martedì 23 ottobre 2007

Grosso-lana disinformazione

Absit iniuria verbis

Alessio Grosso ha recentemente pubblicato un articolo intitolato L'inverno ha fretta, in cui, astrologando sui prossimi fenomeni meteorologici che dovrebbero interessare l'Italia, dedica due brevi paragrafi alle chemtrails, ovviamente da "esperto" organico al sistema, per tentare di confutare la realtà della manipolazione climatica attuata attraverso le scie chimiche.

L'istruttivo excursus merita di essere riportato nella sue interezza:

"L'inganno corre sul Web anche per le scie chimiche, le chemtrails. Pur di portare acqua al proprio mulino e di convincere la gente, del tutto ignorante in materia, che le scie chimiche siano (sic) una nuova potentissima arma in mano agli Americani (sic) per modificare il clima e per provocare gravi problemi di salute alla popolazione, hanno lanciato via web una campagna assurda in cui NORMALISSIME NUBI vengono, in realtà, dipinte come risultato di ignobili esperimenti criminali.

E così le mammae di un temporale vengono viste come la malformazione di un embrione nel grembo della madre, per non parlare dei cirri Kelvin-Helmotz, oppure le nubi lenticolari che sembrano degli U.F.O. e che, invece, altro non segnalano che il passaggio di una forte corrente a ridosso di un sistema montuoso, senza parlare dei cirri sparati dalla corrente a getto, dipinti come aghi del demonio, o l'ombra pluviometrica indotta dal foehn (il favonio n.d.r) appenninico scambiata per un esperimento riuscito, l'incudine di una supercella temporalesca come la trasformazione più grave della chemtrails, ma vi rendete conto come sia possibile diffondere queste informazioni facendole credere supportate (orribile anglicismo) da chissà quali studi scientifici??!!!
".

Sorvolando sulla traballante sintassi del periodo, ci sembrano d'uopo alcune osservazioni. In primo luogo, la gente, come la definisce Grosso, è molto meno impreparata di certi scienziati. Il problema semmai è un altro: i cittadini sono tenuti volutamente nell'ignoranza dalle élites e dai loro venali e pusillanimi portaborse-portavoce. A molte persone non manca il buon senso e la capacità di osservare: le affermazioni di Grosso sarebbero diffamatorie, se non fossero soltanto una maldestra palinodia ed una scialba, stitica difesa d'ufficio della menzognera tesi ufficiale. L'autore usa il maiuscolo, moltiplica punti interrogativi ed esclamativi, poiché non è per nulla convinto di quanto asserisce. Tra uno strafalcione e l'altro, Grosso snocciola sesquipedali sciocchezze: le scie chimiche non sono un'arma in mano soltanto agli Statunitensi, ma un potentissimo mezzo usato anche da Russi e Cinesi, ad esempio, sebbene l'intera operazione sia stata decisa dal governo occulto mondiale, di cui gli esecutivi nazionali sono solo emanazioni. Le normalissime nubi non sono poi tanto normali come le definisce colui: basta leggere Wave clouds: Madre natura non le riconosce, per convincersene.

Certe notazioni di Grosso sono deliri e quindi non è il caso di controbattere: che cosa significherà ”Le mammae di un temporale vengono viste come la malformazione di un embrione nel grembo della madre”? Credo che Grosso sia rimasto allo stadio pre-orale: urge uno psicanalista. I cirri Kelvin-Helmoltz sono nubi composte da cristalli di ghiaccio e sono assai difficili da osservare, perché si dissolvono dopo uno o due minuti. Inoltre come gli altri cirri, "sono quasi sempre indice di cattivo tempo, in quanto precedono una zona ciclonica"; invece i cirri artificiali generati dalla trasformazione delle scie velenose, oltre a fluttuare a quote più basse, preannunciano siccità, poiché sono, per lo più, il risultato delle diffusione di sostanze igroscopiche. Le nubi lenticolari non c'entrano alcunché né con gli U.F.O. né con le irrorazioni chimico-biologiche. L'ombra pluviometrica è una regione situata nel lato sottovento di una montagna o di una catena montuosa, dove la pioggia è molto minore che non sul lato sopravento: non occorrono le dotte dissertazioni di codesti sapientoni per capire un fenomeno come questo che in nessun modo confondiamo o abbiamo mai confuso con manifestazioni artificiali. Sulle correnti a getto e su HAARP abbiamo scritto un articolo la cui tesi centrale nessuno è riuscito ancora a confutare. Dunque le bambinesche argomentazioni di Grosso, autore tra l'altro di un paio di romanzi di fantameteorologia in cui dimostra di saperla lunga, sono soltanto un rattoppo all'abito sdrucito, dopo che Luca Savorani ha pubblicato, plagiandolo (ma ogni plagio è un omaggio oltre che, in questo caso, un avallo), uno studio su HAARP e scie mortali. L'incudine (lapsus freudiano) citato dall'esimio autore è, in realtà, quello su cui gli è stato schiacciato un dito affinché capisca che cosa rischia, se non s'impegnerà, d'ora in poi, con zelo nella disinformazione. Sinceramente, però, dalla fiacchezza del discorso di Grosso che assomiglia ad un pugile suonato ormai prossimo al k.o, credo che gli avvelenatori dovrebbero cercare qualche scribacchino un po' più convincente per propalare le loro bugie.

Certo che, tra Attivissimo, Fuso e Bignami (ma sono casuali questi cognomi?), non è che l'assortimento sia molto ampio. Ignoranti sono ignoranti e questa è un'ottima credenziale, ma non sono persuasivi, poiché esagerano: le sparano… grosse, cianciando di cirrus aviaticus, fumus persecutionis, lupus in fabula, cursus honorum, modus scribendi, ficus angustifolia, coitus interruptus… , sì perché, per tentare di confondere e di stupire gli interlocutori usano termini ed espressioni latine, possibilmente che finiscano in –us, anche se non hanno alcuna attinenza con la meteorologia. Don Abbondio ha fatto scuola. Costoro assomigliano a quei poeti di corte che adulavano i principi, con elogi talmente sperticati e dolciastri da risultare sgraditi ai loro stessi mecenati. Infine, una frase di Grosso è condivisibile: “L’inganno corre sul Web”. Certo, l'inganno è il suo, di quelli che manipolano o censurano le mappe satellitari, di chi nasconde la verità con sfacciataggine e sicumera. L'inganno è veramente grande, anzi Grosso.

Articoli correlati:

Straker, Lettera a Meteolive.it, 2007

Zret, HAARP, scie chimiche e correnti a getto, 2006

22 commenti:

  1. Sugli interessati e studiosi le argomentazioni di questo signore non fanno presa.
    Gli ignari non le leggono neppure.
    Ai dubbiosi...faranno venire maggiori dubbi...e potrebbero provocare l'effetto opposto!...
    Una pur piccola ricerca sulle chemtrails....dovrebbe essere sufficiente per capire come stanno VERAMENTE le cose.....ed è quello che i dubbiosi faranno!...tranquillo!....si dà la zappa sui piedi!
    buona serata
    ciao Zret e ciao Strker
    ange lotta

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con Angelotta, la verità è semplice e visibile!

    Ciao carissimi

    RispondiElimina
  3. buonasera,posso pensare che il signor grosso,pur essendo pagato come esperto in climatologia o meteorologia o non ho capito bene cosa,non ha mai guardato il cielo per piu' di tre secondi? prima di dire una qualsiasi cosa da esperto pubblicamente,si rende conto che puo' essere ascoltato anche da gente adulta e per niente anestetizzata da un qualsiasi tg o magari dal gioco a quiz o il reality del momento? io non sono per niente esperto in climatologia o tutto quello scritto sopra, pero', posso dire che ho sempre guardato il cielo, fin da bambino, sempre. ricordo che proprio da bambino passavo delle giornate intere a guardare il cielo con le sue nuvole ,i suoi colori, le sue stagioni, i suoi temporali, e sopratutto quell'azzurro che non riesco a vedere da tempo. ma questo signore lo sa che da qualche anno la vegetazione muore per cause sconosciute,o impazzisce(molti alberi da frutta rigorosamente fiorivano solo una volta l'anno, adesso questa legge naturale sembra non esistere, fioriscono due volte l'anno, ma raramente danno dei frutti)? signor grosso, le faccio presente che qualcuno(fortunatamente, o purtroppo?) vive in aperta campagna o comunque in posti dove apri la porta di casa e il cielo puoi vederlo a 360 gradi, quindi, prima di usare tutti quei termini non comprensibili a tutti,per favore guardi il cielo, visto che non lo fa, e dopo iniziamo a parlare degli aerei e di tutto il resto. per quanto riguarda le responsabilita',penso come moltissima altra gente, cosiddetta adulta non anestetizzata, che un qualsiasi governo o autorita' pubblica che nega il fenomeno e': o connivente, o compiacente, quindi complice. buonasera.

    RispondiElimina
  4. Ciao fratelli,prepariamoci per l'evento del 24/11...saremo in tanti.

    RispondiElimina
  5. Maledetti! Hanno preso di mira certe aree della Penisola - come anche del Pianeta - sulle quali non far piovere pressochè mai. Una di queste è la vostra Liguria, un'altra è la bassa Pianura Padana. In Sicilia, se son vere le informazioni diffuse, piove anche abbondantemente. E così in altre aree del Meridione.
    Ritengo che usino le zone assetate come aree campione, in modo da portare avanti gli esperimenti circa l'inaridimento e vedere un pò l'effetto che fa.
    Spesse nubi da ieri mattina qui nel mantovano e fortissima attività, ben visibile ad un occhio esperto, di onde scalari che hanno dileguato la copertura imbrifera più volte e poi, non riuscendo ad annientarla, la tengono imbrigliata in modo che non rilasci precipitazioni.

    Complimenti per i risultati ottenuti ma il nemico è troppo forte e non si lascia impaurire tanto facilmente. Ha con sè e dietro di sè tutta la potenza sputata dall'Inferno e questo è il suo momento: per lui adesso oppure mai più.

    RispondiElimina
  6. Nell'Italiano medievale 'grosso' sta anche per 'grezzone', 'rozzo', 'superfici-ale'. Ma come scrive quel tale? Temo abbia avuto scadenti insegnanti di Italiano. Ma ritengo anche probabile che i suoi professori, quando ne leggevano i componimenti, avrebberro preso a bastonate e a calci nel deretano tale pessimo allievo.
    Possibile che tutti i 'debunkers' dell'operazione 'scie chimiche' siano dei semianalfabeti?

    RispondiElimina
  7. Ciao a tutti. Ogni vostro commento illumina una sfaccettatura del problema. Come nota Amentapietro, lo spirito di osservazione è ormai perduto. Mi ha colpito la risposta di Grosso ad un nostro messaggio: ha sfoderato una sfilza di termini latini con cui si identificano le nubi anche quelle più rare. Bisogna rispondergli: Che vuole che me ne faccia del suo latinorum?

    Sì Paolo, la Bassa padana e la Liguria sembrano destinate alla desertificazione. Oggi, però, hanno previsto piogge sul mare...

    Non commento.

    Grazie a tutti.

    RispondiElimina
  8. Buona sera, ragazzi. Il nostro sdegno è la maggior dimostrazione del loro fallimento. Teniamo duro. Ce la faremo.

    Oldleon... ti devo scrivere due righe, ma non ho ancora avuto il tempo, accidenti. Comunque sia ti confermo che saremo da te il 23 sera. Ti faremo sapere gli orari entro domani, non appena mi riprendo un pochino.

    A presto!

    RispondiElimina
  9. Ciao a tutti a me le wave clouds non sembrano altro che le linee di un campo di forza, simili alla limitatura di ferro intorno alla calamita. Voi che ne pensate?

    RispondiElimina
  10. Sicuramente hanno a che vedere con emissioni elettromagnetiche.

    RispondiElimina
  11. Straker!

    Leggi un pò anche questa!
    Mi auto-eleggo tuo braccio destro! Con immenso onore! :)

    Anche questo è un articolo di ieri pubblicato sul sito del telegraph, ma molto molto interessante:

    http://www.telegraph.co.uk/news/main.jhtml?xml=/news/2007/10/21/wstorm121.xml

    Notte a tutti.

    RispondiElimina
  12. Ciao Zret, la tua risposta mostra classe, competenza e simpatia! :)

    RispondiElimina
  13. accidenti il sito telegraph no è raggiungibile per il momento!

    io non so,mi è impressa le frase:

    le sciechimiche servono anche ad ammalare!!

    vengo a sapere nell'arco di breve tempo che 2 mie colleghe sono ai primi mesi di gravidanza...non stanno bene e si dice che rischiano il feto!

    il mio collega(l'informatore) ha perso un feto nei primi mesi della moglie.
    Adesso ha un'altra bambina( tutto ok!).

    4 giorni fa,vengo a sapere che una terza collega ha perso un feto!

    ancora una cassiera,pure lei!(ma devo sapere se ho capito bene).

    mia cognata(vivono nelle Marche) operata gia'all'utero( tutto ok)....passato il tempo di rischio,ricontrolla e sembra che debba tornare sotto i ferri!

    mia nipote(17) a fine gennaio 2006,va sotto i ferri per cistite ovarica...rischia di andarsene se il premurosissimo padre non sollecita continuamente ai "dottori"!

    sembra che a guarirla sia stato il padre!(grazie ai solleciti pressanti!!)perchè era lui che misurava il tempo di guarigione,troppo lungo!
    mentre i dottori dicevano che era normale!!

    infatti si sono accorti,POI,che alcuni valori erano fuori norma!

    per le colleghe posso dire che lavorare in un ipermercato nonè proprio salutare!

    passano centinaia di persone e in piu'l'area di vendita è altamente chimica.

    è una concentrazione enorme di merce dove la chimica occupa una percentuale altissima!

    a Bari/Modugno tra poco costruiranno un termovalorizzatore (se ho capito bene)...hanno fatto barriera umana di protesta!

    quindi ancora polveri sottili!
    (ma queste servono per ridurre l'effetto serra dice FARFALLONE!)!

    RispondiElimina
  14. 24 11 2007

    2+4= 6 11 2+7= 9

    6 11 9

    6119

    1691
    oppure

    15 11 2007

    1+5= 6 11 2+7= 9

    6 11 9

    6119

    1691

    RispondiElimina
  15. "...Ma pur sapendo che i viaggi aerei sono tra le attività maggiormente responsabili delle emissioni di gas serra, chi è disposto a volare di meno o addirittura a rinunciare del tutto all’aeroplano? Niente paura, in soccorso dei viaggiatori che vogliono pulirsi la coscienza ecologica arriva la possibilità di neutralizzare le proprie emissioni, versando una cifra che verrà investita in progetti mirati alla riduzione di uguali quantità di gas serra. Essere “carbon neutral” è quasi una nuova moda."

    Non si arriverà certo a questo per finanziare i loro esperimenti e le loro operazioni di aerosol!?

    "All’aeroporto olandese di Eindhoven con la carta di imbarco viene consegnato ai passeggeri un volantino che li invita a calcolare, usando appositi terminali, le emissioni prodotte dal proprio tragitto aereo e a neutralizzarle a partire da un versamento minimo di 3,10 euro."

    Bella iniziativa...per derubarci!

    Neutralizzare le emissioni? Si, ma solo dopo aver completamente fatto smettere quelle artificiali-criminali!!!

    RispondiElimina
  16. Scusate..il link è questo:

    http://blog.panorama.it/hitechescienza/2007/10/16/gas-serra-possono-gli-aeroporti-essere-amici-dellambiente/

    RispondiElimina
  17. Non ho parole,grazie,grazie,grazie...Zret,Straker,Angelotta,Paolo,Freenfo,continuate cosi.Scusate la mia ignoranza,ma cosa c'e'il 24 11...?Complimenti ancora

    RispondiElimina
  18. Ciao. L'amico Oldleon sta organizzando una conferenza su scie chimiche, HAARP e patologie correlate in quel di Napoli. Tra i relatori ci saremo anche Zret ed io.

    RispondiElimina
  19. Bacab... la disinformazione, anzi, direi l'inganno, volano sulle ali di compagnie aeree e militari a braccetto. Queste iniziative ne sono il segno inequivocabile.

    RispondiElimina
  20. Ciao Cieliazzurri, ho scritto un editoriale pungente, ma senza livore. Grosso credo potrebbe ingrossare le fila dei divulgatori della verità: è in preda ad una crisi di coscienza e se non si schiererà con noi, è solo perché teme ritorsioni e denigrazioni.

    Bacab, l'iniziativa di cui ci informi, è segno della loro ipocrisia.

    Flavio, grazie infinite a te.

    Mr Jones, la situazione epidemiologica è critica, ma qualcuno la sta sudindo.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  21. scusate per la data del 24 11!

    che pessimista che sono! :-)

    Ciao Zret,Straker,Tutti!

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis