sabato 16 agosto 2008

Scie chimiche? CARABINIERI TUTELA AMBIENTE. Dove trovarli

Per le vostre segnalazioni ai Carabinieri del N.O.E. sulle quotidiane irrorazioni clandestine, fate riferimento ai seguenti numeri di telefono ed indirizzi di posta elettronica. Dimostrate che ci siete e che non siete addormentati. Il N.O.E. ha il dovere di agire. E' suo compito istituzionale ed è vostro legittimo diritto esigere che tale organismo si adoperi in risposta alle segnalazioni dei cittadini.


Gruppo CC.T.A. Treviso 0422318030 ccgrptatvcdo@carabinieri.it
NOE Alessandria 0131235668 noealcdo@carabinieri.it
NOE Bologna 051553220 noebocdo@carabinieri.it
NOE Brescia 0303771519 noebrcdo@carabinieri.it
NOE Genova 01035605955 noegecdo@carabinieri.it
NOE Milano 022563303 noemicdo@carabinieri.it
NOE Torino 0118159390 noetocdo@carabinieri.it
NOE Trento 0461982077 noetncdo@carabinieri.it
NOE Treviso 0422424824 noetvcdo@carabinieri.it
NOE Udine 0432204720 noeudcdo@carabinieri.it
NOE Venezia 041920277 noevecdo@carabinieri.it
Gruppo CC.T.A. Roma 06660351 ccgrptarmcdo@carabinieri.it
NOE Ancona 071895747 noeancdo@carabinieri.it
NOE Cagliari 070402056 noecacdo@carabinieri.it
NOE Campobasso 0874483489 noecbcdo@carabinieri.it
NOE Firenze 055243386 noeficdo@carabinieri.it
NOE Grosseto 056420635 noegrcdo@carabinieri.it
NOE Perugia 0755287886 noepgcdo@carabinieri.it
NOE Pescara 0852058196 noepecdo@carabinieri.it
NOE Roma 06660351 noermcdo@carabinieri.it
NOE Sassari 079520002 noesscdo@carabinieri.it
Gruppo CC.T.A. Napoli 081261243 ccgrptanacdo@carabinieri.it
NOE Bari 0805533153 noebacdo@carabinieri.it
NOE Caserta 0823324153 noececdo@carabinieri.it
NOE Catania 095535511 noectcdo@carabinieri.it
NOE Catanzaro 0961792858 noeczcdo@carabinieri.it
NOE Lecce 0832391923 noelecdo@carabinieri.it
NOE Napoli 081668059 noenacdo@carabinieri.it
NOE Palermo 0916788076 noepacdo@carabinieri.it
NOE Potenza 097156312 noepzcdo@carabinieri.it
NOE Reggio Calabria 096528438 noerccdo@carabinieri.it
NOE Salerno 089304219 noesacdo@carabinieri.it



Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE IL CANONE RAI

7 commenti:

  1. Se almeno ci degnassero di una risposta,sembra che solo il cittadino ha il dovere di rispondere alle richieste da parte dello stato ma se è il cittadino a chiedere nisba anzi è gia tanto se non ci mostrano il dito medio.Ho mandato anch'io mail ma mai nessuna risposta.Siamo utili solo per pagare e votare per assegnare la carega a qualcuno che nemmeno conosciamo!
    La democrazia è sempre piu' un ricordo(ammesso che in Italia ci sia mai stata seriamente visto che siamo una colonia USA £ getta)
    Aggiungo che stamattina c'era un cielo splendido ora non piu' sono arrivati gli smerdaccioni.
    Un caro saluto a tutti.

    RispondiElimina
  2. E' uno schifo, caro Damocle. Se fossimo in tanti dovremmo attivarci xon un massiccio sciopero fiscale. Vedi allora come si svegliano.

    Comunque si intensificano le richieste di aiuto per malati di Morgellons in Italia. Il bubbone è pronto per scoppiare e qualcuno dovrà finire dentro per complicità in genocidio.

    RispondiElimina
  3. Infatti è inutile andare in piazza, avrebbero la scusa per farci pestare dalla polizia.Disobbedienza civile,sciopero fiscale e generale
    qualsiasi governo cadrebbe anzi andrebbe in crisi lo stato dalle fondamenta,mica si puo' mettere tutti in galera sarebbe fantastico un metodo imbattile.
    Spero che il bubbone scoppi prima possibile ,voglio proprio vedere come e con che faccia si giusrificheranno.

    RispondiElimina
  4. ottimo post, da mettere in evidenza.Grazie per tutto quello che fai.

    RispondiElimina
  5. Anche lo sciopero fiscale non servirebbe a niente. In circostanze eccezionali lo Stato esercita poteri eccezionali. Esso, come tutti sappiamo, è il Leviatano di cui parla Hobbes.

    Lo sciopero fiscale si può aggirare con degli espropri diretti a partire dai tuoi depositi in banca. Sanno quanti soldi hai e dove ce li hai. Basta pigiare qualche pulsante dal cervellone del Ministero delle Finanze o sui terminali nelle Caserme della Guardia di Finanza o delle varie Procure e in pochi attimi sanno tutto quel che gli serve sapere.

    Non temere, ogni scenario futuro è previsto, è stato simulato e tutto è pronto in vista delle peggiori evenienze.

    Nel frattempo le scie imperano ed il celo appare più che mai perennemente elettrochimico.

    Non sono un chimico ma francamente, nel caso della nostra atmosfera, non parlerei di plasma ma piuttosto di una soluzione gassosa fortemente ionizzata.
    Il plasma si ottiene solamente ad altissime temperature.
    Correggetemi se sbaglio.

    RispondiElimina
  6. Beh, paolo... prima o poi qualcuno saprà cosa fare.

    Riguardo all'atmosfera caricata positivamente, non è da escludere che in alcune sue aree sia abbastanza calda da essere trasformata in plasma. Altrimenti non si spiegherbbero i nuovi tipi di arma al plasma, appunto. tali perché sfruttano il medium adatto.

    Ricordiamo che i radar funzionano in una banda di frequenze compresa tra i 100 MHZ e 100 GHZ: il range tra 1 GHZ e 300 GHZ è quello dei forni a microonde! Gli impianti radar sono giganteschi forni usati per scaldare l’atmosfera, agitare le molecole dei gas in essa contenuti, incidendo, fra le altre cose sugli equilibri di piante, animali ed uomini e ledendo la biosfera?

    Questa sinergia tra onde ed elementi chimici, come ritiene anche il meteorologo californiano Scott Stevens, è presumibilmente all'origine di anomalie di vario tipo: nubi dalle forme grottesche, innaturali, improvviso disfacimento di cumuli, aumento repentino delle temperature, inaridimento della pelle [1] anche tra persone giovani e che non sono amanti dell'abbronzatura. Da non trascurare la sgradevole sensazione che molti provano di essere all'interno di un forno... a microonde. Spesso il cielo sembra una superficie che riflette la luce sicché anche quando il sole è offuscato dalla patina chimica, i suoi raggi abbagliano.

    RispondiElimina
  7. Siamo di fronte ad un progetto di portata globale che non ha precedenti nella storia dell'umanità. I nostri governi giocano contro le nostre vite, quindi, il primo modo per combatterli è dimostrare che non dormiamo. Telefonare, scrivere, chiedere spiegazioni alle ARPA, ai carabinieri, alle autorità aeroportuali, ai giornalisti, ai politici, ai giudici. Tenerli sotto pressione. Se fossimo in tanti, l'ideale sarebbe lo sciopero fiscale.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis