giovedì 24 gennaio 2008

Le rivelazioni di Richard Dolan

Richard DolanRichard M. Dolan è uno storico, giornalista ed ufologo statunitense. Il suo ultimo libro, che non è stato tradotto in italiano, si intitola UFOs and the national security state. Il saggio, con una prefazione di Jacques Vallée, il celebre ricercatore che propugnò l'ipotesi parafisica, contiene scottanti informazioni su oggetti volanti non identificati, strategie governative di copertura ed infiltrazione, esperimenti sulla popolazione ignara, scie chimiche, controllo mentale... Nell'ultimo numero della rivista Area 51, sono riportati stralci del testo scritto da Dolan, all'interno di un articolo a firma di Laura Knight-Jadczyk, Gli Ultraterrestri e l'11 settembre. Questi brani sono molto interessanti, perché sono spesso conferme di ipotesi formulate da vari studiosi in altre nazioni ed in maniera indipendente sulla base di indagini e di osservazioni.

Tra le varie agenzie segrete operanti negli Stati Uniti, la Weather underground si occupò del controllo mentale. "In seguito agli studi del Dr José Delgado furono eseguite stimolazioni elettriche sul cervello. Questo comporta l'impianto di elettrodi nel cervello e nel corpo per controllare la memoria, gli impulsi e le sensazioni del soggetto. Inoltre la stimolazione elettronica del cervello può provocare allucinazioni, paura e piacere... Nel 1968 George Estabrooks, scienziato al servizio dell'Intelligence, si lasciò andare ad alcune indiscrezioni con un giornalista del Providence evening bulletin: "Il segreto per ottenere una vera spia o un vero assassino consiste nella creazione di personalità multiple con l'aiuto dell'ipnosi".

Dolan documenta come le organizzazioni di Intelligence negli Stati Uniti e molto probabilamente di altri paesi che agiscono di concerto con loro, hanno diffuso agenti biologici su città americane, iniettato plutonio ed il batterio della sifilide su esseri umani, perpetrato assassinii politici e golpe, manipolazione mediatica, assoluto e costante inganno sugli U.F.O.

Secondo lo studioso: "Nei primi anni 70 erano già disponibili i mezzi per alterare gli stati d'animo di persone ignare. Un trasmettitore tascabile, che genera energia elettromagnetica ad almeno 100 milliwatts potrebbe farlo. Nel 1972 il Dr Gordon Mc Donald testimoniò davanti alla House subcommitee on oceans and international enviroment in merito alle armi elettromagnetiche usate per il controllo ed il disturbo mentale. Egli afferma: "L'idea fondamentale era di creare, tra la ionosfera elettricamente carica e gli strati conduttori della superficie terrestre, onde elettriche (elettromagnetiche n.d.r) modulate sulle onde cerebrali, di circa dieci cicli al secondo. Si possono produrre cambiamenti nei modelli comportamentali. L'anno seguente il Dr Joseph C. Sharp del Walter Reed hospital, mentre si trovava in una stanza insonorizzata, poté udire delle parole trasmesse tramite audiogramma ad impulsi di microonde. Le parole gli vennero trasmesse senza l'impianto di alcun apparecchio elettronico di traduzione, ma si trattò di una diretta trasmissione al cervello. Considerate la ionosfera carica elettricamente nella parte superiore dell'atmosfera e gli strati superiori della superficie della Terra, in termini di scie chimiche."

L'ultimo periodo è quanto mai eloquente.



Articolo correlato: C. W. Palit, Scie chimiche: il controllo psicotronico della popolazione, 2007

6 commenti:

  1. Mmmmhhhh...
    tra le tante ipotesi la metterei questa in terza o quarta posizione.

    Spesso sciano in pieno mare o oceano con aerosol localizzati..

    E' davvero difficile capire qualcosa per la miseria tra le tante notizie, secondo me, fatte trapelare di proposito.

    Non si capisce più niente, ma è proprio ciò che ci spinge sempre più ad andare avanti! ;-)

    RispondiElimina
  2. Ciao. L'aerosol è polifunzionale. Nessuna ipotesi esclude necessariamente altre.

    RispondiElimina
  3. Ma tutte queste cose (manipolazione mentale, cover up etc) le fanno perchè non vogliono farci conoscere la Verità o perchè sono comandati da "qualcuno" e, avendo venduto l'anima al diavolo, obbediscono e basta?
    Scusate la confusione ma a volte è più facile scoprire cosa fanno piuttosto che il perchè lo fanno.
    Un saluto a tutti!!

    RispondiElimina
  4. Tursiops, tutt'e due le spiegazioni sono valide. Essi vogliono nascinderci dimensioni invisibili, soggiogarci anche per semplice sadismo ed operano al servizio degli Arconti. Molte verità sono nei Vangeli gnostici e negli scritti di Valentino e Basilide, maestri gnostici.

    Ciao

    RispondiElimina
  5. Chi sono gli Arconti?

    Nella Lettera agli Efesini, Paolo torna sull’argomento con parole più perspicue: “La nostra lotta non è contro la carne ed il sangue, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro gli spiriti del male sparsi nell’aria”. Per questo brano valgono le osservazioni precedenti; inoltre la citazione di Principati e Potestà implica una visione singolare di tali esseri, concepiti come demoni che, secondo l’opinione degli antichi , governavano gli astri e, per mezzo di essi, il cosmo. Infatti, in seguito, pur tra numerose ambiguità e dubbi, alcuni di tali demoni diventarono angeli. D’altronde, angeli e demoni in Paolo sono creature non del tutto distinte, in ogni caso non contrapposte, come si evince da alcune affermazioni.

    Infatti, nella Lettera ai Colossesi, l’autore galvanizza i destinatari, dicendo: “Nessuno prenda partito contro di voi, compiacendosi nelle misere pratiche del culto degli Angeli, facendosi avanti con le proprie visioni, gonfio d’orgoglio per i suoi pensieri carnali”. È palese che l’ex fariseo della Cilicia non ha una grande considerazione degli Angeli, se reputa che l’adorazione tributata loro sia “misera”. Ho spiegato per quale motivo Shaul Paolo sprezzi i malachim e, di conseguenza, le donne in Oltre le nuvole.

    Principati, Potestà, Angeli, Arconti sono tutte figure di formidabile potenza e che sembrano essere i dominatori della dimensione materiale, sebbene Cristo, secondo la soteriologia paolina, li abbia, per certi versi, ridotti a mal partito. Sono creature che evocano il “Principe di questo mondo” citato nel Quarto vangelo, il diavolo descritto anche nell’Apocalisse.

    RispondiElimina
  6. "Nessuno prenda partito contro di voi, compiacendosi nelle misere pratiche del culto degli Angeli, facendosi avanti con le proprie visioni, gonfio d’orgoglio per i suoi pensieri carnali."

    Da quanto capisco da questo testo, Paolo non fa un discorso qualitativo riguardo agli angeli, quanto alle pratiche di culto verso essi. Ciò perché nel cristianesimo l´unico oggetto di culto dovrebbe (sottolineo: dovrebbe) essere Dio.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis