lunedì 3 novembre 2008

Scie chimiche a Roma

Il 21 ottobre scorso, Roma è stata oggetto di un attacco chimico che, a differenza di numerosi altri, non è passato inosservato: infatti la redazione di Segnidalcielo è stata subissata di messaggi provenienti da vari cittadini che hanno denunciato i passaggi di moltissimi tankers, associati non solo alle ormai consuete nubi artificiali ed a sfere, ma anche alla ricaduta di filamenti polimerici (pseudo-ragnatele) e ad un terribile fetore. Non sapevo che il vapore acqueo fosse tanto mefitico... Evidentemente gli aerei non diffondono nella biosfera essenza di bergamotto.

Come nota Bojs, nell'articolo intitolato Scie chimiche e controllo psicotronico della popolazione, generalmente le irrorazioni clandestine sono concentrate nelle città e nelle aree più densamente antropizzate. Non sorprende quindi che la capitale, le metropoli, i centri abitati siano obiettivi privilegiati, laddove l'attività chimico-biologica è un po' meno intensa, ma non assente in altre zone.

Risulta grottesco e profondamente ipocrita che, in occasione delle domeniche "ecologiche", durante le quali è vietata la circolazione di quasi tutti gli autoveicoli, giacché le autorità sono sensibili all'esigenza di un ambiente salubre, i voli della morte sono innumerevoli, come testimoniato, ad esempio, dalla fotografia tratta dal sito Cieliliberi. La didascalia dell'agghiacciante istantanea recita: Roma, Campidoglio chimico, 2006.

Le oche del Campidoglio, starnazzando, avvisarono i Romani dell'incursione tentata dai Galli Sénoni di Brenno. Oggi a starnazzare sono i disinformatori. Un bel progresso!

Fonte: M. Fratini, Liberate i cieli!, 2008


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.



Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

78 commenti:

  1. A proposito delle pseudo ragnatele, il 2 novembre, le ho notate anche io. Nel giorno precedente, pioggia. Il 2 novembre attaccate ai camini del mio palazzo, osservandoli in controluce, ho visto pseudo ragnatele lunghissime. Una forse raggiungeva i due metri di lunghezza. Si è poi spezzata e quello che mi è passato vicino (non troppo per prednderlo purtroppo anche perchè sarei caduto dal 4° piano) era una specie di amasso filamentoso. Non credo che nel giro di poche ore da una abbondante pioggia e in stagione autunnale (insomma più o meno) dei ragni riescano a costruire ragnatele che però non sono tali. Non sono ragnatele. Sono lunghi e/o lunghissimi filamenti che nulla centrano con ragni o comunque con possibili animaletti NATURALI.In merito alle irrorazioni su Roma, sono già alcuni dei miei video che testimoniano questo. Il famoso percorso del martedì su youtube.
    Un caro saluto da Terni, Marco.
    P.S. Cari Straker e Zret, nei giorni passati ho contattato la mineral-sas per fare delle analisi dell'acqua del rubinetto di casa, del fiume Nera e dell'acqua piovana. Siccome ancora non ho ricevuto risposta, potete consigliarmi un istituto privato per le analisi? Privato perchè non mi fido molto di enti pubblici come potrebbe essere la Provincia.

    RispondiElimina
  2. Ciao Marco. E' così, sono filamenti di ricaduta, gli stessi analizzati da Pattera e da Zamengo oltre che da Castle, Staninger ed altri scienziati.

    Per quanto riguarda le analisi le tue diffidenze sono giustificate. Ci è capitato alcune volte di ottenere risultati del tutto tranquillizzanti dalle medesime analisi, se il campione veniva analizzato da enti pubblici. Se pensi che Hanmar (Miche Galloni) è uno di quelli a cui si rivolgono i cittadini per ottenere dati sulle acque, figurati...

    Ti consiglio la Mineraltest

    http://www.mineral-test-sas.com/
    Email: info [at] mineral-test-sas.com

    RispondiElimina
  3. Si, di simili 'ragnatele' ne ho viste anch'io nel mio giardino e, per la cronaca, trovo i filamenti che le compongoo piuttosto grossi per essere emessi da ragni nonchè assai elastici e resistenti.

    Sono queste le caratteristiche delle ragnatele 'chimche'?

    RispondiElimina
  4. [...] Filaments from samples A, B and 11/8 resulted confirmed Carbon-based structures composed of bundles of nanofibers and differed significantly from filaments of sample C.

    RispondiElimina
  5. I vari scienziati consigliano di non toccare questi filamenti molto tenaci ed appiccicosi.

    Ci mancavano solo queste ragnatele artificiali...

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  6. I filamenti di polimeri sono probabilmente una delle principali cause dell'incremento recente delle affezioni respiratorie. Un medico (biologo) che le aveva analizzate esprimeva la sua preoccupazione nell'eventualità in cui queste fibre raggiungessero i polmoni. Se non ricordo male era Giorgio Pattera.

    RispondiElimina
  7. Riccardo Cassinis, un'altro ben noto disinformatore, che spesso scrive amenità come: "ah sì?", "ma vah?" etc., molto culo e camicia con gli infami che clonano i nostri blog da dietro un pc in Svizzera.

    Come si può ben vedere, anche Riccardo (nonnob su Focus), docente di robotica presso il centro universitario di Brescia ha sicuramente qualche legame con gli amici d'oltre oceano.

    Ha iniziato nel 1975 con il progetto del sistema di controllo del robot industriale Supersigma, e si è poi occupato di diversi problemi relativi alla programmazione dei robot, ai sensori e ai sistemi multirobot. Dal 1985 si occupa di problematiche relative ai robot mobili avanzati, con particolare riguardo ai robot per l'esplorazione di aree aperte come ad esempio i campi minati.
    Recentemente ha iniziato una ricerca sui robot "distribuiti", che sfruttano le tecnologie legate ad Internet per acquisire le informazioni di cui hanno bisogno.

    Riccardo Cassinis è attualmente professore associato di Robotica e di Fondamenti di Informatica presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Brescia.


    http://www.survivor-project.it/s10.html

    RispondiElimina
  8. qui in romagna niente polimeri, ma l'altra mattina, verso le 6, dopo (presumibilmente) una notte di irrorazioni, l'aria aveva un fetore incredibile. un fetore mai sentito prima. e vi parla uno che vive in campagna.

    RispondiElimina
  9. A proposito degli elementi di ricaduta posso confermare che si tratta più di filamenti lunghi che di pseudo-ragnatele. Mi è capitato in un paio di occasioni di sentirle e toccarle col capo in prossimità di un percorso che compio tutti i giorni: un passaggio delimitato dai giardini di due blocchi di villette a schiera la cui larghezza di due metri non fa assolutamente pensare a una ragnatela. MI ricordo che mi ero chiesto: come era possibile che una ragnatela fosse così grande e come poteva rimanere aggrappata tra due recinzioni a distanza di due metri senza nessun appiglio superiore, difatti le ragnatele normali spesso le si vedono in anfratti riparati dal vento e in prossimità di angoli nei quali possono diporre di un appiglio superiore come sul soffitto di una veranda. Non riuscivo a spiegarmi come potesse esserci una ragnatela in quel tratta di strada aperto che percorrevo ogni giorno dal parcheggio dell'auto al portone di casa mia ... poi ho scoperto il fenomeno delle scie chimiche e sono riuscito a ricollegare il tutto.

    Un saluto e incoraggiamento.
    VibraVito.

    RispondiElimina
  10. @zret-straker
    sul blog di cieliliberi che hai linkato nell'articolo ho scoperto che anche l'ex ministro Di Pietro ha presentato un'interrogazione parlamentare il 17 settembre 2008.

    Questo a dimostrazione di quegli imbecilli che seguono il blog di attivissimo e che, quando nei commenti del suo blog ho inserito il link del video di Di Pietro del gennaio 2006, hanno avuto la faccia tosta di affermare che Di Pietro non si riferiva alle scie chimiche, ma alle testate nucleari presenti nelle basi Nato...

    Facciamo un po di esempi iniziando dal gran guru attivissimo:
    No. Se ascolti quello che dice davvero, invece di quello che vuoi credere che dica, non è in alcun modo interpretabile come conferma dell'esistenza delle scie chimiche.

    danilo salvadori:
    Vibravito: Di Pietro non parla proprio di scie chimiche nel video da te linkato. Parla di signoraggio e di basi straniere ed atomiche presenti all'interno del nostro territorio.

    @vibravito: eh no, scusami ma è palese... non voglio ergermi a difensore di Di Pietro ne' provocare un flame (ci mancherebbe altro...), però Di Pietro non assimila nulla. Dice proprio che "Con riferimento invece alla questione degli aerei qui è un problema ancora più complesso", quindi che "parlando degli aerei NATO, non è solo una questione di aerei ma di basi".
    E' vero che non smentisce lo spettatore ma è altrettanto vero che non risponde proprio alla questione delle scie chimiche e sposta la discussione su un altro argomento che, ovviamente, gli interessa di più.


    francesco sblendorio:
    Di Pietro nel video indicato parla della presenza delle basi NATO in Italia.
    Cosa c'entrano le scie chimiche?


    giovanni "lucifugo":
    DiPietro evidentemente non aveva idea di cosa fossero le scie chimiche, infatti nella risposta ha ignorato quella parte, ha detto "riguardo alla questione degli aerei" e ha dato una risposta generica.
    Cosa avrebbe dovuto dire, in una trasmissione (immagino in campagna elettorale?? )
    "riguardo al signoraggio ecc ecc. Riguardo alle scie chimiche, non ho idea di cosa siano?"


    guido q:
    Ahahaha
    Praticamente, ci hai dato le prove che Di Pietro non ha neppure capito la domanda che gli è stata fatta. Ha creduto che gli si stesse chiedendo un parere sulla presenza di aerei della NATO nel nostro territorio (ecco perché "questione degli aerei") e non ha fatto il benché minimo accenno a niente di sciachimistico. (Può anche darsi che abbia capito bene e abbia preferito sorvolare sulla questione... il che dimostrerebbe quanto peso dà alle teorie sciachimiste.)
    Pensi di prenderci in giro?
    Ragionando così, anche il Papa è uno sciachimista. In fin dei conti, durante l'ultimo Angelus non ha esplicitamente negato l'esistenza del fenomeno.
    Vibriamo pure, ma siamo seri, per favore.


    riccardo cassinis:
    A me sembra che in quell'occasione Di Pietro, di fronte a una domanda indubbiamente tendenziosa e mal posta, a cui sarebbe stato impossibile rispondere (volevo sapere come mai... implica la certezza di qualcosa che invece è tutto da dimostrare), posta su un argomento di cui non sapeva nulla, abbia cercato di raffazzonare una risposta per non fare scena muta. In realtà, l'unica cosa sensata da dire sarebbe stata "caro signore, lei è un imbecille", ma ovviamente questo in televisione non si fa.

    paulatz:
    @vibravito
    molto più semplicemente: Di Pietro, non essendo un pazzo paranoico, non ha idea di cosa siano le scie chimiche, perciò non capisce bene la domanda.
    Di conseguenza risponde ad una domanda diversa da quella posta. Per inciso, la domanda a cui risponde è molto più interessante, attuale e seria di quella che gli viene posta.


    perplimax;
    @Vibra
    L'evidenza è che Di Pietro ha ignorato la questione scie chimiche e ha preso lo spunto per parlare del problema delle basi straniere in Italia. Se tu in questo ci vuoi vedere un'ammissione di esistenza delle scie padronissimo, ma è solo un'opinione pesantemente condizionata dalle tue posizioni ideologiche.


    Poi non vi offendete se vi definisco imbecilli, posso capire alcuni professional debunkers che travisano la realtà per mestiere, ma tutti gli altri dovrebbero stare molto attenti: frequentare il blog di attivissimo fa molto male al cervello a alle capacità cognitive, si rischia di non riuscire più a comprendere il corretto significato delle locuzioni.

    RispondiElimina
  11. Esatto, Vibravito. Quanto da te riportato dimostra, una volta di più, la stupidità e malafede di certi "attivissimi" lecchini del sistema.

    RispondiElimina
  12. Finalmente anche di Roma si parla!!!
    ieri hanno spruzzato a dovere...oggi era previsto un mega temporale...invece sta piovendo robaccia bianca e basta...e filamentosa!!!
    Bastardi infami!!!

    RispondiElimina
  13. dichiarazioni del direttore tecnico della scuderia automobilistica FERRARI:

    "siamo stati molto sfortunati in questo mondiale, soprattutto con le condizioni meteo....il tempo sembrava avere una regia occulta"....

    e probabilmente è cosi...

    RispondiElimina
  14. Piccola modifica...!!!
    Sta per arrivare un fronte temporalesco di proporzioni enormi...almeno sia sul sat che dal vivo :-( (da Roma sud si vede benissimo da lontano direzione mar tirreno...quindi dalla sardegna)!! Porca tr..!!!

    RispondiElimina
  15. E io avevo proprio scritto alla mineral-test-sas (nel commento mi ero scordata test) ma ancora non ho ricevuto risposta. E avevo scritto a tre indirizzi presenti nel sito. Adesso gli ho riscritto. Vediamo, se domani non avrò risposta gli telefono.
    Ciao a tutti, Marco

    RispondiElimina
  16. Sì, Marco, conviene telefonare ed accordarsi sulla spedizione dei campioni. Io avevo fatto così.

    RispondiElimina
  17. Ragazzi quanta acqua!!!!! Ma proprio tanta!!!!!
    Minchia!!!

    RispondiElimina
  18. http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=34002&sez=HOME_ROMA

    Questa notizia l'ho sentita ieri sera per radio e non so perchè mi "puzzava".
    A me non sembra, e non credo di sbagliarmi (semmai smentitemi) che con le previsioni si possa essere così precisi su un'area circoscritta come lo è una città.
    Finchè mi dicono "nubifragi al centro nord" ci posso stare ma perchè "allerta su Roma"?
    La notizia mi è sembrata subito strana, mentre guidavo.
    Ora su Roma sta scendendo l'ira di Cristo..acqua e vento.

    RispondiElimina
  19. Confermo per Roma!! E pensare che ieri mattina ne sono passati molti di areoplanini...!!!
    Adesso è appena caduto un fulime a 500 mt da noi...mamma mia!!! Che BOTTO!
    Ho letto che anche in liguria non stanno messi benissimo!! Straker Zret tutto ok?? :-))
    e stiamo solo a novembre...!!! Cos'altro ci aspetta?

    RispondiElimina
  20. Menomale che piove. Qualcosa gli è andato storto.

    RispondiElimina
  21. La pioggia và presa come una benedizione. Qui ci voleva davvero, visto che gli invasi per l'approvvigionamento idrico erano praticamente vuoti. Probabilmente non è quello che volevano i militari, vista l'insistenza nell'irrorare dei giorni scorsi.

    C'è anche da tener conto del casino CAI/piloti Alitalia ed anche questo, per la seconda volta, ha giocato a favore della pioggia.

    [...] incuriosito dalla presenza di diversi ragazzi americani a Pordenone, sono venuti fuori alcuni dettagli interessanti.

    [...] Quando ci sono esercitazioni e la base di Aviano è piena, come in questi giorni, i militari alloggiano fuori in albergo.

    Ma la cosa più interessante è questa:

    Spesso alloggiano piloti di linea della Ryanair che atterrano a Tessera, che dista 90 km da qui, dormono a Pordenone ed il giorno dopo si recano ad Aviano, dove non si sa che fracciano.

    I piloti Ryanair ripartono in divisa per Aviano e probabilmente da li volano da qlc parte, il problema è che da Aviano non partono voli di linea...

    E' di queste ore una dichiarazione:

    La nuova Alitalia? Se necessario volerà anche con i piloti Ryanair.

    RispondiElimina
  22. Appena attivissimo, o chi per lui, uno dei suoi collaboratori elevetici, ha letto il mio precedente commneto sulle scie chimiche e l'interrogazione di Di Pietro, subito ci si è premurati di scrivere un nuovo post.

    RispondiElimina
  23. Attivissimo pare ci prenda gusto nel rischiare la testa ogni giorno di più. Così è, se gli pare.

    RispondiElimina
  24. @ vibravito, complimenti! gli stai dando filo da torcere :D

    @ tutti, ma ste sfere... qual'è la vostra ipotesi... =__=

    RispondiElimina
  25. Ma Attivissimo che ha scritto un libro? L'ACCHIAPPA VIRUS editore Apogeo. Questa non la volevo sapere. Sicuramente ne sarete a conoscenza visto che l'ha scritto nel 2004. Non comprerò mai più un libro dell'editore Apogeo. L'acchiappa virus.......e a lui (Attivissimo) chi o che cosa lo acchiappa? Un bel fulmine no èh? A proposito di fulmini e quindi di tempeste elettromagnetiche (perchè questo sono), ho letto adesso che un tredicenne a Roma è morto schiacciato da un albero colpito da un fulmine. Qui a Terni c'è stato un mezzo nubifragio con una intenisità di fulmini molto alta sia di fulmini "cadenti" a terra sia di fulmini "orizzontali". Ora, le tempeste elttromagnetiche in questi ultimi anni sono aumentate di molto, sia come numero sia come intensità. Chissà se quelli dell' HAARP ne sanno qualcosa. Io credo proprio di si. Ho iniziato tre orette fa la lettura del libro "Tesla. Lampo di genio". Sono arrivato a metà. Se qualcuno non lo avesse letto consiglio vivamente di comprarlo e leggerlo. E' un libro di circa 100 pagine. Ma ne vale la pena assolutamente.
    Ok, Straker: domani telefonerò alla mineral-test-sas. Grazie mille come sempre e un caro saluto a Zret e a tutti i pazzi "sciachimisti".

    RispondiElimina
  26. ragionavo su un fatto....
    fino a 2 anni fa ero assolutamente ignaro di questa operazione maligna nei nostri cieli ed ero il classico lobotomizzato dalla tv e dai telegiornali che sempre più distorcono o addirittura inventano notizie....grazie ad internet, e soprattutto grazie a persone intelligenti come voi, ho capito che il mondo in cui vivevo era pieno di sbarre invisibili... all' inizio ho maledetto la mia sete di conoscenza, perchè mi sentivo un pesce fuor d' acqua...ma ora ringrazio il giorno in cui sono diventato davvero "cosciente", perchè la conoscenza è forza, anche se magari la notte non ti fa dormire....non mollate

    RispondiElimina
  27. Ciao a tutti, si può sapere qualcosa di più sull'interrogazione di Di Pietro?

    RispondiElimina
  28. Marco, il titolo l'Acchiappavirus è mostruosamente autobiografico.

    Maradona, noi forse non dormiamo la notte, ma moltissimi dormono sempre e della grossa, mentre "Essi vivono".

    La verità ci farà liberi, anzi ci ha già reso liberi.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  29. Certo, essere consapevoli non è il massimo della vita, ma almeno siamo liberi.

    RispondiElimina
  30. Un suggerimento per tutti: oltre ad inveire contro i meteorologi professionisti, i quali sarebbero artefici di previsioni errate ed effettuate in malafede (poiche' complici di una cospirazione), perche' non cercate di approfondire le vostre conoscenze e di formulare da voi le vostre previsioni del tempo? Vi suggerisco il sito www.wetterzentrale.de dove potete trovare informazioni meteorologiche non filtrate. Ci sono mappe barometriche dettagliate alle diverse quote, mappe di temperatura al suolo e in quota, mappe dei venti e tutti le mappe dei modelli previsionali matematici. Vi assicuro che sono sufficienti alcune nozioni basilari di meteorologia e di fisica dell'atmosfera, unite a queste mappe, per poter valutare in maniera piu' critica quello che i vari meteorologi professionisti dicono in tv e nei siti dedicati.
    Buona lettura e buono studio.
    Pierluigi

    RispondiElimina
  31. Vede, Pierluigi, quelle da Lei descritte sono tutte cazzate ed infatti le previsioni (quelle esatte... quelle vere) si possono benissimo fare osservando le attività di aerosol nei nostri cieli e controllando le operazioni da satellite. Nulla di più semplice.

    Buon studio.

    RispondiElimina
  32. Trattavasi di un suggerimento sincero. Sta a voi decidere se coglierlo o ritenerlo una cazzata.

    RispondiElimina
  33. Pierluigi, se quel sito non si riferisce alle scie chimiche, alle onde elettromagnetiche ed alle onde scalari, vale meno di un soldo bucato, come il tuo commento.

    Ti consiglio lo studio dei testi degli scienziati che hanno indagato il tema delle scie tossiche; il resto è, nel migliore dei casi, sterile erudizione, se non volgare disinformazione.

    Vale

    RispondiElimina
  34. Trattavasi di una semplice constatazione: le previsioni del tempo ufficiali sono una truffa, perchè fortemente condizionate dalla manipolazione climatica in atto. Non volerne tenere conto è sintomo di cecità e non c'è laurea che tenga per sanare la cecità di un "uomo" che si crede "di scienza", ma che non ha nemmeno la benchè minima attenzione a quanto accade REALMENTE intorno a se ed in quanto tale meno accorto di un invertebrato.

    RispondiElimina
  35. Mi sembra che un conto sia criticare a POSTERIORI, la fallacita' di una previsione meteo. Un conto sia formulare delle previsioni. Mi ricredero' quando lei Straker, sara' in grado di dimostrarmi, in anticipo (senno' che previsione sarebbe), quale sara' il tempo in una determinata regione italiana in base alle osservazioni da terra e da satellite delle operazioni di aerosol. Per anticipo intendo almeno 24 ore.

    RispondiElimina
  36. Mi dispiace deluderla, ma qui si potrà in molti testimoniare che in questi anni l'ho potuto fare diverse volte.

    RispondiElimina
  37. Adesso giochiamo al piccolo meteorologo: in edicola esce a fascicoli l'enciclopedia di Giuliacci. Pierluigi, preparati su quella. Per i Promessi sposi, consiglio il Bignami.

    RispondiElimina
  38. Zret, mi dia del lei, per cortesia.
    Ormai mi sono abituato alle offese piu' infime (due post piu' su il signor Straker mi ha definito meno accorto di un invertebrato) ma cio' non toglie che non sono disposto a dare confidenze a chicchesia. Per lo meno fino a quando colui con cui interagisco non esca dal suo pseudonimo e si presenti per nome e cognome.

    RispondiElimina
  39. Basta leggere nel profilo, oltre che leggere kattivix (e lei è lettore dell'abile ex dj cacciatore di mozzarelle di bufala) per sapere i nostri rispettivi nome e cognome.

    RispondiElimina
  40. Ma poi io dico, anziché star qui a perder tempo, perchè non comincia a guardare il cielo? O quello che ne è rimasto?

    RispondiElimina
  41. ahaha grande straker

    bè, penso di essere libero di inveire contro i metereologi quanto mi pare e piace. certo se fossi un metereologo professionista non vorrei diventare un martire, però ci sono anche delle vie di mezzo....

    insomma, i "metereologi" sanno che i militari hanno vari progetti in fase di sviluppo riguardanti vari tipi di aereosol atmosferici.
    sapendo questo, tutto il resto poi diventa superfluo...

    previsioni con wetterzentrale.de?
    no grazie, almeno finchè gli aereoplanini continuano a irrorare sostanze che neutralizzano le nubi, e forse anche il contrario, dato che la tecnologia per fare tutto ciò esiste, e anche da un bel pezzo

    devo dire che quando le perturbazioni sono molto imponenti, nemmeno le irrorazioni riescono a fermarle, infatti dopo qualche sporadico passaggio, i militari N.A.T.O. hanno rinunciato e hanno fatto festa, almeno qua da me in toscana mare.

    forse però è complice anche la faccenda dei piloti alitalia, che sono al corrente, anche se non nei dettagli, delle operazioni militari di copertura

    MI RIVOLGO ORA AI SIGNORI DELL'ENAV-C: PERCHE' NON DITE A TUTTI CHE TENETE D'OCCHIO DECINE DI VOLI MILITARI FUORI ROTTA ?!? A VOYAGER IL DIRETTORE DELL'ENAV-C HA AFFERMATO CHE NON CI SONO VOLI MILITARI IN ROTTE PARTICOLARI, INVECE MI E' STATO RIFERITO DA UN VOSTRO TECNICO CHE CI SONO DECINE DI VOLI MILITARI IN GIRO PER L'ITALIA, UFFICIALMENTE PER MOTIVI DI ADDESTRAMENTO....QUESTO IL DIRETTORE DEL'ENAV NON LO HA DETTO. FORSE PERCHE E' SEGRETO MILITARE...

    vorrei sapere cosa fanno decine di aerei militari in giro per l'italia, ufficialmente in addestramento.
    che qualche ufficiale lo spieghi al pubblico per piacere

    certo che se si addestrano tutti i giorni devono essere proprio bravissimi, ma a fare che cosa?


    totaro, è vero, straker ha fatto spesso centro con le previsioni, non che sia particolarmente difficile comunque !!
    ti spiego: se ci sono delle perturbazioni che vengono dalla francia, per es., e dai stalliti si vede le irrorazioni nella zona delle perturbazioni, vuol dire che stanno cercando di fermare il "maltempo", neutralizzando le nubi.

    poi qua abbiamo visto tutti decine di volte le nuvole SPARIRE dopo essere venute in contatto con le scie militari.

    c'è poco da dire...le scie eliminano le nuvole.
    non escludo che ci siano intrugli anche per favorire la concentrazione di umidità. o meglio, gli aeresol per far piovere esistono, ma non so se attualmente vengono usati.

    ah, dimenticavo....gli aereosol atmosferici (segreti) sono per il nostro bene, ricordatevelo....

    RispondiElimina
  42. Gliel'ho gia' detto, Straker, in un post di un mese fa, quello dedicato alle confutazioni dei FAQ del Cicap, nonche' in una email privata. A Trieste, dove risiedo ed abito, non sono presenti scie di nessun tipo, se non molto raramente e comunque in lontananza, all'altezza dell'aeroporto di Monfalcone.
    Io lo giustifico con il fatto che Trieste, nell'angolino a nord-est dell'Italia, e' fuori da tutte le rotte interne italiane, e ragionevolmente le rotte per l'est europeo non sono cosi' numerose. Altri, come Mike, mi hanno detto che sono (sfortunatamente) fortunato, visto che l'assenza di scie, secondo lui, e' dovuta al fatto che per qualche motivo qualcuno ha deciso di risparmiare questa citta' dalle irrorazioni. Ora non mi venga a confutare, come ha gia' fatto la volta scorsa, con delle immagini satellitari del friuli: il friuli e' una cosa, la venezia-giulia un'altra.

    RispondiElimina
  43. Le sat che le avevo presentato comprendevano entrambe le regioni. Come detto prima, lei è cieco e non so dirle se è una fortuna.

    RispondiElimina
  44. Eccellente Marco. Eccellente.

    Certo che se il testimone si scucisse in auna intervista a volto coperto e voce camuffata, sarebbe un bel colpo!

    RispondiElimina
  45. E non so se vi è sfuggito, ma...

    [...] incuriosito dalla presenza di diversi ragazzi americani a Pordenone, sono venuti fuori alcuni dettagli interessanti.

    [...] Quando ci sono esercitazioni e la base di Aviano è piena, come in questi giorni, i militari alloggiano fuori in albergo.

    Ma la cosa più interessante è questa:

    Spesso alloggiano piloti di linea della Ryanair che atterrano a Tessera, che dista 90 km da qui, dormono a Pordenone ed il giorno dopo si recano ad Aviano, dove non si sa che fracciano.

    I piloti Ryanair ripartono in divisa per Aviano e probabilmente da li volano da qlc parte, il problema è che da Aviano non partono voli di linea...

    E' di queste ore una dichiarazione:

    La nuova Alitalia? Se necessario volerà anche con i piloti Ryanair.

    I conti tornano!

    RispondiElimina
  46. Per Arturo: ma cosa intende quando dice che la nuvola sparisce? Dove finiscono le tonnellate di acqua di cui era composta? Scusate ma questo proprio non riesco a capirlo. La conservazione della materia (e' Fisica) va forse a farsi benedire?

    Per Straker: si riguardi quelle foto e le sovrapponga con la cartina stessa che lei ha messo li' vicino. E' vero' l'immagine comprende entrambe le due zone (friuli e venezia giulia, oltre ad un pezzo di veneto) ma non ci sono scie per decine di chilometri attorno a Trieste.

    RispondiElimina
  47. Le sue affermazioni confermano una vola di più quanto lei sia lontano milioni di anni luce dalla consapevolezza.

    Buona vita.

    RispondiElimina
  48. Dottor Totaro, mi pare che Ella sia distante eoni dalla Veritate e che Ella non vegga le mortifere scie che solcano lo cielo. Forse sarian d'uopo due lenti.

    La riverisco con humilitate.

    RispondiElimina
  49. Ma perche' non mi volete credere? Non ho mai detto: "a Sanremo non ci sono le scie>", non ho mai detto:"le scie non esistono".
    Ho solo affermato che a Trieste sono poche, rare e per lo piu' lontane, sul mare, verso Monfalcone che dista 30 Km! Questo e' dimostrato dalla foto che ha pubblicato Straker, andatevela a rivedere. Quindi e' inutile che mi diciate "guarda in alto". Io lo faccio e vi dico che non vedo niente. Saro' fortunato? Chissa'! Saro' cieco? Boh...
    Con questo non voglio dimostrare nulla, ne' che le scie in generale non esistano, ne' che le scie esistano. Faccio solo una affermazione, esprimo un dato di fatto, e non lo faccio a casaccio o per strumentalizzare chissa' cosa, tiro fuori questo argomento solo ogni volta che uno mi chiede esplicitamente di aprire la finestra e di guardare fuori, com'e' accaduto anche oggi in questo blog.

    RispondiElimina
  50. Guardi che quelle erano due sat su 365!

    In ogni caso il principio errato è il pensare che, se non ci sono rotte civili, non si vedono scie. E' un punto di partenza errato, in quanto le scie chimiche le spargono sia i civili sia i militari e su rotte e quote completamente svincolate (volendo) da quelle ufficiali. E' chiaro?

    Detto questo, ognuno è livbero di pensarla come vuole. L'importante è non voler insegnare a noi quello che non abbiamo da imparare assolutamente: l'osservazione dei fatti e non le dichiarazioni ufficiali.

    Lei lo sapeva che test biologici sono stati eseguiti per decenni sulle popolazioni inconsapevoli e, spesso, proprio con l'uso di aeroplani? Si informi e vedrà (gli articoli tradotti sono anche sui nostri blog) che il paese delle meraviglie non è mai esistito e le certezze che vi fornisce la scienza ufficiale non sono altro che carta igienica messa al confronto con la dura realtà.

    RispondiElimina
  51. Loryyy abita in Friuli ed ha visto e fotografato migliaia di scie tossiche. Poi si può adorare Mammona. Nessuno La obbliga a seguire il Logos.

    RispondiElimina
  52. per Zret: e dagli!!! Friuli non e' Trieste! Prendete una carta qualsiasi, una mappa stradale, un viamichelin, un googlemaps e guardate! Ho gia' detto: io le scie le vedo lontane, almeno una trentina di Km. E 30 Km a ovest di Trieste inizia il Friuli!!! Loryyy puo' pubblicare 1000 foto del Friuli, non dimostrera' mai cosa c'e' sopra Trieste.

    per Straker: non capovolga il mio ragionamento. Io non ho detto che il mio principio e' che se non ci sono rotte aeree, allora non ci sono scie. Bensi' ho supposto il contrario: non ho visto scie, e ho dedotto che questo sia dovuto alla mancanza (o scarsita') di rotte aeree. Mike, dallo stesso punto di partenza (il fatto che io non vedo scie) e' giunto ad un'altra conclusione, ovvero che Trieste e' risparmiata dalle irrorazioni. Si puo' discutere sulle due conclusioni differenti, ma non sul punto di partenza: Trieste le scie sono poche e rare.

    RispondiElimina
  53. Se fosse vero quanto afferma Pierluigi Totaro ... noi sciachimisti ci saremmo già trasferiti in massa a Trieste!!!

    RispondiElimina
  54. per Zret: e' come se io pubblicassi una foto del cielo sopra Torino per dimostrare che a Sanremo non ci sono le scie. Le pare logico? A me no.

    RispondiElimina
  55. @pierluigi totaro
    per Vibravito: venga pure a verificare!
    e come intendi effettuarla questa verifica? Intanto ti linko una bella fotina dal balcone di casa mia dove si vedono contemporaneamente 10 scie chimiche persistenti: era il 12 ottobre.

    RispondiElimina
  56. per Vibravito: se vi mando delle foto, sicuramente non vi fidate. Percio' la soluzione e' semplicissima: venga a trascorrere una vacanza a Trieste! C'e' mai stato? E' una citta' molto bella, quindi e' un'ottima occasione per visitarla! Decida lei di quanto tempo a bisogno per convincersi della mia affermazione, ma credo che un weekend sia ragionevole. Scelga un weekend in cui il tempo e' presumibilmente sereno. Se il sabato mattina nota che sopra casa sua hanno iniziato le irrorazioni, monti in auto e venga qui a controllare.

    RispondiElimina
  57. Mike dice: "non è possibile non prevedere, una manciata di ore prima, un fronte ciclonico di 100 Km che ha scaraventato nel cagliaritano 400 mm di pioggia in un paio d'ore."

    Proprio per questo suggerivo a tutti, Mike, di prendere in considerazione l'idea di by-passare le previsioni meteo fatte da dei (presunti) delinquenti. Andando direttamente alla fonte delle carte barometriche e dei modelli, che sono disponibili in rete nel sito che vi ho linkato.

    RispondiElimina
  58. Mike dice":Sarò ben lieto di darti le mie generalità e di incontrare la tua faccia di merda in tribunale."

    Come si chiama lei scusi?

    RispondiElimina
  59. @pierluigi totaro
    fammi capire, ma aspiri a diventare assessore al turismo di Trieste? Hai intenzione di candidarti? Perchè non vai tu in Sardegna a farti una bella vacanza?
    E quest'ultima estate sei stato in vacanza? Dova sei stato? Neanche lì c'erano scie chimiche persistenti?
    A quanto pare sei "scio-repellente", altro che orgonite!!!

    RispondiElimina
  60. per Vibravito: ma cosa vuole che le dica? Mi ha chiesto lei di spiegarle come verificare quello che affermo. L'ho invitata a venire di persona. Preferisce delle foto? Basta che poi non mi dica che le ho modificate e taroccate. Non so cos'altro dirle, mi dica lei come intende verificare la mia affermazione.

    RispondiElimina
  61. per Vibravito: avevo gia' affermato, sempre in questo blog, che io effettivamente le scie di aereo le vedo eccome, quando vado in friuli, quando vado a trovare i miei genitori in veneto, quando vado in vacanza in tentino, ecc. Ripeto: non nego che ci siano le scie A Sanremo, in Sardegna o dove volete. Rispondo soltanto a chi mi chiede di mettere il naso fuori casa e quardare in cielo. Lo faccio e la risposta e': niente scie. Se mi credete bene, se volete verificare di persona, benissimo. Di piu' non so cosa dire. Devo pubblicare un album in cui giornalmente pubblico una foto di un cielo blu?

    RispondiElimina
  62. Il punto è che non ce ne fotte nulla se sopra casa tua non passano tankers o non vedi tankers che emettono chemtrails.
    Capisci l'italiano?
    Non ce ne fotte nulla.

    RispondiElimina
  63. MIke dice: "Non ce ne fotte nulla".
    Parla per tutti quelli che frequentano questo sito o solo per se' stesso? Ripeto: sto rispondendo ad una richiesta specifica ("guarda fuori dalla finestra") e a delle imprecisioni di Straker e Zret riguardo alla collocazione geografica di Trieste. E parlavo con Vibravito che mi chedeva come verificare quello che affermo.

    Riguardo a lei: ha detto che mi dava le sue generalita', per quale motivo non lo fa?

    RispondiElimina
  64. ciao a tutti.salve totaro, qui c'è un link che la porta a vedere un filmato fatto a trieste in qùi si vedono perfettamente le scie chimiche anche sopra. è un'pò datato ma più che efficace per chi vuole capire: http://video.google.com/videoplay?docid=-2423650080123447729 in internet ce nè sono diversi ed anche foto, se poi il 2 novembre cm, hanno massacrato di scie chimiche la slovenia,l'austria ed il tarvisiano, più sopra udine, ma non trieste, non ha nessuna importanza. gli spazi da utilizzare per l'irrorazione li scelgono loro mica noi, comunque sembra quasi ovvio che prediligono le zone ovest dell'italia in quanto poi ci pensano le correnti a distribuire la merda chimica anche verso est.

    RispondiElimina
  65. Infatti, Vibravito, saremmo già tutti là; a parte il fatto che, come dice Loryyy che documenta le scie su Trieste, irrorazioni adiacenti non escludono la ricaduta degli effetti anche sulla testa dei Triestini...
    Mi domando come sia fisicamente possibile l'esistenza di un'isola felice con cieli azzurri a perdita d'occhio e non irrorata come la località dove vive il sig.Totaro in mezzo ad un'Italia massacrata (c'è più di un testimone per quasi ogni regione!).

    RispondiElimina
  66. "La nuova Alitalia? Se necessario volerà anche con i piloti Ryanair".

    I conti tornano eccome!

    Il pugno duro di CAI è solo un assaggio dimostrativo che quando alcune pedine non servono più poichè non funzionali al sistema si sostituiscono senza troppi problemi. Altre marionette ben disposte (e anche per meno) si trovano subito. E' così in tutti i campi.
    Per il sistema siamo TUTTI RIMPIAZZABILI, anche i politici.
    A proposito, esterno un simbolico rallegramento per l'uomo che ha vinto le elezioni americane: sia chiaro, per l'uomo di colore. Il suo lato politico lo lascio nel calderone, insieme a quelli di tutto il mondo, tutti uguali a prescindere dal partito di appartenenza a meno che qualcuno non dimostri il contrario, prendendo ferme posizioni contro l'avvelenamento e la distruzione degli esseri viventi.
    Ciao.

    RispondiElimina
  67. Un'ultima cosa a Pierluigi Totaro: usare una foto del cielo di Torino per dimostrare che altrove le scie non ci sono sarebbe alquanto difficile visto che Torino e i suoi dintorni è uno dei posti sfigati sistematicamente irrorato.

    RispondiElimina
  68. Ragazzi Buongiorno!!
    A Roma ne hanno ammazzato un altro innocente!!!
    http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/cronaca/roma-muore-13enne/roma-muore-13enne/roma-muore-13enne.html

    RispondiElimina
  69. Con questo messaggio voglio chiedere scusa a Straker, proprietario del blog.

    Normalmente non è nel mio stile usare termini come quelli che ho utilizzato nei miei post di ieri notte contro gente come quel tal scienziato che risponde al nick di totaro.

    Ero appena rientrato da una visita di condoglianze a casa di un caro amico che ha perso madre e cognato nell'alluvione criminale creata ad hoc da questo manipolo di delinquenti (fiancheggiati e coperti da gente peggio di loro) che sta distruggendo l'umanità e con essa la speranza di un domani sereno per i nostri figli.

    Detto questo, quando leggo elucubrazioni deliranti di gente come il losco figuro appena citato, che snocciola insistentemente discorsi fuorvianti e falsi su meteo e meteorologi, non posso girarmi dall'altra parte e stare zitto, soprattutto quando ho e abbiamo dimostrato che in quei giorni il progetto di morte è stato eseguito in modo magistrale con occultamento di prove fotografiche (satelliti) e falsi bollettini diramati da tutti i servizi meteo.

    La morte è arrivata (annunciata ma volutamente non pubblicizzata)anche all'interno del focolare domestico dove chiunque si dovrebbe sentire al sicuro.

    E passi se i disinformatori blaterano discorsi demenziali sulle scie, la realtà evidente li sbugiarda e la storia li condannerà.

    Ma quando uno come questo totaro fa il necroforo alla faccia di chi soffre davvero, allora il discorso si fa serio e lascio la diplomazia ad altri.

    Qui qualcuno ammazza gli innocenti e altri sputano sui loro cadaveri.

    RispondiElimina
  70. Pierlugi Totaro ha scritto: "ma cosa intende quando dice che la nuvola sparisce? Dove finiscono le tonnellate di acqua di cui era composta? Scusate ma questo proprio non riesco a capirlo. La conservazione della materia (e' Fisica) va forse a farsi benedire?"

    Perchè non si informa riguardo agli aerei anti-pioggia utilizzati durante alcune famose manifestazioni, tra le quali, i recenti giochi olimpici? Faccia direttamente questa domanda a chi si occupa di modificazione climatica. La risposta probabilmente la riterrà più soddisfacente rispetto ad una di un utente di questo blog. Scriva a chi commercializza polveri come Dyn-o-Mat e chieda anche a loro.

    Buona fortuna.

    RispondiElimina
  71. Ringrazio Charlie per il link sulla morte del ragazzo di 13 anni.

    Non posso non far notare che i giornalisti, con le parole, disinformano dolosamente e tentano di plagiare l'opinione pubblica con frasi che nulla hanno a che vedere con le reali cauise di questa ennesima morte.

    Beppe Grillo nel 1994, riferì la frase di un giornale che riportava: "Morto alpinista...montagna assassina".
    Non alpinista pirla!

    La montagna non ha ammazzato, è l'uomo che è stato imprudente e alla morte ci è andato incontro, impavido.

    Con le parole si plasmano intere generazioni.

    Non è assassino l'albero che è caduto sul povero ragazzo tredicenne: è criminale chi sta lavorando incessantemente per modificare il corso della natura e che sta creando questi disastri.

    E' un discorso che non vuole entrare nella testa della gente plasmata, condizionata e bombardata dalla menzogna studiata a tavolino.

    RispondiElimina
  72. Avevo preparato una serie di risposte educate a bacab, ginger, mike e loryyy ma purtroppo i moderatori me li hanno bloccati. Non so perche'. Vabbe', me ne dolgo ma se mi si nega il diritto di replica e' impossibile continuare la discussione. Non mi si dica pero' tra qualche giorno: "come mai il signor Totaro non ha replicato alle nostre osservazioni? Si vede che lo abbiamo sbugiardato e per la vergogna se ne sta zitto!"

    RispondiElimina
  73. per Mike: sono ancora in attesa delle sue generalita'. Io le ho dato le mie, e lei?

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis