mercoledì 6 gennaio 2010

Jeane Manning e Nick Begich, "Les anges ne jouent pas de cette H.A.A.R.P".: se il controllo mentale diventa una realtà

L'edizione canadese del volume scritto da Jeane Manning e da Nick Begich, con il titolo Les anges ne jouent pas de cette H.A.A.R.P., risale al 2003. Questa edizione è arricchita da un’appendice documentaria e da una bibliografia in francese. Nick Begich è un medico; Jeane Meaning è una giornalista indipendente specializzata nelle ricerche sulle energie non convenzionali. Nella quarta di copertina del saggio leggiamo: "'Angels don't play this H.A.A.R.P.' è un libro che suscitò scalpore negli Stati Uniti, quando fu pubblicato nel 2002, poiché rivela, sulla base di dati incontrovertibili, le applicazioni segrete di H.A.A.R.P. Il frutto dell'inchiesta condotta dai due autori è corroborata dalle acquisizioni di altri scienziati, come Zielinski, fisico tedesco esperto in elettrodinamica quantistica e dal Dottor Richard Williams, chimico statunitense".

Il testo in esame si distingue da altri studi sul tema per il notevole spazio riservato a H.A.A.R.P. inteso come sistema per il controllo mentale: senza trascurare, infatti, gli usi relativi alle comunicazioni militari (le cosiddette "guerre stellari"), alle modificazioni meteorologiche e climatiche, alle finalità economiche (tomografia del pianeta per localizzare giacimenti di petrolio e di gas) etc., gli autori privilegiano la trattazione di un aspetto ancora più sinistro, la capacità di influire sui processi cerebrali tramite le onde elettromagnetiche. Un documento dell'esercito statunitense riportato dalla Meaning e da Begich si riferisce: "alla possibilità di dedicare l'attenzione all'indebolimento delle performances umane, attraverso mezzi termici ed elettromagnetici. Occorre esplorare le opportunità di dirigere le funzioni mentali, usando dei campi esterni." Risulta evidente che l'obiettivo occulto di H.A.A.R.P. è la manipolazione mentale a distanza: ciò permetterà non solo di alterare i processi cognitivi, ma anche di leggere nel pensiero.

Le conseguenze legate all'impiego di questi sistemi sono talora evidenti, talaltra meno, ma sempre dannose: terremoti artificiali, alluvioni, siccità, cetacei che perdono l'orientamento e si arenano, anatre selvatiche che, nota Begich, smarriscono il senso della direzione durante i loro voli migratori verso il Sud, casi sempre più frequenti di persone elettrosensibili e di comportamenti anomali nella popolazione [1].

Certo, l'orizzonte successivo, vagheggiato da "scienziati" pazzi e da generali megalomani è la creazione di un'interfaccia elettronica grazie all'impianto di un microchip cerebrale, tra uomini e sistemi di antenne, di modo che essi diventino altrettanti pedoni da muovere a piacimento sulla scacchiera del pianeta, per mezzo di segnali wireless. Sono scenari consuonanti con la visione transumanista in cui il miglioramento delle facoltà intellettuali e la creazione di protesi bioniche sono i pretesti per un'intrusione elettronica (microprocessori) nell'organismo: il fine ultimo è una metamorfosi antropologica, in cui gli esseri umani sono alla mercè di un’élite che determina il loro pensiero, le percezioni (stimoli sensoriali codificati in suoni ed immagini, grazie a trasduttori sull'epidermide), le stesse azioni: viene disegnato un futuro di "cittadini" trasformati in candidati manciuriani.

Merito non piccolo della Meaning e di Begich è l'aver intuito, circa sette anni fa, gli sviluppi del sistema H.A.A.R.P. e di averlo collocato in una dimensione geo-politica in cui il potere ed il controllo mostrano il loro vero volto tirannico e liberticida.

Si ringrazia il Gentilissimo Dottor Gianni Ginatta per il materiale fornito.



[1] Ci ricorda a tale proposito il Professor Alessio Di Benedetto: "Il cervello emette onde che, nello stato di veglia, funzionano all'incirca tra 13 e 33 hertz (onde Beta) o che durante lo stato di meditazione profonda variano tra 3 e 7 hertz. Le onde Alfa (7-12 hertz) si sprigionano nel dormiveglia o in una condizione meditativa leggera. Infine vi sono le onde Gamma (34-60 hertz) che sono preposte a collegare tempo e spazio a livello neuronale e ad interrelare la realtà in quanto interpretazione complessiva (memoria e coscienza). L'uomo è il prodotto di un'interferenza d'onda generata tra il suo campo elettrodinamico e la risonanza di cavità Schumann. Il cervello umano è un complicatissimo congegno ricetrasmittente. Ne consegue che le turbolenze geomagnetiche causate da H.A.A.R.P. e dall'innalzamento della temperatura terrestre (provocato anche dalle scie chimiche, n.d.r.), provocano disturbi mentali e del comportamento. L'elettrosmog potrebbe oggi causare cambiamenti evolutivi incontrollabili e distruggere alcune specie viventi nonché scatenare attacchi cardiaci, tentativi di suicidio, crimini efferati..."



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Attacco all'informazione CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

42 commenti:

  1. Mi permetto di consigliare un'attività meditativa giornaliera e costante, onde "abituare" il cervello alla creazione ed al mantenimento di precise reti neuronali. Consiglio il "distacco" in tutte le attività onde poter discernere ciò che veramente vale la pena di considerare. Propongo la "compassione" nei confronti di chi, più o meno inconsapevolmente, crea situazioni pregne di vortici energetici pesanti. Costruiamo ponti, non muri, e la Vita cambierà. Amen.

    P.S. La befana mi ha portato il dono della pontificazione! Incredibile! :)

    RispondiElimina
  2. Walter, oggi, in occasione per la Befana, vorrei rivolgere i miei più fervidi auguri a Wasp.

    RispondiElimina
  3. Epifania: "Manifestazione"! cadano le maschere, venga a galla tutto lo schifo! L'oscurità ceda il passo alla Luce! I tempi sono maturi, e poi è anche il mio comlpeanno!!!

    RispondiElimina
  4. Nihil occultum quod non scietur, Non esiste niente di nascosto che non sarà rivelato. E' questione di tempo, Luca. Allora vedremo la stirpe ignobile dei disinformatori impallidire e tremare.

    Auguri!

    RispondiElimina
  5. Speriamo torni la luce........perchè se così non fosse sarebbe la fine!!

    Auguri Luca!

    RispondiElimina
  6. MARIO TOZZI scrive: "Come possiamo difenderci dai deliri di coloro che spacciano per veri complotti inesistenti? Basta osservare con cura i blog e i siti di questi individui: sono ANONIMI. Questi signori non si firmano mai."

    Bene! Allora anche il suo amico riosaeba, che non si firma, è inaffidabile e guarda caso scrive, tra insulti e sciocchezze, che le scie chimiche sono solo scie comiche. Chi è riosaeba? Noi (io e lei) lo sappiamo perché si è tradito, ma come i suoi amici il fioba, hanmar e gli altri (geologi e non), costoro non si firmano mai! Ed anzi diffamano ne pieno anonimato.

    Grazie per questo splendido autogoal. Io mi firmo e Lei mi conosce anche bene!

    Un confronto, anziché parlare a vambera di psicopatici? Vediamo chi la spunta, signor Bario?

    Questo messaggio è stato inviato nella bacheca di discussione sul canale non ufficiale di Mario Tozzi su facebook.

    La sfida è lanciata.

    RispondiElimina
  7. il signor mario tozzi è perfettamente a conoscenza delle manipolazioni atmosferiche attuate in segreto dall'aeronautica militare. e, cosa ben più grave, oltre ad essere informato su queste operazioni di aerosol, cerca di coprire i militari disinformando in TV e non solo.

    molto probabilmente egli pensa che questi aerosol siano "contro l'inquinamento atmosferico" oppure che servano per "contrastare i cambiamenti climatici".

    in tutti i casi, alcune (molte) personalità del CNR sono state informate delle modificazioni atmosferiche ILLEGALI che sono sempre più presenti nei cieli italiani ed europei

    @giulia io ho notato la stessa cosa, sulla neve: non si scioglieva nemmeno con la pioggia e la temperatura abbondantemente sopra lo zero. siamo in molti ad aver notato delle evidenti anomalie nelle nevicate di qualche giorno fa

    RispondiElimina
  8. Scusate se vado ot
    magari il tuttologo Attivissimo che ha tutte le risposte a tutto,se ci mostra delle foto,dove poi sono stati abbandonati i giocattoloni di Spielberg,e quello sullo stadio !

    e se fossero gli stessi ?
    visto che il regista famoso conosce "molto"
    bene l ufologia e segreti al seguito !!

    http://www.youtube.com/watch?v=-Ilj-lJT4Dg&feature=video_response

    RispondiElimina
  9. @arturo: grazie per il riscontro, cominciavo a pensare che il ghiaccio a prova di scioglimento fosse un regalo riservato solo alle Marche.

    A questo proposito un aggiornamento di stamattina: lo pseudo-ghiaccio formatosi tra il 4 e il 5 e ora caduto dai rami è tuttora giacente sul terreno, nonostante il fatto che negli ultimi tre giorni le temperature non siano andate sotto lo zero. Ciò è testimoniato anche dall'assenza di ghiaccio intorno alle pozzanghere.
    La STRAGE DI ALBERI di ogni specie (ne ho contati a centinaia schiantati a terra in tutta la zona) che ne è conseguita è qualcosa che grida vendetta...una tra mille cose...Ripeto quello che ho scritto nel mio post di ieri, un intervento di DISTRUZIONE programmata.

    Anche qui molti hanno notato l'anomalia del ghiaccio che non si scioglie neanche sotto l'alluvione, ma la archivieranno ben presto come una delle tante anomalie "della natura" degli ultimi tempi.

    RispondiElimina
  10. Ghiaccio a base di pseudomonas, che innalza la temperatura di congelamento.

    RispondiElimina
  11. Qui, in mezz'ora (dalle 10:30 alle 11:00), hanno coperto tutto con uno strato biancastro che ha oscurato completamente il sole. Aerei a decine e nessuno di questi evidenziato dal radar.

    La cpertura era stata pure prevista nel meteo di RAI 3.

    RispondiElimina
  12. Si Straker, sospetto anch'io quantità massicce di pseudomonas, pensa che ho preso un campione di quella roba e pure in casa, in ambiente riscaldato, ha impiegato diverse ore a tornare allo stato liquido.
    Anche qui le irrorazioni proseguono, senza un solo giorno di tregua negli ultimi tre mesi.
    La stima di Zret di un 97% di manipolazione è fin troppo ottimistica.

    RispondiElimina
  13. Infatti ed intanto la responsabilità viene addossata ad un generico "cambiamento climatico" da CO2. La verità è ben altra e chissà se mai verrà fuori. Quei maledetti fanno quel che vogliono. la spelndida giornata di oggi è stata funestata come le altre volte, mentre gli amministratori fanno orecchie da mercante.

    In galera!

    RispondiElimina
  14. Credo che siamo ormai in piena Guerra Ambientale! E poi basta con il CO2! Questa favola ormai non se la beve più nessuno....o meglio, sarebbe il caso che non se la bevesse più nessuno! Purtroppo c'è ancora troppa gente che crede alle favole!

    RispondiElimina
  15. Capitan Harlock, troppa gente crede ancor alle fole. Si pensi alle storielle sul "dirottatore" migeriano, anzi sudanese con la conseguente introduzione dei body scanners.

    Il ghiaccio che non si scioglie sarà dovuto al CO2 o alla Pseudomonas?

    Bario tozzi pensa che siano irrorazioni contro l'effetto serra? bario tozzi non è in grado di pensare.

    Ciao

    RispondiElimina
  16. ciao ragazzi...qui da noi, sul litorale del basso lazio stanno cominciando a sciare ...forse c'è un fronte nuvoloso che sta arriviando dalla sardegna...dicono che domani pioverà alla grande....mah...credo che stiano preparando qualcosa come al solito...oppure nn faranno piovere per niente...
    ovviamente nuovole harpizzate alla grande!!!
    Il tutto sempre nella direzione del sole...
    ciao e continuate così....c'è gente che comincia e continua a svegliarsi dal torpore...

    RispondiElimina
  17. http://www.repubblica.it/scienze/2010/01/04/news/nuove_malattie_crescono_colpa_del_riscaldamento-1851080/

    anche i virus colpa del riscaldamento globale...:-)))

    RispondiElimina
  18. OT:

    SONO UN MAGO?

    Il giorno 29 dicembre scorso, alle ore 16,11 commentavo QUI la scenetta da buffoni recitata da ryanair ed enac.

    Siccome verba volant, scripta manent, prevedevo con assoluta certezza che la pantomima si sarebbe presto risolta ("brevissimo") con buona pace dei sardi e continentali rincoglioniti i quali avevano già costituito comitati qua e là (vedi anche facebook) per il ripristino dei voli nazionali della compagnia (criminale) irlandese.

    Tutti felici e contenti, i FONDI NERI continueranno ad affluire copiosamente nelle casse di una delle più grosse flotte di tanker clandestini, oggi in circolazione nei cieli europei (ergo sopra la nostra testa).

    "Stranamente" nei giorni scorsi (durante la minaccia di stop) qui ha piovuto in modo (credo) naturale e da notizie ricevute da amici sparsi un po' in tutta Italia, le operazioni di aerosol non sono state poi così intense come nei giorni neri che ben conosciamo.

    Ryanair ha un ruolo operativo fondamentale nelle irrorazioni chimico biologiche, essendo in possesso di una grossa flotta di aeromobili ed ha ovviamente il potere di tenere per le palle (scusate l'eufemismo) anche i militari.

    Leggete bene il documento di Associated Press; la diatriba verteva sulla non accettazione da parte di ryanair di alcuni documenti di identificazione dei passeggeri.
    Ebbene, ora accettano la licenza di pesca ma "non ancora" la patente.
    Fanno a gara a chi le spara più grosse e la gente beve tutto...

    Non sono cattolico ma parafrasando le ultime parole di Cristo sulla croce: "Dio perdona loro perché non sanno quello che fanno...", aggiungo che se Dio c'è non avrà perdono per bestie simili che sanno perfettamente quello che stanno facendo.

    Buon volo.

    RispondiElimina
  19. avrà ragione mike...erano gg che nn vedevo tanti tanker sciare sciare sciare...

    RispondiElimina
  20. Charlie, o io sono uno di loro e conosco i programmi satanici alla perfezione oppure osservo (senza neppure troppa attenzione) cosa mi accade intorno.

    Ricordo che documentai anche altre cose che si sarebbero poi puntualmente verificate.

    Una su tutte l'alluvione su Capoterra dell'ottobre 2008 che causò la perdita di vite umane.
    Esattamente il giorno prima pubblicai anche gli screenshot delle previsioni totalmente sballate da parte di tutti i servizi meteo.

    Il giorno dopo, lo scienziato del SAR Alessandro Delitala rilasciava un'intervista all'Unione Sarda dove dichiarava che sulla Sardegna incombeva un fronte ciclonico largo 100 Km.
    Dimenticava di dire che non l'aveva previsto nel suo bollettino meteo diramato alcune ore prima.

    Complice o incapace?
    Non lo so...posso solo dire che non è in galera e occupa sempre lo stesso posto all'ARPAS Sardegna.

    E' tutto scritto, provato, comprovato con dovizia di particolari ma i colpevoli sono ancora tutti al loro posto, protetti da un'unica regia occulta.

    RispondiElimina
  21. Ricordiamo che Delitala è uno dei negazionisti delle scie chimiche. Ergo... COMPLICE.

    RispondiElimina
  22. Saluto più o meno cordialmente gli ultimi visitatori i cui IP sono stati tracciati nel mio blog:

    - IRCCS - Ist. Tumori Milano;
    - Alitalia;
    - Comune di Livorno;
    - Globavia Srl (settore aerospaziale);
    - Università di Cagliari;
    - Abaxbank Spa (banca);
    - Autostrade Spa;
    - ASL Sassari;
    - Ente Osp Cantonale Ticinese;
    - Università La Sapienza;
    - Novartis (big pharma);
    - Policlinico Umberto I (RM);

    L'aspetto più interessante è dato dalle visite delle Università e non è poi così strano.

    I ricercatori "ufficiali" che vengono ad aggiornarsi e ad attingere a piene mani da un "misero" blog...

    RispondiElimina
  23. Mike, pare che la vertenza tra Ryanair ed ENAC sia stata risolta: attendiamoci un'intensificazione dei voli, benché in Liguria io non abbia oservato un sensibile diradamento.

    Quelli dei centri universitari hanno molto da apprendere dai nostri piccoli blog e per loro è grasso che cola.

    Ciao

    RispondiElimina
  24. "Ricordiamo che Delitala è uno dei negazionisti delle scie chimiche. Ergo... COMPLICE."

    Grazie per la precisazione Straker, io lo davo per scontato ma forse non tutti conoscono le malefatte di certa gentaglia.

    RispondiElimina
  25. Zret, attingo io a piene mani dal tuo blog e da quello di Straker (questo)...immagino gli altri ;)

    RispondiElimina
  26. Io direi che certi centri universitari abbiano molto da nascondere (vedi Pavia, Bolologna, Torino, Catania....). Ecco spiegato il loro interesse.

    RispondiElimina
  27. Giuliacci, appena apparso al meteo di cANALE 5, è palesemente dislessico e sta peggiorando...forse l'allunìminio sta facendo finalmente il suo lavoro...

    RispondiElimina
  28. Straker,
    ho ascoltato più volte con una certa anzia il woodpecker...
    Ora ho un angosciante ricordo della mia infanzia insonne. Gli anni dovrebbero essere tra il '75 e 80. Mi capitava di svegliarmi e nel silenzio della notte e di sentire un inquietante picchiettio simile a quello del video ma un pochino più basso di volume. Quel rumore mi angosciava. Cercavo di capirne la provenienza, ma ancora oggi rimane un mistero. La cosa più strana era la continuità. Molto simile al rumore e alle vibrazioni dell'ascensore, questa ipotesi era da scartare: vivevo in un piccolo condominio di anziani con scarsa vita notturna. Idem per rumori meccanici di pompe del locale caldaie dato che c'era anche in estate. Neanche le pulsazioni dato che se le aumentavo correndo il ritmo di quel battito era sempre uguale. La cosa che mi preoccupava di più era il ripetitore di una emittente televisiva privata al piano di sopra. La mia fantasia puerile mi faceva pensare che degli spiriti entrassero dall'antenna e...
    Poi ho cambiato casa, sono diventata grande e mezza sorda tra discoteca e cuffiette. Quel picchiettio non lo sento più, difficile capire anche il motivo di questo, viste le concause. Resta solo una strana emozione inconscia ad ascoltare quel filmato.

    RispondiElimina
  29. Trotterella, non saprei quale potrebbe essere la causa del picchiettio che udivi, ma mi sovviene che nel 1976 occorse un black out a New York. Da recenti ricerche è emerso che il black out fu causato dal Woodpecker. E' possibile che con un udito molto acuto tu abbia percepito quel suono? Alcune persone percepiscono frequenze molto basse e bisognerebbe vedere come reagiscono gli animali in prossimità di antenne sospette.

    Ciao

    RispondiElimina
  30. Loro ci osservano, pensano di tenerci al guinzaglio come se fossimo belve feroci...ma non sanno che gli animali sono loro perchè non hanno ancora imparato ad usare la ragione!!

    Universitari, scienziati....ricercate LA VERITA'

    RispondiElimina
  31. Ciao Trotterella, come sai gli esseri umani non percepiscono le frequenze inferiori ai 16 hz, ma può essere che tu abbia "percepito" quella particolare "vibrazione" attraverso il corpo, che, nel caso di frequenze bassissime, può fungere da trasduttore.

    RispondiElimina
  32. Aggiungo che, in molti casi, alcuni fastidiosissimi rumori a bassa frequenza provengono dalle lampade dei lampioni pubblici e, in altri casi, dagli alimentatori delle stazioni di trasmissione.

    RispondiElimina
  33. ...e sono : due...!!

    http://www.youtube.com/watch?v=gtXIkeKr4xY&feature=related

    RispondiElimina
  34. Pseudomonas aeruginosa. È un batterio che si trova sia nella sporcizia sia nelle chemtrails. È stato modificato geneticamente da aziende come la Pathogenesis. Se inalato, può provocare immunodepressione e danni alle cellule in cui si insedia come ospite.

    Il Dottor Donald W. Scott è stato tra i primi a studiare quegli episodi in cui i patogeni sono stati diffusi dai militari con gli aerei o usando gli impianti dell'aria condizionata.

    Scrive Scott nello studio intitolato "Micoplasma, l'agente patogeno di collegamento nelle affezioni neurosistemiche": “Nel 1953 il governo statunitense decise, di concerto con l’esecutivo canadese, di testare una sostanza chimica su Winnipeg, una grande ed isolata città di circa 500.000 abitanti. I militari sparsero una sostanza cancerogena, solfuro di zinco cadmio, in una forma attenuata del 1000 per cento. Di questa scellerata azione esistono documenti e prove concrete: abbiamo scritto al governo canadese, chiedendo ulteriori informazioni, ma non abbiamo mai ricevuto risposta.

    Il 14 maggio 1997, esponenti del Pentagono, nel corso di una conferenza stampa ammisero il misfatto. Robert Russo del quotidiano Toronto star di Washington, riporta, in un suo articolo, che la sostanza fu irrorata su studenti che andavano a scuola, su casalinghe che stavano stendendo la biancheria, su impiegati ed operai che si recavano sul posto di lavoro. Nel 1953 il composto fu spruzzato 36 volte! Il Pentagono potè così stilare le sue statistiche: esse indicavano che, se la sostanza fosse stata usata nella sua versione più potente, circa un terzo della popolazione di Winnipeg, nei cinque anni a venire, si sarebbe ammalata di cancro. L’esercito, però, mentì al sindaco di Winnipeg, sostenendo che era stata sperimentata una nebbia chimica che avrebbe protetto la città in caso di attacco nucleare.

    Un rapporto affidato dal Congresso degli U.S.A., steso da una commissione presieduta dal Dr Rogene Henderson, elenca 32 centri degli Stati Uniti come luoghi di sperimentazione […]

    Prove documentali dimostrano che le armi biologiche furono sperimentate su popolazioni del tutto inconsapevoli. Il governo era al corrente che la Brucella avrebbe causato delle affezioni negli esseri umani: tuttavia avevamo bisogno di stabilire come essa si diffondesse ed il modo migliore per fare ciò. Fra giugno e settembre del 1952, i militari collaudarono i metodi di diffusione della Brucella suis e della Brucella melitenensis presso il poligono di Dutway nello Utah. Un altro documento governativo auspicava l'inaugurazione di tests di vulnerabilità nell'atmosfera. L'esecutivo degli Stati Uniti chiese a quello del Canada di collaborare nei collaudi della Brucella: la cooperazione fu fornita integralmente. I militari volevano capire se le zanzare e l'aria fossero vettori idonei per la malattia. Il rapporto governativo dichiarava che "il test nell'atmosfera di agenti biologici infettivi nell'aria era considerato essenziale per la definitiva comprensione delle potenzialità della guerra biologica, in virtù dei molti fattori ignoti che influiscono sulla degradazione dei micoplasmi nell'atmosfera".

    RispondiElimina
  35. Zret, Straker,
    in effetti per percepire quel battito era necessario il silenzio assoluto ed anche un certo stato di calma fisica, quindi immagino si trattasse più facilmente di una vibrazione. Il ronzio dei lampioni e del trasmettitore lo conosco bene ed è differente. Le fonti di inquinamento acustico ed elettromagnetico potrebbero essere innumerevoli e sottovalutate dalle persone, tranne quelle per cui diventano fastidiosamente logoranti. Qua a Perugia, ad esempio, ci sono state un pò di polemiche per il rumore del minimetrò, un people mover di superficie che si sposta su cavo come una teleferica. La vibrazione del cavo è molto fastidiosa per le persone che abitano vicino. Qualcuno, però, ha sollevato polemiche sulla presenza di infrasuoni, ma nessun ente di igiene ambientale si è preso la briga di fare controlli o mostrare risultati di analisi (se non la pura misurazione dei decibel). Un video, mostra una misurazione amatoriale.

    http://www.youtube.com/watch?v=QkeeoUAG9Nk

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  36. Ciao Trotterella, la frequenze non udibili sono particolarmente insidiose e chissà che con quello strumento non abbiano anche, involontariamente, misurato le frequenze di H.A.A.R.P.

    Ad ogni modo una cosa è certa: le istituzioni pubbliche, con le loro becere invenzioni, sono un danno per la comunità, sempre!

    RispondiElimina
  37. Trotterella, secondo alcuni ricercatori, le frequenze molto basse possono causare tumori, perché mandano in risonanza il D.N.A.

    Ciao

    RispondiElimina
  38. Straker, siamo cavie di questo pazzo Mondo!! Topi da laboratorio chiusi in un enorme gabbia!

    RispondiElimina
  39. Come la spiegarono qui, con la consueta grande dignità e competenza:
    http://quintoelemento.controradio.org/index.php?blog=7&title=solo_condensa_spiegatemi_questo&more=1&c=1&tb=1&pb=1#c15508


    a me mi pare 'na strunzata!

    S ai una cosa
    C aro "creepy" tankerista
    E ro anch'io scettico
    M a ora mi hai convinto
    O ra anch'io ci credo!

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis