domenica 7 dicembre 2008

Gli asteroidi: un altro pretesto per la militarizzazione dello spazio

Recentemente Giovanni Caprara ha pubblicato un articolo sul pericolo che sarebbe costituito dagli asteroidi per la Terra. Nel testo, intitolato Sulla Terra cadono più asteroidi di quanto si pensasse, l'autore scrive:

"La Terra è bersagliata da meteoriti e da asteroidi molto più intensamente del previsto. La notizia non è confortante, ma certo rimette in discussione altre valutazioni «più tranquille» riguardanti in particolare gli asteroidi. Premettiamo che ogni anno sulla Terra piove una grande quantità di materiale siderale valutata intorno alle 220 mila tonnellate. E’ un numero gigantesco, ma che non fa paura perché si tratta per lo più di materiale di piccole, se non piccolissime dimensioni che non crea problemi. Ma ora i conti sono contestati dai ricercatori dell’Università canadese di Alberta, dopo le nuove osservazioni eseguite vicino a Whitecourt ad ovest di Edmonton (Alberta) di un cratere meteoritico di duecento chilometri di diametro. Il risultato è frutto di un analisi delle fotografie aeree esistenti compiuta con un particolare software creato per identificare proprio gli impatti cosmici. Il programma, in parole povere, riesce a distinguere tutte le anomalie superficiali che dall’alto emergono portando a ricostruire l’esistenza di eventuali crateri nascosti e alterati dall’evoluzione del territorio.

Nuove stime - «Applicando la nuova tecnologia – nota Chris Herd che ne ha guidato la realizzazione – dimostreremo che gli impatti sul Pianeta sono stati ben più numerosi nel passato e di conseguenza dovremo rivedere anche le stime per il futuro». Ogni tanto il cielo è percorso da qualche meteora molto luminosa, come è accaduto il 20 novembre scorso: la taglia dell’oggetto in quel caso era analoga ad una scrivania. «Le chances che oggi abbiamo di essere colpiti da un meteorite sono quasi incalcolabili», precisa Herd. Tra i nuovi mezzi da impiegare nello studio del territorio figura un radar Lidar. Conoscere il numero di crateri esistenti è essenziale, secondo lo scienziato. Finora, dalle indagini compiute dal 1950 sino ad oggi, i crateri conosciuti censiti dal Geological Survey of Canada sono 160 in tutta la Terra ed il loro diametro massimo arriva a 297 chilometri. «Ad esempio –osserva Herd – un asteroide con dimensioni in grado scavare un cratere di 200 chilometri come quello che abbiamo analizzato ad Whitecourt dovrebbe cadere ogni 10 milioni di anni, ma questo è un calcolo riferito agli impatti noti per gli ultimi 10 mila anni, senza contare quelli caduti in oceano dei quali non sappiamo nulla: mari e oceani ricoprono il 70 per cento del pianeta». Dunque non resta che indagare meglio e rifare conti più precisi, sperando nella fortuna".

La notizia si collega, per così dire, preannunciandola ad un'agenzia di stampa, del 3 dicembre 2008, che recita: "La comunità internazionale deve cooperare per prepararsi ad affrontare l'eventuale minaccia dell'impatto di un asteroide sulla terra. A lanciare l'allarme non è uno scienziato pazzo, ma una seria (sic) commissione delle Nazioni Unite che a febbraio 2009 chiederà aiuto all'Assemblea Generale.

Come riporta il sito web della B.B.C. il professor Richard Crowther, leader della Association of Space Explorer (A.S.E.) il mondo deve studiare un'eventuale missione per intercettare un asteroide che potrebbe finire in rotta di collisione con la Terra. Il prof Crowther ha ricordato l'impatto 65 milioni di anni fa che cancello i dinosauri o il più recente schianto di Tunguska in Siberia nel 1908 che causò incendi su un'area di 2.000 kmq. (E' questa solo un'ipotesi sul disastro di Tunguska e neppure la più accreditata, anzi, n.d.r.) La prima emergenza potrebbe verificarsi entro 20 anni, quando l'asteroide Apophis passerà vicino alla terra come una possibilità su 45.000 che si scontri con il nostro pianeta. Al momento una soluzione non esiste. L'unica ipotizzata, già sfruttata da Hollywood, è quella di lanciare un'astronave carica di esplosivo (sic) contro l'asteroide per distruggerlo, romperlo in pezzi piu' piccoli o, quanto meno, deviarne la traiettoria".

Ora, ci sembra piuttosto sospetta questa enfasi sulla presunta minaccia rappresentata da Apophis e da altri corpi celesti: subito vengono in mente le parole di Carolin Rosin. Nel testo Il triangolo della morte, scrivevamo: "La Rosin fu il primo manager donna delle Industrie Fairchild e portavoce per Wernher Von Braun negli ultimi anni di vita del fisico. Fondò l'Istituto per la sicurezza e cooperazione nello spazio esterno a Washington e testimoniò di fronte al Congresso in più occasioni in merito agli armamenti per lo spazio. Von Braun rivelò alla Dottoressa Rosin l'esistenza di un piano per giustificare la spesa per le guerre stellari, organizzando una finta aggressione extraterrestre. Era inoltre presente alle riunioni nel `70 quando fu progettato il piano d'azione per la guerra del Golfo degli anni `90.

Il 9 maggio 2001 (si noti la data al di sopra di ogni sospetto) Carolin Rosin testimoniò in relazione ai metodi adottati dal governo occulto da decenni, volto a pianificare una politica del terrore attraverso la costruzione a tavolino di una triade di pericoli da contrastare per mezzo dell'instaurazione di un unico esecutivo mondiale di tipo totalitario: conclusasi la fittizia guerra fredda con il blocco sovietico, sarebbe stata la volta del terrorismo islamico, quindi degli asteroidi e infine sarebbe stata giocata la carta degli extraterrestri malvagi ("The last card", ripeté parecchie volte la Dottoressa Rosin). Come possiamo constatare dagli eventi occorsi, l’agenda è proprio questa. Il futuro dell'umanità viene deciso con decenni di anticipo ed il tutto senza che i popoli se ne avvedano".

Purtroppo la nostra memoria è molto labile e siamo costretti a rinfrescarla continuamente, riascoltando la testimonianza di Carolin Rosin che citava, nell'ordine, come spauracchi della sinarchia i seguenti:

- terrorismo islamico;
- asteroidi;
- falsa invasione aliena.

Potremmo evidenziare un'approssimazione nell’oracolo della portavoce di Werner Von Braun, ossia non necessariamente i tre stratagemmi sono disposti secondo una linea cronologica, ma potrebbero essere anche usati in modo più o meno simultaneo, secondo un sinistro programma basato sul Melius abundare quam deficere. Per conseguire i suoi innominabili scopi, la Cabala, mentre non ha ancora rinunciato all'arma degli atti sanguinari (si ricordi la strage di Mumbai del 26-11-2008), ha già cominciato ad infondere l'ansia per l'impatto degli asteroidi. Chi ci assicura che il governo occulto non disponga già della tecnologia per deviare corpi celesti verso il nostro pianeta, al fine di alimentare nell'opinione pubblica il timore per l'impatto di un asteroide? L'asteroide caduto ad Edmonton in Canada fu diretto sulla Terra?

Si tratta naturalmente di mere speculazioni, ma in tutta questa "sceneggiatura" alcuni aspetti non quadrano: in primo luogo, la comunità "scientifica" di solito incline a minimizzare minacce reali o presunte, qui addirittura invoca l'intervento dell'O.N.U. Non è possibile dimenticare che l'O.N.U. è istituzione globalista per eccellenza, sebbene sotto le parvenze dell'organizzazione che promuove la pace e la cooperazione tra gli stati.

Consideriamo poi tutto il dispiegamento militare al suolo, nell'atmosfera e nello spazio, formato da basi, potentissimi sistemi radar, droni, aerei chimici, satelliti, stazioni orbitanti: è credibile che questo dispiegamento sia solo volto a contrastare alcuni paesi e ad intercettare e a disintegrare asteroidi? La micidiale sfera ellettromagnetica e chimica che avvolge Gaia è uno scudo per i meteoriti o un'arma costruita contro i nemici del governo occulto? Siamo seri: da un lato l'O.N.U. e la comunità accademica si preoccuperebbero di deviare qualche pietra spaziale per proteggere l'umanità e, dall'altro, la falcidiano o vi diffondono malattie con conflitti, chemtrails, virus creati in laboratorio, onde elettromagnetiche, alimenti transgenici... E' per lo meno contraddittorio: riconosciamo che la storia degli asteroidi è quasi esclusivamente un pretesto per la militarizzazione dello spazio e per la creazione di un unico e dispotico esecutivo mondiale.

Occorre comunque riconoscere che, nel quadro delineato, la costruzione di installazioni sotterranee assumerebbe un significato: le basi sarebbero e sarebbero state scavate affinché le élites possano mettersi in salvo da qualche cataclisma conseguente ad uno schianto di un corpo celeste. Tuttavia gli avvertimenti della Rosin e l'abitudine alla menzogna dei media di regime inducono, se non a scartare questa ipotesi, almeno ad affiancarla ad altre più esaustive.

Sembra che l'obiettivo precipuo sia quello di diffondere la paura che è sempre un ottimo strumento di controllo e di coercizione e, oggi giorno, la paura non fa più novanta, ma... 2012.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

46 commenti:

  1. Un articolo che fa riflettere; sono certa che non esiteranno ad utilizzare tutte e tre le strategie contemporaneamente(le tre presentate della Rosin) per accelerare ed attuare il controllo mondiale unico e centralizzato, soprattutto in presenza di una certa resistenza da parte di un numero crecente di persone ai modi dell'attuale Sistema.
    Che abbiano fretta non c'è dubbio. Che il pericolo asteroide sia concreto o meno (sa più di una storia inventata, in effetti, visto i bugiardoni con cui abbiamo a che fare)...chi può dirlo... tutto somato, piuttosto che Orwell meglio un'impatto con una meteora. Un buon pomeriggio a tutti, ciao.

    RispondiElimina
  2. Dici bene, Ginger: meglio mille asteroidi che il controllo totale degli individui.

    RispondiElimina
  3. Ciao a tutti!
    Volevo segnalarvi questo video/inchiesta sulle armi "segrete" usate in Iraq e sui nuovi armamenti in adozione da parte dell' esercito americano per "sedare" chi nei prossimi anni non la penserà proprio come loro.
    Purtroppo lo scenario di controllo globale si sta attuando, il bello sarà che gran parte dell'umanità accetterà tali restrizioni quasi con il sorriso, ma come diceva Benjamin Franklin, chi baratta la propria libertà per un briciolo di sicurezza non merita nè una e nè l'altra.
    Un saluto a tutti

    RispondiElimina
  4. Scusate ho dimenticato di mettere il link.

    http://www.cospirazione.net/index.php?option=com_seyret&Itemid=171

    RispondiElimina
  5. Non credo che si tiri in ballo l'argomento 'asteroidi' esclusivamente per creare falsi allarmismi. Uno o più asteroidi cadranno effettivamente secondo quanto affermato anche da veggenti più o meno affidabili e da vari 'channelers'.

    Come ben dite, visto che quelli nella stanza dei bottoni sanno in anticipo e che per di più gli impatti asteroidali rientrano nei prolegomeni all'instaurazione del NWO, viene legittimo il sospetto che da qualche parte esista la tecnologia per catturarne qualcuno e per scagliarlo in rotta di collisione con la Terra.

    Cosa non da poco anzi notevolissima, spiegabile forse tramite l'ipotesi del 'patto scellerato' fra umani ed alieni - sarebbero questi ultimi ad aiutare la Cabal terrestre nel perseguire il suo folle piano - oppure con la sopravvivenza di tecnologie fantascientifiche ereditate da ere remote e mai smarrite nonostante il trascorrere di millenni o di decine di millenni dalla loro ultima utilizzazione.

    Ad ogni modo, come che sia, anche la caduta di corpi celesti rientrerebbe nell'intenzionale processo di sfoltimento del genere umano ormai, come ai tempi che precedettero il Diluvio noachita, moltiplicatosi in maniera eccessiva oltre che smisuratamente decaduto se considerato secondo una prospettiva spirituale.

    Congratulazioni comunque per essere gli unici banditori, almeno in Italia, a rammentare continuamente le varie, terribili anche se ovviamente ed al momento solamente potenziali, eventualità che ci sovrastano.
    Tale compito sarebbe toccato alle caste sacerdotali delle varie Religioni del Pianeta. Ma ormai tutti sappiamo che i preti si sono resi da tempo latitanti poichè hanno altro cui pensare.

    RispondiElimina
  6. Paolo, le tue osservazioni sono molto pertinenti ed articolate, dacché collegano passato e futuro, la Cabal ed i loro alleati, con riferimento a tecnologie forse non del tutto obliate.

    Restano misteriose se non incognite le cause del diluvio Noachita: un asteroide? Un'onda di raggi cosmici provenienti dal centro della Galassia, come opina La Violette o un'altra causa?

    Forse esiste la tecnologia per deviare corpi celesti dalla Terra, ma si sa che la tecnologia è arma a doppio taglio.

    Kirk, in Gran Bretagna il 75 dei sudditi accetta di buon grado le restrizioni connesse al Grande Fratello, ergo...

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  7. A "Crozza Italia", programma in onda in questo momento su La 7, verso le 22,15 c'é stata una breve conversazione tra Antonino Zichichi e Vittorio Prodi (ospiti) sui cambiamenti climatici. Il professore Prodi, parlando tra le righe, stava tentando di dire che i cambiamenti climatici di cui é responsabile l'uomo si possono fermare, mentre Zichichi impedendogli di proseguire, sosteneva che la NASA ha lanciato sei satelliti per "capire come si formano le nuvole" parlando di scienza e di prove e di fenomeni riproducibili... non si é capito una mazza. Sarebbe stato interessante invece ascoltare il fisico Vittorio Prodi, che aveva esordito su imput del conduttore del programma, con le particelle inquinanti pm2,5 "che entrano negli alveoli polmonari". La conversazione é durata meno di 5 minuti.

    RispondiElimina
  8. Niente da fare, é riapparso il Prof Vittorio Prodi sostenendo la tesi del riscaldamento globale....

    Non ricordavo fosse un parlamentare, bah..

    RispondiElimina
  9. Ma quanti prodi ci sono?! e ne fosse uscito uno buono.

    RispondiElimina
  10. Articolo che mi riporta al film "Deep impact" che, a pensarci bene, inquadra perfettamente la realta' attuale. L'impatto di un asteroide in uno degli oceani provocherebbe danni immensi e aprirebbe un'autostrada a coloro i quali vogliono e pretendono un "ordine mondiale".

    Poveri colori i quali appoggiano e disinformano perche' non sanno cosa gli aspetta. Faranno la fine di tutti quei militari, scienziati, controllori di volo, esperti di telecomunicazioni che si sono trovati, chissa' come, tutti quanti su un aereo schiantatosi contro una delle due torri...riflettete sino a quando avrete tempo.

    RispondiElimina
  11. @straker
    sono "prodi" di nome ma non di fatto..

    RispondiElimina
  12. Ciao a tutti. Ho appena sentito di sfuggita una notizia al tg dove parlavano di un'irruzione da parte di 50 manifestanti in un areoporto dove sono sati bloccati più di 50 voli della ryanair, la protesta riguardava i cambiamenti climatici, a questo punto mi chiedo, cosa hanno a che fare gli aerei con i cambiameti climatici se quelle che rilasciano solo scie di condensa? Se qwualcuno di voi mi sa indicare un sito che riporta un articolo più preciso riguardante questa vicenda gliene sarei grato.

    RispondiElimina
  13. ma come, BIG P, non sai che gli aerei rilasciano scie di condensa che persistono in atmosfera per ore ed ore fino a velare il cielo con una patina biancastra così da impedire ai raggi solari di penetrare e modificare il clima dell'intero pianeta?

    Dopo tutti questi anni di discussioni dovresti anche sapere che le nuvole striate sono causate dai venticelli che soffiano intermittenti ad intervalli regolarissimi...non vorrai dire che sono onde scalari emesse da apparati militari che si celano da antenne wireless o gsm?

    E gli arcobaleni chimici causati dalla rifrazione di metalli (Ba, Al, ecc) non son altro che un tuo difetto della vista?

    Scusate ma ho voluto provare per una volta a mettermi nei panni di quei mentecatti (axlman, riosaeba, etc) che circolano in rete (e qui in particolare) per vedere cosa si prova a raccontare balle inconsistenti tentando di stravolgere completamente la realtà.

    Mike

    RispondiElimina
  14. Verrà il giorno in cui tutti gli steroidi pioveranno dal cielo per fare piazza pulita di chi dice baggianate!

    RispondiElimina
  15. era due giorni che in toscana mare passavano pochissimi aerei chimici, giusto per irrorare qualcosa....avevo quasi pensato che forse queste operazioni militari stavano cessando....ma invece no, oggi 08.12.08 irrorazioni in grande stile con aerei in formazione, scie persistenti e semi persistenti...in 30 min. il cielo è diventato color perla brillante.
    non so perchè, ma questo non mi supisce.

    cmq io vorrei che mr. axlman ci spiegasse perchè controlla 24/24h questo blog, anche alle ore più disparate della notte..
    sbaglio o questo individuo non si è ancora "bruciato"? forse è più sveglio degli altri

    RispondiElimina
  16. Ho letto stamattina senza aver visto fuori che le attività erano ricominciate...
    Sono uscito e dalle 15 alle 16.20 circa nessun passaggio...
    da lì in poi abbiamo avuto l'enorme piacere di rivedere passaggi su passaggi, incrociati e in formazione, anche da 3.
    scie persistenti e non persistenti, aerei bassi da toccarli e altissimi ma iper-rumorosi (e senza scia)
    cielo comunque azzurro, tranne la solitissima patina chimica in alta valle di Susa, questa volta in neta espansione grazie al fresco lavoro iniziato.
    qui erano settimane e settimane che la quiete regnava sovrana.. c'era quasi l'illusione di poter respirare..

    mi chiedo...
    coincidenza che qui prevedano una nevicata paurosa per mercoledi???

    ciao a tutti!!

    RispondiElimina
  17. Oggi pomeriggio ho visto transitare sul centro di Verona quella che aveva tutta l'apparenza di una sfera sciante. Essa volava ad una altezza analoga a quella dei tankers e pertanto piuttosto bassa. Ero in auto in mezzo ad un traffico caotico e non ptevo guardarla con il binocolo, ma la sagoma pareva a me ed ai miei familiari inconfondibilmente sferica.
    Volava anche abbastanza lenta.

    Altre segnalazioni in passato di sfere scianti?

    RispondiElimina
  18. Su Sanremo ci sono stati almeno un centinaio di sorvoli su quattro rotte differenti. Presumo che gli aerei abbiano più volte eseguito diversi passaggi sul centro cittadino, poiché ad una osservazione con zoom, erano evidentemente gli stessi velivoli.

    Scie persistenti e scie non persistenti si sono susseguite freneticcamente sino a tardo pomeriggio, sin quando il cielo non è diventato praticamente bianco.

    Degno di nota è stato il sorvolo di due aerei in formazione. Uno dei due era leggermente più alto. Il più basso (un A 330) ha emesso una scia discontinua dalla coda nella porzione di volo compresa tra poco prima e poco dopo la verticale della nostra abitazione.

    RispondiElimina
  19. che dicono i tuoi vicini di casA?

    PS: perchè non hai pubblicizzato anche qui l'ultimo video di tankerenemy?

    RispondiElimina
  20. Ciao Corrado. I miei vicini e tutti quelli del quartiere dormono sonni tranquilli. Non si avvedono di nulla.

    Per quanto riguarda il frammento della conferenza di Verona, chiedo venia. Intendevo scrivere due righe in un post, ma non ne ho avuto il tempo e così non ho integrato il filmato. Mi pare di averlo solo proposto in un commento recente.

    RispondiElimina
  21. salve ragazzi
    giornata di traffico aereo intenso oggi e chissa come mai tutti concentrati in certe fasce orarie e con pattern ormai consueti. Profetizzo per domani una ricaduta di filamenti su tutte le superfci esterne (oggi puzza di plastica bruciata e filamenti a spasso nell'aria...) Ho messo all'opera i miei camcorder e fotocamere oltre alla klutzcam e ho circa due ore di girato e decine di foto.

    RispondiElimina
  22. Ciao The_Klutz, se hai la possibilità, metti qualcosa on line.

    RispondiElimina
  23. ciao,anche qui oggi sono passati nel pomeriggio, e come al solito si sono formati i cirri paralleli a bassa quota...,più tardi ne è passato uno senza scia, simile se non uguale a quello del fueldumping ripreso da niko.e pensare che qui non ci sono neppure le rotte aeree.
    sono propenso sulla possibilità che ci mandino un'asteroide volontariamente,ma non prima di aver tentato una falsa invasione alliena,con ologrammi e oggetti reali. se pensano di sfuggire i maledetti bastardi che ci avvelenano,devono sapere che le loro caverne saranno le loro tombe.

    RispondiElimina
  24. @straker
    non mancherò di farlo sebbene non sarà una cosa dell'immediato futuro. Un piccolo acconto su sito SC
    BTW posso avere la tua chiave pubblica?... sai com'è, siamo circondati di amici pronti a ogni goliardata.

    RispondiElimina
  25. Puoi scrivermi su tanker.enemy [at] gmail.com

    RispondiElimina
  26. segnalo in antemprima un ottimo video di niko ... che non è riuscito ancora a caricare su youtube perchè "casualmente" è rimasto senza linea fino a poco fa (a quanto pare dopo avermi preannunciato il video per mail, ma queste ovviamente come direbbe la cara annetta sono le mie supposizioni paranoiche)

    Ah ... ho visto cieli con scie notevoli sulla pubblicità di wind

    PS: gli xxx stanno infettando youtube, ci provano con ogni mezzo

    http://www.youtube.com/watch?v=7SHIpuoKSMo&feature=related

    (e non metto il collegamento ipertestuale per non fare pubblcità a questi dannati deb)

    RispondiElimina
  27. Un altro con la faccia da schiaffi ed il cervello da nocciolina: bartolomeo1981, al secolo Michele Giovannini.

    RispondiElimina
  28. ciao a tutti

    oggi strana foschia su Roma,ed aggiungo qualche scia di troppo,qualcuno qui a Roma sa dirmi se e' "opera" dei soliti noti??

    ciao
    Sandro

    RispondiElimina
  29. Non ho dubbi che vi sia lo zampino dei soliti noti. Qui su Sanremo è presente una cappa chimica dalla prima mattina, solcata da scie chimiche luminescenti semimimetizzate nella coltre artificiale. Era prevedibile, visto che era previsto l'arrivo di una perturbazione. Ovviamente non pioverà.

    RispondiElimina
  30. haaha.. venticelli che soffiano intermittenti ad intervalli regolarissimi

    traffico aereo intenso, a bassa quota con scie luuunghe pure qui

    ciao a tutti

    RispondiElimina
  31. Questo puo´ essere utile per proteggere le connessioni in rete o e´ troppo blando?

    http://www.http-tunnel.com/html/

    RispondiElimina
  32. ciao Straker

    tristemente devo confermare che si tratta di cacca chimica.ho intravisto le classiche scie chimiche nelle finte nuvole.ma lo capiranno che tutto cio' e' inutile??noi non molliamo:in settimana vado a far un raid a radio e giornali locali a Latina e dintorni

    ciao
    Sandro

    RispondiElimina
  33. Ciao!!! Qui a roma si è spruzzato tutta la mattinata...su nuvole di provenienza dal mare...
    Adesso cielo/ops velatura chimica spettacolare sembra quasi vera...

    RispondiElimina
  34. Da questa mattina irrorazioni ininterrotte e intensissime sulla mia zona, come non si vedevano da settimane. Il cielo è devastato, bande di aerei sbucano da ogni parte, bassi, in coppia (!!), ravvicinati e tutti con scie lunghissime che non si dissolvono affatto, neanche dopo ore. Un disastro. La luce solare è ridotta ad un vago bagliore.

    RispondiElimina
  35. ciao,oggi sciano a distanza, ma qui ci sono arrivati 7 cirri paralleli allargati,a bassa quota,o innoque velature o simpatiche scie d'aereo persistenti per giorni o meglio nuvole artificiali create da aereoplani che rilasciano sostanze chimiche velenose.a ovest c'è un bagliore d'alluminio che pur accecando,non crea ombre definite a terra. sono terrorizzati dalla pioggia,o la neve ma anche dalle belle giornate di sole.poveri bastardi,non meritano di esistere.

    RispondiElimina
  36. Pesante schifo chimico anche qua.

    Lettura consigliata:
    http://www.noeuro.it/index.php?link=signoraggio

    RispondiElimina
  37. Confermo! Cerveteri piena di passaggi aerei. Scie lunghissime e molto dense e in arrivo c'è una perturbazione...

    @ Straker: ti prego di azzittire tutti riguardo al telemetro perchè ci sono ancora molti che non credono alla tua storia e che continuano a scrivere merda nei tuoi confronti...

    RispondiElimina
  38. che schifo ragazzi ancora adesso si sentono qua e la rumori di aerei...e cielo coperto...!!!

    per il controllo globale unico può servire molto meno che un meteorite... basta far partire quanche rivolta qua e là...

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?
    name=News&file=article&sid=5336

    Quando avverrà che la gente aprirà gli occhi??? Mah...i!
    Ciao!! :-((

    RispondiElimina
  39. Matteo, lasciali fare. Non me ne frega niente.

    Chi di dovere ha quello che doveva avere e non ho nessuna intenzione di dover dimostrare alcunché a quattro sfigati che vanno dietro ad una banda di delinquenti prezzolati.

    RispondiElimina
  40. @Matteo
    Oggi sono stato a casa di Straker, ho visto il telemetro, il software del telemetro non funzionante, l'email dell'ordine che veniva inspiegabilmente annullato. Insomma, tutto ciò che comprovava quanto affermato nel post dove si spiega come si sono svolti realmente i fatti. L'unica cosa che non ho avuto modo di vedere è il secondo telemetro poichè a disposizione del prestanome. Straker comunque mi ha detto di chi si tratta, ovviamente in questa sede non posso rivelare tale nominativo.

    RispondiElimina
  41. Ciao Vito. Adesso ti metteranno sotto tortura per sapere il nome del secondo acquirente. :-D

    RispondiElimina
  42. @straker
    A quanto pare Sanremo è la capitale d'Italia delle scie chimiche. Nel viaggio di ritorno, soltanto dopo appena 20km da Sanremo (Imperia) le prime piogge, poi il diluvio da Savona e in tutto il resto della Liguria, poi nell'entroterra ligure la neve a grossi fiocchi. Neve che ho trovato fino a Novi Ligure (questa località ha un non so che di familiare!).
    Solo a Sanremo non ho visto neanche una goccia d'acqua...

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis