domenica 14 ottobre 2007

Segnali della prossima crisi

In alcune frazioni di Sanremo sono stati varati dei provvedimenti volti a contenere i consumi d'acqua: non è ancora razionamento, ma, qualora dovesse continuare la siccità, bisogna aspettarsi misure più restrittive e non soltanto nell'entroterra. Nel frattempo, in vari abitati della valle solcata dal torrente Argentina si susseguono, da un paio di settimane, le interruzioni, soprattutto durante la notte, dell'erogazione di energia elettrica: è probabile che queste interruzioni siano da collegare alla minore disponibilità di acqua usata per il raffreddamento degli impianti. Molti utenti hanno reclamato, ma l'E.N.E.L. nicchia.

Sono i prodromi della prossima crisi idrica ed energetica? E' facile rispondere, se si tiene conto che le precipitazioni continueranno a scarseggiare, in quanto le perturbazioni di origine atlantica, portatrici di piogge, seguitano ad essere bloccate attraverso la sinergia tra H.A.A.R.P. e scie chimiche. Dei danni all'agricoltura ed alla viticoltura, della penuria di acqua e di tutti gli altri problemi connessi, è responsabile il sindaco di Sanremo, dottor Claudio Borea, il quale, a differenza del primo cittadino di Vigonovo, ha ignorato le denunce e le segnalazioni inerenti alla manipolazione meteorologica, causa, tra l'altro, del notevole decremento delle precipitazioni in tutta la Liguria e non solo.

Commossi, ringraziamo l'illustre borgomastro.

14 commenti:

  1. Vergogna, infamia ,indignazione, anatema, lotta psichica implacabile contro quei mostri la cui impudenza e sfrontatezza non intende conoscere limiti. Quegli aerei li distruggerò prima o poi con la forza della mia mente!
    Arrivato a questo punto sono costretto a ritenere che dietro le scie chimiche ci sia un che di veramente grosso e malefico. Nessuno fa niente e tutti fanno finta di niente, a partire dalla massima autorità dello Stato ( uno Stato questo o un colabrodo? )e cioè il Presidente della Repubblica.
    Inevitabile l'ipotesi di una o più civiltà aliene a noi ostili dislocate non su un fantomatico pianeta Nibiru in viaggio in qualche punto del sistema solare o della Via Lattea, ma ubicate in enormi basi sotterranee della nostra Terra e che, razze evidentemente molto autoritarie, comandano ai loro schiavi - la setta degli Illuminati - con ordini perentori. Negli individui dediti a compiere azioni malvage, esistono vari livelli di nequizia: non tutti gli esseri sono perfidi allo stesso modo. Nel caso delle 'scie chimiche' probabilmente sono le entità più oscure e crudeli a detenere il bastone del comando. Guai ai loro sottoposti infrangere le consegne, pena grosse punizioni e tremendi ricatti. Non oso immaginare i contorni di tale terribile sottobosco.
    Se corrisponde al vero il contenuto del libro di Stefano Breccia 'Contattismi di massa' pubblicato - fatto assai curioso- con l'avallo dell'arci-debunker Roberto Pinotti, allora ci è giocoforza supporre che una lotta all'ultimo sangue sia in atto non solamente nell'Universo visibile e non, ma anche sul nostro Pianeta. Se una fazione aliena a noi favorevole perse la partita ed abbandonò il campo sul finire degli Anni Settanta, allora non possiamo far altro che ritenere che in loco siano rimaste le razze più oscure, più malvage, più mefitiche. E gli effetti si vedono vieppiù ogni giorno che passa. L'ordine perentorio per i sudditi umani è quello di non vergognarsi, di far finta di niente e di procedere ' coute-que-coute'.
    I materiali spruzzati poi non credo vengano prodotti in stabilimenti chimici operanti alla luce del sole. Sono le razze aliene stesse, all'interno delle loro basi e protette da occhi indiscreti, a confezionare simili pozioni. E d'altronde qualcuno s'è mai chiesto da dove proviene l'immensa quantità di bario scagliata quotidianamente nell'atmosfera? Dove si trovano le miniere di bario e gli impianti di purificazione del medesimo?
    Il libro di Breccia ci dimostra che i contatti fra il mondo di superficie e quelli sotterranei è molto più all'ordine del giorno di quanto non sia lecito pensare.

    Quanto alle interruzioni di corrente e di acqua potabile, il caso di Valle Argentina non rappresenta se non una primizia di quel che ci aspetta tutti nell'immediato futuro.
    Non meravigliamoci quando simili restrizioni arriveranno per tutti noi.

    RispondiElimina
  2. Ciao Paolo. Non sono fantasia, quelle che qui si vanno a concretizzare, ma semplici, inconfutabili deduzioni logiche.

    .....

    Undergound & Undersea Facilities

    Author Dr. Richard Sauder returned to discuss the latest evidence of underground bases and tunnels. During the first two segments he was joined by the Director of Astrosciences Research Network, Bill Hamilton, who became interested in underground bases as part of his research into UFOs.

    Given maps by John Lear, Hamilton said he checked out Dulce, NM to see if he could find any evidence for an underground base that was allegedly jointly operated by aliens and the US military. A security guard named "Thomas" said he escaped from Dulce's cylindrical base that extended down seven levels, but was not able to provide any proof, reported Hamilton, who added that the area is also known for anomalies such as orbs, UFOs, and animal mutilations.

    Sauder shared materials depicting Nazi MagLev Plans for an underground tubeway that was to be built in WW II, connecting major cities in Europe. He noted that Project Paperclip (see memo) brought many German scientists to the US after the war, and a similar type of underground transport system is rumored to now exist in the US. Hamilton said he'd spoken to a National Guard Col. who claimed to have been on one of these MagLev trains, and that the vehicles might be able to reach speeds as fast as 5,000 mph.

    Sauder believes it's almost certain that undersea facilities also exist, which could be used for mining or to house self-sustaining societies. It's even possible that descendants from ancient Atlantis might clandestinely be living in an underwater environment, he conjectured.

    RispondiElimina
  3. Ciao Paolo, lo scenario alieno da te così magistralmente tratteggiato, è quello su cui, più o meno negli stessi termini, mi sono intrattenuto stamani con un amico, al quale ho citato anche Contattismi di massa. E' un libro forse non del tutto attendibile, ma che contiene informazioni preziose. Inquietante la sconfitta dei W56, (mi pare siano definiti così nel testo gli et benevoli), battutti dai CTR, gli alieni malevoli e graveolenti. La vittoria della Luce non è poi così scontata, anzi...

    Non capisco come un disinformatore, ostaggio dei..., come Pinotti abbia potuto scrivere la prefazione di Contattismi di massa, ma forse essi sanno che sarà considerato alla stregua di un libro di fantascienza.

    Credo che gli schiavi degli Arconti siano controllati tramite impianti o diavolerie simili: ecco perché tutti tacciono e nessuno si ribella.

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  4. cari amici,
    mi dite esattamente da quanto tempo non piove lì?

    si inizia sempre così.
    un passo alla volta,
    si parte da sanremo e si arriverà a città con milioni di abitanti..

    quella è una foto del fiume vero?

    sono con voi.

    un saluto

    RispondiElimina
  5. Ciao. Quella foto è di mesi orsono. Ora il fiume è in secca, come gli altri. Hai ragione tu. E' solo l'inizio.

    RispondiElimina
  6. Da circa sei mesi il torrente Argentina, all'altezza del ponte medievale, ha il greto completamente asciutto: la foto è antecedente. Useremo alla fine l'acqua del mare, ma quanto ce la faranno pagare?

    Ciao!

    RispondiElimina
  7. http://www.tg1.rai.it/SITOTG/HPTG1

    NORMALIZZARE!
    oggi al tg1!

    titolo e servizio:

    DOMATORI DI URAGANI!
    ma va!

    a seguire il pappa parla a Fatima!

    ma va!

    Al Gore esaltato! contro i cambiamenti climatici,premio nobel ,oscar,Live Earth!

    ma va!
    il quadro si sta completando!

    ma va!
    ma va......lo!

    peccato che non si faccia in tempo a convincere almeno 2 miliardi di persone!

    Vi/mi auguro un buon inizio di settimana pieno di energia positiva che contrasti quella oscura!!

    RispondiElimina
  8. ...mi sto ispirando..per poter scrivere al tg1...dopo Santoro!!

    :-)

    RispondiElimina
  9. Due parole sulla conferenza di Corrado Malanga di venerdì sera. Malanga l'ho già sentito l'anno scorso ma quest'anno mi sembrava in forma migliore. Innanzitutto l'impressione di una persona onesta o quanto meno di una persona non del tutto disonesta, sicuramente coerente e non tendenziosa come altri suoi precedenti compagni di viaggio.
    E' un gran parlatore che non ha mai bisogno di leggere e dagli argomenti quasi inesauribili.
    La prima parte della conferenza verteva sui Vimana o Carri degli dei dell'India Antica. Come premessa un inevitabile riferimento ai lavori del defunto sanscritista David Davenport che, nel tradurre testi arcaici del periodo vedico, si era imbattuto in espressioni strane in essi contenute facenti riferimento ad armi esotiche che potevano tranquillamente far pensare ad ordigni atomici, raggi laser e altro di già presenti in quell'ormai lontano periodo della preistoria. In più sono seguite informazioni su Mohenjo Daro, la valle dell'Indo e le strane descrizioni contenute nel poema sacro per eccellenza degli Indiani e cioè il Ramayana. Cose già esposte e dibattute alcune decadi or sono in seguito alla pubblicazione di un volume del suddetto Davenport che faceca appunto l'ipotesi di un olocausto atomico perpetratosi in terra d'India in quella fase ancora avvolta nel Mito.
    Tutto il materiale mostrato sarà presto caricato sul suo sito e pertanto non serve dilungarsi.
    Forse Malanga avrebbe potuto fare riferimento al libro di David Hatcher Childress intitolato appunto ' The Vimanas etc.' pubblicato nel 1992 dal quale ritengo abbia estratto le diapositive proiettate ( tutte in inglese ).
    E' seguita poi una breve parentesi nella quale l'oratore ha brevemente accennato alla veridicità della tesi cospirazionista. Secondo Malanga esiste una super-cupola costituita essenzialmente da plutocrati cui fanno riferimento una miriade di cupole più piccole. Fin qui nulla di nuovo, ma sentircelo dire da uno che ha bazzigato per decenni in certi ambienti acquista ovviamente un certo peso.
    Sono seguite crtiche a Roberto Pinotti considerato come una pedina collegata a doppia mandata ai... non solo italiani ma anche Usa, persona quindi altamente inaffidabie e poi critiche al CUN. Per ciò che riguarda tale associazione è stato fatto notare come nel suo Consglio direttivo si siano avvicendati nel corso dei decenni ben tre Generali in pensione. Altro non aggiungo.

    Malanga si è poi intrattenuto ampiamente sull'argomento del suo ultimo libro 'Alieni o Demoni' e devo dire che questa è stata la parte meno convincente della sua esposizione. Ha tuttavia rammentato su come sia stato dissuaso a continuare le sue ricerche in una maniera non molto ortodossa...ma lui ha ostinatamente tirato diritto.
    La cosa che non mi convince tuttavia nel suo pensiero consiste nella sua pretesa di costruire una teoria della struttura occulta, invisibile dell'essere umano desumendola dai suoi esperimenti di ipnosi regressiva sugli addotti. Sarebbe più o meno come voler raggiungere un analogo risultato a partire dalle incerte, talore erratiche esternazioni di certi medium dediti alle pratiche spiritiche. Una eventuale descrizione della struttura dell'uomo invisibile spetta invece a colui o coloro che hanno una esperienza più o meno diretta di simili realtà immateriali. Inutile demandarle ad altri che si trovano in stato di sonnambulismo o di transe ipnotica.

    RispondiElimina
  10. Ciao Paolo, ti nominiamo inviato della redazione. :)

    Ottimo, accurato resoconto il tuo che conferma tutte le mie idee su Malanga e sul Malanga-pensiero, in bilico tra intuizioni geniali e scivoloni in precipiti dirupi.
    La sua teoria dell'universo tetraedrico � per lo pi� desunta da presunte entit� che potrebbero anche aver mentito. Certamente l'ipotesi secondo la quale la Coscienza genera la materia � suggestiva, ma che cosa aggiunge rispetto agli idealisti, a Berkeley e, alla fine, a Platone?

    Sul ruolo di P., a mio parere, il professore ha ragione, ma se anche lo stesso Malanga, con la sua concezione alla marchese de Sade, per cui il Male ed il bene non esistono, fosse stato in qualche modo plagiato?

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  11. mr,jones...
    che intendi con normalizzare?
    ti riferisci a tutte quelle belle scie della nuova sigla del tg1?
    le ho trovate anche in una immaginetta di Woi-ti-la...intrigante come poche!
    MADOOONNA MEA!!!!!!!
    ciao a tutti
    angelotta

    RispondiElimina
  12. Sono ovunque. Nel gioco di maggior diffusione per consolle Playstation II, "GTA", sono rappresentate in modo esemplare: scie interrotte, scie curvilinee, scie che si espandono, scie al decollo, scie che si incrociano... e alla fine piove sempre. Quest'ultimo dettaglio non sembra essere inserito a caso, come tutto il resto, d'altronde.

    Ovvio che poi i ragazzini ti dicono: "Ma va, scemo, io le scie le ho sempre viste!". Sì, nel gioco!

    Ringrazio l'amico Jacopo per l'agghiacciante segnalazione.

    Sono solo scie di condensazione? Allora perché pagare dei programmatori per riprodurre anche i tankers chimici sotto mentite spoglie di comuni aerei di linea?

    RispondiElimina
  13. Gli oacurati sono ovunque e lavorano alacremente per rieducare le menti deboli.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis