giovedì 28 gennaio 2010

Scie chimiche, nanosensori e digitale terrestre

Come è noto, con le scie chimiche è anche distribuita la cosiddetta "polvere intelligente", in inglese smart dust: in particolar modo, la giornalista indipendente Carolyn Williams Palit ha dedicato approfonditi studi a questo argomento, come la Dottoressa Hildegarde Staninger. Ora, numerose persone si chiedono per quale motivo si sia deciso di introdurre il digitale terrestre per la trasmissione dei segnali televisivi, in sostituzione del sistema analogico. Molti ritengono che tale "innovazione" sia collegata ad interessi di tipo economico. Ciò non è del tutto errato, ma la vera ragione del digitale terrestre è un'altra: è necessario per i militari liberare le frequenze analogiche affinché esse siano adoperate per gli scopi più disparati e quasi sempre sinistri. Infatti i nanosensori diffusi con le chemtrails funzionano occupando una parte delle frequenze destinate originariamente al segnale cosiddetto analogico. Essi sono impiegati sui campi di battaglia, per le previsioni meteorologiche, ma soprattutto per il controllo della popolazione.

Il WiFi lavora su diverse frequenze a seconda della tipologia (serie 802.11) tra i 2,4 gigahertz (802.11bgn) e 5,2/5,4/5,8 gigahertz (802.11a ed altri standard). Non a caso, la banda UHF, che è l'acronimo di Ultra High Frequency, indica i segnali a radiofrequenza trasmessi nella banda che va da 300 MHz a 3,0 GHz. Come si vede, la frequenza impegnata dalle apparecchiature WiFi è inclusa nel range dei segnali televisivi in fase di dismissione.

Invisibili e pressoché indistruttibili, queste nanostrutture possono localizzare le persone, registrandone parametri come la temperatura corporea e sono assimiliabili ai microchips inseriti sottopelle ai cani. Naturalmente di questa pericolosa tecnologia vengono decantati i presunti vantaggi (il controllo della salute dei pazienti, la razionalizzazione degli inventari, la possibilità di rintracciare le persone scomparse...), sottacendo che assistiamo ad una nano-invasione con milioni di microscopiche strutture che rischiano di penetrare dappertutto, negli ambienti naturali ed artificiali, nell'acqua, negli alimenti, come negli stessi organismi... se non sono già penetrati in ogni dove.

Si comprende dunque la frenesia attorno al digitale terrestre, magnificato come sistema per ricevere centinaia di canali che trasmettono mirabolanti programmi: in realtà il DTV è parte di uno scellerato piano volto al controllo elettronico del pianeta. La banda analogica è uno dei "corridoi" su cui transitano i segnali emessi e ricevuti dalla smartdust il cui funzionamento è comparabile a quello dei R.F.I.D.



"I R.F.I.D. sono Dispositivi di identificazione di radio frequenze (Radio frequency identification devices). Un R.F.I.D. è un microchip con una micro-antenna incorporata. Il microchip contiene informazioni immagazzinate che possono essere trasmesse ad un lettore (scanner) e quindi ad un computer. Un R.F.I.D. può essere passivo, semi-passivo o attivo.

Quelli attivi sono dotati di batteria. In questo modo il dispositivo invia il segnale al lettore. Tali congegni possono ricevere ed archiviare dati ed essere letti ad una distanza maggiore rispetto a quelli passivi. Le batterie attuali nei dispositivi R.F.I.D. durano anche oltre cento anni. La banda “ultralarga” (Ultrawideband U.W.B.) rende il tag (etichetta–lettore) ricevibile in amplissime aree. I lettori possono trasmettere ai computers sia via telefono sia per mezzo della Rete. Si usano anche i satelliti. Qualunque cosa disponga di un tag (etichetta) R.F.I.D. può essere rintracciato da un lettore o da un computer.

I dispositivi R.F.I.D. semi passivi hanno una fonte interna di energia che permette loro di monitorare le condizioni ambientali, ma hanno bisogno energia R.F. dal lettore per rispondere.

I dispositivi R.F.I.D. passivi non hanno un dispositivo di alimentazione, ma impiegano un segnale inviato da uno scanner che fornisce energia al circuito del microchip affinché trasmetta le informazioni immagazzinate. Sono adatti solo per monitorare aree non molto estese.

L'aumento nell’uso dei microprocessori R.F.I.D. richiede una maggiore quota della banda U.B.F. Come conseguenza, per esempio, il governo degli Stati Uniti nel 2009 ha bloccato l’uso dello spettro U.B.F. della frequenza V.H.F. con il passaggio al digitale: la frequenza analogica U.B.F. è destinata ai microprocessori, quindi i militari non intendono sovraccaricare questa banda con segnali televisivi."
(C. Bassi, Nuove tecnologie e digitale terrestre, 2010)

Come volevasi dimostrare.




Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

47 commenti:

  1. Il digitale terrestre non è ancora arrivato in tutte le regioni ma l'impressione è che via via che passano i mesi e la copertura si estende, l'altrazione mentale delle persone si accentua: sembrano esserci sempre più schizzati in giro. A volte si vedono persone che hanno scatti d'ira non facili da giustificare, in maniera improvvisa.
    Tra cellulari (sempre più sofisticati, cioè pericolosi), HAARP, DTV (con i suoi contenuti), poveri cervelli!!!
    Ciao

    RispondiElimina
  2. Siamo immersi in un pericoloso "brodo" elettromagnetico e le drammatiche conseguenze si potranno valutare solo tra una ventina d'anni. per intanto gli unici ad avere vantaggi sono le farmaceutiche ed i becchini.

    RispondiElimina
  3. Hai ragione, Ginger. Siamo invischiati in un'invisibile, ma esiziale ragnatela elettromagnetica. La situazione ricorda un po' lo scenario del film La mosca.

    Ciao

    RispondiElimina
  4. Sarei curioso di sapere quali sono le frequenze artificiali talora avvertite, captate dall'orecchio interno degli esseri umani. A volte sento un ronzio e a volte non lo sento. Occorrerebbe l'oscilloscopio a portata di mano per individuarne la frequenza esatta.

    Mi ci gioco un bel pò che non si tratta di un acufène ma di una qualche frequenza artificiale emessa per disturbare i cervelli degli umani.
    Dato l'inestricabile ginepraio di frequenze cui s'è aggiunta da un pò anche la polvere artificiale,il Pianeta si sta trasformando sempre più ogni giorno che passa in un luogo assurdo, in una bolgia infernale.

    La misura non può non trovarsi lontana dal limite e manca assai poco al botto finale.

    P.S Visto la vergognosa propaganda relativa alle micro-polveri scatenata dai mezzi di informazione? Prima tutti zitti. Ora, da qualche giorno, la solita strategia di colpevolizzazione della gente per l'inquinamento ambientale da polveri sottili.

    Si intervistano le solite squallide facce, le solite anime morte che vomitano idiozie.
    Razza di bugiardi! Ma le polveri sottili sparse a profusione dagli aerei militari chi le mette in conto?

    RispondiElimina
  5. Ciao Poalo. Certamente, se consideriamo le frequenze sulle quali lavora H.A.A.R.P., siamo su una gamma compresa tra 3 e 12 hz.

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutti... è fin troppo evidente lo stato di semi-pazzia in cui è avvolta la gente... assisto a scene di nervosismo estremo e smania di uccidere quasi... basta stare nel traffico cittadino un paio d'ore per rendersi conto... una frequenza sopra gli 8Hz e leggermente inferiore ai 5... se modulata opportunamente potrebbe creare panico e depressione, quanto stati di estrema euforia... ci siamo quasi ragazzi... il punto di non ritorno sta per arrivare... io mi aspetto una prossima grande catastrofe, dopo la quale si salvi chi può...

    RispondiElimina
  7. Si salvi chi può?
    male che vada....muoio.....e in fin dei conti non cambierebbe granchè.
    Certo è giusto difendere le idee in cui si crede

    RispondiElimina
  8. Se mettete una banconota da 5,10,20 ecc.,euro in un microonde, assisterete ad un brevissimo sfavillìo e la banconota presenterà due minuscole bruciature lungo il "filo interno" della stessa. Nessuno ce lo aveva detto che all'interno degli euro in banconota ci fossero due microchip! Ora...se prendiamo l'acqua con i nano sensori e la mettiamo nel microonde, dovrebbe succedere la stessa cosa. O no?

    RispondiElimina
  9. Articolo illuminante, da girare ai teledipendenti entusiasti del "progresso".
    Non ho dati a disposizione per un confronto in tempo reale, ma l'impressione è che l'Italia sia sotto attacco in maniera massiccia, probabilmente con un maggior investimento in termini di voli e tonnellate di veleni rispetto ad altri paesi europei e forse degli stessi stati uniti (in rapporto alla modesta estensione del nostro paese). Le testimonianze incrociate dalle varie regioni parlano chiaro. Leggevo anche l'altro giorno che Ryanair ha intenzione di incrementare i suoi voli da scali italiani.
    La nostra posizione geografica strategica per i piani bellici globali degli Oscurati, il fatto che la nostra sovranità è da sempre stata svenduta ai loro interessi, il tracollo e la disfatta di tutte le istituzioni, tutto questo gioca a nostro sfavore...
    Mantenere la lucidità mentale e la salute nel mezzo di questo attacco chimico-elettromagnetico è già uno sforzo cosciente, quanto potrà pesare l'effetto di accumulo però sfugge ad ogni previsione. Non so a quanti di voi capita di avere contrazioni muscolari involontarie, tremori incontrollati e tic: un altro indizio certo di intossicazione e interferenza a livello cellulare-neurologico del brodo tossico in cui siamo immersi.

    RispondiElimina
  10. Viviamo, purtroppo, in un grande forno a microonde!!
    Tutti questi campi elettromagnetici ed onde a bassa frequenza ci presenteranno a breve il conto e come diceva Straker l'unico vantaggio sarà per i becchini!
    La gente vive ormai nella frenesia più totale non si ha il tempo di riflettere su quello che ci sta attorno, ci stanno addestrando ad avere gioie immense o dolori atroci; vogliono creare il panico, per loro si deve vivere sul filo del rasoio.

    RispondiElimina
  11. Walter, non penso sia consigliabile mettere l'acqua nel microonde. Come d'altronde tutti i liquidi in generale.

    RispondiElimina
  12. Giulia e Capitan Harlock, concordo con quanto affermate. Penso sia utile ricordare questo non recentissimo articolo, ma nel quale si spiega bene l'interazione tra campi elettromagnetici e salute umana.

    RispondiElimina
  13. *********
    Agente Arancione tra i fattori di rischio per malattia di Parkinson
    Giovedì 10 Settembre 2009
    Incriminata l'esposizione ad un erbicida usato a scopi militari
    Durante la guerra nel Vietnam uno dei mezzi militari era l"agente arancione" detto così perché i barili erano contrassegnati da una striscia arancione. La sostanza era un erbicida costituito dal miscuglio di acido 2,4-diclorofenossiacetico e di acido 2,4,5-triclorofenossiacetico; serviva a distruggere il fogliame delle foreste in cui si nascondevano i vietcong. Esso conteneva anche piccole quantità di 2,3,7,8-tetraclorodibenzo-p-diossina (TCDD) una potente tossina cancerogena e teratogena (che causa tumori maligni e malformazioni dopo esposizione di donne in stato di gravidanza).

    Dopo numerose segnalazioni di malattie nei veterani, l'esercito americano ha messo a disposizione i registri che permettevano di stabilire quali militari fossero stati esposti alla sostanza ed è stato stabilito che vi erano una associazione tra l'esposizione ad esso ed una serie di tumori, quali leucemia, linfomi e carcinoma della prostata, nonché altri problemi, quali neuropatie periferiche e difetti alla nascita dei figli dei veterani, quali la spina bifida. Ora è stata segnalata anche una associazione tra l'Agente Arancione e la malattia di Parkinson.

    Fonte: Reuters Health, Washington 27 luglio 2009
    *********

    Quindi... tra quarant'annni e forse più ammetteranno la stretta correlazione tra malattie neurodegenerative e le nanoparticelle (intelligenti o meno) diffuse con gli aerei.

    Non ci resta che attendere!

    RispondiElimina
  14. La mortale e moribonda Moratti si accinge a vietare la circolazione anche ai tricicli. Le polveri sottili ed ultrasottili vengono per lo più dagli aerei, ma l'esecranda crociata contro i cittadini incolpati di ogni scelleratezza continua senza tregua. Se solo qualche meneghino collegasse l'inquinamento atmosferico ai velivoli della morte che ogni giorno sorvolano la metropoli ambrosiana... e non solo.

    RispondiElimina
  15. SONO TORNATE LE ARPIE.....


    OT
    Avete sentito le nuove trovate ?
    Bin laden adesso lascia messaggi ecologici..è colpa del mondo occidentale se il pianeta è al collasso !

    Aspettiamoci una catastrofe "naturale"..cosi biN laden possa dire allhah è grande....etc etc etc!

    Mi sembra di aver sentito il giornalista tg3 aver detto:"..le ossa dello sceicco,riposano in qualche posto nascosto..i suoi messaggi continuano a essere diffusi a livello planetario,come se fosse un eroe globale".

    MA VAFF.....!

    RispondiElimina
  16. La Sardegna è stata la prima regione italiana a subire lo spegnimento del segnale analogico a favore del DT.

    Così veniva riportato il 9 febbraio 2007:

    "In Sardegna il passaggio alla televisione digitale terrestre avverrà in due fasi:

    dal 1 marzo 2007 solo RAI 2 e Rete 4 - area Cagliari e comuni della provincia;

    15 novembre 2007 solo RAI 2 e Rete 4 - intero territorio della Regione;

    1 marzo 2008 tutti i canali - completamento del passaggio (copertura di tutti coloro che, sul territorio della regione, sono attualmente coperti dal segnale analogico)."

    Quindi, una volta liberato l'etere dalle fastidiose trasmissioni televisive, hanno iniziato le prove generali di uragani (Capoterra) e terremoti (scosse telluriche con epicentro in mare nei pressi del nord est sardo).

    Abbiamo prove inconfutabili sui test militari (TRIAL IMPERIAL HAMMER - NATO) dell'ottobre 2008, durati una settimana e culminati con la tragedia creata artificialmente a Capoterra (vedere articolo sul mio blog).

    Era stato testimoniato anche con foto (vedere mio album online).

    RispondiElimina
  17. Ciao Mike, questa particolare coincidenza mi era sfuggita.

    RispondiElimina
  18. Mr.Jones, la C.I.A. non trova Osama poiché non lo cercano dove si trova attualmente: negli uffici della C.I.A.

    L'ultima volta stato vi è visto mentre registrava un messaggio audio insieme ad Obama. ^_^

    RispondiElimina
  19. Riecco spuntare gli strani boati sulle città: http://iltempo.ilsole24ore.com/abruzzo/cronaca_locale/abruzzo/2010/01/21/1117453-boato_scambiato_sisma.shtml

    RispondiElimina
  20. Bacab, questi bang si comprenderanno meglio se si ricorderà l'esperimento Philadelphia. Pare, infatti, che siano la conseguenza di manipolazioni delle linee spazio-temporali, No: non sono aerei che hanno infranto il muro del suono.

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  21. Il Professor Di Benedetto collega queste deflagrazioni a H.A.A.R.P. e le definisce "esplosioni radianti".

    RispondiElimina
  22. Mike, la correlazione tra passaggio al digitale e sperimentazioni militari di vario tipo è un fatto, anche se non sono chiare tutte le sfaccettature.

    Ciao

    RispondiElimina
  23. Ottimo articolo.. per me una cosa è certa, IO NON COMPRERO' STO KA@#O di DECODER DEL DIGITALE TERRESTRE !!!

    Fuffa tecnologica, roba da medioevo.. quello in cui vorrebbero tenerci a vita.

    Consigliate agli amici più cari di fare lo steso, è un'occasione più unica che rara per dare il definitivo addio allo strapotere qi quel dannato QUADRATO MAGICO... psico-inebriante e ratio-repellente.

    Ciao.
    Ubi.

    RispondiElimina
  24. :-) LoL :-)


    Sapere di essere presi per il XXXX dai diffusori delle menzogne...rafforza lo spirito,la mente ed il sistema immunitario....!

    RispondiElimina
  25. @Ubi Morazzoni
    sapessi qui quanta gente appena verrà spento il segnala analogico cambierà tv e se non puo' comprerà i decoder da 30 eur!!
    Sulle frequenze penso proprio che Straker ha ragione,vogliono liberare tutta la banda vhf e uhf per uso militare non so' dove andremo a finire siamo letteralmente bombardati e che le radiazioni elettromagnetiche facciano male è risaputo da decenni ma tanto se ne fregano e falsificano i risultati delle ricerche come per il global warming,non cè che dire è gente moralmente marcia.

    RispondiElimina
  26. Un grazie a Straker per l'articolo sui forni a microonde,provvedero' a stamparne un po' di copie e a distribuirle.

    RispondiElimina
  27. Stanno per creare un unico ordine mondiale o meglio tutto il mondo diventerà un unico computer - solo che non tutti i componenti utili saranno compatibili. Vediamo come va a finire questa storia - in genere vince il "bene" e continuiamo a crederci.

    RispondiElimina
  28. Sicuramente quelli come noi non saranno "compatibili" ma la mia pelle non è in svendita e credo la stessa cosa per gli amici di Tanker Enemy.

    RispondiElimina
  29. Un intelligente commento di Esca sul forum di CDC

    "Siamo ai tempi in cui le canzoni parlano di chemtrails...
    Guardando il cielo si può trovare ispirazione per scrivere una canzone ma poichè di stelle se ne vedono ormai di rado e il colore non è esattamente il blu ma un grigio indefinito e STRIATO, il soggetto non è più lo stesso degli anni passati e questo è il risultato.
    D'altronde gli stessi Muse fecero una canzone dedicata ad HAARP...
    Mari, il termine utilizzato è un banale tentativo di far apparire i fatti reali come una teoria strampalata e fantasiosa (e visionario chi ne parla), però sembra che sia un po' tardi per continuare a dire che scie chimiche ed HAARP sono solo nell'immaginario degli "sciachimisti", vista la situazione.
    I visionari sono coloro che fingono di vivere in un mondo "normale", che di normale non ha quasi più niente".

    RispondiElimina
  30. C'e' sempre piu' gente che non e' compatibile...la vedo dura per i banchieri pseudo padroni del mondo.
    Non centra niente ma poi vai in aeroporto per partire e sembra di andare ad alcatraz, svuota la bottiglia, togli le scarpe...il bambino resta a terra anche se ha 8 mesi perche' non e' sul passaporto...gli imbarchi per i paesi arabi sono qualcosa di allucinante!Mentre fuori Malpensa e' avvolta da una coltre chimica spaventosa, ma in alto si intravede del blu a scacchiera!!! Intanto qualche vecchio del mio paese crede ancora che Osama e' scappato in Pakistan sul motorino col mullah Omar!!! Tra l'altro la telecamera sul volo me l'ha sequestrata il comandante al mio rifiuto di spegnerla, all'arrivo vado a riprenderla dicendo: peccato neanche una scia chimica mi ha lasciato riprendere!...risata in faccia reciproca e via!Scusate lo sfogo

    RispondiElimina
  31. A dire il vero strani boati venivano segnalati anche decadi or sono. Su un vecchio numero dello storico Giornale dei Misteri si parlava ad esempio di un boato udito su Ferrara. Ricordo che era più o meno il 1973.

    Trattasi di un fenomeno cosiddetto 'fortiano'. Ma non è solo roba di adesso.

    RispondiElimina
  32. Alfredo Lissoni ha scritto un articolo su questo fenomeno le cui cause non sono chiare.

    Ciao

    RispondiElimina
  33. Rolle, un episodio ai limiti del grottesco quello che ci hai raccontato. Che mondo immondo!

    RispondiElimina
  34. Se prendere l'aereo è diventato una odissea la soluzione è semplice non prendetelo, parlo in particolare a chi lo usa per raggiungere mete turistiche,CAMBIATE DESTINAZIONE usate il treno o la corriera e poi con che motivazione il "comandante " ha preteso che non venissero fatte riprese,stavate sorvolando zone di guerra?.
    I soldi scarseggiano STATE A CASA!

    RispondiElimina
  35. Sono d'accordo. Boicottiamo gli aerei di linea.

    RispondiElimina
  36. Si contribuirebbe anche alla riduzione dell'inquinamento aereonautico molto superiore a quello automobilistico.

    RispondiElimina
  37. Vi seguo da diverso tempo e vi faccio i complimenti per il blog.

    Vi scrivo per la prima volta per segnalarvi questo inquietante articolo, nella speranza che non accada nulla.

    http://www.disinformazione.it/censura_di_regime.htm

    Cordiali saluti.

    RispondiElimina
  38. Ciao, non si può far altro che constatare che la destra ha assimilato bene il metodo della sinistra stalinista. In pratica, destra e sinistra sono la medesima cosa.

    RispondiElimina
  39. @Damocle Una volta erano solo i telefonini, ora bisogna spegnere tutte le apparecchiature elettroniche!!! Poi pero' il notebook lo puoi accendere! Ma davvero credono che siamo tutte capre ignoranti? Non era un viaggio turistico, ma un viaggio "parenti" che un paio di volte all'anno faccio o con Alitalia o con la compagnia del paese in questione. Il fatto e' sucesso con Alitalia, con l'altra compagnia niente di tutto cio'. Ogni volta mi ripeto, meglio il traghetto, ma purtroppo i costi!
    Ti senti in galera, con la ceckinista che ti dice "e no! Lui non parte, 8 mesi e figlio di genitori di 2 continenti diversi.
    NOI SIAMO NEL TERZO MONDO! NON IL GABON, HAITI O LA COSTA D'AVORIO!

    RispondiElimina
  40. A proposito dei liquidi nel microonde...

    "Evitare di surriscaldare i liquidi, a causa del pericolo di formazione di bolle di vapore e di esplosione, immergendo nelle stoviglie di cottura l’apposita asticella di ebollizione in dotazione con il forno, un bastoncino di vetro o un cucchiaino di materiale uniformemente resistente al calore (p. es. plastica, acciaio legato ma non argentato!)".

    RispondiElimina
  41. da un pò vivo negli usa. l'irrorazione di scie qua è molto meno presente che in italia. o sono più avanti col lavoro o l'operazione è più marcata per chissà quali oscuri motivi in europa. forse un tempo era il contrario, ma quello che è certo è c'è gente più schizzata e esaurita in italia che in america (sembra incredibile ma è così). dunque in italia siamo messi veramente molto male...

    RispondiElimina
  42. Non è la prima testimonianza in questo senso. C'è da chiedersi il motivo di questo cambio di strategia.

    RispondiElimina
  43. Forse perchè l'Europa ne.. aveva bisogno? forse perchè si sono accorti che i lavorio dei governi come il nostro di lobotizazzione delle menti non era abbbatanza? forse perchè eletti come migliori siti di sperimentazione?Pensato solo al bunker e al sottomarino di berlusconi antifinedelmondo..

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis