venerdì 18 gennaio 2008

Good bye, BLUE sky... (articolo di R.D.)

Pubblichiamo il contributo di un gentilissimo ed acuto lettore che evidenzia, in modo incisivo, il fenomeno dell'oscuramento del cielo (global dimming) causato dalle scie chimiche. Fonti e testimonianze (vedi, ad esempio, planetaesclavo) riferiscono di una massiccia e deleteria attività di irrorazione chimico-biologica in tutta la penisola iberica. Quindi riteniamo che il lettore si sia recato a Barcellona in un periodo particolarmente propizio; ciò non toglie validità probatoria ed efficacia a questi appunti di viaggio.

Per le ultime feste di Capodanno mi sono recato con la mia famiglia in Spagna a Barcellona: in quella città il fenomeno, durante i quattro giorni della mia peramanenza, era totalmente assente. Mio figlio, di tredici anni, ha detto una cosa che mi ha fatto molto riflettere:" Papà come mai qui il cielo e così blu e da noi è sempre velato?"

Infatti il cielo di Barcellona ha un colore turchino come una volta era anche il nostro, fino a una decina - quindicina di anni fa. Ora sempre, anche quando è sereno, è caratterizzato da una sorta di opacità e non può trattarsi solo di smog visto che anche Barcellona è una grande città con un gran numero di autovetture.

Seconda cosa strana: al rientro a Roma, dai finestrini dell’aereo, ho potuto notare una totale assenza del fenomeno chemtrails per tutto il tragitto dal decollo da Barcellona e per tutta la traversata, ma ahimè, non appena ho intravisto a distanza la costa italiana, il colore del cielo, in lontananza, cambiava improvvisamente da un bel blu ad una gradazione sempre più tendente al grigio (ho pensato allo smog, ma poi ho visto le scie chimiche). Non si trattava di formazioni nuvolose, ma proprio del colore del cielo. Arrivati a pochi chilometri dalla costa, poi ho, con grande orrore, visto apparire le famose chemtrails disposte nel senso longitudinale alla costa che, per giorni, non erano state mai riscontrate altrove. Le ho viste allargarsi e ho capito che erano la ragione per la colorazione sbiadita del cielo sopra la regione: infatti, laddove non erano presenti, il colore del cielo era quello che dovrebbe essere, ovvero BLU.

Mentre l’aereo atterrava, ho visto in decollo un aereo militare (non poteva essere un velivolo di linea, poiché aveva un'inclinazione di salita troppo rapida e veloce) che, parallelamente alla costa laziale, cabrava, lasciando due lunghe e persistenti scie dietro di sé.

In conclusione, ho la certezza che oggi il nostro paese è soggetto in maniera particolarmente viziosa al fenomeno scie chimiche, qualunque sia la ragione per cui vengono generate. Posso solo concludere che non possono essere a questo punto positive, visti gli effetti che stanno avendo sulla qualità dell’aria del nostro paese.

12 commenti:

  1. ....mentre mangiavo (stavo per vomitare dal nervosismo)..guardavo il programma spazzatura su rai 2 con la D'eusanio...che tutt'ora in onda;

    SPUDORATI MESSAGGI SUBLIMINALI sulle scie chimiche... in studio.

    credo proprio che ci sia un solo autore in rai che "consiglia" la coreografia!

    PEZZO DI MERDACCIA!

    RispondiElimina
  2. Oltre al solito tramonto "sciato" odierno segnalo la sempre più frequente constatazione nei nuclei familiari di persone affette da morbo celiaco.La comunità scientifica dovrebbe spiegare il perchè dell'aumento allarmante di casi. Certo poi se ci aggiugiamo anche la perenne irrorazione chimica credo che le più tetre previsioni apocalittiche siano una barzelletta rispetto a ciò che potrebbe accadere. Ho parlato di questo con miei amici medici e mi hanno dato ragione.

    RispondiElimina
  3. ...alcuni fotogrammi qui:

    http://www.youtube.com/watch?v=HyDQWoQWUpg

    RispondiElimina
  4. Ciao Mr Jones, la d'esusanio è quasi più nociva delle scie.

    Nuvola, si ritiene che la celiachia si sia diffusa quando si decise di sottoporre il grano a radiazioni nucleari per renderlo più resistente ai parassiti.

    Andiamo bene!!!

    Ciao a tutti e grazie!

    RispondiElimina
  5. Zret,mi sa di si!
    Ho segnalato anche il fatto a Freenfo,nel caso lo inserisce in una sua sezione,se possibile!

    Ciao

    RispondiElimina
  6. Mr Jones, un altro programma mostruoso e di sfacciata disinformazione è Leonardo, RAI 3. Ogni cinque secondi evocano il riscaldamento globale causato dai cittadini che usano l'auto per andare a lavorare.

    Ciao!

    RispondiElimina
  7. pensavo di aver capito qualcosa sulle scie chimiche e invece.... credevo servissero in prevalenza ad oscurare il sole e invece esco di casa alle 19, senza luce solare e in cielo vedo ancora scie.... secondo voi come mai?

    RispondiElimina
  8. L'articolo, come le immagini satellitari e le riflessioni che si possono facilmente fare viaggiando in Italia, ci danno conferma che effettuano test su determinate zone e nazioni in periodi diversi per svariati scopi.

    Copio e incollo, inoltre, una egregia considerazione dell'utente 'voglio-il-sole' rilasciata sul forum iFocus: "Le scie sono di natura chimica e si stanno facendo da anni esperimenti a nostra insaputa. Fateci caso: ci stiamo ammalando "a comando". Il 31 dicembre moltissimi miei amici accusavano improvvisamente febbre alta, in questo periodo molti mal di pancia e vomito. Si giustificano dicendo che "gira", ma il comando lo danno con un interruttore! Non dico di crederci, ma di OSSERVARE."

    E' verissimo tutto questo. Sembrerebbe davvero usino un telecomando! Io, e non solo io, nel giorno 31 e 1 ho lavorato avendo la febbre. Eravamo in 4, all'interno del personale, a non star per niente bene, senza contare quanti clienti fossero in condizioni ben peggiori!

    E poi...vogliamo dimenticare il "caso meningite"?

    Maradona, tra due-tre anni, secondo me, vedremo gli effetti devastanti delle sostanze chimicho-biologiche sul e nel nostro corpo.

    Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
  9. Maradona...sciano spesso a tutta volontà anche di notte.

    Facci caso.
    Soprattutto ne udirai il rombo!!!

    RispondiElimina
  10. maradona87, volano anche di notte. E' palese che la storia del contrasto all'effetto serra è una panzana colossale.

    RispondiElimina
  11. Bacab, concordo pienamente con quanto osservi e mi congratulo anche con Voglio_il_sole, il quale dipinge il ritratto perfetto di quanto sta avvenendo e quel che è peggio... la gente non se ne rende conto, ma le patologie correlate alle irrorazioni sono pandemiche e non sono altro che un dato di fatto inoppugnabile. Qui a Sanremo, come programmato, tutti si sono ammalati nei primi giorni del 2008 e, caso vuole, dopo la tremenda irrorazione del 6 gennaio, non si contano più i casi di laringiti con tosse acuta stizzosa, mal di stomaco ed emicrania. D'altronde, come si spiegano i voli a quote da atterraggio di certi mostri da 40 metri se non per irrorazioni di tipo biologico?

    RispondiElimina
  12. Bella testimonianza ( per quanto possano essere belle le scie chimiche ).
    Bella per due motivi: il primo, perchè fatta da chi ha dei figli ai quale, naturalmente, ha a cuore la loro salute. Sia per il presente che per il futuro. Il secondo perchè il figlio di 13 anni, che molto probabilmente non conosce le "chemtrails", si è reso conto della differenza del colore del cielo che c'è in Italia e in Spagna. Questo significa che basta osservare, essere, quel giusto che basta, di mente aperta, non avere, quindi, preconcetti, per rendersi conto che, a volte, quello che ci circonda può non quadrare. E se c'è riuscito un ragazzino di 13 anni, digiuno di certe informazioni, figuriamoci se non possa riuscirci gente molto più grande, "istruita" e a conoscenza di tale fenomeno.
    Un saluto a tutti.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis