sabato 23 agosto 2008

Le api pungono la Bayer (articolo di Luca Fazio)

Pubblichiamo un articolo tratto dal quotidiano Il Manifesto: è un punto di svolta nella questione "scie chimiche" per almeno due motivi. In primo luogo, perché, per la prima volta, una testata di livello nazionale, cita correttamente le chemtrails come concausa della moria delle api; inoltre perché si è compreso che le irrorazioni chimiche, da alcuni ingenuamente considerate solo una tattica diversiva, sono dannosissime. Si stanno estinguendo, infatti, anche gli anfibi, le ostriche e molte specie dell'avifauna. Di ciò renderemo conto, appena possibile.

Werner Wenning, presidente del Consiglio Direttivo della Bayer, dovrà rispondere di un'accusa pesantissima davanti al tribunale di Friburgo: aver invaso il mercato mondiale con pesticidi pericolosi che hanno causato e stanno causando, una morìa di massa delle api in tutto il mondo.

E' una delle catastrofi ecologiche che più preoccupano gli scienziati: le api, infatti, sono preziosissime per l'impollinazione di molti vegetali e sono considerate vere e proprie sentinelle dell'ecosistema, tanto che gli alti tassi di mortalità registrati ovunque, negli ultimi anni, possono avere ripercussioni pesanti su diversi settori dell'agricoltura. I pesticidi della Bayer - insieme con le onde elettromagnetiche per la telefonia e le scie chimiche e biologiche rilasciate nell'aria (metalli, batteri, virus) - sono da dieci anni sul banco degli imputati. Adesso, anche formalmente.

La potentissima multinazionale tedesca, leader in più settori (salute, agricoltura, polimeri, chimica) con vendite stimate oltre i 30 miliardi di dollari l'anno, è stata denunciata ieri dalla Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer (C.b.g.), un'associazione nata come iniziativa locale nel 1978 e che oggi è attiva in quarantasei paesi del mondo (www.cbgnetwork.org). L'ultima azione legale è stata possibile grazie alla collaborazione con gli apicoltori tedeschi del Baden-Wuerttemberg che, lo scorso maggio, hanno perso migliaia di alveari, in seguito all'accertata intossicazione con il pesticida clothianidina.

Secondo il Centro di ricerca sulle piante coltivate, 29 su 30 delle api esaminate erano morte dopo essere entrate in contatto con la sostanza incriminata che, insieme con l'imidaclopride ,viene usata nella coltivazione della rapa, della barbabietola da zucchero e del mais. I due insetticidi vengono esportati in 120 paesi, con il risultato che la Svizzera si è ritrovata con il 25% di api in meno e l'Italia, la Germania e la Francia con metà delle api morte; in Francia, dove l'imidaclopride è vietata dal 1999 e l'approvazione della clothianidina è stata appena respinta, in dieci anni sono morte 90 miliardi di api, con un calo della produzione di miele attorno al 60%. Il fenomeno si è registrato anche negli Stati Uniti con proporzioni ancora più catastrofiche: 60-70% di api morte.

Harro Schultze, avvocato della C.b.g., è convinto che la Bayer gioca sporco. «Il pubblico ministero - ha dichiarato - deve chiarire quali sono stati i tentativi della Bayer di opporsi ad un bando dell'imidaclopride e della clothianidina, in seguito alla sospensione di entrambe le sostanze in Francia. Abbiamo il sospetto che abbia presentato studi difettosi per sminuire il rischio di residui del pesticida nelle piante».

Philipp Mimkes, portavoce della C.b.g., ha chiesto che la multinazionale ritiri dai mercati mondiali tutti i neocotinoidi come i due insetticidi in questione. «I rischi - ha dichiarato - sono noti da più di dieci anni. Con vendite annuali per quasi 800 milioni di euro, l'imidaclopride e la clothianidina sono tra i prodotti più importanti della Bayer. Questa è la ragione per cui si oppone alla proibizione del loro uso». I rassicuranti studi della Bayer sui suoi prodotti sono stati rispediti al mittente anche dall'Agenzia per la regolamentazione dei pesticidi del Canada. «Tutti gli studi sul campo - si legge in una nota - sono stati trovati carenti sia nell'impostazione sia nella conduzione e sono quindi stati considerati solo come informazione aggiuntiva. La clothianidina può mettere a rischio le api mellifere ed altri impollinatori, se l'esposizione avviene attraverso il polline ed il nettare delle coltivazioni avviate con semi trattati».

Ringraziamo il gentilissimoLoryyy69 per la segnalazione.

Leggi qui l'articolo pubblicato dal quotidiano Il Manifesto.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE IL CANONE RAI

71 commenti:

  1. @ Cosmino & Mike

    il meteo odierno del Tg di Videolina indica "cielo velato dalla mattina per il passaggio di nubi medio-alte" ma stavolra aggiunge che tale nubi "si diraderanno in tarda serata a partire dal versante Nord".
    Il S.A.R. ha proprio la sfera di cristallo, eh? Ed usa pure uno stile di neolingua ottimo per il TG.

    RispondiElimina
  2. ah, bene....
    cielo velato naturale eh?

    Stiamo assistendo, oggi, ad una delle più pesanti irrorazoni mai effettuate su Cagliari.

    La notte appena passata, i tankers hanno imperversato sui cieli della città.
    Alle ore 3 del mattino mi trovavo in zona Sinnai e guardando il capoluogo si notava una cappa chimica impressionante, illuminata dalle luci giallognole dell'illuminazione pubblica.

    Questo è il presente gente. I dipendenti del SAR non vogliono perdere il lavoro smascherando le operazioni di aerosol ma, aggiungo io, stanno solo mettendo una pezza sulla loro vita lavorativa. Tanto prima o poi il nostro egregio lavoro (Straker, Niko, Zret e tutte le persone di buona volontà) avrà smascherato questo scempio.

    Il falso fuel dumping, il telemetro e tutto il materiale raccolto, le notizie date da qualche giornalista impavido (Luca Fazio) saranno la prova definitiva.

    Per quanto riguarda l'ecatombe delle api in tutto il mondo, avevo già trattato l'argomento sulla situazione sarda, riferitami da un'amica che lavora specificamente nel campo apistico-mellifero.

    Ormai le api sarde fanno solo miele di acacia, asfodelo e in minima misura, cardo in quanto piante spontanee e più resistenti all'aerosol.
    Questo significa che tutte le colture alimentari sono contaminate chimicamente e biologicamente e le api le evitano, riducendosi di numero per naturale conseguenza.

    Forse qualcuno crede che si riduca tutto alla fine della produzione di miele.
    Non sa invece che il primario compito naturale delle api è quello di impollinare e di conseguenza far riprodurre le colture agricole.
    Mangeremo pvc. Tutti.

    RispondiElimina
  3. Previsioni del tempo di ieri sera su RAI 2 (la voce fuori campo era del Maggiore Guido Guidi)...

    Velature spesse di passaggio sulla sardegna.

    Tradotto in italiano è:

    Scie chimiche, con pesante irrorazione chimico-biologica, previste per domani sulla Sardegna.

    Di passaggio, ovviamente, perché gli aerei, si sa, si spostano da orizzonte ad orizzonte.

    Ogni giorno che passa dimostrano di non prevedere il tempo, ma di deciderne le sorti con le scie chimiche. I meteorologi sono dentro a questa storia sino al collo. Voglio un confronto pubblico con questi sciagurati!

    RispondiElimina
  4. "Nel giorno della purificazione vi saranno ragnatele tessute avanti e indietro nel cielo"

    "Vi sarà un giorno in cui l'uomo bianco non avrà altro cibo che le sue banconote".

    Capo tribù HOPI

    RispondiElimina
  5. Molto curioso il modo "timido" in cui si accenna nell'articolo alle scie chimiche:

    "...le scie chimiche e biologiche rilasciate nell'aria..."

    infatti non specifica da chi o cosa sono rilasciate queste scie chimiche, Il lettore all'oscuro della questione scie chimiche rimane sicuramente disorientato, diverso è per noi "scio-vigili".
    Si potrebbe inviare una mail al giornalista dell'articolo per chiedere delucidazioni ...

    Mail specifica dell'autore non sono riuscita a trovarla, si potrebbe richiederla qui:
    redazione@ilmanifesto.it

    Un saluto e incoraggiamento.
    VibraVito.

    RispondiElimina
  6. Riporto la mail di Maria...

    "Vivo in piena campagna. Di pesticidi nei dintorni per la mia fortuna non ce n'è traccia almeno per un qualche chilometro. Ma quello che vedo da qualche
    anno rilasciare dall'alto è impressionante. La mia valle è praticamente quotidianamente attraversata da aeri che creano velature sé non coperture
    artificiali che nella discesa creano un'atmosfera lattiginosa. Anche da me quest'anno
    ho visto scomparire le api. Ed abitavano nei muri di casa mia. E la cosa che mi impressiona maggiormente è il silenzio la mattina all'alba. Sento di
    quà e di là un uccelino - uno .... oppure niente.
    E vivo praticamente nel bosco.
    Lo scenario comincia a tingersi di colori foschi. E questo anche realmente perché l'atmosfera sta perdendo la sua trasparenza perfino nei posti fino a
    poco tempo fa' oasi di respiro. Qualche giorno fa ho sorvolato l'Italia e vedendo sotto di me una cappa terrificante e sopra di me un cielo pieno di scie che scendevano e si aggiungevano a quella massa papposa... ma dove
    vogliamo arrivare?"

    RispondiElimina
  7. Salve a tutti! E' un pò che non postavo...sorry!!:-))
    Ultimi aggiornamenti dal luogo delle vacanze...Gaeta-Sperlonga (Prov LT)...cielo tempestato di scie...in quanto stava per arrivare un fronte nuvoloso sia fdal mare che dalle montagne (aurunci!!!)...
    Ragazzi non so che dire...possibile che nessuno se ne stia accorgendo???
    Siamo solo noi i "pazzi" che alaziamo la testa e osserviamo il cielo?
    Mah! Un saluto
    Con affetto e stima!!!

    RispondiElimina
  8. http://www.effedieffe.com/content/view/4175/171/ altro articolo sulle api....loro però danno la colpa "solo" ai pesticidi...

    RispondiElimina
  9. @vibravito
    Molto curioso il modo "timido" in cui si accenna nell'articolo alle scie chimiche:

    ettivamente sembra molto timida la frase citata,credo che sia una delle poche volte in cui il direttore di un giornale nazionale non legge gli articoli scritti dai propri giornalisti...purtroppo...se invece non è così speriamo che continuino a citare le scie chimiche dando al lettore una chiara idea della situazione.penso anche che luca fazio abbia vagamente letto queste cose proprio da qui e che stia tastando le eventuali reazioni nei suoi confronti da parte di chi gli da il lavoro.incoraggiamolo a continuare su quella scia...

    RispondiElimina
  10. E' corretto quanto scrivi, Loryyy69, ma c'è da mettere in conto anche la reazione dei disinformatori.

    Ah... gg alias rioseba è di Cesena ed ha fatto la sua comparsa dopo le iniziative di Sarpieri e la mia conferenza nella medesima città ad Aprile.

    Coincidenza? Non credo.

    RispondiElimina
  11. a Straker non scappa mai nulla!
    Io mi posso anche distrarre ma non scappa nulla a lui.

    In questo tempo, colmo di veleni, Straker ha raffinato una particolare attenzione verso tutto ciò che riguarda azioni, reazioni, disinformazione, mistificazione bieca.
    Ho dato un'occhiata al forum di md80 dove si parlava del falso fuel dumping e ho notato che chi scrive contro Straker, Vibravito ecc, è sicuramente un ragazzino alle prime armi, col cervello lavato e con minaccia costante sulla sua testa da parte di gente come quelli che gestiscono il servizio meteo dell'aeronautica. Anzi, non come quelli...proprio quelli!
    Non faccio nomi perché li dovrei fare tutti.Sono discorsi inconsistenti con baggianate continue e i complimenti di tutta la cricca (sono certo che alcuni nick diversi siano dei cloni...lo capisce anche un decerebrato).

    Straker, continua così, tu hai tutto il nostro appoggio. Per me è tutto chiaro, le scie chimiche ci stanno ammazzando.

    Grazie Straker.

    RispondiElimina
  12. Loryyy sicuramente il direttore non ha letto il pezzo.

    Prevedo ciò:
    rimozione o modifica dell'articolo;
    esposizione di Luca Fazio alla gogna;
    sua crocifissione;
    damnatio memoriae.

    Ciao

    RispondiElimina
  13. speriamo che a luca fazio non lo crocifiggano, perdonate la mia ignoranza in merito a rioseba detto gg o viceversa o multinick, è un disinformatore da 4 cent corrotti oppure è ancora più coglione?

    RispondiElimina
  14. Entrambe le cose. In effetti i due aspetti sono fondamento imprenscindibile per il disinformatore doc.

    RispondiElimina
  15. @ Mike

    E' fondamentale mettere in luce le connivenze attualmente presenti in vari settori. Ciò al fine di minare il sistema con i suoi stessi metodi. Loro usano il web (e lo spazio che gli ingenui e/o conniventi) concedono loro, per gettare discredito e forzare sui motori di ricerca una tesi piuttosto che un'altra. Noi raccontiamo le loro REALI malefatte.

    Quelli di MD80.it lo sanno bene e la loro stretta collaborazione (concertata al millesimo) con i disinformatori comparsi in questi tre anni, dimostra che le compagnie aeree civili avallano il progetto di avvelenamento dei biosistemi e collaborano fattivamente al cospargimento di veleni in atmosfera.

    Questa becera connivenza va gridata ai quattro venti ed ogni loro (e di altri) azione, volta al cover-up, và non solo contrastata ma anche smascherata.

    L'ultima uscita di Mcgiver, Aldus, Caledonian (Braghini), rioseba, Markogt e gli altri, è anche stata (e lo sarà) utile alla nostra causa. Non dimentichiamo infatti l'episodio del tanker ripreso da Niko e dal quale è partita l'operazione di depistaggio di md80.it in concerto con i disinformatori che lavorano all'esterno. L'aver dimostrato che non v'è stato fuel dumping su Torino, è la prova indiretta che quel 767 ripreso da Niko era un aereo chimico. Per questo motivo, la cosa non finisce qui!

    RispondiElimina
  16. certo che non finisce qui!!!!

    Si sono buttati come avvoltoi sulla prova schiacciante di Niko e si sono defilati non appena Straker li ha sputtanati.

    Noi ce la faremo anche con risorse striminzite.

    Anche senza motosega un baobab si butta giù...a colpi di accetta.
    Ce ne vorranno molti ma...uno più uno...

    Le armi militari bio-chimiche sono pronte a entrargli su per il c....

    RispondiElimina
  17. Esempi del genere, alla luce dei fatti, confermano la giusta analisi sin qui fatta da tutti voi. Uno di loro si iscirve appositamente (anche su altri forum di aeronautica) per postare il medesimo scritto.

    Re: delta in emergenza su torino
    di caterina79 il 21 ago 2008, 1:19

    Io ero su quel volo e NON é RIPARTITO ALLE 16 come tutti dicono!!! Siamo ripartiti il giorno dopo nel pomeriggio....un casino che non vi dico....e comunque che paura....quando ho visto tutto quel carburante che usciva dalle ali ci siamo spaventati.caterina79
    Rullaggio


    Messaggi: 1
    Iscritto il: 20 ago 2008, 18:39

    RispondiElimina
  18. mcgyver79 pubblica questo articolo su Varese News, poi ribattuto da altri siti e blogs (una decina in tutto) e "La Stampa". Egli ad un certo punto scrive: "L'aereo si era staccato dalla pista alle 10.46 e alle 11 è stata dichiarata l'emergenza (nella foto di Salvatore Porcu l'aereo circondato dai mezzi dei vigili del fuoco)". Ma se ingrandiamo la foto, il velivolo è circondato sì, ma dai carrelli dei bagagli! e non dai Vigili del fuoco.

    Dunque la notizia del fuel dumping è stata confezionata in concerto con altre persone e sfruttando a dovere un evento "pompato" nella sua gravità per poter giustificare di lì a poco le fortunose foto false di Braghini sul fuel dumping.

    Che poi l'aereo nemmeno sia arrivato a Torino, è tutto dire. La responsabile di Malpensa (ma anche gli operatori di Torino - conversazioni registrate) confermano che nessun 767-300 della Delta Airlines ha mai sorvolato Torino in quella precisa zona di cielo, a quella quota ed in quei minuti e tantomeno per eseguire scarico di carburante.

    Quindi, è bene che la prossima volta si studino qualcosa di meglio.

    RispondiElimina
  19. Ah... dimenticavo. L'ANSA ha rimosso la notizia così come era stata trasmessa da quelli di md80.it/Varese News, dal suo portale.

    RispondiElimina
  20. ha ha bella sta quà, era sul quel volo, si,con lo scarico chimico collegato in bocca, per quello si è imbastarstupidito il dbk! (nico ha filmato l'aria che il dbk aveva nello stomaco).

    RispondiElimina
  21. Se vanno avanti così - e non ho dubbi che intendano arrivare a fine corsa - molte zone del Nord Italia si desertificheranno quanto prima.
    In compenso quei pazzi del meteo continuano ad instillare nel popolo bue la frenesia del bel tempo, dei bei week-ends soleggiati e senza nubi(quelle naturali ovviamente, non quelle chimiche).

    Disgraziati! Quando li vedo sullo schermo gli lancerei frutta e verdura marce in faccia ( ma anche dell'altro...).

    Il trattamento combinato chimico ed elettromagnetico funziona alla grande. Il sole ininterrottamente cocente ormai dalla scorsa primavera e la mancanza assoluta di precipitazioni piovose negli ultimi due mesi e oltre ha messo ormai in ginocchio la flora spontanea e le coltivazioni della Bassa.

    Terra bruciata, erba giallastra o decisamente rinsecchita. Crepe nelle terra profonde forse metri.
    Polverone dappertutto.

    Ma poi bisogna anche aggiungere che gli effetti dei trattamenti chimici reiterati ed instancabili si sommano ed ogni mese o anno che passa la situazione peggiora.

    Quest'anno le api hanno prodotto poco o pochissimo miele, oltre che per gli ovvi motivi di cui sopra, anche per il troppo caldo.
    Così mi raccontava un apicultore mio amico.

    Gli animaletti partono verso le sei del mattino e lavorano fin verso le nove. Ma poi il caldo opprimente ed il sole anormalmente dardeggiante le costringe a fermarsi ed a stare all'ombra delle arnie, come sfinite.

    Cosa mai successa fino a tal punto,quest'anno le api hanno dimostrato una sete imperiosa e l'apicultore s'è visto costretto a piazzare vicino agli alveari bacinelle di plastica contenenti spugne su spugne inzuppate d'acqua.

    Incredibilmente le api, nelle ore più calde, volteggiano sulle bacinelle avventandosi in continuazione sulle spugne e magari facendo senza paura il bagno nel caso trovino un livello d'acqua.

    Pazzesco e patetico al tempo stesso.

    RispondiElimina
  22. Se gli scienziati ed i meteorologi non fossero maledettamente dei delinquenti corrotti...

    Paolo, pagheranno. La pagheranno!

    RispondiElimina
  23. Ah...

    Rioseba lavora presso la TreviSPA di Cesena. Qualche bella letterina per far sapere che bel dipendente si ritrovano...

    Io ho già dato. ;-)

    RispondiElimina
  24. Dal blog di hanmar:
    http://i-deliri-di-hanmar.blogspot.com/

    l'ultimo delirio di gg alias riosaeba:

    "Secondo me la donna ha avuto paura che venisse fuori la notizia di un fuel dumping, visto che su Torino non avrebbero dovuto eseguirlo. La donnella spaventata ha negato tutto.
    Questo secondo me quello che è successo."

    Supposizioni gravi ... il demente non capisce che così aggrava la sua situazione ... sarebbe opportuno informare la responsabile di Malpensa delle ignobili accuse rivoltegli da questa gentaglia ... anche l'appellativo "donnella" è alquanto offensivo e discutibile.

    Invece ... a proposito di mcgyver dello staff di md80, questa è la sua faccia(è il tizio più giovane senza cappellino):

    http://mcgyver79.myphotoalbum.com/view_photo.php?set_albumName=album05&id=DSCF2406_001

    se lo incontrate per strada, oppure probabilmente come assistente di pista al prossimo GP di Monza di Formula 1, gridategli: "ahh CAZZAROOOO!!!"

    Un saluto e incoraggiamento.
    VibraVito.

    RispondiElimina
  25. Qui il profilo di McGyver, il co-autore del falso fuel dumping fotografico.

    Fabrizio

    male, 29
    Location: Usmate Velate,Italy

    Member Since: August 30, 2007
    Fabrizio's URL: http://mcgyver79.myphotoalbum.com

    RispondiElimina
  26. Quei due non sanno che se tirano troppo la corda, rischiano di spezzarla. Pensano di essere intoccabili? Intanto Michele Galloni potrebbe essere denunciato per diffamazione e calunnie nei confronti della responsabile di Malpensa. Abbiamo volutamente occultato le sue generalità, perché sapevamo che si sarebbero subito lanciati nel discredito.

    Ad ogni modo ci teniamo a ribadire che la testimonianza resa pubblica è solo una delle diverse testimonianze del genere, partendo da Torino, passando per ENAV, per arrivare ad ENAC, ESA e Milano Malpensa.

    RispondiElimina
  27. Confermo pesantissima irrorazione su Cagliari. Un meteo regionale ha parlato di velature provenienti da Sud. In realtà sono visibilmente rilasciate da aerei in passaggio continuo dalla scorsa notte.
    E, cosa incredibile, non riesco più a contattare il servizio EMERGENZE AMBIENTALI dei Carabinieri. Ogni volta cade la linea o non rispondono.
    Sembra incredibile, invito gli utenti sardi che leggono a chiamare:
    NOE Cagliari 070402056

    RispondiElimina
  28. Ciao Cosmino. Sicuramente hanno bloccato il tuo numero di telefono. Come noi tutti sappiamo, sono al servizio del cittadino e con questi metodi lo dimostrano ampiamente.

    RispondiElimina
  29. interessanti le iscrizioni ad hoc nei forum per continuare nelle baggianate.

    Ignorano perfino un principio basilare: la merda più la rimesti, più puzza.

    Sono pivellini senza passato, presente né futuro, comandati a bacchetta.
    Li scelgono apposta plasmabili.

    Aerei "fantasma" che solcano i nostri cieli indisturbati indicano che la copertura primaria è fatta deliberatamente dal Governo (che esegue ordini USA) che ha dato mandato all'aeronautica militare italiana che a ruota fa obbedire ENAV, ENAC, compagnie aeree.

    Se dalle scie di condensa ci siamo spostati sul fuel dumping, direi che oggi tutti gli aerei in transito sulla Sardegna hanno dichiarato emergenza, sono tutti aeromobili dotati di sistema di espulsione carburante e sono stati posizionati sulla città di Cagliari.
    Oggi qui la situazione è davvero impressionante; da stamane presto ho contato 50 passaggi (e stanno ancora continuando) e il solito arcobaleno artificiale rotondo e non da orizzonte a orizzonte come quello naturale dopo un temporale.
    Cielo coperto chimicamente con i tankers che volano soprano il velo ma anche spudoratamente sotto, in bella vista.
    La situazione è drammatica.

    Questa è l'Europa gente.
    E pensare che cercavano di lavarci il cervello già da scuola con temi sull'UE...e al tempo eravamo anche contenti di esserne parte.
    Non a caso uno dei fautori è stato proprio Romano Prodi il cui fratello è parte di un altro ente mistificatore e asservito ai militari: il CNR.

    RispondiElimina
  30. Hanmar fa il moralista, ma dimentica di dire che l'MD80 spagnolo finito a fondo pista ed incendiatosi, è partito ugualmente, anche se aveva evidentemente dei problemi non risolti ed alcuni passeggeri che volevano scendere, sono stati obligati a rimanere a bordo! Messaggi sms inviati ai parenti lo confermano. Questi sono i vostri metodi ed è inutile che, Michele, chiami me "sciacallo". Guardati allo specchio, gaglioffo.

    RispondiElimina
  31. Ciao...bisogna RESISTERE più che si può.

    RispondiElimina
  32. Senza dubbio ginger, ci siamo abituati. Quella è feccia della peggior specie e non vale certo la pena prendersela.

    Andiamo avanti. E' grazie al lavoro di tutti se, ormai, certa gente gode di cattiva fama ovunque metta piede. Questo è un dato di fatto.

    RispondiElimina
  33. L'analisi del volo spagnolo caduto mi fa fare una riflessione.

    Se l'aeromobile aveva problemi, è stato fatto rientrare al parcheggio, riparato (?) e poi è ripartito, evidentemente l'ordine era quello di farlo partire ad ogni costo.
    Gli incidenti non accadono mai per caso.
    Gli sms dei passeggeri che volevano scendere sono da indagare fino in fondo.
    Potrebbe anche darsi il caso che avessereo visto qualcosa di anomalo intorno all'aereo durante le operazioni di riparazione (?).
    Non ho capito se al rientro al parcheggio i passeggeri siano stati fatti scendere per essere poi rimbarcati.
    Se l'aereo doveva effettuare operazioni di aerosol durante il tragitto (cosa peraltro documentata da Straker in altre occasioni), l'imperativo poteva essere di farlo partire carico di passegeri paganti per recuperare le spese che l'operazione aerosol-chemtrails richiede.
    Abbiamo foto e filmati a volontà che riprendono md80 in operazione scie chimiche.
    Il motore sinistro si è incendiato quindi presumibilmente ha perso potenza; per una naturale legge fisica, se la spinta avviene prevalentemente da una parte, la prua dell'aereo va verso quella opposta. Come mai l'aereo ha puntato a destra anziché a sinistra?
    l'md80 è certificato per decollare a pieno carico di carburante e passeggeri anche con un motore solo.
    Perché non è riuscito a salire di quota con un solo motore?

    Potrebbe essere che il carburante fosse additivato con qualche sostanza chimica (chemtrails) che ha abbassato la potenza di combustione dell'unico motore "buono" rimasto???

    Oltre il 90% dei disastri aerei accadono per causa umana;

    cosa è successo veramente quel maledetto giorno a Barajas?

    L'uomo certamente ci ha messo lo zampino e a pensar male si fa peccato ma ci si azzecca.

    Sarà l'ennesima indagine farsa come Ustica.

    RispondiElimina
  34. La situazione odierna su Cagliari è allucinante...il rombo del viavai di aerei è incessante e il coperchio chimico è compatto. Ci stanno arrostendo? avvelenando? inseminando di qualcosa? Non credo di condensa.
    La menzogna criminale continua anche grazie all'indifferenza della gente e al ben oliato (e foraggiato) ingranaggio della disinformazione. Addio cielo azzurro.

    RispondiElimina
  35. ormai non fa più testo ma ti quoto Alessandro.
    Confermo la situazione da forno a microonde su tutta la città di Cagliari.
    Siamo peggio dei topi da laboratorio.

    RispondiElimina
  36. Aggiornamento da md80:

    http://www.md80.it/bbforum/viewtopic.php?f=5&t=22765&st=0&sk=t&sd=a&start=70

    un neo-utente notevolmente più "sveglio" rispetto alla media di md80 , e tra l'altro anche fotografo di professione, ha chiesto spiegazioni è ha invitato l'utente "caledonian" (l'autore delle foto) a fornire gli scatti originali., inoltre ha anche riportato dettagliatamente quelli che sono gli articoli di legge a riguardo dei falsi a scopo di occultamento ...

    La sua richiesta è stata alquanto espicita ... vediamo cosa e se succede qualcosa ...

    RispondiElimina
  37. Vibravito, sono solo un branco di coglioni.

    RispondiElimina
  38. Ho letto. Molto interessante.

    Chissà se quel post rimane al suo posto.

    RispondiElimina
  39. Comunque noi siamo in una botte di ferro: gli esposti li abbiamo fatti da un pezzo e piuttosto è la magistratura che deve spiegare perché le nostre azioni sono rimaste lettera morta.

    RispondiElimina
  40. Ultimissima da md80:
    caledonian, messo sotto pressione ha fornito il "presunto" scatto originale:

    http://i254.photobucket.com/albums/hh91/minchio2008/fotofabio029.jpg

    Secondo me ... sta aggravando la sua situazione per i seguenti motivi:

    1) le foto pubblicate sul post erano 2, non soltanto una.

    2) ho immediatamente scaricato la foto e la dimensione del file è di 74kb, considerando che il relativo file ritagliato era di 215kb, ci si domanda come è possibile, sicuramente non stiamo parlando dello scatto originale, poichè su una canon 350d, anche alla risoluzione minima, la dimensione del file non sarà mai di "soli" 74kb.

    3) anche le dimensioni dell'immagine 1024x683 non corrispondono alle proporzioni standard "4 a 3".

    Ad una prima veloce analisi le incongruenze già sono tante ... figuriamoci sottoporre suddetta immagine all'analisi di un professionista non prezzolato ...

    RispondiElimina
  41. Sempre caledonian chiede di chiudere il post su md80 poichè a causa del fatto che è stata inserita la sua email in questo blog sta ricevendo vagonate di spam.
    Bene ... come motivazione è alquanto stupida poichè la sua mail era già pubblica sul suo profilo blogger:

    http://www.blogger.com/profile/17178856780855230466

    inoltre per accedere al suo blog è sufficiente vedere la sua firma negli stessi suoi commenti nel forum di md80.
    Anch'io ho un indirizzo email con yahoo ... e posso dire che il filtro antispan fa il suo lavoro egregiamente...

    RispondiElimina
  42. Nella foto postata oggi, che dovrebbe essere a risolzione video migliore, sono anche spariti i finestrini e la scritta compagnia sulla fusoliera.

    RispondiElimina
  43. Le due foto a confronto. Quella in basso è la foto postata oggi. Come si vede bene, i finetrini sono spariti, sebbene questa dovrebbe essere la foto originale.

    RispondiElimina
  44. E' vero, vibravito, mò se la prendono anche con te. In poche parole la colpa è tua se gli arrivano valanghe di spam.
    Insomma, lui, nei suoi commenti, mette, a mò di firma, il suo blog - dove ci sarà l'e-mail - ed ora la colpa è tua.
    Il bello è che il suo compagno di forum, mcgyver79, gli dà ragione. Ma va bè, tra cani non ci si mozzica.
    Noto nei loro commenti, così come in quelli di Attivissimo, che nonostante tutto vanno avanti a testa bassa. Come muli, come le tre scimmiette che non vedono, non sentono e non parlano!
    Vivono nel loro mondo.

    RispondiElimina
  45. @ antonio:
    Denunciami, sto aspettando.

    @ rosario:
    ribadisco e confermo. Sei uno sciacallo (senza offesa per l'animale) e un vigliacco.

    Hanmar

    RispondiElimina
  46. Sul forum di MD80.it [QUI] hanno rimosso il secondo post dell'utente flyer99, nel qual, in risposta ad una richiesta dello staff di md80, faceva notare che già da tempo eano stati eseguiti degli esposti ed inoltre riportava il link alla registrazione con i responsabili di Milano Malpensa. inutile dire che la redazione di md80.it, al fine di salvarsi ancora il sederino, ha rimosso prontamente lo scomodo post.

    RispondiElimina
  47. Michele, lo sapppiamo che sei protetto molto bene e non andiamo a sprecare soldi con gli avvocati per un pezzo di m... come te. Sarà la giustizia divina a farti pentire di essere venuto al mondo.

    RispondiElimina
  48. Comandante, mi proteggo da solo.

    Tira fuori il coraggio e denuncia me per diffamazione e la Delta per scarico non autorizzato di liquidi.

    Ammesso che tu sappia cosa vuol dire coraggio.

    Hanmar

    RispondiElimina
  49. Ogni cosa a tempo debito. I tuoi dati li ho ed io sono come i cinesi: aspetto che il tuo cadavere passi sulla riva del fiume. E passerà.

    Riguardo alla Delta Airlines, forse non hai compreso o fai finta di non capire, visto che, così sollecito come sei ad aggiornare il tuo cesso di blog, non hai menzionato la registrazione ai responsabili di Milano Malpensa, i quali smentiscono categoricamente che vi sia mai stato un fuel dumping su Torino. Idem ho riscontrato presso i responsabili di Torino. Piuttosto siete voi altri che vi dovete preoccupare per depistaggio in questa faccenda.

    Depistaggio: Reato di falso, nonché di favoreggiamento ai sensi degli artt. 378 e 379 C.P.

    RispondiElimina
  50. vorrei vederle queste mail alla trevispa, non ne avete le palle epr mandarle ahahah

    RispondiElimina
  51. per la cronaca, io non ho le palle ma l'email alla trevispa l'ho già mandata qualche giorno fa.
    Anche ben condita.

    RispondiElimina
  52. Certo... appare ironico e paradossale sapere che hanmar lavori per un'azienda che si occupa di igiene ambientale. Che ironia della sorte. Un dipendente della ...... che copre gli avvelenatori dell'ambiente. Incredibile.

    RispondiElimina
  53. Ragazzi Vergogna,
    ma perchè dobbiamo distruggerci a vicenda...in questo modo facciamo solo il gioco che viene "dall'alto"!!
    Il loro motto è sempre lo stesso "DIVIDI ET IMPERA"

    CMQ questo blog per me, è uno dei migliori! Ciao Ragazzi!!!
    Ieri scie a profusione in prov di LAtina! oggi sembra settembre...fresco asciutto...mentre ieri un caldo torrido da forno a micro onde!!!

    RispondiElimina
  54. Mi dispiace, Charlie, ma non mi chiamo San Francesco. Questa è una guerra e di conseguenza dobbiamo trattare i fiancheggiatori di chi ci avvelena quotidianamente, nel modo che meritano.

    RispondiElimina
  55. Ok ok, scusami, forse hai ragione te! Questi bastardi si meritano proprio il peggio!!!
    Secondo me solo quando si vedranno gli effetti negativi di questo genocidio (spero di non esser stato esagerato) sulla pelle della gente e diventerà tutto più visibile e tangibile allora forse qualcuno si muoverà...ma prima che questo avvenga mi sa proprio che non succederà nulla...solo "chiacchiere" e litigi inutili, se mi consenti il termine, anche se le Vs chiacchiere sono realtà (spero sempre di no in fondo in fondo :-)) )!!!
    Le gente ascolta e crede, purtroppo, solo quello che si dice e vede in TV!!! Ci stanno rincoglionendo con ogni "divertimento" utile e possibile per non farci pensare con la ns testa e renderci schiavi!
    Ciao.

    RispondiElimina
  56. Straker ha avuto il coraggio di mostrarsi (da solo!) in TV. Hanmar e gg invece?

    RispondiElimina
  57. Visto che sono scagnozzi sguinsagliati dallo Stato, mi vedo costretto a trattarli da mercenari quali sono.

    RispondiElimina
  58. Infatti infatti, il mio era solo un modo per dire, lasciateli parlare...tanto,
    Sono schiavi anche loro del sistema!!!!

    RispondiElimina
  59. Giocano sporco. Usano i motori di ricerca con la tecnica del Google bombing. Come minimo mi incazzo.

    RispondiElimina
  60. Ciao a tutti voi.
    Sono andato, giusto per curiosità, sul blog di Hanmar ( accedendovi dal suo profilo blogger ).
    Il blog è suo, e quindi è libero di scriverci ciò che vuole, ma è incentrato ( molto chiaro da capirlo ) sullo sputtanare questo sito, soprattutto Straker e Zret.
    Bò...abbastanza strano come interesse. Apri un blog - e fin qua, nulla da eccepire - e lo riempi di offese a due persone. Ma indirettamente ( ma non molto ) anche a chi quel blog lo legge.
    Ho visto con "piacere" che alcuni suoi lettori ( almeno che non abbiano vari profili ) bazzicano anche il blog del Guardiano del faro ( Attivissimo )...Insomma, è una grande famiglia di protettori dell'ordine costituito.
    Come mai tutto questo interesse? Come mai questa voglia di scrivere, nei rispettivi profili blogger, frasi tipo :"Devo assolutamente insabbiare la verità, mi pagano per farlo.", "Debunker part-time, in attesa di contratto definitivo presso il NWO."
    Li avranno clonati?

    Tutto qua, volevo giusto scrivere queste mie impressioni.

    RispondiElimina
  61. Ciao Luka78. Mi pare chiaro che la grande famiglia mafiosa sciacondensista ha alcuni, dietro le quinte, che dirigono i giochi ed altri che lavorano 18 ore al giorno per eseguire certi ordini.

    Certo che è strano che molti di loro passino più tempo al computer a scrivere di noi nefandezze, piuttosto che a lavorare. Sarà che il loro lavoro è proprio quello di screditarci?

    La risposta è sì e se ti studi i profili dei vari personaggi, vedi che hanno tutti una storia in comune.

    RispondiElimina
  62. Comedonchisciotte, da “La notte dei pipistrelli”, art. di Luca Fazio(Il Manifesto)
    <<...i pipistrelli stanno morendo perché, come le api, sono sensibilissimi ai cambiamenti ambientali causati dall'uomo (distruzione e scarsità dei rifugi, inquinamento luminoso, turismo di massa, pesticidi, diminuzione di insetti dovuta agli insetticidi e all'agricoltura intensiva)... adesso, secondo uno studio di alcuni ricercatori canadesi dell'università di Calgary, pubblicato il 26 agosto sulla rivista «Current Biology», sono finite sotto accusa anche le pale eoliche...>>.
    (L’allora timida dimostrazione di parlare di scie chimiche si è confermata...Zret e Vibravito dissero bene purtroppo).

    RispondiElimina
  63. Infatti Ginger. Qui da noi a Sanremo non mi risulta vi siano pale eoliche, eppure i pipistrelli sono spariti. Piuttosto direi che si tratta di palle mastodontiche atte a coprire le vere responsabili: le scie chimiche.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis