lunedì 22 dicembre 2008

La militarizzazione della Sicilia avanza inesorabile, parallelamente all'irrorazione chimica

Come già preannunciato dagli altri articoli dell'amico Antonio Mazzeo, la militarizzazione del nostro paese prosegue inesorabile ed in maniera funzionale all'agenda di irrorazione chimico-biologica.


Con Africom giungono in Sicilia gli aerei cisterna e da trasporto U.S.A.
Era prevedibile che con l’istituzione del nuovo comando militare U.S.A. per le operazioni nel continente africano, AFRICOM, buona parte delle attività di direzione, controllo e pronto intervento venisse ospitata dalle maggiori installazioni possedute in Italia dalle forze armate statunitensi. Dopo l’istituzione a Vicenza del Comando per le operazioni terrestri in Africa ed a Napoli di quello per le operazioni navali, gli Stati Uniti d’America puntano a trasformare la stazione aeronavale di Sigonella in uno dei principali scali europei dell’Air Mobility Command (A.M.C.), il Comando unificato che sovrintende alle operazioni di trasporto aereo negli scacchieri di guerra internazionali.

Con la piena operatività di AFRICOM, le accresciute necessità d’intervento nel continente africano richiedono lo spostamento del personale A.M.C. dalla Gran Bretagna e dalla Germania verso il sud, in Spagna, Italia e Portogallo”, ha annunciato il colonnello Keith Keck, comandante della Divisione di pianificazione strategica dell’Air Mobility Command, con sede presso la base aerea di Scott, Illinois. E quali sono le installazioni destinate alla ridislocazione di uomini e mezzi? È il comandante Stephen McAllister, dell’ufficio di pianificazione dell’A.M.C., a rispondere: “Le basi che potrebbero ricevere un afflusso di uomini dell’A.M.C. includono la stazione navale di Rota e l’aeroporto di Morón in Spagna, lo scalo di Lajes Field, nelle Azzorre (Portogallo) e la Naval Air Station di Sigonella, in Italia”.

L’uso del condizionale potrebbe far pensare ad una scelta non ancora definitiva, ma in un’intervista rilasciata al periodico statunitense Air Forces Magazine (novembre 2008), il generale Duncan J. McNabb, la più alta autorità militare nel settore della mobilità e del trasporto aereo U.S.A., ha dichiarato che “per assicurare il successo dell’intervento in Africa”, è indispensabile 'sviluppare le infrastrutture delle basi chiave, come Lajes Field, l’isola Ascensione nell’Atlantico e Sigonella, Sicilia'. “Il Comando dell’Air Mobility Command - ha aggiunto McNabb – sta lavorando con l’US Air Force in Europa per trasferire in queste installazioni, dalla base aerea di Ramstein, Germania, il traffico aereo di AFRICOM”.

L’Air Mobility Command fu creato nel 1992 per consentire all’aeronautica militare di rispondere con maggiore efficienza alle crescenti richieste di trasporto globale di uomini, mezzi e sistemi d’arma e concentrare sotto un unico comando gli aerei cargo ed i velivoli cisterna dell’US Air Force. L’A.M.C. opera ricorrendo ai grandi aerei da trasporto militare del tipo C-5 Galaxy, C-17 Globemaster III, C-130 Hercules e C-141 Starlifter, nonché alcuni velivoli presi in affitto da alcune compagnie aeree “civili”. Attualmente il Comando per il trasporto aereo U.S.A. è presente con più di 1.700 uomini in una decina di basi europee, la più importante delle quali è Ramstein, Germania. Questo scalo è stato scelto il giorno 1 ottobre 2008 come sede provvisoria della neo-costituita 17th Air Force, altrimenti denominata “Air Forces Africa”, la componente aerea per le operazioni nel continente africano che raggiungerà la piena capacità operativa tra il 2009 e il 2010. “L’uso di Ramstein è conveniente e, di conseguenza, popolare, spiega il colonnello Keith Kech dell’Air Mobility Command. Ma noi non possiamo fare ogni cosa a Ramstein, anche perché con le operazioni in Iraq e Afghanistan il traffico aereo ha raggiunto il limite. Per questo abbiamo la necessità di guardare ad altre località per le operazioni di trasporto aereo”.

Sigonella non è nuova alle attività dell’Air Mobility Command. Con gli interventi degli Stati Uniti post 11 settembre 2001, la base siciliana ha fornito un supporto logistico fondamentale agli aerei cargo provenienti dagli U.S.A. e diretti ai teatri di guerra orientali. Negli ultimi due, tre anni Sigonella si è trasformata da stazione per il pattugliamento marittimo nel Mediterraneo a vero e proprio “hub multiruolo” per le missioni di trasporto strategico dell’U.S. Air Force in Asia e continente africano. Il 10 aprile 2008, nel corso di un’audizione di fronte alla sottocommissione per le infrastrutture militari del Congresso, il generale Bantz J. Craddock, comandante di EUCOM (il Comando per le operazioni U.S.A. in Europa), ha enfatizzato il ruolo di Sigonella nel fornire “flessibilità ed alta capacità di supporto logistico all’interno ed all’esterno del teatro mediterraneo”. Proprio nell’ambito del processo di trasformazione strategica delle principali basi europee e del loro “supporto alla proiezione delle forze statunitensi nelle aree di crisi di Africa, Medio Oriente, Est Europa e Caucaso”, il generale Craddock ha rivelato di aver proposto “la M.O.B. (Main Operating Base) di Sigonella e la base aerea spagnola di Morón, quali installazioni di supporto N.A.T.O. per le operazioni di rifornimento aereo”. “Se questa proposta sarà accettata nell’ambito del pacchetto d’emergenza per il miglioramento del rifornimento aereo, in queste due basi si potranno realizzare opere di miglioramento infrastrutturale per circa 120 milioni di dollari” e decine di grandi aerei cisterna per il rifornimento in volo di bombardieri e aerei da trasporto potranno essere trasferiti in Sicilia.

In attesa del megafinanziamento N.A.T.O., il Pentagono ha comunque avviato le procedure per l’ammodernamento delle piste di volo di Sigonella. Il 30 giugno 2008 è stato pubblicato il bando di gara per lavori per 5 milioni di dollari, consistenti nella “riparazione di una parte delle piste di atterraggio e decollo, inclusa la demolizione e ricostruzione di circa 18.700 metri quadrati di superficie d’asfalto e di 9.000 metri quadrati di superfici aeroportuali, nonché l’installazione di un nuovo sistema d’illuminazione”.

Il futuro prossimo di Sigonella sarà dunque segnato dal sovraffollamento aereo. E' un tema che per gli attivisti della Campagna per la smilitarizzazione di Sigonella dovrebbe essere prioritario nell’agenda politica sul “modello di sviluppo” siciliano, ma che trova indifferenti partiti, amministratori e buona parte della popolazione che vive nei pressi della base militare. Il traffico di velivoli U.S.A. e N.A.T.O. rappresenta già adesso una grave minaccia per le operazioni di volo del vicino aeroporto civile di Catania-Fontanarossa. Ai rischi di collisione aerea va poi aggiunto l’alto numero di caccia, elicotteri e velivoli da trasporto precipitati nelle campagne e nelle acque circostanti la base aeronavale.

Il trasferimento in pianta stabile a Sigonella dei nuovi aerei statunitensi, avrà un impatto ancora più rilevante sulla salute della popolazione. C-5, C-17, C-130, C-141, KC-10 e KC-135 sono, infatti, tra gli aerei militari che più contribuiscono alla dispersione nell’ambiente delle cosiddette “scie chimiche”, emissioni in cui si registrano pericolosissime concentrazioni di veleni ed elementi patogeni anche cancerogeni, quali alluminio, arsenico, cobalto, etilene dibromide, mercurio, ossido di titanio, piombo, quarzo, sali di bario, silicio, torio, uranio, zolfo etc. Ne risulta una contaminazione di suolo, aria ed acqua che, secondo alcuni peace researchers, sarebbe provocata volutamente dalle forze armate.

Secondo il fisico Corrado Penna, docente presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Antonietti” di Iseo ed animatore del blog scienzamarcia, le scie chimiche rappresentano una vera e propria congiura contro l’uomo ed il pianeta, alla stregua delle nuove armi di “mutazione climatica” e dei sistemi che si sperimentano nello spazio. “Il tutto sembra essere legato ad un'oscura manovra pilotata dal governo U.S.A.”, spiega Corrado Penna. “Il rapporto annuale del Pentagono dimostra che gli Stati Uniti stanno preparando prove di armi chimiche e biologiche all’aria libera in violazione delle convenzioni internazionali, come è stato pure annunciato dal professor Francis A. Boyle, riconosciuto esperto in materia. Si può temere il peggio, se si mette in conto che l’U.S. Army ha già realizzato in passato quel tipo di esperimenti in diverse grandi città statunitensi, sulla pelle della propria popolazione. Famoso è, ad esempio, l’episodio di San Francisco negli anni ‘50 del XX secolo, quando agenti biologici furono polverizzati da navi militari sull’inerme e inconsapevole popolazione”.


Fonte: IMGPress



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti


42 commenti:

  1. E' d'obbligo un sentito ringraziamento ad Antonio Mazzeo, con cui ho condiviso 10 anni di lotte contro la militarizzazione e la guerra, uno dei pochi pacifisti che ha scelto di restare coerente coi principi per cui ha sempre lottato, denunciando l'infame operazione delle scie chimiche.

    E per rendere visibile il più possibile questo articolo ed i precedenti (pubblicati sul mio blog) chiedo a tutti gli amici che leggono tankerenemy di ripubblicarlo sul proprio sito (chiedete i codici a me o straker)

    RispondiElimina
  2. Mi associo ai ringraziamenti di Corrado rivolti al giornalista Antonio Mazzeo, una mosca bianca nel desolante panorama mediatico.

    Chi intenda riproporre l'articolo sul suo blog, non deve far altro che chiederci il codice sorgente del medesimo.

    RispondiElimina
  3. a proposito di puzza di zolfo segnalata in Sicilia.

    Lo zolfo in agricoltura è utilizzato principalmente in due formulazioni:
    1) polvere bagnabile (che non ha il tipico odore di zolfo);
    2) polvere secca (ha il tipico odore dello zolfo). E' utilizzato in dosi massicce per la cura delle fitopatologie causate da Oidio, e in alcuni casi (addizionato di rame) per combattere la peronospora della vite (plasmopara viticola).

    In questo periodo (post vendemmia) i vigneti sono a riposo (ma i geologhi e gli ingegnieri lo igniorano, quindi prevengo le loro solite elucubrazioni demenziali)) e l'unico trattamento invernale possibile è contro il mal dell'esca (incurabile ma eventualmente prevenibile con trattamenti a base di rame dopo eventi lesivi di origine meccanica come una grandinata).

    Ergo, la puzza di zolfo segnalata in Sicilia adesso, è quantomeno sospetta (irrorazioni di chemtrails a base di zolfo).

    RispondiElimina
  4. Bonzovolante scrive...

    Hai presentato esposti scritti o no?

    Sì, stanne certo, ma di questo non devo certo rendere conto a te!

    Ribadisco il concetto: è inutile che continui a scrivere corbellerie. N O N TI P U B B L I C O U N P I F F E R O !!

    RispondiElimina
  5. Mike, l'esafloruro di zolfo viene segnalato (tra le sostanze disperse con gli aerei) anche dall'agronoma californiana Rosalind Peterson. Ella evidenzia l'elevata infiammabilità dei boschi correlandole alla presenza di zolfo rilevata sulle conifere.

    Lo zolfo è anche uno degli agenti concausa del morbo di Parkinson.

    RispondiElimina
  6. NB: parlavo di puzza di zolfo in lombardia

    RispondiElimina
  7. Intanto il piccolo chimico cicappiano Angioni continua a scrivere fregnacce:
    Dal suo post del 19 dicembre:
    Qualche post fa avevo già trattato dei filamenti prodotti dai ragni migratori durante il periodo autunnale. In seguito ad un campionamento di una cospicua quantità di materiale, avvenuto l'8 Novembre 2008, ho iniziato ad organizzarmi per eseguire nuove analisi. Abbiamo già parlato del test di Loewe: si tratta, in effetti, di un test piuttosto grezzo (anche se specifico per le proteine) il quale permette immergendo la sostanza all'interno della soluzione di identificarne immediatamente l'origine proteica o meno. Tutti i filamenti analizzati immersi nel reattivo di Loewe per qualche minuto si sono colorati di viola (colore confermato anche durante analisi microscopiche) indice della composizione proteica del materiale.

    Inoltre riferendosi a Tursiops che aveva scritto il post sui filamenti scoperti da lui l'8 novembre:
    Ora era troppo portare a Pavia i filamenti? Era troppo permettermi di andare a prenderli portando dei campioni di riferimento? Io credo proprio di no, intanto io ho dimostrato che quei filamenti sono proteici, lui non ha ancora fatto un'analisi scientificamente riconosciuta.
    Da qui si deduce che i filamneti analizzati da Angioni non sono quelli di tursiops.

    Ma allora come fa a dire che il campionamento dei suoi filamenti è stato effettuato l'8 novembre? Nel suo insulso post del 12 novembre dove parla delle migrazioni autunnali dei ragni non accenna minimamente a questa campionatura.
    Come al solito il cicap è corso ai ripari per dire che è tutto normale e come al solito il cicap omette di fornire molti elementi:
    - da chi e dove è stata fatta la campionatura, il quando abbiamo capito che lo ha copiato dalla data del post di tursiops.
    - mancano immagini e video che dimostrano lo stesso comportamento anomalo dei filamenti di tursiops nella campionatura di angioni
    Per concludere: il solito fake del cicap.

    Intanto ho cercato in chiave ironica di comprendere il fantomatico complotto alla rovescia di Toselli.

    Un saluto e incoraggiamento.
    VibraVito.

    RispondiElimina
  8. Vibravito, credo che Sinone Angioni potrebbe dedicarsi alla collezione di farfalle. Forse con i lepidotteri sarà più a suo agio che con gli Aracnidi.

    In ogni caso, certi lillipuziani sono tali e tali resteranno.

    Il complotto alla rovescia (sic) del tosato mi pare il segno di una psiche fortemente disturbata.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  9. Inoltre riferendosi a Tursiops che aveva scritto il post sui filamenti scoperti da lui l'8 novembre:
    Ora era troppo portare a Pavia i filamenti? Era troppo permettermi di andare a prenderli portando dei campioni di riferimento? Io credo proprio di no, intanto io ho dimostrato che quei filamenti sono proteici, lui non ha ancora fatto un'analisi scientificamente riconosciuta.

    Da qui si deduce che i filamneti analizzati da Angioni non sono quelli di tursiops.


    Mitico Angioni!

    RispondiElimina
  10. noto con piacere che Angioni si sta rendendo ridicolo contraddicendosi da solo, a me sembra che lo abbiano lasciato solo, povero piccolo chimico.
    Angioni, magari pensavi ad una carriera folgorante all'università e guarda invece come ti ritrovi, deriso da tutti....quasi mi dispiace, però devo dire che te la sei cercata.

    a me sembra anche che tutti i vari personaggi col compito di insabbiare la verità, stiano mollando sempre più la presa, forse i militari hanno capito che non bastano una manciata di geologi ed ingegneri venduti per coprire le immense operazioni segrete di aereosols. chissà cosa si inventeranno i servizi adesso....
    penso proprio che nel 2009 ne vedremo delle belle, forse i governi cominceranno, come dice Carnicom , a rivelare qualche segreto....

    che dire di poi della Sicilia.....semplicemente, in Italia, i militari U.S.A. possono fare quello che gli pare come e quando gli pare. e questo dice tutto.

    anche io mi sento di ringraziare il Sig. Antonio Mazzeo, che sembra essere un vero giornalista.

    RispondiElimina
  11. Di solito i commenti dei dbk li cancello, dicono sempre le stesse cose e non vorrei che il pubblico si annoiasse.
    Visto che il blog tankerenemy è più seguito del mio misero canale ho deciso di riportare in codesta sede un commento che (forza
    dell'abitudine) avevo rimosso.

    Straker in questo video commenta:
    Aerei civili con virate ad angolo retto? ....

    kashpd risponde:
    Strakkino, dove sono gli angoli retti ?
    Altro che telemetro, un goniometro ti serviva... ma con tutti i soldi che hai risparmiato sai quanti te ne compri ?

    Qui lo screenshot.

    Questo invece si commenta da solo:
    watch?v=nfLkyf9F3qA

    A voi le debite conclusioni...

    RispondiElimina
  12. Ciao Arturo, da quello che ho potuto vedere io (per episodi raccontatimi) stanno passando alle maniere forti minacciando a destra e manca gli attivisti più potenzialmente insidiosi, consigliandoli, a modo loro, di abbandonare. Con alcuni sono anche riusciti nell'intento. Infatti non tutte le situazioni familiari sono facilmente gestibili di fronte a tali minacce e così alcuni amici hanno dovuto abbandonare, loro malgrado.

    In altri casi sono passati alle vie di fatto, con "interventi" automobilistici in puro stile mafioso.

    Ne vedremo delle belle... o meglio, delle brutte. Questa gente è alla disperazione e sta tentando in tutti modi di fermare coloro che lavorano in sinergia con noi. E' bene che tutto ciò si sappia, ed ho voluto ancora una volta, segnalare quanto, nascostamente, sta accadendo al fine di fare terra bruciata intorno al comitato Tanker Enemy ed ai suoi rappresentanti.

    RispondiElimina
  13. Ciao Niko. E vogliamo parlare dei commenti copia-incolla inviati identici su decine di canali video differenti?

    RispondiElimina
  14. Come questo ?

    orice66 mi scrive:
    Scusate tutti qui dentro, ma i vostri infermieri lo sanno che state usando il pc dell'istituto psichiatrico ?

    Lo stesso commento lo si può trovare su decine di altri video.
    Da un lato mi fanno pena sti poveri sfigati...

    RispondiElimina
  15. Dall'università di Pavia, quella dell'illustre Angioni, restano connessi al blog anche 16 ore. Avranno gli occhi poggiati sulla scrivania, ormai.

    RispondiElimina
  16. L'ultimo post dell'ottimo Vibravito è veramente gustoso. Da leggere!

    RispondiElimina
  17. E' interessante notare quante "attenzioni" vengono rivolte verso il blog tankerenemy e alcuni canali su You Tube.
    A prescindere se uno creda o no all'esistensa delle operazioni di aerosol, questo è un punto su cui anche i più distratti doverebbero riflettere prima di gridare:
    è solo vapore di condensa.

    Vibravito, grazie per il post, dopo cena lo leggerò senz'altro ;-)

    RispondiElimina
  18. Veramente saporoso l'articolo di Vibravito, sapido e pungente quanto basta.

    Imparino gli sciacondensisti.

    Discite aut discedite.

    Niko, qualcosa, però, è evaporato: il cervellino dei disinformatori.

    ciao a tutti.

    RispondiElimina
  19. @corrado

    grazie per la precisazione sull'odore di zolfo.
    Purtroppo per i decerebrati la vite è coltivatissima anche in Lombardia...il che rafforza l'ipotesi di irrorazioni a base di zolfo e non trattamenti alla vigna a base di zolfo in polvere secca.

    Ma come vedi, nessuno di loro confuta nozioni agronomiche con me.

    Meglio così (per loro), evitano l'ennesima figura di merda.

    RispondiElimina
  20. Un invito a tutti a meditare sulla grande menzogna continuata dei "nostri" servizi meteo.

    Forse qualcuno un po' sbadato si è dimenticato dei falsi bollettini meteo documentati QUI.

    Un consiglio, fate lo screenshot e conservatelo, certe cose bisogna tenerle sempre a mente perché se capitano un paio di giorni di cielo intonso blu (una chimera comunque), siamo portati a dimenticare per quella forma di autodifesa propria dell'essere umano.

    E visto che qualcuno tiene sotto controllo (e questo è la prova madre che siamo sulla strada giusta) il nostro infaticabile lavoro di smascheramento della menzogna, noi nel nostro piccolo teniamo conto di tutte le fregnacce che tentano di farci bere i servizi meteo (Giuliacci, Mercalli, Delitala e company).

    In primis perché è morta gente innocente.

    RispondiElimina
  21. Certo è che se si hanno a disposizione certe... "informazioni", il tempo non si prevede, ma si decide.

    RispondiElimina
  22. Ceertamente Straker, solo i plagiati non lo capiscono.
    E' proprio vero che la maggior parte della gente non vive, vegeta.

    RispondiElimina
  23. Ciao a tutti! siccome non leggo certo i blog dei disinformatori e calunniatori che tutti conosciamo, voglio affermare che i filamenti da me raccolti NON sono mai stati analizzati da Angioni. Alcuni campioni sono in attesa di responso (per me i risultati possono arrivare con calma, io ho tempo di attendere, è già tanto che un biologo gentile si sia offerto di analizzarli in quanto personalmente non possiedo tutta la strumentazione adatta e non ho un laboratorio tutto mio); altri campioni sono sempre sotto mia custodia. Attualmente non ci sono analisi ufficialmente riconosciute su tali fibre altrimenti si sarebbero già avuti dei riscontri e NON mi riferisco certo al CICAP che di scientifico a mio avviso ha ben poco. Che continuino pure a piangere e a offendere, finchè non mi dimostrano con dati e foto (originali) alla mano che quelle sono ragnatele, io continuerò nella mia ricerca personale. Se davvero sapessero di cosa sono fatte a quest'ora non dovrebbero esserci molti dubbi.
    Come alcuni di voi sanno, a causa di hanmar (e soci) ho dovuto chiudere i commenti ma questo mi ha dato solo la spinta di proseguire verso la mia ricerca. Io posso anche sbagliarmi su alcune considerazioni ma sono umano e non sono certo io il depositario di verità assolute. Io penso, scrivo, credo e vivo liberamente, espongo le mie idee e ipotesi da condividere con gli altri. I debunker mi hanno insultato gratuitamente ma io li compatisco, sono ancora troppo poco evoluti e l'indifferenza è la cosa migliore. Invece di aiutarmi a capire certi fenomeni con dati e spiegazioni, loro offendono la persona. Segno che non hanno argomentazioni e che quindi sono in palese malafede.
    Un caro saluto a tutti!

    RispondiElimina
  24. Ciao Tursiops, penso che queste tue precisazioni siano molto utili per inquadrare bene la situazione.

    C.I.C.A.P. e soci hanno una spiccata abilità nel mischiare le carte, facendo apparire le cose nel modo a loro più conveneiente. Peccato che alcuni di loro commettano degli errori madornali che tradiscono la loro malafede e qui bisogna dire che l'amico vibravito è impareggiabile nell'evidenziare le cappelle dei disinformatori.

    Angioni farebbe meglio a darsi all'ippica, lasciando perdere codesta questione. Rischia solo di bruciarsi definitivamente, sia come persona, sia come professionista.

    Per quanto riguarda hanmar, al secolo Michele Galloni, ricordiamolo, impegnato in consulenze ambientali, ho la vaga impressione che, come i suoi amichetti, sia troppo entrato nella parte, dimenticando che anche lui è fatto di carne ed ossa e che le schifezze dalle quali siamo tutti ormai contaminati, non guardano in faccia a nessuno. Non vorrei mai che questi "signori" non si dovessero un giorno pentire amaramente di quanto oggi stanno occultando pervicacemente.

    Intanto mi arrivano segnalazioni di pazienti affetti da Morgellons (legato alla ricaduta di polimeri e diagnosticato da medici italiani) da Liguria, Piemonte, Lazio, Toscana (con i quali siamo in stretto contatto), mentre una casa farmaceutica possiede un corposo database riguardante il morbo in questione, accessibile solo agli addetti ai lavori e ciò vuole dire solo due cose:

    a) il problema è serio e comincia ad interessare, dal punto di vista del business, le farmaceutiche;

    b) il problema è serio ma va nascosto al pubblico e c'è quindi da chiedersi per quale recondito motivo.

    Il C.I.C.A.P. ed i suoi esponenti (occultati o meno da nickname) operano per negare l'esistenza delle chemtrails e delle patologie ad esse collegate (chi li foraggia?).

    Sarebbe il caso che costoro valutassero bene di quanto si stanno rendendo oggi responsabili, poiché quando si verrà a sapere la verità, queste teste, inevitabilmente cadranno nella cesta di vimini.

    RispondiElimina
  25. Ciao
    Bravo Vibravito, l'ironia è l'ingrediente che ci vuole con quella gente; inoltre è un buon sistema per non perdere le staffe quando si ha a che fare con loro, altrimenti bisognerebbe sempre incazzarsi.

    Tursiops ha ragione, la pazienza è virtù dei forti.

    Ormai i siti di meteorogia che pubblicano le "previsioni" sono diventati spassosi, anzi ridicoli, soprattutto alcuni di cui si è già parlato qui sul blog; un tempo si leggevano previsioni in versione più seria e professionale e quando non le azzeccavano, si comprendeva comunque che ciò era dovuto ad un margine di incertezza vera; ora sembra che raccontino le favole, usando spesso dei termini che di professionale non hanno nulla, sono vaghe e sembrano scritte da un cantastorie.

    RispondiElimina
  26. signori non so se qualcuno ha visto caroselli ieri al meteo delle 01,40 di notte: quell'uomo sa tutto delle irrorazioni.

    mostrava un insicurezza e un disagio veramente palpabili, mentre mentiva sapendo di mentire...direi quasi che non sapeva cosa dire,non sapeva come gestire quei 3 min. che aveva a disposizione.
    balbettava, si mangiava le parole, era evidente che stava mentendo sulle condizioni metereologiche in italia.

    GUIDO CAROSELLI DEL METEO SU RAI1 E' AL CORRENTE DELLE NEFASTE OPERAZIONI MILITARI DI AEREOSOLS...chissà se è rimasto qualche metereologo onesto in italia...

    RispondiElimina
  27. Sarò assente dal blog per qualche giorno e allora ne approfitto subito per augurare a tutti voi Buone Feste.

    Un abbraccione,
    ALEXY

    RispondiElimina
  28. A proposito di Guido Caroselli e ai bei tempi della vecchia meteorologia (1987):

    http://it.youtube.com/watch?v=KRAZvD3IXGk

    Nel video linkato, non si parla affatto di scie chimiche. Eppure indovinate chi c'è nei commenti? Il solito orice66 beccato da Niko. Anche dove non è attinente al discorso chemtrails, lui si intrufola sempre.

    RispondiElimina
  29. Caroselli = BECCATO!
    Mercalli = BECCATO!
    Guidi = BECCATO!
    Giuliacci e figlio = BECCATI!
    Tutti di skymeteo24 = BECCATI!
    Delitala = BECCATO!

    Arturo, non se ne salva uno!
    Sono tutti complici di questo schifo di presa per i fondelli giornaliera.

    Se la Giustizia esiste ancora, pagheranno tutti quanti. E se non esiste, pagheranno in termini di salute come tutti noi.

    E con loro, CICAP. ENAV, ENAC, Linee aeree e tutti quanti contribuiscono alla copertura reiterata.

    Io mi siedo sulla riva del fiume e aspetto...

    RispondiElimina
  30. http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/photonews/html/panel/2008-12-23_123290765.html


    anche gli elicotteri lasciano vistose scie...... questa foto la mettiamo insieme alle altre

    @mike metti nella lista anche il C.N.R

    RispondiElimina
  31. vi segnalo una foto di elicotteri scianti su www.ansa.it
    nello spazio in basso a destra dedicato alle foto è bene in vista una foto di elicotteri che sciano nel cielo....e si spaccia quelle scie x inquinamento...senza parole..

    RispondiElimina
  32. Segnalo il nuovo blog dell'amico Mike. Aggiungetelo ail vostri preferiti.

    Consiglio ad ognuno di voi di crearsi il proprio blog. Usiamo i metodi dei disinformatori per diffondere le informazioni giuste sulla Rete.

    Sono disponibile nel fornire un supporto per la preparazione del layout ed inoltre invierò una guida su come iniziare a postare articoli in modo semplice e professionale.

    RispondiElimina
  33. Ciao ALEXY, grazie per gli auguri, che contraccambio. Ovviamente gli auguri di buone feste sono rivolti a tutti gli amici che ci seguono da tempo.

    Grazie a tutti voi e speriamo, un giorno, di poter festeggiare la fine delle operazioni clandestine di aerosol nei cieli del mondo.

    RispondiElimina
  34. Buone feste a tutti!!!!

    Per gli amici del Nord...è stato molto forte il terremoto???

    http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_846560556.html

    Ciaoooo

    RispondiElimina
  35. Confermo l'apertura del mio nuovo blog e qualche stronzetto dei soliti, si è già fatto vivo.

    Puntualizzo che ilblog è mio e non di Straker.

    E siccome debs conoscono MOLTO BENE i miei metodi, consiglio loro di non perdere tempo inutilmente a postare. Il mio sport preferito è eliminare i loro commenti da deficienti.
    Non so perché ma mi diverte moltissimo.
    Si ma loro lo sanno....eccome se lo sanno.
    Vero tonno?
    Vero riosaeba?
    Vero testine varie che sbirciano di continuo nel mio ALBUM?
    Contorcetevi pure, tanto non vi pubblico.
    Il blog SULLE VOSTRE MENZOGNE è mio e decido io.

    RispondiElimina
  36. Ciao Mike. Sono sicuro che farai vedere loro i sorci verdi.

    RispondiElimina
  37. Tu sei sempre magnanimo Straker, i sorci non saranno solo verdi ma di TUTTI I COLORI.

    Io sono fatto così.
    Sardo e testardo.

    RispondiElimina
  38. ...Il mio sport preferito è eliminare i loro commenti da deficienti.

    ah ah ah.... bravissimo Mike, questo è lo spirito giusto, ci vuole determinazione e nessuna pietà per questi individui.
    In bocca al lupo per il blog ;-)

    Un'augurio di buone feste al comitato Tankerenemy.

    Un sincero (visto che leggete) VAFFANCULO a tutti i dbk !!!

    RispondiElimina
  39. Bravissimo Mike.

    Il modo migliore per incominciare il nuovo anno.

    Un saluto e incoraggiamento.
    VibraVito.

    RispondiElimina
  40. Ciao Niko, ricorda che sono sempre a disposizione se vuoi farti un blog tutto tuo.

    RispondiElimina
  41. Includere gli elicotteri scianti (pattuglie acrobatiche) nella mente del cittadino ottuso, significa inculcare l'idea che la scia sia innocua e decorativa. Ecco perché anche l'esercito italiano, per la prima volta, qualche mese fa, ha impiegato anche gli Agusta Bell 212 per questa subdola coreografia patriottica.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis