giovedì 27 marzo 2008

Stima trigonometrica della quota di un tanker chimico

Avevamo già ampiamente trattato, tempo fa, il problema inerente alla stima della quota di sorvolo dei velivoli impegnati nelle operazioni clandestine di aerosol. Il sistema valutato nel 2006 abbisognava di alcuni fondamentali parametri relativi al focale della macchina fotografica.

In questo caso vogliamo, invece, consigliare un metodo più rapido ma parimenti efficace. Il sistema è decisamente semplice e si serve di un dispositivo di osservazione che misura l'angolo di elevazione della macchina fotografica (o videocamera) rispetto ad una stazione di controllo posta ad una distanza nota dal punto di sorvolo (per il calcolo preciso della distanza sull'orizzontale si adoperi lo strumento - righello - per il calcolo delle distanze incluso in Google Earth) e richiede due persone: una che provveda alla ripresa del velivolo ed una che ne confermi visivamente il sorvolo sulla sua verticale.

Un tale sistema può essere molto semplicemente autocostruito e consiste, come si può vedere, in uno strumento costituito essenzialmente di un dispositivo per la determinazione dell'angolo di elevazione: a questo scopo può bastare la stampa fotografica di un normale goniometro scolastico ed un filo a piombo applicati allo strumento di ripresa. La figura qui di seguito mostra il principio geometrico su cui si fonda il metodo: L è il punto di osservazione, T è la stazione di controllo (la cui distanza da L è nota), R è il punto di massima altezza raggiunta dall'aereo, mentre alfa è l'angolo di elevazione che l'osservatore legge direttamente sul suo goniometro artigianale collegato alla videocamera.

Come si vede dalla figura, congiungendo ì tre punti L, T, R, si ottiene un triangolo rettangolo; in base poi ad un importante teorema di trigonometria, la tangente dell'angolo di elevazione alfa è uguale al rapporto fra l'altezza raggiunta dal velivolo (segmento L-R) e la distanza fra il punto di sorvolo e la stazione di controllo (segmento T-L). In simboli si può scrivere nel modo seguente:

Tg alfa = LR/TL

e da tale relazione possiamo ricavare la grandezza R:

LR = TL x tg alfa

Conoscendo cosi la distanza fra il punto di sorvolo e l'osservatore (TL) e ricavando dalla tabella (o con una calcolatrice trigonometrica) la tangente dell'angolo di elevazione alfa misurato, diviene facile computare l'altezza raggiunta dal velivolo. Un esempio pratico può essere utile nella comprensione di questo metodo: supponiamo che la stazione dì controllo si trovi a 1.960 metri dal punto di sorvolo e che l'angolo di elevazione della videocamera sia di 30°. Dalla tabella sotto riportata, possiamo leggere che la tangente corrispondente a questo angolo è 0,577. La soluzione è quindi molto semplice: basta moltiplicare il valore della tangente per la distanza fra l'osservatore ed il punto di sorvolo ovvero m 1.960. Il tanker chimico avrà di conseguenza sorvolato l'area a 1.960 x 0,577 = 1.132 metri.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

23 commenti:

  1. Eccellente idea, soprattutto per la sua semplicità!
    Bisognerebbe trovarne altre altrettanto semplici ed efficaci per impedire a questi tankers di volare sopra le nostre teste. Meglio ancora sarebbe se non potessero proprio decollare...
    Una volta individuati andrebbero attivate delle contromisure di disturbo elettromagnetico su tutto il territorio...non dovrebbero nemmeno potersi alzare dalle piste...
    Ma si sa, questa è l'idea, poi ci sono i militari di mezzo...
    Comunque ripeto, la semplicità è sempre la cosa migliore e sono convinto che esistano più metodi per mettergli i bastoni tra le ruote (o tra le turbine se preferite...)... niente violenza, non serve...solo informazione e strategia...
    Vorrei ricordare Linus Pauling, Chimico e pacifista, professore al Caltech, promotore della campagna contro i test nucleari, ricevette nel 1962 il premio Nobel per la pace: "Egli fece nascere la consapevolezza che i bambini muoiono per i test nucleari atmosferici. Bombe atomiche nell’atmosfera che il loro decadimento radioattivo hanno già portato alla nascita di decine di migliaia di bambini con malformazioni dovute a mutazioni genetiche. L’azione e il coraggio civile di quest’uomo hanno permesso di raccogliere 13.000 firme per una petizione nel 1962. Ciò portò all’abolizione dei test nucleari nel 1963. E' per quello che ottenne il Premio Nobel. Se si ha il privilegio di lavorare insieme a gente del genere si orienta la propria vita verso valori che non sono solo i soldi." (da http://www.disinformazione.it/intervistaRath.htm )
    Quindi tutto ciò che può portare alla luce certi fatti che ci danneggiano tutti è uno strumento potentissimo (anche un "semplice" calcolo trigonometrico)e dobbiamo esserne consapevoli e usare in modo deciso tali informazioni per salvaguardare Gaia e tutti i suoi abitanti.
    Bravo Straker!

    RispondiElimina
  2. Dici bene, caro albatross, ci vorrebbe un metodo semplice per impedir loro di irrorarci. A trovarlo...

    Ad ogni modo, quando i soliti bla bla bla parlano di quote di volo da capogiro (10000/14000 metri), se rispondiamo loro con materiale non confutabile a dimostrazione delle loro menzogne, allora il gioco per loro si fa difficile.

    Un mio amico mi ha riferito che, parlando con una persona addetta a settori militari, quest’ultima gli ha parlato di come in certi ambienti militari , o d’elite, si fa un discreto uso di N-acetilcisteina, per contrastare gli effetti dannosi che le scie chimiche provocherebbero all’apparato respiratorio. Però lo ha anche messo in guardia circa l’uso di acetilcisteina di derivazione chimica ( quella che si trova nello sciroppo Fluimucil)che non sarebbe efficace quanto quella di sola provenienza naturale. Altra chicca: da qualche mese quella di origine naturale è misteriosamente scomparsa dalla circolazione.

    RispondiElimina
  3. Cisteina
    La NAC o N-acetilcisteina è un precursore del Glutatione in quanto viene utilizzata
    dall'organismo per ricavarne Cisteina.

    Glutatione
    Il glutatione (l-glutatione) è il più potente fra gli antiossidanti prodotti dall’organismo.
    Combatte l’invecchiamento attraverso due vie principali: l’intestino ed il sistema
    circolatorio.
    Protegge le cellule, i tessuti e gli organi del corpo riuscendo a mantenerlo “giovane”.
    Il glutatione è una combinazione dei tre aminoacidi (tripeptide) cisteina, acido
    glutammico e glicina. Se associato al selenio, forma l'enzima glutatione per ossidasi,
    anch’esso con funzione antiossidante, ma a livello intracellulare.
    Il glutatione ha inoltre una grande capacità disintossicante grazie alla sua facoltà di
    legare i metalli pesanti e tossici quali piombo, cadmio, mercurio ed alluminio, per
    eliminarli dal corpo.
    E' più efficace della vitamina C nel migliorare l'utilizzo e la biodisponibilità del ferro,
    neutralizzando gli effetti tossici di alcuni agenti esogeni come i nitriti, nitrati, clorati, derivati
    del benzolo, derivati del toluolo, anilina etc.
    Questi elementi danneggiano l'organismo con un meccanismo insidioso: producono
    un'ossidazione del ferro trasformandolo dalla sua naturale forma ferrica (Fe3+) nella forma
    ferrosa (Fe2+) rendendo così il sangue incapace di trasportare l'ossigeno, causando
    inoltre un'aumento della metaemoglobina (dal 1/2% fino ad un livello a volte mortale del
    20/30%). Il processo di compromissione dell'emoglobina porta ad una sindrome ipossica
    3
    che causa la morte di tutte le cellule per asfissia, compresi i linfociti T4 (vedi sindromi da
    immunodeficienza, AIDS, etc.).
    Il glutatione migliora l'utilizzo degli aminoacidi cisteina e cistina, ed inibisce in tutto o in
    parte i dannosi effetti collaterali dovuti ad un'esposizione ad alte dosi di radiazioni,
    chemioterapia e raggi X. Elimina i radicali liberi che si formano dalla perossidazione dei
    lipidi che, causando la rottura di certe membrane, hanno un impatto negativo su DNA ed
    RNA e di conseguenza determinano distorsioni cellulari e disfunzioni biochimiche. Il
    glutatione impedisce inoltre che i radicali liberi si leghino alle proteine fibrose del corpo,
    evitando così l'indurimento e il restringimento del collagene (rughe, mancanza di
    elasticità nelle arterie etc.). Per questo motivo il glutatione mantiene sano e "giovane" il
    sistema circolatorio.
    Quanto al sistema immunitario, il glutatione è strettamente legato all'attività fagocitica di
    specifiche cellule polmonari e, insieme ad altri antiossidanti, protegge dagli eventuali
    effetti dannosi del fumo. Sua altra funzione è quella di neutralizzare i grassi pericolosi
    purificando gli alimenti che ne sono ricchi. L’aspetto che più ci riguarda è la capacità del
    glutatione di inibire i dannosi effetti collaterali dovuti ad un’esposizione ad alte dosi di
    radiazioni elettromagnetiche, esercitando così attività preventiva sulla degenerazione
    maculare.
    Alimenti ricchi di glutatione: avocado, cocomero, asparagi, pompelmo, patate, fragole,
    pomodori, arance, melone, carote, spinaci, pesche.
    Quando vengono cotte o riscaldate le verdure o la frutta il glutatione presente negli
    alimenti viene completamente distrutto.

    tratto da:
    http://www.otticafranceschi.com/download/ruolo%20dell'alimentazione%20nella%20funzione%20antiossidativa.pdf

    RispondiElimina
  4. Anche:

    http://www.bispensiero.it/index2.php?option=com_content&do_pdf=1&id=143

    RispondiElimina
  5. Grazie infinite Alexy dell'utilissimo contributo.

    Ciao

    RispondiElimina
  6. Ciao Straker e Zret, questo pregevole post capita proprio a fagiolo, già da tempo avevo preso in considerazione di acquistare una videocamera digitale (da spendere non più di 300 Euro), siccome sono ignorante in materia, vorrei chiedervi un consiglio su modello e specifiche; detto questo, non vedo l'ora di applicare nella pratica il metodo da voi descritto.

    Grazie e buona serata !

    RispondiElimina
  7. Bravo Alexy. Il cerchio si chiude.

    Prevengono l'effetto delle contrails?

    RispondiElimina
  8. Penso proprio di si! :-)

    Sto esaminando alcuni articoli in tesesco riguardanti le attivita´ svolte da Wilhelm Reich: usando un suo termine ed osservando la natura, stanno DOR-izzando il pianeta. Tra poco vi forniro´ la traduzione di alcune considerazioni fatte appunto da Reich. CIAO!

    RispondiElimina
  9. Ti consiglio la Panasonic VDR-D220EG-S.

    Il vantaggio rispetto alla concorrenza è rappresentato dallo zoom ottico potente e dallo stabilizzatore ottico. Infatti le altre videocamente dispongono di stabilizzatori elettronici denominati in vario modo, ma che sono un vero fallimento, impedendo in pratica di zoomare, se si vuol evitare tremolii assolutamente disastrosi.

    Registrazione MPEG2 su
    DVD-RAM / -RW / -R / -R
    DL da 8 cm
    Stabilizzatore ottico
    d'immagine O.I.S.
    Zoom ottico 32x - 1200 digitale
    Pure Colour Engine
    PictBridge
    Slot per SD /
    SDHC Memory Card

    RispondiElimina
  10. Un ulteriore smacco a chi pensava che questo tipo di ricerce non avrebbero poggiato mai su delle basi profondamente scientifiche e confutabili anche e soprattutto con quel "metodo scientifico" tanto caro a qualsiasi buon detrattore che si "rispetti" ;) . Ormai quello delle scie chimiche è diventato un fenomeno più reale e confutabile del vulcano di bicarbonato con cui gli studenti del primo anno di Liceo Scientifico si esercitano a distruggere mezza scuola :D .

    Che dire? Continuate così!


    (come detto anche prima sul sito di Freenfo, ho pubblicato sul mio blog una "scoperta" molto interessante in un videogioco, addirittura... e volevo avvalermi anche delle vostre conoscenze per venirne a capo in qualche modo, grazie mille e scusate questo "off topic")

    Alla prossima

    RispondiElimina
  11. Ciao Satira danzante, piacere di leggerti.

    Riguardo al sitema per la stima della quota, invito te ed altri ad applicarlo non appena possibile, al fine da creare una sorta di database che comprenda foto e relative altitudini di volo dei tankers chimici.

    Interessante l'argomento da te trattato nel post sul tuo blog. innumerevoli sono i condizionamenti indotti per mezzo di cinema, tv e videogiochi. La cosa non mi stupisce affatto.

    RispondiElimina
  12. Ciao a tutti!
    Solo una segnalazione: è quasi una settimana che non vedo più aerei lasciare scie di alcun tipo in cielo. Dove son finiti? DOVE E' FINITO IL TRAFFICO INTENSISSIMO DEI "VOLI LOW COST" DI MERCALLI E COMPANY? Al loro posto parecchi aerei che volano a bassissima quota (ben udibile il rombo e il loro colore arancione) che in apparenza non rilasciano alcuna sostanza...in apparenza.
    Guardate bene il cielo appena udite un rombo e vi accorgerete di questa situazione.

    RispondiElimina
  13. Ciao BACAB. Qui hanno ripreso dopo le vacanze di Pasqua. Poerelli, anche loro...

    A parte gli scherzi, si stanno impegnando assiduamente con scie non persistenti. Confermo la presenza a bassissima quota di velivoli bianchi con motori e timone di coda rossi, non segnalati (come gli altri velivoli) dal radar.

    RispondiElimina
  14. Ciao Straker, a proposito di aerei che volano a bassa quota, è da 3 giorni che ho notato la stessa cosa anche qui da me a Torino, quelli che appaiono in queste foto non hanno motori e timone di coda rossi, però, la cosa curiosa è l'assenza di contrassegni identificativi e finestrini riconducibili a un normale aereo di linea, il tutto è davvero molto strano...anche perchè da quando ho iniziato ad osservare il cielo, fino ad ora, non avevo mai visto velivoli del genere.

    PS
    Diavolo..! volavano davvero bassi, sembrava di essere all'aeroporto di Caselle.

    Ciao e buon fine settimana !

    RispondiElimina
  15. Ciao Niko. Eccezionale resoconto fotografico. Si tratta, molto probabilmente, di un KC-135. La versione in oggetto è quella con motori modificati per una maggiore silenziosità (guarda caso). Cosa ci fa a spasso per l'Italia senza contrassegni? Ed il pilota intervistato in Voyager, che spiegazione ci può fornire?!

    RispondiElimina
  16. bene, mi confermate che non sono folle, e che i miei occhi vedono quello che vedete voi

    aspetto le info di alexy sulla DOR-izzazione

    quanto alle quote basta usare accortamente gli occhi, ma la cecità non è negli occhi, è nella mente

    "Non esistono i fatti, ma solo le loro interpretazioni" dice Nietzsche

    RispondiElimina
  17. Ciao Corrado. Nessuna allucinazione e basta ora verificare. Pare che la matematica non sia un'opinione.

    RispondiElimina
  18. purtroppo persino al liceo scientifico gli studenti non sanno piu' calcolare i rapporti tra i lati dei triangoli simili

    la matematica STA DIVENTANDO UN'OPINIONE, ed è su questo che Loro contano, la gente non usa più la testa per fare i conti, tanto c'è la calcolatrice, c'è il computer ...

    RispondiElimina
  19. Ciao Straker, alla mia testimonianza aggiungo anche questo:
    Nel giro di un' ora (tra le 13:00 e le 14:00) ho contato ben 4 passaggi e tutti a bassa quota.
    Confermo: il rumore prodotto dai motori era davvero lieve se paragonato a un normale aereo di linea.
    [...] KC-135 con motori modificati per una maggiore silenziosità...
    Ora è tutto chiaro, grazie Straker !

    Il pilota intervistato in Voyager, come unica spiegazione può solo ripetere a pappagallo le frasi preconfezionate preparate dai suoi superiori; oltre al volo, sono addestrati anche a questo.
    A domande scomode: negare, negare, negare sempre...è una tecnica psicologica.

    Un'altra cosa: dimmi te se dobbiamo essere noi, comuni cittadini, a fare il lavoro dei giornalisti impiegando tempo e risorse personali... poverini, probabilmente sono troppo impegnati a raccontare i ca..i dei vip e fare pubblicità ai politici depistando i più da ciò che sono i veri problemi, che mondo folle !

    Ciao Straker !
    Ciao Corrado !

    RispondiElimina
  20. Guido Guidi: "Velature in transito sulla Sardegna"...

    Forse voleva dire: "Aerei chimici in transito". Ma va beh... si è sbagliato, poverino.

    RispondiElimina
  21. Come fate a sapere la posizione della proiezione a terra della posizione dell'aereo?

    RispondiElimina
  22. Se ci arrivi da solo ti regalo il mongolino d'oro.

    RispondiElimina
  23. Il 7 e l'8 aprile dalle 22.00 alle 22.30 sulla provincia di rimini da 2 a 4 caccia F16 (suppongo) hanno sorvolato continuamente il territorio con traiettorie circolari. La loro posizione era contrassegnata da evidenti flash di incredibile intensità.
    Di conseguenza ieri e oggi solo nebbia, tanta nebbia.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis