lunedì 17 novembre 2008

Nanocomputers e nanomacchine

Il Dottor Mehrad Fatourechi, il Professor Rabab K. Ward ed il Dottor Gary E. Birch della University of British Columbia, Canada, hanno creato un minuscolo cervello "chimico" che, come riferisce la rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, potrebbe funzionare da sistema di controllo a distanza per gruppi di nanomacchine. Durante un esperimento, il congegno molecolare è stato in grado di dirigere simultaneamente otto microscopiche strutture.

Il dispositivo è frutto di una profonda conoscenza della materia e della nanotecnologia e, come ormai sappiamo, appare la punta dell'iceberg di una tecnologia con finalità prevalentemente militari, i cui risultati sono di gran lunga superiori (e più inquietanti) rispetto a quelli divulgati dai canali ufficiali.

Così temiamo che questo computer chimico sia un piccolo, ma significativo saggio di acquisizioni tecniche relative a sistemi informatici in grado di gestire legioni di nanomacchine distribuite nella biosfera, secondo quanto accertato dalla giornalista indipendente Carolin Williams Palit, sulla base di documenti ufficiali parzialmente declassificati. Questi microscopici dispositivi, sparsi nell'ambiente con gli aerei, sono in grado di "agganciarsi" agli esseri viventi per controllarli? E' quanto meno uno degli scopi di questa turpe operazione, riferibile ad un contesto di progressiva trasformazione della natura umana in un ibrido bionico, pilotato da un elaboratore e ridotto ad apparato neuronale.


Fonti:

Operazioni di informazione: l'arma della conoscenza per il 2025
Dr Who, Controllare i computer con la mente, 2008, in X Times, n. 1, ottobre 2008
C. Williams Palit, L'aeronautica ti vuole L.O.V., 2008



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

36 commenti:

  1. non ho parole.... ma che razza di futuro ci attende? uno degli scenari piu inquietanti si sta lentamente avverando....vogliono veramente ricreare una sorta di matrix uomini trasformati in macchine e controllati di conseguenza, e l'evoluzione del morgellons ovvero specie di circuiti stampati ma di tessuto naturale dentro ai malati,vanno in quella direzione,.,.un carcere senza sbarre o muri ma sempre carcere.....la realtà supera la fantasia (ovviamente quando siamo noi a rimetterci) ma quando la gente ne prenderà atto? quando insorgerà per combatterla?speriamo presto....ciao!

    RispondiElimina
  2. L'hai detto, dolcifabbro. L'obiettivo è quello.

    RispondiElimina
  3. secondo le dichiarazioni di colin powell ci aspetta anche di peggio, forse una terza guerra mondiale, o qualcosa di simile

    se solo la gente lo sospettasse farebbe una polpetta dei vari debunkers

    RispondiElimina
  4. Qualche giorno fa ho incontrato un amico che lavora in alitalia- settore menutenzione- a cui ho chiesto se conoscesse nulla delle scie chimiche. Con mia grande sorpresa ha detto di sapere TUTTO, perchè in azienda tutti conoscono la questione,anche se tacciono fuori dal loro ambiente. Loro invece ne discutono, si scambiano impressioni, dettagli e notizie: pazzesco! Mi ha assicurato che loro non c'entrano nulla, che nessun aiuto arriva dai civili e che tutta la questione la gestiscono i militari. Militari sono gli aeroporti, la rete di rifornimento del carburante e tutto il resto della logistica.
    La breve conversazione è proseguita fino a quando non gli ho detto del mio coinvolgimento emotivo in questa vicenda ed allora lui ha liquidato la cosa con un semplicistico "lascia perdere che è meglio! tanto non puoi cambiare le cose", allora ho capito che tutto il lavoro di denuncia fatto finora non ha prodotto l'effetto sperato perchè le persone sono assuefatte ad ogni tipo di male. Anzi, sono indifferenti ad ogni cosa che non sia il proprio ristretto particolare di ogni giorno: lavoro, famiglia, svago, la rata del mutuo, la suocera malata, la partita di calcetto, l'alienante reality quotidiano ecc... non c'è posto per nessuna questione davvero "alta". La politica è ridotta ad un paio di slogan (uno per schieramento), la storia è una pallosa e lontana materia scolastica. Di morale, etica, senso civico, onestà, rettitudine, impegno ecc... non ne parliamo nemmeno.
    Insomma a volte la "gente" mi sembra solo un esercito di zombie.
    Che delusione.

    RispondiElimina
  5. Carissimi amici, eccovi uno stralcio dell'ultimo articolo di Tom Bosco:

    I canali mediatici cinesi stanno dando grande rilevanza ad un recente incontro tra la Rand Corporation e il Pentagono: l’azienda, controllata dai Rockefeller e dalla Ford/Carnegie Foundation, apparentemente avrebbe suggerito che un conflitto contro una grossa potenza mondiale rivitalizzerebbe l’economia aiutando nel contempo l’attuale élite finanziaria a mantenere il controllo sugli Stati Uniti. Sembra che i direttori della Rand abbiano chiesto che i fondi stanziati dal governo a sostegno del sistema bancario vengano utilizzati per finanziare una nuova guerra: non si conosce esattamente la nazione da attaccare, ma si parla di Russia, Cina, Iran e forse persino il Giappone, dato che detiene gran parte del debito statunitense (a me sembra assai inverosimile, ma…hai visto mai? In questi anni è accaduto davvero di tutto…) mentre il fatto che l’obiettivo dovrebbe essere di grande importanza geopolitica escluderebbe la Corea del Nord.
    http://www.ecplanet.com/canale/ricerca-8/Ricerca-50/CIELI+DI+PIOMBO-/0/44075/it/ecplanet.rxdf

    Queste manipolazioni delle masse avvengono da sempre visto che le masse (escluso pochi...) continuano, forse sono quasi contente, a farsi prendere in giro...

    Per cui, cari amici, non lamentiamoci più di quel tanto. Ogni evento non accade per caso, ricordatevi...

    Tutto ciò che accade in questo mondo non è altro che il frutto di quello che siamo tutti noi.

    Ciaooo a tutti.

    RispondiElimina
  6. Non oso immaginare che caspita di futuro ci stiano preparando e quanto valga ormai il famoso luogo comune "la vita vale sempre e comunque di essere vissuta". Forse vale giusto per il film (non ricordo quale) in cui é stata pronunciata.

    segnalo quest'articolo:

    Obama, il nuovo presidente degli “invisibili”

    pubblicato oggi su

    http://etleboro.blogspot.com/

    ...You Tube è un sistema dove individui sconosciuti applicano la censura a loro piacere...

    RispondiElimina
  7. naaaa non sono daccordo ecplanet.
    Gli stati uniti hanno finora intrapreso azioni militari contro paesi INDIFESI, e ne sono usciti a 4 zampe quasi! (vedi ikaq)
    e questo è da collegare anche con il mancato intervento in iran.
    Non è nemmeno da ipotizzare (secondo me) l'avvio di una guerra contro nazioni armate fino ai denti e ultranumerose come cina, giappone e perchè no la stessa russia.
    piu che un conflitto, direi che insceneranno un altro 11/9 per avere qualche motivo di alzare un pò di polvere, e testare questo nuovo presidente.

    RispondiElimina
  8. volevo aggiungere che persino la comunità internazionale degli scienziati a imposto il limite (etico) della non autoreplicabilita delle nanomacchine..tanto per dire che il pericolo esiste veramente e non sono nostre fantasie, tecnicamente hanno un potenziale infinito(putroppo) e devastante,bravi schiavi del sistema che rispondono al nome di mass media la sbandieravano come la scoperta del secolo che avrebbe rivoluzionato la medicina,il cibo,bla bla bla ,invece come volevasi dimostrare solo dio sa cosa stanno facendo la sotto in quei laboratori....che volete farci la stessa gente che ha finanziato hitler (rockfeller,bush,rothschild...)sono ancora li a fare i loro comodi,la gente e troppo impegnata a discutere di destra sinistra sopra e sotto,per vedere chi comanda veramente ,e i militari continuano con i bei loro esperimenti.....e noi poi ci becchiamo i tumori e porcate del genere.

    RispondiElimina
  9. Dolcifabbro, decantano tanto le nanotecnologie che ci salveranno dalle malattie. Peccato che il Morgellons e tante altri morbi siano causati dalle diaboliche nanotecnologie.

    Ciao!

    RispondiElimina
  10. Non riesco a capire il perchè se solo si nominano Nanotecnologie, la gente ti prende per pazzo e ti esorta a vedere meno film di fantascienza!! la gente è incredula, liquida tutto semplicemente xkè per loro non è normale...cazzo non lo è neanke x me pensare ke probabilmente siamo circondati da nanomacchine e le abbiamo anke dentro di noi, ma è così! Infondo TUTTE le tecnologie sono sempre state create x i militari e solo dopo un po di anni resti disponibili in ambito privato, sanitario, scolastico, sociale ecc.... mi kiedo se 20anni fa fossi andato da una persona a dire "sai c'è una tecnologia in grado di tracciare la posizione di un individuo in ogni angolo del pianeta e tramite satelliti permette di avere anke immagini del tuo cortile o di te senza ke tu possa sospettarlo" mi avrebbe creduto? difficilmente, al max solo un numero ristretto di persone, ed è quello ke siamo noi oggi, un numero ristretto di persone ke è al corrente delle attuali tecnologie e pericoli ke corriamo, ma siamo come Cassandra, in grado di vedere il futuro, ma nessuno le crede! Quando alzo lo sguardo al cielo provo rabbia...mi sento una cavia...e voglio SAPERE, SCOPRIRE, CERCARE un pezzo di VERITA come voi!!!

    RispondiElimina
  11. Infatti è così e ciò rappresenta la forza di coloro che operano contro la popolazione. Certi argomenti sembrano frutto della più fervida fantasia ed a qualcuno fa comodo alimentare questa convinzione.

    RispondiElimina
  12. Stamani, pesantissimo attacco chimico sulla zona di Firenze.

    RispondiElimina
  13. da queste parti (pesaro) INNOCUE VELATURE

    RispondiElimina
  14. Considerando che la tecnologia per uso civile (=tecnologia spazzatura) ha raggiunto dei livelli di miniaturizzazione notevoli, non oso immaginare cosa sia potuto raggiungere in ambito militare.

    Parlare di nanodispositivi sembra essere un qualcosa di fantascientifico, ma se si considera che gli attuali microprocessori(dai primi x86 ai piu´ attuali Pentium) per PC sono costituiti da un'architettura per circuiti integrati composti dai 3 agli 8 milioni di transistor a MOSFET (il cui canale ha una lunghezza di 10-20 micro millimetri), allora la fantascienza e´ gia´ realta´.

    Gli organismi, sia vegetali che animali, devono sicuramente avere assorbito all'interno del proprio sistema biologico una quantita´ utile di polveri intelligenti, sufficienti per riuscire a sopraffarne la capacita´ decisionale. Possibile quindi che finche´ irrorano vuol dire che non sia stata raggiunta una situazione sufficientemente satura per mettere in atto questi oscuri scopi. (oltre a cio´ che viene irrorato per il controllo climatico)

    Non so se riuscisaranno a robotizzare tutta l´umanita´ a causa delle enormi differenze e distanze che esistono tra le aree desamente e scarsamente popolate, pero´ i superstiti sarebbero pochi e facilmente spacciabili per terroristi, sabotatori, nemici irriducibile del sistema, e perio´ da eliminare.

    Per un governo globale, una popolazione globalizzata da un´economia globale non si ottiene un controllo globale con un nemico da qualche parte, o uno scontro bellico dall´altra che coinvolge una piccola area geografica o "solo" qualche milione di persone e di morti.

    Occore un nemico globale (una finta minaccia proveniente dallo spazio? Piccoli ordigni nucleari sparsi in varie parti del globo per simulare un attacco alieno?), in grado di coinvolgere e convincere tutto il pianeta ed di riunire tutte le persone sotto un unico intento. (11/9 e´ stato un piccolo test)

    Dulcis in fundo, l´avvio del progetto Blue Beam.



    http://it.wikipedia.org/wiki/Pentium

    http://www.pc-facile.com/glossario/pentium/

    http://it.youtube.com/watch?v=KXJGldPkgpM

    RispondiElimina
  15. Come tu giustamente intuisci, Alexy, la dispersione di nanosensori è in una fase preparatoria e, ad un certo punto del progetto, questi nanosensori, dai quali oramai siamo tutti contaminati, avranno un ruolo primario. Sta solo alla nostra fantasia immaginare cosa mai potranno fare con questa tecnologia che fa parte integrante degli organismi viventi da qualche anno.

    Nel frattempo informo i nostri lettori che siamo in contatto diretto con una persona (del nord Italia) affetta da morbo di Morgellons, diagnosticatole da un medico dermatologo che ha avuto modo di analizzare le fibre (che escono dal cuoio capelluto) e che la paziente gli ha consegnato un mese fa.

    Nelle prossime settimane prevediamo di pubblicare un articolo con la testimonianza di questa persona (di cui conosciamo l'identità ma che riteniamo di non divulgare per ovvi motivi legati alla privacy), la quale ha mostrato i primi sintomi della patologia circa tre anni fa.

    Dalle informazioni che abbiamo i casi quotidiani di Morgellons sono diversi ed in questi ultimi mesi si è incrementato notevolmente il numero di persone che chiedono lumi al proprio medico, denunciando i classici sintomi del morbo di Morgellons.

    A questo punto io penso che la miccia sia ormai accesa e nei prossimi mesi assisteremo ad una escalation di malati conclamati che non si potrà continuare a nascondere.

    RispondiElimina
  16. Dalle nostre parti oggi la situazione è drammatica.....

    Le prime 14 foto sono fresce di mattinata:

    http://picasaweb.google.it/psycatproject/ScieChimiche#

    RispondiElimina
  17. Straker questa notizia è una mazzata sulla testa

    RispondiElimina
  18. Salve ragazzi! che dire! Inquietante!!!
    Stamane su Roma scie a go-go per nuvole in arrivo o preparazione di una nuova tempesta...
    Che schifo!!!

    RispondiElimina
  19. Del resto una testimonianza qualsiasi sui malati di Morgellons può sembrare ai tanti un racconto fantascientifico, ma è purtroppo la realtà di alcune persone adesso e sarà quella di sempre più persone in futuro. Sembra sempre più probabile che tale malattia abbia orgine in seguito a punture di insetti che si rivelano dunque veicoli di tali nanomacchine.

    - Miles Lawrence, paesaggista di Florence, Texas, stava facendo i bagagli per un viaggio in macchina a Las Vegas quando si è accorto che il suo dito formicolava; è rimasto incredulo, dice, mentre "piccole cose spinose" spuntavano dalla pelle nel punto da cui aveva appena rimosso una scheggia. Ha afferrato una delle spine con delle pinzette e ha tirato. Istantaneamente, racconta, una fitta di dolore si è diffusa sul braccio. Ne ha tirata un'altra e il dolore ha serpeggiato su fino al collo. Poi è iniziata la parte veramente raccapricciante. "Provavo la sensazione di avere degli insetti sotto la pelle delle braccia," dice Lawrence, "e mi sono agitato". - Ginger Savely, infermiera professionale che cura i malati di Morgellons di tutto il paese presso il San Francisco Medical Center, ha dichiarato: "Se per caso avessi ricevuto uno di questi malati nel mio studio, anch'io avrei pensato che fosse pazzo. Tuttavia dopo aver sentito il resoconto di oltre un centinaio di malati, i quali scendono tutti nei minimi dettagli affermando la stessa identica cosa, [la questione] assume contorni alquanto impressionanti." - Ad Austin, Texas, l'infermiera professionale Ginger Savely dice di ricevere nella sua clinica sempre più pazienti che presentano i sintomi, quali dolorose piaghe cutanee da cui spuntano fibre blu, con filamenti e piccoli granelli neri di materiale simile a sabbia. "A parlarne sembra una follia, ma dalla loro pelle fuoriescono molte cose."

    I sintomi rilevati sono di natura neurologica (affaticamento e difficoltà di concentrazione...) e cutanea (presenza di sottilissime fibre che escono dalla pelle e che causano prurito intenso e lesioni cutanee).

    RispondiElimina
  20. Esatto, Bacab ed infatti questa persona di cui parlavo prima è stata punta, anni fa, dalle pulci che si trovavano in uno scompartimento del treno dove viaggiava. E tutto cominciò allora.

    RispondiElimina
  21. Vorrei precisare che chi sostiene l'esistenza delle "scie chimiche" non afferma che in passato le scie non ci siano mai state. E' ovvio che gli aerei, a determinate condizioni e A DETERMINATE QUOTE, lascino dietro sè delle scie di natura persistente (INTESO, COME DOVREBBE NATURALMENTE ESSERE, DI ALCUNI MINUTI) o non persistente. Questo è sempre accaduto e sempre accadrà. Ciò che si vuol fare notare è che i sorvoli di molti aeromobili, a differenza di 10-20 anni fa, avvengono a quote BASSE, addirittura, talvolta, anche a 2000 metri (quota delle nubi basse). A quote inferiori agli 8000 metri (ora c'è chi afferma che sia possibile anche a 7000 mt) questo non è possibile. Punto. Dunque non si tratta di normali scie di condensazione.

    Inoltre la probabilità del ripetersi del fenomeno DELLA CONDENSAZIONE per 2 giorni consecutivi è del 1,68%, tant'è che fino a pochi anni fa il fenomeno veniva registrato per non più di 20 giorni all'anno, mentre oggi è visibile con proporzioni a parti inverse. Per essere credibile si dovrebbe vivere in una condizione atmosferica “perpetua”, cioè con le stesse condizioni climatiche che favoriscono sempre lo stesso tipo di fenomeno. La probabilità che ciò si verifichi per diverso tempo continuativamente è di una virgola con 36 zeri.

    Oggi, che si tratti di inverno o si tratti di estate, la maggior parte delle scie che vediamo sono di tipo PERSISTENTE e sono quelle che che SI ALLARGANO GENERANDO CIRROSTRATI. In passato ciò avveniva? No.

    La NASA afferma che ci sono scie persistenti di due tipi: che si allargano o che non si allargano, MA NON VI E' ALCUNA SPIEGAZIONE SCIENTIFICA (NEL SUO SITO) SUL FATTORE CHE DETERMINA LA FORMAZIONE DI UNA DALL'ALTRA.

    Le anomalie non sono solo certo queste.

    Vogliamo parlare di quegli aerei che incrociandosi nel loro passaggio o che transitando sulla stessa direttrice con qualche minuto di ritardo RISPONDONO A LEGGI CHIMICO/FISICHE IN MANIERA DIVERSA?

    Vogliamo poi ricordare che: "Ad eccezione dei casi in cui è necessario per il decollo o l'atterraggio, o nei casi di permesso accordato dall’ENAC, gli aeromobili non devono volare al di sopra di aree abitate di città e paesi, su insediamenti o assembramenti di persone all'aperto? ("Regolamento dell’Aria" adottato dall' ENAC - CAPITOLO 3 - REGOLE GENERALI – Punto 3.1.2).
    Oppure che secondo il Regolamento dell’Aria adottato dall' ENAC, solo gli aerei militari possono viaggiare appaiati?

    Altro che risatine e spiegazioni in tutta gentilezza per rassicurare, qui I PUNTI OSCURI SONO MOLTI E RESTANO ANCORA TALI.

    Vogliamo ricordare come IL FUNZIONARIO ENAC RISPOSE ALLA DOMANDA DI DECOLLANZ, DURANTE LA TRASMISSIONE "REBUS"? Un minimo cenno su come venga diffamato e calpestato OGNI GIORNO il signor Marcianò?

    RispondiElimina
  22. Preciso che il Punto 3.1.2 del CAPITOLO 3 tratto dal Regolamento dell'Aria, prima citato, si riferisce alle quote minime.

    RispondiElimina
  23. Come tutte le cose, prima o poi se ne parlerà. Come, ovviamente, non lo so. Lo vedremo...
    Un'esempio ce lo abbiamo quest'oggi, la "Sindrome del Golfo" è stata riconosciuta come reale!
    Fa ridere come notizia, ma è così.

    RispondiElimina
  24. Bacab, sono osservazioni corrette le tue ed i disinformatori sono convintissimi che le scie tossiche sono una realtà, ma è stato affidato loro il compito di negare le evidenze e di censurare la verità. Peccato che presto saranno licenziati e con infamia.

    RispondiElimina
  25. @Luka78
    Ottimo link sulla Sindrome del Golfo!!

    "Secondo il rapporto sono due le possibili cause della sindrome: un farmaco dato ai militari per proteggerli dal gas nervino, o l'esposizione a pesticidi usati abbondantemente durante la guerra.[]

    []Secondo il rapporto ben pochi dei militari colpiti hanno avuto miglioramenti nei 17 anni trascorsi dalla guerra."

    E sono certissimo che anche oggi ai militari e a tutti i fiancheggiatori impegnati nelle operazioni chemtrails venga somministrato qualche "antidoto" spacciato dai loro comandanti.
    Spero con tutto il cuore che si ammalino tutti quanto prima...e si ammaleranno e creperanno nelle peggiori sofferenze perché è questo quello che si meritano.
    Ivi compresi anche tutti i militari della NATO che pensano di andare a guadagnare 10000 euro al mese alla faccia nostra, ben consapevoli che i loro scopi sono infami e non certo di pace.

    Poi quando si ammalano gravemente, piangono lacrime amare (di coccodrillo) e pretendono che lo Stato gli riconosca le cause di servizio. Avvelenano consapevolmente la popolazione inerme e pensano di rimanerne esenti.

    Non so se avete capito l'ipocrisia dei nostri militari.

    RispondiElimina
  26. per chi ancora non crede all'uso militari di aeresol atmosferici consiglio la lettura di questo:

    http://www.esa.int/esaCP/SEMW2N2QGFF_Italy_2.html

    e questo, da wikipedia:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Reconnaissance_satellite


    quindi, è possibile dedurre che con i radar satellitari è possibile, per esempio, scoprire l'ubicazione di basi militari sotterranee, che sono zone di grande importanza strategica e tattica.

    sappiamo anche che russia, cina, iran, ecc. hanno in orbita satelliti spia muniti di radar per sondare la terra in qualsiasi condizione ambientale, ricostrudendo in 3d il terreno.

    quindi nazioni potenzialmente ostili alla N.A.T.O.,come, per esempio,l'iran, possono sapere esattamente l'ubicazione di basi militari segrete poste sottoterra.

    in sostanza, da quando sono in orbita satelliti muniti di potenti radar speciali, non vi è più l'assoluta certezza che un certo sito militare sia segreto e non conosciuto da potenze ostili.

    nemmeno con l'utilizzo di materiali anti-radar i siti militari possono rimanere totalmente "anonimi", poichè , naturalmente, dove c'è protezione dai radar, probabilmente c'è qualcosa di importante,e questo i "nemici" lo sanno bene.

    qua entrano in scena i polimeri nanoingegnerizzati: sembra che irrorando apposite sostanze chimiche nell'atmosfera, si riesca a disturbare i radar satellitari.

    quindi l'uso di aereosol atmosferici per ora è l'unico modo di disturbare i satelliti spia, per esempio, iraniani.

    da qua infatti le parole "operazioni di difesa aerea"

    tutte le operazioni di copertura satellitare sono segrete per motivi strettamente "funzionali": dato che le sostanze irrorate sono per lo più sostanze tossiche per l'uomo e per l'ambiente, i militari dovrebbero rinunciare alla copertura satellitare, poichè non avrebbero il consenso popolare e politico. quindi rimane tutto segreto, così la N.A.T.O. può continuare a fare quello che gli pare. America docet.

    oltre tutto, dato che sono operazioni clandestine, e che la popolazione non ne sa nulla, i militari dentro ai tanker mettono un pò queglio che vogliono: oltre alla copertura satellitare, sono in atto sperimentazioni di controllo meteo, bolle elettromagnetiche, operazioni con le "smart dust" o polveri intelligenti, e chissà cos'altro.

    insomma, sembra proprio che gli Americani si stiano "parando il c..o", in preparazione di un possibile conflitto globale su vasta scala

    forse quando saremo tutti malati di morgellons qualcosa si sbloccherà...spero

    @mike qua non si tratta più di ipocrisia putroppo...siamo nella pazzia totale, e lo scopriremo tutti a nostre spese, questo è certo

    RispondiElimina
  27. INTERROGAZIONE SULLE SCIE CHIMICHE LASCIATE DA AEREI MILITARI AMERICANI SUI CIELI D'ITALIA

    http://www.nexusedizioni.it/apri/Argomenti/Scie-chimiche/INTERROGAZIONE-SULLE-SCIE-CHIMICHE-LASCIATE-DA-AEREI-MILITARI-AMERICANI-SUI-CIELI-D-ITALIA/

    RispondiElimina
  28. Mi pare che non ci possano essere dubbi. Gli unici che ramano contro o sono stupidi o sono corrotti.

    RispondiElimina
  29. Oggi giornata da incubo. Da quando mi occupo di scie ho visto solo due o tre volte uno scempio simile...

    RispondiElimina
  30. Per Psycat

    Foto terribili. Visto che se ho capito bene si riferiscono al Mugello, sono più o meno le stesse scene a cui ho assistito io da Calenzano-Prato.
    Roba da brividi.
    Stamani ero in un centro commerciale. Io stavo con la testa in aria. Nessuno, dico nessuno si è preoccupato di alzare gli occhi...

    RispondiElimina
  31. ecco proprio uno di quelli. Non credo sia stupido...

    Alessandro Delitala

    RispondiElimina
  32. ed ecco qua il totale delirio.

    Notare bene il linguaggio utilizzato da uno che dovrebbe essere uno scienziato e dirige un servizio di fondamentale importanza per lo studio del clima e del meteo in Sardegna.
    E' indottrinato a dovere.

    E' il classico linguaggio "allineato", che oramai tristemente conosciamo, utilizzato da tutta la schiera di disinformatori noti.

    Questo articolo è apparso, il giorno dopo la tragedia sull'Unione Sarda, e ha sicuramente raggiunto una quantità enorme di cittadini che, come è noto, spinti da vouyeurismo necrofilo, comprano i quotidiani in maggior misura dopo eventi simili.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis