giovedì 25 dicembre 2008

Nanofarmaci: il pericolo viene dall'infinitamente piccolo (articolo di Anna Kizilova)

L'articolo che pubblichiamo riguarda le nanotecnologie in ambito medico: il campo delle nanotecnologie, finalizzate al controllo delle persone ed alla loro progressiva trasformazione in automi bionici, è inerente - come sanno i lettori - alle scie chimiche con cui viene spesso diffuso anche un pulviscolo contenente nanostrutture.


Le nanoparticelle possono arrivare in vari tipi di cellule ed accumularsi; viaggiano lungo il sangue ed i vasi linfatici, causando stress ossidativo ed infiammazioni. Le nanoparticelle possono provocare la morte di animali da laboratorio. Gli scienziati russi hanno discusso come prevenire che questo sistema per possibili cure, diventi in killer invisibile.

I medici russi affermano che le sperimentazioni pre-cliniche dei nano-farmaci dovrebbero essere diverse da quelle per gli agenti ordinari. Uno dei passi cruciali per tali protocolli sono i test sulle scimmie, altrimenti molti effetti negativi dei nano-farmaci non potrebbero essere rilevati. I test dell'anticorpo monoclonale TGN1412 eseguito in Gran Bretagna su diverse specie animali, hanno mostrato che le scimmie hanno avuto problemi ai nodi linfatici.

Sei volontari, che hanno partecipato ai test, si sono ritrovati in condizioni molto brutte. Diversi minuti dopo l'iniezione del TGN1412, tutti e sei hanno sentito grande dolore ai muscoli, hanno quindi avuto convulsioni e vomito. I medici hanno diagnosticato processi infiammatori estesi in vari tessuti e multiple disfunzioni organiche. Forti edemi hanno alterato i visi dei volontari.

I medici russi sottolineano che non si compiono appropriati studi sulla tossicità dei nano-prodotti, nonostante il loro possibile effetto catastrofico. Le nanoparticelle possono causare stress ossidativo, che porta a mutagenesi, fino ad arrivare a malattie ereditarie, vari cancri e difetti di sviluppo. Inoltre i nano-prodotti possono danneggiare il D.N.A. e risultare in arteriosclerosi e carcinogenesi. Secondo gli scienziati russi, il metodo per i protocolli preclinici dei nanofarmaci dovrebbe cambiare significativamente.

I test dovrebbero essere eseguiti solo su mammiferi, gli esperimenti dovrebbero essere lunghi e si dovrebbero studiare nanoparticelle di varie dimensioni e forme. Una delle parti più importanti di tali sperimentazioni è la valutazione di possibili effetti a lungo termine dei nano-farmaci.

Gli agenti che contengono nanoparticelle, sono solitamente sospensioni con nano-contenitori per il trasporto di precise sostanze, varie creme o sistemi di diagnosi. Questi possono essere fullereni, oro, polimeri o particelle proteiche. Gli scienziati russi conoscono la ragione per cui i nanomateriali si comportano in modi diversi rispetto agli analoghi chimici, che consistono di particelle più grandi.

Le nanoparticelle hanno significanti curvature superficiali e legami atomici con una topologia differente dalla norma, che comporta la diversità della loro attività chimica. Questi cambiamenti strutturali causano un cambiamento nella solubilità, nella capacità catalitica e di reazione, che a sua volta produce maggiori radicali liberi e forme attive di ossigeno. Le nanoparticelle possono incorporarsi alle membrane cellulari, entrare negli organuli interni e influire sulla loro funzione. Inoltre i nanomateriali solitamente portano una carica elettrica, quindi assorbono facilmente vari materiali tossici e li portano dentro le cellule.

Oggi solo 49 istituzioni russe sono elencate nella "Lista degli stabilimenti e delle istituzioni, che eseguono test preclinici degli agenti di trattamento". Comunque, solo una azienda per animali da laboratorio a Puschino, Regione di Mosca, segue tutti gli standard internazionali. Gli scienziati affermano che creare nuovi standard per i test preclinici sui nano-farmaci è solo il primo stadio, il secondo è la ricostruzione dei centri per i test, altrimenti la condivisione di nanofarmaci pericolosi nel nostro mercato continuerà ad aumentare.


Anna Kizilova

Fonte: russia-ic.com
Traduzione a cura di: Richard per altrogiornale.org



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

22 commenti:

  1. Ciao, Natale nanotecnologico.
    Probabilmente i poveri volontari si sono fidati, convinti che in fondo le nanoparticelle non potessero creargli dei problemi. Un pò come i disinformatori che si fidano dei loro superiori. Poverelli.

    RispondiElimina
  2. Ciao a tutti!!!
    Anche da parte mia i più sinceri auguri di Buon Natale a tutti i frequentatori (sinceri) di questo blog!!
    Un ringraziamento sicuramente particolare a Straker e Zret, Vibravito, Corrado, Niko e tutti gli altri che si stanno rivelando cosi testardi e decisivi in questa lotta all'informazione.
    Guardiamo il 2009 e tiriamoci su le maniche ragazzi!!!

    RispondiElimina
  3. Un quesito tecnico: come si fa ad evitare le omonimie di coloro che postano?
    Ho trovato in un post precedente un lettore che commenta con il mio stesso 'nick'.
    Non vorrei che ciò potesse generare equivoci...

    RispondiElimina
  4. Ciao Paolo. Purtroppo è una grave anomalia tecnica della piattaforma blogger. Anche il sottoscritto come anche l'amico vibravito possono certificare diverse omonimie, spesso volute per generare confusione nell'area commenti di questo blog.

    RispondiElimina
  5. The water vapour trails (contrails) created by aircraft may also have an impact, but research is inconclusive about whether these have a net warming or cooling effect on the earth. Under some meteorological conditions they can remain in the atmosphere and form ‘cirrus’ clouds, which may have an effect on climate change. For example, some research suggests these clouds may have different cooling and warming effects, depending on whether flights are during the day or night. This type of research can identify if there are any potential benefits in altering operational behaviour. More work is being done in this area and the aviation industry is assisting with research into the effects of contrails on climate change, including putting high-altitude atmospheric testing equipment on some passenger aircraft.

    RispondiElimina
  6. i'm agreed...Holy Shit !
    Comunque c'è di mezzo l'IPCC.
    Da questa pagina ci sono riferimenti e studi sull'impatto degli"aerosols"(CO2 e SO4) in alta atmosfera.

    C'è poi un articolo che parla sulle condizioni atmosferiche prima e dopo l'11.9 sulla rivista Nature...c....o c'entra?
    Purtroppo il mio inglese è abbastanza sgranato,ma riesco a capire un po il senso.

    Al "Recent research(pdf)" c'è un certo Giovanni Pitari del Dipartimento di Fisica Universita'dell'Aquila.
    Si potrebbe contattarlo per fargli delle domande !

    IPCC: Debunker di alto livello o alta quota !

    http://www.enviro.aero/aviationsroleinclimatechange.aspx

    http://www.nature.com/nature/journal/v391/n6670/full/391837a0.html


    Grazie Nature :



    http://www.nature.com/nature/journal/v391/n6670/fig_tab/391837a0_F1.html#figure-title

    La didascalia mi fa ricordare il concorrente di Straker su Voyager :

    The GOES West satellite measures cloud cover by detecting 10-mum infrared radiation. Cirrus clouds are abundantly evident in this image, along the US west coast and over Hawaii, for example. Anthropogenic aerosols, including jet contrails (inset), may affect the formation of cirrus, perhaps appreciably affecting the Earth's climate. Indeed, it has now been shown that jet contrails can evolve into extended cirrus. But the mechanisms of cirrus cloud formation, and its participation in upper-atmosphere chemistry, are still highly uncertain.


    .....seeeeeeeeeeeeee....

    RispondiElimina
  7. .....Nel nostro mare c'è arsenico e lewisite....

    ...strano è invece che nei laboratori dell'Agenzia Regionale per l'Ambiente, nessuno si sia accoroto della presenza di arsenico pentavalente, seppure in quantità ridotte, e della lewisite. Entrambi i prodotti, notevolmente tossici, possono creare (se non l'hanno già fatto) danni alla salute dell'uomo ed essere assimilati anche dal pesce che finisce poi sulle tavole dei consumatori. E' probabile che, per quanto riguarda l'arsenico, sia finito in mare attraverso degli scarichi di fogna, mentre per la lewisite non si esclude una provenienza di orgine "bellica".


    La lewisite è un agente della guerra chimica, assieme ai gas nervini, attacca i polmoni o attraverso l’assorbimento della cute. Possiede formula chimica C2H2AsCl3. La lewisite ha effetti vescicanti a causa dell'inibizione dell'ossidazione dell'acido piruvico. Si diffonde attraverso la pelle più rapidamente dell'iprite, e i sintomi appaiono subito. La guarigione però avviene più rapidamente e ci sono meno rischi di infezioni secondarie. Il trattamento sia topico che per via sistemica può avvenire utilizzando un agente chelante, il Dimercaprolo, meglio conosciuto con la sigla BAL (British Anti Lewisite). Si tratta di un liquido oleoso dall'odore sgradevole che può essere somministrato in veicolo oleoso (olio di arachidi).

    RispondiElimina
  8. Inquietanti i casi dei pescatori pugliesi che ritornano con le piaghe agli arti.

    RispondiElimina
  9. E' On-Line anche il blog di Loryyy69 (I governi ci avvelenano). Primo articolo su H.A.A.R.P. e terremoti.

    RispondiElimina
  10. Bravissimo loryyy69,
    il modo migliore per incominciare il nuovo anno.

    RispondiElimina
  11. puntualmente visitato dagli sciocondensisti, che sotto Natale non sanno che altro fare perchè si annoiano vero?

    RispondiElimina
  12. Voglio rendervi partecipi del mirabile commento inviato tre volte dal disinformatore Riccardo Cassinis, alias nonnobi. Ecco il testo:

    +9cQaYLzrDBtQKetQNCv8lSEMX4EoZN17G4lJPzib7UW
    X0HXLDF7cfqoVjzih66VviMdGCggHgVN4GeTVdQUz6V
    QtL6bxPZ/6jeBK6QPmAYmGIhRtWwDS4dtTLXcLlp5lru
    j24lCPtihV+vVcZqaOcnOqa3BhkEvG0x8uadgr7lPtsUT
    mjU4o0KEh9G7rILJe6dhwX6KwZHIh4Q3rCXQX6svACe
    +BGryfJ0NDiUVktedgp6q/4g5di6O3wp6DYjKBzwLgQm
    FL+k1Uv6f3O9goRDBhvJCmj5OkVipiamUM6ZicEKJQ4eu
    CCoLH2PIYk2XYRbUVI+H4ojjroQ==

    RispondiElimina
  13. E' quello di brescia? lo invito formalmente alla mia scuola per una conferenza

    Non prima di avere mostrato ai miei alunni come si usa un telemetro laser ovviamente! :)

    RispondiElimina
  14. Riguardo al "commento" del sig.Cassinis.Un bambino di prima elementare avrebbe fatto sicuramente meglio ma lei scusi non ha niente di meglio da fare?.
    Se si diverte a battere in maniera sconclusionata e isterica sulla tastiera qualche problemino psichico deve avercerlo per forza probabilmente causato dall'alluminio e dal bario generosamente distribuito con le inesistenti (per lei)scie chimiche.
    Cerchi di curarsi altrimenti rischia anche di non saper piu' parlare,la capacita' di scrivere a quanto pare e gia' andata.

    RispondiElimina
  15. Mike ha scritto:

    Il ragazzino ha molto da dire evidentemente. Ecco quello che ha scritto sul mio blog:

    AAAAB3NzaC1yc2EAAAABIwAAAQEA26zyLUXAITmg
    Ye8b2ykmWZD9QwstH6FpmAxgZGMyGyitev0OA96+
    J9DEqHXvIMLG2CAzMHKKumaJuuIGqWwljy+Aza31j
    12tg27XE7w6JDRSh+mWCesABYNQmfjylfnBT2/SJMF
    j56GjX6WTOn03xmZMocEWPiIy6iK3ZYMgBQ4KatIW
    sp2i+89LLsm+T4DAXa5zGbD63mGktww4aI9GF9cOO
    lv80zqcQcJIjGhpbz3LCQ8ZGfDeKXq8P8jq/7jAqPWJjK
    Mgbn2rHP5yIH/pKVE6vbQQ392qxHrmj9CGfae8YVHq
    ekuc4phAeXNLlr6pgfcmryH4ObKfeIgcHOl58w==

    Chissà perché quando vedo tutto l'interesse da parte di questi disinformatori, mi viene voglia di scrivere un articolo sul blog.
    Cosa ne pensi Straker?
    Lo faccio?


    Mike, Cassinis è fuso, ma è anche uno s....

    Sai perché posta quella sequela di caratteri? Perché, se lo pubblichi, non andando a capo, ti sposta la colonna di destra a fondo pagina.

    ;-)

    RispondiElimina
  16. ma certo, se spera che lo pubblichi...
    ma non lo spera neppure più, dopo che l'ho eliminato più volte dal mio album.

    RispondiElimina
  17. Riosaeba alias gg alias G.E.O. [Global Evil Organizations].

    Il... "Maschietto" procaccia hostess.

    QUI

    e QUI

    Abbiamo capito che è uno sfigato propenso ad arrotondare.

    RispondiElimina
  18. cassinis ci sei dentro fino al collo.
    non fare il finto tonto.

    RispondiElimina
  19. Pier Luigi, ho debitamente conservato il tuo messaggio (in un futuro prossimo dovrai rispoderne). C'è sempre da chiedersi chi e con quale autorità ti fornisce informazioni riservate sul sottoscritto, eludendo qualsiasi legge vigente.

    Sei pure scemo, poiché, oltre a valutare male le informazioni che ti forniscono, non fai altro che dimostrare che qualcuno ti foraggia e ILLEGALMENTE ti fornisce informazioni lesive della privacy.

    Quando ci sarà la resa dei conti, ne risponderete adeguatamente.

    Ah... salutami gli amici dell'acquedotto. ;-)

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis