lunedì 22 febbraio 2010

Scie chimiche (intervista a Radio Imago)

Il 12 febbraio 2010, all'interno della rubrica "Storie di frontiera", grazie alla squisita ospitalità dell'emittente Radio Imago (radio in streaming) e del conduttore Cesare Dal Pont (pilota), abbiamo affrontato in modo pacato ed esaustivo il tema spinoso delle chemtrails. Un particolare ringraziamento va all'amico elixam (per il contatto) ed al direttore artistico Attilio Torrone per la scelta della musica. Buon ascolto!

Cliccate sull'immagine qui sotto per scaricare il file mp3 oppure cliccare sul simbolo start del player, per ascoltare la trasmissione in streaming. la registrazione è raggiungibile anche dall'archivio di Radio Imago.





Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

57 commenti:

  1. Ottima relazione d'intervista Straker. A chi ancora non si rende conto di ciò che sta accadento fornisci dei chiari messaggi e schemi per rappresentare il problema.
    La puntata successiva, se ce ne fosse modo, dovrebbe essere dedicata al secondo motivo principale per cui tengono a tenere efficiente la conduttività dell'aria, ovvero a tutta la famiglia delle smart dust e nanomacchine, che rientrano nei 400 motivi di tutta questa operazione ed in particolare alle cosidette MEMS.
    Si parla troppo poco di nanoteconologia per non sospettare il fatto che parlarne di più e meglio produrrebbe nella la gente, sempre piu, la crescita dell'evidenza di una connessione con le chemtrails. Quindi si divulgano notizie centellinate e per di piu parlando delle mirabolandi opportunità scentifiche delle nanoteconogie che apporterebbero tanta più salute e maggiore "sicurezza" dai terribbbbili malfattori che attentano all'economia dei colossi industriali..

    http://chiacchieresulnano.blogspot.com/2009/04/nanomedicina-e-nanorobot.html

    http://chiacchieresulnano.blogspot.com/2009/04/le-nanotecnologie-combatteranno-la.html

    http://chiacchieresulnano.blogspot.com/2009/04/la-discesa-verso-il-nanocosmo-ed-oltre.html

    Complimenti anche da parte mia al conduttore e alla scelta della musica ( Incognito,ben 4 brani, A. Franklin e funk-fusion anni 80')

    :-)

    RispondiElimina
  2. Ciao Antonella, quello delle nanotecnologie è un argomento spinoso e difficile da spiegare in pochi minuti. Su questo blog (ma anche sul blog di Straker), come sai, ne abbiamo trattato spesso ed in tutte le sfaccettature. Nella conferenza di Viterbo ne ho accennato, facendo riferimento alle dichiarazioni pubbliche di un Generale statunitense all'epoca dell'invasione dell'Iraq nelle quali descriveva i vantaggi della smartdust per spiare gli spostamenti delle truppe nemiche. Egli parlava delle stesse nanostrutture che oggi, evolute, vengono adoperate per le previsioni meteo (e non solo!) e che vengono diffuse per mezzo degli aerei.

    Senza dubbio, se ci sarà concessa l'occasione, ne parleremo, dedicandovi uno spazio di approfondimento, anche perché molti sono i cittadini italiani che chiedono risposte sul morbo di Morgellons e non ne hanno dalla medicina ufficiale. Quelle risposte risiedono nelle nanotecnologie e si riassumono in una parola: "nanopatologia".

    RispondiElimina
  3. Il giorno 2 febbraio 2010, mattinata di pesante attività aerea su Sanremo, i valori di biossido di zolfo sono balzati da 20,5 microg/m3 delle 11:00 a 556,6 microg/m3 delle 13:00. Sarà un caso...

    RispondiElimina
  4. Intanto la nanopolvere, Antonella, sta determinando un aumento esponenziale di malattie come il linfoma non Hodgkin. E' un po' come se ognuno di noi vivesse non nelle adiacenze di un inceneritore, ma al suo interno.

    RispondiElimina
  5. L'ultima vittima (una nostra amica di vecchia data), è di pochi giorni fa. Se n'è andata in un mese.

    RispondiElimina
  6. straker dove hai recuparato i dati dello zolfo? vorrei saperne di più....

    sempre sullo zolfo è bene riportare sempre questi collegamenti, per i più "scettici" o per i più distratti

    http://news.sciencemag.org/sciencenow/2010/02/the-latest-on-hacking-the-planet.html


    "Once inside the conference center, University of Calgary physicist David Keith presented work on the concept of spreading droplets called AEROSOLS in the stratosphere, where they could block a small fraction of the sun’s rays."

    "To get around this problem, Keith and colleagues—some of whom wrote the first paper—have proposed SPRAYING THE ACID, NOT THE GAS, WITH AIRPLANES

    "SEEDING THE SKIES WITH SULFUR would pose great risks, of course, but the scientists said studying the technique was important. One challenge is balancing temperature changes with changes that geoengineering might cause. That includes CHANGES IN RAINFALL AND SNOW PATTERNS, which would result from altering the balance of radiation striking the ground.""


    http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/09_aprile_20/gas_effetto_serra_6a6532ce-2d59-11de-b92c-00144f02aabc.shtml

    "ROMA — Immaginatevi una nebbia fatta da goccioline di BIOSSIDO DI ZOLFO, un composto chimico prodotto naturalmente durante le eruzioni vulcaniche. Però, una nebbia artificiale, sparsa apposta nell'alta atmosfera col proposito di ridurre il riscaldamento globale. Ebbene, questa specie di antidoto dei gas serra potrebbe far scendere rapidamente la febbre climatica della Terra. In altri termini, l'uomo, da una parte, continuerebbe a pompare nell'aria anidride carbonica a tutto spiano, attraverso centrali elettriche, fabbriche e automobili, riscaldando il pianeta; dall'altra pomperebbe biossido di zolfo spray per raffreddarlo. L'idea è di alcuni fisici dell'atmosfera, fra cui i noti premi Nobel Paul Crutzen e Thomas Schelling.

    «Con l'attuazione degli accordi di Kyoto per la riduzione dei gas serra, l'idea di progettare un intervento di geo-ingegneria per raffreddare il pianeta era stata abbandonata — spiega Michael Oppenheimer, climatologo di Princeton, che sta preparando un nuovo rapporto su questa opzione per conto dell'Accademia nazionale delle scienze degli Stati Uniti —. Ma ora ricominciamo a prenderla in considerazione, per lo meno sotto il profilo speculativo». Lui non lo dice ma, in pratica, c'è chi sta pensando anche ai modi di spargere la sostanza raffreddante per mezzo di AEROPLANI, missili o altissime ciminiere""

    ANCHE SUL CORRIERE LO AMETTONO TRANQUILLAMENTE

    RispondiElimina
  7. oltre tutto questo, pensiamo anche ad un altra cosa: una piccola valvola che irrora zolfo direttamente nello scarico dei motori a reazione....lascierebbe una scia lunga kilometri, che potrebbe essere scambiata dai pecoroni per "normale condensa". poi se ci mettiamo la disinformazione assoluta e la complicità pressocchè totale del governo.....il gioco è fatto, gli aerosol allo zolfo ecco che diventano "normali scie di condensa".
    che scandalo incredibile. ma prima o poi, lo dico sempre, qualcuno paga

    RispondiElimina
  8. Ciao Arturo, ti mando il file per email. Stiamo raccogliendo dati e sai com'è...

    Tutte questa storia puzza come il diavolo (di zolfo) ed ora sembra proprio che il mio olfatto non mi tradiva: il biossido di zolfo lo stanno già diffondendo da anni, ma gli effetti sono opposti a quelli sbandierati.

    Giusta la tua considerazione sull'effetto scia della nuvola di zolfo.

    RispondiElimina
  9. ...non si puo'neanche leggere un articolo interessante..che mi è passata la voglia..
    ad un certo punto poco fa leggo :

    "Il movimento senza pressione applicata è movimento di moto proprio, come si osserva in modo così drammatico nei lunghi salti dei gatti che corrono. Questo moto proprio si manifesta anche in natura nel fluire dell' acqua nei fiumi, nell'avanzare dei tornado, e nelle scie dei jet che sono in realtà spirali orizzontali di aria e di umidità che possono essere lunghe migliaia di miglia di lunghezza che si muovono come fiumi vorticanti nell'alta atmosfera. Una palla lanciata nella sua traiettoria, anch'essa si muove senza pressione."


    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5748

    ekek !!!

    RispondiElimina
  10. Informazioni utilissime, Arturo. Lo zolfo è assai nocivo sia all'ambiente sia agli organismi viventi.

    I fautori della geo-ingegneria (realtà da anni) sono dei criminali.

    Ciao

    RispondiElimina
  11. Mi rendo perfettamente conto che è difficile sintetizzare la questione delle smartdust, anche perchè credo che la concezione di cosa siano, come dicevo non è accessibile a tutti, per mancanza i divulgazione e addirittura per l'ignoranza dell'esistenza, tra molti, della nanotecnologia.
    Credo che non sia un argomento nemmeno trattato dalle attuali programmazioni delle discipline scientifice degli istituti di secondo grado.

    Mi dispiace sinceramente per la mancanza della persona che vi ha riguardato. Non fa differenza questo rischio riguarda tutti.

    Continuano ad esserci giornate coperte con nuvoloni scuri e precipitazione sparuta con poche gocce. Inoltre è almeno un inverno che non sento un tuono e lampo e oltre tre che non ci sono i temporali che CONOSCO.
    Conosco a caratteri grandi percheè mi rifiuto che questa sia normalità che si vuole far divenire.

    RispondiElimina
  12. Dipingi un quadro perfetto e che condivido, Antonella. Il problema della mancanza di informazione su queste REALTA' e la deficienza nella memoria storica sono il cavallo vincente per gli oscurati e purtroppo poche sono per noi le occasioni per divulgare le giuste informazioni. In questi casi ci vorrebbe per lo meno una Webradio, ma i costi intrinseci non ci permettono certi lussi.

    C'è un dato certo: i danni cagionati da queste operazioni sono ora ancora nulla rispetto a quanto accadrà in futuro e allora potremo dire: "Noi vi avevamo avvertiti". La storia condannerà chi ora inganna il popolo bue.

    RispondiElimina
  13. @Straker ci virrebbero più spesso spazi radiofonici come quello da te sfruttato in modo superbo a radio imago!
    Il tempo per approfondire e divulgare temi scottanti come le scie chimiche non sono mai abbastanza, complimenti comunque per aver saputo esporre in modo chiaro ed esaustivo i punti chiave del problema!!
    Certo è che con più opportunità si potrebbero approfondire più argomenti come ad esempio HAARP e nanotecnologie!

    RispondiElimina
  14. Trovare persone sensibili al problema e con una buona dose di fegato per parlarne, non è facile.

    RispondiElimina
  15. Il viaggio è stato lungo e complicato dalle condizioni meteo, ma ne hai fatte di cose in quei due giorni! (ovviamente con il supporto di chi, in quelle ore, ha continuato instancabilmente a gestire i blog). Aveva ragione quell'amico che, tempo fa, disse che siete molto ben organizzati: le dimostrazioni sono continue.

    Se si pensa che la compagnia dei disinformatori conta un elevato numero di elementi ringhiosi che per quanto si arrabattino per la Rete, non arrivano poi così lontano...
    ciao

    RispondiElimina
  16. Ciao Ginger, forse il nostro vantaggio, sebbene si sia in pochi, è di essere dalla parte della verità e quindi, alla fine, tutto viene più facile.

    RispondiElimina
  17. E’ incredibile constatare che irrorano clandestinamente 24 ore su 24 in tutto il mondo, il loro scopo principale e’ colpire le masse nuvolose per non fare piovere, qui si puo’ vedere lo scempio presente in tutto il globo, le zone blu sono le emissioni chimiche che alterano le perturbazioni, sono dappertutto:

    http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/RGB/DUST/FULLDISC/

    Questa e’ la situazione nel centrosud dell’ Africa a distanza di 8 ore:

    http://img714.imageshack.us/img714/5373/weatherchemtrailsafrica.jpg

    http://img46.imageshack.us/img46/5373/weatherchemtrailsafrica.jpg

    Questa e’ la Sardegna negli ultimi giorni coperta costantemente da nuvole artificiali che seguono le linee del territorio, e che non rilasciano alcuna goccia d’acqua:

    http://img695.imageshack.us/img695/9899/22febbraio.jpg

    http://img651.imageshack.us/img651/4341/20febbraio.jpg

    http://img10.imageshack.us/img10/8527/21febbraio.jpg

    Le nuvole reali sono state sostituite dalle nuvole artficiali, di conseguenza c’e’ meno luce e meno acqua, prove lampanti lo dimostrano e chi dovrebbe intervenire sa solo abbassare la testa...siamo messi bene...

    RispondiElimina
  18. Se poi consideriamo che i paesi africani sono stati i primi territori di test, si comprende come siano riusciti a distruggere quel continente. A noi tocca lo stesso destino, se non si fermano.

    RispondiElimina
  19. Non vi perdete queste:

    http://www.schools.ash.org.au/paa2/mediagallery/gallery.asp?orgid=1&suborgid=1&ssid=&pid=596&uid=&gallcatid=&gallid=5&fileid=#

    Straker l'idea della web radio sarebbe ottima, scusami la domanda probabilmente ingenua, ma non puoi farlo da casa con un server dedicato e a bassa qualita' audio per risparmiare banda? Oppure provare soluzioni a basso costo tipo p.es. questa http://streamthenet.com/Budget_shoutcast_hosting.html

    PS: Debunker vigliacchi fate schifo pure ai sorci.

    RispondiElimina
  20. Photogallery eloquente. Non sembra un'invenzione del duo sanremese! ^__^

    Riguardo alla Web radio stiamo studiando una soluzione sicura ed indipendente. Non useremo però il nostro server locale, poiché la nostra adsl è assai limitata per un uso streaming.

    RispondiElimina
  21. Cio' che ci propone il duo sanremese e' pura informazione preziosa come l'oro, anzi di piu', l'oro non mi da la salute.
    Ps al ps di eiaculo: prego per i vostri genitori e per i vostri eventuali figli, vivere inconsapevoli al fianco di uno sporco traditore e' allucinante!

    RispondiElimina
  22. riguardo alla zona africana ho visto ieri delle foto scattate nelle scorse settimane in Algeria, non si vedono scie in quei momenti, ma velature, proprio quelle classiche chimiche che conosciamo tutti molto bene qui. Tra l'altro non si parla della zona abitata costiera, ma l'estremo sud al confine con il Mali, pieno sahara, conferma dei racconti di qualche settimana fa di mio fratello.

    RispondiElimina
  23. Anche questa mattina sul nord-est milanese e provincia di Monza-e-Brianza scie per tutti i gusti: incrociate, a griglia, alcune anche curve con variazioni di rotta impensabili per degli aerei di linea con passeggeri a bordo.

    Davvero non so come faccia tanta gente a non rendersene conto e come facciano certe facce bronzee a insistere con le loro "spiegazioni ufficiali"...

    RispondiElimina
  24. Droni. Aerei senza pilota e quindi, da remoto, si divertono come dei bambini, come se fossero in un videogioco. Peccato che questi bastardi ci avvelenino... giocando.

    RispondiElimina
  25. Web radio?? Fantastica idea sono con voi come sempre!!
    @Rolle Cio' che ci propone il duo sanremese e' pura informazione preziosa come l'oro, anzi di piu', l'oro non mi da la salute.

    Mai parole più vere sono state dette!
    Qui si informa la gente di cio che succede veramente intorno a noi!

    RispondiElimina
  26. Ciao Straker, l'idea della web radio mi piace proprio. Questa mattina mi sono svegliato e a Nord Ovest di Milano irrorazioni pesanti. Poi sono stato a Milano sud e c'erano irrorazioni pesantissime. Sono tornato a casa e le irrorazioni continuano.
    M..da :-(

    PS: Io prego sempre per il popolo americano che tra un po' si sveglierà, ne sono certissimo.

    RispondiElimina
  27. @ Turista21-

    Molta gente lo sa già. Il mio pescivendolo lo sa benissimo, così come ho sentito un gelataio in un paesino del comasco bestemmiare contro le scie.
    Il problema è che la vita va avanti senza un chiaro avvelenamento percepibile. Viviamo, ci ammaliamo e moriamo in un mese ma non è facile connettere o ammettere che la causa è questa schifezza in cielo.

    Per quanto riguarda il tempo che sta cambiando quando posso io lancio il dubbio alle persone che non conosco dicendo loro che questi fenomeni non sono normali e che il mio sospetto si rivolge a quelle che spruzzano in cielo con quelle strane scie. Così la gente mi ascolta. Di più invece ho provato di persona viene rifiutato (probabilmente è troppo e scattano meccaniscmi di difesa).

    RispondiElimina
  28. Ciao Ron, per intanto studieremo qualcosa da mettere insieme velocemente (per la Web Radio) e ne frattempo amici comuni lavoreranno per una piattaforma sicura ed efficiente.

    Riguardo alle difese psicologiche, hai pienamente ragione. C'è un vero e proprio blocco ed oltre quella flebile consapevolezza, la gran parte delle persone non vanno. Peccato per loro.

    RispondiElimina
  29. Mentire è il mestiere preferito dei climatologi fissati con gli aerosol per combattere i fantomatici cambiamenti climatici.

    Su Newsweek: raffreddare il pianeta con il biossido di zolfo. costa molto meno


    Biossido di zolfo (SO2)

    Il biossido di zolfo, o anidride solforosa (SO2), è un gas dall’odore pungente, la cui presenza in atmosfera deriva dalla combustione di prodotti organici di origine fossile contenenti zolfo, quali carbone, petrolio e derivati.
    In natura l’anidride solforosa viene immessa in atmosfera al seguito delle eruzioni vulcaniche, mentre le principali sorgenti antropiche sono costituite dagli impianti per il riscaldamento e la produzione di energia alimentati a gasolio, carbone e oli combustibili. Il traffico contribuisce alle emissioni complessive di biossido di zolfo solo in minima parte.
    L’esposizione a SO2 - che peraltro è un inquinante caratterizzato da una soglia di percezione molto bassa - provoca nell’uomo irritazione e lesione al tratto superiore dell’apparato respiratorio e aumenta la predisposizione a episodi infettivi acuti e cronici (tracheiti, bronchiti, ecc.). I danni alla vegetazione (maculatura fogliare e arresto della crescita) e ai materiali (corrosione) sono dovuti essenzialmente alla partecipazione di questo inquinante nella formazione delle cosiddette “piogge acide”.

    Gli impatti del biossido di zolfo sulla salute umana e sugli ecosistemi vengono analizzati in questo indicatore attraverso i seguenti parametri:

    concentrazione media annuale (1989-2001);
    concentrazione media invernale (1988/89-2000/01);
    numero di superamenti del Valore Limite della concentrazione media giornaliera (1989-2001);
    numero di superamenti del Limite Legislativo della concentrazione media oraria (1989-2001);
    numero di giorni di superamento dei Livelli di Attenzione e di Allarme (1997-2001);
    numero di giorni di Stato di Attenzione e di Allarme (1997-2001).

    http://81.208.25.93/RSA/capitolo_3/main_indicatore_01.htm

    RispondiElimina
  30. Ron ha ragione, poi a volte pronunciando la parola "scie chimiche " chi ne ha sentito parlare collega subito il fatto = bufala e ti ride in faccia o ti guarda con sospetto, molto meglio buttarla sull'anormalita' dei fenomeni meteo

    RispondiElimina
  31. @ rolle2007

    Aerei sporcaccioni qui in Lombardia tutto il giorno a bassa quota con piroette e disegni rotondi. Ormai anche i bambini li vedono e gridano alle loro mamme. Scena di questo pomeriggio. Magari le chiameranno le "scie sporcaccione" che rende maggiormente l'idea.
    Saranno ad ogni modo le nuove generazioni a non perdonare questo massacro ambientale e attentato all'umanità.
    Ad ogni modo questi eventi sono già nella storia ... della umana follia e distruzione.

    RispondiElimina
  32. Straker il link http://81.208.25.93/RSA/capitolo_3/main_indicatore_01.htm non prende. Potresti ripostarlo, magari c'è qualcosa di non corretto.

    RispondiElimina
  33. Questi articoli fanno imbestialire, cercano piano piano di naturalizzare le irrorazioni chimiche clandestine.
    Progetto pinatubo, e noi ce la prendiamo in quel posto!
    ASSASSINI E CI SCHERZANO PURE SOPRA! MALEDETTI

    RispondiElimina
  34. "Scie sporcaccione", un' efficace e lepida espressione.

    RispondiElimina
  35. Alcune registrazioni audio sono state raccolte qui.

    RispondiElimina
  36. Oggi scempio su Milano e comuni limitrofi...maledizione.....
    Quando ci sono giornate come questa comincio a telefonare ad amici e conoscenti chiedendo "hai visto il cielo oggi?" e sento sempre la stesse risposte: Non ho avuto tempo, oggi no, avevo da fare ecc. ecc. Ma cosa ci hanno fatto? Possibile che non si riesca a trovare il tempo di guardare il cielo?

    RispondiElimina
  37. Osva, le reazioni di amici, conoscenti e colleghi sono spesso avvilenti.

    Ciao

    RispondiElimina
  38. Straker il link

    http://www.ecplanet.com/node/1223

    Su Newsweek: raffreddare il pianeta con il biossido di zolfo. costa molto meno

    che avevi postato è sparito. Le solite minacce dei debunker?

    RispondiElimina
  39. ....FUCK....FUCK THE BEASTS !!

    e tutti i loro pidocchi !!

    http://www.youtube.com/watch?v=3XH0KW3ROoU&feature=related

    RispondiElimina
  40. Ciao Ron, non credo sia dovuto a ciò. Edo non è il tipo. Sarà un problema tecnico.

    RispondiElimina
  41. Che bravi questi militari che ci difendono,quasi ci salutiamo..ciaoooo !!!

    http://www.youtube.com/watch?v=0SejE0_ENs0&feature=related

    RispondiElimina
  42. "Ma cosa ci hanno fatto? Possibile che non si riesca a trovare il tempo di guardare il cielo?"

    è un noto meccanismo di difesa psicologica

    tutto ciò che non ci piace verso cui ci sentiamo impotenti viene messo da parte.

    per esempio, se tutti i giorni passasse un camion e ci scaricasse la sporcizia davanti casa, noi non potremmo fare finta di nulla: un fatto del genere non è sopportabile dalla gente comune.

    nel caso degli aerosol clandestini, però , essendo una realtà subdola, molta gente preferisce fare finta di nulla, e "delegare" al prossimo qualche via risolutiva.

    non importa se spargono zolfo di nascosto. il pensiero dominante, in questi casi è:
    "dato che non ci posso fare nulla, non mi pongo nemmeno il problema. e se posso evito pure di guardare il cielo"

    a questo punto, basta non guardare più il cielo, e come per magia le scie non esistono. funziona come in TV: basta non parlare, per esempio, delle guerre perenni e di tutte le altre porcate dei nostri governanti perchè queste, per la gente comune, non esistano.
    in africa muoiono 10.000 (DIECIMILA) bambini al giorno per mancanza di acqua, insomma cose serie...eppure niente, i media ufficiali non ne parlano, e sembra che questa gente non muoia di stenti. purtroppo la maggior parte della gente non ha la percezione di queste cose.

    vorrei mettere un link del blog "scienza marcia", che illustra proprio questo meccanismo psicologico di "fuga dalla realtà", ma non trovo il link

    divertente anche questo video youtube. lasciando stare la parte delle banche, il messaggio può valere per tutto ciò che la gente preferisce far finta di non vedere

    http://www.youtube.com/watch?v=AV8tK36-G-4

    questo ragazzo, sebbene molto giovane, sembra più sveglio della stragrande maggioranza delle persone adulte

    infine, siamo ormai in molti a pensare che dietro il riconglionimento delle masse ci sia un piano più o meno ben definito.

    RispondiElimina
  43. oggi mario tozzi in TV, parlando di frane:
    "si perchè poi è naturale che frani la montagna....cioè quando piove molto, noi non ci possiamo fare niente, è naturale"

    mentre lo diceva rideva, tanto sapeva che diceva castronerie

    RispondiElimina
  44. Siamo ai limiti del comprensibile umano. La gente è fuori di testa!

    RispondiElimina
  45. Ragazzi, scusate ho fatto io un errore. Nessuna minaccia. Saluti sa tutti.

    RispondiElimina
  46. La gente è come se fosse programmata a issare il pensiero in una certa direzione..E non vuole essere deviata. Analogamente ti viene chiesto "come stai?o che tempo fa dalle tue parti?" domande che si fanno per "educazione", convenzione,conversazione forzata, perchè non si ha da scambiare veramente contenuti diretti e schieti, perchè dirsi qualcosa veramente viene avvertito come pericoloso(negazione), fa quasi paura.. Alle domande di circostanza si vogliono risposte rassicurati come ..si sto bene benissimo.. Guai parlare di problemi...immediatamente ti accorgi che non è veramente quello che vogliono sapere. Sì, perchè i problemi devono stare fuori dalla porta di casa. Il mondo ne ha gia tanti e poi si è gia terrorizzati a sufficienza e annientati da un senso d'impotenza infinita, o soverchiati dalla fatica del sostentamento quotidiano. Meglio cambiare canale e fare zapping nella "propria" dimensione, vale a dire il proprio orticello (dove magari la propria buca di talpa di solito è sempre piu grave del vicino a cui esplosa una mina anti-uomo..). All'attuale si condivide pochissimo. Si fa psichismo o psicologia senza parlare di qualcosa davvero. C'e e ci fu, una capillare deprogrammazione sulla capacità di scambiarsi davvero dei contenuti; oppure si parla di tutto senza dicendo nulla. Ragion per cui l'accenno di un discorso che trasmetta qualcosa che il loro inconscio avverte come grave o importante, ne sentono l'oppressione e quindi c'e una reazione di fuga..chiudono la porta di casa e ritornano nella LORO piccola dimensione orticello,nelle rassicuranti occupazioni giornaliere dietro alla quale si paraventano, dicendo ...be non ho tempo sai ho da fare .. ho il lavoro ..ho le incombense. Ma si! E' quellla la realtà.Difendiamo questa illusioria tranquillità costruita tanto faticosamente e che sarà..scusate la tomba! E tutto ciò non la definisco affatto una giustificazione perchè tutti hanno l'occasione di prendere consapevolezza. Ma ciò è difficile perchè oltretutto costa tanto, vuol dire provare dolore e paura; vuol dire mettere in discussione tutto un mondo; vuol dire guardare il vuoto, il nulla in molti casi; vuol dire capire che non esiste un essere sovrannaturale,che ci protegge, che legifera la giustizia o la bontà o la ricompensa finale.. Nulla di tutto questo; qui s è tutto nelle nostre mani ed è spaventoso e scioccante. E' una scelta a disposizione di tutti.

    A fare l'eccezione sono SOLITI NOTI..costoro si sono venduti consapevolmente.

    Oggi nuvole scure, scarsa pioggia. Questa sera cielo scuro-rossiccio..
    Come volevasi dimostrare

    RispondiElimina
  47. In poche parole le persone preferiscono nascondere la polvere sotto il tappeto, ma non è così che eviteranno i guai. In effetti, da quel che vedo, sono proprio coloro che non ne vogliono nemmeno sentire parlare, che sono i primi ad andarsene.

    Poi ci sono quelli che pensano di essere "attivi sul campo", ma alla resa dei conti dimostrano di essere solo dei conigli.

    RispondiElimina
  48. Intanto Rete Quattro manda in onde un dossier su Medjugorie, la città degli ologrammi e delle scie chimiche, dove frotte di ingenui fedeli si accalcano per ascoltare i messaggi di un'entità ambigua, per usare un eufemismo.

    RispondiElimina
  49. Vero Zret, cosa meglio di icone religiose per tenere le masse lontano dalla realta'.

    Intanto ieri giornata spaventosa, e tra le decine di aerei, o meglio spargitori di veleno, che ho osservato c'e' sempre il solito che chiamo "il bianco culo corto ala larga"; quello c'e' SEMPRE, lo riconosco ogni volta che c'e' intensa attivita', tanto che ieri tra le 13 e le 14 ha fatto i suoi 4 passaggi da est verso ovest...debunker cos'e' una navetta che fa torino-lione eh? quadrimotore 4 scie che sembrano 2 da lontano ma son 4 molto spesse+SPUTACCHIO CENTRALE a intermittenza. Non conosco il modello ma non e' molto importante...E NON E' UN AEREO DI LINEA!

    Qui 2 foto che gli avevo fatto a settembre, da notare che ho una macchinetta con poco zoom e 5 mpx.

    http://img12.imageshack.us/img12/7152/scie107.jpg

    http://img64.imageshack.us/img64/9925/scie106.jpg

    RispondiElimina
  50. Io direi..Grigie entità..

    Super Drone

    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/02/21/visualizza_new.html_1706274098.html

    RispondiElimina
  51. Attività pesante di aerosol anche qui, debitamente preventivata nel servizio meteo di RAI 3, ieri sera.

    RispondiElimina
  52. "Immaginatevi una nebbia fatta da goccioline di BIOSSIDO DI ZOLFO, un composto chimico prodotto naturalmente durante le eruzioni vulcaniche."

    veramente dovrebbero diventare goccioline di acido solforico

    prima di scrivere l'articolo potevano informarsi meglio

    "oltre tutto questo, pensiamo anche ad un altra cosa: una piccola valvola che irrora zolfo direttamente nello scarico dei motori a reazione....lascierebbe una scia lunga kilometri"

    bravo hai capito il meccanismo
    senza il calore dei motori non ci sarebbe alcuna scia

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis