venerdì 28 novembre 2008

Articolo sulle scie chimiche all'interno della rivista "X Times"

Sul n. 2 di "X Times", in edicola dai primi giorni di dicembre, sarà pubblicato un articolo sulle chemtrails intitolato "Scie chimiche: segreto di Stato". Il reportage, suddiviso in più parti, costituisce il seguito ideale dell'interessante studio di Roberto La Paglia, Morgellons, malattia aliena? di cui proponemmo una nota di presentazione. E' evidente che "X Times" diventa, in questo modo, l'unica pubblicazione fuori dal coro su un tema censurato o affrontato in maniera del tutto dilettantesca, ad esempio da scartafacci come "Focus". Il nostro plauso al direttore della rivista per la coraggiosa linea editoriale, agli antipodi dell'imperante disinformazione.

Di seguito il sommario del dossier.



Scie chimiche: un segreto di Stato - prima parte, di Luigina Marchese

Sull'onda degli argomenti più richiesti, il problema delle chemtrails vissuto in presa diretta da una fine indagatrice. Passo dopo passo, la scoperta, lo stupore, l'incredulità di chi non può fermarsi semplicisticamente all'accettazione delle spiegazioni delle autorità; colonnello Giuliacci, ci senti? Altri collaboratori ci stanno proponendo inchieste approfondite su questo argomento: le pubblicheremo, considerando l'articolo di Luigina Marchese il giusto apripista.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

10 commenti:

  1. Salve a tutti, volevo segnalare questo video.Che ne pensate?L'avevate già visto?

    http://it.youtube.com/watch?v=ZEkktKwW90s&feature=related

    RispondiElimina
  2. Ce l'avevo sul balcone...
    Straker hai idea di cosa sia??

    [URL=http://img372.imageshack.us/my.php?image=uvs081129003pi6.png][IMG]http://img372.imageshack.us/img372/3446/uvs081129003pi6.th.png[/IMG][/URL]

    RispondiElimina
  3. Piano piano il muro di omertà si sta sgretolando.

    Cari disinformatori, preparatevi, il "governo" sta per rottamare...

    Alessandro mi ha segnalato quest'altra compagnia aerea complice ed esecutrice delle irrorazioni.
    Non volate con loro, vengono già occultamente finanziati con i nostri soldi, perlomeno non diamogliene altri.

    I CRIMINALI volano sulle nostre teste sotto menite spoglie.

    RispondiElimina
  4. Ciao Darko. Un Agusta Bell AB 212. Militari.

    RispondiElimina
  5. Direi che si tratta di un'azione intimidatoria.

    RispondiElimina
  6. Kirk, ho visto il filmato. Se fosse un tanker esploso in cielo sarebbe una bella notizia. Il grande lampo potrebbe essere giustificato dalla presenza di trimetilalluminio a bordo.

    RispondiElimina
  7. Mike, sono compagnie aeree di sventura.

    RispondiElimina
  8. Esattamente Zret, sono troppe, troppe low cost, riempiono i cieli. Secondo il calcolo della serva dovrebbero fallire in 24 ore con le tariffe che applicano.
    E non basterebbero neppure i finanziamenti che prendono da enti pubblici (il Comune di Alghero per esempio finanzia Ryanair, è risaputo).
    Un pieno di passegeri a pochi euro a testa non paga neppure lo stipendio del comandante.
    Ergo, sono finanziati col signoraggio ed eseguono irrorazioni ogni volta che volano.

    Non c'è neppure bisogo di fare calcoli precisi, lo capisce anche un deficiente che non ha dimestichezza con l'aritmetica.

    RispondiElimina
  9. Proprio prima del grattacielo ebbi un incontro ravvicinato con elicottero nero (puntandogli il binocolo mentre era frontalmente a me)....da notare antenne del disorientamento mentale sul grattacielo !

    ....intanto sono gia'2 i ghost plane...ma come c.... il tempo di girarmi e spariscono...pork !!

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis