mercoledì 31 ottobre 2007

Scie chimiche e basi sotterranee

Le rivelazioni di Schneider ci aiutano a comprendere come la sinarchia riesca a predisporre, in gran segreto, l'operazione "scie chimiche".

Phil Schneider nacque il 23 aprile del 1947 a Bethesda. I genitori furono Oscar e Sally Schneider. Oscar Schneider fu Capitano della Marina statunitense, lavorò nell'ambito della medicina nucleare e contribuì a progettare i primi sottomarini atomici. Schneider fu anche coinvolto nel Progetto crossroads relativo ai tests nucleari a Bikini, isola del Pacifico. In una conferenza risalente al maggio 1995, Philip Schneider dichiarò che suo padre fu anche coinvolto nel misterioso Philadelphia experiment.

Come ingegnere e geologo, Philip collaborò alla costruzione di basi militari sotterranee in tutti gli Stati Uniti e fu uno dei tre sopravvissuti all'incidente di Dulce nel 1979, quando i Grigi ebbero uno scontro con terrestri. La vedova di Schneider, Cynthia Drayer crede che Philip sia stato ucciso poiché egli rivelò la verità circa il nesso tra governo ed U.F.O.

Nel 1979 Philip fu assunto dalla Morrison-Knudsen Inc. Partecipò così alla costruzione di nuovi settori della struttura ipogea di Dulce, nel New Mexico dove diresse i lavori che portarono all'apertura di nuove gallerie. Egli era preposto all’esame di campioni di roccia per stabilire quali esplosivi si dovessero impiegare.

Schneider fu ritrovato esanime in casa sua il 17 gennaio 1996: era stato strangolato col catetere che era costretto ad usare. Questo omicidio sembra un'esecuzione militare in piena regola. Qualunque cosa pensiamo delle sue rivelazioni, non si può dubitare che egli attrasse l'attenzione dell'F.B.I. e della C.I.A. Stando alla vedova, agenti segreti setacciarono l’abitazione, dopo la morte del marito e sequestrarono molte delle fotografie di famiglia.

Circa le installazioni militari sotterranee, così Schneider si espresse in una conferenza:

"La prima parte di questo discorso riguarderà le basi militari sotterranee ed il Bilancio nero (Black budget). Il Black budget è un bilancio segreto che ingloba il 25% del prodotto interno lordo degli Stati Uniti. Esso attualmente fagocita 1.25 trilioni di dollari all'anno. Questa è la somma minima che viene investita nei programmi oscuri, come quelli che concernono le basi sotterranee militari. Attualmente esistono 129 basi sotterranee militari negli Stati Uniti.

Le realizzano incessantemente, giorno e notte, sin dai primi anni '40 del XX secolo. Alcune sono state scavate anche prima. Queste basi sono in pratica delle grandi città collegate attraverso treni ad alta velocità magneto-leviton, che arrivano a velocità Mach 2. (...) Qui attorno, dove vivete voi, in Idaho, ce ne sono 11.

La profondità media di queste basi è di circa un miglio e sono tutte di dimensioni comprese tra le 2.66 e le 4.25 miglia cubiche. I militari possiedono macchinari per la trivellazione laser con cui possono scavare un tunnel di sette miglia in un solo giorno. Proprio in questo esatto momento, il Nuovo ordine mondiale dipende da queste basi".


Le rivelazioni di Schneider sulle città sotterranee gettano una sinistra luce, a mio parere, anche sulla scellerata operazione "scie chimiche". Mi sembra, in tale contesto, particolarmente significativa un’affermazione dell’ingegnere: "Il Nuovo ordine mondiale dipende da queste basi." E' una frase che si potrebbe interpretare in molteplici modi e che potrebbe anche essere correlata alla fabbricazione, nelle viscere della terra, di velivoli chimici all'interno di impianti industriali riforniti di materie prime ricavate in loco o importate anche da luoghi distanti, grazie alle vie di comunicazione ipogee, diffuse come una rete nel sottosuolo di molti stati. Questo potrebbe spiegare perché è difficile vedere sub divo la frenetica attività che, senza dubbio, è collegata ad un'operazione globale e diuturna: andirivieni di autocisterne cariche di veleni, produzione e stoccaggio di sostanze chimiche da diffondere nella biosfera, sistemazione degli aerei in hangar, costruzione e manutenzione dei velivoli molti dei quali droni …

Un'impresa del genere è coperta dalla più grande segretezza: pare proprio che i luoghi sottoterra, lontani da sguardi curiosi, siano adatti per organizzare l’infame operazione "scie chimiche" poi attuata nei cieli di quasi tutto il pianeta. È assodato che installazioni ipogee con funzioni logistiche e di sperimentazione "scientifica", sono state create, oltre che negli Stati Uniti, in molti altri paesi del mondo. Collegate a volte a basi strategiche ufficiali, credo debbano essere immaginate come città autosufficienti, in cui le infrastrutture sono alimentate con energie ignote ai più, come l'etere. Potrebbero estendersi anche sotto i centri urbani o in aree inospitali e desolate ed i loro accessi essere attentamente occultati o collocati in zone militari off-limits.

Fonti:

Autore non indicato, La conferenza di Phil Schneider del maggio 1995
Id., Ufologi e morti sospette, 2005
R. Malini, U.F.O., il dizionario enciclopedico, Firenze, Milano, 2003 s.v. Dulce
T. Swartz, C. Drayer, The mysterious life and death of Phil Schneider
Zret, Le talpe, 2007

16 commenti:

  1. L'esistenza di basi sotterranee, così come le manifestazioni ufologiche riscontrabili maggiormente presso installazioni militari, ma anche la presenza incessante di chemtrails sopra i nostri cieli, è una prova tangibile di quanto questi poteri occulti si stiano prodigando nel trasformare l'ambiente a noi circostante in modo tale da ritrovarci, un giorno, completamente alla mercè delle loro scelte. Anche oggi lo siamo, ma quando arriverà una "manifestazione in massa" di Ufo o quando ci sarà la dichiarazione che tutto ciò è realtà, ci ritroveremo in una situazione tale da sentirci, oramai, come delle galline dentro un pollaio. La situazione in cui versiamo adesso è tragica, ma paradossalmente viviamo il momento "migliore" della storia umana: anche perchè, d'ora in avanti, le cose precipiteranno in modo tale da farci ricordare come "stupendi" questi giorni caotici e senza libertà.

    Manca solo una causa scatenante, un "casus belli": da quel momento in poi, nulla sarà come prima. E spero solo che si cambi in meglio, anche se tutto porta ad immaginare un epilogo catastrofico della faccenda.

    Alla prossima amici

    RispondiElimina
  2. Ciao amico, certamente rimpiangeremo questi tempi amari ed avari di vita vera, perch� il futuro sar� peggiore. Spero di sbagliarmi e faccio certe affermazioni per essere smentito.

    La terra? Un groviera.

    Ciao e grazie!

    RispondiElimina
  3. capisco la modestia dei fratelli ma mi sembra che qui' ci siano3 bei file da diffondere...:

    http://download.deejay.it/adv/podcast/volo/20071030_1.mp3

    http://download.deejay.it/adv/podcast/volo/20071030_2.mp3

    http://download.deejay.it/adv/podcast/volo/20071030_3.mp3

    COMPLIMENTI!

    RispondiElimina
  4. Quanto da detto da Satira è purtroppo vero: il futuro sarà immensamente peggiore del presente. Rimpiangeremo, se ne avremo il tempo, queste ore trascorse a leggere, a riflettere e a scrivere.

    RispondiElimina
  5. Vorrei aggiungere: plausibili le affermazioni finali del post circa la funzione delle basi sotterranee nella scellerata operazione 'scie chimiche'. Un nucleo di idee che frulla anche a me nella testa da un bel pò di tempo. Condivido e approvo.

    RispondiElimina
  6. Ciao Paolo, grazie per il lusinghiero apprezzamento.
    Capisco che la spiegazione che chiama in causa le necropoli possa sembrare inverosimile, ma non credo sia del tutto fantasiosa. Dove costruire e produrre tutto quanto, se non sotto terra, dove nessuno li può vedere?

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  7. Satira danzante scrive...

    La situazione in cui versiamo adesso è tragica, ma paradossalmente viviamo il momento "migliore" della storia umana: anche perchè, d'ora in avanti, le cose precipiteranno in modo tale da farci ricordare come "stupendi" questi giorni caotici e senza libertà.

    Sottoscrivo

    RispondiElimina
  8. Riguardo alle basi sotterranee...

    Se si impegnano nella loro costruzione, di sicuro ne staranno facendo intensivo uso e, soprattutto, essi sanno che per coloro che si troveranno un giorno in superficie, non vi sarà scampo.

    Tempo fa mi relazionava un conoscente di informazioni dirette riguardo al continuo accumulo di scorte di derrate alimentari, superiore al necessario, da parte di alcune basi militari.

    RispondiElimina

  9. capisco la modestia dei fratelli ma mi sembra che qui' ci siano3 bei file da diffondere...:

    Che schifo (il primo file, basta così!) chi è, Atvx?

    Bella la foto! Ci sono anche immagini d'epoca del Sito Pluto a Longare (VI), in un pdf:
    http://www.coordinamentocomitati.it/Articoli/DM_070612_PlutoTrupia.pdf

    http://www.nodalmolin.it/dossier.html

    RispondiElimina
  10. This kind of news works really good for debunking.
    In fact it's not hard to muse upon the fact that if they should dig such big a tunnel they should fix the subtle issue about to put all the material extracted!
    If each tunnel were 5 meters in diameter and 7 miles long, well, the total volume is about one million (1,000,000) cubic meters. That's to say about 15 buildings having a baseline of 40 meters and 14 storeys. How hiding such hills and what kind of power they should possess! No, this kind of news ain't believeble as much as no ufo's are prooved!
    Let's stay with our feet on the ground, so we can do the right job vs. chemtrails and chemtrailers!

    RispondiElimina
  11. Hi Tensor, they know a way not to create hills, an energy which melts the stones. So many researchers write. Without doubt they know what they don't know, they use technologies that are incredible. Do you know that they made invisible tanks? Their technologies are centuries ahead than we can only imagin.
    UFOs are real.

    Thanks.

    RispondiElimina
  12. Errata corrige: They know what we don't know.

    RispondiElimina
  13. Sorry zret, can't believe it! if any, they should get rid of the fluid, that's another issue. They should possess disintegrators that's to say they should manage antimatter! And you know what to mean managing antimatter! And they should have many people involved, too many people involved to be able to avoid serious rumors!

    RispondiElimina
  14. la trivellazione laser nel geotermico darà l'energia nel prossimo futuro

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis