domenica 3 agosto 2008

A.R.P.A.: non vedo, non sento, non parlo

Non vedo, non sento non parlo. Il motto delle A.R.P.A. localiPubblichiamo una testimonianza di un lettore molto informato circa il ruolo delle A.R.P.A. (Agenzie regionali per la protezione dell'ambiente). E' evidente che tali agenzie sono a conoscenza dell'operazione "scie chimiche", ma... Da puntualizzare che il fine della modificazione meteorologica evocato nel testo è, in realtà, solo uno dei tanti scopi e neppure il più importante e sinistro. Appare inoltre curioso che uno dei più assidui ed operosi disinformatori sulla rete è un dipendente di un'A.R.P.A. locale.


"Sono riuscito a parlare a lungo con un paio di persone che lavorano all'A.R.P.A. (non preciso la regione, perché non vorrei mai che avessero problemi) in merito alla questione "scie chimiche".

Mi hanno riferito che le analisi compiute sui campioni che i tecnici analizzano quasi quotidianamente (acqua, aria e terreno) dovrebbero essere divulgate all'opinione pubblica e che ciò, per le persone che svolgono sul territorio questo genere di lavoro, sta diventando sempre di più un problema di coscienza. Mi hanno confidato che la questione chemtrails è di esclusiva competenza militare e che lo scopo di tali attività è quello di controllare il clima.

Quando ho chiesto perché questi dati non venissero resi pubblici, visto che i cittadini hanno diritto di sapere, si sono trincerati dietro il loro contratto che è una specie di "giuramento". Non possono rendere noti per nessun motivo al mondo i risultati ed i dati delle indagini che vengono condotte fuori e dentro la struttura, altrimenti rischiano di perdere il posto".



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE IL CANONE RAI

29 commenti:

  1. purtroppo che certa giente sa e tace e noto vedi enav e enac e il nucleo operativo ambientale dei carabinieri(sigh..propio chi ci dovrebbe difendere)questa e l'ennesima prova,chi vede commettere un reato e non lo condanna e criminale alla pari secondo me.....la loro testimonianza sarebbe decisiva...speriamo chi lo sa..... ciao a tutti!!!

    RispondiElimina
  2. ciao,penso che il lettore molto informato se ha buona coscienza dovrebbe fare in modo di incastrare i bastardissimi dell'arpa di quella regione( se poi deve tradire degli amici, beh deve fare una scelta), dice non vorrei mai che avessero problemi.(perchè?) è proprio li,che il tipo deve farsi un esame di coscienza. la cosa mi puzza un'po, ho l'impressione che tale rivelazione sia sperimentale, per verificare se ci si accontenta del solo fatto che le scie servano solo alla modifica climatica. se ci credessimo forse in tal caso pubblicherebbero i dati ? quelli reali ? arpa= maledetti corrotti!!!

    RispondiElimina
  3. Io avrei registrato, porca puzzola. Ad ogni modo, è solo questione di tempo. Il bubbone sta per scoppiare.

    In Germania il governo ha ammesso che il Morgellons è una patologia esistente, ma non solo! ha ammesso che il Morgellons è collegato alle chemtrails! Questa informazione mi arriva da una nativa teutonica e se trovo il documento originale ve ne renderò edotti.

    In definitiva, ripeto, è solo questione di tempo e le menzogne verranno sepolte da una scottante verità. Molte teste cadranno fragorosamente come noci di cocco.

    RispondiElimina
  4. forza gente, batti oggi e batti domani, si troverà il modo di far trapelare la verità anche senza per forza rendere nota la propria identità.
    Nelle agenzie che si occupano ufficialmente di ambiente ci sono sicuramente padri e madri di famiglia che tirano la carretta per 1000 euro al mese e che vorrebbero in qualche modo far scoppiare il bubbone come dice Straker.
    La cosa non può continuare in segreto ancora per molto e loro lo sanno.
    E sono certo che anche in altre stanze dei bottoni (NOE, Ministeri vari, addirittura aeronautica militare) qualcosa pian piano sta maturando.
    Non può ancora durare a lungo.
    Qui a Cagliari le scie non sono visivamente persistenti come quelle famose che conosciamo...
    hi irrora sa perfettamente che ormai troppa gente sa e troppa gente sta col naso all'insù...così hanno cambiato strategia di aerosol per non dare troppo nell'occhio.
    Ma non ce la fanno neppure così.
    Io, per esempio, riconosco le nuvolette artificiali risultanti dalle irrorazioni non palesi.
    Sono vecchio abbastanza e conosco, per averla studiata a fondo, la materia chimica, fisica e meteorologica e so riconoscere perfettamente i cumuli veri dalle nuvole chimicamente create ad arte.

    Hanno svegliato il can che dorme e lo sanno.

    RispondiElimina
  5. Serve gente decisa ed incazzata ed invece mi tocca assistere allo stillicidio di defezioni tra coloro che, sino a poco tempo fa, erano persone convinte di quel che facevano. Gente minacciata, persuasa in vari modi, spaventata, depressa, demoralizzata, magari comprata. Gente che si rifugia nella meditazione, convinta di poter combattere i demoni con la fratellanza e l'amore. Ma dove cacchio vivono? Non comprendono che qui non ci si può chiudere a riccio? Che non si può mettere la testa sotto la sabbia? Qui bisogna stringere i denti e combattere con forza quei bastardi. Altro che amore, meditazione e fratellanza! Qui si deve agire con forza ogni giorno di più, senza risparmiarsi, se vogliamo avere una sola possibilità di invecchiare.

    RispondiElimina
  6. Il problema è di una portata tale che, se dovesse veramente scoppiare il bubbone, l'intero sistema andrebbe in crisi. Tutti quelli al potere sanno ( anche il Vaticano).

    Situazione di una gravità tale che farebbe capire a moltissime persone che qualsiasi forma di potere è in realtà una forma di controllo, un guanto di velluto che maschera al di sotto una quantità di spine avvelenate.

    Faranno il possibile perchè ciò non accada. Non dimentichiamo che essi dispongono di quello che io definii un'arma assoluta e cioè dei media.

    RispondiElimina
  7. Senza dubbio. Il nostro primo ostacolo sono i media asserviti. Ciononostante posso confermarti che la gente si sta svegliando e chiede sempre più fortemente risposte. In queste condizioni proseguire con il cover-up diviene sempre più difficile e pericoloso. Non si può tirare troppo la corda senza pensare che si spezzi.

    RispondiElimina
  8. concordo pienamente con Straker, l'argomento chemtrails è sempre più frequente tra le persone della strada.
    E' pur vero che l'opinione pubblica è cronicamente imbottita di falsità dai media ma l'interesse, seppur con molto ritardo, è crescente.
    Prove palesi di mistificazione ne abbiamo continuamente.
    L'ordine di insabbiare la faccenda è chiarissimo visto l'affanno col quale loschi individui si prodigano per screditare i ricercatori indipendenti e chiunque abbia un briciolo di sale in zucca.
    Oramai sono diventati così prevedibili nelle loro fantasie mistificatrici che anche i più cocciuti stanno pian piano rendendosi conto di cosa sta accadendo.
    Gli avvelenatori lo sanno e, a prova di ciò, ne è perfetta comprova che le irrorazioni in questi giorni non sono perfettamente visibili nei cieli italiani strazzeppi di bagnanti (e io parlo in particolare della Sardegna dove la concentrazione di turisti è più alta che in altre zone).
    Ma io spiego anche questo agli ignari villeggianti e ai residenti...e molti già sanno, anche se come sempre i disinformatori privati (mediaset, sky-tv et altri) e pubblici (rai e carta stampata) si inventano qualsiasi cosa pur di dare una parvenza di "Alice nel paese....".
    Molte teste salteranno a breve, con gran botto pure...le poltrone scottano e traballano sotto il c... degli infami.

    RispondiElimina
  9. io preferirei perdere il posto e cercarmene un altro piuttosto che fare finta di nulla e girare la testa dall'altra parte.

    RispondiElimina
  10. tu che sei più informato sapresti dirmi quali sono le parti del mondo in cui le chemtrails ancora non sono arrivate? emirati arabi? africa? iran... sto seguendo un mio schema mentale per vedere dove mi porta... ma su questo punto non trovo informazioni...

    RispondiElimina
  11. L'Iran ha ancora il cielo azzurro (ancora per poco). Qualche tentativo di irrorazione in passato ha arrecato danni ad alcuni stupidi piloti.

    Brasile, Venezuela, Argentina, Cile... erano immuni sino ad un paio di anni fa, ma ora anche lì conoscono le "scie di condensa" che prima non si formavano. Anche lì la fisica è cambiata, con buona pace dei sciacondensisti.

    L'elenco delle regioni interessate dalle chemtrails è lunghissimo ed il paino implica la copertura globale. Considera che l'Africa subsahariana è stata oggetto di sperimentazioni sin dalla metà degli anni 80. Infatti sappiamo come poi sia andata a finire.

    In Libia le "scie di condensazione" non si formano, ma in Marocco, Algeria, Egitto etc. (a clima sovrapponibile), là si formano. Che strano...

    La Cina, fornitore principale delle materie trattate da diffondere nel mondo, fa uso massivo di chemtrails, soprattutto nelle zone popolate del Tibet. Le chemtrails, non dimentichiamolo, sono un'arma.

    Oggi come oggi, se vuoi non vedere chemtrails, devi recarti in aree spopolate, dimenticate, sperdute. In molti casi certe zone spopolate sono sì attraversate da corridoi civili, ma ciononostante le scie chimiche (definite di condensa) non sono presenti.

    Deve essere chiaro che la manipolazione climatica è un accessorio nel quadro delle operazioni di aerosol e spesso è una necessità logistica.

    L'obiettivo primario delle chemtrails sono gli insediamenti abitati. Vedi a tal proposito: "L’Aeronautica militare ti vuole L.O.V.: diffusione aerea di impianti biologici nel cibo, nell’acqua, nell’aria (di C. W. Palit".

    RispondiElimina
  12. Ah, dimenticavo... Artico ed antartico vedono scie chimiche all'orizzonte. Infatti, in sinergia con le emissioni H.A.A.R.P., miranti a riscaldare la ionosfera, stanno ottenendo gli scopi prefissati in quelle aree, con lo scioglimento dei ghiacci da imputare mendacemente alle emissioni di CO2.

    RispondiElimina
  13. sono stata in Slovenia e nemmeno lì c'erano...inoltre guardando le foto mio padre ha detto "guarda che belle nuvole che ci sono là, da noi non si vedono più nuvole così e il cielo così azzurro..."
    non serve aggiungere altro, no?

    RispondiElimina
  14. Credo che le scie chimiche ormai non esistano solo su Marte. Per ora.

    RispondiElimina
  15. mi pare di ricordare che l'Austria era esente da chemtrails...mi sbaglio?

    Comunque zret è sempre sarcasticamente realista e devo dargli ragione.
    Basterebbe che irrorassero "solamente" in una zona della Terra per causare irrimediabili cambiamenti pedoclimatici (perché anche i terreni agricoli stanno subendo irreversibili mutazioni) in tutto il globo.
    L'ATMOSFERA E' UNA.

    RispondiElimina
  16. ciao, volevo dire a cloucla ed a mike che sciano eccome in austria ed anche in slovenia, dove mi reco spesso per fare il pieno di benzina e di tabacco, avevo fatto proprio alcune foto a cave del predil dove si vede bene la scia che va verso la slovenia,effetivamente sciano un pò di meno (forse perchè non è molto popolata) in austria invece ebbi avuto per la prima volta l'occasione di vedere addiritura una sfera luminosa in corrispondenza della scia, quella purtroppo non l'ho potuta fotografare perchè ero in macchina in autostrada. ne avevo parlato in quei giorni su scie chimiche.org. austria ed slovenia sono paesi europei quindi nella stessa merda come l'italia purtroppo.

    RispondiElimina
  17. Loryyy, è come dici. U. E. significa Unione elettrochimica.

    Ciao!

    RispondiElimina
  18. grazie del contributo loryyy69, avevo letto qualcosa in merito ma evidentemente ho avuto un abbaglio...infatti mi sarebbe sembrato troppo bello...

    RispondiElimina
  19. si vede che ho beccato la settimana fortunata! ;P

    RispondiElimina
  20. Infatti. I paesi dell'est europeo che hanno avuto l'improntitudine di aprire le porte (politicamente) all'occidente, si sono fregati con le loro stesse mani.

    RispondiElimina
  21. A proposito di amministrazioni pubbliche reticenti...

    Questo è dedicato alle persone che nascondono la verità e, principalmente, agli attivissimi disinformatori.

    Sconsiglio la visione a persone impressionabili.

    RispondiElimina
  22. Circa l'Austria, si può rileggere Sci e scie.

    RispondiElimina
  23. http://www.tankerenemy.com/2008/04/sci-e-scie.html

    RispondiElimina
  24. Devo vivacemente chiarire il fatto che la Germania non ha riconosciuto il Morgellons come patologia - purtroppo!
    Io mi sono semplicemente confusa tra i termini "conoscere e riconoscere" che è una bella differenza per il diritto e la difesa del malato.
    Certamente ci si può muovere meglio essendo indirizzati bene.

    Un saluto teutonico a Straker :-)

    RispondiElimina
  25. ciao a tutti,
    qualcuno ha notizie di scie in Svizzera?
    Se si (ma sarà si di sicuro), avete qualche likn da darmi?
    Thanx!! :)

    RispondiElimina
  26. Ho realizzato questo video dopo un soggiorno in Svizzera: http://it.youtube.com/watch?v=_uHoxL8hd1k

    N.B. leggendo fra i commenti, qualcuno ha probabilmente risolto l'enigma dell'oggetto posto sulla parte anteriore dell'elicottero in questione sul suddetto filmato.

    RispondiElimina
  27. @ andrea

    grazie per il concreto e bel contributo che hai inserito su youtube.

    Dai commenti dei visitatori ho notato anche un elemento (un certo 1kevola) che si atteggia a conoscitore dei fenomeni meteo in montagna, come se gli altri fossero tutti studentelli che ammirano a bocca aperta le spiegazioni del professore.
    Che pena ragazzi.
    E che schifo.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis