martedì 5 agosto 2008

Scie chimiche ed avifauna cittadina: qualche nota

Osservazioni ripetute inducono a ritenere che il binomio scie chimiche-onde elettromagnetiche influisca, in qualche modo ed in una certa misura, sull'etologia di volatili migratori come rondoni, rondini, balestrucci, pigliamosche etc. I campi elettromagnetici artificiali creano problemi ai migratori che, per orientarsi, usano il magnetismo terrestre. Si è notato spesso che, in concomitanza di operazioni chimico-biologiche, associate ad irradiazioni elettrodinamiche, i migratori volano in modo anomalo, come sbandando. Talora non si scorgono più i loro guizzi veloci, agili, ma voli fiacchi e con una pericolosa tendenza a sfiorare gli ostacoli che vengono evitati solo all'ultimo momento. [1]

Soprattutto, però, è stato notato, in numerosi casi, che, pochi minuti dopo il passaggio dei tankers, a prescindere dalle condizioni meteorologiche, dall'ora della giornata e da altri fattori, i rondoni si dileguano rapidamente, sostituiti presto da stormi di gabbiani, uccelli adattatisi all'inquinamento e che, solitamente, planano famelici e con gridi striduli su discariche ed altre aree malsane. Evidentemente tanto innocue le sostanze diffuse con le chemtrails non sono. Così, mentre il numero dei gabbiani nelle zone urbane aumenta, diminuiscono sempre più le rondini ed i rondoni danneggiati anche dalla quasi scomparsa di insetti di cui si nutrono e con i quali cibano i nidiacei.

Tortore e gazze, volatili che, da qualche anno, hanno cominciato a trasferirsi nelle aree antropizzate, per ora, non sembrano risentire delle irrorazioni.

Inoltre il cinguettio dei passeri, altri pennuti "cittadini", cinguettio che si udiva all'alba ed al tramonto, è molto ridotto in intensità. Talvolta vi è subentrato uno spettrale silenzio. Si rileva una drastica diminuzione anche di altri passeriformi che una volta popolavano i parchi delle città, i giardini e gli orti.

Questi sono soltanto dati empirici che dovrebbero essere confermati da indagini compiute da ornitologi, con la raccolta di informazioni e con analisi qualitative e quantitative, ma sembrano un campanello d'allarme. Vediamo se qualcuno lo udrà.

[1] Il balestruccio ha volo, in genere, alto e volteggiante; la rondine esibisce un volo molto veloce e scivolante; il rondone si distingue per i suoi rapidi volteggi, per i guizzi saettanti, mai ad ali semichiuse, a differenza delle rondini; il balestruccio dispiega volo rapido ed ondulato. Sono tutte specie di grandissima utilità, perché catturano insetti nocivi: l'uso eccessivo di insetticidi e di pesticidi in agricoltura e la caccia avevano già provocato un sensibile calo di questi volatili che allietano i cieli estivi delle nostre città.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE IL CANONE RAI

17 commenti:

  1. Quando si parla di natura non mi tiro mai indietro. Le valutazioni dirette degli osservatori attenti, si trattasse anche di semplici cittadini (visti i tempi che corrono e il mutismo di chi dovrebbe difendere l'ambiente), hanno il loro peso e valore. Generalmente si tratta di persone sensibili dotate di un'anima e amanti della bellezza delle cose più semplici e naturali, che poi sono quelle che appagano di più. Basta infatti soffermarsi per un istante ad osservare lo scenario che ci circonda per rendersi conto di quanto sia tristemente reale il contenuto dell'articolo. Personalmente, mi confesso molto dispiaciuta per riuscire a vedere, quando va bene, un'ape alla settimana in una stagione in cui, un tempo, ce n'erano interi gruppi in circolazione; anche per le conseguenze che questo porterà inevitabilmente (si è qua già ampiamente parlato della morìa delle api, di cui a qualcuno, evidentemente, non importa nulla). E così, della grave perdita ambientale dell'avifauna ci ritroviamo a parlarne tra di noi, nella totale incuranza di chi avrebbe mezzi e autorità, nonchè la responsabilità, per fare qualcosa ma si guarda bene dal muovere un dito, che...gli potrebbe venir mozzato! Le stesse ARPA sembrano avere una forte allergia solo a sentire nominare le scie, qualcuno può smentire?

    RispondiElimina
  2. ciao,queste maledette scie chimiche e l'harp sono un vero flagello per gli animali vedi le balene che si areneno tutti gli anni(si orientano anche loro col magnetismo terrestre) basta dire che persino delle indagini del parlamento europeo sull'harp ne hanno rivelato la pericolosita e i danni (fonte l'infinito giulietto chiesa,ma ovviamente l'europa sottomessa non fa niente)il loro piano e propio questo il caos prima del NWO....ciao a tutti continuate cosi prima o poi dovranno rendere conto delle loro azioni.

    RispondiElimina
  3. I nostri amici animali e le nostre amiche piante un giorno non lontano chideranno loro il conto... e sarà molto salato.

    Due settimane fa, vidi un bombo, ma da allora non ho più scorto insetti, neanche zanzare.

    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  4. le api muoiono, e api non si riproducono più come un tempo, le api non producono più miele.
    NON TROVANO FIORITURE ADATTE ALLO SCOPO e si limitano ai pochi fiori rimasti.
    NON CI SONO PIU' FIORITURE (fonte agenzia regionale agricola) e gli apicultori che lo denunciano da anni, non sanno più a che santo votarsi.
    I soliti cretini, in un forum, mi hanno detto che dico cazzate.
    Se le facciano dire allora direttamente dagli operatori agricoli direttamente colpiti.
    E' un cane che si morde la coda...
    Pochi fiori uguale poche api.
    Poche api uguale scarsa impollinazione (quasi zero) delle poche colture rimaste.
    Scarsa impollinazione uguale scarsi frutti (in generale).
    Scarsi frutti uguale prezzi alle stelle dei pochi rimasti.
    Ci stanno riducendo pian piano scientemente alla fame per poi introdurre gli OGM che altro che merda maledetta non sono.
    Il cerealicoltore non potrà più conservare le sementi per riseminare perché la fecondazione naturale non sarà più possibile e saranno (anzi, in molti casi lo sono già) costretti ad acquistare le sementi OGM dalle miltinazionali americane che le propongono (impongono) come la panacea di tutti i mali di questa terra inquinata da noi stessi...e tutti gli diranno: BRAVI, SE NON CI FOSSE LA TECNOLOGIA....

    Il progetto è questo ed è sotto gli occhi di tutti.

    RispondiElimina
  5. =___= stiamo distruggendo tutto!

    Ma in questo caso non è solo le chemtrails ma anche "noi", con la sovrapopolazione del pianeta.

    Negli ultimi 20 la popolazione e l'inquinamento è aumento in maniera pazzesca.

    Oltre alla natura abbiamo anche distrutto il cielo e non solo con le chemtrails ma anche con l'inqinamento luminoso, di polveri e gas... mi ricordo quando ero piccolo quanto fosse bello il cielo stellato tagliato dalla via lattea, c'erano talmente tante stelle che con il mio telescopio facevo una fatica immane a centrare i pianeti.

    Ritornando alle radiazioni elettromagnetiche, non sò! io ho un rivelatore, ma tra le onde della radio, TV, cellulari ecc... è difficile capire se l'haarp agisce, per quanto riguarda l'orientamento degli uccelli dovrebbe interagire con tutto il flusso dell'elettromagnetismo terreste e se ci fosse una modifica si potrebbe vedere con una bussola?

    RispondiElimina
  6. Il programma H.A.A.R.P.

    The High-Frequency Active Auroral Research Program (HAARP) con sede a Gokona, Alaska, esiste dal 1992. Fa parte deli nuovi armamenti a tecnologia avanzata sotto il controllo dell' Iniziativa di Difesa Strategica degli Stati Uniti (S.D.I). Approntato dal Laboratorio di Ricerca dell'aviazione , Direzione Veicoli Spaziali, HAARP è un sistema di antenne così potenti da poter creare "modificazioni locali controllate della ionosfera" [lo strato più elevato dell'atmosfera]:

    "[HAARP verrà usato] per provocare un cambiamento nella temperatura della ionosfera minimo e localizzato, cosicché le risultanti reazioni fisiche possano essere studiate da altri strumenti piazzati nello stesso sito o nei pressi di HAARP".

    Nicholas Begich -attivista della campagna contro HAARP- lo descrive come:

    "Uno strumento tecnologico super potente che emette onde radio in grado di raggiungere aree della ionosfera, si concentrano su di essa e la riscaldano. In seguito le onde elettromagnetiche rimbalzano sulla terra e penetrano qualsiasi cosa - viva o morta che sia." (per info http://www.globalresearch.ca/articles/CHO201A.html )

    Rosalie Bertel, scienziata di fama mondiale, definisce HAARP come "un gigantesco impianto di riscaldamento che può causare gravi danni alla ionosfera creando dei buchi, ma anche delle lunghe incisioni sullo strato protettivo che evita che il pianeta sia bombardato da radiazioni mortali". (citato in Chossudovsky, op cit.)

    Secondo Richard Williams, fisico e consulente del laboratorio David Sarnoff di Princeton, HAARP è "un atto irresponsabile di vandalismo globale". Williams e altri scienziati temono un secondo stadio segreto in cui HAARP "proietterà ancora più energia nella ionosfera. Ciò potrebbe causare un grave danno nella parte superiore dell'atmosfera in un punto da cui si produrrebbero per anni effetti a rapida diffusione su tutto il pianeta per anni". (Citato in Scott Gilbert, Environmental Warfare and US Foreign Policy: The Ultimate Weapon of Mass Destruction, http://www.globalresearch.ca/articles/GIL401A.html)

    HAARP è stato pubblicamente presentato come un programma di ricerca scientifica e accademica. Tuttavia documenti militari degli Stati Uniti sembrano suggerire che l'obiettivo principale di HAARP è di "sfruttare la ionosfera per scopi stabiliti dal Dipartimento della Difesa". (citato in Chossudovsky, op cit).

    Senza alcun esplicito riferimento al programma HAARP, una ricerca dell'Aviazione statunitense parla dell'uso di "modificazioni indotte nella ionosfera" come un mezzo per alterare i fenomeni metereologici e disturbare comunicazioni e radar nemici. (Ibid) HAARP può inoltre causare blackout e distruggere le centrali elettriche di intere regioni.

    L'analisi delle dichiarazioni emanate dall'esercito statunitense dimostra l'impensabile: la segreta manipolazione dei fenomeni metereologici, dei sistemi di comunicazione e delle centrali elettriche sono un'arma di guerra globale che permette agli Stati Uniti di infastidire e dominare intere regioni del mondo.


    E' il caso di ricordare ciò che scriveva il parlamento russo sulla tecnologia HAARP, per convincersi che le armi psico-elettroniche esistono, eccome!

    Nel 2002, il Parlamento Russo, la Duma, rilascia un documento firmato da 188 deputati in cui si legge

    “Quando questi siti, in Alaska, Groenlandia e Norvegia, diverranno operativi, si creerà una linea chiusa con un potenziale fortissimo in grado di influenzare i mezzi vicini alla terra”.

    “[H.A.A.R.P. è, ndr] un esperimento su vasta scala, e al di fuori di ogni controllo internazionale, per guastare gli apparecchi di comunicazione installati su mezzi e missili spaziali: un’arma capace di provocare gravi interruzioni sulle reti elettriche, sugli apparecchi di pompaggio degli oleodotti e di provocare danni alla salute mentale di popolazioni di intere regioni”.

    RispondiElimina
  7. k99 ha detto:

    "Ma in questo caso non è solo le chemtrails ma anche "noi", con la sovrapopolazione del pianeta."

    Certo che non sono solo le chemtrails, il pianeta è inquinato e noi lo inquiniamo.
    In genere non lo cito ma Beppe Grillo disse nel 1994 che esiste un'auto che fa 100 km con un litro di benzina e, sorpresa, è conservata al Museo dell'Auto di Parigi come un cimelio, si chiama Renault Vesta 2.
    E noi siamo costretti ad acquistare auto che fanno 5 al litro perché chi ha il potere ha deciso così.
    Io non inquinerei se le nuove (ma come si vede sono oramai vetuste) tecnlogie mi mettessero a disposizione auto che consumano (ergo inquinano) pochissimo.
    I combustibili fossili si stanno esaurendo e se seguissimo programmi energetici seri di risparmio, quel petrolio che resta rimarrebbe lì nelle viscere della terra per sempre.
    Ma ovviamente tutti sappiamo chi c'è dietro il petrolio e perché remano contro ogni forma di nuova tecnologia.

    Per quanto riguarda la sovrapopolazione, non sono assolutamente d'accordo.
    Mi pare che uno studioso texano disse che tutti i 6 miliardi di abitanti della Terra potrebbero vivere comodamente, ognuno con la propria casetta con giardino entro il territorio del Texas.
    E' vero che alcune zone della Terra sono sovrapopolate ma il resto è vuoto.
    Fatevi un giro in Sardegna da nord a sud e vedrete che l'Isola è vuota, desolata...altro che sovrapopolata.
    Il resto è demagogia e ci vogliono far credere di essere troppi. NIENTE DI PIU' FALSO.

    RispondiElimina
  8. @mike, per la sovrapopolazione, ci sono 2 punti di vista, il primo cerca di calcolare quanti esseri umani possono vivere bene... il secondo invece tiene conto anche di tutti gli altri esseri viventi, quanto boschi, savane, foreste, dovrebbero essere "solo" peer far vivere "bene" le altre spece, in questo caso abbiamo già "cementificato" troppo :(

    Per "Beppe" c'è molto da dire, esistono motori che con acqua marina riescono a far fare 80KM/litro, questa notizia è anche andata in onda sui "normali" TG-->
    http://it.youtube.com/watch?v=YghMbkocddE

    :D

    RispondiElimina
  9. Da un trafiletto sul corriere della se..ga di qualche mese fa :

    Roma:"I voli aerei notturni aumentano l'impatto del trasporto aereo sul clima.Queste le conclusioni alle quali è giunta una ricerca condotta da un gruppo di meteorologi dell'Universita' di Reading secondo la quale i voli notturni aumentano ulteriormente l'effetto serra gia' provocato dalle emissioni di co2 e degli altri gas serra.La causa di questo aumento dell'effetto serra non riguarda le emissioni di co2 degli aerei di linea,come si potrebbe pensare(che hanno un effetto molto piccolo),quanto soprattutto la formazione delle scie di vapor d'acqua condensato che si forma in coda agli aerei e che poi via via si allarga fino a formare striscie di nubi cirriformi.Queste scie(o striscie bianche che rassomigliano a nubi cirriformi)possono persistere da un'ora fino a molte ore nel cielo prima che il vapore d'acqua,condensato sottoforma di minutissimi aghetti di ghiaccio,torni allo stato gassoso.

    E sono proprio queste scie ,secondo gli esperti che hanno pubblicato il lavoro sulla rivista Nature,che impediscono alla radiazione termica proveniente dalla superficie della terra di andare verso lo spazio.Anzi,siccome si tratta di scie di vapore d'acqua,e il vapore d'acqua anche se condensato è un potente gas serra,le scie assorbono la radiazione termica all'infrarosso proveniente dal suolo e la riemettono verso il basso rimandandola al suolo.In questo modo funzionano come sorgenti di radiazione termica e contribuiscono ad aumentare l'effetto serra.
    Di giorno un simile effetto non si verifica perchè le scie degli aerei essendo bianche riflettono la radiazione solare che viene dallo spazio,impedendo ai raggi solari di raggiungere la superficie terrestre: le scie di giorno hanno quindi un effetto esattamente opposto e cioè sono raffreddanti atmosferici.

    I voli notturni in GB costituiscono il 22% del traffico aereo,ma contribuiscono dal 60 all'80% dell'effetto serra complessivo provocato dalle scie del traffico aereo.
    Inoltre,il traffico aereo notturno nei 3 mesi invernali,quando piu' è alta la probabilita' di formazione della scie,contribuisce per circa il 50% dell'effetto serra complessivo annuale causato dalle scie del traffico aereo.

    GAS SERRA,PRONTI I CRITERI PER L'ECO-CERTIFICAZIONE.

    Definite le norme volontarie ISO 14065 che stabiliscono i criteri che devono rispettare gli organismi di verifica e certificazione delle emissioni dei gas ad effetto serra,nell'ambito della task force internazionale dell'ISO (International Standards Organization)"Environmental Management" che si è riunita all'ENEA alla presenza di un rappresentante del segretariato della Convenzione quadro sui cambiamenti climatici(Unfccc)."


    You See Contrails,not Chemtrails !

    DID YOU UNDERSTAND?

    RispondiElimina
  10. No. Non sono d'accordo. Io rispetto l'idea di tutti, ma non posso assimilare l'opera di distruzione della Terra ad una congestione dovuta al sovrappopolamento. Riconosco il forte grado di inquinamento come deleterio per tutte le forme di vita ma non dimentico MAI che è sistematicamente voluto. I governanti di tutto il mondo, che NON ci voglio bene, non si sbagliano mai, anzi fanno a gara: qualunque scelta debbano fare per gestire le attività umane è casualmente sempre la più inquinante: (v.inceneritori, v.centrali nucleari...); invece di promuovere i mezzi di trasporto a minor impatto ambientale, incentivano quelli che sprecano ed inquinano di più (v.voli low-cost: e poi ci vengono anche a raccontare di contrails che aumentano l'effetto serra?!?). Per quanto riguarda l'inquinamento o gli sprechi di risorse causati davvero dall'uomo ok, ci si potrebbe lavorare per ridurli al minimo e questo gioverebbe a tutti ma qua ci sono MALIGNI che ci stanno mettendo lo zampino con tecnologie pazzesche e mostruose sotto l'azione delle quali abbiamo ben poche speranze; tanti o pochi che siano gli abitanti della Terra. Ciao

    RispondiElimina
  11. Disinformazione. Becera infame disinformazione.

    RispondiElimina
  12. Tempo fa, lessi che le stime della popolazione mondiale sono false. Chi indica la sovrappopolazione come il peggiore dei mali appartiene alla sinarchia (vedi Club di Roma).

    RispondiElimina
  13. O__o Bè quando dico che la sovrapopolazione è uno dei mali più grandi lo dico perchè lo penso, non perchè l'ho letto da qalche parte.
    Quando vedo che intere foreste dell'ammazonia vengono distrutte per coltivare il cibo delle mucche della mcdonald e poi vedo che queste mucche mascono, vivono, muoiono, stando sempre dentro lo stesso box (coltivate come in matrix), solo perchè c'è sempre più richista di cibo e meno spazio "coltivabile"... e quando vedo che la natura, gaia, viene metodicamente "sfruttata" sempre per un metodico aumento di richiesta di "materie" come il legname... un albero è un essere vivente...

    Mi piace molto un passaggio di matrix quando si devinisce l'uomo un vius del pianeta, ci moltiplichiamo e sfruttiamo tutto lo sfruttabile rendendo sterile questo "paradiso"

    Scusate ho scrito quello che mi veniva sul momento... ci sono altri forum per questo discussione...

    Tornando all'elettromagnetismo dell haarp, ch edite come possiamo misurarlo? qualcuno sà stabilire a che altezza del suolo incide sui valori normali?

    Quando l'haarp è in funzione su una zona specifica pensate che ci siano altri modi empirici per capirlo? segnali del cell? segnali televisivi disturbati? i segnali della tv satellitare?

    Mi ricordo ch eci fù un periodo quando usavo il modem analogico 56k, che funzionava male, poi mi dissero che era perchè il sole emanava delle onde elettromagnetiche, ci fù un bolllettino di vari giorni in anticipo... magari era perchè aevano dell'utillizzo dell haarp?

    O_o ok ho scritto un pò troppo e vaneggiando, ma mi stò arrovelando :P

    RispondiElimina
  14. il problema della sovrapopolazione per me e solo parziale cioe per quanto riguarda lo sfruttamento delle risorse primarie della terra....il resto e stato voluto o creato(attraverso i mass-media)a tavolino per esempio come si era gia detto in un post precedente sul fatto che il co2 non e la vera causa dell'inquinamento (ma diffuso attraverso scienziati pagati...)e le particelle emesse dalle macchine o dall'impianti di riscaldamento delle case(etc etc)sono di dimensioni sufficiente per essere fermate dall'organismo(danni si ma limitati)le nano-particelle emesse dagli inceneritori e oviamente dalle chemtrails sono troppo piccole e quindi sono devastanti, il nocciolo della questione e che come hanno ammesso i gestori degli inceneritori in italia non esiste una legge per il controllo e il divieto delle suddette!!! per me e intenzionale un popolo malato e facilmente manovrabile (oltre che una manna per i cartelli farmaceutici)ciao a tutti,voi che ne pensate?

    RispondiElimina
  15. @ dolcifabbro

    analisi breve e chiara che condivido.

    RispondiElimina
  16. Dolcifabbro, anch'io concordo con la tua analisi.

    Ciao

    RispondiElimina
  17. a proposito di api, ecco uno stralcio di un articolo del 2007 tratto da "scienza esperienza"

    "Un morbo di origine sconosciuta sta falcidiando le popolazioni statunitensi di api da miele, dalla California alla Florida, colpendo in alcune aree fino all'80% delle colonie. Il calo di api potrebbe danneggiare seriamente l'impollinazione delle coltivazioni a scopo alimentare."

    Oramai il virus è arrivato anche da noi; in Inghilterra pare che le Autorità non lo vogliano neppure riconoscere, creando sdegno tra gli apicultori rovinati.
    Si tratta di un virus sconosciuto (ma di palese origine chemtrails come la mucca pazza, la blue tongue, tutte le virosi delle colture agricole ecc ecc) ovviamente introdotto in modo criminale da chi vuole mettere in ginocchio l'agricoltura mondiale.

    E pensare che c'è ancora qualche cittadino che mi chiede a quale scopo tutto ciò è fatto.
    Difficile arrivarci eh?!
    I criminali sono bestie ma ancora peggio lo sono gli ignoranti cronici che fanno spallucce.

    Noto con molto piacere che prima di me trattarono l'argomento Straker e Zret.
    Mi sono permesso di dare una rinfrescatina anche perché, come ho già avuto modo di trattare qui, l'ecatombe di api prosegue indisturbata e un futuro "roseo" ci attende.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis