venerdì 16 aprile 2010

La nebbia che uccide

Clouds of sulphur everywhere. (J. Mayer, Heartbreak warfare)

Lo zolfo è elemento chimico (S) dal reticolo cristallino rombico. E’ un tipico non metallo, dal comportamento chimico affine a quello del selenio e del tellurio. Nella sua forma nativa, lo zolfo è un solido giallo. E' insolubile in acqua, solubile, invece, in vari solventi organici, specialmente nel solfuro di carbonio. Brucia facilmente a contatto con l'aria, generando biossido (o diossido) di zolfo (si eviti l'obsoleta ed imprecisa dicitura "anidride solforosa") e si combina direttamente con molti metalli o non metalli. Lo zolfo ha numerosi composti: tra i composti ossigenati si possono citare il monossido di zolfo (SO), ottenuto da zolfo e biossido di zolfo sotto l'azione di scariche elettriche, il biossido di zolfo (SO2), composto base per la fabbricazione dell'acido solforico, il triossido di zolfo (SO3), ricavato industrialmente dal biossido di zolfo. L'acido solfidrico o solfuro d'idrogeno è un derivato con grado di ossidazione -2 (H2S): è usato nell'industria come reagente ed ha il caratteristico sentore di uova marce.

Un altro composto è l’esafluoruro di zolfo (SF6): è un gas serra potentissimo, giacché ha un potenziale di riscaldamento globale pari a 23.900, cioè una tonnellata di SF6 cagiona un aumento dell’effetto atmosfera pari a quello arrecato da 23.900 tonnellate di biossido di carbonio (CO2)! L’esafluoruro di zolfo è un gas che possiede caratteristiche dielettriche notevoli, perciò è largamente impiegato nei sistemi radar militari (ad esempio, AWACS) come medium per la propagazione delle onde. Attualmente gli standard militari usano esafluoruro di zolfo puro e nessuna alternativa viene proposta. L'esafluoruro di zolfo cattura efficacemente la radiazione infrarossa e, vista la sua relativa inerzia chimica, non viene rimosso velocemente dall'atmosfera terrestre. L’esafluoruro di zolfo è impiegato pure come gas tracciante per lo studio delle peculiarità chimico-fisiche delle nubi.

Lo zolfo è usato nella vulcanizzazione della gomma sia naturale sia sintetica, in viticoltura e frutticoltura come antiparassitario, nella preparazione di esplosivi, fuochi artificiali, fertilizzanti, fiammiferi e nella preparazione della pasta di legno.

I composti dello zolfo sopra menzionati sono ingredienti tipici delle scie chimiche: essi vengono diffusi nella biosfera per aumentare le temperature, visto che producono un "effetto serra" di gran lunga superiore a quello dovuto al biossido di carbonio. Lo spargimento di SO2 genera una nebbia artificiale di colore giallognolo, dal momento che tale composto, a contatto con l'aria, reagisce formando acido solforico (H2SO4). Si tratta di una foschia che prescinde da alti valori di umidità: infatti le irrorazioni clandestine determinano un repentino e sensibile decremento dei valori igrometrici anche nelle località costiere un tempo piuttosto umide. Ne risulta una disidratazione dell'atmosfera ed una notevole diminuzione dell'escursione termica tra giorno e notte, poiché le nuvole di zolfo imprigionano, durante le ore notturne, il calore negli strati bassi dell'atmosfera, impedendo alla radiazione termica di dissiparsi nello spazio.

Le caligini sulfuree costituiscono uno degli inquinanti più nocivi: l'acido solforico, sotto forma di piogge acide, danneggia il manto fogliare di alberi ed arbusti, acidifica i laghi ed i suoli, causando l'estinzione della fauna ittica e la sterilità del terreno, corrode i monumenti. Non solo, i derivati dello zolfo originano l'incremento delle infezioni a carico delle vie respiratorie (bronchite, tracheite, spasmi bronchiali, enfisema, difficoltà respiratorie negli asmatici), malattie cardiache, squilibri comportamentali e nella circolazione del sangue, danni agli occhi ed alle orecchie, al sistema immunitario, al sistema nervoso, ai reni, al fegato, al cervello, disturbi del metabolismo ormonale, reazioni cutanee, senso di soffocamento e crisi respiratorie. Sono anche tra le concause del Parkinson.

Le crisi respiratorie talora letali, che colpiscono sia gli uomini sia gli animali, sono divenute purtroppo sempre più frequenti: questi problemi sono dovuti ai composti dello zolfo.

I composti dello zolfo sono stati suggeriti da alcuni "scienziati" pazzi come "rimedio" al problema del riscaldamento globale: rilasciati nell'atmosfera dalle eruzioni vulcaniche, essi abbassano le temperature con conseguenze devastanti sugli ecosistemi (diminuzione della luce solare, precipitazioni acide...). In realtà i suggerimenti dei fautori della geoingegneria spacciano come progetto per "salvare il pianeta" ciò che è da decenni una criminale attività, basata anche sulla diffusione dei composti dello zolfo nell'ambiente.

Ogni volta in cui i servizi meteo preannunciano "innocue velature", “cieli lattiginosi”, "nebbie diffuse", siamo certi che saranno sparsi veleni che provocano disturbi e malattie. Sono veleni che uccidono.

Fonte: Enciclopedia delle Scienze, Milano, 2005, s.v. Inquinamento, Zolfo


Condividi su Facebook






Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.



Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

54 commenti:

  1. Mi segnalano dalla Gran Bretagna che, nonostante il blocco dei voli sul Nord Europa (evidente anche dal radar airnav e da Flight24), gli aerei che irrorano continuano a scorrazzare in lungo ed in largo su Londra e altrove. Chiaramente il radar non li segnala.

    RispondiElimina
  2. Il sito "theflucase.com" � attualmente sotto attacco informatico. Questo il messaggio che si legge sull'home page:
    The flu case will soon be back. Please accept our apologies for the time we have been down, we do everything we can to be back soon! All are well, only the site has been attacked! Until we are back with this site, Jane Burgermeister invites you to her old blog which has the latest:
    http://birdflu666.wordpress.com/

    RispondiElimina
  3. Se gli aerei chimici continuano a scorrazzare nei cieli del Nord Europa, ciò significa che per i militari le scie tossiche sono importanti al punto che non si preoccupano dei danni che la nuvola di zolfo potrebbe causare ai velivoli della morte.

    La Burgermeister ha visto giusto. Non ho dubbi.

    RispondiElimina
  4. Ragazzi scusate se posto qui la domanda...ma qualcuno ha visto il nuovo spot della geox? E' in grado di postarlo? Io non riesco a trovarlo.
    E' palesemente uno di quegli spot creati per intortar la gente.
    Ripete in continuazione che "il nostro corpo ha bisogno di respirare", e nell'ultima scena si vedono due "amanti" circondati da una cappa gassosa. Per non parlare di quella canzone sempre più pubblicizzata in cui si dice che "il cielo è sempre piu blu".
    Proprio in un periodo cosi intenso di irrorazioni.

    RispondiElimina
  5. Ciao a tutti avete visto cosa dice la Burgermeister oggi?

    http://birdflu666.wordpress.com/2010/04/16/could-obamas-visit-to-krakow-spark-a-bird-flu-pandemic/

    Da toccarsi i c... Ad ogni modo se scoppia lì siamo fritti.

    RispondiElimina
  6. @mosquitomovemEnt, qui sotto ce n'è un pezzo, ma senza il glorioso finale.
    Si, pare proprio che oltre ad avvelenarci si divertano un mondo a prenderci per il c..o

    http://www.geox.com/site/
    show.asp?video=img_842010134952.mpg&description
    =SPOT%20DONNA/UOMO%20SS2010

    RispondiElimina
  7. pirloni. presto. correte a sistemare i dati exif della foto altrimenti lo vedono tutti che e' di gennaio
    ciao ciao

    RispondiElimina
  8. Quello che mi stavo domandando anche io era il fatto che a causa del vulcano isandese, hanno cancellato la bellezza di 17.000 voli, oltre ad aver chiuso gli spazi aerei di Svizzera, paesei scandinavi e se ben ricordo G.B. Quindi se in Gran Bretagna hanno visto degli aerei volare, bhè la cosa è quantomeno sospetta. In ogni caso, non capisco a che scopo continuare le irrorazioni dato che nei gas vulcanici sono presenti naturalmente tonnellate di acido solforico e anidride solforosa che si riversano proprio nell'atmosfera.

    RispondiElimina
  9. Cretino, ho per caso scritto che quella foto è di aprile? Tanto qui la nebbia c'è quasi sempre, idiota che non sei altro. Suicidati, che fai un favore all'umanità intera e portati dietro i tuoi amichetti, giacché ci sei.

    RispondiElimina
  10. Gigetto, il radar non segnala nulla, infatti, sulle aree interdette al volo, ma il fatto è che mi hanno segnalato ugualmente scie e aerei nelle stesse zone chiuse al traffico aereo.

    RispondiElimina
  11. eSSSe, la prossima volta, prima di scrivere, collega il cervello! Ah, dimenticavo: sei uno scervellato.

    RispondiElimina
  12. Oggi dopo le 13,30 hanno cominciato a togliere il pesante e immobile copertone imposto sul cielo di Roma e dintorni da domenica scorsa.
    Il copertone non é andato via trasportato dai venti, si é semplicemente dissolto sul posto, nella sua immobilità.
    Temperature molto fredde. La sonda del pannello solare ha registrato una mattina di questa settimana, alle 06.30, 6,7°C.

    Alcuni amici di zona, parlando tra loro l'altro ieri dicevano di sentirsi a disagio (co' sto tempo me sento come da 'mpazzì), testuali parole, indicando la cappa nuvolosa grigia, persistente ed immobile.

    Il Prof. Maracchi ha già "previsto" che ci toglieranno la luce solare fino alla fine del mese circa.
    Lascerebbero il sole (al massimo velato) per il primo maggio?!
    Giusto per i sindacati, impegnati in tutta Italia ad imbrogliare quei poveracci che ancora li vanno a sentire. Mica a spiegare il trattato di Lisbona o quello di Velsen...
    Cinque anni senza sole a Primavera monitorati da me (60 giorni circa).
    365 giorni l'anno per cinque anni, di foschia chimica ininterrotta in ogni dove...

    RispondiElimina
  13. Sopra Torino il cielo questa settimana è stato per lo più coperto, a tratti ha piovuto ma il colore è sempre stato grigio-beige-lattiginoso (in pratica schifoso) e nonostante debba ammettere di non aver visto aerei con scie (persistenti) non era certo naturale. Se siano passati altri aerei con scia evanescente non è stato possibile valutarlo almeno da dov'ero. L'impressione è che quella poltiglia fosse un regalo di roba rilasciata magari in altre località. Chissà.
    La storia del vulcano islandese è un'esagerazione, avranno in mente qualcosa. Non si spiega il blocco della circolazione aerea su un intero continente e a tal proposito voglio segnalare che ieri sera mi sono sorbita il tg2 alle 19 circa e nel servizio che parlava della vicenda di migliaia di passeggeri bloccati all'interno degli aeroporti nel nord Europa, le immagini raffiguravano un cielo zeppo di scie sullo sfondo.
    Forse erano i famosi cirri della nonna

    RispondiElimina
  14. Neanch'io Ginger, ho notato aerei della morte oggi, ma il solito velo aleggiava tra "stracci di nubi chiare". Sarà stata nebbia proveniente da altrove. Non è mancato in serata l'odore di uova marce.

    Sì, la storia dell'eruzione è un'altra delle loro amplificazioni. Ne sanno una più del loro padrone, il diavolo.

    Ciao

    RispondiElimina
  15. Voglio segnalare che ieri sera mi sono sorbita il tg2 alle 19 circa e nel servizio che parlava della vicenda di migliaia di passeggeri bloccati all'interno degli aeroporti nel nord Europa, le immagini raffiguravano un cielo zeppo di scie sullo sfondo.

    Ah! Interessante!

    RispondiElimina
  16. ginger ha inquadrato perfettamete la situazione torinese di questi ultimi giorni.
    C'è qualcosa di molto strano dietro a quest'eruzione in Islanda, nel senso che è assurdo che abbiano fermato voli in mezza Europa.

    RispondiElimina
  17. Straker ti segnalo che il link "buona lettura" nel blog "gli occultatori" non funziona.
    Comunque belle e nitide foto di tanker a Fiumicino.

    RispondiElimina
  18. Jack, mandami per favore una email con il link che non funziona e le foto dei tankers, se le hai disponibili. Grazie!

    RispondiElimina
  19. qualche iscritto vada su luogo comune a dire che lo chaff non crea nuvole di km......questi continuano a dire che è "solo chaff".
    è incredibile

    RispondiElimina
  20. Strakkino, mi spieghi COSA CAZZO VUOLE DIRE "NEBBIA DI RICADUTA"?
    Violentare la lingua italiana puo' andare, ma c'e' un limite, cavolo!
    Ah, la nebbia in inverno, adesso, e' chimica pure quella? O il fatto che in inverno ci sia nebbia da qualche migliaio di anni ti sfugge?
    Pietoso!
    E vorrei ricordarti che PORTARE LE PROVE di quello che dici ti darebbe un po' piu' di credibilita'.
    Ma gia', le prove non le puoi portare, PERCHE' ESISTONO SOLO NELLA TUA MENTE!
    Pietoso 2 volte!

    RispondiElimina
  21. intendevo questo Straker, ho fatto pasticcio
    http://complottisti.blogspot.com/

    RispondiElimina
  22. @ FRAKAZZO

    Un bel filmatino di ieri (siamo ad aprile), con la nebbia di ricaduta, sarà un piacere pubblicarlo a breve.

    Ah... FRAKazzo...








    PUPPA!

    RispondiElimina
  23. Frankrat, i tuoi sono i borborigmi di un ignorantone saccente che crede di vedere la pagliuzza negli occhi altrui e non la trave nel suo unico occhio da Ciclope troglodita.

    RispondiElimina
  24. Il sito Nexus dell'amico Tom Bosco riprende la nostra recente traduzione dell'articolo pubblicato dallo scienziato egiziano Monil El Husseini. Qui.

    RispondiElimina
  25. Frankbat,le prove non si possono portare perchè chi sai bene tu non lo permette e in ogni caso verrebbero insabbiate,non a caso si sospetta che le arpa regionali falsificano i dati..Sulla nebbia chimica di ricaduta cè quasi sempre anche in estate l'inverno non c'entra una mazza,non possono esserci foschie e nebbie quasi tutto l'anno,drogatevi di meno.

    RispondiElimina
  26. Quella nebbiolina strana di cui qui si parla io la vedevo già nei primissimi anni Novanta e la facevo notare a quel vecchio agricoltore che era mio padre. Il quale mi dava ragione.
    Mai vista prima quella stranezza atmosferica.

    Ciò starebbe a significare che le operazioni relative alla dispersione di zolfo nell'atmosfera erano partite almeno venti o più anni or sono.

    Riguardo alla discussione del post precedente, è chiarissimo che sono stati i Russi a far fuori l'élite di governo della Polonia. Occasione ghiottissima che non potevano lasciarsi sfuggire. Con tutte le armi per la guerra eletttronica di cui dispongono, ci vuole niente per tirar giù un vecchio Tupolev.

    Mi spiace per le vittime. Ma i polacchi, fanatici cattolici e bigotti come sono, non devono preoccuparsi di nulla: andranno tutti in Paradiso in carrozza e si ritroveranno tutti insieme colà con...Karol Wojtyla.

    RispondiElimina
  27. Gli agricoltori sono i primi ad accorgersi delle anomalie. "Contadino, cervello fino", detto sempre valido. Gli agricoltori sono abituati ad osservare e percepiscono variazioni quasi impercettibili.

    Circa lo schianto del Tupolev, credo che i Russi abbiano ricevuto il plauso e la cooperazione di altri congiurati.

    Ciao

    RispondiElimina
  28. Prove?
    Frankenstein:...ma va..ff..!!!

    RispondiElimina
  29. cazzone avariato da cripta, odio la volgarità e mi scuso con tankerenemy, ma ti arrampichi sugli specchi CHIEDENDO PROVE...APRI GLI OCCHI UNA VOLTA E POI TORNA NELLA CRIPTA A PUPPARE CON GLI ALTRI!

    RispondiElimina
  30. Ciao, qui il copertone vomita pioggia da diverse ore ma l'aria invece di ripulirsi è sempre più torbida.
    Quella nebbia - chiamiamola così anche se non è vera nebbia - è una cosa quasi quotidiana in ogni stagione.
    I più non ne conoscono la genesi, ma solo dei dementi patentati potrebbero affermare di non vederla, o che sia una cosa normale.
    Vedo che i dementi patentati, nonchè criminali, continuano a infestare questo blog.
    Straker, se non lasciassi filtrare ogni tanto i loro sproloqui potremmo anche dimenticarci che esistono.

    RispondiElimina
  31. Sto vedendo i subsets del sito modis... a parte stralci di nube sulfurea, molte scie e molte formazioni haarpizzate...
    http://rapidfire.sci.gsfc.nasa.gov/subsets/?subset=AERONET_Mace_Head.2006251.terra.1km (notate a sud dell'irlanda)

    RispondiElimina
  32. I tanker continuano a volare perché il blocco è per chi vola sopra i 10688 metri (gli aerei di linea normali) [http://www.ansa.it/web/notizie/collection/rubriche/associata/2010/04/15/visualizza_new.html_1763467048.html]
    Questa è l'ennesima prova che i tanker non volano all'altezza degli altri aerei.

    RispondiElimina
  33. "Vedo che i dementi patentati, nonchè criminali"

    esatto, non dobbiamo mai dimenticare che gli aerosol segreti-"geoingegneria" sono TOTALMENTE ILLEGALI.

    RispondiElimina
  34. "Maracchi: perturbazione non cambiera' il quadro"

    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/associata/2010/04/17/visualizza_new.html_1763527376.html

    questo maracchi continua a far finta di non sapere che le operazioni di aerosol clandestino sono ormai giornaliere
    questi servi personalmente mi fanno più schifo dei vari disturbatori

    RispondiElimina
  35. I voli civili sono stati interrotti, ma i voli chimici continuano. Un'altra prova incontrovertibile che le scie sono generate da aerei ad hoc.

    RispondiElimina
  36. Per Straker, Zret e tutte le persone di buona volontà che seguono questo blog. L'eruzione vulcanica è stata indotta per ottenere due scopi, principalmente:

    1) giustificare, utilizzando ad oltranza la "scusa" del disastro naturale, la nebulosità e la presenza crescente di sostanze chimiche (sulfuree in special modo) nell'atmosfera europea, dove attualmente si concentra l'attività di aerosol clandestino.

    2) attribuire origini ambientali alla successiva ondata influenzale (terza ed ultima) che dovrebbe segnare l'avvento della vaccinazione di massa obbligatoria, dopo i precedenti tentativi falliti. Inoltre, l'aumento dell'inquinamento atmosferico potrà ulteriormente favorire l'immissione nell'atmosfera di sostanze tossiche per "diminuire il riscaldamento globale".
    A rafforzare i fatti, leggetevi QUESTO.

    La farsa patetica alla quale stiamo assistendo non può durare in eterno: se ciò che ho percepito è corretto, gennaio 2011 segnerà l'avvento di importanti rivelazioni e cambiamenti.

    Da prendere con il dovuto spirito critico.

    RispondiElimina
  37. Oggi tuttavia, complici le nubi, non ho nè visto e nemmeno sentito aerei chimici. Tuttavia mi fido della parola degli altri 'sky watchers'.

    Ma allora è una balla bella e buona il fatto che ci siano poi questi gran pericoli per gli aerei civili. Se proprio i suddetti non possono salire oltre i 10.000-11.000 metri, che se ne stiano più bassi ed il gioco è fatto.

    Forse che ci troviamo di fronte ad una esrcitazione in vista di accadimenti peggiori prossimi futuri?
    Come tutti quanti ben ricordiamo, anche dopo gli 'attentati' dell'11 settembre lo spazio aereo nord-americano venne chiuso all'aviazione civile. Ma i 'tankers' volavano imperterriti.

    RispondiElimina
  38. Proprio cosi' cari piloti,state eseguendo ordini ILLEGALI e chi fa' azioni contrarie alla legge è un delinquente,questo almeno ci viene insegnato fin da piccoli.

    RispondiElimina
  39. @Ugo: molto interessanti e verosimili le tue ipotesi...

    RispondiElimina
  40. Oggi abbiamo visto i risultati di passaggi furtivi, nonostante il blocco dei voli. Pochi, ma ne sono passati diversi, tra le 15 e le 18.

    RispondiElimina
  41. Ugo, circa una settimana fa leggevamo delle possibilità di causare delle eruzioni. Le tue interpretazioni collimano con quanto paventato da alcuni, nell'alveo della subdola politica climatica globale.

    "Forse che ci troviamo di fronte ad una esrcitazione in vista di accadimenti peggiori prossimi futuri?"

    Paolo, credo di sì.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  42. Dal sito della BBC sempre a proposito del blocco aereo:

    The disruption means many world leaders remain unsure about whether they will be at Sunday's funeral of President Lech Kaczynski, who died in a plane crash last week.

    US President Barack Obama is among those who have said they cannot now attend, while some European leaders are making the journey overland.

    A final decision on whether the Prince of Wales will be able to represent the Queen at the ceremony will be made on Sunday.

    Se Baracca non sarà ai funerali almeno il presagio della Burgermeister non rischia di avverarsi. E il principe Carlo? potrebbe mandare ancora una volta il suo diabolico ologramma...

    RispondiElimina
  43. il bello deve ancora venire... "ci sara' grande tribolazione come non e' mai venuta prima".. "paurose visioni e segni" lo sapeva gia Cristo 2000 anni fa...per indicare che e' vicina la Liberazione del genere umano da tutti i problemi!

    RispondiElimina
  44. Giulia, resta ancor da comprendere se l'eruzione del vulcano islandese sia stata causata dai militari o se sia un fenomeno naturale che compromette i loro nefandi piani. Spero sia corretta la seconda ipotesi.

    I segni sono invisibili solo per chi non vuole vedere.

    Ciao

    RispondiElimina
  45. Stewart Swerdlow propende per l'ipotesi cospirazionista circa l'eruzione del vulcano islandese dal nome pazzesco ed impronunciabile.
    Anzichè addossare la colpa ai militari tale ricercatore chiama in causa un intervento alieno.

    Chissà, tutto è possibile anche se non bisogna esagerare nel vedere cospirazioni ovunque.
    Che gli alieni scorrazzino per il nostro sistema solare con astronavi immense lo hanno dimostrato le recenti riprese della sonda SOHO.

    E si trattava di corpi celesti intelligenti delle dimensioni della Terra che si avvicinavano al Sole e che forse vi si immergevano.

    Come al solito la realtà dei fatti 'is stranger than fiction'.

    RispondiElimina
  46. "La verità è inverosimile", ci ricorda Eraclito l'oscuro.

    Ciao

    RispondiElimina
  47. Paolo, saresti così urbano da indicarmi l'articolo in cui hai letto dell'eruzione causata dagli alieni?

    Grazie

    RispondiElimina
  48. Non si tratta di un articolo di Swerdlow ma di un trafiletto da lui scritto nella sua rubrica 'Current Illuminati News'.

    Clicca su tale link e lo trovi.

    Il sito di Swerdlow si intitola: www.expansions.com

    RispondiElimina
  49. Per essere più precisi il riferimento si trova sotto il trafiletto pubblicato ieri il quale si intitola 'What Is Coming'.
    Swerdlow definisce l'eruzione del vulcano islandese ' the Kuiper Belt sabotage'.

    Ora, per comprendere appieno, bisogna rifarsi alla sua visione del mondo attuale riportata anni fa nel saggio da lui scritto: 'Blue Blood, True Blood' nella quale egli ipotizza uno scontro fra alieni che influenzerebbe la situazione della nostra Terra.

    Insomma, un pò come Angelo Ciccarella il quale parla però di Saturno, Swerdlow intuisce che nella fascia di Kuiper siano allocate le centrali operative di determinate gruppi alieni in perenne conflitto con altre fazioni sempre di extraterrestri.

    RispondiElimina
  50. l'articolo linkato da Ugo denota uno dei tanti tentativi patetici di sdoganare leoperazioni di aerosol, perchè ormai troppa (per loro) gente se ne è accorta, soprattutto per il forte incremento che hanno avuto OVUNQUE

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis