete bene l'articolo di Vibravito (su Acarsterminator) sul suo blog.
    E' un grande articolo e merita attenta lettura.

    Mike

    RispondiElimina
  26. Ottimo Vibravito.
    Occhio che l'individuo che potrebbe contattarti (come tu hai giustamente ipotizzato) potrebbe essere proprio il nostro amico. E noi tutti sappiamo a che livello di falsità possono arrivare.
    Riguardo al libro, ieri (anzi stanotte)Epoxynous nella nostra chiacchierata inglese si è solamente sforzato di dire che non c'è censura su internet, che mi faccio plasmare da qualcuno e mi ha consigliato strane ricerche riguardo l'autenticità del manufatto, dichiarandolo genuino..

    Apprendo con molto piacere che TankerEnemy ora è ufficialmente tradotto in altre lingue, è un vantaggio enorme, ora abbiamo possibilità di divulgare iformazioni in piu stati uniformemente.
    Qundi non mi resta che ringraziare ancora una volta Straker, Zret, Corrado, Vibravito e tutti coloro che quotidianamente combattono la loro lotta contro l'avvelenamento globale
    Darko

    RispondiElimina
  27. Hanno accusato il colpo, ma vulpes perdit pilum, non vitium.

    Ottimo, vibravito.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  28. Ciao Darko,
    può anche contattarmi, però a discapito della sua identità. Come ho scritto nel post: è tutto nelle sue mani poichè è stato lui a mettersi in quella situazione. Sta a lui scegliere il male minore.

    RispondiElimina
  29. Se acaro era furbo, la finiva lì. Se vuole dimostrare di non essere lui quello del video, si deve presentare documenti di identità alla mano. Altrimenti è meglio che lascia perdere.

    Per quanto riguarda le contraffazioni dei due volumi, mi faceva notare l'amico Antonio che al secondo 4 ed al secondo 17 del video di Epoxynous "A colour guide to clouds" si nota lo spessore anomalo occupato dai fogli inseriti in seguito, compresi i cartoncini con le foto che, come si vede dai fotogrammi, sono state incolalte storte.

    RispondiElimina
  30. ^__^ ciao, un buon e felice 2009 a tutti!

    Quest'articolo mi fà venire una domanda, quando sono stati coniati certi termini, nel senso: in quali anni si possono trovare libri con i termini chemtrails (scie_chimiche) contrails (scie_di_vapore) o similari?

    RispondiElimina
  31. Ciao caro amico, ben tornato. Il termine "chemtrails" è stato conianto intorno al 1995, mentre il lemma "contrails" è apparso per la prima volta nel 1945.

    RispondiElimina
  32. i bastardi stanno irrorando in notturna come non avevo mai visto. voli incrociati e in formazione.
    le foto non vengono per mancanza di luce, ma domani acquisto un treppiede perchè,almeno stanotte, la situazione nel cielo è clamorosa, dovreste vederla per rendervi conto.

    nuova strategia di irrorazione?

    RispondiElimina
  33. Ciao Arturo. Solitamente di notte si scatenano, visto che nessuno li può disturbare con "scatti scomodi". L'uso delle scie di tipo persistente è per loro basilare, per cui, nelle giornate in cui non le usano di giorno, le impiegano maggiormente e più pesantemente durante le ore notturne.

    RispondiElimina
  34. Le attività per precisare nella mia zona sono iniziate (in modo pesante) circa 40-45 minuti prima che scendesse il buio.
    trovo sempre trafficato un corridoio con scie persistenti, e per trafficato (questo per stoppare gia gli animi a chi si stava affannando a dirmi che esistono i corridoi di linea) intendo 5 e anche 6 aerei visibili insieme, uno dopo l'altro e talvolta in formazione da 2 e 3.

    Come gia riferito a Straker, penso di avere in mano un paio di sequenze davvero clamorose,ma sono bloccato perchè al momento non dispongo piu di un programma per realizzare il video.
    Spero di servirlo in tavola il prima possibile.
    Ciao!!

    RispondiElimina
  35. Ciao Darko. Se ti colleghi su Skype e mi contatti dopo le 11:00, vediamo di risolvere il propblema.

    RispondiElimina
  36. Zret ha scritto:
    "vulpes perdit pilum, non vitium."

    azz' ma non era il lupo?!?

    no eh? un'altra falsa certezza da rivedere!


    --- adesso una cosa seria:

    per quanto riguarda le modalità d'irrorazione, una cosa che ho notato fin dai primi tempi in cui ho preso coscienza del fenomeno è la possibilità di classificare due metodiche ben distinte tra le operazioni in oggetto;
    in mancanza di un riscontro bibliografico le ho denominate di "inseminazione" e di "copertura".

    definisco la prima modalità come la pratica di eseguire dei passaggi più o meno incrociati con rilascio di scie che si espandono solo fino ad un certo punto, rimangono per diverse ore nel cielo magari limpido ancora ben identificabili come tali e poi verso sera tendono a scomparire o, più probabilmente, a precipitare.
    => credo che questa metodica sia congeniale alla diffusione di materiale biologico, OGM o qualche altra diavoleria probabilmente NON destinata al controllo climatico.

    la seconda è quella che porta alla formazione della famigerata cappa biancastra ed omogenea e ottenuta con passaggi più numerosi e prevalentemente paralleli tra loro.

    Vi risulta realistica una distinzione del genere?

    RispondiElimina
  37. Senza dubbio è così, caro amico. Paradossalmente quelle che la gente (ma anche Benetazzo) crede siano scie di condensa vere, ovvero le chemtrails non persistenti, sono le più immediatamente pericolose, perché ricadono al suolo più velocemente, creando la classica nebbiolina ed opacizzando il cielo che, da azzurro, diviene biancastro. oggi al meto 5 il militare preposto alle previsioni ha dichiarato: "Nebbie al nord che, risalendo di quota, creeranno una fitta coltre nel cielo". Ci pigliano per il culo.

    Poi c'è una terza tipologia: le scie visibili solo con trattamento fotografico con filtri speciali che aumentano i contrasti. Ad occhio nudo non si vede che l'aereo passare a quote estremamente basse ed a velocità ridotta. poi, se si trattano le immagini, si vede che diserdonno chissà quali diavolerie.

    Qui un esempio tra le centinaia.

    RispondiElimina
  38. Per favore, leggete e ascoltate i messaggi della Madonna di Medjugorje..parla anche di tenebra che ci vuole avvolgere..saranno le scie chimiche??

    Messaggio del 2 maggio 2009 (Mirjana)
    Cari figli! Già da lungo tempo vi do il mio Cuore materno e vi porgo mio Figlio. Voi mi rifiutate. Permettete che il peccato vi avvolga sempre di più. Permettete che vi conquisti e vi tolga la capacità di discernimento. Poveri figli miei, guardatevi intorno e osservate i segni del tempo. Pensate di poter vivere senza la benedizione di Dio? Non permettete che la tenebra vi avvolga. Anelate dal profondo del cuore a mio Figlio. Il Suo Nome dissipa la tenebra più fitta. Io sarò con voi, voi solo chiamatemi: “Eccoci Madre, guidaci!”. Vi ringrazio! La Madonna era molto triste. Ha dato solo il messaggio e ci ha benedetti.

    ...sono del parere che non basteranno le sole nostre forze a fermare questi pazzi...
    affidiamoci a chi ci vuole aiutare dall'alto, approfondite il fatto di Medjugorje in internet, guardate da quanti anni vanno avanti i messaggi e cosa contengono, non abbiate pregiudizi

    RispondiElimina
  39. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  40. Penso che LEI dovrà pensare a procurarsi il pane in modo differente da ora. Le basterà aspettare solo qualche mese, mi creda.

    Per quanto riguarda il sottoscritto, non si preoccupi, poiché le sue minacce mi fanno ridere.

    RispondiElimina
  41. Senti cicciobello sottosviluppato, pupo scemo, chi credi di imbrogliare con quattro foto di scie chimiche antichizzate? Torna a prendere il latte dal poppatoio, se ne sei capace!

    RispondiElimina

ATTENZIONE! L'area commenti è bloccata per i non appartenenti al gruppo Tanker Enemy sino a data da definirsi. Coloro che (abitualmente) commentano su questo blog, potranno farlo se membri del medesimo. E' sufficiente che i nostri lettori inviino la loro mail (verificabile) a tanker.enemy [at] gmail.com. Riceveranno un invito, al quale dovranno rispondere. Una volta membri del blog, potranno inviare commenti liberamente e senza moderazione. In questo modo i negazionisti stalkers non potranno più dar sfogo alle loro frustrazioni da psicopatici.

NOTA BENE: Sebbene la piattaforma permetta di pubblicare nuovi post, è chiaro che questa scorciatoia antistalkers autorizza solo alla pubblicazione di commenti e non alla redazione di nuovi di articoli.

Grazie!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis