sabato 22 novembre 2008

Scie chimiche: la causa principale della crisi idrica

Absit iniuria verbis

Qual è la situazione idrica attuale in Italia? Non è rosea. E' vero: sono cadute piogge piuttosto copiose nel mese di ottobre in alcune zone della penisola, ma le tendenze climatiche devono essere considerate nel lungo e lunghissimo periodo. Non appena cadono due gocce di pioggia chimica, piena di veleni e di agenti patogeni, i soliti ciarlatani da fiera, la cui ignoranza è totale, affermano con spocchiosa sicumera che la siccità è un pericolo inesistente.

Questi cialtroni, che eccellono solo nella diffamazione, credono basti considerare delle precipitazioni circoscritte nel tempo per concludere che i livelli pluviometrici non sono diminuiti. In realtà, questi beoti, che si nascondono dietro sofismi pseudo-scientifici per provare a smontare le prove inoppugnabili sulle scie tossiche, sono contraddetti dagli stessi meteorologi di regime. Costoro, infatti, sebbene con mille infingimenti e tortuosità, ammettono che la crisi idrica è ormai imminente: tali ammissioni non sono dettate dal desiderio di lasciar filtrare una verità, ma sono volte ad abituare i sudditi a circostanze inedite, quali il razionamento e l'aumento delle tariffe dell'acqua. Lo stesso Giuliacci, qualche settimana fa, per consolare i telespettatori, che sono stati abituati ad odiare la pioggia, attraverso una propaganda inneggiante al "bel tempo", ha sottolineato che le precipitazioni riempiono gli invasi.

Oggi vediamo campeggiare nelle strade di Taranto dei manifesti con cui si esortano i consumatori ad essere parsimoniosi nell'uso del prezioso liquido. Senza dubbio è necessario evitare sprechi cui gli Italiani, gli stessi che imprecano alla prima pioviggine, sono abituati, ma valutiamo vari fattori: molti acquedotti italiani sono pieni di falle sicché l'acqua che si perde lungo il tragitto sfiora anche il cinquanta per cento di quella trasportata; gli impianti delle centrali per la produzione di energia elettrica sono raffreddati con enormi quantità d'acqua: le centrali nucleari, in particolar modo, consumano quantità inimmaginabili.

"La 'Union of concerned scientists' ha anche pubblicato un'equazione che consente di calcolare di quanta acqua ha bisogno una centrale nucleare per il solo raffreddamento. Se ne deduce che un impianto da 1000 megawatt (Caorso era da 830 megawatt) richiederebbe per il raffreddamento quasi un terzo dell'acqua che scorre nel Po a Torino.

Forse non tutti sanno che l'elettricità prodotta da una centrale nucleare non viene generata direttamente dalla reazione atomica, ma da una convenzionale turbina a vapore. La fissione del materiale radioattivo produce un aumento della temperatura nel cuore della centrale: questa energia, sotto forma di calore, viene sfruttata per innalzare la temperatura di un'enorme quantità d'acqua. Il vapore generato aziona delle turbine capaci di produrre energia elettrica.

L'acqua è spesso usata anche come moderatore per evitare che il nucleo raggiunga temperature troppo elevate. La Francia nucleare è molto più ricca d'acqua rispetto all'Italia, ma ha dovuto più volte rallentare la produzione di energia elettrica delle proprie centrali per carenza di questa risorsa.
Stime indicano che in Francia il 40% di tutta l'acqua consumata è usata nelle centrali atomiche. Lo riferisce Jeremy Rifkin.

Infine servono 2.596.792 metri cubi di acqua al giorno, cioè 108.199 metri cubi d'acqua all'ora, 1.803 metri cubi d'acqua al minuto, 30,05 metri cubi di acqua al secondo. Quasi un terzo della portata del Po a Torino, appunto".
[1]

E' vero che l'acqua usata dalle centrali atomiche è per lo più immessa nuovamente nei fiumi o nei laghi da cui è captata, ma a temperature talmente alte da alterare gli ecosistemi fluviali e lacustri. Si causa quindi un inquinamento termico.

L'estate del 2003 fu una delle stagioni più calde negli ultimi due secoli. L’Italia scoprì, nel giro di poche settimane che la paura per la scarsità d’acqua poteva colpire anche uno dei bacini più ricchi del pianeta, la Pianura padana. Il Nord Italia è ancora ricco d'acqua di buona qualità che, però, è stata fortemente inquinata in passato e continua ad essere usata in modo dissennato oggi. Il Sud e le isole hanno risorse scarse, destinate a diminuire sempre più nei prossimi anni ed altissime percentuali di perdite nella rete degli acquedotti.

Il 2003 fu un anno in cui le operazioni chimiche furono massicce (non a caso è l'anno in cui fu siglato l'accordo Italia-Stati Uniti sullo studio dei cambiamenti climatici): all'origine, infatti, delle carenze idriche è la diffusione in atmosfera di composti igroscopici, con buona pace del meteorologo cicisbeo, della sua formuletta e dei vari pennivendoli che conoscono solo argomenti capziosi utili per abbindolare i grulli come loro, non certo delle persone di normale intelligenza.

Così, tra ingenti consumi in agricoltura, nell’industria, prosciugamento di falde per opera di diaboliche multinazionali che prelevano le acque minerali di proprietà del demanio, versando allo stato per questo sfruttamento indiscriminato una somma ridicola, per poi vendere la minerale imbottigliata in contenitori di plastica cancerogena, si comprende perché sia stato elaborato un progetto teso alla privatizzazione del prezioso liquido.

Nella "città dei fiori del male", come in moltissimi altri centri, ingenti quantità di oro blu sono sprecate per irrigare aiuole e giardini (spesso obbrobriose) dove sono messe a dimora piante che potrebbero usufruire della pioggia, se cadesse.

Penuria oppure no, sia inquinata o no, il fine dei sinarchisti è chiaro: portare ad un incremento del costo dell'acqua per rivenderla ai cittadini a prezzi elevati, magari con la scusa che è un bene sempre più scarso, a causa dei fantomatici "cambiamenti climatici".

Naturalmente nessuno rivelerà le vere cause della penuria idrica, ossia le scie chimiche, e tutti accetteranno, prima o dopo, di pagare bollette astronomiche, per usare un liquido sovente contaminato da agenti patogeni e pieno di metalli.

H2O o H2 NO?



[1] Autore non indicato, Quanta acqua usano le centrali nucleari, 2008


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA




59 commenti:

  1. l'abominio di questi pannelli verticali militari è superato solo dal fatto che nessuno li veda.

    COME MAI DOPO UN RECINTO DI PANNELLI AD UNA CERTA ALTEZZA, NE SPUNTA UNO SOLO IN VETTA??CHE RUOLO HA??

    [URL=http://imageshack.us][IMG]http://img83.imageshack.us/img83/1116/antennagz1.jpg[/IMG][/URL]

    RispondiElimina
  2. UHM... STRANO.

    Riporto il link sopra in modo corretto.

    QUI

    RispondiElimina
  3. Antenne, scie chimiche, o.g.m... le diverse tessere del mosaico.

    Ciao

    RispondiElimina
  4. vi riporto un mia personale testimonianza in fatto di antenne (assolutamente per la telefonia si intende he he he he)a sant'ilario d'enza (reggio emilia) a pochi km da me ci sono ben due antenne quella classiche verdi alte una decia di metri(circa) coi classici pannelli il fatto strano e che sono circa a tre metri l'una dell'altra (se vi interessa scattero delle foto(mica e vietato no?) e 100 metri piu in la c'e ne un altra ma questa davvero gigantesca come quella della foto di darko (a torre di castello non singolo pilastro) non potrebbero per caso servire a dirigere (o qualcosa del genere) la smart dust o le nanomacchine?
    ps: il governo americano a ufficialmente confermato l'utilizzo di essa (samrt dust)nella guerra in iraq e afghanistan,e ovvio un utilizzo "civile"

    RispondiElimina
  5. ciao,sicuramente da quando ci sono le scie chimiche, la media del numero delle piogge è diminuita,il 2003 deve essere stato un esperimento vero e proprio,ed in montagna la neve è sempre più rara(essenziale per aver l'acqua d'estate) comunque dal 5 agosto scorso i politicanti d'talia hanno deciso che l'acqua può essere privatizzata,il provvedimento è contenuto nell’articolo 23 bis del decreto legge numero 113 comma 1 firmato da tremonti dove si dà il via alle privatizzazioni.l’approvazione è avvenuta con il consenso dell’opposizione e più precisamente del pd Così il governo sberlusconi praticamente con l’assenso dell’opposizione, ha decretato che l’Italia è tra i paesi per i quali l’acqua è una merce dal quale trarne profitto Bastardoni!ci mancava anche la multinazionale dell'acqua,ma non era un bene prezioso come l'aria? ci installeranno anche il contatore nel naso per vedere quanti mt cubi d'aria respiriamo?

    RispondiElimina
  6. interessante Darko,quell'aggiunta in cima assomiglia molto a tante recenti installate da tutte le parti, sembra che ai vecchi tralici della telefonia e della tv, vengano aggiunte diversi nuovi elementi ad esempio in questo orrore di udine: http://picasaweb.google.com/loryyy69/AntenneUdineMilitariHaarp#5264980689078144706 sono stati aggiunti parecchi elementi nel tempo,inizialmente aveva solo un "piano" ora ne ha tre.una vera schifezza a quattro passi dall'ospedale.un toccasana direi.

    RispondiElimina
  7. qualcuno ha a portata di mano un link sulle conferme ufficiali dell'uso di smart dust inmedio oriente da parte dei nostri benefattori a stelle e strisce?

    RispondiElimina
  8. @ corrado per il link sulla smart dust

    http://www.strategypage.com/htmw/htecm/articles/20060610.aspx

    non e un sito governativo ma dice che arrivano conferme dirette dai talebani che la chiamano la polvere magica attribuendogli appunto poteri magici, gli americans sfruttano appunto questa paura per ricattare i stessi talebani.
    per la conferma del governo hanno fatto dei servizi tv sulla cnn..il piu e trovarli

    RispondiElimina
  9. bravo straker non trovavo il video....preciso come sempre
    e pensare che c'e la abbiamo addosso tutti ci spiano in ogni momento che bastardi....

    RispondiElimina
  10. Ottimo, Dolcifabbro, questo link mi mancava. Che squadra!

    RispondiElimina
  11. carissima squadra, visto il buon successo del telemetro, perchè non ci attrezziamo per fare un bel regalo di natale al comitato tanker enemy?

    proporrei
    1) visore notturno
    2) super zoom per riprese precise pure a 3 km di distanza

    ovviamente sono pronto a lanciare la prima offerta

    tanto fra poco i nostri risparmi c'è il rischio che valgano meno della ...

    mi balza anche per la testa di comprarmi un bel telemetro personale e di portarlo in giro per il mondo

    RispondiElimina
  12. OT: ho visto ZEITGEIST ADDENDUM...che idea avete del "THE VENUS PROJECT"?

    RispondiElimina
  13. devo aggiungere che anche wikipedia dava la notizia ufficiale sull utilizzo in iraq ma hanno censurato come al solito,adesso la da come una notizia di corridoio anche sul signoraggio hanno rimosso tantissime citazioni famose e notizie,a prova che sono due temi scottanti , diffidate di wikipedia

    RispondiElimina
  14. Wikipedia è una costola del vaticano e dei servizi.

    A proposito del visore notturno, da quel che ho visto non sarebbe di grande utilità, poiché quelli di costo abbordabile hanno un illuminatore sufficiente a superare a malapena i 300 metri.

    Un buon cannocchiale, invece adatto al collegamento di una fotocamera ha un prezzo accessibile.

    Bisogna piuttosto informarsi, presso qualche dipendente ARPA onesto, come ci si può procurare uno strumento portatile (magari anoleggio) per la misurazione dei pm inferiori a 10. So che non è impossibile, poiché ricordo che una scolaresca aveva compiuto dei rilievi d'aria a Milano, assolvendo al compito non espletato dall'arpa milanese.

    RispondiElimina
  15. ciao straker, ciao a tutti
    da noi stiamo cercando un cannocchiale astronomico con attacco per telecamera
    cosa ne pensate?

    RispondiElimina
  16. Ciao Giovanni, qui ce ne sono diversi, ma per essere sicuri di acquistare il telescopio giusto, facilmente collegabile con la macchina fotografica, è meglio rivolgersi ad un negoziante di ottica.

    RispondiElimina
  17. Qui in Puglia, in tutta la zona Bari-Sud, da 3 giorni l'acquedotto ha ridotto le emissioni come mai avvenuto in precedenza. In pratica, dai rubinetti, viene fuori quasi la metà di acqua rispetto a prima.

    A proposito del signoraggio su Wikipedia: si ricorre a definizioni generali, corrette sì ma che non scoprono certo la realtà dei fatti...è scritto che è un bene che non siano gli Stati a stampare direttamente moneta perchè quando l’hanno fatto si è riscontrata l’inflazione. :) Ebbene sì questo ci diranno quando esploderà anche questa bolla, esplosione che qualcuno attende impazientemente per ricostruire anche questa verità. Fate una ricerca e noterate che dove il signoraggio non c'è o un tempo non c'era l'inflazione non è stata necessariamente riscontrata.

    Perchè non scrivono che viviamo in un sistema nel quale la società per essere monetizzata deve SEMPRE fare ricorso al debito?

    Perchè non scrivono che lo stato paga, per interessi, circa 70 miliardi di euro all’anno ed incassa per “signoraggio”, comprese le imposte, meno di 1 miliardo di euro all’anno? (!!!)

    Perchè non spieghiano il fenomeno a 360 gradi invece di affidarsi ai soliti giri di parole e contorni di termini teconici per ottenere un effetto che tranquillizza e annacqua la questione?

    Perché il signoraggio (interessi) relativo alle monete creditizie non viene fatto pervenire allo Stato?

    Perchè la Banca D'Italia è una SPA?

    Non preoccuparti Attivissimo, tanto tra una decina d'anni il problema "non esisterà più", non sarà più visibile perchè non esisterà più il denaro in forma cartacea e metallica.


    @ Corrado

    Da quanto sto capendo c'è seriamente il pericolo che anche i risparmi nelle banche siano a rischio. Sono in tanti al momento ad investire quei soldi comprando oro e terreni. Certo non avverrà presto e so che può non sembrar vero ma se dovesse davvero accadere non oso immaginare cosa potrebbe succedere. Ma questa è sempre la mia opionione, da cospirazionista visionario. :D

    RispondiElimina
  18. Vi linko una trovata intelligente e molto interessante. Hanno creato lo S.C.E.C. una sorta di "moneta" legale(in quanto a valore lo sarà a tutti gli effetti):
    http://www.arcipelagoveneto.org/
    http://www.arcipelagoscec.org/

    Non avvisate subito Attivissimo, voi poveri affranti che sfogate le vostre tensioni giornaliere cercando qualcosa che possa farvi gridare alla bufala o farvi ridere scagliandovi contro questo o altri blog, non si tratta di bufala! :D
    Anzi, dato che ci siete, se siete persone intelligenti E LIBERE riportate questa notizia nei vostri blog.

    Ecco di cosa si tratta.
    Lo S.c.e.c. non è proprio una moneta complementare (o locale) ma uno sconto o abbuono assolutamente legale e permesso dalla legge.

    Come funziona.
    Una persona che si iscrive come privato all’associazione “Arcipelago SCEC" riceverà gratuitamente 100 Scec al mese, senza alcun costo d’iscrizione.
    Un’attività commerciale che vuole aderire all’iniziativa come accettatore di questi abbuoni, deve iscriversi all’associazione e stabilire la percentuale di sconto in Scec (da un minimo del 5% in sù).

    Il rapporto di scambio è 1:1, cioè 1 Scec corrisponde a 1 euro.
    Quindi 100 Scec al mese sono comparabili, come potere di acquisto, a 100 euro al mese.

    Ad esempio la pizzeria X accetta gli Scec e pratica uno sconto del 20%. Significa che se andiamo a mangiare la pizza e il conto finale è di 100 euro, noi pagheremo 80 euro e 20 Scec. Ben 20 euro in meno rispetto a coloro che pagheranno tutto in euro!
    Il calcolo e il ragionamento sono semplicissimi.
    A questo punto il gestore della pizzeria, non c’ha rimesso nulla perché potrà utilizzare i 20 Scec che ha ricevuto in qualsiasi altra attività commerciale connessa col circuito, anche con gli stessi fornitori.
    Il fornitore potrà a sua volta andare a tagliarsi i capelli da Y, acquistare prodotti alimentari da Z. Sempre più persone stanno comprendendo l’importanza di una moneta locale o della “Solidarietà che cammina” (Scec), come strumenti che possono aiutarci moltissimo in un momento difficile e critico come l’attuale.

    Far rimanere una parte della ricchezza nella propria regione o nella propria città è fondamentale per sopravvivere e aiutare le persone e/o le attività in estrema difficoltà. Ecco la vera solidarietà.

    In questo modo si passerà da una economica improntata sul dio-denaro, sul guadagno senza alcun valore etico e morale, a una economia con al centro l’Uomo, una economica dal volto umano che darà spazio alle piccole realtà locali in barba alle grandi multinazionali, che con i loro colossi stanno fagocitando e distruggendo il pianeta intero.


    P.S. Questi spezzoni sono parte di un articolo di Marcello Pamio che ho riportato anche sul mio sito.


    Ciao a tutti. A presto.

    RispondiElimina
  19. Il mercato dell'acqua è detenuto da tre società: le francesi Suez (con la divisione Ondeo) e Vivendi (ex Compagnie Générale des Eaux), e la tedesca Rwe (con la divisione Thames Water). Secondo un'inchiesta di ICIJ (International Consortium of Investigative Journalists) in Europa e Nord America nei prossimi 15 anni il 65-75% degli acquedotti pubblici sarà controllato da queste tre società, che hanno operato in stretto contatto con la Banca mondiale e hanno svolto un'intensa opera di lobby a favore della privatizzazione del settore acqua.

    Ne sentiremo parlare sempre più spesso.

    RispondiElimina
  20. Buona giornata a tutti.
    Il furto dell'acqua è la vigliaccata più grande che potessero fare, un delitto.
    Una volta si sarebbe potuto dire: chiudono i rubinetti? e io uso la pioggia.
    Ma l'hanno studiata talmente bene...adesso che il sistema della manipolazione climatica è stato messo a punto e si sono fregati pure quella, hanno il controllo della situazione e potranno fare quel che gli pare.
    Mi chiedo con che faccia i disinformatori della forza di attivissimo osino parlare di bufale, quando la diminuzione dell'erogazione dell'acqua è già una REALTA'.
    Per quanto riguarda il valore del denaro, purtroppo ci serve per acquistare i beni necessari alla sopravvivenza; io tornerei volentieri al baratto a partire da domani mattina.
    In ogni caso, visto che i pochi risparmi di chiunque presto saranno in pericolo (e vedo che non è solo una mia sensazione), tanto vale impiegarne una parte per delle giuste cause, quindi ben vengano iniziative da parte del comitato.
    Ciao.

    RispondiElimina
  21. Ciao bacab, sempre molto informato e puntuale nel riportare documentazione importante.

    Ginger, è vero, siamo in un vicolo cieco. Intanto l'"esperto" Paolo Attivissimo ha affermato che la privatizzazione dell'acqua è una bufala. Certo, il suo compito è nascondere. Ce ne siamo accorti bene.

    Il minuscolo paragrafo nel quale si fornisce di fatto carta bianca alla privatizzazione delle forniture in base alle regole del libero mercato era così ben occultato che i parlamentari hanno firmato senza nemmeno sapere ciò che stavano facendo.

    Intanto, visto che si tratta di fatti e non di "attivissime bufale", se ne è occupata, qualche mattina fa, anche una trasmissione radiofonica della RAI.

    RispondiElimina
  22. Buone notizie ogni tanto: il libretto+DVD "scie chimiche e signoraggio" di Benetazzo (Macro edizioni) è al 21 esimo posto della lista dei libri più venduti da macrolibrarsi

    Peccato che Benetazzo parli di scie di condensa un po' troppo spesso facendo credere che le scie chimiche evanescenti a bassa quota siano "normali". Non dico assolutamente che lo faccia apposta, non credo abbia approfondito abbastanza la faccenda, e poi il DVD è stato realizzato quando le scie spruzzate sulla nostra testa era soprattutto persistenti.

    Oggi invece un gran traffico di scie evenescenti a bassa quota, indubitabilmente chimiche

    RispondiElimina
  23. Infatti, caro Corrado. benetazzo fu comunque "erudito" molti mesi orsono sul dettaglio "persistenti-non persistenti... sempre chimiche sono", ma non ha modificato il suo approccio alla questione. Uhm..

    RispondiElimina
  24. e che dire del sito disinformazione.it (per altro ottimo per molti aspetti) che parla di signoraggio ma non di scie?

    RispondiElimina
  25. Disinformazione.it sembra alquanto moderato e ciò rientra nel grande piano di normalizzazione dei siti che una volta erano di controinformazione.

    Per quanto riguarda il Perù arrivano segnalazioni riguardo alla comparsa di un fenomeno un tempo raro in quel paese: la condensa!

    RispondiElimina
  26. salve

    http://disinformazione.it/scie_chimiche.htm

    vi devo smentire signori !!

    parlando di banche, posso assicurarvi che non è il sistema monetario che è sbagliato, ci sono pro e contro nel fatto che siano s.p.a.
    come ci sarebbero i pro e i contro se le banche fossero di proprietà dello stato.
    sono i banchieri che sono persone malate di mente.
    voglio dire, se fossero persone oneste, cristalline, moralmente incorruttibili, il sistema funzionerebbe.

    quindi il problema non è che le banche hanno un potere enorme; il problema è come questo potere viene utilizzato.

    come diceva un vecchio saggio:" da un grande potere deriva una grande responsabilità!"

    RispondiElimina
  27. ottimo alessandro, ora spulcero' in quel, era quello che mi serviva per un mio prossimo articolo

    RispondiElimina
  28. un po' poco citare quell'articolo di blondet senza ("stranamente") rimandi a tankerenemy o ad altri siti impegnati, nessun link ad ulteriore documentazione ...

    sembra un po' come dire: "ecco, sono credibile, sono alternativo, faccio controinformazione sulle scie chimiche" pero' nella sostanza ... profilo moolto bass, non credete?

    RispondiElimina
  29. In privato ti spiegherò cosa è successo.

    RispondiElimina
  30. @ Corrado:
    qualche tempo fa si parlava di scie sulla Tunisia, sul Sahara, ecc...ne ho beccato anche sulla Corea del Nord, teoricamente lo spazio aereo più impenetrabile del mondo. Se facciamo 2+2 la "condensa" è ormai un elemento universale e sovra-nazionale...una cosa democratica, insomma.

    RispondiElimina
  31. @ arturo
    ti devo smentire io questo sistema monetario e totalmente sbagliato dare il potere di emettere moneta alle banche private e una pazzia informati meglio sul sito www.signoraggio.it l'unica soluzione e la sovranita monetaria e un sistema economico agganciato all'oro(golden standard) e l'unico modo per dare stabilita economica...le banche spendono 0.30 cent. a banconota poi c'e la prestano al valore nominale piu il tasso di interesse...fai te
    il tasso di interesse non viene ovviamente emesso quindi e moneta che esce dalla moneta globale in circolazione quindi DEFLAZIONE!(a noi c'e l spacciano per inflazione)comunque ripeto informati da sandro pascucci lui ne sa davvero tanto (qua si parla di chemtrails non signoraggio)

    RispondiElimina
  32. E' vero Arturo, ci sono i pro e i contro e ora come ora riappropriarsi della Banca D'Italia sarebbe anche peggio, molto peggio. Sarebbe stato molto meglio che la privatizzazione non ci fosse mai stata. Ma ci sarebbe molto da dire...
    Quello che conta, al di là delle persone e dei poteri, è riappropriarsi della sovranità monetaria. E' su questo che bisogna premere.

    RispondiElimina
  33. nell'ultimo commento ho fatto un errore di scrittura intendevo valore facciale (non nominale) il signoraggio e propio la differenza tra i due

    RispondiElimina
  34. @alessandro: se hai a disposizione link e foto mi servirebbero ad evitare una lunga ricerca, grazie!

    RispondiElimina
  35. dolcifabbro io smentivo bonariamente i ragazzi sul fatto dell'articolo, tra l'altro di basso profilo come dice corrado, delle scie su disinformazione.it

    sulle banche concordo, però devo dire che se le persone che comandano non fossero una banda di pazzi criminali guerrafondai con manie di onnipotenza, il sistema monetario attuale, con qualche modifica, potrebbe funzionare. putroppo queste persone non ci stanno più con la testa, come possiamo constatare.e si sono anche circondate di forze armate, così stanno più sicuri.

    ho notato il nuovo video col telemetro....aspettiamo con ansia un articolo

    scommetto che i soliti noti si fionderanno a scrivere che è un falso, o che il range finder è guasto, o che le scie di condensa si possono formare anche a quota zero.

    vi ricordo che il mitico acchiappafocaccie, ha detto che:
    "le scie di condensa, si formano, DA QUELLO CHE DICONO GLI SCIACHIMISTI a 7000-8000.....come da quello che dicono gli sciachimisti ?!? la matematica non è un opione caro paolino !!
    a dar retta ai militari ti stai rovinando la carriera....peccato

    comunque in toscana mare copertura chimica completa: voli in formazione, poi in fila indiana, poi in versi opposti, scie persistenti e semi persistenti...
    e magicamente le nuvole in arrivo dal mare sono scomparse

    mi hanno rotto veramente i c......i

    RispondiElimina
  36. Come a tutti noto il sito di Blondet è diventato a pagamento.
    25 euro l'anno per leggersi dei servizi a volte molto interessanti.
    Evidentemente alla Cei dava fastidio cavar di tasca quei due-tremila euro al mese che avrebbero permesso al proprietario del sito di pagare coloro che sul mestiere di scrivere ci vivono.
    Ed al Cattolicesimo quel sito non si può dire che non facesse e faccia propaganda. Al contrario.

    Ma i chiericuti non si smentiscono mai e il conto intendono farlo pagare come sempre al prossimo.
    Per ricompensa i bravi fedeli andranno più facilmente in Paradiso.
    Spiacente ma non mi sono abbonato. Sarà anche per il fatto cho sono Capricorno...E ho tantissime altre cose da leggere...

    Della siccità il blog se n'è occupato con grande frequenza in passato. L'argomento è ovviamente di vitale importanza.
    Tanto per fare un esempio, dai primi di settembre nella mia zona - basso mantovano - sono caduti circa 150 millimetri di pioggia. Dopo un inferno di oltre cento giorni di caldo impossibile, insopportabile senza mai che si verificasse il più picolo temporale, quel pò d'acqua è il minimo in cui si potesse sperare.
    Le falde erano e sono tuttora molto basse, esauste.

    Evidentemente le perturbazioni a tamburo battente delle settimane trascorse apparivano troppo imponenti perchè si potessero fermare con gli aerei chimici.
    Ma ci riproveranno sicuramente. Quella è gente maledetta da Dio che non aspetta altro che di far de male alle popolazioni.

    Si prodigheranno a più non posso per ultimare il loro piano diabolico: l'assetamento del pianeta.

    RispondiElimina
  37. Ciao Paolo. Forse il Vaticano non aveva apprezzato i sia pur moderati articoli sulle scie chimiche. Gli avranno tolto i fondi anche per quello. Sul sito del Vaticano, se scrivi scie chimiche in un commento, il post non passa.

    Arturo, se anche io avessi avuto qualche dubbio sulle quote da cumulo dei tankers chimici, la prova del telemetro ha confermato quanto si andava affermando da mesi. Ora, mi pare ovvio che il mestiere di kattivix non è il giornalista, ma il disinformatore e quindi negherà ad oltranza. Il suo compagno di merende Comoretto ha anche messo in dubbio che io abbia mai acquistato il range finder (rubando così il denaro delle offerte arrivate per acquistarlo). Posto il link alla fattura, anche se, si sa bene, anche quella verrà ritenuta un falso.

    Ora il punto è: cosa fare dei filmati? In tribunale non sarebbero presi in considerazione, ma sarebbe auspicabile che un magistrato coraggioso si facesse carico di fare una verifica in prima persona, per verificare se quanto è stato da noi accertato (le quote troppo basse per formare contrails) è rispondente al vero. Attendiamo fiduciosi.

    Quindi, riepilogando, i disinformatori PAGATI in nero compreso il cacciatore di focacce, negheranno all'infinito, ma io ripeto che la nostra è un'opera di divulgazione ed è di questo che kattivix, cicap e soci, hanno paura: hanno una paura fottuta che coloro che hanno ancora dubbi si rendano finalmente conto di essere trattati come cavie da laboratorio ed è per questo che, ogni volta che un dato è potenzialmente (per loro) pericoloso, si scatenano tutti insieme.

    Affermino quel che vogliono. Diffamino, offendano, calunnino pure. Non ci importa. Noi andiamo avanti e loro saranno costretti a fare gli straordinari nel vano tentativo di screditarci e renderci così finalmente imnoffensivi.

    Intanto abbiamo altre novità che confermano la spiccata malafede di Paolo Attivissimo e ne parleremo in un paio di prossimi articoli.

    RispondiElimina
  38. I metereologi avevano annunciato un fine settimana da The Day After Tomorrow. Non so da voi, ma qui da me cielo sereno e temperatura non eccessivamente rigida. Un'altra figuraccia di merda.

    RispondiElimina
  39. @Ora il punto è: cosa fare dei filmati? beh,intanto sarebbe utile avvisare le varie tv che hanno trattato l'argomento, invitandoli a visionarli e aggiornare la situazione con altre trasmissioni,
    quando ebbi ringraziato via email la redazione voyager per aver ritrasmesso il tema scie chimiche, li avvisai di diffidare di ciò che dice l'aereonautica militare e civile. loro mi hanno prontamente risposto che nè avrebbero riparlato sicuramente di nuovo.se quei filmati con il telemetro vanno in tv,può essere che a qualche magistrato onesto gli venga voglia di fare il proprio lavoro. mandali anche a di pietro meglio che nessuno...

    RispondiElimina
  40. Si può dire che il tutto è già stato fatto al posto nostro, sebbene con le intenzioni opposte. Ad ogni modo io penso che al momento non v'è l'intenzione di presentare l'argomento scie chimiche in termini definitivi. La pressione da parte dei militari è massima. Ho dubbi sulla reale voglia di verità ad opera dei media. Se si vuole realizzare un'altra trasmissione nella quale i militari e gli enti per il controllo dei voli avranno ancora lo spazio per tranquillizzare la popolazione inconsapevole, a me non sta bene. Se ci sarà mai una nuova occasione per presentare documentazione inoppugnabile, i patti dovranno essere chiari e scritti nero su bianco fin dall'inizio.

    D'altro canto, ho visto che kattivix si è riscritto il curriculum su Wikipedia ed oltre a togliere "Dal 1980 al 1990 ha lavorato come DJ" oppure "Dal 1997 al 2001 (notare il salto di carriera dall'autoattentato delle torri gemelle - dallo sport alle perizie statiche - n.d.r.) ha curato una rubrica settimanale d'informatica sulla Gazzetta dello Sport. Impiegato per vario tempo alla "Top One UK Ltd" (Macchinari per macinare le cose)..."

    Ora rimarca molto l'attenzione sulla non attendibilità di certi programmi (guarda caso Voyager). Una volta il C.I.C.A.P. (e quindi Kattivix) erano culo e camicia con la redazione di Voyager. Ora invece il focacciaro non esita ad aggredire personalmente anche Giacobbo e la sua trasmissione. Ora che il distacco dalla costola dei s....i è totale, voglio sperare che le cose cambieranno. Il favore và ricambiato.

    RispondiElimina
  41. questi debunkers sono ridicoli il problema e che sono una costola del sistema lo steso sistema che ci avvelena quindi hanno il quasi totale appoggio dei media e delle istituzioni le stesse che guarda caso dovrebbero indagare anche in vista delle varie interrogazioni parlamentari e delle numerose lamentele dei cittadini(coloro che PAGANO LE TASSE)e dalla ovvietà della cosa, molti di loro non hanno neanche la minima preparazione sull argomento visto il livello dei commenti che lasciano(e falso-e falso-e falso)e le continue contraddizioni e insinuazioni(e insulti) o la netta sensazione che gli indecisi andranno a scomparire e che si formerà una vera e propia lotta tra le due parti (il bene contro il male) e ovvio che non potremo mai sconfiggere i dbk ma informare la gente si.....
    ps:passivissimo tornatene a fare il DJ e meglio ,come "giornalista".........

    RispondiElimina
  42. grazie ancora alessandro

    PROVE DALLA BOLIVIA
    che ne pensate di questo cielo boliviano?

    o di questo?

    ... io direi che siano quanto meno sospetti

    questa altra foto boliviana invece è eloquente

    anche questa è inquietante
    quest'ultima non saprei è pure dubbia

    RispondiElimina
  43. Sono riusciti a portare la rovina anche laggiù, porc...

    RispondiElimina
  44. Dubbi sulle foto del cielo sovrastante le varie località sudamericane non ne possono sussistere. Anche se di scie pare di vederne poche, i processi di 'tampering' elettromagnetico risaltano ad un occhio esperto ed allenato ad osservare l'aspetto del cielo.

    Anche sull'arcipelago delle Maldive, quando mi ci recai le scorse estati, il cielo evidenziava gli inconfondibili effetti dei fasci di onde scalari pure colà diretti.

    Insomma è di fronte ad un trattamento su scala planetaria che ci troviamo ormai da tempo.
    Si cerca con tali mezzi di addivenire ad una mutazione stabile e non fugace di quella che è - o meglio era - l'aura del pianeta.
    Ci riusciranno? Io dico di no. La Natura, per quanto violentata a dismisura, è pur sempre più forte di quei mostri.

    RispondiElimina
  45. Se, per caso, a qualcuno venisse in mente di spostarsi per andare a vivere da un'altra parte, dove non ci siano irrorazioni maledette, fa prima a starsene a casa, a meno che i motivi dello spostamento non siano altri, di tipo personale.
    Tanto al mare, quanto in campagna, piuttosto che in città o su un'isola, nei vari Paesi, non c'è scampo.

    RispondiElimina
  46. Tunisia, Bolivia, Perù, COREA DEL NORD!!!!
    Mi domando come faccia la gente ancora a dormire e a non rendersi conto che la Terra è governata da una entità extra e sovranazionale e che i governi ufficiali non sono altro che una copertura o meglio, un'appendice del potere centrale occulto.
    Le chemtrails in Corea del Nord sono eloquenti.
    Viviamo in una grande fiction dove la realtà surclassa la fantasia e la gente continua a risponderti che non è possibile che i nostri governi vogliano il nostro male.
    I NOSTRI GOVERNI NON ESISTONO, SONO DEGLI OLOGRAMMI.

    RispondiElimina
  47. straker complimenti per il secondo filmato col telemetro.

    di certo non fermerà i debunker ma sicuramente farà svegliare sempre più persone

    ma santacroce che dice?

    RispondiElimina
  48. straker ma ci sono delle quote minime sotto le quali gli aerei non possono volare durante la fase di atterraggio sopra i centri abitati?

    RispondiElimina
  49. http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=5276
    non se sono a tema però....
    Ciao!!!

    RispondiElimina
  50. In fase di atterraggio e decollo non vi sono minime da rispettare. Spesso fanno il pelo alle case, alle strade o alle spiagge.

    RispondiElimina
  51. Foto dalla Libia IL NEMICO DEGLI USA???

    SCIE CHIMICA PERMANENTE NEL CIELO DELLA LIBIA!

    Scie persistente in Libia

    RESIDUO DI SCIA?

    Residuo 1

    Residuo 2


    CIELI CHIMICI IN LIBIA

    cielo 1

    cielo 2

    cielo 3

    cielo 4

    cielo 5


    NUVOLE ANOMALE?

    nuvole strane


    FOTO MOLTO SOSPETTE

    suspect 1

    suspect 2

    suspect 3

    suspect 4


    FOTO SOSPETTE

    http://www.trekearth.com/gallery/Africa/Libya/photo358429.htm

    http://www.trekearth.com/gallery/Africa/Libya/photo151382.htm

    http://www.trekearth.com/gallery/Africa/Libya/photo590600.htm

    http://www.trekearth.com/gallery/Africa/Libya/photo570971.htm

    RispondiElimina
  52. non è OT Charlie! la nanotecnologia entra nel cibo, ma è quello che denunciamo tutti noi!

    Articolo interessante per la nostr alotta, una riprova del fatto che quanto deninciamo non è per niente fantascienza, e così il link l'ho riproposto in forma cliccabile!

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis