martedì 10 marzo 2015

E' ufficiale: negli aerei di linea si muore a causa dei gas tossici in cabina

La sindrome aerotossica è oggetto di un numero crescente di articoli, di inchieste televisive inquietanti e di un'interrogazione al Parlamento europeo. Con l'espressione “sindrome aerotossica" viene designata una serie di danni neurologici derivanti dall'inalazione di aria contaminata a bordo di un aeromobile. Il fenomeno colpisce tanto i piloti quanto il personale di cabina nonché i passeggeri, producendo talvolta conseguenze gravi ed invalidanti. Di solito si attribuisce il problema ai vapori tossici di olio lubrificante che filtrano all’interno delle cabine dei velivoli, tra cui il tricresyl phosphate, ma, alla luce delle recenti acquisizioni è ormai chiaro che tra gli "agenti killer" vanno annoverati anche gli additivi-lubrificanti come lo STADIS 450 ed il metilciclopentadienil-tricarbonil-manganese (MMT). Ciò, evidentemente, chiama in causa le "chemtrails", il cui rilascio è funzionale alle esigenze strategiche consigliate a suo tempo da Edward Teller e, nella fattispecie, evidenzia come manganese e bario in associazione al trimetilalluminio (in uso all'aeronautica civile e militare) siano il fulcro delle attività di geoingegneria clandestina. Questi composti penetrano nelle cabine piloti e nelle sezioni passeggeri, visto che l'aria contaminata viene prelevata dall'esterno, solitamente, da una o più gondole motori.

Bisogna chiedersi il motivo per cui il problema sia nato attorno alla fine degli anni '90 del XX secolo, proprio in concomitanza con l'avvio del "Progetto Teller". La reticenza degli organi preposti alla "tutela della salute", la levata di scudi per opera delle compagnie aeree che minimizzano il problema, la scarsità di studi medici sul fenomeno inducono a sospettare che la sindrome in oggetto sia legata, in qualche modo, alle operazioni di avvelenamento della biosfera. Tra l’altro, per quale ragione il progresso tecnologico, che dovrebbe rendere gli aerei più sicuri, nel campo dell'aviazione latita in modo tanto evidente a tal punto che i viaggi in aereo attuali sono molto più azzardati rispetto a quelli dei decenni scorsi? Nel frattempo la cronaca racconta di un pilota di Albione deceduto per i gas inalati: non è il primo e probabilmente non sarà l’ultimo…



Regno Unito 23 febbraio 2015 - Un'inchiesta in merito alla pericolosità dei gas tossici sugli aerei è stata aperta nel Regno Unito, a seguito della morte di un pilota della British Airways nel 2012. L'uomo è Richard Westgate, scomparso a 43 anni e sarebbe stato ucciso da gas tossici in cabina. Almeno questo è quanto ha stabilito un coroner britannico, Stanhope Payne, per cui il decesso del pilota potrebbe derivare dalle esalazioni nocive che si diffondono nelle cabine a causa del sistema di aspirazione dell’aria.



Gli inquirenti hanno chiesto alla compagnia aerea ed all'Ente per l'aviazione civile di intraprendere "azioni urgenti" per verificare la presenza di sostanze dannose per l'uomo. Secondo la famiglia del pilota, la morte è stata causata dalla 'sindrome aerotossica', una patologia identificata per la prima volta negli Stati Uniti nel 1999. La patologia dipende dall'inalazione di aria contaminata a bordo di un velivolo. Le compagnie sono consapevoli dei vapori tossici di olio lubrificante usato nei motori: per questa ragione sugli aerei esistono dei sistemi di filtraggio. Tuttavia con il tempo o a causa di una manutenzione inadeguata, i filtri possono rompersi e i gas pericolosi possono penetrare in cabina. Per i vettori non esistono rischi per la salute dei passeggeri né dell'equipaggio, perché il fenomeno è occasionale (sic!). Tuttavia alcune organizzazioni da anni denunciano che esiste un reale pericolo per i viaggiatori abituali.

Fonte: Rainews.it

Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

48 commenti:

  1. Non a caso in auto esiste il ricircolo, per evitare di finire intossicati dai gas di scarico dei veicoli che abbiamo davanti ed intorno. Invece, per l'aereo, è il contrario e tutto quello che è fuori e nei carburanti viene portato in cabina. Buon viaggio!

    RispondiElimina
  2. A tutti quei bastardi e codardi irroratori, sia chi ha organizzato il piano, sia chi rilascia le sostanze e a chi li protegge...ricordatevi che Noi NON dimentichiamo, che sia CHIARO! E si ricorda a lor signori, i quali non hanno più alcun barlume di umanita', che presto o tardi tutto questo scempio finirà...e che, in alcuni paesi, secondo la legge, i crimini contro l'umanità sono punibili con la pena di morte! CHIARO????!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che la gente è allettata da offerte di voli economici del tipo Roma-Londra 30€ e simili... Finanziamo la nostra stessa morte, belli stupidi!
      BOICOTTIAMO GLI AEREI!!!

      Elimina
  3. Prank, i bastardi irroratori come li chiami tu, si fermano solo se offri di più! Ci fa anche di rima!

    "“Quando l’ultimo albero sarà stato abbattuto,
    l’ultimo fiume avvelenato,
    l’ultimo pesce pescato,
    ci accorgeremo che non si potrà mangiare il denaro"".

    RispondiElimina
  4. Ultimo mio viaggio in aereo qualche anno fa per andare in Inghilterra: sono finito all'ospedale con fortissimi dolori allo stomaco passati solo dopo due iniezioni di non so cosa e mezza giornata di ricovero. Sistema sanitario inglese peraltro ben più efficente del nostro, almeno all'epoca dei fatti.

    RispondiElimina
  5. Quelli purtroppo, sono capaci di mangiarsi anche il denaro! Quelli sono una bestemmia all'essere umano! Dei luridi CODARDI!Sono capaci di uccidere i propri figli per denaro,,,e ricordiamoci che parliamo di vermi schifosi! !

    RispondiElimina
  6. Ciao TheAntitanker...hai visto come hanno ridotto i cieli della nostra toscana? Si possono ancora chiamare cieli?...Sono immondezzai chimici di ricaduta!...E' folle tanta perfidia...non hanno pieta' neppure dei neonati!

    RispondiElimina
  7. Ho la sorella all ospedale con la polmonite.. Al centro sanitario locale su una popolazione interessata di 1500 2000 persone ci sono state tra gennaio e oggi 250 casi di polmonite. Polmonite virale, difatto non sanno cos'è, non è batterica il muco è bianco ma c'è infiammazione sul polmone. Per sicurezza ti bombardano con gli antibiotici non sia mai che qualche batterio approfitti della situazione. Ditemi voi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabio, la stessa tragica situazione vale per la Toscana. Molti mie conoscenti sono finiti all'ospedale con una tremenda polmonite virale.
      Hanno assunto antibiotici, lì per lì stavano meglio, e poi alcuni di loro, ci sono addirittura ricaduti.

      Elimina
    2. qui Marche tra Gennaio e Febbraio mi ha preso un mal di gola mai visto, febbre poca, ma era da diversi anni che non prendevo influenza o robe del genere... ma un mal di gola così MAI... ho resistito a prendere medicine e alla fine è passato, anche se con un po' di tossetta secca ogni tanto (come durante il mal di gola), a mio fratello ha fatto la stessa storia l'anno scorso per un paio di mesi addirittura... invece mia madre con cui convivo 80 anni, NON si è vaccinata e non ha avuto alcunché! Ma si sa che per queste strane influenze e polmoniti davano la colpa alla campagna di terrorismo sui vaccini che poi dicevano era priva di fondamento... e così la gente vaccinandosi meno... invece non centrava un bel nulla manco questa cosa!

      Elimina
  8. ...tanto continuano a negare TUTTO E TUTTI! Si muore, ma l'importante è l'isola dei famosi! In vietnam, la ribellione della popolazione USA ha fatto cessare la guerra...qua non siamo neppure capaci di osservare il cielo!

    RispondiElimina
  9. Russel L. Blaylock lancia l’allarme circa la geoingegneria già in atto, evidenziando i gravissimi pericoli collegati all’inalazione di nanoalluminio. Blaylock appartiene alla National Health Federation ed è biologo e ricercatore nel campo delle neuroscienze .

    Scrive lo scienziato:

    “Di particolare interesse è l’effetto di queste nanoparticelle sul cervello e il midollo spinale. Una lista crescente di malattie neuro-degenerative, tra cui la demenza di Alzheimer, il morbo di Parkinson e la malattia di Lou Gehrig (SLA), è fortemente correlata all’esposizione all’alluminio ambientale. […] Studi hanno dimostrato che queste particelle passano lungo le reti neuronali olfattive, che collegano direttamente la zona del cervello e che non solo sono le più colpite dalla malattia di Alzheimer, ma anche le prime ad essere colpite nel corso della malattia. Nei casi di Alzheimer hanno anche il livello più alto di alluminio nel cervello”.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cielo candeggiato su tutta l'Italia e non solo...

      Elimina
  10. Oggi c'e manganese per tutti. A San Marino sembra Agosto, foschia da ferragosto.

    RispondiElimina
  11. La nebbia chimica di ricaduta è servita su tutto il Continente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Notare come il particolato di ricaduta si insinui tra le valli.

      Elimina
  12. epidemia di bambini con tossi continue da mesi. asili vuoti.
    non c'è giorno che nelle sole Marche non muoiano una o più persone per presunto "arresto cardiaco" o per "malattie incurabili". pediatri e medici, così li chiamano. se ne guardano bene dal fare studi epidemiologici o a lanciare allarmi di sorta.
    rompono meno i coglioni a imbottire neonati e anziani di antibiotici, tachipirina, sciroppi per la tosse, antinfiammatori, cortisone. col risultato di accelerare malattie e morti.
    infami.
    chi causa, chi nega, chi copre, chi depista, chi non cura, chi, sapendo o non sapendo, non lancia allarmi.
    infami. morirete tutti. anche voi. prima o poi. ma per voi la morte e la sofferenza arrivano prima degli onesti.

    RispondiElimina
  13. per essere assunti in ryanair, oltre a pagarsi la propria formazione (!), bisogna avere buona forma fisica. eh già. per resistere più a lungo possibile ai fumi in cabina.
    http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/caro-ti-cost-lavorare-low-cost-steward-ryanair-racconta-96266.htm

    RispondiElimina
  14. Che ci possiamo fare se il cielo è bianco latte da alcuni giorni? Ditemi voi: più che lamentarci che possiamo fare? Insieme ad alcuni amici segnalo il fenomeno da anni. E queste sarebbero le giornate con cielo sereno.

    Qui un articolo di Zen Gardner sulle 'chemtrails'. Non conosco gran che di tale autore. E' forse anche lui un 'gatekeeper'?

    http://www.zengardner.com/chemtrail-crimes-human-hybridization-aerial-vaccinations/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paolo,
      non è un gatekeeper è solo un filosofo che sfiora la newage, è il suo modo di presentarsi, magari forviante per alcuni (ormai non ci si può fidare più di nessuno) può trarre in inganno ma quello che scrive è pertinente a quello che succede nel mondo intero.

      L'articolo non è suo lo ha solo riportato (leggi qui la parte che ho tradotto dal sito Removingtheshackles

      Ciao

      Straker, allucinante la fotografia che hai postato ...

      Elimina
  15. Ciao Wlady e grazie delle delucidazioni. Infatti leggendo quanto scritto da Gardner ho avuto l'impressione che molti dei concetti da lui esposti siano condivisibili e tutto sommato in sintonia con quanto ribadito incessantemente su questo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che le scie implichino un'ibridazione è ipotesi che fu ventilata anni fa da Montalk. E' congettura più che verosimile. La geoingegneria è nella sua essenza bioingegneria ed assolve compiti che si possono immaginare, anche se difficili da accettare. Carnicom si è avvicinato molto alla verità vera.

      Ciao

      Elimina
  16. Il territorio è devastato. Non ne usciremo, se non li fermiamo.

    RispondiElimina
  17. N-Acetil L-Cisteina
    http://www.bulkpowders.it/catalogsearch/result/?q=N-ACETIL-L-CISTEINA

    Resveratrolo

    Si trova in capsule in erboristeria, ma costa un botto, per cui lo possiamo sostituire con il succo d'uva rossa, da cui si estrae normalmente il resveratrolo.

    L'associazione di questi due composti naturali determina la prevenzione di alcune patologie tumorali e favorisce l'eliminazione dei metalli, giacché il nostro organismo non è in grado di farlo autonomamente. La NAC è il precursore naturale del Glutathione, che è un chelante del quale siamo scarsamente forniti.

    RispondiElimina
  18. Farà male di più respirare in volo, ma oggi nel sud-ovest milanese c'era un bianco a tutte le quote, anche a terra, da fare spavento.

    OT: Tra i cantanti anti NWO, sottolineo Povia, che da pochi giorni ha fatto uscire la sua ultima canzone dal titolo: "chi comanda il mondo", la canzone ha fatto "colpo" tanto che c'è già una denuncia in atto (Ros magari consigliagli il tuo stesso avvocato) nel link la notizia sulla denuncia

    http://www.osservatorelaziale.it/index.asp?art=14467&arg=1&red=1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccola! https://www.facebook.com/annamaria.c.shanti

      Elimina
  19. CONFERENZA ON-LINE SULLE SCIE CHIMICHE E GEOINGEGNERIA
    CON ROSARIO MARCIANO', MASSIMO FRATINI E SERGIO TRACCHI
    Carissimi amici, Venerdì 13 Marzo alle ore 21, Rosario Marcianò, Massimo Fratini e Sergio Tracchi vi aspettano nella Sala Conferenze di SEGNIDALCIELO EVENTI per una conferenza on-line straordinaria, dedicata alle Scie Chimiche, alla Geoingegneria, cambiamenti climatici e Progetto Haarp.
    Per partecipare basta entrare seguire le istruzioni presso questo link di Segnidalcielo.it
    http://www.segnidalcielo.it/segnidalcielo-eventi-il-futuro-dellinformazione-con-un-semplice-click/

    RispondiElimina
  20. Che cosa si nasconde dietro la strage degli olivi salentini?

    http://silenzinelmondo.altervista.org/blog/altro-che-xylella-fastidiosa-mistificatorio-attacco-gli-ulivi-salentini/

    RispondiElimina
  21. Trilussa sul cielo

    Li esperti stano a ripete' ch'è solo condensa/
    so' scie normali, de aqua e de vapore./
    Ce lo ripete, quello llà, Simone, er dottore./
    Quasi ce credo: ci ha 'na cultura immensa/.
    Poi guardo il cielo che è uno schifo...:/
    sarà scienza, ma più pestifera der tifo.

    RispondiElimina
  22. In Toscana Ottimo cielo oggi...Da far schifo!! Nebbioni chimici a iosa.

    RispondiElimina
  23. Questa sera, alle 21:00, diretta streaming su Hangout, con Massimo Fratini di Segnidalcielo, Sergio Tracchi, Rosario Marcianò di Tanker Enemy. Link per partecipare: http://youtu.be/HQBV8tJEPiY

    RispondiElimina
  24. Questi VILI bastardi irroratori, vigliacchi e codardi ci stanno trucidanso alle spalle! Sono dei codardi senza scrupoli...bisogna tornare al coraggio e alla ribellione della popolazione americana quando tramite il dissenso ha fatto arretrare i militari dal vietnam! Devono tornarsene a casa sti americani,,,non sono più i benvenuti!Fuori dagli stivali loro, i politicanti e tutti i media di regime

    RispondiElimina
  25. A gennaio ho volato con Lufthansa, Firenze-Munich e Munich-Bilbao e il ritorno ovviamente, con la mia bambina di 9 mesi... era tanto che non leggevo il blog e non sapevo della sindrome aerotossica. Non ho notato nulla di particolare nella bimba, tutto regolare, ma ora che leggo... cavolo era così piccola, non vorrei averle fatto un danno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia. E' andata bene. Secondo le stime rese note dall'associazione piloti che si occupa di sindrome aerotossica sono almeno 200.000 i passeggeri ogni anno che subiscono danni più o meno gravi da episodi correlati al "fume event".

      Elimina
  26. ....devo amaramente constatare che il mio ben ponderato commento che mi è costato un'ora di impegno e non solo, finito di digitare una diecina di minuti fa, , a causa di aver aperto una pagina di info sui blog,prima di inviare, e' sparito dopo essere totnato allo spazio di commento.... Server, please, veda di recuperare quel mio post, e, lo renda pubblico, GRAZIEW ! ! ! !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanni, purtroppo non è stato possibile recuperare il tuo commento.

      Elimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis