mercoledì 19 marzo 2008

Dopo la pioggia il virus che causa nausea e vomito (articolo del quotidiano La Stampa)

Il quotidiano La Stampa ha pubblicato, in data 18 marzo, un articolo che mette in correlazione, sebbene con i consueti modi dubitativi, tipici dei media di regime, le piogge cadute recentemente nella Liguria occidentale con una strana epidemia di origine virale. Il consiglio di non bagnarsi, qualora piova, insieme con le altre considerazioni dell'articolo Piogge pericolose? si rivela fondato alla luce di questa notizia. D'altronde basta un semplice ragionamento: se ogni giorno vengono diffuse in tutto il mondo nell'atmosfera tonnellate di elementi chimici e di agenti patogeni, è inevitabile che, con le precipitazioni nevose e piovose, questi veleni cadano, prima o poi, al suolo per diventare possibili focolai di patologie. Un'esortazione: in caso anche di una breve acquerugiola, conviene uscire con l'ombrello.

Ringraziamo l'amico Andrea per la preziosa segnalazione.






Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

24 commenti:

  1. da noi tali sintomi che hanno riguardato tutti noi,eccetto per il vomito,sono comparsi in autunno....
    sto pensando alla pubblicazione in "informazione.it" dell'infimissimo,che l'ha fatta coincidere con la trasmissione Voyager.......
    da noi queste persone vengono definite INFAMI!che è un aggettivo molto pesante!ma che è leggero a confronto di quello che si merita!
    ciao STRAKER,ciao Zret
    angela

    RispondiElimina
  2. dunque...prima si dice che non sfugge nulla,che tutto il traffico è sotto controllo...poi si afferma candidamente il contrario!che c'è una parte non soggetta a controllo!
    ho capito bene?
    se ho capito bene....lascia sottindere,che non sono o non possono essere controllabili!così è stato messo un prezioso tassello!
    come timido inizio,mi sembra che possa andare...o no?
    ora gli ufo!avranno più spazio e più risalto,è il loro momento in tv!
    in attesa di altri più sostanziosi commenti,vi auguro una buona...
    notteee!......
    angela

    RispondiElimina
  3. ciao a tutti,dove posso vedere la puntata di voyager di ieri.
    come e andata???
    hanno tagliato ???
    saluti

    \_x_/

    RispondiElimina
  4. E' così. Hanno tagliato alla grande, ma d'altronde era prevedibile. Ne parleremo sul blog e vedremo se si riuscirà a tornare da Decollanz. Ad ogni modo, nel complesso, è ancora andata bene. Chi non è completamente stupido, capirà.

    RispondiElimina
  5. Riporto quanto scrive l'amico menphis75...

    Ciao rosario,

    è stato pessimo, credo che se anche vi dovessero chiamare,
    non vale la pena più accettare, xchè farebbero più danni che informare..
    :-/

    ho messo questo msg. alla mia lista..

    Come ho già accennato non guardo più la TV,
    ma stesera ho fatto uno strappo dato che l'amico Rosario Marcianò era per la prima volta su Voyager.

    E' stato uno schifo,
    non lo hanno fatto parlare per nulla,
    commentato da quelli di voyager i video, anzichè da lui,
    ed ho saputo che hanno tagliato molte parti.

    Credo che non dovrebbero più accettare di ritornare a quel programma, perchè anzichè informare,
    faranno più danni, visto dietro vi è la mano occulta di Voyager e chi vi è dietro..

    Delussisimo son stato, seppur mi aspettavo dei tagli,
    ma non è schifezza del genere..

    Avevo anche inviato degli sms agli amici per vedere il programma, ma credo che chi lo avrà visto la prima volta,
    per quel che hanno detto e mostrato, non avranno capito nulla e non crederanno, anzi, sarò creduto più pazzo di prima..

    Voglio invece ringraziare il programma REBUS di Maurizio Mollanz, che non ha paragoni per ciò che hanno mostrato
    nelle loro puntate, quella è INFORMAZIONE!

    Proprio dal giorno alla notte tra RAI e ODEN TV

    RispondiElimina
  6. Ciao Straker! E' vero hanno fatto schifo nè una citazione al morgellons(che credo tu abbia fatto)neanche a dire che si può cambiare il clima,,,,,visto il video del tg2 riferito alla Russia
    Ciao

    RispondiElimina
  7. ...per me anche è andata bene..sono daccordo con Starker Mitico e dovutamente realista per essersi rivolto a,spero,qulche milione di persone!
    Sono stato molto colpito da Giacobbo,bravo anche lui,ha parlato MOLTO MOLTO BENE,nei primi 10 minuti!
    Poi quando ho visto i "militari"ho capito che si doveva dare la parola anche al "potere".
    Ammazza il pilota del tornado e l'uomo ENAV,etc...obbligati a dire il falso!!....SOTTOMESSI!
    Vero quel che si è sentito:
    non sono obbligati a intervenire in zone di volo non controllabili...si sono CONTRADDETTI!!...poveracci!!

    Credo che molti (chi ci è arrivato),si siano almeno convinti che il clima è manipolabile.

    2 cose:
    stamani alle 05.30,nel bar dove consumavo un caffè,sentivo parlare di piogge scarse..alchè ho alzato un po' la voce (tra i dormienti mattutini,me compreso) dicendo di ricordarsi che siamo sotto manipolazione climatica,tra la gente 2 finanzieri di turno!

    la seconda (strana): stamattina durante il lavoro forse una coincidenza..mi si apre nel cervello una parola che mi ripeto decine e decine di volte,come un refrein,ma mi rimane sempre fino al pomeriggio : Pratica di mare...mahh!

    Straker sei il portabandiera (col tuo stemma) TANKER ENEMY italiano!
    w w w

    RispondiElimina
  8. C'era da aspettarselo da Voyager!
    non so quanto sia stato tagliato,di certo per Straker è stata una toccata e fuga....
    resta il fatto che cmq se ne sia parlato!...
    con la Rai bisogna sempre accontentarsi!(io non più)però è la RAI! e se ne parla lei, vuol dire che qualcosa c'è!,almeno così la pensa la gente che segue regolarmente quel programma e che crede di acculturarsi!quindi serve almeno a far cadere un semino!a mettere una pulce nell'orecchio...è l'unico ruolo che le riconosco!
    va bene così!
    meglio che niente!
    angela

    RispondiElimina
  9. Eh sì, la storia dei voli non obbligati a segnalare la loro presenza o il piano di volo è veramente da segnare sul calendario. Caso vuole, il mio intervento sui riscontri del radar airnav è stata tagliata. Vuoi vedere che non è una verità da raccontare?

    Certo... avrebbe messo in difficoltà i vari piloti e meteorologi di turno.

    Non parliamo poi dei dettagli sulle quote riscontrate e sul fatto che lo stesso aereo che ha descritto il tipo in divisa, forma delle scie attaccate ai motori e che quindi non possono essere contrails, visto che per essere tali dovrebbero essere staccate una ventina di metri dai turbojets. Gaffes micidiale da parte di un cosidetto esperto.

    Datemi un po' di tempo e li sistemo!

    RispondiElimina
  10. Straker, complimenti per la trasmissione. In questo momento credo sia un buon risultato, anche se tutti avremmo voluto vedere di più!

    La calma è la virtù dei forti!

    RispondiElimina
  11. Non ho visto la puntata di Voyager (proprio per risparmiarmi i mal di pancia).
    Questa cosa delle piogge mi sta mettendo una certa irrequietezza, visto che mi è capitato di correre sotto la pioggia quest'anno. Sapendo della possibilità di beccarmi chissà che, appena finito mi lavavo più che meticolosamente.
    Ormai bisogna vivere in funzione di quelle porcherie perchè non si sa nemmeno cosa possono provocare!

    RispondiElimina
  12. Usiamo la nostra testa e restiamo lucidi. E' solo l'inizio.

    RispondiElimina
  13. Mai mi sono vergognato tanto di aver detto di guardare la tv a parenti per assistere a quella IMMONDIZIA.

    Che giacobbo e tutti i filistei se ne vadano a farsi un giro ad quota con il supporto dell'aeronautica và...

    Straker ridicolo il modo in cui ti hanno tagliato, ma sei grande come sempre!

    RispondiElimina
  14. ma dai ragazzi...l'ho guardato anch'io ieri sera e penso che siano stati formidabili, ok potevano fare di più ma ragazzi non possono sbilanciarsi più di tanto..è già un miracolo che ne abbiano parlato!!e a mio modo sono stati troppo sintetici ma pensiamoci un attimo: l'argomento è enorme!!!ci hanno dedicati un oretta scarsa su due ore del programma..e poi in primissima serata (ok c'era il campionato ma penso che molta molta gente abbia visto,compresi quelli che lavorano con me:proprio ora ne stanno parlando in catena di montaggio;))..
    ripeto, secondo me l'argomento è gigante; secondo me è un gran passo, ok hanno intervistato quel PIRLA di meteorologo che ora mi sfugge il nome, smentiva tutto spudoratamente, persino un cretino avrebbe capito che non era proprio chiaro (e poi sulla parte finale del discorso ha "deglutito" vistosamente..gesto che indica disagio nell affrontar l'argomento)..

    Poi mi dissocio dall'opinione di menphis75... quando dice:
    ""..Credo che non dovrebbero più accettare di ritornare a quel programma, perchè anzichè informare,
    faranno più danni, visto dietro vi è la mano occulta di Voyager e chi vi è dietro..""
    NBEH MA PERCHèè??no no senti STRAKER hai tutte le mie congratulazioni!!!

    la verità come la cacca viene a galla prima o poi...ora sta risalendo!!

    RispondiElimina
  15. Un programma di mamma Rai è per forza di cose un programma 'politically correct'.
    Non è stato poi così malvagio riguardo alla quantità di informazioni rilasciate allo stato grezzo.
    Hanno ovviamnete glissato alla grande. Di certo non potevamo aspettarci delle accuse precise agli Usa, alla Nato, alla setta degli Illuminati. I militari hanno fatto schifo e si capiva lontano un miglio che stavano imbrogliando e che cercavano di nascondere la verità, soprattutto il responsabile del meteo.

    Il comandante pilota si è poi tradito quando ha affermato che
    ' i velivoli della nostra Aeronautica Militare non rilasciano scie', la cui traduzione è ' non sono i nostri velivoli che rilasciano scie ma quelli della Nato'.

    Programma informativo ed estremamente capzioso al tempo stesso e talmente raffinato da un punto di vista psicologico da far pensare che sia stata per lungo tempo meditata la successione delle sequenze.
    In pratica l'informazione funziona così: io ti segnalo un problema ormai evidente, tu spettatore ti chiedi qual' è la risposta e io te la fornisco implicitamente, ma senza dirtelo apertamente, nella sequenza successiva. Si tratta di dire e non dire al tempo stesso, cosa non poi semplicissima.

    Nessuna affermazione esplicita è così stata fatta, nemmeno quella secondo cui le scie chimiche esistono. In pratica si cerca di fare in modo che l'uomo della strada sporadicamente le noti, capisca che esistono ma non tragga alcuna conclusione definitiva.

    Al limite una risposta l'hanno anche data e cioè che 'le scie chimiche servono a proteggerci dall'effetto serra'.
    Come a dire ' se vi stiamo facendo del male, in fin dei conti è per il vostro bene. Non preoccupatevi, vegliamo su di voi'.

    E' dunque in atto una forma di 'disclosure' alla loro maniera. Ad esempio mai ci saremmo aspettatti, solamente un anno fa, di vedere un servizio alla tv di stato su tale fenomeno.
    A tale meccanismo di rilascio controllato di informazioni appartengono anche gli appelli alla creazione del NWO che ci provengono ormai da da lungo tempo da Papi, Presidenti Usa, Capi di Stato (come Napolitano). Da ultimo disponiamo addirittura di libri 'ufficiali' come quello di Tremonti che ci racconta le sue verità, pienamente distorte com'era ovvio attendersi.

    Immagino che altri aspetti della 'disclosure' in atto verranno alla luce del sole a breve.

    In conclusione possiamo affermare che l'acquisizione della piena consapevolezza dei fatti rimane un fenomeno d'élite. L'uomo comune, anche colto, non disponone della sufficiente intelligenza e scaltrezza per capire come 'gira'.

    I poteri forti, se gli chiedi un pezzo di pane per mangiare, te lo daranno avvelenato e se chiedi da bere ti daranno un bicchiere di acqua inquinata da metalli pesanti. Nulla bisogna aspettarsi da tale gente per sua natura corrotta ed in definitiva figlia del Demonio.
    Fuori dalla mia finestra i problemi rimangono: non piove più ed i canali di irrigazione sono melmosi od asciutti, le api sono scomparse, il cielo presenta nel cento per cento dei casi unn aspetto 'chimico', assolutamente artefatto.
    Il ciclo storico-cosmico nel quale siamo inseriti anèla alla sua ineludibile conclusione.

    RispondiElimina
  16. Immagino chi si avvicina la prima volta con una certa consapevolezza all' argumento indotto da un servizio come quello di "Voyager" e ricordo il graduale affacciarmi alla questione delle scie tempo fa.Era un graduale entrare e approfondire e spaventarsi anche nel incontrare una complessità immensa della questione.Dall'inizio mi sentivo "accompagnata" nella ricerca da Straker e ringrazio per il suo grande impegno.
    La presentazione ieri considero un ottimo inizio. Bisogna vedere e valutare da tanti punti di vista. Non certo si può misurare dal punto di vista di chi si occupa da tempo del problema.Straker è stato presentato a un vasto pubblico in veste di serio ricercatore ed è stato una buona introduzione.Credo che per chi ha fatto una trasmissione in un panorama avvelenata da paure e minaccie abbia fatto un ottimo lavoro.Bisogna tenere conto che sia un salto quantitativo ed armarsi di senso di realismo e di rispetto anche per chi si espone in prima persona E per chi riceve la prima volta in modo compatto informazioni poco confortanti.I militari non hanno dato grandi rassicurazioni e con la sigla del complotto militare per chi sa fare i conti non si può aspettare da loro eventuali chiarimenti. Quindi ci vorrà approfondimento attraverso scienziati imparziali e penso che il conduttore abbia lasciato aperto un seguito in questa direzione.Personalmente ero sollevata. Mi espongo in maniera personale e senz'altro la trasmissione non ha ostacolato il lavoro.Complimenti a Rosario e grazie di cuore. Per chi ha avuto una introduzione nell'argomento ha avuto da masticare non poco. Ciao

    RispondiElimina
  17. Straker, come commenti questo:

    http://giornidiordinariafollia.blogspot.com/

    In risposta/a conferma delle considerazioni finali del post di PAOLO vi invito a leggere questo breve articolo:

    Cagliari: avvistati 15 pellicani nel parco di Molentargius

    Quindici esemplari di pellicano sono stati avvistati nel parco di Molentargius-Saline-Poetto, la zona umida protetta nell'hinterland di Cagliari. L'avvstamento è un evento rarissimo in quanto questa specie di uccelli non ha rotte migratorie che attraversano il territorio italiano. I pellicani sono stati notati fra le acque dolci del parco il pomeriggio del 7 febbraio da un gruppo di operai ed il giorno successivo le guardie forestali hanno documentato l'evento filmando gli uccelli.
    Gli ornitologi stanno approfondendo le ragioni di questa insolita presenza. E' ipotizzabile che l'arrivo dei pellicani sia dovuto al mutamento delle condizioni climatiche. Altri tre pellicani erano stati avvistati tre giorni fa nella zona di Castiadas, lungo la costa sud-orientale dell'isola, ma in seguito sono stati trovati morti. Sulle cause ancora sconosciute sono in corso gli accertamenti dell'Istituto zooprofilattico, ma si esclude possano essere attribuibili all'opera dell'uomo. Si presume che gli uccelli - hanno spiegato in una conferenza stampa dal direttore del Parco Mariano Mariani e dal presidente Gigi Ruggeri - possano essere arrivati dal Nord Africa o dall'Europa Orientale. L'ultimo avvistamento documentato di questa specie nella zona di Molentargius si era verificato otto anni fa e aveva riguardato una coppia.
    L'eccezionalità dell'evento é legata non solo alla presenza di questa specie ma al loro numero consistente che fa pensare si tratti di animali selvatici e non, come spesso accade in questi casi, sfuggiti alla cattività. Quest'evento conferma l'importanza della Sardegna e delle sue zone protette dove la fauna e la flora trovano le condizioni ideali per vivere. Nella zona umida del cagliaritano sono presenti circa 180 diverse specie avifaunicole, circa due terzi di quelle presenti in Sardegna e un terzo di quelle europee.
    Il presidente del consorzio Gigi Ruggeri, parlando durante la conferenza stampa, ha rivolto un appello alla Regione per continuare, magari aumentandoli, ad erogare gli investimenti che consentono di mandare avanti l'attività del parco poiché la gestione ordinaria richiede almeno 1 milione 400 mila euro all'anno.

    Fonte: http://www.parks.it/rassegna.stampa/dettaglio.php?id=8691


    Intanto continua a NON piovere, i canali sono secchi, le api scomparse, le rondini non tornano, ecc.

    RispondiElimina
  18. In verità la trasmissione mi è sembrata abbastanza neutrale. Certo non si è insistito abbastanza sulle QUOTE osservate o sul controllo del traffico aereo, ma d'altra parte quando si intervistano degli enti ufficiali certamente questi affermeranno di avere tutto sotto controllo. Di certo non sentiremo mai affermazioni del tipo "Sì, abbiamo tutto sotto controllo, ma ogni tanto un occhio lo chiudiamo, sapete com'è: siccome abbiam perso l'ultima guerra e siamo pieni di debiti con altre nazioni il transito clandestino di velivoli ci scappa sempre... ma non vi preoccupate, tanto non succede niente" (vedi l' "incidente" di Ustica)

    Beh, chi è curioso si informerà meglio, chi ha altro a cui pensare continuerà a guardare solo la televisione....

    Ottimo lavoro, CIAOOOO!

    RispondiElimina
  19. Axlman e soci non hanno altro da fare? No, sono semplicemente pagati per delegittimarci attraverso il dileggio, la calunnia, la diffamazione. Non lesinano minacce, ma... "a noi che ci frega?".

    Auguro a codesti venduti tutto il bene possibile. Eppoi... a gente che si nasconde, che importanza puoi dare?

    Un consiglio:

    Se li incontrate, non considerateli, perché il fetore delle loro menzogne è direttamente proporzionale all'attenzione che ricevono.

    RispondiElimina
  20. "Se li incontrate, non considerateli"

    giusto Straker!ieri sera non ne ho potuto fare a meno,oggi il nuovo offensivo articolo lo ignoro!....
    troppo brodo!...quello che dovevo dire l'ho detto,tra l'altro non ha replicato!...strano!
    Non sono daccordo con Menphis,proprio no!bisogna tornare ad insistere con Voyager,così come ha promesso Giacobbo(?)......
    vuoi mettere quante pecore ha Odeon,e quante la Rai?
    che si fa, ce lo vediamo noi e noi e i figli nostri?
    il problema "comunque affrontato" deve raggiungere la massa!....
    con Giacobbo bisogna insistere, altro che lasciar perdere!mi meraviglio di Menphis!
    ho ricevuto due telefonate,da persone,scettiche,con le quali non mi sento spesso,ma che avevo avvisato...rimaste un po' deluse!ho spiegato come è andata!....ma
    ciò conferma L'EFFETTO RAI!...ovvero l'effetto curiosità-interessamento!
    sono certa che a seguito della trasmissione, molti saranno andati a cercare nel web!
    e questo l'effetto che produce!!!!...la ricerca...hai detto niente!
    un caro saluto a una persona che da niente ha fatto tanta strada, è riuscito a raggiungere almeno uno scopo che per ora è Voyager...poi si vedrà....magari un TG!
    ciao Straker e ciao Zret!
    angela

    RispondiElimina
  21. Le api, così come le farfalle, le salamandre, le rane ecc. sono
    eccellenti indicatori della salute di un ecosistema, la misurazione della loro ricchezza ed abbondanza nel territorio fornisce informazioni di vitale importanza riguardanti la stabilita’ dell’ecosistema stesso.
    Quando gli animali spariscono è sempre brutto presagio, 20 anni fa vivevo in montagna, esercitavo l'apicoltura razionale e l'agricoltura biologica, a primavera avevo i poggi pieni di farfalle, spesso vedevo le salamandre pezzate e le marroni che uscivano allo scoperto dopo un acquazzone, così come il sorprendente insetto stecco. Sono tornato varie volte in quel sito ma non sono più riuscito se non molto sporadicamente a vedere qualche esemplare di Aglais urticae (prima ne vedevo a centinaia) e tanto meno esemplari di Gonepteryx che trovavo sui cavoli.
    So da amici apicoltori che l'anno scorso sono stati costretti a massicci utilizzi di antibiotici.
    Pensateci quando acquistate del miele.(acquistate solo prodotto italiano e vergine integrale di certa e seria provenienza)

    la natura prenderà una gran batosta prima che sia tutto finito, ma verrà risorta. Guai agli avvelenatori e ai giuda. Non sanno cosa l'aspetti, se potessero immaginarlo anche lontanamente direbbero già adesso “montagne cadeteci addosso”

    ciao a tutti!


    un abbraccio nella luce, Dio è ancora sul Trono
    Giona

    RispondiElimina
  22. Ciao a tutti. Scusatemi per la colpevole assenza, ma oggi, causa impegni di famiglia, è stata una giornata infernale.

    Cercherò di recuperare leggendomi tutti i commenti.

    RispondiElimina
  23. Toh, si è rifatto vivo uno dei più grossi disinformatori italiani.

    L'operazione di disinformazione da loro intrapresa sta avendo un picco, a seguito degli ultimi sprazzi di informazione seria che i media, per una strana opportunità, hanno concesso.

    Probabilmente questo è solo l'inizio di una battaglia mediatica che vede ovviamente loro in vantaggio di mezzi.

    Ciò è chiaramente indicativo della loro incapacità di controllare completamente la situazione, che sta uscendo dalla loro portata.

    Hanno sottovalutato le persone, considerandole alla stregua di materiale manipolabile, come sempre hanno fatto nella storia.

    Sicuramente le persone che riescono a vedere le realtà capiscono ciò che intendo.

    Questa è una guerra subdola contro le popolazioni innocenti.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis